Visualizza messaggio singolo
Vecchio 13-01-2006, 02.10.40   #13
exion
Guest
 
Messaggi: n/a
Quota:
Originariamente inviato da Flying Luka
...un po' come gli elettori di destra che vengono chiamati fascisti... se non peggio.
Il discorso è lo stesso.
Appunto...

Quando l'ho fatto io provocatoriamente qualche mese fa, nessuno giustamente mi ha veramente preso sul serio perché è un modo di affrontare il discorso grottesco. E il gioco durò poco perché, purtroppo, io non ho alle spalle un presidente del consiglio che un giorno sì e l'altro pure, denigra i suoi avversari conservartori e democratici chiamandoli fascisti.

Allora facciamo che la smettiamo TUTTI con questi toni da guerra fredda che durano da mesi, da cosacchi che abbeverano i cavalli in San Pietro, e ricominciamo a parlare seriamente come abbiamo dimostrato di saper fare in passato, prima che la "berluscomania" ci infettasse tutti.

Francamente sono stufo perché le ho provate tutte per cercare di ottenere scambi di vedute che uscissero dall'impasse del "a sinistra tutti comunisti, a destra tutti ladri e mascalzoni". Ho provato il ragionamento argomentato, ho provato il ragionamento condiviso partendo dal punto di vista di chi la pensa in modo opposto a me, ho provato l'iperbole, ho provato il paradosso, la provocazione, l'imitazione, l'ironia... Tutto... Le risposte finiscono sempre per essere le solite recriminazioni contro i crimini dei comunisti. Sono rimasti solo due utenti e mezzo con cui riesco ad avere un minimo di scambio di vedute costruttivo, perché tanto da tutti gli altri conosco già in partenza la risposta ai miei thread e so già che si tratta sistematicamente di una chiusura totale a qualsivoglia forma di dialogo.

Ho sempre la costante sensazione che per certi utenti sono solo l'"amico dei comunisti", così come in altre situazioni sono stato etichettato "amico degli islamisti", e che tolta questa etichetta, grottesca e totalmente falsa, non ci sia altro da dire perché tanto tutto viene ricondotto a quello, costantemente.

Persino su post palesemente e parossisticamente ironici come l'esproprio proletario da parte di Prodi, ottengo in risposta un serissimo "lo farebbe se potesse!". Come prendere alla lettere e serissimamente una barzelletta sui carabinieri e rimproverare severamente chi la racconta. Grottesco appunto, e molto difficile per il proseguio del thread, perché significa che ci sono utenti che non solo hanno punti di vista diversi, ma proprio metodologie di dialogo su piani diversi, e quindi inconciliabili.

A volte mi sorprendo a desiderare che certi utenti non leggano e soprattutto non rispondano ai miei post in questo thread. Quindi, ovvia conseguenza, mi chiedo che cavolo ci sto a fare a scriverne ancora.