PDA

Visualizza versione completa : Bush firma la legge su censura e copyright


handyman
28-04-2005, 19.15.28
Due pesi e due misure per la tutela del diritto d’autore negli Usa. Una nuova legge, battezzata «Family entertainment and copyright act» che contiene da una parte norme che permettono di modificare senza problemi opere cinematografiche, per eliminare scene e dialoghi considerate osceni, e dall’altro regole restrittive contro il file sharing, ovvero la diffusione di file audio e video via Internet.
Il presidente degli Stati Uniti George W. Bush ha firmatoun provvedimento che offre tutele legali a un sistema di filtri software battezzato ClearPlay in grado di "censurare" automaticamente un Dvd al momento della visione. Il sistema, che guarda caso è prodotto nello Utah, lo Stato conservatore a maggioranza mormona consente di eliminare automaticamente scene di sesso, violenza e linguaggio osceno.
Il film semplicemente, in presenza di scene ritenute inadatte alla visione dei bambini, salta all'inquadratura successiva o elimina l'audio. Il presidente ha firmato la legge, che blocca sul nascere eventuali denunce da parte dei produttori dei film, in forma privata e senza alcun commento.
La legge è stata proposta dopo le denunce degli studios hollywoodiani nei confronti della società produttrice del software accusata di modificare senza permesso un prodotto coperto da copyright. Censurare il film o togliere l'audio, anche se al fine di eliminare contenuti ritenuti offensivi, sarebbe stato considerato una violazione dei diritti d'autore. Il «Family Entertainment and Copyright Act» cancella questo rischio: le leggi sul diritto d'autore non possono essere fatte valere nei confronti delle società che producono filtri per la visione come quelli di ClearPlay
In questo caso il presidente ha tolto ogni impiccio alla società dello Utah che vende filtri per centinaia di film che possono essere applicati ai lettori di Dvd e garantiscono la tutela, in base al personale concetto di oscenità, sui contenuti. Gli studios chiedevano a ClearPlay di pagare un risarcimento per l'alterazione delle opere cinematografiche.

L’amministrazione Bush dà però un colpo al cerchio e uno alla botte. La legge contiene anche norme e pene più severe per coloro che si rendono colpevoli di diffusione di copie illegali di Dvd, un fenomeno che ha assunto proporzioni molto ampie fino al punto che in alcuni siti per il download, soprattutto via BitTorrent, si trovano dischi anche parecchi giorni prima del lancio ufficiale. La nuova legge arriva a prevedere l'arresto e multe salatissime per chi distrubuisce copie illegali.

http://www.ilsole24ore.com/fc?cmd=art&artId=655796&chId=30&artType=Articolo&back=0