Telefonino.net network
 
| HOMEPAGE | INDICE FORUM | REGOLAMENTO | ::. NEI PREFERITI .:: | RSS Forum | RSS News | NEWS web | NEWS software |
| PUBBLICITA' | | ARTICOLI | WIN XP | VISTA | WIN 7 | REGISTRI | SOFTWARE | MANUALI | RECENSIONI | LINUX | HUMOR | HARDWARE | DOWNLOAD | | CERCA nel FORUM » |

Torna indietro   WinTricks Forum > Off Topic > Chiacchiere in libertà

Notices

Chiudi discussione
 
Strumenti discussione
Vecchio 13-05-2005, 17.19.51   #196
dave4mame
Jason
Top Poster
 
L'avatar di dave4mame
 
Registrato: 14-08-2002
Loc.: Non mi fate domande difficili...
Messaggi: 3.354
dave4mame promette bene
basterebbe che controllassero davvero le dichiarazioni dei redditi...
dave4mame non è collegato  
Vecchio 13-05-2005, 17.42.03   #197
Nothatkind
Forum supporter
 
L'avatar di Nothatkind
 
Registrato: 06-03-2002
Loc.: out of sight . . Status: renaissance
Messaggi: 1.982
Nothatkind promette bene
Quota:
Originariamente inviato da Brunok


Il piccolo artigiano se non s'arrangia a fine mese non ci arriva e non campa con un sistema despota a stritolatore come questo che è in atto da troppo tempo e che ha fatto danni inimagginabili.

Più tasse ci sono da pagare e più cercheranno di non pagarle in un modo o nell'altro.
e che c'entra, il Fisco mica fa beneficenza.
Troppo comodo tassare alla fonte i lavoratori dipendenti, che non possono evadere, e fare una tassazione "teorica" per gli autonomi, che, bontà loro, dovrebbero essere così onesti da integrare... in fin dei conti, non vedo perchè se da un lato un artigiano può evadere perchè non arriva a fine mese, dall'altro il dipendente lo piglia in culo e basta.


cmq, il discorso Svezia merita rispetto: 55% di tasse, ma servizi ottimi. Fosse possibile pure qui...
___________________________________

Non farti più amici di quanti non possa tenerne il cuore. J. De Valckenaere
Per raro che sia il vero amore, è meno raro della vera amicizia. F. de La Rochefoucauld
Non chiedere a me il perchè, chiedi a te stessa cosa hai fatto e come hai rovinato tutto.
Nothatkind non è collegato  
Vecchio 17-05-2005, 21.45.41   #198
Nothatkind
Forum supporter
 
L'avatar di Nothatkind
 
Registrato: 06-03-2002
Loc.: out of sight . . Status: renaissance
Messaggi: 1.982
Nothatkind promette bene
Alemanno: tassare le rendite finanziarie
Il ministro delle Politiche agricole di An: non si doveva intervenire sull’Irpef. Le risorse devono andare a imprese e lavoro

ROMA - Gianni Alemanno è convinto che se ne possa venir fuori in un modo solo: con la tassazione delle rendite finanziarie. Per il ministro delle Politiche agricole, ed esponente di spicco di Alleanza nazionale, è l’unica condizione possibile per tagliare l’Irap, come vuole il premier Silvio Berlusconi. E magari, dice Alemanno, «dare fiato all’economia» dopo aver risolto la questione incombente: il contratto del pubblico impiego.
Il problema più grosso sarà convincere la Confindustria e i sindacati. La loro fiducia verso il governo è ai minimi storici.
«Lo ammetto. Ci sono segnali abbastanza negativi. D’altra parte quella di convocare le parti sociali per analizzare la situazione economica del Paese è stata una scelta obbligata. Il problema vero che ha il governo sarà quello di presentarsi giovedì con una linea convincente, evitando gli stop and go di cui si lamenta il leader della Cisl Savino Pezzotta».
Pezzotta dice qualcosa di più: che avevate fatto un accordo sul pubblico impiego e Berlusconi l’ha sconfessato.
«Affermazione obiettivamente eccessiva. Abbiamo solo detto che poteva esserci un’ipotesi di accordo ma che avevamo bisogno della ratifica finale di Berlusconi. C’erano ancora incertezze».
Di che tipo?
«Ci sono due versioni sui costi. Una che generalizza gli aumenti, portando a un aumento di 111 euro medi per tutto il pubblico impiego, e quindi a un esborso per lo Stato di 992 milioni l’anno. E una, diciamo così, più ristretta, che costa meno di 600 milioni. Fra queste due ipotesi c’è un margine di manovra, e domani (oggi per chi legge) andrò alla Ragioneria per rendermene conto. Ma prima di chiudere il contratto c’eravamo riservati una verifica».
È cosciente del fatto che le parti sociali non vogliono fare più accordi con Berlusconi?
«La Finanziaria va fatta, la risposta alla recessione va data. Mi auguro che non si faccia un gioco delle parti, criticando qualunque azione faccia il governo».
Berlusconi non vuole parlare di recessione. Ma la situazione è oggettivamente difficile.
«Non lo nego. A questo punto considero irrinunciabile definire una nuova linea di politica economica. Ai tempi della Finanziaria An aveva dettato la formula giusta: non tagliare l’Irpef e concentrare tutti gli sforzi sull’Irap, come aveva peraltro chiesto la Confindustria».
Ma non è andata così.
«Siamo partiti da posizioni giuste ma poi la mediazione nel centrodestra ci ha portati fuori strada. Ora siamo impegnati a chiudere il contratto con gli statali e abbiamo di fronte una Finanziaria difficile. Credo che questo punto l’unica via d’uscita sia finanziare la riduzione dell’Irap con una intelligente tassazione delle rendite finanziarie, escludendo ad esempio i titoli di Stato».
Come lo spiegherà agli investitori, soprattutto stranieri?
«In Italia non possiamo avere una tassazione delle rendite, che è oggi pari al 12,5%, inferiore alla media europea e nel contempo avere il mostro dell’Irap. Se vogliamo aggredirlo senza far saltare i conti pubblici non possiamo che fare così».

E lo sviluppo?
«Spostare risorse dalle rendite finanziarie per alleggerire il peso sulle imprese e sul costo del lavoro è il segnale più potente che si possa dare. Ricordo che se n’era già parlato».
Poi però non se ne fece nulla.
«Perché si decise di aspettare un segnale dall’Unione Europea. Ma adesso, di fronte alla necessità di fare un taglio di 4 o addirittura di 12 miliardi di Irap e dare contemporaneamente ai mercati un segnale sui conti pubblici, si può continuare a rinviare in attesa che l’Europa si muova?».
Non si può?
«No. Come un altro tema è quello delle risorse per investimenti che sono in bilancio e non vengono spese».
Glielo racconti a Domenico Siniscalco.
«Lo sa bene anche lui. Ci sono risorse che vengono spese con il contagocce in una logica di risparmio di cassa ma che stanno bloccando gli investimenti pubblici e gli incentivi alle imprese. Penso che sia giunto il momento di dare un segnale al Paese, quello che conviene tornare a fare impresa invece che puntare sulla rendita, ma pure che lo Stato si impegni finalmente a investire tutti i fondi che sono disponibili».

Non la imbarazza fare un discorso simile a quello del leader di Rifondazione comunista Fausto Bertinotti?
«Niente affatto. Bertinotti fa generici e minacciosi discorsi sulla patrimoniale, mentre io mi limito a ripetere quello che scrive Eugenio Scalfari su Repubblica e a cui non appaiono totalmente ostili la Confindustria e l’ex ministro dell’Economia Giulio Tremonti».
Ma come, il suo grande avversario?
«Ebbene sì. È semplicemente un discorso di buon senso, che può servire a far ripartire un Paese fermo. Il problema è che in Italia spesso manca il coraggio di dire le cose. Non si capisce perché abbiamo le tasse più alte d’Europa e solo sulle rendite abbiamo invece le imposte più basse».
Coraggio per coraggio: se succede un altro patatrac per il centrodestra a Catania, che ci si deve aspettare? Forse la crisi di governo?
«Non credo nulla di particolare. Le sconfitte accumulate sono tante, quella che conta è la prospettiva. Per me è più preoccupante il dato del Prodotto interno lordo che il risultato di Catania. Perché indica una difficoltà profonda nel Paese. È un fatto a cui dobbiamo dare una risposta forte, perché ci serve per oggi e per il futuro del Paese».
E il futuro del centrodestra? Berlusconi sarà ancora il leader della coalizione alle prossime elezioni politiche?
«Credo che non la leadership di Berlusconi, ma la candidatura a premier debba essere rimessa in discussione. Non possiamo dare per scontato che tutto rimanga fermo. Siamo di fronte a una crisi politica così forte che esige risposte forti. Partiamo dal programma, certamente, ma a chi oggi non si ritrova più nel centrodestra dobbiamo dire: vieni con noi e decidiamo insieme».
Magari con le primarie?
«Sarebbero la cosa migliore».
Sergio Rizzo
16 maggio 2005


buahahah, Alemanno passa a Rifondazione
___________________________________

Non farti più amici di quanti non possa tenerne il cuore. J. De Valckenaere
Per raro che sia il vero amore, è meno raro della vera amicizia. F. de La Rochefoucauld
Non chiedere a me il perchè, chiedi a te stessa cosa hai fatto e come hai rovinato tutto.
Nothatkind non è collegato  
Vecchio 18-05-2005, 02.24.22   #199
afterhours
Guest
 
Messaggi: n/a
POVERETTO COME S’OFFRE
Marco Travaglio per l’Unità

Più che una notizia, sembra una barzelletta: Vittorio Sgarbi entra nel centrosinistra per fare il sottosegretario nell'eventuale governo Prodi. L'ha annunciato lui stesso (Sgarbi, non Prodi) al Corriere: "Con Prodi ci siamo parlati, mi ha detto che è d'accordo". Sia chiaro che noi, all'ennesimo trasloco del pacato ed equilibrato critico d'arte,non crediamo. Ma qui non si può fare una battuta che subito qualcuno la prende per un suggerimento. E allora, nella malaugurata eventualità, ecco un breve promemoria. Vita e opere del Gondrand della politica italiana.
Agli albori della carriera, fine anni 80, il giovane Sgarbi flirta con il Pci di Pesaro. Poi s'intruppa come indipendente nelle liste del Psi, per fare il sindaco a San Severino Marche. Alla fine riesce persino a guidare un monocolore Dc. Poi nel '90 entra in Parlamento, nelle liste del Pli. Dura un paio d'anni, poi arriva Mani Pulite e crolla tutto. Con agile guizzo, Vittorio Zelig tenta l'aggancio con Bossi, agevolato dal celebre "Forza Etna" urlato per invocare la distruzione degli antiestetici paesini sulle pendici del vulcano.
Memorabile il suo colloquio col Senatur, in un camerino della Fininvest: "Grandissimo Umberto, sei l'unico che porta avanti le idee liberali, che dice cose sensate". Ma Bossi non apprezza e si lascia sfuggire il Genio ferrarese. Che nel frattempo è sgattaiolato alla corte del Cavaliere, come misurato opinionista televisivo e candidato alla Camera per Forza Italia. Bossi, da grandissimo liberale, diventa "scemo", "tordo tonto", "ladro" e "razzista".
Dell'inossidabile coerenza sgarbiana fa le spese anche Berlusconi: appena eletto grazie a Forza Italia, Vittorio Gondrand lascia il partito e s'iscrive al gruppo misto. Ma continua a difendere i martiri della malagiustizia (Andreotti, Craxi, De Lorenzo, Berlusconi, Previti, Dell'Utri...) e a insultare i magistrati. Famoso un suo comizio a Palmi: "Ripetete con me: affanculo il procuratore Cordova!". Dal pulpito armato di "Sgarbi quotidiani", vomita improperi contro il pool di Milano ("Assassini!") e di Palermo.
Per lui il "vero mafioso" è Gian Carlo Caselli, "una vergogna della magistratura italiana, un colonnello greco, un fascista...I suoi atti giudiziari hanno portato alla morte" (8-12-94). Bastona chiunque si metta di traverso sulla strada del Cavaliere. Il presidente della Repubblica Scalfaro è "una scoreggia fritta". Indro Montanelli "è un vigliacco, uno che ha tradito, fascista, razzista, antisemita. Sempre fascistissimo, nero come la pece! Un modesto giornalista, il più mediocre storico italiano. Adesso, fascista ancora, è guardato con tenerezza e ammirazione dalla sinistra che gli si è attaccata solo perché traditore... È il solito vecchio fascista che, nella sua turpe vecchiaia, sputa con impudicizia nel piatto in cui ha mangiato" (31-3 e 29-7-94).
Il 7 aprile '95, sempre a "Sgarbi quotidiani", addita Caselli come il mandante morale dell'omicidio di don Pino Puglisi. La prova? Una lettera anonima che lui legge integralmente, senza neppure precisare che è anonima: anzi, dice con fare circospetto che non può rivelarne l'autore. Nel dicembre '95 fonda il Partito Federalista con Gianfranco Miglio, poi non se ne sa più nulla. Nel febbraio '96 partorisce la Lista Pannella-Sgarbi, cui aderiscono subito statisti del calibro di Idriss e Don Backy, e annuncia il divorzio da Forza Italia.
Poi divorzia da Pannella e rientra precipitosamente in Forza Italia per trovare un posto sicuro in lista e in Parlamento. Lì rimane, fra alterne vicende, fino a due anni fa, quando compare a "Otto e mezzo" per annunciare che il ministro dei Beni Culturali, l'odiato Giuliano Urbani, avrebbe un'amante e per descriverne minuziosamente le prestazioni. Lo cacciano da sottosegretario e l'impresa traslochi Sgarbi & C. riapre i battenti. Fonda con Giorgio La Malfa il Partito della Bellezza, subito abortito per mancanza di belli. Allora abborda il bel Mastella, che ha appena imbarcato Pomicino, ma non se ne fa nulla.
Ora, dice,"ho deciso di puntare sulla Sbarbati". Repubblicani europei (Fed). Avendo una condanna definitiva per falso e truffa aggravata e continuata ai danni dello Stato (in due anni di "lavoro" alla Sovrintendenza di Venezia si presentò in ufficio due giorni, risultato: 6 mesi e 10 giorni di reclusione) e qualche centinaio di processi per i suoi insulti a destra e a sinistra, ha un problema piuttosto impellente: conservare l'immunità parlamentare. Il solito idealista.
 
Vecchio 18-05-2005, 05.53.43   #200
Flying Luka
Gold Member
Top Poster
 
L'avatar di Flying Luka
 
Registrato: 23-07-2001
Loc.: Lodi
Messaggi: 5.651
Flying Luka è nella strada per il successo
idealista od opportunista?
___________________________________

L'ignorante parla a vanvera, l'intelligente parla al momento opportuno, il saggio parla solo se è interpellato, il fesso parla sempre!
Flying Luka non è collegato  
Vecchio 18-05-2005, 08.42.21   #201
exion
Guest
 
Messaggi: n/a
Scalfaro... Scoreggia fritta......
 
Vecchio 18-05-2005, 09.17.41   #202
Nothatkind
Forum supporter
 
L'avatar di Nothatkind
 
Registrato: 06-03-2002
Loc.: out of sight . . Status: renaissance
Messaggi: 1.982
Nothatkind promette bene
Sgarbi lo scranno

una chiappa a destra, una a sinistra, e al centro ...

___________________________________

Non farti più amici di quanti non possa tenerne il cuore. J. De Valckenaere
Per raro che sia il vero amore, è meno raro della vera amicizia. F. de La Rochefoucauld
Non chiedere a me il perchè, chiedi a te stessa cosa hai fatto e come hai rovinato tutto.
Nothatkind non è collegato  
Vecchio 18-05-2005, 10.05.14   #203
infinitopiuuno
Junior Member
 
L'avatar di infinitopiuuno
 
Registrato: 21-09-2004
Loc.: La parte soleggiata della terra
Messaggi: 160
infinitopiuuno promette bene
Quota:
Originariamente inviato da afterhours
POVERETTO COME S’OFFRE
Marco Travaglio per l’Unità
Splendido questo articolo!
___________________________________

Wt sta morendo.....
infinitopiuuno non è collegato  
Vecchio 18-05-2005, 14.31.28   #204
Giorgio Drudi
Guest
 
Messaggi: n/a
Tassare le rendite finanziarie, le rendite "parassita" per accellenza...la maggior parte delle quali è in mano alle banche, alle società assicurative, alle società immobiliari...tassarle o congelarle ...l'arma dei poveri.
 
Vecchio 18-05-2005, 14.34.16   #205
Giorgio Drudi
Guest
 
Messaggi: n/a
Quota:
Originariamente inviato da exion
Scalfaro... Scoreggia fritta......
Su questo sono d'accordo con Sgarbi (che mi sembra un tromboncino ormai sfiatato )

Ultima modifica di Giorgio Drudi : 18-05-2005 alle ore 16.01.44
 
Vecchio 24-05-2005, 01.23.58   #206
afterhours
Guest
 
Messaggi: n/a
Imi-Sir, ridotta condanna a Previti
Assolto sulla vicenda Lodo Mondadori

Letta la sentenza d'appello per le cause Lodo Mondadori e Imi-Sir: condannato a 7 anni Cesare Previti per la vendita della Imi, assoluzione per la vicenda Lodo Mondadori. In precedenza Previti era stato condannato a 11 anni. Pena ridotta in egual misura anche ad Attilio Pacifico. Condanne a Vittorio Metta (6 anni), Giovanni Acampora (6), Felice Rovelli (3), Renato Squillante (5), Primarosa Battistella (2).

"Ricorreremo in Cassazione"
"E' stato sconfessato il teorema accusatorio con l'assoluzione per la ipotizzata corruzione del Lodo Mondadori, resta la condanna per Imi-Sir ma con una fattispecie normativa molto meno grave di quella ipotizzata dall'accusa. Sul punto ricorreremo in cassazione". È il commento di Alessandro Sammarco difensore di Previti.

"Sentenza incomprensibile"
"Si tratta di una sentenza contraddittoria e incomprensibile, perché da una parte hanno assolto non tenendo conto di elementi probatori gravi e indizianti e con formula dubitativa e dall'altra hanno condannato. Aspettiamo con ansia di leggere le motivazioni della sentenza". E' questo il commento dell'avvocato Giuliano Pisapia, legale di parte civile Cir, la società di Carlo De Benedetti che fu avversaria della Fininvest di Silvio Berlusconi nella guerra per il controllo di quella che allora era la più grande azienda editoriale italiana.

Nel loro dispositivo i giudici della Corte d'Appello di Milano hanno revocato anche la liquidazione dei danni in favore delle parti civili che erano state invece decise in primo grado dal collegio della IV sezione penale nella misura di 516 milioni di euro a favore dell'Imi e 1 milione 290 euro a favore della Presidenza del Consiglio dei ministri e ha rinviato la questione economica al giudice civile.
 
Vecchio 24-05-2005, 01.41.10   #207
Brunok
The Journalist
Top Poster
 
Registrato: 09-04-2002
Messaggi: 3.715
Brunok promette bene
Ma come? nel CS il Rutellone scatena un putiferio contro Prodi per la divisione dell'unione e nessuno dice niente????

Brunok non è collegato  
Vecchio 24-05-2005, 01.43.08   #208
Gigi75
Gold Member
Top Poster
 
L'avatar di Gigi75
 
Registrato: 03-12-2001
Loc.: Bari
Messaggi: 7.369
Gigi75 promette bene
Ma cosa pretendi da quello lì?

Uomini, ometti, ominicchi e quaquaraquà
___________________________________

.:. R.U.T.T.A. Motoclub Bari: Il Forum .:.
Gigi75 non è collegato  
Vecchio 24-05-2005, 11.23.48   #209
Flying Luka
Gold Member
Top Poster
 
L'avatar di Flying Luka
 
Registrato: 23-07-2001
Loc.: Lodi
Messaggi: 5.651
Flying Luka è nella strada per il successo
Quota:
Originariamente inviato da Gigi75
Ma cosa pretendi da quello lì?

Uomini, ometti, ominicchi e quaquaraquà
Trovo sia uno spettacolo indecoroso assistere alla sfilata dei tanti capetti della coalizione che dovrebbe scacciare il Berlusca e i suoi accoliti...
Ben lungi dal fare un auspicabile "fronte comune" (come in tutte le competizioni che si rispettano dalla briscola alla guerra mondiale..) i leaders di CS giocano a chi ce l'ha più lungo col bel risultato di averlo alla fine più corto, che disastro !!!!!

Fassino: educato e per bene è tuttavia inesistente e privo di carisma politico e oscilla quotidianamente su qualsiasi questione...
Prodi: dovrebbe essere la carta vincente ma basta che si assenti per un giorno e gli altri se lo dimenticano pari pari e si scannano su cavolate prive di senso...
Rutelli: vorrebbe essere il numero uno ma non riesce a fare stare zitta nemmeno la moglie (ed è un male), un giorno è cattolico e un giorno è iracondo....
Diliberto: il suo maggiore divertimento è sfasciare con dichiarazioni assurde ogni tentativo di collante fra i diversi target della coalizione opponente
Bertinotti: dire che balla solo è un complimento, egli odia non essere l'unico e si aggrappa ad ogni questione per fare la mosca cocchiera....ma piace tanto ai coerenti e alle destre (chissà come mai ???).
Mastella:un giorno si e un giorno si..minaccia di andarsene (e c'ha pure i voti !!!).
Boselli: suo il deprecabile dictat a Di Pietro della serie già siamo tanti spezziamoci pure e tutto perche a suo tempo mise dentro i socialisti ladri (che sono finiti tutti di là...). Chissà che colpa sarà poi......mah ???
Gli ex DC devono ricorrere a uno Scalfaro in stato di grazia per scaldare la platea e infine che dire dei vari Moretti e altri girotondini intellectual ???.
Il primo si adombra stizzoso con Amato(uno dei pochi che conserva isieme al mito D'Alema un pò di cervello..) e gli altri manco sanno dove si prende la metropolitana rinchiusi nei loro scranni agrituristici davanti al caminetto radical-chic !!!!
Insomma andiam bene...probabilmente il Polo perderà le prossime elezioni ma questo avverrà, come sempre in Italia, sol per demerito degli sconfitti e non certo per merito di questi inconcludenti signori, altro che triciclo...a zappare la terra li manderei... INCAPACI E SUPPONENTI !!!!!
Fine dello sfogo e buon Ulivo a tutti !!!!
___________________________________

L'ignorante parla a vanvera, l'intelligente parla al momento opportuno, il saggio parla solo se è interpellato, il fesso parla sempre!
Flying Luka non è collegato  
Vecchio 24-05-2005, 11.27.43   #210
Gigi75
Gold Member
Top Poster
 
L'avatar di Gigi75
 
Registrato: 03-12-2001
Loc.: Bari
Messaggi: 7.369
Gigi75 promette bene
Sono d'accordo con la conclusione (il Polo perderà le prossime elezioni ma questo avverrà, come sempre in Italia, sol per demerito degli sconfitti e non certo per merito di questi inconcludenti signori), anche se ciò certo non mi rende felice. Preferirei un governo che non mi rispecchia a pieno ma cmq capace di risultati positivi in qualche campo.

Su Diliberto&Bertinotti invece non sono d'accordo. Magari la sinistra fosse tutta così
___________________________________

.:. R.U.T.T.A. Motoclub Bari: Il Forum .:.
Gigi75 non è collegato  
Chiudi discussione


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 ospiti)
 
Strumenti discussione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is ON
Gli smilies sono ON
[IMG] è ON
Il codice HTML è OFF

Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
AutoPatcher XP SP2 Ott Gervy Archivio News Software 31 11-11-2006 15.01.56
Politica & co.: full throttle! [Parte III Lo sprint pre-elettorale] Flying Luka Chiacchiere in libertà 684 08-04-2006 00.09.45
Politica & co.: full throttle! [Parte II] Flying Luka Chiacchiere in libertà 1917 30-03-2006 17.12.53
Quanto conta la politica nella vostra vita? Nothatkind Chiacchiere in libertà 12 06-06-2004 23.14.40
Forum, Religione e Politica... Skorpios Chiacchiere in libertà 42 29-09-2003 03.18.51

Orario GMT +2. Ora sono le: 16.09.45.


E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica.
Copyright © 1999-2017 Edizioni Master S.p.A. p.iva: 02105820787 • Tutti i diritti sono riservati
L'editore NON si assume nessuna responsabilità dei contenuti pubblicati sul forum in quanto redatti direttamente dagli utenti.
Questi ultimi sono responsabili dei contenuti da loro riportati nelle discussioni del forum
Powered by vBulletin - 2010 Copyright © Jelsoft Enterprises Limited.