PDA

Visualizza versione completa : AMD affina i 64 Bit


Macao
13-06-2005, 00.44.38
In un recente incontro con gli analisti, AMD ha svelato alcuni dettagli sul futuro della propria piattaforma di computing AMD64, piattaforma su cui continuerà a focalizzare il proprio business anche negli anni a venire.

Entro il 2007 il chipmaker conta di portare l'intera sua offerta di processori per PC verso la propria architettura dual-core a 64 bit, relegando così i 32 bit e il single-core ad una nicchia del mercato embedded. In questo stesso arco di tempo il produttore aggiungerà ai propri chip una miscela di tecnologie per la sicurezza e la virtualizzazione, un nuovo core, e il supporto a versioni più veloci del bus di sistema e della memoria.

Per quanto riguarda il mercato server, il prossimo anno AMD aggiungerà alla linea di processori Opteron la tecnologia di virtualizzazione Pacifica, le cui specifiche sono state pubblicate proprio di recente, e la tecnologia di sicurezza Presidio. Se la prima trova controparte nella Virtualization Technology di Intel, la seconda dovrebbe rappresentare la risposta di AMD a LaGrande, una suite di funzionalità per la cifratura dei dati, la protezione dai programmi malevoli e il supporto alle controverse tecnologie di digital rights management.

Nel 2006 AMD integrerà nella piattaforma Opteron anche il supporto in hardware alla tecnologia RAID 5, a Serial SCSI, a PCI Express 2 e all'I/O fault-tolerant. Nel 2007 dovrebbero invece uscire i primi Opteron multi-core con la virtualizzazione dell'I/O e una cache L3.

Sul fronte desktop dovrebbe invece debuttare, entro l'anno, la prima famiglia di Sempron a 64 bit. Questa mossa arriverà in risposta al lancio, questa estate, dei primi Celeron D di Intel con tecnologia EM64T. AMD non ha ancora rivelato alcun dettaglio sulla nuova generazione di Sempron, tuttavia è facile prevedere che questi avranno un core AMD64 molto simile agli attuali Athlon 64: non va dimenticato che, con l'arrivo dei chip dual-core Athlon 64 X2, i Sempron sono ora destinati a rimpiazzare progressivamente i fratelli maggiori a singolo core.

Per il prossimo anno AMD prevede poi di iniziare a commercializzare processori dual-core capaci di consumare meno e in grado di supportare le memorie DDR2 e ad una tecnologia grafica avanzata. Nel 2007 l'azienda introdurrà un nuovo core ottimizzato per funzionare in configurazioni multi-core e con grandi quantità di cache. Questo sarà anche l'anno in cui AMD introdurrà sugli Athlon il supporto alle memorie DDR3, oggi utilizzate quasi esclusivamente sulle schede grafiche di fascia alta.

Infine, nel settore mobile AMD conta di lanciare chipset compatibili con la tecnologia wireless WiMAX e versioni di Turion 64 in grado di garantire, sui notebook, fino a 6 ore di autonomia.

Come Intel, anche AMD ha pianificato il lancio dei primi chip con circuiteria a 65 nanometri per il prossimo anno.

Fonte (http://punto-informatico.it/)