Telefonino.net network
 
| HOMEPAGE | INDICE FORUM | REGOLAMENTO | ::. NEI PREFERITI .:: | RSS Forum | RSS News | NEWS web | NEWS software |
| PUBBLICITA' | | ARTICOLI | WIN XP | VISTA | WIN 7 | REGISTRI | SOFTWARE | MANUALI | RECENSIONI | LINUX | HUMOR | HARDWARE | DOWNLOAD | | CERCA nel FORUM » |

Torna indietro   WinTricks Forum > Off Topic > Chiacchiere in libertà

Notices

Chiudi discussione
 
Strumenti discussione
Vecchio 15-10-2005, 12.27.38   #616
exion
Guest
 
Messaggi: n/a
La decisione annunciata con un duro discorso in direzione
"Serviva un'altra legge elettorale, dialogando con l'opposizione"
Follini lascia la segreteria dell'Udc
"Non sono per tutte le stagioni"
Attacco al premier: "La politica non è interesse"
Critiche ai ministri del suo partito: "Opachi e remissivi"




ROMA - Un discorso breve, solo tre cartelle. Ma durissimo nel contestare il "cambio di rotta" del suo partito. Un discorso dall'esito ormai scontato: dimissioniu. Marco Follini lascia dunque la segreteria dell'Udc. E lo annuncia in apertura della direzione che si è aperta questa mattina a Roma.

"Si apre una stagione nuova - ha detto Follini - e non esistono uomini per tutte le stagioni. Questa, almeno, è la mia opinione, e questa opinione ha una conseguenza inevitabile: le mie dimissioni da segretario del partito".

Per Follini il passaggio che ha visto approvare a Montecitorio il proporzionale è stato pessimo: "Serviva un'altra legge in un altro modo. Si doveva fare di più per coinvolgere l'opposizione in questo tentativo". E ancora: "Presto faremo i conti con la contraddittorietà di due leggi fondamentali: una legge elettorale che fa del premier la conseguenza dei partiti e l'istituzione di un premierato che ne vorrebbe fare il perno del sistema politico".

Poi, l'attacco a Berlusconi: "Il presidente del Consiglio ha spiegato agli italiani l'altra sera alla tv che io avrei una sola passione, la politica. Personalmente ho qualche passione in più, ma politicamente gli do ragione. La politica è passione fredda, lucida e composta. Ma è passione, non è interesse". Pur dicendo di non sentirsi in duello con il Cavaliere, e riconoscendo al premier "doti politiche e convinzione" nel mettere a punto un suo disegno, l'ormai ex leader Udc aggiunge che "i prossimi anni costringeranno la politica a scendere dal pulpito delle promesse a buon mercato e magari delle promesse fallaci, a dismettere l'abito dell'imbonimento e a farsi carico di un passaggio difficile nella vita europea e italiana".



Per poi concludere rivolgendosi al suo partito con un avvertimento: "I troppi sì detti dall'Udc negli anni di governo della Cdl determinano un oggettivo rischio di appannamento del nostro partito rispetto alle sue aspettative". Troppi sì pronunciati anche dai suoi ministri. Che Follini nel suo discorso accusa di aver "amministrato le loro possibilità di influenza in modo opaco e in qualche tratto non dirò ossequioso, ma almeno ripiegato".

(15 ottobre 2005)

http://www.repubblica.it/2005/i/sezi...follidimi.html



Oggesù.....


La politica è passione non interesse".... Adesso te ne accorgi, democristo del cavolo???


Io non ci credo... Non riesco a capacitarmi.... Ma com'è possibile????
 
Vecchio 15-10-2005, 12.40.32   #617
Dav82
Gold Member
Top Poster
 
Registrato: 18-07-2002
Messaggi: 6.399
Dav82 promette bene
Fa la sua bella uscita, per poi comunque godere dei benefici di una legge che tanto critica.
Dav82 non è collegato  
Vecchio 15-10-2005, 12.53.46   #618
nikzeno
Senior Member
 
L'avatar di nikzeno
 
Registrato: 24-01-2001
Loc.: La Città dei Mille
Messaggi: 425
nikzeno promette bene
Quota:
Originariamente inviato da robbi


.. E tu da persona intelligente quale sei, hai senz'altro capito benissimo il mio intendimento, ma come putroppo spesso accade, hai estratto un po' maliziosamente un concetto che credo fosse molto chiaro, mi farebbe estremamente piacere poter dibattere sulla sostanza dei contenuti, anziche' su quello che probabilmente e' solo un refuso e non intacca il senso generale del discorso... non credi?

No no, davvero, non c'era malizia.

Rileggo di nuovo per conferma ciò che hai scritto e ti assicuro il msg non era affatto chiaro. Anche perchè alla fine chiosavi dicendo "forse qualche comunista esiste ancora e forse chi ti scrive in fondo al cuore lo e' ancora."
Io non ti conosco, e leggendo questo non ho scartato l'ipotesi che potessi essere uno di quei "nostalgici col paraocchi".

Ma appunto, per fortuna mi confermi di non esserlo.
Se poi vuoi approfondire l'argomento è il caso che apri un 3d a parte.
___________________________________

Conoscere per Deliberare
Siate il cambiamento che volete vedere nel mondo
nikzeno non è collegato  
Vecchio 15-10-2005, 13.02.59   #619
Gigi75
Gold Member
Top Poster
 
L'avatar di Gigi75
 
Registrato: 03-12-2001
Loc.: Bari
Messaggi: 7.369
Gigi75 promette bene
Qualcuno è capace di delineare i tratti tipici dell'uomo liberale e del comunista CON I CONNOTATI CHE OGGI TROVIAMO IN PARLAMENTO?!

Non le definizioni classiche dei due schieramenti; vorrei sapere quali sono gli elementi che definiscono la sinistra, il cs, il cd e la destra.

___________________________________

.:. R.U.T.T.A. Motoclub Bari: Il Forum .:.
Gigi75 non è collegato  
Vecchio 15-10-2005, 13.07.53   #620
nikzeno
Senior Member
 
L'avatar di nikzeno
 
Registrato: 24-01-2001
Loc.: La Città dei Mille
Messaggi: 425
nikzeno promette bene
Io io!

Il tratto distintivo della sinistra è quello di aborrire Berlusconi
Il tratto distintivo della destra è quello di tollerare Berlusconi

Poi vabbè c'è una percentuale non piccola di gente che passa un po' di qua un po' di là...
___________________________________

Conoscere per Deliberare
Siate il cambiamento che volete vedere nel mondo
nikzeno non è collegato  
Vecchio 15-10-2005, 13.08.26   #621
exion
Guest
 
Messaggi: n/a
Quota:
Originariamente inviato da Gigi75
Qualcuno è capace di delineare i tratti tipici dell'uomo liberale e del comunista CON I CONNOTATI CHE OGGI TROVIAMO IN PARLAMENTO?!

Non le definizioni classiche dei due schieramenti; vorrei sapere quali sono gli elementi che definiscono la sinistra, il cs, il cd e la destra.

Non ho capito...
 
Vecchio 15-10-2005, 13.12.28   #622
nikzeno
Senior Member
 
L'avatar di nikzeno
 
Registrato: 24-01-2001
Loc.: La Città dei Mille
Messaggi: 425
nikzeno promette bene
Mitico filmato su "I dubbi amletici della sinistra". Di qualche anno fa, ma sempre attuale!
(Per ADSL)
___________________________________

Conoscere per Deliberare
Siate il cambiamento che volete vedere nel mondo

Ultima modifica di nikzeno : 15-10-2005 alle ore 13.19.25
nikzeno non è collegato  
Vecchio 15-10-2005, 13.14.11   #623
Gigi75
Gold Member
Top Poster
 
L'avatar di Gigi75
 
Registrato: 03-12-2001
Loc.: Bari
Messaggi: 7.369
Gigi75 promette bene
Spiego.
Come è cambiata la figura del comunista e del liberale OGGI?

Perchè si fa riferimento al comunismo "storico" parlando del comunismo di PRC?
Allora vorrei capire come voi vedete i vari spicchi del parlamento, delle linee politiche (non relativamente agli uomini e alle simpatie e antipatie che possono ispirare).

Molti pro DS lo sono fondamentalmente perchè anti Berlusconi.
Ma vorrei capire come scegliere il tipo di politica a prescindere dagli uomini.
Perchè DS e non FI?
Perchè DS e non PRC?

Quali sono in pratica le affermazioni di programma che convincono a votare l'uno invece dell'altro?

E quindi: come sono i comunisti oggi? e come sono i moderati di sinistra? e i margheritiani? e quello dello sdi? e quelli dell'udc? e quelli di FI?e quelli di AN? (la lega la tralasciamo.. perchè lo sappiamo come sono... )
___________________________________

.:. R.U.T.T.A. Motoclub Bari: Il Forum .:.
Gigi75 non è collegato  
Vecchio 15-10-2005, 13.17.22   #624
Robbi
Gold Member
Top Poster
 
Registrato: 04-01-2001
Messaggi: 5.227
Robbi promette bene
Quota:
Originariamente inviato da nikzeno

No no, davvero, non c'era malizia.

Rileggo di nuovo per conferma ciò che hai scritto e ti assicuro il msg non era affatto chiaro. Anche perchè alla fine chiosavi dicendo "forse qualche comunista esiste ancora e forse chi ti scrive in fondo al cuore lo e' ancora."
Io non ti conosco, e leggendo questo non ho scartato l'ipotesi che potessi essere uno di quei "nostalgici col paraocchi".

Ma appunto, per fortuna mi confermi di non esserlo.
Se poi vuoi approfondire l'argomento è il caso che apri un 3d a parte.
Certo, ma scrivevo anche, che sono in crisi "ideologicamente" e forse mi piace ancora credere di esserlo...

Quota:
per il resto, si forse qualche comunista esiste ancora e forse chi ti scrive in fondo al cuore lo e' ancora.. o meglio e talmente in crisi che spera di esserlo...
A dimostrazione di quello che sostenevo in precedenza... senza volerlo, hai estrapolato dal discorso "solo" quello che hai voluto vedere... sia chiaro non te ne faccio un torto.. e' normale capita anche a me talvolta, soprattutto quando si scrive di fretta e non si ricontrolla

Questo e quello che da un po' di tempo scrivo sull'argomento dovrebbero dimostrare che non non sono affatto un nostalgico... almeno non nel senso letterale del termine. Anzi ti diro' di piu'... credo di essere piu' critico io verso la parte che dovrebbe rappresentarmi, rispetto ad un "avversario" politico!

Ma a parte la militanza che non mi interessa sottolineare qui.. a me interessa l'analisi politica su un argomento da sviscerare... non credo si debba necessariamente aprire un altro 3D per parlare di Comunismo... in questo si parla di politica.. percui... Vorrei un Mod che mi conforti in tal senso oppure e meglio aprirne uno nuovo???



Ultima modifica di Robbi : 15-10-2005 alle ore 13.43.07
Robbi non è collegato  
Vecchio 15-10-2005, 13.19.29   #625
Gigi75
Gold Member
Top Poster
 
L'avatar di Gigi75
 
Registrato: 03-12-2001
Loc.: Bari
Messaggi: 7.369
Gigi75 promette bene
Quota:
Originariamente inviato da robbi
Vorrei un Mod che mi conforti in tal senso oppure e meglio aprirne uno nuovo???


Perchè aprire un altro thread?

Va benissimo qui, meglio di così!
___________________________________

.:. R.U.T.T.A. Motoclub Bari: Il Forum .:.
Gigi75 non è collegato  
Vecchio 15-10-2005, 13.26.07   #626
NightMan
Senior Member
 
L'avatar di NightMan
 
Registrato: 22-05-2001
Loc.: Quel posto che non c'è
Messaggi: 322
NightMan promette bene
Vi segnalo questa inchiesta effettuata da Repubblica:

Un depuratore ogni mille metri ma il mare in Calabria è in agonia
L'INCHIESTA. A rischio quasi 250 chilometri di costa. Crolla il turismo e partono le prime inchieste

CE N'È UNO ogni mille metri di costa. In tutto sono 700. Alcuni paesi dell'interno come Longobucco e Parenti ne hanno 5, Cassano 6. Quelli sul litorale però sono solo tubi che fanno viaggiare tonnellate di rifiuti, avanti e indietro. Sono depuratori fantasma. Il mare è sempre sudicio, in certi giorni la schiuma biancastra è una striscia lunga 250 chilometri.

È questa la storia dell'ultima sporca estate calabrese: il Tirreno è diventato il bidone dell'immondizia di 2 milioni d'abitanti.

Scaricano solo e sempre in acqua. Scaricano la loro lordura millecinquecento torrenti e fiumare che scendono dalle montagne, scaricano le fogne a cielo aperto di cinquanta o forse anche di sessanta comuni, scaricano liquami, detersivi, saponi, plastica, veleni.

Qualche settimana fa hanno sequestrato il depuratore del carcere di Paola, buttava in mare sostanze chimiche. Prima avevano chiuso gli impianti di Amantea, di Falconara Albanese, di Fuscaldo. Quello di Fiumefreddo Bruzio l'avevano inaugurato a fine luglio, ai primi di agosto già rovesciava sul bagnasciuga cloro 250 volte sopra il limite di guardia.

Una mezza dozzina di società che gestiscono da Cosenza a Reggio il sistema della depurazione vantano una cinquantina di milioni di euro dalle amministrazioni locali, un contenzioso che ha mandato in tilt le reti fognarie e intasato migliaia di condotte.

Nel mare scivola tutto. Ci sono canali spaccati in due a poche decine di metri dalla riva, ci sono tubi colabrodo per risparmiare sui costi, ci sono vasche per lo smaltimento che non si svuotano mai. In ogni luogo dove c'è uno di quei depuratori c'è sempre una discarica sottomarina. Per "ripulire" la Calabria, tra il 2001 e i primi mesi del 2005 sono stati spesi 337 milioni di euro. Soldi usciti dalle casse dell'ufficio del commissario straordinario per l'emergenza ambientale della Regione, soldi sborsati molto in fretta e a quanto pare male.

Hanno aperto un'inchiesta giudiziaria e messo sotto accusa l'ex governatore Giuseppe Chiaravalloti, ipotesi di truffa e di disastro ambientale. La Corte dei Conti ha verificato che "meno del 10 per cento dei manufatti erano muniti di regolare collaudo", ha scoperto opere che non erano mai state eseguite, ha censito impianti mai completati.

Così è arrivata l'estate maledetta. Con il mare sporco come non lo era stato mai prima, con 45 chilometri di costa "permanentemente non balneabile", con quella striscia biancastra che galleggia tra le onde. Ogni giorno, affiora sempre nella tarda mattinata. E così, il nuovo governatore Agazio Loiero ha dovuto chiedere scusa a coloro che avevano scelto di passare le vacanze dalle sue parti. Di turisti, tra giugno e settembre, ce ne sono stati il 35 per cento in meno rispetto al 2004. È stato un atto di coraggio quello del governatore. Loiero però adesso avverte: "L'eredità del passato è davvero pesante e per affrontare i problemi ambientali fino in fondo c'è bisogno di un lungo periodo, stiamo cercando di muoverci per risolvere le situazioni più gravi". È una lotta contro il tempo in questa Calabria costruita nell'abuso e dove il mare l'hanno usato come pattumiera.

Già nel mese di agosto alla Regione avevano bandito una gara di appalto per l'acquisto di sette battelli "pulisci mare", imbarcazioni dotate di cestelli e filtri. In pochi giorni erano in acqua per rastrellare schifezze dappertutto.

Ne hanno raccolto per oltre 16 tonnellate. Quasi tutta plastica. Tre i "punti critici" del Tirreno: davanti a Cetraro, sotto Pizzo, a Bagnara. È stato il primo intervento, poi hanno cercato di mettere in funzione qualche depuratore.

"Abbiamo provato a fronteggiare l'emergenza quando la gestione degli impianti era praticamente inesistente", ricorda Diego Tommasi, un Verde diventato assessore regionale all'Ambiente nella regione più sfregiata d'Italia. Ora l'assessore ha pronto un piano per la prossima estate e un altro di lunga durata. Spiega: "In sette o in otto mesi non possiamo certo aggiustare quello che hanno distrutto in cinquant'anni, stiamo studiando qualcosa che possa risolvere i problemi alla radice. Invece di utilizzare depuratori che abbiano capacità di smaltire i rifiuti di un solo comune, ne vogliamo fare altri e più grandi che possano servire un intero territorio".

È la sua "rivoluzione" nella lotta contro l'inquinamento. Spiega ancora: "Il problema non sono soltanto i centri urbani ma sono soprattutto i torrenti e le fiumare in piena che trascinano in mare ogni rifiuto". Il piano l'ha consegnato giovedì mattina al ministro per l'Ambiente Altero Matteoli. C'è un preventivo di spesa di 728 milioni di euro. Serviranno almeno altri 1500 chilometri di reti fognarie per liberare la Calabria dalla sua immondizia. E altri 150 depuratori.

Intanto quelli vecchi vengono sequestrati. "Non funzionano e non potranno funzionare nemmeno l'anno prossimo", annuncia Franco Greco, il sostituto procuratore di Paola che ha messo i sigilli a quasi tutti gli impianti della zona. Nella sua squadra indagano il maresciallo della Capitaneria di Porto Orlando Calvano e l'istruttore della polizia municipale Emilio Osso, ogni mattina esaminano i prelievi dell'acqua, leggono le relazioni che presentano i carabinieri del nucleo sommozzatori, ordinano ispezioni alle condotte. È una sciagura ecologica quotidiana.

Quei depuratori non depurano più nulla. Le aziende che li gestiscono spesso non garantiscono neanche la manutenzione ordinaria, quando si rompe una pompa di sollevamento non la riparano, quando un compressore è sfiatato non lo sostituiscono, quando un canale è rotto neanche lo vengono a sapere. Aspettano solo i loro soldi dai Comuni, quei 50 milioni di euro che avanzano e che le amministrazioni non vogliono scucire.

È in coma il sistema della depurazione delle acque in Calabria. Raccontano che una vittima eccellente di questa tragedia ambientale sia persino il sindaco di Reggio Giuseppe Scopelliti. Abita tra Gallico e Catona. E lì vicino ci sta pure il vice sindaco Giovanni Rizzica. A poche decine di metri dalle loro case c'è uno di quei depuratori che ammorba l'aria e scarica inesorabilmente liquami a mare.

Nemmeno un sindaco può fare contro i depuratori fantasma della Calabria. Le denunce di Legambiente e del Wwf ormai sono dossier che riempiono gli archivi. Ma lo scandalo dei depuratori è scandalo solo da quando alla Regione è cambiata la guardia, da quando è arrivato Loiero con la sua giunta.

Dice il segretario regionale di Legambiente Leucino Cavuoto: "Vanno bene alcuni interventi di emergenza, credo però che ci voglia un approccio diverso per risolvere davvero le cause dell'inquinamento". Aggiunge: "Gli interventi straordinari non porteranno mai a niente, se non si responsabilizza chi gestisce il territorio estate dopo estate saremo sempre allo stesso punto e con il mare inquinato: sono le amministrazioni comunali che devono essere coinvolte nel processo di risanamento".

Il segretario di Legambiente ci parla su una terrazza che guarda il paese di Diamante. La scorsa estate hanno sequestrato tre impianti di depurazione anche qui. Diamante è l'immagine della Calabria di oggi. Ha quei tre depuratori che non funzionano, ha un territorio di 10 chilometri quadrati, le unità abitative sono 12 mila, le seconde case 9 mila, i residenti ufficiali 5 mila e quelli reali quasi 2500. Nel mese di agosto ci vivevano in 80 mila in quel bazar di cemento.

fonte: http://www.repubblica.it/2005/j/sezi...ecalabria.html



forse con la metà dei 3,888 Miliardi di euro sganciati per il Ponte Inutile sull Stretto si riusciva a risolvere questo problema?
NightMan non è collegato  
Vecchio 15-10-2005, 13.30.49   #627
Robbi
Gold Member
Top Poster
 
Registrato: 04-01-2001
Messaggi: 5.227
Robbi promette bene
Quota:
Originariamente inviato da Gigi75


Perchè aprire un altro thread?

Va benissimo qui, meglio di così!
Ok.. Grazie Gige'
Robbi non è collegato  
Vecchio 15-10-2005, 13.41.20   #628
Robbi
Gold Member
Top Poster
 
Registrato: 04-01-2001
Messaggi: 5.227
Robbi promette bene
Quota:
Originariamente inviato da Gigi75
Spiego.
Come è cambiata la figura del comunista e del liberale OGGI?

Perchè si fa riferimento al comunismo "storico" parlando del comunismo di PRC?
Allora vorrei capire come voi vedete i vari spicchi del parlamento, delle linee politiche (non relativamente agli uomini e alle simpatie e antipatie che possono ispirare).

Molti pro DS lo sono fondamentalmente perchè anti Berlusconi.
Ma vorrei capire come scegliere il tipo di politica a prescindere dagli uomini.
Perchè DS e non FI?
Perchè DS e non PRC?
Adoro la "crapa" di quest'uomo!
Robbi non è collegato  
Vecchio 15-10-2005, 13.50.23   #629
Robbi
Gold Member
Top Poster
 
Registrato: 04-01-2001
Messaggi: 5.227
Robbi promette bene
Quota:
Originariamente inviato da exion


Non posso rispondere per Robbi...

in compenso ho una miapersonalissima idea su questa cosa.

Indubiamente nel 1989 in occidente si stava meglio che oltre cortina.

Eppure... Sono convinto che oggi noi tutti occidentali staremmo molto meglio se il muro non fosse crollato...

Medita gente, meditate
grazie exion per il tuo intervento... ho chiarito dopo quello che credo tu abbia inteso correttamente

Sono perfettamante d'accordo con te sulla seconda parte!
Robbi non è collegato  
Vecchio 15-10-2005, 13.57.39   #630
exion
Guest
 
Messaggi: n/a
Quota:
Originariamente inviato da Gigi75
Spiego.
Come è cambiata la figura del comunista e del liberale OGGI?

Perchè si fa riferimento al comunismo "storico" parlando del comunismo di PRC?
Allora vorrei capire come voi vedete i vari spicchi del parlamento, delle linee politiche (non relativamente agli uomini e alle simpatie e antipatie che possono ispirare).

Molti pro DS lo sono fondamentalmente perchè anti Berlusconi.
Ma vorrei capire come scegliere il tipo di politica a prescindere dagli uomini.
Perchè DS e non FI?
Perchè DS e non PRC?

Quali sono in pratica le affermazioni di programma che convincono a votare l'uno invece dell'altro?

E quindi: come sono i comunisti oggi? e come sono i moderati di sinistra? e i margheritiani? e quello dello sdi? e quelli dell'udc? e quelli di FI?e quelli di AN? (la lega la tralasciamo.. perchè lo sappiamo come sono... )
Ah ecco... Così è più chiaro...

Vediamo

DS e non PRC per il semplice fatto che la vita è anche compromesso, e il partito di Bertinotti è poco incline al compromesso. Inoltre RC, come molti partiti comunisti sopravvissuti in Europa, sta cercando di riconvertirsi a paladino dei movimenti no global, vedendo in questi movimenti la prosecuzione delle lotte operaie. Per me questo è sbagliatissimo, perché il mondialismo non è più solo una lotte di classe, ma è una lotta tra poveri. Quindi serve una visione diversa da quella comunista. Questo sicuramente Bertinotti lo sa benissimo, ma per motivi di opportunismo si comporta come se i movimenti di oggi fossero la prosecuzione dei movimenti degli anni '70. Quindi... Out!

DS e non Margherita/Udeur per un semplice fatto di morale. Ancora non mi vanno giù certe decisioni prese dai governi Prodi/D'Alema, dettate dalla Margherita rutelliana.
Aborto, divorzio, eutanasia, liberalizzazione delle droghe leggere, etc... sono questioni che fanno parte delle scelte morali e private dell'individuo, ed è mia ferma convizione che mai e poi mai lo Stato debba intromettersi nelle scelte private dei cittadini. Questo per altro è un concetto non solo socialista riformista, ma profondamente liberale, solo che in Italia non deve saperlo nessuno.
Affrancare anche la politica italiana dal peso del Vaticano per me sarebbe importantissimo. La mia posizione rispetto a ora di religione, crocefisso nelle aule, etc... è nota. Non perché io sia un anticlericale mangia preti, ma per il semplice motivo che in nessuna altra democrazia occidentale e moderna si tollera una tale ingerenza di una fede religiosa, qualsiasi essa sia, nella vita pubblica di uno stato sovrano. L'unico partito che mi dà una minima speranza di dialogo franco con la chiesa per affrancarsi da essa e vedere riconosciuta l'assoluta indipendenza della Repubblica dalla Chiesa è appunto DS.



DS e non UDC per gli stessi motivi di cui sopra.


DS e non Radicali perché... Perché Pannella
Altrimenti... forse
Credo che i Radicali in Italia rappresentino oggi l'unico vero partito liberale. Perché non prendono più voti allora? Probabilmente perché rappresentano troppo poco i "poteri forti". Dicono un sacco di verità, ma di verità scomodissime, per cui è un gioco al massacro per tenerli più lontani possibile dal potere. Secondo il ragionamento che facevo ieri, ci sono in Italia secondo me non meno di 7 o 8 milioni di elettori che aspettano una sola cosa: gabbare il fisco, gabbare l'INPS, condonare tutto il condonabile, farsi i fatti propri insomma. E rispetto a questo i Radicali rappresentano sicuramente l'antitesi del farabuttismo italico.



DS e non Forza Italia perché... E che te lo dico a fare? Forza Italia è un partito opportunista, senza storia, inventato di sana pianta, e la cui storia di successo è la storia di successo di un marketing aziendale, non quella di una lotta politica. E' un partito nato per volere di un uomo che un giorno a deciso di cambiare l'Italia a suo favore, di prendersi una parte di Stato e farla sua. poi la pubblicità, i lustrini, il fiume di denaro e le promesse di maggior libertà nel fare le porcate che tangentopoli aveva spazzato via hanno fatto il resto.
Un partito formalmente liberale, ma che di veramente liberale, in 10 anni, non ha mai fatto nulla. Niente di niente. Anzi. Certe posizioni, ad esempio sul referendum sulla procreazione assistita, ne fanno il braccio armato dei moralisti di ogni estrazione culturale e politica, altro che liberali.
Indefinibile se non come il marciume assoluto del parlamento italiano, che attira a sé come un buco nero nello spazio tutti gli ex di altri partiti, espulsi o rinnegati perché troppo ladri, troppo polemici, o semplicemente troppo scemi.



DS e non AN... e beh... Perché gli ideali di destra non mi corrispondono neanche un pò. A parte che il partito di Fini è incosistente, praticamente non esiste, vive solo all'ombra di Don Silvio... Di che iniziativa importante si è fatta promotrice AN in questi anni? Così a naso, non mi sovviene nulla... Come se non esistessero, se non per portare voti a FI... Mah



Ah quasi dimenticavo la Lega: della Lega posso dire solo che fa leva su istinti primordiali e bestiali. Il suo programma non esiste, è un'accozzaglia di rivendicazioni regionalistiche che non hanno nulla a che spartire coi lander tedeschi o i cantoni svizzeri. Solo una lotta tribale degna dei longobardi post-impero.



In definitiva cosa rimane?

I DS. Perché? Perché è l'unico partito che tenta di difendere, un minimo, non tanto ma un minimo almeno, i diritti individuali della persona, il cui programma dovrebbe essere rivolto a beneficio prima di tutto dei lavoratori attraverso il compromesso e l'accordo con i poteri economici, e non con il loro sovvertimento. L'unico partito in Italia, penso, che considera la cultura non come un inutile orpello o una vacca da mungere (eccetto Rifondazione, ma la loro concezione di cultura è decisamente troppo "underground" per i miei gusti )

L'unico partito infine che a livello locale presenta persone che conosco da sempre, di cui mi fido, che mi fanno buona impressione. E questo penso che sia la cosa più importante: quando vedo a Sanremo, a Ventimiglia, in Liguria in generale chi sono i rappresentanti del Polo, mi sento male. Affaristi di provincia, ex maneggioni DC, massoni di ogni risma, ex delinquenti in odore di 'ndrangheta... Persone laide che solo a pensarci adesso mi viene la nausea. Un male che purtroppo, lo riconosco, affligge anche parte della sinistra, perché affligge tutta la politica italiana.

Ma tra i DS vedo soprattutto persone come me. Normalissime persone che cercano di sbarcare come meglio possono il lunario, che vanno in giro con la Punto o la Fiesta e non col Mercedes pur facendo lavori considerati "nobili" (medici, insegnanti, liberi professionisti) e soprattutto sulla cui onestà posso giurare solennemente perché le conosco sin da quando ero bambino.
Questo per me fa tutta la differenza.

Credo che le peculiarità dei partiti italiani oggi le facciano i loro elettori, molto più che in passato in cui era l'elettore a conformarsi al partito, e soprattutto la differenza la fa il modo che questi elettori hanno di concepire e di partecipare alla vita politica.
 
Chiudi discussione


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 ospiti)
 
Strumenti discussione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is ON
Gli smilies sono ON
[IMG] è ON
Il codice HTML è OFF

Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
AutoPatcher XP SP2 Ott Gervy Archivio News Software 31 11-11-2006 14.01.56
Politica & co.: full throttle! [Parte III Lo sprint pre-elettorale] Flying Luka Chiacchiere in libertà 684 07-04-2006 23.09.45
Politica & co.: full throttle! [Parte II] Flying Luka Chiacchiere in libertà 1917 30-03-2006 16.12.53
Quanto conta la politica nella vostra vita? Nothatkind Chiacchiere in libertà 12 06-06-2004 22.14.40
Forum, Religione e Politica... Skorpios Chiacchiere in libertà 42 29-09-2003 02.18.51

Orario GMT +2. Ora sono le: 11.10.02.


E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica.
Copyright © 1999-2017 Edizioni Master S.p.A. p.iva: 02105820787 • Tutti i diritti sono riservati
L'editore NON si assume nessuna responsabilità dei contenuti pubblicati sul forum in quanto redatti direttamente dagli utenti.
Questi ultimi sono responsabili dei contenuti da loro riportati nelle discussioni del forum
Powered by vBulletin - 2010 Copyright © Jelsoft Enterprises Limited.