PDA

Visualizza versione completa : Ma quale difficoltà?


infinitopiuuno
28-01-2005, 09.34.50
Ma io mi chiedo; una donna incinta è in coma: sta per nascere il bimbo e i medici si trovano nella grande difficoltà di decidere se andare avanti oppure staccare la spina???????

Ma quale difficoltà? Si continua la vita della madre e si fa nascere il bimbo! O sono scemo??? Ditemelo se sono scemo neh?

SORRIDI
28-01-2005, 09.37.22
Sono pienamente d'accordo con te, almeno una vita si tenta di salvarla!

dave4mame
28-01-2005, 09.37.48
la difficoltà sta nel fatto che con ogni probabilità il bambino ha risentito pesantemente dello status della mamma....

Fëanor
28-01-2005, 09.41.41
non ho mica capito la tua domanda

Cecco
28-01-2005, 09.44.19
Credo, se ho capito bene, che il problema stia in altri termini. La madre, clinicamente morta, dovrebbe fare da supporto per il figlio
fino a che sia possibile farlo nascere, sulla qual cosa v'è qualche dubbio quantomeno sull'eventuale integrità del nascituro.
Il problema c'è e difatti la decisione è ora demandata al marito della donna una volta che i medici lo avranno informato di ogni aspetto della situazione.

Flying Luka
28-01-2005, 09.45.32
Questione spinosa, triste e delicata... da quanto ne so, in questi casi, si opta per la sopravvivenza del nascituro.

infinitopiuuno
28-01-2005, 09.47.19
D'accordo la madre non può essere considerata solo un "contenitore" da rompere dopo il parto, ma quale difficoltà etica si pongono i medici? Il bambino può nascere con delle deformazioni? E' questo il punto?

Flying Luka
28-01-2005, 09.49.31
Penso siano le radici cattoliche che impongano in qualche modo una scelta piuttosto che un'altra.

infinitopiuuno
28-01-2005, 09.49.37
Originariamente inviato da Fëanor
non ho mica capito la tua domanda

E' un fatto di cronaca: una donna causa un'embolia celebrale è andata in coma; è incinta di circa 20 settimane(quindi non stiamo parlando di embrione) e i medici non sanno cosa fare dato che il come è irreversibile.
Lasciarla in vita fino a quando il bimbo nasce o meno?

Fëanor
28-01-2005, 09.56.05
se il coma è IIREVERSIBILE, allora la tengo in vita per il bene del bambino, e chissà che in quei mesi non succeda un "miracolo"

lomar66
28-01-2005, 10.04.03
Non so se avete saputo che il nostro caro ministro Sirchia ha messo bocca sulla vicenda... e "consiglia" sul da farsi...

TyDany
28-01-2005, 10.11.59
Tra ieri e oggi ho letto sta domanda 20 volte :crying::wall:

infinitopiuuno
28-01-2005, 10.26.05
Originariamente inviato da TyDany
Tra ieri e oggi ho letto sta domanda 20 volte :crying::wall:

:D :D ma nessuno mi rispondeva..........:crying:

Trinity
31-01-2005, 14.58.31
:( Sono morti tutti e due stamattina. (F)(F)

Downloader
31-01-2005, 15.02.14
(F)

Billow
31-01-2005, 15.30.45
Originariamente inviato da Trinity
:( Sono morti tutti e due stamattina. (F)(F)

oh Cristo :(

(F) (F)

Fëanor
31-01-2005, 15.33.49
(F) (F)

Robbi
31-01-2005, 15.34.32
:( (F)

Fletcher_Christian
31-01-2005, 16.01.28
Originariamente inviato da dave4mame
la difficoltà sta nel fatto che con ogni probabilità il bambino ha risentito pesantemente dello status della mamma....

Ammettiamo che il bimbo avesse avuto 15 settimane;e allora siccome la madre non riusciva ad alimentarsi ma veniva "alimentata" artificialmente,la crescita del bimbo era un grosso problema.Sarebbe riuscito ad arrivare almeno alle settimane di vita per cui con un parto cesareo ce l'avrebbe fatta?
Comunque bisogna sempre essere per la vita.

Molto dispiaciuto che la madre non ce l'abbia fatta(F)

TyDany
31-01-2005, 16.04.27
(F)(F)

infinitopiuuno
31-01-2005, 16.25.05
(F) e (F)