Telefonino.net network
 
| HOMEPAGE | INDICE FORUM | REGOLAMENTO | ::. NEI PREFERITI .:: | RSS Forum | RSS News | NEWS web | NEWS software |
| PUBBLICITA' | | ARTICOLI | WIN XP | VISTA | WIN 7 | REGISTRI | SOFTWARE | MANUALI | RECENSIONI | LINUX | HUMOR | HARDWARE | DOWNLOAD | | CERCA nel FORUM » |

Torna indietro   WinTricks Forum > Internet World - Multimedia > Segnalazioni Web

Notices

Rispondi
 
Strumenti discussione
Vecchio 14-06-2005, 19.15.47   #1
Macao
Gold Member
Top Poster
 
L'avatar di Macao
 
Registrato: 10-06-2002
Loc.: Un pò qua, un pò là
Messaggi: 11.246
Macao promette bene
Il P2P non uccide la musica

"È molto difficile provare una relazione causale tra le dimensioni del calo delle vendite di musica e la crescita del file sharing". Questa una delle più importanti affermazioni contenute in un rapporto appena reso pubblico dall'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo OECD, uno studio pieno di numeri di estremo interesse che fa il punto sul fenomeno sempre crescente del peer-to-peer e del file sharing in generale.

Il rapporto non si limita a descrivere nei dettagli le diverse forme del file sharing, le numerose tecnologie adottate e i trend di crescita ma anche smentisce almeno alcuni degli assunti branditi per anni dalle major della musica per giustificare la crociata contro queste tecnologie di scambio, come quello secondo cui al loro utilizzo corrisponda una perdita economica per l'industria di settore. In alcuni casi, come noto, l'industria si è spinta in traballanti equivalenze tra numero di brani scambiati e calcolo delle perdite.

L'impossibilità di individuare una relazione causa-effetto tra sharing e calo delle vendite si deve al fatto che il mercato è condizionato da molti diversi elementi "e la stessa industria della musica ha sottolineato che non è possibile quantificare con esattezza l'impatto del file sharing". A spingere verso il basso le vendite, dunque, sono secondo gli esperti OECD la qualità del prodotto, la pirateria organizzata a fini di lucro, la concorrenza di altri settori dell'intrattenimento e l'andamento della spesa in evasione. Pesano quindi sulle vendite l'aumento della pirateria "fisica" sui CD, i prezzi elevati nonché la crescente popolarità di DVD e videogiochi, che attraggono una parte sempre più consistente degli interessi dei consumatori.

Non solo: gli esperti dell'OECD ipotizzano che il calo delle vendite sia anche dovuto ad una riduzione della varietà della musica, probabilmente legata al fatto che distributori e produttori tendono a consolidarsi in aziende di enormi dimensioni interessate a promuovere certe "hit", che inevitabilmente finiscono, insieme a qualsiasi altra cosa, anche nelle reti di sharing e che da sole non sono in grado di trainare il settore.

Ma, e questa è forse l'affermazione più importante del Rapporto, "in ogni caso il download di musica non induce tutti i condivisori a sostituire con il file sharing l'acquisto tradizionale". Il che evidentemente rende "difficile" stabilire "il costo del file sharing illegale". Come noto, proprio questo costo viene da anni sbandierato come la ragione numero uno per tentare di arginare la condivisione di file.

Lo studio, comparando i molti rapporti sull'argomento, spiega che ci sono evidenze di un impatto di qualche genere del file sharing sulle vendite, ma si tratta in ogni caso di un impatto limitato.

Di grande interesse nel rapporto, inoltre, la valutazione secondo cui l'uso dei sistemi di condivisione è andato crescendo un po' ovunque, con alcune diversificazioni e con diverse tecnologie, sebbene sia ancora presto per valutare in modo definitivo l'impatto che le crociate antipirateria delle major contro gli utenti potranno avere nel tempo sull'uso di questi sistemi.

Il rapporto poi, oltre a descrivere la distribuzione geografica del file sharing, affronta anche l'aspetto sempre più rilevante dell'uso delle tecnologie peer-to-peer per finalità diverse, dal VoIP alla distribuzione controllata e remunerata di contenuti.

Fonte
___________________________________

CIAUZZZZZ
PS:seguire i miei consigli è bene,non seguirli è meglio
My Learning Blog: Marco's e-Place: please...correct any error with a post, thanks to all!

[VI & PD][URGENTE] Cercasi consulenti di vendita per FastWeb
Macao non è collegato   Rispondi citando
Rispondi


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 ospiti)
 
Strumenti discussione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is ON
Gli smilies sono ON
[IMG] è ON
Il codice HTML è ON

Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Musica DRM-free, vendita + 272 %... Macao Segnalazioni Web 0 21-06-2007 05.15.31
Musica online senza protezione Robbi Archivio News Web 3 08-02-2007 13.59.13
Gli artisti sono contro RIAA e soci Macao Segnalazioni Web 0 01-05-2006 02.45.44
che radio ascoltate? afterhours Chiacchiere in libertà 82 12-11-2005 01.25.41
Pensiero del momento [5] Daniela Chiacchiere in libertà 1984 30-01-2005 23.20.09

Orario GMT +2. Ora sono le: 05.34.39.


E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica.
Copyright © 1999-2017 Edizioni Master S.p.A. p.iva: 02105820787 • Tutti i diritti sono riservati
L'editore NON si assume nessuna responsabilità dei contenuti pubblicati sul forum in quanto redatti direttamente dagli utenti.
Questi ultimi sono responsabili dei contenuti da loro riportati nelle discussioni del forum
Powered by vBulletin - 2010 Copyright © Jelsoft Enterprises Limited.