Telefonino.net network
 
| HOMEPAGE | INDICE FORUM | REGOLAMENTO | ::. NEI PREFERITI .:: | RSS Forum | RSS News | NEWS web | NEWS software |
| PUBBLICITA' | | ARTICOLI | WIN XP | VISTA | WIN 7 | REGISTRI | SOFTWARE | MANUALI | RECENSIONI | LINUX | HUMOR | HARDWARE | DOWNLOAD | | CERCA nel FORUM » |

Torna indietro   WinTricks Forum > WinTricks > News dal WEB

Notices

Rispondi
 
Strumenti discussione
Vecchio 19-04-2010, 10.14.03   #1
Redazione
WebMaster
 
Registrato: 18-09-2008
Messaggi: 5.899
Redazione ha disabilitato la reuputazione
Pirateria: assolti i provider




Si è risolta a favore di Telecom Italia la vicenda che l'ha vista contrapposta a FAPAV (Federazione Anti-Pirateria Audiovisiva). Quest'ultima aveva chiesto al Tribunale civile di Roma di imporre all'azienda di telecomunicazioni di denunciare gli utenti che avevano scaricato illegalmente file protetti da diritto d'autore e di bloccare l'accesso a siti legati al mondo del P2P.

FAPAV aveva agito in base ad alcune indagini svolte dalla CoPeerRight Agency che aveva individuato gli indirizzi IP di centinaia di migliaia di utenti Telecom Italia che avevano effettuato illegalmente il download di alcuni film per ben 2,5 milioni di volte. Il giudice ha stabilito adesso che FAPAV non può chiedere a Telecom Italia i nomi degli utenti individuati né deve bloccare l'accesso ai siti Internet segnalati, per il solo fatto che non è responsabile dell'attività degli utenti. Solo l'autorità giudiziaria, infatti, può richiedere i nomi degli utenti ai providere e imporre loro di oscurare uno o più siti Internet. Il solo compito di Telecom Italia (e quindi di un provider in generale) in caso di segnalazioni di presunte attività illecite in Rete è pertanto quello di informare l'autorità giudiziaria.
Redazione non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 19-04-2010, 10.27.33   #2
Wanu
Senior Member
 
Registrato: 28-09-2009
Messaggi: 365
Wanu promette bene
...

Ultima modifica di Wanu : 19-04-2010 alle ore 10.31.21
Wanu non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 19-04-2010, 10.27.48   #3
Semi.genius
Guest
 
Messaggi: n/a
Quota:
Inviato da Redazione
FAPAV aveva agito in base ad alcune indagini svolte dalla CoPeerRight Agency che aveva individuato gli indirizzi IP di centinaia di migliaia di utenti Telecom che avevano effettuato illegalmente il download di alcuni film per ben 2,5 milioni di volte. Il giudice ha stabilito adesso che FAPAV non può chiedere a Telecom Italia i nomi degli utenti individuati né deve bloccare l'accesso ai siti Internet segnalati,
E qui siamo d'accordo che l'azienda non si può permettere di richiedere direttamente l'identificazione degli utenti senza passare dall'autorità giudiziaria dal risultato delle loro indagini
Quota:
Solo l'autorità giudiziaria, infatti, può richiedere i nomi degli utenti ai provider e imporre loro di oscurare uno o più siti Internet.
Già, concordo
Quota:
Il solo compito di Telecom Italia (e quindi di un provider in generale) in caso di segnalazioni di presunte attività illecite in Rete è pertanto quello di informare l'autorità giudiziaria.
Quindi per potere avvisare Telecom Italia delle presunte attività illecite, deve analizzare i propri dati anche senza un indagine iniziata dall'autorità giudiziaria...sennò cosa serve segnalarlo dato che l'autorità lo sa già?

non me la sono dimenticata la frase...
Quota:
per il solo fatto che non è responsabile dell'attività degli utenti.
IMHO se non è in grado di identificare gli utenti diventa piena responsabile...
  Rispondi citando
Vecchio 19-04-2010, 10.42.36   #4
Wanu
Senior Member
 
Registrato: 28-09-2009
Messaggi: 365
Wanu promette bene
Quota:
Inviato da Redazione
Quest'ultima aveva chiesto al Tribunale civile di Roma di imporre all'azienda di telecomunicazioni di denunciare gli utenti che avevano scaricato illegalmente file protetti da diritto d'autore e di bloccare l'accesso a siti legati al mondo del P2P.
Quota:
Inviato da Redazione
Il solo compito di Telecom (e di un provider in generale) in caso di segnalazioni di presunte attività illecite in Rete è quello di informare l'autorità giudiziaria.
Le solite cose all'italiana... Scusatemi molto, ma la frase con cui si conclude l'articolo è completamente in disaccordo con il titole e con la descrizione iniziale.
Si dice che l'azienda X chiede a telecom di denunciare i possessori degli IP.
Sentenza a favore di Telecom... e poi si scrive che IL COMPITO DI TELECOM (per legge tra l'altro) E' QUELLO DI SEGNALARE L'AUTORITA' GIUDIZIARIA IN CASO DI SEGNALAZIONI DI ATTIVITA' ILLECITE...
Ma non è praticamente la stessa cosa?!
Inoltre se l'autorità giudiziaria decidesse di intervenire per l'utente che ha scaricato i file sarebbe comunque una multa salata.

Se ricordo bene... l'azienda all'inizio della causa chiedeva GLI FOSSERO CONSEGNATI I NOMI PER INTRAPRENDERE UNA CAUSA CIVILE... In questo caso in effetti sarebbe diverso... e sarebbe oltretutto peggio per gli utenti... che andrebbero direttamente in contro a sanzioni PENALI ... nel caso in cui l'autorità decidesse mai di procedere.
E sarebbe penale per TELECOM nel caso in cui non segnali in tempo le attività illecite, con la variante che nessuno potrebbe controllare TELECOM se non le autorità stesse che aspettano la segnalazione... I SOLITI PARADOSSI ITALIANI...
Wanu non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 19-04-2010, 10.56.18   #5
Semi.genius
Guest
 
Messaggi: n/a
Wanu, in effetti il problema sembra che Telecom se ne deve accorgere, non l'azienda ferita e che indaga per proprio.
  Rispondi citando
Vecchio 19-04-2010, 14.25.51   #6
rondix
Hero Member
 
L'avatar di rondix
 
Registrato: 20-03-2005
Loc.: Corsico
Messaggi: 1.321
rondix promette bene
Una dichiarazione appena precedente al fatto in questione da parte di Fapav:

Il Garante per la privacy ha dato ampia diffusione al proprio atto di intervento nella causa promossa da FAPAV contro Telecom Italia per arginare il dilagare dei fenomeni di pirateria cinematografica.
Spiace rilevare che in tale atto di intervento non si tenga minimamente conto delle dettagliate risposte che FAPAV - già il 3 febbraio scorso - aveva fornito a precise richieste del Garante e, a quanto consta, non le abbia nemmeno trasmesse all'Avvocatura dello Stato. Ciò non appare conforme ai generali criteri di correttezza che devono ispirare l'azione di ogni pubblica amministrazione, la quale non può semplicemente gettare nel cestino le osservazioni che le pervengano da cittadini o da imprese soggette alla sua sfera di azione.
Se le risposte di FAPAV fossero state prese in considerazione, il Garante della privacy avrebbe evitato di lanciare supposizioni del tutto infondate e che finiscono con il ledere la reputazione della FAPAV e delle sue associate, contribuendo a ingenerare nel pubblico l’erroneo convincimento di un suo illecito operato.
In particolare si deve ribadire, come già illustrato al Garante, che:
a) FAPAV non tratta, non ha trattato, e non ha chiesto ad alcuno di trattare dati personali di utenti della rete;
b) FAPAV nella causa pendente avanti al Tribunale di Roma non ha prodotto alcun dato personale, né ha chiesto di entrarne in possesso, ma ha solo evidenziato dei dati statistici aggregati relativi al numero di downloading illegali dei film appena usciti nelle sale o anche prima della loro uscita pubblica.
Le infondate supposizioni del Garante della privacy e il clamore che ne è conseguito appaiono costituire un oggettivo incoraggiamento al fenomeno della pirateria - che costituisce un reato - e a rafforzare l'errato convincimento che sulla rete tutto è lecito, perché l’impunità per le eventuali malefatte è garantita dalla legge sulla privacy.

.... dire che si sia fatta molto polverone e confusione sull'argomento credo
sia poco ....
rondix non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 19-04-2010, 14.36.55   #7
SMH17
Hero Member
 
L'avatar di SMH17
 
Registrato: 24-11-2007
Messaggi: 1.076
SMH17 promette bene
Quota:
Inviato da Redazione



Si è risolta a favore di Telecom Italia la vicenda che l'ha vista contrapposta a FAPAV (Federazione Anti-Pirateria Audiovisiva). Quest'ultima aveva chiesto al Tribunale civile di Roma di imporre all'azienda di telecomunicazioni di denunciare gli utenti che avevano scaricato illegalmente file protetti da diritto d'autore e di bloccare l'accesso a siti legati al mondo del P2P.

FAPAV aveva agito in base ad alcune indagini svolte dalla CoPeerRight Agency che aveva individuato gli indirizzi IP di centinaia di migliaia di utenti Telecom Italia che avevano effettuato illegalmente il download di alcuni film per ben 2,5 milioni di volte. Il giudice ha stabilito adesso che FAPAV non può chiedere a Telecom Italia i nomi degli utenti individuati né deve bloccare l'accesso ai siti Internet segnalati, per il solo fatto che non è responsabile dell'attività degli utenti. Solo l'autorità giudiziaria, infatti, può richiedere i nomi degli utenti ai providere e imporre loro di oscurare uno o più siti Internet. Il solo compito di Telecom Italia (e quindi di un provider in generale) in caso di segnalazioni di presunte attività illecite in Rete è pertanto quello di informare l'autorità giudiziaria.
News che casca proprio a fagiuolo visti i dibbattiti e i flame\dibattiti dell'ultimo periodo

Come volevasi dimostrare a scanso delle dichiarazioni di certi "presunti" esperti del settore da forum... ogni riferimento a cose fatti o persone è puramente casuale

...avevo ragione io
___________________________________

mio sito

Ultima modifica di SMH17 : 19-04-2010 alle ore 14.43.19
SMH17 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 19-04-2010, 15.16.17   #8
Semi.genius
Guest
 
Messaggi: n/a
Quota:
Inviato da SMH17
...avevo ragione io
Mi puoi spiegare cosa intendi personalmente con
Quota:
...in caso di segnalazioni..
da parte degli utenti? da parte degli adetti di telecom? chi è la fonte di segnalazioni, in pratica...
  Rispondi citando
Vecchio 19-04-2010, 15.21.24   #9
Wanu
Senior Member
 
Registrato: 28-09-2009
Messaggi: 365
Wanu promette bene
Beh... qualcuno può dire che avevo previsto la tua risposta !!!
Se leggi... c'è scritto esattamente quello che dicevo io !!! IL PROVIDER DEVE SEGNALARE GLI ABUSI DEGLI UTENTI ALLE AUTORITA'...
Io ho SEMPRE detto che NON CI POSSONO ESSERE INDAGINI PRIVATE...
E ti ripeto il flame fatto da te e in cui tenti di trasformare anche questo post... PARLAVAMO DI INDAGINI APERTE PROPRIO DALLA GDF NELL'ALTRO POST CHE NON E' UNA TERZA PARTE, MA CHI E' PREPOSTO AL CONTROLLO !!!

Continui a scrivere senza capire cosa leggi !!!
Wanu non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 19-04-2010, 15.30.25   #10
SMH17
Hero Member
 
L'avatar di SMH17
 
Registrato: 24-11-2007
Messaggi: 1.076
SMH17 promette bene
Quota:
Inviato da Semi.genius
Mi puoi spiegare cosa intendi personalmente con


da parte degli utenti? da parte degli adetti di telecom? chi è la fonte di segnalazioni, in pratica...
L'ultima parte e un po ambigua ma credo sia chiaro che gli utenti non debbano segnalare a Telecom le violazioni ma direttamente alle autorità, se a me rubano un contenuto devo andare a fare prima denuncia non certo chiamo il 187, e, non c'è nessun obbligo da parte di telecom di fare segnalazioni e indagare, se nota qualcosa di sospetto può segnalare la cosa alle autorità che poi decideranno il da farsi

...prima si muovono le autorità giudiziarie e viene avviata un'indagine a carico di un utente o un gruppo di utenti e poi scattano i controlli e non il viceversa

se in un futuro le cose cambieranno non posso saperlo ma adesso è così


Quota:
Inviato da Wanu
Beh... qualcuno può dire che avevo previsto la tua risposta !!!
Se leggi... c'è scritto esattamente quello che dicevo io !!! IL PROVIDER DEVE SEGNALARE GLI ABUSI DEGLI UTENTI ALLE AUTORITA'...
Io ho SEMPRE detto che NON CI POSSONO ESSERE INDAGINI PRIVATE...
E ti ripeto il flame fatto da te e in cui tenti di trasformare anche questo post... PARLAVAMO DI INDAGINI APERTE PROPRIO DALLA GDF NELL'ALTRO POST CHE NON E' UNA TERZA PARTE, MA CHI E' PREPOSTO AL CONTROLLO !!!

Continui a scrivere senza capire cosa leggi !!!
ah ecco il campione con la coda di paglia che inizia a flammare

è più che chiaro che sia tu a non capire quello che leggi o a fingere di non capire per farti ragione...

quando mai ho detto che la GDF non è autorizzata ad aprire un'indagine a carico degli utenti
___________________________________

mio sito

Ultima modifica di SMH17 : 19-04-2010 alle ore 15.38.20
SMH17 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 19-04-2010, 15.38.10   #11
Wanu
Senior Member
 
Registrato: 28-09-2009
Messaggi: 365
Wanu promette bene
Invece continui a non capire... la prassi è che TELECOM sorvegli e segnali, oppure riceva le segnalazioni, indaghi e poi segnali alle autorità.
La questione è che TELECOM non segnala per conto suo... e nemmeno su richiesta delle major.
Questa cosa è chiaro che non sia corretta. E' come se TELECOM dicesse, ho preso atto della segnalazione, ma non c'è nulla di scorretto da segnalare alle autorità.
L'assurdità legale della cosa è che ora si potrebbe fare causa a TELECOM perchè non adempie correttamente al ruolo di controllo, cosa che il giudice in questo caso non ha valutato perchè la causa richiedeva che TELECOM VENISSE OBBLIGATA ad aprire la denuncia.
Diciamo che appena appianeranno ste cagate, tutti gli utenti che fanno un uso illegale di internet RISCHIANO GROSSO... che è il punto finale della questione.
Tra le altre cose i provvedimenti sono retroattivi per almeno 5 anni e fino a 10...
Wanu non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 19-04-2010, 15.47.33   #12
SMH17
Hero Member
 
L'avatar di SMH17
 
Registrato: 24-11-2007
Messaggi: 1.076
SMH17 promette bene
Quota:
Inviato da Wanu
Invece continui a non capire... la prassi è che TELECOM sorvegli e segnali, oppure riceva le segnalazioni, indaghi e poi segnali alle autorità.
ATTUALMENTE NON E' PREVISTO DA ALCUNA LEGGE CHE IL PROVIDER DI TELEFONIA SIA OBBLIGATO A INDAGARE PER TUTELARE LE VARIE AZIENDE

E' QUESTA COSA QUA CHE CERCO INUTILMENTE DI FARTI CAPIRE DOPO POST SU POST



Quota:
Inviato da Wanu
La questione è che TELECOM non segnala per conto suo... e nemmeno su richiesta delle major.
L'HAI CAPITO FINALMENTE
Quota:
Inviato da Wanu
Questa cosa è chiaro che non sia corretta.
Al di la della correttezza morale o meno al momento è perfettamente legale per telecom agire così... cosa che non vuoi proprio afferrare

Quota:
Inviato da Wanu
E' come se TELECOM dicesse, ho preso atto della segnalazione, ma non c'è nulla di scorretto da segnalare alle autorità.
L'assurdità legale della cosa è che ora si potrebbe fare causa a TELECOM perchè non adempie correttamente al ruolo di controllo, cosa che il giudice in questo caso non ha valutato perchè la causa richiedeva che TELECOM VENISSE OBBLIGATA ad aprire la denuncia.
Telecom non ha l'obbligo imposto di vegliare sui copyright fino a legge contraria, è proprio questo cardine della questione...

Quota:
Inviato da Wanu
Diciamo che appena appianeranno ste cagate, tutti gli utenti che fanno un uso illegale di internet RISCHIANO GROSSO... che è il punto finale della questione.
Tra le altre cose i provvedimenti sono retroattivi per almeno 5 anni e fino a 10...
Questo è un altro paio di maniche e comunque se i controlli falliscono adesso i procedimenti possono essere retroattivi anche per 30 anni ma in tribunale poi sarà molto difficile se non impossibile portare prove che attestino la colpevolezza
___________________________________

mio sito

Ultima modifica di SMH17 : 19-04-2010 alle ore 16.16.25
SMH17 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 19-04-2010, 15.53.22   #13
Semi.genius
Guest
 
Messaggi: n/a
Quota:
Inviato da SMH17
L'ultima parte e un po ambigua ma credo sia chiaro che gli utenti non debbano segnalare a Telecom le violazioni ma direttamente alle autorità, se a me rubano un contenuto devo andare a fare prima denuncia non certo chiamo il 187,
Sia chiaro. Prima le autorità. Il problema è la denuncia che faresti...
Appena torno a casa, guardo un regolamento Telecom...su un iPhone ci metto 10 anni per scrivere... Pero' mettiamo caso che assicurasse nella sua policy che gli utenti non sono tenuti a rubare i dati sfruttando la rete di telecom (fuori dalla rete telecom, non è più il suo prodotto)...avendo conoscenza di questo dettaglio e ti accorgi che i dati te gli hanno fregati tramite la rete di Telecom, chiamaresti comunque le autorità denunciando ancora furto di dati tramite ignoti o fai rientrare anche il caso che non è stato in grado di mantenere la sua policy?

Quota:
e non c'è nessun obbligo da parte di telecom di fare segnalazioni se nota qualcosa di sospetto può segnalare la cosa alle autorità che poi decideranno il da farsi
...prima si muovono le autorità giudiziarie e viene avviata un'indagine a carico di un utente o un gruppo di utenti e poi scattano i controlli e non il viceversa
Il problema che pero' ha evidenziato Wanu (da quanto ho capito personalmente) e me è il fatto che: come fanno i provider a sapere se si stanno compiendo attività illecite sulle proprie rete se non vado a vedere cosa effettivamente si stanno comunicando?
cioè sembra una dipedenza incrociata:
L'autorità deve autorizzare la raccolta dei dati per raccogliere informazioni sugli utenti.
D'altra parte, per fare rapporto alle autorità, bisogna avere dei dati da mostrarli (se ad esempio mi scarico Ultimate Boot CD da torrent e nello stesso tracker si condividono file illegali, non è una prova sufficiente).
Se può mostrarli solo se l'autorità gli fa la segnalazione diventa incoerente, perché il rapporto sarebbe inutile (lo sa già, tanto in pratica).
Se bastessero solo i log, quanti "falsi positivi" ci possono essere?
Pensi che l'unico legame sia appunto il fatto che non sia obbligata a segnalare (ammesso che sia questo il punto che volevano mostrare in sto pasticcio di parole)?

Quota:
se in un futuro le cose cambieranno non posso saperlo
Già...spero che in un futuro saranno più chiare ste cose e senza ambiguità così evitiamo di scannarci tra noi nel vago mondo dei regolamenti di legge...
  Rispondi citando
Vecchio 19-04-2010, 16.00.38   #14
SMH17
Hero Member
 
L'avatar di SMH17
 
Registrato: 24-11-2007
Messaggi: 1.076
SMH17 promette bene
Certo che c'è dipendenza incrociata e se non controlla uno l'altro non può sapere e\o dimostrare la colpevolezza... mi sembra logico


il punto è COME FUNZIONANO LE COSE ADESSO


e NON

COME DOVREBBERO FUNZIONARE IN FUTURO PER IMPEDIRE LA DIFFUSIONE DI CONTENUTI ILLEGALI
e sulla responsabilità provider non provider non mi dilungo, la cosa come ho già detto è molto più controversa di quanto tu non voglia fare... e accollando a questo e a quello responsabilità ci sono svariati effetti collaterali da tenere in considerazione(vedi esempio altra discussione Google)

Non so come potrei fare ad essere più chiaro di così
___________________________________

mio sito

Ultima modifica di SMH17 : 19-04-2010 alle ore 16.09.44
SMH17 non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 19-04-2010, 23.01.17   #15
Presidente
Senior Member
 
Registrato: 11-02-2006
Messaggi: 249
Presidente promette bene
e basta scannarsi per le virgole... è una vittoria per il popolo della rete e basta. Una vittoria per la libera circolazione dell'informazione e soprattutto per la sacrosanta privacy... e voi giù a scotennarvi per improbabili interpretazioni e incubi da stato di polizia (che spero non si realizzi mai). Oggi le cose stanno così, a favore degli utenti. Oggi dico semplicemente... FAPAV: TIE' !!!!!
Presidente non è collegato   Rispondi citando
Rispondi


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 ospiti)
 
Strumenti discussione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is ON
Gli smilies sono ON
[IMG] è ON
Il codice HTML è OFF

Vai al forum

Orario GMT +2. Ora sono le: 12.47.14.


E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica.
Copyright © 1999-2017 Edizioni Master S.p.A. p.iva: 02105820787 • Tutti i diritti sono riservati
L'editore NON si assume nessuna responsabilità dei contenuti pubblicati sul forum in quanto redatti direttamente dagli utenti.
Questi ultimi sono responsabili dei contenuti da loro riportati nelle discussioni del forum
Powered by vBulletin - 2010 Copyright © Jelsoft Enterprises Limited.