PDA

Visualizza versione completa : Usa: Ladri di identità, maxi furto in Rete


Giorgius
19-04-2005, 14.27.21
Negli Stati Uniti è emergenza hackers

NEW YORK - Questa volta i ladri di identità hanno scassinato una delle "cassaforti elettroniche" più sicure e protette. E hanno fatto man bassa. Dagli archivi digitali della Lexis-Nexis, infatti, che è una società del gruppo Reed Elsveier che gestisce informazioni, sono state prelevati nomi e dati anagrafici, codici fiscali e numeri delle patenti, di 310mila cittadini americani...

Leggi: http://www.repubblica.it/2005/d/sezioni/scienza_e_tecnologia/ladrident/ladrident/ladrident.html

TyDany
19-04-2005, 15.42.21
:eek: sti c@zzi!

rio2
25-04-2005, 02.07.56
alla faccia della privacy.:(

superpippo32
27-04-2005, 10.54.12
secondo voi che se ne fanno di tutte queste informazioni?

RNicoletto
27-04-2005, 13.49.18
Originariamente inviato da superpippo32
secondo voi che se ne fanno di tutte queste informazioni? SPAM ! :o

superpippo32
28-04-2005, 20.30.04
Originariamente inviato da RNicoletto
SPAM ! :o

perchè spam? in che modo? spiegami meglio grazie.

Enrico204
28-04-2005, 23.11.51
le possono vendere alle aziende che fanno pubblicità x telefono... oppure spargere l'email sulla rete così da sotterargli la casella di posta

Giorgius
29-04-2005, 12.48.13
Amsterdam, 29 apr. (Adnkronos Mak) - Secondo le societa' di software anti-virus e la polizia, il fenomeno del crimine informatico e il furto delle identita' digitali per i cittadini europei sono due fenomeni in crescita su cui ancora si interviene con difficolta'. L'unita' nazionale inglese anti crimine Hi-Tech (NHTCU) ha calcolato che al momento il costo nazionale dei crimini informatici e' di 2,45 miliardi di sterline l'anno. La pirateria, il phishing e il furto d'identita' sono i crimini che possono essere denunciati alla polizia locale grazie a formulari on-line per i cittadini. Altrove in Europa, i cittadini si devono per lo piu' riferire alle forze di polizia locale per questo genere di reati. La polizia olandese ad esempio, ha ammesso di non essere attrezzata per affrontare la criminalita' informatica, anzi molte strutture di polizia hanno evidenti difficolta' a comprendere e descrivere gli aspetti tecnici dell'incidente. Secondo il consulente tecnologico Graham Cluley della societa' antivirus inglese Sophos, la polizia in generale trova troppi virus e l'argomento e' troppo complicato, mentre le possibilita' di riuscire a catturare qualcuno dei colpevoli e' limitata.