Telefonino.net network
 
| HOMEPAGE | INDICE FORUM | REGOLAMENTO | ::. NEI PREFERITI .:: | RSS Forum | RSS News | NEWS web | NEWS software |
| PUBBLICITA' | | ARTICOLI | WIN XP | VISTA | WIN 7 | REGISTRI | SOFTWARE | MANUALI | RECENSIONI | LINUX | HUMOR | HARDWARE | DOWNLOAD | | CERCA nel FORUM » |

Torna indietro   WinTricks Forum > WinTricks > News dal WEB

Notices

Rispondi
 
Strumenti discussione
Vecchio 27-04-2010, 11.48.16   #1
wintricks.staff
Hero Member
 
Registrato: 04-04-2000
Loc.: TriVeneto, Italia
Messaggi: 605
wintricks.staff promette bene
4 Milioni di Italiani dipendenti da..


Lo dichiara l'ADUC: quasi 4 milioni di italiani sono dipendenti da sesso, gioco e lavoro. E come ciliegina sulla torta, uno studente su 3 e' dipendente dal telefonino. E' quanto fatto emergere dalla S.I.I.Pa.C, la Societa' italiana intervento patologie compulsive, che si occupa di guarire gli italiani da queste nuove 'addictions'.

Si tratta di vere dipendenze (addictions), alla stregua di quelle più classiche dipendenza da droga e alcol. Il lavoro e il sesso sono quelle più diffuse tra gli italiani (il 6%), ma la dipendenza che più preoccupa è quella del gioco (ne e' colpita il 3% della popolazione). Ma come gioco non si intende solo quello d'azzardo. "Si va dal gioco on line - spiega la Dr.ssa Maione responsabile della sede S.I.I.Pa.C di Roma - al 'gratta e vinci' che e' vietato ai minori ma questo viene chiarito poco". I giovanissimi, tra l'altro, non esitano a fare scommesse in denaro. Le donne, spiega ancora la Maione, "puntano più su giochi come il lotto, il bingo e le slot machine". Il risultato e' sempre lo stesso: "Un danno economico - ma molto spesso anche una vita rovinata: il gioco, cosi' come il sesso, influisce al punto da far perdere gli affetti e anche il lavoro".

D'altro canto esistono tipologie di dipendenza tipicamente maschili, quali la cosiddetta 'sex addiction': ad avere questo problema, quindi, non sono solo i vip famosi da Tiger Woods a Michael Douglas (entrambi ricoverati in cliniche ad hoc), ma anche persone normalissime che frequentiamo ogni giorno. L'esperta spiega: "Da una ricerca fatta da un'equipe di sessuologi su un campione d'eta' compreso tra i 20 e i 45 anni, il 6% e' risultato dipendente dal sesso. In questo caso e' la persona malata che si rivolge a noi perche' ha un forte danno economico, considerando le cifre spese per prostitute e trans. Ma anche perche' queste persone sono cosi' ossessionate dal sesso da non riuscire a dedicarsi ad altro: cosi' perdono la moglie e anche il lavoro; e' esattamente come per la dipendenza dalla droga.

Nel caso della dipendenza dal gioco invece - prosegue la psicologa - sono i familiari a cercare un aiuto". In Italia, l'unica comunità di questo tipo, ha sede a Bolzano: e da quanto se ne sa, il centro e' sempre pieno. Il programma prevede 3 mesi di astinenza e giornate impegnate ora per ora.
Stesse percentuali per la dipendenza da lavoro, una patologia squisitamente maschile: "In Italia e' colpito il 6% e le categorie più a rischio sono i manager e i giornalisti. A livello mondiale l'8% e' risultato patologico e la graduatoria vede Usa al primo posto, a seguire Giappone e Israele".

Tra le nuove dipendenze , forse la più scontata è quella da telefonino: Ad esserne colpito e' il 34,6% della popolazione in gran parte studenti nella fascia d'eta' compresa tra i 14 e i 21 anni.
"Da una ricerca - spiega la Maione - condotta su 424 studenti si evince un dato allarmante che afferma che il 34,6% degli studenti non può fare a meno del cellulare".
Cosa significa? "Significa che c'è chi non spegne mai il telefonino e manda 300 sms al giorno. Solo il 5,8% utilizza il cellulare in maniera corretta ovvero per fare telefonate, e spegnendolo all'occorrenza".
wintricks.staff non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 27-04-2010, 14.59.13   #2
rondix
Hero Member
 
L'avatar di rondix
 
Registrato: 20-03-2005
Loc.: Corsico
Messaggi: 1.321
rondix promette bene
Ci fu' un signore che disse: La religione, oppio dei popoli. Io parafraserei questo detto con "Telefonini, internet, elettronica di consumo, oppio dei popoli. Li chiamerei anche: "surrogati della felicita'"..... Un modestissimo mio parere in poche frasi buttato li' Mi auguro che su un argomento del genere si possa aprire un dibattito interessante ........
rondix non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 27-04-2010, 15.04.15   #3
TheGynius
Senior Member
 
L'avatar di TheGynius
 
Registrato: 20-09-2001
Loc.: Catania
Messaggi: 355
TheGynius promette bene
Ci sta bene scomodare Marx per ateismo e anti-consumismo, ma penso che il vero problema sia l'atteggiamento del singolo individuo verso degli strumenti (fisici e metafisici) che - utilizzati appropriatamente - portano, se non la felicità, almeno un po' di sano svago.
L'abuso fa male. Quasi sempre.
___________________________________

Gyo
NessunLuogo.net
TheGynius non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 27-04-2010, 15.49.46   #4
Wanu
Senior Member
 
Registrato: 28-09-2009
Messaggi: 365
Wanu promette bene
Quota:
Inviato da Rondix
Ci fu' un signore che disse: La religione, oppio dei popoli. Io parafraserei questo detto con "Telefonini, internet, elettronica di consumo, oppio dei popoli. Li chiamerei anche: "surrogati della felicita'"..... Un modestissimo mio parere in poche frasi buttato li' Mi auguro che su un argomento del genere si possa aprire un dibattito interessante ........

Quota:
Inviato da TheGynius
Ci sta bene scomodare Marx per ateismo e anti-consumismo, ma penso che il vero problema sia l'atteggiamento del singolo individuo verso degli strumenti (fisici e metafisici) che - utilizzati appropriatamente - portano, se non la felicità, almeno un po' di sano svago.
L'abuso fa male. Quasi sempre.
Beh dite 2 cose che non sono in antitesi... ma si completano... anche per la religione/politica l'eccesso fa male...
Comunque a mio avviso dovrebbero fare l'analisi sulla dipendenza da STATISTICHE... Ma non possono trovarsi un lavoro vero tutti questi che fanno statistiche... sempre più assurde poi...
Ma checcavolo...
Il 34% dei ragazzi dipende dal telefonino? SERVIVA UNA STATISTICA PER SCOPRIRLO ?!?! Che cacchio ... un bel vivi e lascia vivere? Se sti ragazzi che dipendono dal cell non stuprano e non uccidono... ben venga... Quando leggo ste cagate... mi chiedo perchè nessuno si preoccupa mai della dipendenza da ALCOOL E DA DROGA... ma si preoccupano del manager che ha dipendenza da lavoro...
Le campagne per le nuove generazioni non sono "A CHE SERVE BERE PER DIVERTIRSI?!?... o SI PUO' BERE ANCHE SENZA PIEGARSI IN 2..." ma invece dicono : "ESCI IN 5? Uno a turno può NON BERE!!!" ... e senti le mamme dire : "A NEL POSTO X TROPPO FIGO SE ESCONO E SI DISFANO UBRIACHI FRADICI... POI TORNANO IN TAXI O DORMONO LI'... NON COME QUI CHE GUIDANO !!!" ... MA CHECCAVOLO... CHE SIA ANOMALO DOVERSI PIEGARE IN 2 PER FORZA QUALCUNO LO VUOLE DIRE o CONTINUIAMO A PRENDERCI PER I FONDELLI?!?
Wanu non è collegato   Rispondi citando
Vecchio 27-04-2010, 16.07.20   #5
sgarragagarru
Hero Member
 
L'avatar di sgarragagarru
 
Registrato: 12-07-2001
Loc.: Bologna
Messaggi: 775
sgarragagarru promette bene
Su sesso e gioco sono dipendente, sul lavoro ci devo pensare.
___________________________________

Se qualcosa può andar male...
lo farà.
I° legge di Murphy
sgarragagarru non è collegato   Rispondi citando
Rispondi


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 ospiti)
 
Strumenti discussione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is ON
Gli smilies sono ON
[IMG] è ON
Il codice HTML è OFF

Vai al forum

Orario GMT +2. Ora sono le: 06.56.11.


E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica.
Copyright © 1999-2017 Edizioni Master S.p.A. p.iva: 02105820787 • Tutti i diritti sono riservati
L'editore NON si assume nessuna responsabilità dei contenuti pubblicati sul forum in quanto redatti direttamente dagli utenti.
Questi ultimi sono responsabili dei contenuti da loro riportati nelle discussioni del forum
Powered by vBulletin - 2010 Copyright © Jelsoft Enterprises Limited.