Telefonino.net network
 
| HOMEPAGE | INDICE FORUM | REGOLAMENTO | ::. NEI PREFERITI .:: | RSS Forum | RSS News | NEWS web | NEWS software |
| PUBBLICITA' | | ARTICOLI | WIN XP | VISTA | WIN 7 | REGISTRI | SOFTWARE | MANUALI | RECENSIONI | LINUX | HUMOR | HARDWARE | DOWNLOAD | | CERCA nel FORUM » |

Torna indietro   WinTricks Forum > Off Topic > Chiacchiere in libertà

Notices

Chiudi discussione
 
Strumenti discussione
Vecchio 07-09-2004, 20.50.23   #61
Albachiara
Junior Member
 
L'avatar di Albachiara
 
Registrato: 26-08-2003
Loc.: Milano
Messaggi: 153
Albachiara promette bene
Quota:
Originariamente inviato da Gigi75


Personalmente, se la situazione sarà uguale o peggiore a chi avrà la responsabilità.

Cmq ogni tanto torna questo tasto, ma sinceramente io non vedo in questo forum una censura per partito preso a Berlusca o chi che sia.
Ho letto più persone che apprezzano/disprezzano la politica adottata a prescindere dal colore del partito al Governo.

Molte volte credo sia piuttosto un luogo comune.

bYe

PS: quando non ci sarà più il Cav. al Governo, forse avrò un'altra delusione, ma almeno c'avrò sperato, per qualche mese...
L'hai detto è un luogo comune e come ogni luogo comune direi poco utile. Una volta si diceva piove governo ladro. Ora dicono piove è colpa di Berlusconi. Era uno sfogo, tutto li. Non diretto in esclusiva a questo forum,che devo dire è sempre più che equilibrato. Criticare è un dovere sempre che la critica sia costruttiva. Fare polemica e basta non ha mai aiutato nessuno ( Non mi riferisco al forum ok ? )

Albachiara non è collegato  
Vecchio 07-09-2004, 21.16.06   #62
Trinity
Hero Member
 
L'avatar di Trinity
 
Registrato: 25-04-2000
Loc.: Chiavari (ge)
Messaggi: 691
Trinity promette bene
Quota:
Originariamente inviato da Albachiara
Mi chiedo sempre piu spesso una cosa.. Ma quando non ci sarà piu Berlusconi al governo .. A chi darete la colpa di tutte le disgrazie di questo paese ? Concordo in pieno su quanto detto prima da molti. Via tutti i civili da li. La mia candela personale è li e li resta per ogni bambino, per ogni donna e uomo vittima di questa guerra, di qualsiasi paese siano.



(Y)
___________________________________

Guarda i miei occhi
. . Trinity . .
Intorno a me c'è il buio,ma se il buio c'è e il buio fa parte della foresta allora il buio dev'essere buono.
come what may...
Trinity non è collegato  
Vecchio 07-09-2004, 21.22.06   #63
Lello
Senior Member
 
L'avatar di Lello
 
Registrato: 20-07-2002
Loc.: Melfi (PZ)
Messaggi: 237
Lello promette bene


Italiane rapite in Iraq, la nostra ricostruzione



Simona Torretta, 27 anni, e Simona Pari, 29 anni, operatrici umanitarie di Un Ponte per storica ong nata proprio come Un ponte per Baghdad ai tempi dell'embargo, sono state rapite oggi nei loro uffici nella capitale irachena. Con loro un ingegnere iracheno che con la ong collaborava e Nahnanz Bassan una giovane irachena di 29 anni che collaborava con Intersos, altra ong italiana.

La sede che ha visto l'irruzione dei rapitori è la sede delle uniche ong italiane che hanno deciso di mantenere personale espatriato a Baghdad, si tratta di "Un ponte per...", Intersos e ICS. Altri operatori umanitari se la sono cavata scappando dai tetti.

Ce lo racconta Nino Sergi, presidente di Intersos. Chiediamo ma non avete sottovalutato la granata arrivata vicino al vostro ufficio lo scorso 3 settembre?

Sergi: Di granate a Bagdad ne cadono decine e decine, nelle ultime 24 ore ci sono stati almeno 40 morti e 200 feriti. Il problema è che nessuno lo racconta. Quella granata, piuttosto, ha attirato l'attenzione, molto probabilmente.

Vita: Cosa cambia adesso?
Sergi: Da Baldoni in poi sta cambiando tutto. Da quel momento chi uccide e chi rapisce non fa più nessun distinguo. Prima nei loro, sia pur demenziali comunicati, dicevano 'State collaborando con con gli occupanti'. Perciò, ora, ripeto, chi vuole la destabilizzazione e il caso, la guerra totale, ha alzato il tiro.

Vita: Cosa farete adesso?
Sergi: Decideremo insieme alle altre ong (Un ponte per... e ICS), di sicuro da domani saremo a Bassora dove abbiamo altri progetti in corso e li vedremo il da farsi.

Vita: Qualcuno vi dirà: "Alla fine avete visto che il terrorismo non guarda in faccia nessuno?
Sergi: Noi gli risponderemo, forti della condivisione che abbiamo con la vita degli iracheni, che questo terrorismo non rappresenta l'Iraq e non si capisce bene chi rappresenti questo terrorismo crudele.

Con Nino Sergi c'è Marco Buono, responsabili dei progetti di Intersos in Iraq, è rientrato da due giorni per un po' di ferie e pensa a Nahnaz, la giovane irachena in mano ai rapitori. Che progetti stava seguendo, chiediamo.

Marco Buono: Seguiva progetti per bambini ma soprattutto corsi di formazione per le costituende ong locali. Si tratta di cicli formativi che attrezzano personale locale a mettr su un ufficio, a tenere la contabilità, a scrivere progetti, a cercare donatori.



http://www.vita.it/articolo/index.php3?NEWSID=47380
___________________________________

Fermiamo la Guerra Globale: PACE
Lello non è collegato  
Vecchio 07-09-2004, 23.58.49   #64
Paco
Hero Member
 
L'avatar di Paco
 
Registrato: 28-04-2001
Messaggi: 670
Paco promette bene
Quota:
Originariamente inviato da Lello

O dai dollari?

L'uomo nero l'abbiamo armato e foraggiato, ma ora ci è sfuggito dalla mani?

Era una guerra necessaria o ci sono altre opzioni Paco?

Mi sembra molto diverso il tuo pensiero da qualche settimana fa, sarà certo avvenuto qualcosa che ti ha chiarito alcune cose...

Per me tutto uguale, il vecchio buonista e bonario pacifismo, lo stesso, forse, che animava Baldoni e anima le due ragazze.
Che fortunatamente anima migliaia di "santi moderni" sparsi sul pianeta.

A loro va il mio saluto e ringraziamento, a coloro che nonostante possane starsene al caldo si vanno a cercare le rogne in Africa, in Asia e in America Latina...
tra malati, bambini soldato, e dittatori, tutti blindatamente protetti da noi grassi e superficiali occidentali...
dagli USA in primis (ormai ci sono solo loro ad avere i bottoni ed i cordoni della Borsa).

Il fondamentalismo rispetto ai morti per fame è solo la parte illuminata meglio di uno stage di torture e morte, sparso sul pianeta.
Di un fondamentalismo capitalista che non guarda in faccia a nessuno.


Un po' di realismo storico non guasterebbe in questa discussione.
Lo abbiamo armato l'uomo nero per colpa di un altro uomo nero di nome COMUNISMO. Talmente semplice da capire che...

Io ammiro quelle persone perchè rischiano la loro vita, ma io sono anche dalla parte dei civili iracheni e sono anche dalla parte dei soldati americani, inglesi, italiani, e così via...sono contro i nazisti islamici e basta.

Non tiriamo fuori il capitalismo, ecc ecc che diamo ossigeno ai terroristi, questo vogliono.
Paco non è collegato  
Vecchio 08-09-2004, 00.01.03   #65
Paco
Hero Member
 
L'avatar di Paco
 
Registrato: 28-04-2001
Messaggi: 670
Paco promette bene
Quota:
Originariamente inviato da Gigi75



Tu parli del merito, e per quello è inutile ripetere le stesse cose.
Per non essere monotematici stavo affrontando un altro discorso, e cioè sulla legalità costituzionale di un intervento militare italiano
La decisione spettava al parlamento con le forme previste dalla costituzione, ma il trucchetto della missione umanitaria, così come contro la serbia (altro Governo, stessa cacca), è stato usato con l'Iraq.

Riporto alcune agenzie del tempo..

Washington, 25 settembre 2001
L'Italia è pronta a partecipare a tutte le azioni, "incluse misure militari", che vangano considerate necessarie dal Consiglio atlantico. Lo ha detto a Washington il ministro degli Esteri italiano Renato Ruggiero, che ha aggiunto: "Un'azione militare" da parte degli Stati Uniti "ci sarà". Il ministro ha fatto queste dichiarazioni ai giornalisti italiani, prima di essere ricevuto alla Casa Bianca e al dipartimento di Stato.

Chiederemo voto del Parlamento
Renato Ruggiero ribadirà a Colin Powell, Condoleeza Rice e Dick Cheney, che si appresta ad incontrare alla Casa Bianca e al Dipartimento di Stato, la disponibilità dell'Italia a "partecipare ad ogni azione che verrà considerata necessaria, incluse misure militari", sostenendo che lo stabilisce in linea di principio l'art.5 del Patto Atlantico, al quale si sono rifatti i governi della Nato già il 12 settembre.

Si chiederà voto al Parlamento
La seconda cosa che Ruggiero viene a dire agli americani è che "il Governo italiano in tutto questo è sostenuto ampiamente da quasi tutte le forze politiche".

Non ci sarà nessuna crepa o quasi sul fronte interno, soprattutto all'indomani della presa di posizione del Vaticano. Ad ogni modo l'esecutivo "chiederà nei prossimi giorni un voto al Parlamento" per ottenere un via libera, "così come è stato fatto negli Stati Uniti e in Germania". E' quello che il Ministro definisce un "rapporto con il Parlamento estremamente corretto e costruttivo".




Bene, come si vede, non solo il Ministro aveva già deciso di intervenire prima che il Parlamento si esprimesse, ma anch'egli riteneva necessario il voto del Parlamento per l'adesione alla guerra americana.

Tutto questo è andato nel dimenticatoio...e poi ci si lamenta del perchè la classe politica è così...quando noi siamo pronti a dimenticarci anche i principi base...




(Y) (Y) (Y) (Y) (Y)
E ce ne strafreghiamo della pulizia etnica. W la pace.
Paco non è collegato  
Vecchio 08-09-2004, 00.03.18   #66
Paco
Hero Member
 
L'avatar di Paco
 
Registrato: 28-04-2001
Messaggi: 670
Paco promette bene
Quota:
Originariamente inviato da Gigi75



si, in modo da fare andare via i civili che aiutano la popolazione ed esasperare maggiormente la popolazione e dunque ottenere più adepti.

Un po' la stessa cosa che in passato accadeva quando era necessaria una campagna per l'arruolamento.
Aumentare a dismisura la paura per il nemico (nel nostro caso invece usano la disperazione).

Mi pare piuttosto logica come cosa.

Finalmente, allora sei daccordo con me che bisogna restare là e combattere quei nazisti?
Paco non è collegato  
Vecchio 08-09-2004, 00.06.12   #67
Paco
Hero Member
 
L'avatar di Paco
 
Registrato: 28-04-2001
Messaggi: 670
Paco promette bene
Quota:
Originariamente inviato da Lello
[...]

Se non si andava in questa inutile guerra noi non saremmo nel mirino.
E i mille ragazzi americani, i nostri carabinieri e gli altri soldati non sarebbero morti, invano, sì invano.
W la svizzera.
Ti piace il cioccolato e gli orologi a cucù?
Lo sai che gli svizzeri vivono in pace grazie al resto del mondo che lo circonda che si è fatto un mazzo così?

Il terrorismo islamico è stato già troppo sottovalutato, adesso va combattuto, ora o sarà davvero la fine.
Paco non è collegato  
Vecchio 08-09-2004, 00.15.09   #68
davlak
Guest
 
Messaggi: n/a
Quota:
Originariamente inviato da Paco




Io ammiro quelle persone perchè rischiano la loro vita, ma io sono anche dalla parte dei civili iracheni e sono anche dalla parte dei soldati americani, inglesi, italiani, e così via...sono contro i nazisti islamici e basta.

Tra l'altro queste ragazze sono in Iraq dal '97, in tempi non sospetti.
Credo che se anche i nostri militari non ce li avessimo mandati, le avrebbero rapite ugualmente, il caso dei giornalisti francesi lo dimostra.

Quota:
Originariamente inviato da Gigi75

si, in modo da fare andare via i civili che aiutano la popolazione ed esasperare maggiormente la popolazione e dunque ottenere più adepti.
il punto è che la popolazione ha bisogno di aiuti, se vanno via le organizzazioni umanitarie, una popolazione dotata di un minimo di coscienza e buonsenso si ribella (come diceva pure Macao) ai terroristi, non si arruola tra i miliziani che gli garantirebbero solo altro sangue e terrore.
Una strategia così contorta onestamente non l'avevo mai messa in conto, a dire il vero, anzi, mi pare che conferisca una connotazione negativa alla popolazione civile irachena.
 
Vecchio 08-09-2004, 04.48.48   #69
Albachiara
Junior Member
 
L'avatar di Albachiara
 
Registrato: 26-08-2003
Loc.: Milano
Messaggi: 153
Albachiara promette bene
Quota:
Originariamente inviato da Paco
Lo sai che gli svizzeri vivono in pace grazie al resto del mondo che lo circonda che si è fatto un mazzo così?
Veramente gli svizzeri vivono in pace perchè hanno in casa i soldi degli altri e nessuno vuole fare il culo alla propria banca .. Spiegazione abbastanza semplicistica ma molto reale.
Albachiara non è collegato  
Vecchio 08-09-2004, 06.50.01   #70
Lello
Senior Member
 
L'avatar di Lello
 
Registrato: 20-07-2002
Loc.: Melfi (PZ)
Messaggi: 237
Lello promette bene
Quota:
Originariamente inviato da Paco


W la svizzera.
Ti piace il cioccolato e gli orologi a cucù?
Lo sai che gli svizzeri vivono in pace grazie al resto del mondo che lo circonda che si è fatto un mazzo così?

Il terrorismo islamico è stato già troppo sottovalutato, adesso va combattuto, ora o sarà davvero la fine.

Non posseggo orologi a cucù e il mazzo così ce lo facciamo tutti caro Paco, contro i padroni di quest'Italia che toglie ai poveri e regala ai ricchi...
contro i padroni di questo mondo che ne lascia i 3/4 di esso nella guerra e nella povertà, ne fa carne da macello, prostituzione e pezzi di ricambio...
e manda i poveracci in guerra...
ma questo è un altro discorso...


Se non dimentico la tua passione cinefila ti segnalo due film che parlano di come l'odio venga coltivato nel mondo I film sono stati presentati a Venezia
Due ritratti di società in guerra, in preda alla violenza assassina. Dove i bambini e le bambine sono i primi ad essere strumentalizzati, scarnificati, immolati. Due opere da vedere e far vedere. Per capire meglio la necessità di far tacere le armi. Ovunque.



___________________________________

Fermiamo la Guerra Globale: PACE
Lello non è collegato  
Vecchio 08-09-2004, 07.24.52   #71
Paco
Hero Member
 
L'avatar di Paco
 
Registrato: 28-04-2001
Messaggi: 670
Paco promette bene
Ma chi mette in dubbio le atrocità della guerra? Nessuno in questo forum.
Paco non è collegato  
Vecchio 08-09-2004, 09.03.14   #72
LoryOne
Gold Member
WT Expert
 
Registrato: 09-01-2002
Loc.: None of your business
Messaggi: 5.502
LoryOne è un gioiello raroLoryOne è un gioiello raroLoryOne è un gioiello raro
Il problema di fondo sta nel fatto che i terroristi si confondono tra la povera gente e le organizzazioni umanitarie non sono in grado di fare distinzioni.
Nessuno, credo, sia sfavorevole all'invio di aiuti ma è ovvio che in questo modo si aiutino anche i terroristi.

Il secondo problema di fondo sta nel fatto che i terroristi hanno avuto tutto il tempo per creare le proprie basi in tutto il mondo e quindi nessun paese può ritenersi al sicuro.

Il terzo problema di fondo sta nel fatto che con gli immigrati il terrorismo sposta le sue pedine da un paese ad un altro nella più totale tranquillità. I centri di accoglienza sono solo un rifugio temporaneo dal quale poi evadere indisturbati con la complicità di qualcuno...

Il quarto problema di fondo sta nel fatto che il terrorismo si è insinuato profondamente fra le persone di spicco in tutti i governi di tutte le nazionalità del mondo.
Se così non fosse mi stupirei del perchè questa piaga non sia stata ancora debellata.

Il quinto problema di fondo sta nel fatto che l'assenza di atti terroristici nel proprio paese non significa assolutamente che il terrorismo non sia presente, anzi, agisce indisturbato nella più totale tranquillità.
Il clima di tensione instauratosi contribuisce, invece, a tener alta la guardia.

Il sesto problema di fondo sta nel fatto che , contrariamente a quanto accade qui in Italia e nel resto del mondo dove la religione non ha alun potere, basta gridare alla guerra santa ed in mondo islamico risponde in massa.

Il settimo problema di fondo sta nel fatto che le comunità islamiche nel nostro paese come nel resto del mondo condannano solo a parole gli atti terroristici al fine di non destare sospetti.
Le parole non servono, servono i fatti.

L'ottavo problema di fondo è che non si può fare di tutta l'erba un fascio e quindi l'intero prato sta li dov'è.

Il nono problema di fondo sta nel fatto che c'è gente che in nome dell'altruismo sfegatato si permette di recarsi in Iraq senza scorta armata e nella più totale clandestinità per costituire oggetto di ricatto da parte dei terroristi ed impone al proprio governo di adoperarsi per aver salva la vita.
Io mi chiedo: L'hai fatto apposta ? Sei scemo ?
Ci sei voluto andare e mo son c@zzi tuoi.

bla bla bla....
LoryOne non è collegato  
Vecchio 08-09-2004, 09.56.26   #73
davlak
Guest
 
Messaggi: n/a
Rete no global sotto shock
"È strategia della tensione"
di GIOVANNI MARIA BELLU

Il sit-in per le italiane rapite
a palazzo Chigi

ROMA - E' sgomento il mondo pacifista. Non perché sia rimasto sorpreso da quel che è accaduto ieri a Baghdad. La tragedia di Enzo Baldoni, il rapimento dei due reporter francesi avevano chiarito che il solo fatto d'essere occidentali in Iraq espone a rischi enormi. E' sgomento perché il sequestro di Simona Pari e Simona Torretta ripropone tutte assieme, nel modo più brutale, le ragioni fondamentali e le difficoltà dell'agire per la pace. Così la richiesta del ritiro delle truppe s'accompagna al dubbio che alla fine saranno le organizzazioni non governative a doversi ritirare da quell'inferno come, del resto, già hanno fatto altre Ong straniere e, nel più 'tranquillò Afghanistan, persino "Médicine sans Frontierès". Anche se, dice Sergio Marelli, direttore della Focsiv, Volontari nel mondo: "Dobbiamo andare avanti, non dobbiamo farci intimidire".

Il fatto è che mentre le preoccupazioni per la sicurezza degli operatori insinuano questo dubbio, l'analisi dei fatti conferma l'assurdità della guerra. I pacifisti non sono sorpresi, ma la memoria del tempo in cui gli operatori godevano d'una sorta di immunità non è poi tanto lontana. "Siamo smarriti e angosciati - dice Flavio Lotti, coordinatore nazionale della Tavola per la pace - per anni abbiamo lavorato senza problemi". Se le cose sono cambiate è per la natura di questa specifica guerra e anche per il ruolo che l'Italia ha assunto: "E' venuta meno - dice Emergency in un comunicato - la distinzione tra milioni di italiani che hanno osteggiato la guerra e chi l'ha voluta e la conduce". Secondo Vittorio Agnoletto, c'è una coincidenza di fini tra la logica del terrorismo e quella della guerra: "Fare terra bruciata, togliere di mezzo tutti coloro che cercano di costruire un mondo di pace".
Ma c'è chi si spinge oltre. Ed è qua che ricompare, dal buio degli anni Settanta, una locuzione che pareva ormai caduta in disuso: "Strategia della tensione". Scrive il Comitato nazionale per il ritiro dei militari dall'Iraq: "Occorre sottolineare la stranezza dell'episodio. Dopo un giornalista non embedded e schierato contro la guerra come Baldoni, e due reporter provenienti da un paese non belligerante come la Francia, adesso sono state rapite due esponenti del vasto mondo della solidarietà con il popolo iracheno". Ed ecco il ritorno della "strategia della tensione in versione irachena" dove gli autori del comunicato vedono all'opera "forze oscure riconducibili alle potenze occupanti o al governo iracheno indipendente".

E' uno dei temi ricorrenti nel dibattito che si è subito aperto nei siti dei pacifisti e dei no global. Un confronto aspro, a tratti rabbioso. Su Indimedya è stato introdotto da un intervento-provocazione ("Con i soldi che i pacifondai mandano ai 'resistenti irachenì gli eroici tagliatori di teste rapiscono altri pacifisti... il colmo") che ha scatenato a margine una discussione sull'opportunità di bloccare l'accesso alla rete di simili nefandezze. Poi, rapidamente, la questione del complotto delle "forze oscure" è diventata il primo punto d'un implicito ordine del giorno. "Indovina indovinello - scrive "Campista" alle 17,07 di ieri - i partigiani li ammazzano, i pacifisti li sequestrano. I mercenenari li rilasciano. Chi sono?". Sulla stessa linea un altro dei partecipanti al dibattito, alias "Ma-chi-si-fida-più": "E' una strategia? Sì, è pienamente funzionale ad isolare l'Iraq e affidarlo nelle uniche mani statunitensi, allontanare le Ong che rompono troppo il c. a croci rosse e infiltrati simili".
Il dramma di Simona Pari e Simona Torretta ha nuovamente fatto sanguinare alcune delle ferite aperte dalla tragedia di Baldoni. Il Rimini social forum ha diffuso un comunicato per chiedere che sia il governo a trattare, "senza alcuna intermediazione da parte di Maurizio Scelli, commissario straordinario della Croce rossa italiana".

Nei minuti e nelle ore successive alla notizia del rapimento la domanda prevalente che il mondo pacifista si è posto è stata: "Come è potuto accadere?". Ma subito dopo è arrivata l'altra domanda, l'unica che nei prossimi giorni conterà: "Cosa fare?". C'è una corale esortazione che viene anche dal mondo dell'associazionismo cattolico: "Il governo deve fare tutto il possibile", dice Luigi Bobba, presidente delle Acli. Ma la richiesta del ritiro delle truppe non ha subordinate. Gino Strada: "Siamo all'ultimo stadio, alla deriva della cosiddetta guerra umanitaria. L'unica cosa sensata che si può fare è andarsene".
(hanno collaborato Mauro Favale e Lucia Ritrovato)
(8 settembre 2004)


Fonte
 
Vecchio 08-09-2004, 10.17.12   #74
Paco
Hero Member
 
L'avatar di Paco
 
Registrato: 28-04-2001
Messaggi: 670
Paco promette bene
Se si va nel sito dell'Unità in prima pagina si legge:

Non c’è stata alcuna protezione o difesa per le nostre volontarie da parte delle truppe della coalizione.

Poi l'intervista a Gavino Angius che dice:

«Sono state lasciate sole, perché?»

L'ong ha chiesto espressamente di non essere protetta dalla coalizione.

Paco non è collegato  
Vecchio 08-09-2004, 10.19.00   #75
Fëanor
High King of Noldor
Er pistone dell'Urbe
 
L'avatar di Fëanor
 
Registrato: 12-01-2002
Loc.: Lost
Messaggi: 349
Fëanor promette bene
"Come è potuto accadere?"

che pensate? che sventolando la bandierina della pace non vi succede niente?
quelli se ne sbattono di voi e della vostra bandierin. non la vogliono la pace, e quello che succede è la dimostrazione lampante.

"Cosa fare?"

ANDATEVENE E LASCIATELI CREPARE.
___________________________________

4 - 8 - 15 - 16 - 23 - 42
Salve, sono Guybrush Threepwood, un temibile pirata.
Powered by OsX Tiger
Google™ santo subito.
Fëanor non è collegato  
Chiudi discussione


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 ospiti)
 
Strumenti discussione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is ON
Gli smilies sono ON
[IMG] è ON
Il codice HTML è OFF

Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Nuovo rischio phisinmg - Poste italiane realtebo Segnalazioni Web 1 03-05-2006 13.39.07
Medioriente - POLIZIA PALESTINESE, LIBERATO ITALIANO RAPITO (Update) Giorgius Chiacchiere in libertà 6 01-01-2006 15.59.42
Altro italiano rapito in iraq Fëanor Chiacchiere in libertà 25 17-12-2004 11.33.30
LIBERE!!! (le italiane in Iraq) Tommy_hell Chiacchiere in libertà 150 01-10-2004 10.37.30
Iraq, decapitato ostaggio coreano veleno Chiacchiere in libertà 75 24-06-2004 17.17.21

Orario GMT +2. Ora sono le: 11.22.43.


E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica.
Copyright © 1999-2017 Edizioni Master S.p.A. p.iva: 02105820787 • Tutti i diritti sono riservati
L'editore NON si assume nessuna responsabilità dei contenuti pubblicati sul forum in quanto redatti direttamente dagli utenti.
Questi ultimi sono responsabili dei contenuti da loro riportati nelle discussioni del forum
Powered by vBulletin - 2010 Copyright © Jelsoft Enterprises Limited.