Discussione: Spettacolo!!!
Visualizza messaggio singolo
Vecchio 24-01-2009, 00.30.48   #55
ottobre_rosso
Comm. Ramius
 
L'avatar di ottobre_rosso
 
Registrato: 09-01-2006
Loc.: La patria della cassoeula!!!
Messaggi: 1.164
ottobre_rosso promette bene
Pikes Peak International Hillclimb

Guardate un pò cosa ho trovato...

Pikes Peak International Hillclimb è una cronoscalata automobilistica il cui tracciato si snoda lungo le pendici delle Montagne Rocciose nello Stato del Colorado (USA).

La corsa, che si tiene annualmente a partire dal 1916, ha il punto di partenza a 2.900m di altitudine e si sviluppa per un totale di 19.96 Km, articolati da 157 tra curve e tornanti; un dislivello di 1.400m con pendenza media del 7% e punte massime del 10.5%, pongono il traguardo a quota 4.300m (per questo viene anche chiamata “Corsa degli Angeli” o “Gara per le nuvole”). La carreggiata presenta la particolarità, unica nel suo genere, di essere in parte asfaltata e in parte sterrata. Altra peculiarità è la totale mancanza di guard-rail o di qualunque altro tipo di protezione lungo tutto il percorso per cui i partecipanti si trovano a correre rasentando incredibili precipizi.
Immagine del percorso

Alla competizione, che per gli americani rappresenta una classicissima oggetto di vero culto, possono partecipare mezzi a due e quattro ruote. Il regolamento tecnico ha una sua tipicità che non trova riscontro con regole internazionali; si vedono quindi partecipazioni di auto di ogni genere: da quelle di formula appositamente gommate, ai quad, dagli autocarri a veri e propri prototipi appositamente costruiti.

Con uno di questi il sessantenne giapponese Nobuhiro Tajima ha stabilito, nell’edizione del 2007 il record della gara fermando il cronometro a 10’01”408 e stabilendo anche quello della velocità massima raggiunta: 205km/h.

A partire dalla seconda metà degli anni ottanta la gara è stata oggetto d'interesse delle case europee. In particolare dell'Audi che nell'edizione del 1985 partecipò, e vinse, con la Sport Quattro pilotata dalla rallysta francese Michèle Mouton. L'anno successivo la casa degli anelli bissò il successo con alla guida l'asso americano Al Unser jr. Nel 1987 i tedeschi affrontarono la sfida della Peugeot che partecipò con la 405 T16 pilotata da Ari Vatanen. La Audi con la Sport Quattro S1 pilotata da Walter Röhrl ne uscì nuovamente vittoriosa. Il 1988 è stato, per la Peugeot, l'anno della rivincita piazzando al primo posto, con il tempo di 10’47”22, la 405 T16 pilotata da Ari Vatanen.

fonte






ottobre_rosso non è collegato   Rispondi citando