Visualizza messaggio singolo
Vecchio 04-02-2018, 10.16.25   #29
LoryOne
Gold Member
WT Expert
 
Registrato: 09-01-2002
Loc.: None of your business
Messaggi: 5.502
LoryOne è un gioiello raroLoryOne è un gioiello raroLoryOne è un gioiello raro
Rif: Meltdown, Spectre e perché Microsoft mi ha convinto a desistere.

Quota:
Inviato da cippico Visualizza messaggio
infatti...
piu' che altro mi interessava riconoscere e non installare aggiornamenti deleteri...

ciaooo a tutti
Quando si parla di Meltdown e Spectre, bisogna fare un distinguo tra quelle che sono le potenzialita' dannose di un malware che le sfrutti e quelle reali e tangibili.
La prima e' un dato di fatto, la seconda necessita che il malware sia installato o che agisca comunqe in locale.
L'attivita' di prevenzione si basa sullo scongiurare le potenzialita' con o senza risultati tangibili d'infezione.
E' cosa risaputa che la colpa di un eventuale danno possa essere imputata sia a chi fornisce un servizio infetto (Cloud, websites, webapps,ecc) sia a chi mette a rischio la propria sicurezza in maniera del tutto autonoma (mail infetta), ma in quale percentuale imputabile all'una o all'altra parte, e' tutto da dimostrare caso per caso.
Se e' vero com' e' vero che non tutti i processori di differenti produttori sono sfruttabili con risultati differenti in base alle differenti varianti del malware, e' altrettanto vero che, indipendentemente dal S.O. installato e dal malware che agisce nel suo contesto, Intel sia il produttore che ha venduto la maggior parte di processori operanti sia su server, sia su client.
Conoscendo le potenzialita' del danno a monte dell'infezione, si deve ponderare in quale ambito il processore incriminato operi e quale sia il carico di lavoro che svolge in quell'ambito, poiche' il calo prestazionale se patchato via software e' un dato di fatto: Se a cio si aggiunge che su quel server e' possibile ospitare il malware e che da quel server puo' essere trasmesso, le criticita' aumentano.
Quindi cippico, tutto dipende da alcuni fattori:
- Che uso ne fai del PC
- Quali conoscenze hai in materia di propagazione dell'infezione e metodologie per scongiurarla
Se lo usi per navigare sul web, o per giocare in rete, o per scrivere lettere/fogli di calcolo e' difficile che noti il rallentamento, ma se lo usassi per attivita' in cui la lettura/scrittura sul disco avvenisse in maniera pesante, allora noteresti il calo prestazionale.
Per quanto attiene le potenzialita' d'infezione, quelle ci sono, ma sono le stesse attribuibili ad un qualsiasi altro malware; Cio che cambia e' il danno
___________________________________

Practice feeds Skill,Skill limits Failure,Failure enhances Security,Security needs Practice
LoryOne non è collegato   Rispondi citando