Telefonino.net network
 
| HOMEPAGE | INDICE FORUM | REGOLAMENTO | ::. NEI PREFERITI .:: | RSS Forum | RSS News | NEWS web | NEWS software |
| PUBBLICITA' | | ARTICOLI | WIN XP | VISTA | WIN 7 | REGISTRI | SOFTWARE | MANUALI | RECENSIONI | LINUX | HUMOR | HARDWARE | DOWNLOAD | | CERCA nel FORUM » |

Torna indietro   WinTricks Forum > Off Topic > Chiacchiere in libertà

Notices

Rispondi
 
Strumenti discussione
Vecchio 11-11-2002, 19.43.38   #76
Stalker
Hero Member
 
L'avatar di Stalker
 
Registrato: 27-11-2000
Loc.: Roma
Messaggi: 1.153
Stalker promette bene
Torno su Berluska & Co a postare una mia riflessione su destra e sinistra. Follow me....
Stalker non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 11-11-2002, 23.11.35   #77
Stalker
Hero Member
 
L'avatar di Stalker
 
Registrato: 27-11-2000
Loc.: Roma
Messaggi: 1.153
Stalker promette bene
Quelli che potranno dire «io c'ero»
Rifondazione, Verdi, Comunisti italiani e, naturalmente, il correntone Ds. C'è anche chi, a sinistra, non manca l'appuntamento con il movimento dei movimenti
ALESSANDRO MANTOVANI
FIRENZE
Rifondazione era un corteo nel corteo, decine di migliaia dietro gli striscioni di tutte le federazioni, con il sound system dei Giovani comunisti o con le casacche gialle del Forum delle donne che invocavano la «pace preventiva». Per Fausto Bertinotti e il Prc è stato un successo nel successo, una festa nella festa. «Siamo i vincitori morali di questo Social forum», si sentiva dire tra i dirigenti in piazza. Accolto da scroscianti applausi anche tra i militanti della Cgil, come del resto ieri l'altro alla Fortezza da Basso quando aveva parlato di «Partiti e movimenti», il segretario ha sfilato in mezzo ai suoi, accettando di buon grado la decisione di escludere le «personalità» dalla testa dell'enorme serpentone colorato che ha abbracciato Firenze. «Questo movimento dimostra ciò che abbiamo detto da molti mesi: è il più grande fenomeno politico del nostro tempo - ha detto raggiante Bertinotti, circondato dall'intero stato maggiore del partito - C'è spazio per tutti quelli che sono contro la guerra e contro le politiche neoliberiste. Sinistra è una definizione troppo larga, c'è il centrosinistra e la sinistra alternativa. Se il centrosinistra non capisce questo linguaggio rischia di essere tagliato fuori, la sinistra alternativa può trarre da questo movimento la spinta per ricostituirsi». A Firenze è andato tutto benissimo, da queste parti nessuno ne dubitava. Rifondazione per la verità era quasi ovunque. Le sue bandiere spuntavano qua e là, centinaia di Giovani comunisti sfilavano con i Disobbedienti, altri militanti «storici» con Attac e il SinCobas, altri ancora nel quadrato di testa con il Coordinamento internazionale che ha organizzato materialmente l'impegnativa tre giorni fiorentina. «Ora in Italia il movimento deve radicarsi a livello territoriale, nel conflitto sociale, superando anche i limiti dei Social forum locali e delle reti nazionali - ha detto Patrizia Sentinelli che nella segreteria si occupa proprio di movimenti - Si è aperto un nuovo ciclo, tra Porto Alegre e Firenze è nato un nuovo internazionalismo. Vedo una forte radicalità sul tema della guerra, ma per esempio anche contro le privatizzazioni: per questo la scommessa dei prossimi mesi è il radicamento». «A Firenze - ha aggiunto il responsabile esteri Gennaro Migliore - il movimento ha dimostrato di saper dettare la propria agenda anche a livello europeo, al di là dei vertici internazionali e delle scadenze imposte da altri. Oggi è un soggetto politico che va oltre le organizzazioni esistenti ma non le cancella, Firenze è stata una grande occasione di costruzione e di riflessione». Si guarda già al futuro del movimento, a partire dalla grande assemblea in programma oggi a conclusione del primo Forum sociale europeo.

Piero Fassino e Francesco Rutelli per un motivo o per l'altro hanno disertato, peccato per loro. Questa volta però, dopo il disastro di Genova e l'autocritica di Luciano Violante, non potevano mancare i Ds.

C'erano quelli del «correntone» come Giovanni Berlinguer e Fabio Mussi, alla testa di una numerosa rappresentanza di Aprile, ma anche il coordinatore della segreteria fassiniana, Vannino Chiti. «I Ds sono a questa manifestazione con le loro posizioni sulla guerra - ha detto Chiti, toscano di Pistoia - Siamo contro la guerra preventiva, contro l'amministrazione Bush, abbiamo operato e continueremo a farlo, a maggior ragione ora che c'è una risoluzione dell' Onu, non solo come Ds ma anche come Ulivo, perché non ci sia una nuova guerra e perché si possa scongiurare un intervento militare in Iraq».

Se i Ds hanno recuperato il terreno perduto devono ringraziare anche gli amministratori di Toscana e Firenze, il presidente della regione Claudio Martini e al sindaco Leonardo Domenici che hanno ospitato il Forum nonostante il governo, nonché la Sinistra giovanile che ieri ha portato in piazza uno spezzone rumoroso e combattivo.

Poco più avanti sfilavano i Verdi, non solo uno come Paolo Cento nato e cresciuto nei movimenti, felice di poter dire che «ora chi dal governo lanciava allarmi dovrebbe dimettersi di corsa, questa giornata cambia l'agenda politica per l'intero centrosinistra», ma anche Alfonso Pecoraro Scanio: «E' stata una grande prova di civiltà, ha vinto la non violenza. In questi giorni gli unici episodi di violenza sono stati i pugni in aula tra i deputati di Forza Italia».

A Firenze con le loro bandiere hanno manifestato anche i Comunisti italiani, guidati da Oliviero Diliberto: se dopo il G8 di Genova il segretario del Pdci prendeva le distanze, ieri rivendicava senza imbarazzo un posto al sole. «Partiti e movimenti si devono aiutare reciprocamente - sostiene Diliberto - Oggi io mi sento più forte nel portare avanti nel paese e in parlamento la battaglia contro il governo Berlusconi. Certamente - ha proseguito - avrei avuto piacere di vedere qui in piazza tutto l'Ulivo. Non c'è contraddizione, anzi è un arricchimento».
Stalker non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 12-11-2002, 16.03.28   #78
BlackJack84
Senior Member
 
L'avatar di BlackJack84
 
Registrato: 13-05-2001
Loc.: Torino - Udine
Messaggi: 322
BlackJack84 promette bene
Mi preoccupa la tentazione dell'Ulivo di far proprio il successo del Social Forum, di dire "quelli siamo noi" alla destra nel perenne e patetico tentativo di rappresentare un'alternativa a Berlusconi, piuttosto che seguire la propria identità.
Il punto è che il centro-sinistra un'identità non ce l'ha, e che strumentalizzino così i movimenti che nascono proprio in risposta alla loro ignavia mi spaventa un po'...
Abbasso il centro-centro-centro-sinistra...
___________________________________

...and once again you'll pretend to know me well, my friends
and once again, I'll pretend to know the way
thru the empty space/thru the secret places of the heart
BlackJack84 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 12-11-2002, 21.19.35   #79
davlak
Guest
 
Messaggi: n/a
In Occidente, oggi:

non esiste + la sinistra.
non esiste + la destra.


Nel nostro paese...figuriamoci, poi...

Da cosa si possono distinguere allo stato attuale i due schieramenti?

Non certo da impostazioni ideologiche "di base".

Non siamo più negli anni settanta (li ho vissuti--->allora si poteva definire con esattezza un confine tra destra e sinistra).

Per questo (anche per questo) pur essendo "di sinistra", confermo la mia piena approvazione non tanto ai contenuti, quanto alla forma in cui si é espressa la Fallaci.
E ho letto tutto il 3d ... non c'è un solo post che mi abbia fatto nascere dei dubbi...rimango dell'idea che avevo alla prima pagina.
E mi auguro che voci come quella della Fallaci, brutali, insolenti, nevrasteniche, se volete, di destra o di sinistra, non importa, ne escano fuori tante.
  Rispondi citando
Vecchio 12-11-2002, 23.57.07   #80
gemma
Guest
 
Messaggi: n/a
IO SONO NO GLOBAL

Si, sono contro la globalizzazione, la trovo spersonalizzante e avvilente, trovo che sia un'orrida manovra economica camuffata da azione pro-popolo

DESTRA O SINISTRA?

Chi è di destra mi considera di sinistra perchè ho idee diverse, chi è di sinistra mi taccia di essere di destra perchè sono per una gestione ordinata

ORIANA FALLACI

La odio, la schifo.
La odio come portabandiera dell'estremismo femminista che mi fa semplicemente orrore.
Ritengo che il femminismo sia in realtà il maschilismo in gonnella; la femminilità è tutt'altra cosa per quanto mi riguarda

Quota:
Originariamente inviato da P8257 WebMaster


La gente ha già capito chi è la Fallaci .. chi è Bush, chi è Bin Laden, chi è Saddam ecc.

Purtoppo temo che non sia così.
Ho avuto modo di parlare con diverse persone e la tristezza mi ha pervaso nel constatare che la gente è come ipnotizzata dalla visione che i media (manovrati da multinazionali e ultrapotenze) inculca loro, che i buoni e i cattivi stanno gli uni a occidente e gli altri a oriente, che islamista = terrorista e no-global = distruggiamo tutto.
Si, sono anti-americana.
Non dimentico come gli americani hanno preso il suolo su cui ora poggiano le loro obese membra.
E noi siamo una colonia americana. Abbiamo non so quante basi NATO (+ che qualunque altro paese d'europa), festeggiamo Halloween, mangiamo i muffins, andiamo da McDonalds e preferiamo dire week-end piuttosto che fine settimana.

Oriana Fallaci è una come tante di quelle persone ipnotizzate, purtroppo la sua voce ha più potere di quanto dovrebbe, la usa a sproposito per sparare a zero generalizzando su cose che non si prende nemmeno la briga di capire.
E questo è un atteggiamento che non sopporto.

  Rispondi citando
Vecchio 13-11-2002, 04.28.53   #81
leila
Junior Member
 
Registrato: 06-06-2002
Messaggi: 87
leila promette bene
Quota:
Originariamente inviato da davlak
In Occidente, oggi:

non esiste + la sinistra.
non esiste + la destra.


Nel nostro paese...figuriamoci, poi...

Da cosa si possono distinguere allo stato attuale i due schieramenti?

Non certo da impostazioni ideologiche "di base".

Non siamo più negli anni settanta (li ho vissuti--->allora si poteva definire con esattezza un confine tra destra e sinistra).

Per questo (anche per questo) pur essendo "di sinistra", confermo la mia piena approvazione non tanto ai contenuti, quanto alla forma in cui si é espressa la Fallaci.
E ho letto tutto il 3d ... non c'è un solo post che mi abbia fatto nascere dei dubbi...rimango dell'idea che avevo alla prima pagina.
E mi auguro che voci come quella della Fallaci, brutali, insolenti, nevrasteniche, se volete, di destra o di sinistra, non importa, ne escano fuori tante.
Non si distinguono più destra e sinistra, davlack?
Sarebe ben triste se davvero fosse così.
Io sono convinta che destra e sinistra siano per così dire "categorie dell'anima". E' impossibile per uno che sia autenticamente di sinistra o di destra passare nell'altro schieramento. Solo l'estremismo si tocca, si confonde e si può scambiare. (Bobbio. Destra- Sinistra)
troppo lungo il discorso su destra e sinistra.
La parte che in questo momento ci interessa riguarda il rapporto con gli altri. Non puoi dire che è lo stesso se uno è di destra o di sinistra.
Riguardo poi al nostro Cs credo che non sappiano ancora cosa vorranno fare da grandi.
Ciao. Leila
leila non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 20-11-2002, 08.10.00   #82
leila
Junior Member
 
Registrato: 06-06-2002
Messaggi: 87
leila promette bene
SERRA è sempre SERRA

L´ Amaca

MICHELE SERRA


NELLE edicole campeggia un "kit" di Panorama (Fallaci più Luisa Corna, imbustate in un unicum di urla e tette) che riassume splendidamente i due ingredienti dominanti del giornalismo italiano recente: la polemica urlata e il sesso. Pur se stucchevoli entrambe, ciascuna per suo conto, queste due overdose - le tonsille di Oriana, i capezzoli della Corna - messe in sinergia dal marketing mondadoriano, facevano un effetto abbastanza spassoso. Una specie di "venghino signori" al quadrato, la donna furiosa più la donna nuda, due attrazioni al prezzo di una, le emozioni forti dell´insulto politico e la consolazione dell´eros da parete. L´esibizione della guerriera e il riposo del guerriero.
Fortunato l´editore che dispone di tanto bendidio. La star della rabbia civilizzatrice, del repulisti morale mondiale, e quella dei calendari a luci rosa, orgoglio degli elettrauto. La rabbia e l´orgoglio, appunto. Finalmente abbiamo capito che cosa voleva dire, quel titolo.

La Repubblica 20.11
leila non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 20-11-2002, 08.12.59   #83
Lello
Senior Member
 
L'avatar di Lello
 
Registrato: 20-07-2002
Loc.: Melfi (PZ)
Messaggi: 237
Lello promette bene
Re: SERRA è sempre SERRA

Quota:
Originariamente inviato da leila
L´ Amaca

MICHELE SERRA


NELLE edicole campeggia un "kit" di Panorama (Fallaci più Luisa Corna, imbustate in un unicum di urla e tette) che riassume splendidamente i due ingredienti dominanti del giornalismo italiano recente: .....
La star della rabbia civilizzatrice, del repulisti morale mondiale, e quella dei calendari a luci rosa, orgoglio degli elettrauto. La rabbia e l´orgoglio, appunto. Finalmente abbiamo capito che cosa voleva dire, quel titolo.

La Repubblica 20.11
Sì Sì è proprio lei, anzi loro
(Y) Brava Leila, ciao
___________________________________

Fermiamo la Guerra Globale: PACE
Lello non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 20-11-2002, 08.44.41   #84
Stalker
Hero Member
 
L'avatar di Stalker
 
Registrato: 27-11-2000
Loc.: Roma
Messaggi: 1.153
Stalker promette bene
Re: SERRA è sempre SERRA

Quota:
Originariamente inviato da leila
L´ Amaca

MICHELE SERRA


NELLE edicole campeggia un "kit" di Panorama (Fallaci più Luisa Corna, imbustate in un unicum di urla e tette) che riassume splendidamente i due ingredienti dominanti del giornalismo italiano recente: la polemica urlata e il sesso. Pur se stucchevoli entrambe, ciascuna per suo conto, queste due overdose - le tonsille di Oriana, i capezzoli della Corna - messe in sinergia dal marketing mondadoriano, facevano un effetto abbastanza spassoso. Una specie di "venghino signori" al quadrato, la donna furiosa più la donna nuda, due attrazioni al prezzo di una, le emozioni forti dell´insulto politico e la consolazione dell´eros da parete. L´esibizione della guerriera e il riposo del guerriero.
Fortunato l´editore che dispone di tanto bendidio. La star della rabbia civilizzatrice, del repulisti morale mondiale, e quella dei calendari a luci rosa, orgoglio degli elettrauto. La rabbia e l´orgoglio, appunto. Finalmente abbiamo capito che cosa voleva dire, quel titolo.

La Repubblica 20.11
Grande. (Y)
Stalker non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 25-04-2003, 21.14.19   #85
Kandran Kane
Guest
 
Messaggi: n/a
Re: Re: Ma qualcuno ha parlato con quei ragazzi

Quota:
Originariamente inviato da davlak


Ceeertoooo che ha esagerato!
E ha fatto bene!
In questo intorpidito mondo di schiavi del silenzio c'é tanto bisogno di urlare (Munch docet)...
Preferisco mille volte vedermela con la Fallaci che con gli incravattati esponenti di false ideologie fondate sul fumo sull'intrigo sull'ipocrisia.
Anche se spara ca@@@te, fà niente.
Meglio sparare ca@@@ate che aderire alla cultura del presenzialismo.

Quanto ai bravi ragazzi del movimento...certo che ha generalizzato (e non é una stupida, l'ha fatto con l'intento di smuovere le coscienze mute e anestetizzate dalla comunicazione di massa, e in questo ci leggo più globalizzazione che in tanti proclami).

Se parliamo dei concetti che ha espresso concordo con te, ha esagerato...é un gioco pesante, ma vale la pena di giocarlo.

Premetto che non sopporto la Fallaci da quando pubblicò "un uomo", per motivi personali che non voglio definire qui.

Quanto a quello che ha detto in "la rabbia e l'orgoglio" e ha poi ribadito in questa lettera............... Io sono più che d'accordo. Per gli stessi motivi che ha elencato Davlak, più qualcunaltro.

E non parlo solo dell'arte. Parlo della possibilità di scegliere, che è stata negata al popolo di un'intera città.

Io li conosco quelli che si danno da fare per un mondo migliore e li ammiro, ma guarda caso questi stessi(e sono pochi veramente pochi), sono gli stessi che non mi squadrano se decido motivatamente di appoggiarli solo con il pensiero e non in altro modo. E sto parlando di RETE LILLIPUT e altre organizzazioni così.

Il resto per me è definito dalla possibilità di scegliere. E io non sceglierei mai di vedere deturpata una città come Firenze, solo perché l'unico modo di fare protesta conosciuto da alcuni è quello di imbrattare muri e monumenti. Sono cervelli preconfezionati dal marito di Maurizio Costanzo questi, non sono persone intelligenti.

IDEM per quelli che, durante le manifestazioni di pace in varie città, avevano cartelloni con la foto di Saddam. Mi fanno schifo.
  Rispondi citando
Vecchio 25-04-2003, 21.20.40   #86
Kandran Kane
Guest
 
Messaggi: n/a
Quota:
Originariamente inviato da davlak
In Occidente, oggi:

non esiste + la sinistra.
non esiste + la destra.


Nel nostro paese...figuriamoci, poi...

Da cosa si possono distinguere allo stato attuale i due schieramenti?

Non certo da impostazioni ideologiche "di base".

Non siamo più negli anni settanta (li ho vissuti--->allora si poteva definire con esattezza un confine tra destra e sinistra).

Per questo (anche per questo) pur essendo "di sinistra", confermo la mia piena approvazione non tanto ai contenuti, quanto alla forma in cui si é espressa la Fallaci.
E ho letto tutto il 3d ... non c'è un solo post che mi abbia fatto nascere dei dubbi...rimango dell'idea che avevo alla prima pagina.
E mi auguro che voci come quella della Fallaci, brutali, insolenti, nevrasteniche, se volete, di destra o di sinistra, non importa, ne escano fuori tante.

Sei Grande Davlak.

Quando sento certe persone parlare di destra e sinistra mi vien da ridere. Ma io non l'ho mai vista la sinistra in Italia. Più o meno dall'arrivo di Don Sturzo

Oggi, in tutto il mondo, se la sinistra va al governo, ci va con 3/4 di programma della destra, ma l'importante per tutti è che si chiami sinistra...... sono bestialità allucinanti. Ma nessuno ci fa caso.

Si parla di No Global, altro gruppo di poveretti. Dovevano nascere quando Colombo approdò in America, se volevano impedire la gloabalizzazione.

Il mondo si può cambiare, ma cominciamo con l'ignorare le boiate che scrivono i giornali, magari poi riconosciamo anche la vera sinistra............. se esiste ovviamente.
  Rispondi citando
Vecchio 25-04-2003, 21.54.05   #87
bubba
Senior Member
 
L'avatar di bubba
 
Registrato: 08-11-2001
Loc.: Trieste
Messaggi: 442
bubba promette bene
Quota:
Originariamente inviato da davlak
In Occidente, oggi:

non esiste + la sinistra.
non esiste + la destra.


Nel nostro paese...figuriamoci, poi...

Da cosa si possono distinguere allo stato attuale i due schieramenti?

Non certo da impostazioni ideologiche "di base".

Non siamo più negli anni settanta (li ho vissuti--->allora si poteva definire con esattezza un confine tra destra e sinistra).

Per questo (anche per questo) pur essendo "di sinistra", confermo la mia piena approvazione non tanto ai contenuti, quanto alla forma in cui si é espressa la Fallaci.
E ho letto tutto il 3d ... non c'è un solo post che mi abbia fatto nascere dei dubbi...rimango dell'idea che avevo alla prima pagina.
E mi auguro che voci come quella della Fallaci, brutali, insolenti, nevrasteniche, se volete, di destra o di sinistra, non importa, ne escano fuori tante.
Azzz...mi stavo perdendo questo 3d
Sottoscrivo in pieno davlak (Y) (Y)

IL BUBBA
___________________________________

..::MAZZA CHIODATA GROUP::..
bubba non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 25-04-2003, 22.13.12   #88
davlak
Guest
 
Messaggi: n/a
Quota:
mio primo post
sano, sanissimo, sanguigno spirito fiorentino...grande Oriana!
(non approvo quasi niente di quello che ha scritto, e mi riprometto di essere + preciso a breve...) ma viva la faccia di chi la sa ancora cantare a tutti e grida quello che pensa senza fare calcoli.
E aggiungo:
vivo a Roma, ma Firenze ce l'ho nel cuore, se fossi dio e dovessi scegliere di salvare una sola città al mondo, sceglierei Firenze (e i Fiorentini).
E anticipo che quello che ha scritto sugli Uffizii e sul degrado di tanta bellezza é autentico e per chi ama l'arte e la storia e la cultura é difficile non mettersi a piangere di fronte allo sfracello che le nostre istituzioni permettono al nostro immenso patrimonio.
Kandrane, vedendo rispolverato questo 3d, in un primo momento ho pensato a un nuovo down del Forum che ne avesse svuotato i contenuti da novembre a oggi...
Poi ho guardato meglio e dentro di me ho esclamato un bell' incredibile dictu (!)

Non solo c'é qualcuno che legge un mio post, pensavo, ma lo capisce pure! E io che stavo cadendo in depressione perchè tanto ormai quando i "colleghi" dell' OFF TOPIC vedono il mio nick...scatta automatico il quote senza manco cominciare la lettura e/o cercare di capire...(che poi...detto inter nos...non c'é nulla da capire, o da interpretare: ci metto quello che penso...almeno credo).

Purtroppo a riscontro di quanto da me espresso su questo 3d (e che poi mi fù abbondantemente riproposto a mò di rimbrotto in pvt e in pubblico) posso portare solo un esempio a cui ho fatto riferimento già in un'altra occasione.

Mettiamo il caso che un bel giorno caldo, ma tanto caldo, d'estate ci siano le elezioni e la cabina elettorale sia una tra quelle dello stabilimento balneare...e arrivano le due del pomeriggio e non ho ancora votato...e intanto la sabbia scotta e la gente s'ammucchia...e il sole picchia e sto morendo di sete e di fame ma al bar c'é una fila di 30 metri...e sento che diventando reazionario, ogni secondo di più...

Ma...é giunta l'ora di esercitare il mio diritto e prima di andarmene devo entrare in quella cabina..devo, voglio...e intanto sono nero e incazzato e vorrei prendere a randellate tutta la famiglia che ha invaso il mio asciugamano...

Beh, non é mica per tutta questa serie di infausti fattori che poi entro e voto in base a quell'umore...sempre a sinistra, comunque (anche se col naso turato di montanelliana memoria).

Io credo che tu lo abbia afferrato il senso di questo mio post.
Siccome sono un vanesio e un narcisista, però, vorrei tanto che lo capissero anche gli altri...vorrei raccogliere tanti consensi...e sentirmi dire "BENE BRAVO BISSSS"!!!

Sisi, lo voglio davvero, mica scherzo...sennò che scrivo a fare su un forum...vado al mare no?

Quota:
originariamente inviato da Kandran Kane
Si parla di No Global, altro gruppo di poveretti. Dovevano nascere quando Colombo approdò in America, se volevano impedire la gloabalizzazione.

Il mondo si può cambiare, ma cominciamo con l'ignorare le boiate che scrivono i giornali, magari poi riconosciamo anche la vera sinistra............. se esiste ovviamente.

Apprezzo quello che scrivi e come lo scrivi.

  Rispondi citando
Vecchio 26-04-2003, 15.22.17   #89
Kandran Kane
Guest
 
Messaggi: n/a
Grazie Davlak. Io credo che in molti abbiano capito il tuo posto e il concetto di fondo. Sentivo che prima o poi l'arietta di Oriana avrebbe pervaso anche il nostro amato forum.

Montanelli ha fatto qualche piccola cavolata in vita(parlandone come da vivo), ma aveva una memoria storica prodigiosa e un senso fortissimo dell'attualità.

Non c'è più giustizia. Se ne poteva andare uno come che ne so Giorgio Bocca, Guzzanti.... no se ne è andato Montanelli.

E' morto Fabrizio de Andrè, ed è vivo Amedeo Minghi. Non c'è più giustizia davvero.............


Scusate se sono un pò a tinte forti a volte. Ma mi scappano.....
  Rispondi citando
Vecchio 02-04-2004, 16.05.05   #90
gemm@
Junior Member
 
L'avatar di gemm@
 
Registrato: 30-01-2004
Loc.: piggì
Messaggi: 95
gemm@ promette bene
non la sopporto, non la sopporto, non la sopporto.

Forse non sono sufficientemente documentata su di lei, ma mi rimanda l'immagine di quelle tristi donnette come mia madre, femministe, che bruciavano i reggiseni identificandoli come mortificatori della loro grande libertà, libertà di gestire il proprio utero... dei maschilisti in gonnella...

E mi basta questa sua frase:
"Essere mamma non è un mestiere, non è nemmeno un dovere: è solo un diritto tra tanti diritti"
per far salire in me l'irresistibile desiderio di sputarle in faccia, come lei vorrebbe sputare in faccia a tanta gente.

Ed ora, come ultima perla, regala al mondo un nuovo libro, recensito con parole di grande elogio, visto come una forte intelligentissima provocazione...
Io ci vedo solo una barbara e gretta sublimazione dell'intolleranza

Non è provocatorio, è apertamente discriminatorio e, ancor peggio istigatore.
Ma certo, cosa ci si può attendere da una donna che tanto si è sprecata con affermazioni quali
"È un paese speciale [l'America], un paese da invidiare, inoltre, perché quell'idea [l'idea di patriottismo] venne capita da contadini spesso analfabeti o comunque ineducati. I contadini delle colonie americane. E perché venne materializzata da un piccolo gruppo di leader straordinari: da uomini di grande cultura, di gran qualità. The Founding Fathers, i Padri Fondatori. Ma hai idea di chi fossero i Padri Fondatori, i Benjamin Franklin e i Thomas Jefferson e i Thomas Paine e i John Adams e i George Washington eccetera? Altro che gli avvocaticchi (come giustamente li chiamava Vittorio Alfieri) della Rivoluzione Francese! Altro che i cupi e isterici boia del Terrore, i Marat e i Danton e i Saint Just e i Robespierre! Erano tipi, i Padri Fondatori, che il greco e il latino lo conoscevano come gli insegnanti italiani di greco e di latino (ammesso che ne esistano ancora) non lo conosceranno mai. Tipi che in greco s'eran letti Aristotele e Platone, che in latino s'eran letti Seneca e Cicerone, e che i principii della democrazia greca se l'eran studiati come nemmeno i marxisti del mio tempo studiavano la teoria del plusvalore."

la signora forse dovrebbe andare a ripetizione di storia, e ricordare che i padri fondatori degli U.S.A. scrissero nella costituzione la loro fede nella libertà e nell'uguaglianza, prima che lo facessero i francesi, ma non vi inclusero indiani e neri. I figli di quei padri fondatori non si vergognarono di importare schiavi. Quei padri fondatori fuggivano da persecuzioni religiose, ma non furono più tolleranti dei loro persecutori. Sbarcarono, come scrive Hawthorne, recando in una mano la Bibbia e nell'altra la spada. Basta conoscere dei pellerossa per leggere nei loro occhi la sconfitta e la mancanza assoluta di speranza dei vinti, sconfitti e finiti.

e continua, sempre più istigante che provocatoria, a mio avviso, con moniti quali
"Sto parlando alle persone che pur non essendo stupide o cattive, si cullano ancora nella prudenza e nel dubbio. E a loro dico: sveglia, gente, sveglia! Intimiditi come siete dalla paura d'andar contro corrente cioè d'apparire razzisti (parola oltretutto impropria perché il discorso non è su una razza, è su una religione), non capite o non volete capire che qui è in atto una Crociata alla rovescia. Abituati come siete al doppio gioco, accecati come siete dalla miopia, non capite o non volete capire che qui è in atto una guerra di religione. Voluta e dichiarata da una frangia di quella religione, forse, comunque una guerra di religione. Una guerra che essi chiamano Jihad. Guerra Santa. Una guerra che non mira alla conquista del nostro territorio, forse, ma che certamente mira alla conquista delle nostre anime. Alla scomparsa della nostra libertà e della nostra civiltà. All'annientamento del nostro modo di vivere e di morire, del nostro modo di pregare o non pregare, del nostro modo di mangiare e bere e vestirci e divertirci e informarci… Non capite o non volete capire che se non ci si oppone, se non ci si difende, se non si combatte, la Jihad vincerà. E distruggerà il mondo che bene o male siamo riusciti a costruire, a cambiare, a migliorare, a rendere un po' più intelligente cioè meno bigotto o addirittura non bigotto. E con quello distruggerà la nostra cultura, la nostra arte, la nostra scienza, la nostra morale, i nostri valori, i nostri piaceri... Cristo! Non vi rendete conto che gli Usama Bin Laden si ritengono autorizzati a uccidere voi e i vostri bambini perché bevete il vino o la birra, perché non portate la barba lunga o il chador, perché andate al teatro e al cinema, perché ascoltate la musica e cantate le canzonette, perché ballate nelle discoteche o a casa vostra, perché guardate la televisione, perché portate la minigonna o i calzoncini corti, perché al mare o in piscina state ignudi o quasi ignudi, perché scopate quando vi pare e dove vi pare e con chi vi pare?"
e ancora
"La Crociata è in atto da tempo. E funziona come un orologio svizzero, sostenuta da una fede e da una perfidia paragonabile soltanto alla fede e alla perfidia di Torquemada quando gestiva l'Inquisizione. Infatti trattare con loro è impossibile. Ragionarci, impensabile. Trattarli con indulgenza o tolleranza o speranza, un suicidio. E chi crede il contrario è un illuso."

ed ecco, il passo è fatto: dall'autodifesa, all'intolleranza, al fanatismo, lei è esattamente lo specchio di ciò che paventa.

Uccidiamoli dunque, loro e la loro "religione di distruzione di massa", uccidiamoli prima che loro uccidano noi.

Forse è stata troppo in America, la signora: (chi ha visto Bowling a Columbine capirà) la politica del terrore l'ha invasa.
gemm@ non è collegato   Rispondi citando
Rispondi


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 ospiti)
 
Strumenti discussione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is ON
Gli smilies sono ON
[IMG] è ON
Il codice HTML è OFF

Vai al forum

Orario GMT +2. Ora sono le: 22.48.19.


E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica.
Copyright © 1999-2017 Edizioni Master S.p.A. p.iva: 02105820787 • Tutti i diritti sono riservati
L'editore NON si assume nessuna responsabilità dei contenuti pubblicati sul forum in quanto redatti direttamente dagli utenti.
Questi ultimi sono responsabili dei contenuti da loro riportati nelle discussioni del forum
Powered by vBulletin - 2010 Copyright © Jelsoft Enterprises Limited.