PDA

Visualizza versione completa : BTorrent, chi è?


Ghandalf
23-02-2005, 01.49.15
<p align="center"><img src="http://www.repubblica.it/2003/g/sezioni/scienza_e_tecnologia/p2p/torrent/este_22172639_27280.jpg"></p>
<br>
<br>
<br>
<br>
<p align="justify"><font size="2">Ormai tutti hanno sentito almeno parlare di Bittorrent la nuova tecnologia P2P che ha messo in seria difficoltà le major che combattono la pirateria da sempre con tutti i mezzi.<br>Il programma è semplicissimo: si scarica solo se si lascia scaricare e si scarica da migliaia di utenti che condividono pezzi del file. In più si è a scaricare un particolare file più veloce sarà il download. Ma BT non nasce con intenti illegali, viene regolarmente utilizzato dalle case produttrici di distribuzioni linux per lasciare scaricare le .iso dei loro sistemi. Molti siti che permettono il download legale di file particolarmente grossi utilizzano la tecnologia bittorrent.<br><br>Un'altra fortuna di questo software è che non c'e' bisogno di alcun server, non c'e' bisogno di alcun nodo attivo, di nessuna rete particolare, basta scaricare un piccolo file di testo da dare in pasto al programma che consente di cominciare il download. <br><br>Bram Cohen il creatore di BT, è sicuramente un tipo particolare, <span style="font-weight: bold;">affetto da una forma di autismo</span> è ossessionato dai puzzle, idea su cui probabilmente si basa BT, è <span style="font-weight: bold;">costretto da piccolo a dover disfare e fare il cubo di Rubik diverse volte al giorno per 'necessità'</span> oggi a 29 anni dopo essere stato cacciato dal liceo ed essere stato licenziato dal posto di programmatore che occupava Cohen vive con la moglie e la piccola figlia con gli introiti delle donazioni che possono essere fatte sul sito stesso da cui si può scaricare il programma. Download che sino ad oggi pare essere stato fatto<span style="font-weight: bold;"> più di 25 milioni di volte</span>.</font></p>
<br>
<br>
<br>
<br>
<p align="justify"><font size="2"><a target="_blank" href="http://www.repubblica.it/2003/g/sezioni/scienza_e_tecnologia/p2p/torrent/torrent.html">Fonte</a></font></p><br><br><br><br>

franco82
23-02-2005, 17.30.18
btorrent è fenomenale a me sarebbe piaciuto molto anche se emule sarebbe diventato come lui visto che per scaricare da emule ci vogliono almneto due o tre ore che ne dite ragazzi?

sx1mania
23-02-2005, 21.42.51
I sistemi P2P come Emule e Bittorrent sono software più che all'avanguardia, oserei dire quasi alieni rispetto agli altri software sviluppati dalle softwarehouse.
Pensate un azienda grande a livello internazionale se riuscisse ad usare un P2P quanto risparmierebbe in comunicazioni.
Per non parlare poi di veri e propri geni che passano notti ad applicare le loro modifiche per renderli più efficienti, per esempio su Emule ci sono centinaia di Mods!
Il problema sono sempre i soldi, sul P2P chi ci guadagna?quale azienda?quale governo?
Io spero solo che il web e le sue infinite cose buone alla fine riscano ad avere la meglio in questo mondo che muove guerre verso popoli e nazioni pur di vendere, armi, medicine e tutti i loro sporchi commerci!!!
Viva il P2P 1000000000 di volte...

ciao a tutti :)

RNicoletto
24-02-2005, 12.31.48
Davvero una biografia interessante ! ;)

Ci si potrebbe fare un film (tipo "Shine").