PDA

Visualizza versione completa : [affetti] certe cose...


dave4mame
28-09-2005, 12.15.48
ho sentito un buon amico che non sentivo da un mesetto circa; dopo il matrimonio (giugno scorso) le occasioni sono un pochino mancate.


va beh, la faccio breve.
si stanno separando.


ecco, a me ste cose... :(

Doomboy
28-09-2005, 12.20.46
Dave, quando è così vuol dire che sono stati avventati ;)

Per questo ritengo che qualche mese di sana e libera convivenza sia un passo FONDAMENTALE prima del matrimoio, perchè due persone non si conoscono mai abbastanza a fondo prima di vivere sotto lo stesso tetto.

Se poi nel caso specifico ciò è avvenuto, forse sono subentrate circostanze impreviste. E' triste, ma succede.

Deep73
28-09-2005, 12.21.01
?????????????????????????????????????????????????? ?????????????????????????????????????????????????? ???????????

interceptor
28-09-2005, 12.31.21
la cosa + grave secondo me è che la separazione sta diventando un evento "normale" :( nel matrimonio, bastano problemi o incomprensioni di poco conto e il matrimonio salta, e ciò mi spaventa per il mio futuro personale dato che di queste situazioni nella mia famiglia non ci sono mai state e la mia visione del matrimonio, dettata dalla situazione in cui ho vissuto, è di un evento che dura tutta la vita!!!!

ergo sarebbe meglio non sposarsi!?

Flying Luka
28-09-2005, 12.31.56
Strano... ma non troppo.

A volte con la convivenza, di norma logica conseguenza del matrimonio, si scoprono aspetti caratteriali non attentamente valutati prima...

Gigi75
28-09-2005, 12.33.51
O trovi una persona per la quale a parola "separazione" si pronuncia solo davanti a situazioni aberranti, oppure spesso la si usa, e si pensa al concetto di separarsi, come un normale "lasciarsi" tra fidanzatini.

Ti puoi mettere d'impegno quanto vuoi, ma le cose o sono simili per entrambi.. oppure...

D'accordissimo sulla convivenza! :)

Doomboy
28-09-2005, 12.34.05
Originariamente inviato da interceptor

ergo sarebbe meglio non sposarsi!?

Guarda, rischiamo di cadere in un vortice: Io per esempio trovo che una serena convivenza sia quanto di meglio, però molti, in particolare molte donne, ritengono che solo il matrimonio sia la "prova" della volontà di stare assieme tutta la vita, questo al di là della religiosità.

Poi i fatti spesso dimostrano che non è così, anche chi si sposa con i migliori auspici di amore eterno alle volte non resiste agli eventi che la vita gli pone innanzi.

Deep73
28-09-2005, 12.38.52
Dovrete trascinarmi a forza di fronte a qualunque altare (sia esso anche solo municipale)!!!!!!! Eheheheh.

Cmq. è noto che dopo una certa età le donne vanno come in una specie di fissa di volersi sposare... e questo IMHO provoca sbagli grossolani che poi portano alla rottura del rapporto.

dave4mame
28-09-2005, 12.54.15
non so cosa dire.
di sicuro lui, contrariamente a tanti suoi/nostri coetanei è stato colto dalla "matrimonite" acuta.

figurarsi che avevamo scommesso una pizza su chi si sarebbe sposato prima.
alla fine me l'ha pagata lui... peccato che quando scommettemmo lui stava con un'altra persona.

non so che dire, se non che ho anche qualche rimorso.
conosciuta la ragazza (una sua collega, oltretutto!) subito mi sono detto: "non è quella giusta"; opinione condivisa da praticamente tutti quelli con cui ho avuto modo di parlarne.

però... con diritto potevo permettermi di dirglielo?

Deep73
28-09-2005, 12.58.38
Originariamente inviato da dave4mame
conosciuta la ragazza (una sua collega, oltretutto!) subito mi sono detto: "non è quella giusta"; opinione condivisa da praticamente tutti quelli con cui ho avuto modo di parlarne.


Ecco l'inghippo! Mai, dico mai, sposarsi o solo fidanzarsi con un/a collega di lavoro. L'ho già detto a qualcuno di questo forum... :o

Il guaio è che fondamentalmente stare 24 su 24 assieme alla stessa persona, alla fine diventa noia... e lì, o ami alla follia, o è la fine.

Doomboy
28-09-2005, 13.00.00
Originariamente inviato da dave4mame

però... con diritto potevo permettermi di dirglielo?

Con le giuste parole, in qualità di amico avevi il "diritto" di esprimere un tuo sentimento. Certo era in suo diritto decidere che tu sbagliassi, ma a quel punto ognuno è padrone della propria vita.

Deep73
28-09-2005, 13.14.22
Originariamente inviato da Doomboy
ma a quel punto ognuno è padrone della propria vita.

Come dice un mio amico (e purtroppo devo scriverlo in dialetto perchè altrimenti non rende): "se l'omo xe mona, xe giusto che el soffri"

In soldoni, se uno fa una stupidata, è giusto che ne paghi le conseguenze.

dave4mame
28-09-2005, 13.15.25
beh, due cose.

in primis sono sì colleghi, (e condivido perfettamente l'idea di "mai tra colleghi"), ma di un'azienda grande; non si rivedrebbero se non per caso.

sul "diritto" di dirglielo... beh. mi aveva ringhiato contro quando gli dissi, in maniera molto soft, la stessa cosa riguardo la ragazza precedente...

Flying Luka
28-09-2005, 13.19.57
Probabilmente la prossima volta non ti ringhierà più contro e ti darà retta! :)

Gigi75
28-09-2005, 13.22.51
Secondo me non sarebbe cambiato nulla.
Non si ascoltano certe voci in questi casi.

handyman
28-09-2005, 13.30.44
Originariamente inviato da Gigi75
Secondo me non sarebbe cambiato nulla.
Non si ascoltano certe voci in questi casi.


(Y) Spesso chi ha maggiormente bisogno di consigli,poi non ha la lucidità per seguirli ;)

Cricchia
28-09-2005, 14.18.36
Originariamente inviato da dave4mame
..

sul "diritto" di dirglielo... beh. mi aveva ringhiato contro quando gli dissi, in maniera molto soft, la stessa cosa riguardo la ragazza precedente...

ho provato la stessa cosa anch'io: avevo detto ad una mia amica (molto amica anche ora ;)) che stava sbagliando, che non doveva sposarsi con lui perchè non sarebbero andati d'accordo.. beh, mi ha praticamente ucciso :( (e notare che prima non mi aveva mai detto "beh" per niente!)

qualche mese di matrimonio e poi l'inizio della fine

io, però se tornassi indietro, le parlerei nella stessa maniera, forse sarei anche un pò più decisa.. ;)

edit: dimenticavo, naturalmente non le ho rinfacciato un bel niente, non le ho detto "te lo avevo detto", non mi permetterei mai.. è già stata dura anche senza che la sgridassi

Doomboy
28-09-2005, 14.23.41
Originariamente inviato da Cricchia


ho provato la stessa cosa anch'io: avevo detto ad una mia amica (molto amica anche ora ;)) che stava sbagliando, che non doveva sposarsi con lui perchè non sarebbero andati d'accordo.. beh, mi ha praticamente ucciso :( (e notare che prima non mi aveva mai detto "beh" per niente!)

qualche mese di matrimonio e poi l'inizio della fine

io, però se tornassi indietro, le parlerei nella stessa maniera, forse sarei anche un pò più decisa.. ;)

edit: dimenticavo, naturalmente non le ho rinfacciato un bel niente, non le ho detto "te lo avevo detto", non mi permetterei mai.. è già stata dura anche senza che la sgridassi

Esattamente ciò che volevo dire. A 360° :)

dave4mame
28-09-2005, 14.30.01
sa il cavolo...
certo che quando ti piglia la "sposite"... :-\

Deep73
28-09-2005, 14.59.19
Malattia prettamente femminile...

dave4mame
28-09-2005, 15.26.44
mica tanto... almeno se pigli il mio amico come campione..

stranyera
28-09-2005, 18.57.36
Originariamente inviato da Doomboy
Dave, quando è così vuol dire che sono stati avventati ;)

Per questo ritengo che qualche mese di sana e libera convivenza sia un passo FONDAMENTALE prima del matrimoio, perchè due persone non si conoscono mai abbastanza a fondo prima di vivere sotto lo stesso tetto.

Se poi nel caso specifico ciò è avvenuto, forse sono subentrate circostanze impreviste. E' triste, ma succede. io convivo da quasi due anni eppure qua di matrimonio non se ne vuole sentire parlare!!!!!!!!:rolleyes:

dave4mame
29-09-2005, 09.25.13
umgh... io comincio i corsi tra uno o due mesi... povero pretino :E

Doomboy
29-09-2005, 09.45.51
Originariamente inviato da stranyera
io convivo da quasi due anni eppure qua di matrimonio non se ne vuole sentire parlare!!!!!!!!:rolleyes:

Beh se state bene, siete felici, vi volete bene, a che serve un mero contratto?

Di fatto vivete nello stesso identico modo in cui vivreste da sposati, anzi forse vivete meno la pressione di un vincolo e siete più serenamente voi stessi, no?

:)

dave4mame
29-09-2005, 11.16.59
doom, di fatto no.
o meglio... per quanto riguarda il rapporto tra loro, senz'altro si.

con riferimento al rapporto "con il mondo esterno", non è la stessa cosa.

stranyera
29-09-2005, 11.32.54
Originariamente inviato da dave4mame
doom, di fatto no.
o meglio... per quanto riguarda il rapporto tra loro, senz'altro si.

con riferimento al rapporto "con il mondo esterno", non è la stessa cosa. mh guarda...io sono figlia si separati e mio padre si è risposato - con un figlio di 5 anni già nato - dopo 18 anni che già conviveva...quindi per quanto riguarda la mia famiglia poco importano "gli altri"...per quelli che non mi conoscono, sinceramente mene frego...:)

Doomboy
29-09-2005, 11.37.34
Originariamente inviato da dave4mame
doom, di fatto no.
o meglio... per quanto riguarda il rapporto tra loro, senz'altro si.

con riferimento al rapporto "con il mondo esterno", non è la stessa cosa.

La penso come Stranyera. Sono per lo più "pippe mentali", se stai sereno, quello che pensa il mondo esterno non ti deve preoccupare, per lo più si tratta di pettegolezzi di gente annoiata.

Se poi parliamo di pacs, coppie di fatto, diritti ecc, è un altro discorso, ma finchè nel bel paese comanderà il Vaticano ci sarà poco da fare...

Meno male che c'è il rito civile ;)

dave4mame
29-09-2005, 11.43.40
Originariamente inviato da stranyera
mh guarda...io sono figlia si separati e mio padre si è risposato - con un figlio di 5 anni già nato - dopo 18 anni che già conviveva...quindi per quanto riguarda la mia famiglia poco importano "gli altri"...per quelli che non mi conoscono, sinceramente mene frego...:)

non stavo parlando di "cosa pensa la gente" (chissenefrega), ma degli aspetti amministrativi/legali/burocratici...

Doomboy
29-09-2005, 12.01.04
Originariamente inviato da dave4mame


non stavo parlando di "cosa pensa la gente" (chissenefrega), ma degli aspetti amministrativi/legali/burocratici...

Secondo me invece è una cosa che ha i suoi lati positivi: Avere i beni separati può essere comodo, non è detto che un'unione sia per sempre.

Per il resto basta un testamento, in caso di drammatiche eventualità.

Il resto sono più che altro fastidi, ci si può combattere.

stranyera
29-09-2005, 12.29.01
mha...per quanto riguarda il matrimonio , personalmente a ME piacerebbe sposarmi con l'uomo con cui vivo...e badate bene: zero rito religioso perche' uno dei due non è battezzato, quindi sarebbe proprio per il PIACERE di sentirmi chiamare "Sig.ra" (bhè, ovvio, non per è per questo che voglio sposarlo...era solo un esempio, una frivolezza :) ).
per quanto riguarda il resto, e quindi la condivisone/separazione dei beni, bhè, ormai abbiamo tutto in condivisione: casa acquistata a meta', conto in banca cointestato etc...a me non piace la suddivisione dei beni...la vivo come una sorta di "tanto comunque prima o poi ci si lascia" mentre io quando sto con una persona voglio pensare che la storia continui, che non ci sia il "tanto poi ci si lascia"...non so se mi capite :)
il resto, come dice Doom sono solo fastidi.

Doomboy
29-09-2005, 12.31.43
Non devi necessariamente vedere la separazione come un assunto di "tanto prima o poi ci si lascia" ;)

Io non ho problemi ad avere una comunione dei beni, però siccome sono estremamente razionale (troppo, direi) pure nei sentimenti, ritengo che una separazione può essere un modo sano di non rovinare i rapporti tra due persone se la storia d'amore finisce.

Ho visto coppie scannarsi in tribunale, e poi i figli ci vanno di mezzo...

dave4mame
29-09-2005, 12.52.55
Originariamente inviato da Doomboy


Secondo me invece è una cosa che ha i suoi lati positivi: Avere i beni separati può essere comodo, non è detto che un'unione sia per sempre.

Per il resto basta un testamento, in caso di drammatiche eventualità.

Il resto sono più che altro fastidi, ci si può combattere.


beh, il regime di separazioni dei beni è una tutela sufficiente, IMHO.

di contro, solo per sparare nel mucchio, pensa al discorso "reversibilità" della pensione, o alle agevolazioni prima casa...

Doomboy
29-09-2005, 12.57.52
Originariamente inviato da dave4mame

di contro, solo per sparare nel mucchio, pensa al discorso "reversibilità" della pensione, o alle agevolazioni prima casa...

Visto l'andazzo, io non mi preoccuperei della "reversibilità", piuttosto creerei un fondo integrativo a firma congiunta...

Per le agevolazioni per la prima casa, ce ne sono anche per le coppie di fatto, anche se non sono proprio le medesime.

stranyera
29-09-2005, 13.01.10
Originariamente inviato da Doomboy


Visto l'andazzo, io non mi preoccuperei della "reversibilità", piuttosto creerei un fondo integrativo a firma congiunta...

Per le agevolazioni per la prima casa, ce ne sono anche per le coppie di fatto, anche se non sono proprio le medesime. bhè, noi ne abbiamo usufruito anche se non sposati...:confused:

Doomboy
29-09-2005, 13.57.30
Originariamente inviato da stranyera
bhè, noi ne abbiamo usufruito anche se non sposati...:confused:

Ancora meglio :)

Un ostacolo in meno alle coppie di fatto.

Magari però cambia da comune a comune, visto che l'ici è una tassa locale.

dave4mame
29-09-2005, 14.14.45
beh, il fondo comune è una cosa "in più"; la pensione Inps no.

anche l'ici è solo uno degli aspetti.
la quasi totalità delle agevolazioni prima casa è indirizzate a coppie sposate...