Telefonino.net network
 
| HOMEPAGE | INDICE FORUM | REGOLAMENTO | ::. NEI PREFERITI .:: | RSS Forum | RSS News | NEWS web | NEWS software |
| PUBBLICITA' | | ARTICOLI | WIN XP | VISTA | WIN 7 | REGISTRI | SOFTWARE | MANUALI | RECENSIONI | LINUX | HUMOR | HARDWARE | DOWNLOAD | | CERCA nel FORUM » |

Torna indietro   WinTricks Forum > Off Topic > Chiacchiere in libertà

Notices

Rispondi
 
Strumenti discussione
Vecchio 25-05-2005, 14.38.29   #16
infinitopiuuno
Junior Member
 
L'avatar di infinitopiuuno
 
Registrato: 21-09-2004
Loc.: La parte soleggiata della terra
Messaggi: 160
infinitopiuuno promette bene
..
___________________________________

Wt sta morendo.....
infinitopiuuno non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 01-06-2005, 09.44.32   #17
handyman
Sarunashi
 
L'avatar di handyman
 
Registrato: 20-08-2003
Loc.: Napoli
Messaggi: 2.385
handyman promette bene
MONSANTO: NON PREOCCUPANTI LE DIFFERENZE DI RENE E SANGUE DEI TOPI ALIMENTATI CON OGM

Monsanto ha dichiarato prive di fondamento le notizie circolate in Europa su una ricerca interna delle società che avrebbe scoperto influenze sulla salute dei topi alimentati con il mangime a base di mais geneticamente modificato dalla società.


Le notizie riguardavano un genere di mais che è stato geneticamente modificato per rendere la pianta immune da un parassita. Lo studio della Monsanto ha scoperto che i topi nutriti con il mais ogm avevano reni più piccoli e diversa composizione del sangue rispetto agli altri topi.


Ma la Monsanto ha detto che la ricerca, che ha diffuso l'allarme tra alcuni scienziati europei e alcuni funzionari di governo, non mostra alcuna prova di pericoli nascosti nella loro tecnologia. Lo studio riflette solo differenze irrilevanti nella grandezza dei reni e nella composizione del sangue tra gli animali usati, ha riferito la società.


"Non è una questione di salute e sicurezza", ha detto Chris Horner, portavoce della Monsanto.
La Monsanto, con sede a St. Louis nel Missouri, è il leader mondiale nello sviluppo di mais, soia, cotone e colza geneticamente modificati. La tecnologia della società permette alle piante di diventare resistenti agli insetti e agli erbicidi. Gli agricoltori americani hanno accolto in gran parte l'uso di questa tecnologia in particolare per la soia. Ma altri paesi, specie nell'Unione europea, sono restii ad approvare l'introduzione di questi prodotti a causa delle incertezze sugli effetti su animali e umani delle modifiche genetiche.

-------------------------------------------------------

Una replica che non convince

Un rapporto segreto della multinazionale rivela che il mais modificato Mon 863 fa male. Ma l'azienda non ci sta: Rispettate le norme, anche l'Europa dice che i rischi sono improbabili. Ambientalisti e politici chiedono più trasparenza


La Monsanto finisce nell’occhio del ciclone per lo scoop del quotidiano inglese The indipendent. Ma non si scompone.
Nessun problema se la ricerca – commissionata dalla stessa multinazionale e finora tenuta “nel cassetto” – che ha dimostrato che i topi da laboratorio nutriti con il mais geneticamente modificato (il Mon 863) hanno sviluppato

reni più piccoli, gravi anomalie fisiche e una diversa composizione del sangue. Monsanto sostiene di avere ottemperato a tutte le richieste normative dell’Unione europea e di avere avuto un sostanziale “ok” da parte dell’Efsa (Agenzia per la sicurezza alimentare europea) che «ha ribadito la sicurezza del prodotto». E tanto basta. Non è evidentemente ritenuto opportuno chiarire il perché della segretezza del dossier.

Come sottolinea Greenpeace: «È da settembre - denuncia il responsabile campagna ogm Federica Ferrario - che chiediamo a Monsanto di pubblicare quel rapporto. Ma Monsanto si è appellata alla Corte per impedirlo. Con la formula “Confidential business information” Monsanto si è riservata di secretare parti importanti del rapporto». E come ribadisce Legambiente quando, con il suo presidente Roberto della Seta, ricorda che quello della Monsanto non è il primo «tentativo di oscurantismo sulle conseguenze del trattamento di ogm, oscurantismo spinto da squallidi interessi economici». Il riferimento è al ’92 quando l’Fda, l'Ente governativo che tutela i consumatori americani, ignorò le obiezioni di alcuni dei suoi scienziati.

Accerchiata da esponenti politici di ogni schieramento, da Bonatesta di An, a Realacci della Margherita, dalla Sentinelli del Prc fino a Pecoraro Scanio dei Verdi, la Monsanto, ieri, ha riferito il giudizio dell’agenzia: «È improbabile – avrebbe sostenuto l’Efsa - che la commercializzazione del mais Mon 863 possa avere effetti avversi sulla salute umana e animale o sull’ambiente nel contesto dell’uso proposto». E ripercorre tutto l’iter, dal luglio 2002 quando chiese all’Ue di approvare la richiesta di importazione del mais come mangime e prodotto alimentare e scelse la Germania come Paese per la sperimentazione, all’aprile 2004 quando l’Efsa, «ha adottato parere favorevole». Fino all’ottobre scorso quando «a seguito di nuova documentazione tossicologica sui ratti presentata dalla Germania, l’Efsa ha ribadito che – così ancora la Monsanto - non sono state presentate evidenze che possano cambiare le conclusioni già raggiunte dalla Commissione ogm nel 2004».

Una controffensiva che finisce ribadendo che Mon 863 «è autorizzato per la coltivazione negli Stati Uniti e in Canada. È stato inoltre autorizzato per l’importazione come mangime o alimento dalle autorità normative competenti in Russia, Cina, Giappone, Corea, Filippine, Taiwan, Messico».
E adesso potrebbe toccare all’Europa. Dalla quale i cittadini, come denuncia Greenpeace, si attendono risposte: «La Commissione europea e l’Efsa, che approvano a occhi chiusi gli ogm, hanno molto di cui rendere conto».

http://www.greenplanet.net/Articolo9618.html



Non c'è da preoccuparsi per le malformazioni ai reni e al sangue,in fondo i topi sono ancora vivi...
___________________________________

Io sono parte nopeo e parte napoletano
handyman non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 29-11-2005, 03.32.49   #18
afterhours
Guest
 
Messaggi: n/a
Un esperimento pluriennnale con piselli modificati geneticamente è stato interrotto in Australia per motivi di sicurezza.
I topi che si sono nutriti di questi legumi hanno infatti contratto una malattia ai polmoni.
Secondo Thomas Higgins, vicedirettore dell'istituto di ricerca statale CSIRO, la reazione dei roditori è dovuta probabilmente alla mutazione di una proteina e potrebbe avvenire anche nell'uomo.

La Commonwealth Scientific and Industrial Research Organisation (CSIRO) era riuscita a creare nel sud dell'Australia un campo di piante di piselli resistenti praticamente al 100% alle infestazioni da parte degli insetti.
Quello che in un primo tempo sembrava un successo per un progetto costato milioni di dollari e dalla durata di 10 anni ha dovuto però essere bruscamente interrotto quando in un test i piselli sono stati dati da mangiare ai topi: gli animali hanno sviluppato un'infiammazione ai polmoni.

"La reazione dei topi alla proteina potrebbe rispecchiare quanto potrebbe avvenire nel corpo degli esseri umani", ha spiegato Higgins all'emittente ABC.
"Non abbiamo una prova che ciò avvenga, ma esiste la possibilità che si verifichi", ha aggiunto il ricercatore statale commentando i risultati dello studio pubblicato sul "Journal of Agricultural and Food Chemistry".

L'allarme ha imposto l'immediato stop al progetto e i ricercatori stanno ora pensando a distruggere tutti i piselli.


Non si capisce chi li voglia i prodotti OGM. Nessuno è in grado di dirci se produrranno degli effetti a medio termine sul nostro organismo.

Ieri il 55,7% degli svizzeri ha detto no in un referendum agli OGM per i prossimi cinque anni e sarà la prima nazione a esportare prodotti con la dicitura “OGM free”.

I dipendenti degli svizzeri (il governo) erano contrari al referendum e favorevoli all’OGM.

In Italia ci sono 250 campi in cui si coltivano prodotti OGM con mais geneticamente modificato delle aziende Agrevo, Monsanto, Pioneeer e Syngenta.

Non credo che ci sia un solo italiano sano di mente che non desideri chiudere questi campi e mandare a casa le aziende OGM.

Rendiamo pan per focaccia alla Svizzera: importiamo fette biscottate “OGM free” e esportiamo i nostri dipendenti al governo geneticamente modificati.



Postato da Beppe Grillo
  Rispondi citando
Vecchio 29-11-2005, 09.10.59   #19
infinitopiuuno
Junior Member
 
L'avatar di infinitopiuuno
 
Registrato: 21-09-2004
Loc.: La parte soleggiata della terra
Messaggi: 160
infinitopiuuno promette bene
Mah...gli americani sono anni che mangiano gli alimenti OGM e stanno benone.
___________________________________

Wt sta morendo.....
infinitopiuuno non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 29-11-2005, 09.37.34   #20
Flying Luka
Gold Member
Top Poster
 
L'avatar di Flying Luka
 
Registrato: 23-07-2001
Loc.: Lodi
Messaggi: 5.651
Flying Luka è nella strada per il successo
Quota:
Originariamente inviato da infinitopiuuno
Mah...gli americani sono anni che mangiano gli alimenti OGM e stanno benone.
Infatti!
A sentire l'opinione di Umberto Tirelli, noto oncologo e decisamente più competentente in materia di Beppe Grillo, pare che gli OGM non siano tossici. Opinione avallata dall' Organizzazione Mondiale della Sanità e dalla F.A.O.

Vi posto cmq l'articolo. Penso valga la pena leggerlo, affinchè ognuno possa trarre le proprie conclusioni e non abbandonarsi a facili allarmismi da "blog".

Non c' e' alcun grado di tossicita' negli Ogm vegetali oggi in commercio e c' e',invece, un grande rilievo che gli Ogm vanno assumendo sul fronte della salute pubblica'': lo ha detto l' oncologo Umberto Tirelli, primario del Centro di Riferimento Oncologico (Cro) di Aviano (Pordenone). ''Tutte le sperimentazioni e i controlli fatti dagli organismi internazionali, comprese l' Organizzazione Mondiale della Sanita' e la Fao - ha spiegato Tirelli - confermano che non c' e' alcun grado di tossicita' negli Ogm vegetali in commercio. Negli Stati Uniti, dove gli Ogm sono usati da diversi anni, non si e' riscontrata alcuna malattia nei consumatori nuova rispetto all' Europa, dove invece gli Ogm non sono presenti. Tutti gli alimenti che noi abitualmente abbiamo nella nostra dieta - ha aggiunto Tirelli - sono il risultato di secoli di selezioni, incroci, ibridizzazioni compiute su animali e piante. Sono esattamente gli stessi fenomeni cui danno luogo gli OGM, solo che in quel caso sono avvenuti naturalmente. Oggi la biotecnologia riesce solo a fare in maniera molto piu' corretta e molto piu' efficace quello che naturalmente e' un processo avvenuto nei secoli. Questa e' la realta' delle cose''. Tirelli ha voluto anche correggere l' idea, presente nella convinzione comune, che ''siccome gli Ogm ci propongono sostanze con Dna e proteine estranee, se noi le introduciamo nel nostro organismo, possono farci male. Assolutamente no - ha detto l' oncologo - anche nella carne, nella frutta, nella verdura cosiddetta 'normale' ci sono delle proteine estranee, ma che noi non assumiamo. Se noi mangiamo un piatto d' insalata, non e' che diventiamo verdi. C' e' tutta una serie di proteine estranee al nostro organismo, che noi ingeriamo comunemente, ma che siamo benissimo in grado di non assumere. L' uomo - ha precisato - e' proprio un esempio di organismo modificato geneticamente, naturalmente. Se noi mettiamo a confronto quello che siamo oggi con l' uomo di tre secoli fa o di mille anni fa, vediamo che si tratta di organismi diversi. Infatti se noi discendiamo dalla scimmia, dallo scimpanze', alla fine ci sara' pur qualche modifica genetica che e' intervenuta''. Tirelli ha ricordato anche le indagini fatte sugli OGM, senza alcun esito negativo, in tema di allergie e che ''non solo gli Stati Uniti, ma tutto il Canada, tutto il Brasile, tutta l' India, tutta la Cina stanno gia' usando gli ogm da tempo e in nessuno di questi Paesi c' e' stata l' evidenza di malattie o altro. In Cina, anzi, gli OGM stanno svolgendo un' importante funzione, secondo Tirelli, sul fronte della salute pubblica''. ''Tutta la Cina - ha osservato l' oncologo - sta mangiando OGM. Il livello di betacarotene, che e' un precursore della vitamina A, e' stato cosi' portato a livelli accettabili. Prima,nella dieta dei cinesi il betacarotene era carente. Tramite gli OGM si puo' arricchire il cibo, il riso, con vitamine che alle persone mancano. Con un altro progetto che sta per essere messo in atto, si cerchera' di arricchire il riso di ferro''. Tirelli ha concluso parlando del pesce. ''Quando si introduce in una pianta un pezzo di Dna, cioe' un gene che viene preso, ad esempio, da un pesce - ha detto - non e' che si inserisce il pesce nella pianta. Il Dna viene tolto dal pesce ma, dopo, non ha piu' le caratteristiche del pesce, perche' quello che si usa e' la proteina che quel Dna produce e che non trasmette al nuovo organismo le caratteristiche del vecchio''.
Flying Luka non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 29-11-2005, 09.48.32   #21
Ghandalf
Gold Member
Top Poster
 
L'avatar di Ghandalf
 
Registrato: 31-05-2001
Loc.: Palemmo
Messaggi: 5.849
Ghandalf promette bene
Sui risultati con le cavie sono sempre un po' scettico, soprattutto per i toni allarmistici con cui il problema viene affrontato.
Sono dell'idea che i rischi siano molto più sul versante naturale che sul versante umano.

Poi ovviamete OGM come onde elettromagnetiche, come effetto serra, come buco nell'ozono.

E' bene parlarne ma nei termini corretti.
___________________________________

Il primo e-commerce informatico italiano
Ghandalf non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 29-11-2005, 11.40.18   #22
afterhours
Guest
 
Messaggi: n/a
Quota:
Originariamente inviato da infinitopiuuno
Mah...gli americani sono anni che mangiano gli alimenti OGM e stanno benone.

prendere gli americani come esempio di corretta alimentazione mi sembra un tantino azzardato visto che non sanno mangiare e che hanno una percentuale di obesi impressionante.

Beppe Grillo sarà un incompetente ma il suo articolo è scritto in base al commento di Thomas Higgins, vicedirettore dell'istituto di ricerca statale CSIRO sui dati apparsi sul Journal of Agricultural and Food Chemistry".
  Rispondi citando
Rispondi


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 ospiti)
 
Strumenti discussione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is ON
Gli smilies sono ON
[IMG] è ON
Il codice HTML è OFF

Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Le barzellette più assurde che conoscete [2] TyDany Chiacchiere in libertà 2011 03-03-2008 09.25.16
[WIN2000Server] Come sapere se il sistema "si è spento di brutto" gutguy Windows 7/Vista/XP/ 2003 1 04-09-2006 14.10.19
WT - OT News Giorgius Chiacchiere in libertà 1591 01-01-2006 11.43.02
Curiosità: topi anti-mine TwoFace Chiacchiere in libertà 4 21-05-2004 01.37.12
"sì - sì tutti - no - annulla"... Ma "No tutti"??? exion Windows 7/Vista/XP/ 2003 6 22-10-2003 11.01.28

Orario GMT +2. Ora sono le: 01.34.12.


E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica.
Copyright © 1999-2017 Edizioni Master S.p.A. p.iva: 02105820787 • Tutti i diritti sono riservati
L'editore NON si assume nessuna responsabilità dei contenuti pubblicati sul forum in quanto redatti direttamente dagli utenti.
Questi ultimi sono responsabili dei contenuti da loro riportati nelle discussioni del forum
Powered by vBulletin - 2010 Copyright © Jelsoft Enterprises Limited.