Visualizza messaggio singolo
Vecchio 17-02-2012, 16.52.33   #4
LoryOne
Gold Member
WT Expert
 
Registrato: 09-01-2002
Loc.: None of your business
Messaggi: 5.503
LoryOne è un gioiello raroLoryOne è un gioiello raroLoryOne è un gioiello raro
Ricezione delle radioaudizioni significa che vorranno che noi dovremo pagare l'autoradio se impostata per ricevere trasmissioni RAI, ma anche la comune radio.
Se devi pagare il canone per la TV anche tenendola spenta e solo perchè possiedi il televisore, lo stesso si può dire per chi possiede il PC, ci lavora, ci gioca, ma non lo utilizza per guardare la TV in streaming. Non ci vuole molto a fare 1+1.
Ormai al mondo si vive di offerte indipendentemente dalla domanda e se l'offerta non è gradita (domanda=0) paghi lo stesso solo perchè quell'offerta esiste. La TV, infatti, la vedi via etere e via internet. La radio, se vuoi, l'ascolti pure sul PC.
Allora ti chiedi: In quei 112,50 Euro non è ricompreso anche lo streaming internet ? E' facile che in futuro pagherai un'altra tassa o ti continuerà ad aumentare quella che già paghi.
Lo streaming è sia audio sia video, quindi paghi l'infrastruttura che produce il segnale.
Basta che il segnale sia prodotto perchè si crei l'apparato ricevente.
Basta che il segnale sia prodotto in modi differenti perchè esistano differenti tasse per usufruirne o che aumentino quelle che già esistono. E' un circolo vizioso dal quale ne potresti uscire solo se producessi te stesso quello di cui usufruiresti. D'altronde, se producessi per gli altri, da questi altri non ti faresti pagare ?
Se un servizio diventa pubblico è il pubblico a doverlo sostenere, anche se non ne fa uso perchè durante la vita capiterà almeno una volta che lo usi. Quell'unica volta basta per tutte le altre. In quei 112,50 Euro mi sono pagato pure il Festival che neanche guardo: Se lo facessi sapere alla RAI mi direbbero "Perchè non lo guarda ? L'ha pagato !!!"
LoryOne non è collegato   Rispondi citando