PDA

Visualizza versione completa : Blog di un aspirante suicida


niconico
01-07-2005, 00.53.39
http://primadipartire.weblogs.us/ :eek: :eek: :eek: :eek: :eek:

Nothatkind
01-07-2005, 00.56.12
certo che non si sa proprio più cosa inventare per far salire il counter delle visite :D

niconico
01-07-2005, 01.32.58
:D

Flying Luka
01-07-2005, 01.45.44
Spostato in "Segnalazioni Web".... mi sembra più appropiato :)

afterhours
01-07-2005, 01.48.49
Originariamente inviato da Nothatkind
certo che non si sa proprio più cosa inventare per far salire il counter delle visite :D


io per far salir il counter opterei per il classico ma sempre apprezzato bel paio di tette


:D

Flying Luka
01-07-2005, 01.59.50
Originariamente inviato da afterhours



io per far salir il counter opterei per il classico ma sempre apprezzato bel paio di tette


:D

Penso che un'immagine di Jeansy (magari nuda!) sarebbe abbastanza! :D

Nothatkind
01-07-2005, 02.27.26
Originariamente inviato da afterhours



io per far salir il counter opterei per il classico ma sempre apprezzato bel paio di tette


:D

appunto, e magari condite da due ciapps tipo keyra :o

:D

Fëanor
01-07-2005, 11.26.52
Il mio ego si sta gonfiando a dismisura.

Forse sono un fottuto artista, e il mio suicidio sarà la mia opera d’arte più grande.

Forse sono un fottuto idiota, e il mio suicidio sarà l’ultima delle mie cazzate.

Forse sono solo fottutamente fottuto.


forse sei solo stupido... :D:D:D

Gervy
12-07-2005, 00.41.19
sembra che si sia suicidato davvero, è tutto da vedere comunque potrebbe essere una macabra messa in scena

Gigi75
12-07-2005, 00.46.08
Stavo postando qui un commento che ho letto sotto il suo ultimo post..

..lo trovo così disgustoso che mi sono fermato.

tutto questo è di pessimo gusto, per non dire altro.

Un po' di rispetto per chi combatte contro la morte ogni giorno della sua vita, attaccato ad una misera e vana speranza..
(F)

NightMan
12-07-2005, 03.37.58
Lo ha fatto davvero...
Sono assololutamente senza parole, per me è inconcepibile, comunque (F)

Frequency
12-07-2005, 09.07.16
Originariamente inviato da Gigi75
Stavo postando qui un commento che ho letto sotto il suo ultimo post..

..lo trovo così disgustoso che mi sono fermato.

tutto questo è di pessimo gusto, per non dire altro.

Un po' di rispetto per chi combatte contro la morte ogni giorno della sua vita, attaccato ad una misera e vana speranza..
(F)


(Y)

:rolleyes:

Flying Luka
12-07-2005, 10.37.10
Anche quando ci buttiamo via
per rabbia o per vigliaccheria
per un amore inconsolabile
anche quando in casa il posto è più invivibile
e piangi e non lo sai che cosa vuoi
credi c'è una forza in noi amore mio
più forte dello scintillio
di questo mondo pazzo e inutile
è più forte di una morte incomprensibile
e di questa nostalgia che non ci lascia mai.

Quando toccherai il fondo con le dita
a un tratto sentirai la forza della vita
che ti trascinerà con se
amore non lo sai
vedrai una via d'uscita c'è.

Anche quando mangi per dolore
e nel silenzio senti il cuore
come un rumore insopportabile
e non vuoi più alzarti
e il mondo è irraggiungibile
e anche quando la speranza
oramai non basterà.

C'è una volontà che questa morte sfida
è la nostra dignità la forza della vita
che non si chiede mai cos'è l'eternità
anche se c'è chi la offende
o chi le vende l'aldilà.

Quando sentirai che afferra le tue dita
la riconoscerai la forza della vita
che ti trascinerà con se
non lasciarti andare mai
non lasciarmi senza te.

Anche dentro alle prigioni
della nostra ipocrisia
anche in fondo agli ospedali
della nuova malattia
c'è una forza che ti guarda
e che riconoscerai
è la forza più testarda che c'è in noi
che sogna e non si arrende mai.
Coro: E' la volontà
più fragile e infinita
la nostra dignità
la forza della vita.

Amore mio è la forza della vita
che non si chiede mai
cos'è l'eternità
ma che lotta tutti i giorni insieme a noi
finché non finirà
Coro: Quando sentirai
che afferra le tue dita
la riconoscerai
la forza della vita.

La forza è dentro di noi
amore mio prima o poi la sentirai
la forza della vita
che ti trascinerà con se
che sussurra intenerita:
"guarda ancora quanta vita c'è!"

Paolo Vallesi - LA FORZA DELLA VITA

Gervy
14-07-2005, 02.28.58
solo per dire che è sicuro,è tutto vero, si è suicidato per davvero http://www.merateonline.it/Cgi-bin/MerateOnline/Web/Attive/Finestra_Zoom.asp?ID=27732&Sezione=MAIN

ora temo i soliti avvoltoi che ci marceranno sul caso..magari creando emulatori..



PS
c'è anche la possibilità che sia uno scherzo macabro ben architettato, alcuni punti lo farebbero pensare

zen67
14-07-2005, 14.53.12
A prescindere dalle ragioni per cui uno decida di fare un gesto del genere, sono sicuramente gravi per lo meno a livello psichico ci sono in contrapposizione moltissime persone, magnifiche che affrontano la vita con coraggio pur avendo problemi molto gravi e a volte non risolvibili il mio rispetto va a tutti ma mi sento vicino solo a questi ultimi.(F)

Gigi75
14-07-2005, 14.58.59
Io continuo a pensare ad una maxi bufala ben riuscita.
In ogni caso la cosa mi fa schifo

zen67
14-07-2005, 15.21.04
In fin dei conti concordo con te gigi75

Flying Luka
14-07-2005, 15.28.33
Perchè dite che è una maxi bufala dal momento che, la cronaca del triste evento (corredata pure di foto), è stata segnalata anche da altre fonti indipendenti dal blog del suicida?

Gigi75
14-07-2005, 15.30.55
Originariamente inviato da Flying Luka
Perchè dite che è una maxi bufala dal momento che, la cronaca del triste evento (corredata pure di foto), è stata segnalata anche da altre fonti indipendenti dal blog del suicida?

Un po' perchè voglio sperarlo, e un po' perchè è un classico meccanismo dei media di autoimbufalirsi a vicenda.
Sopratutto di media non troppo quotati.

Flying Luka
14-07-2005, 15.53.26
Quindi dici che le foto pubblicate sono, diciamo, foto di repertorio?
Sedia inclusa?

Ti dirò che in fondo pure io sarei contento che fosse una bufala, ma il dettaglio fotografico è diasrmante.:(

Gigi75
14-07-2005, 19.34.21
azz...devo ricredermi..

http://punto-informatico.it/p.asp?i=54082&r=PI


:rolleyes:

Sbavi
14-07-2005, 19.48.49
Allucinante.
In ogni caso un malato. Ed egocentrico, della serie me ne vado alla grande. Contento lui...

zen67
15-07-2005, 15.14.21
Come disse lui stesso: uno troppo pigro per cambiarte la sua vita.

Bastava che facesse il giro in qualche centro volontariato ad aiutare persone che stanno malissimo ma affrontano la vita con una determinazione e una voglia di viverla che a volte disarma..

A pensare a questo tipo infine mi resta solo rabbia e sconcerto.

Gigi75
15-07-2005, 15.26.08
Davvero!
Fortunatamente ho letto il suo blog solo postumo, salvo una volta.
Se l'avessi "frequentato" sarei decisamente più incazzato!

Dav82
15-07-2005, 15.28.05
Sinceramente non mi fa né caldo né freddo.... si è voluto ammazzare? Bene, cavoli suoi, tanto più che ha messo in piedi tutta questa spettacolarizzazione.

NightMan
15-07-2005, 19.41.15
Io invece ho letto e seguito il blog dopo questa la segnalazione di questo trhead ed ho anche inserito un commento in cui gli dicevo che era un "cazzaro". Che ci posso fare, avevo letto i suoi post e credevo fosse tutta una maxi bufala, perchè non pensavo che un suicida avesse tutta questa voglia di esibizionismo. Purtroppo non era così e me ne son reso conto fin da subito, leggendo le notizie e le info che lui ha lasciato lo stesso giorno della morte. Inizialmente mi è dispiaciuto di non aver avvisato le autorità competenti, perchè avevo pensato di farlo e non l'ho fatto, ma ora ho letto che le autorità erano già a conoscenza del fatto e non son riuscite a far nulla. Quello che mi fa schifo ora di questa storia, a parte il gesto inconcepibile, è che se leggete i commenti dei visitatori del blog, noterete quanti idioti e gente da nulla scrive cazzate inutili e irrispettose.

Gigi75
15-07-2005, 19.44.09
I commenti sono la cosa peggiore!

Gervy
18-07-2005, 10.53.24
ne parla anche il corriere

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2005/07_Luglio/17/suicidio.shtml

Gigi75
18-07-2005, 18.46.56
Noi non siamo abituati a queste cose. Nessuno ce le ha spiegate. Non abbiamo avuto modo di farne esperienza in passato. Cosi oggi ce le troviamo davanti e ci fanno orrore. Il weblog di Ciro E. Milani, giovane informatico e giornalista suicidatosi la settimana scorsa, continua a vivere di vita propria. Nega, quella pagina web, uno dei capisaldi del nostro rapporto con la morte: il requiescat in pace che ognuno di noi vorrebbe per sè e per i propri cari, ma nega anche i principi presunti della nostra virtualità: quelli secondo i quali dietro ad un messaggio appena giunto in rete ci sia qualcuno che lo abbia in quel momento pensato ed inviato.


Ci sono perfino le faq (http://primadipartire.weblogs.us/faq/) , su “Prima di Partire”: in perfetto stile internet l’elenco delle domande e risposte termina con il classico quesito scherzoso: “dove sono le donne nude?” Anche se dubito che a qualcuno fra i lettori postumi tutto ciò abbia strappato un sorriso. Ci sono poi i messaggi postdatati che Ciro ha scritto e che wordpress pubblica, come da istruzioni, dopo la morte del ragazzo. Ci sono, in una apposita pagina web, le trascrizioni (http://irclog.weblogs.us/) delle sedute di chat fra Milani, che si presentava con il nick “Suicide”, ed altri navigatori della rete. Poi ci sono, soprattutto, le parole dei suoi post e moltissimi commenti. E nei commenti non mancano gli emuli del “grande gesto” che annunciano intenzioni simili, nè si fanno attendere i giornalisti e la polizia postale e nemmeno quanti affermano con certezza che si sia trattato di un suicidio bufala. Siamo così abituati alle bufale su Internet che una situazione tanto assurda viene automaticamente registrata da molti come “impossibile”.


L’unico piccolo vantaggio mediatico è legato al fatto che la storia drammatica e documentata di Ciro non è fino ad ora arrivata alla grande stampa. Il suicidio di un giovane (una causa di morte per nulla infrequente) affiora molto raramente dalle pagine dei quotidiani. Un misto di rispetto per il dolore dei parenti e di rifiuto psicologico per simili gesti che interessa l’intera collettività, fa in modo che tragedie del genere restino in genere affidate al dolore dei familiari e risparmiate alla (forse utile e necessaria) comprensione generale. Già li immagino i titoli dei giornali se fosse stato possibile per una volta scriverne liberamente: “La solitudine della rete” “Chiede aiuto invano su Internet”, “la Polizia era sulle sue tracce on line ma non e’ arrivata in tempo per fermarlo” .


Noi non siamo abituati ma ci dovremo abituare. E’ come se i nostri rapporti online incrementassero le nostre responsabilita’ di esseri umani collegati. Internet consente di disporre in parallelo su ambiti e in tempi diversi, differenti aspetti della nostra personalità. Quella che Shelly Turkle un decennio fa chiamava “la frammentazione dell’io” è oggi, più o meno consciamente, la modalità di interazione che tutti noi utilizziamo in rete. E’ come se tutto, attorno a noi, avesse improvvisamente deciso di incrementare la propria complessità. Noi stessi siamo cambiati, abbiamo acquisito molte più sfaccettature, gestiamo molti più aspetti di noi di quanto non accadesse per esempio ai nostri omologhi mammiferi bipedi 50 anni fa. Siamo, da un certo punto di vista, più maturi di un tempo. Così nessuno può pensare che il weblog Primadipartire esaurisca la descrizione del suo autore consegnandocelo nella sua interezza. Perchè semplicemente non è così.


E lo stesso può accadere che un diario lungo tre mesi di un giovane che si prepara al suicidio (un suicidio fortemente voluto ma dal “nostro” punto di vista tutto sommato risibile ed estetico, senza grosse motivazioni espresse che non siano “non mi piace la mia vita”) smetta di fare scandalo per il fatto stesso di essere stato raccontato (molti in questi giorni hanno a gran voce chiesto che le pagine del diario di Milani venissero oscurate) ed inizia a farlo per la grande necessità di essere discusso. Una necessità che, quasi spontaneamente, quel blog trasmette a chi lo legge. Io credo che questo sia comunque un fatto positivo. Non siamo abituati ma stiamo cambiando: internet consente e incoraggia discussioni scabrose e tormentate sul senso della nostra vita e su un milione di altri argomenti ma ci chiede in cambio comprensione ed intelligenza, leggerezza e sensibilità.


Esiste un percorso educativo in questo senso che passa anche attraverso l’apprendimento di come sia diverso per noi rapportarci agli altri attraverso lo schermo di un computer piuttosto che seduti faccia a faccia al tavolino di un bar. E non si tratta di un argomeno riservato agli studi sociologici: l’identità che intravediamo al di là dello schermo nelle nostre frequentazioni online è non tanto una simulazione di qualcosa di inventato per l’occasione ma piuttosto una effettiva manifestazione di noi. E se i computer sono “oggetti per pensare” le parole che li attraversano sono per forza di cose espressioni significative della nostra umanità.
http://www.mantellini.it/

Gigi75
18-07-2005, 19.39.38
...eppure...mah, mi rimane un pizzico di scetticismo :mm:

Gigi75
18-07-2005, 19.44.54
Come dice Mantellini, il server sta postando automaticamente post preprogrammati ( :mm: ) tra cui i logs di persone con cui ha chattato.

Ora io non so se alcune di quelle perone gli credevano, ma se davvero gli credevano.. dovrebbero prendere uno specchio e prepararsi parecchia saliva.. :rolleyes:

Sbavi
18-07-2005, 19.48.58
Mi sembra strano come il blog sia ancora attivo. Non dovrebbero esserci delle indagini? Oppure chiudono solo i siti che forniscono i torrent???

Gigi75
18-07-2005, 19.54.50
Non saprei che indagini fare (se è vero il fatto). E pure se ci fossero a che pro chiudere?
Non contiene nulla di dichiaratamente illegale.

Mi fa molto più riflettere la reazione delle persone che leggere i suoi post..

mah!