Visualizza messaggio singolo
Vecchio 26-04-2005, 20.39.45   #101
exion
Guest
 
Messaggi: n/a
Quota:
Originariamente inviato da Flying Luka
Mi sembra che vi dimentichiate costantemente che le truppe italiane non sono in Iraq a combattere...ovvero, come è riportato sul sito del Ministero Degli Affari Esteri:

La Missione italiana in Iraq è stata istituita con la Legge 219 del 1 agosto 2003, che assegna precise funzioni al nostro contingente, fra cui quello di concorrere, con gli altri Paesi della Coalizione, a garantire le condizioni di sicurezza e stabilità necessarie a consentire l'afflusso e la distribuzione degli aiuti umanitari e contribuire, con capacità specifiche, alla condotta delle attività di intervento più urgenti per il ripristino delle infrastrutture e dei servizi essenziali. Con l'assunzione della piena responsabilità da parte del Governo Interinale Iracheno, dopo il 28 giugno 2004, l'attività del Contingente italiano ha peraltro acquisito spiccata connotazione di supporto alle Autorità locali.

No ok... però comunque sono su un terreno militarmente gestito dagli americani, che teoricamente dovrebbero coprire le azioni italiane, non spararci contro.

A maggior ragione, essendo gli italiani non coinvolti attivamente in azioni di guerra per loro scelta, ma al contrario vittima del fuoco degli alleati, alleati che per giunta non sono nemmeno disposto a riconoscere l'errore ma anzi accusano l'Italia di incuria, bisognerebbe allora prendere atto che l'Iraq è ormai una questione privata tra americani, iracheni, iraniani e siriani. Tutti gli altri.... Fuori!