Visualizza messaggio singolo
Vecchio 04-06-2005, 16.12.37   #760
welcome
Guest
 
Messaggi: n/a
umorismo sul napoletano
TORNARE A CASA
due napoletani,ciro e antonio,dopo aver speso tutti i soldi nella grande milano si ritrovano con il problema di come tornare a casa.decidono allora di separarsi e chiedere l'elemosina per racimolare la cifra necessaria.
si danno appuntamento alla stazione di milano nel giro di un'ora.
i due si ritrovano e ciro chiede ad antonio come gli sia andata.
antonio risponde:<<cir, propio vero:i settentrionali sono gente fredda.pensa un p,mi sono camuffato da povero cieco e mi sono messo a piazza duomo con un cartello"povero cieco ha fame"e nonostante tutto ho racimolato solo 11 euro.a te com' andata?>>.
e ciro:<<ho raccolto tremila euro..>>.
antonio rimane allibito e chiede:<<e come hai fatto?>>.
ciro con molta calma:<<semplice toni,sono rimasto in stazione,ho preso un pezzo di carta e ho scritto:"povero meridionale vuole tornare a casa">>.

INCIDENTE SUL LAVORO

un muratore napoletano sta lavorando in un cantiere a milano.
a 20 metri d'altezza quando perde l'equilibrio e cade.
riesce ad aggrapparsi con una mano,ma tutto il resto del corpo penzola nel vuoto.
essendo l'ora del pranzo non c' nessuno che lo possa aiutare.
si mette allora a pregare:<<san genn,aiutatemi voi!non mi fate morire,tengo moglie e guaglioni!>>.appare la figura di un santo che dice:<<non ti preoccupare molla la presa!>>.
<<san genn,ma voi mi aiutate?>>.<<certo che ti aiuto.molla la presa!>>.
il muratore fidandosi del santo molla la presa,precipita per 20 metri e si sfracella al suolo.a questo punto si squarciano le nuvole e si sente una voce:
<<sant'ambrogio,la piantiamo di fare scherzi stupidi?>>.