PDA

Visualizza versione completa : La corruzione - Cosa rende un uomo un corrotto?


Paco
25-01-2005, 14.26.44
Quando trovo un lavoro grazie a una spinta sono un corrotto. Quando mi aggiudico un appalto facendo favori sono un corrotto. La scusa che di solito si usa: lo fanno tutti, cosa ci posso fare io?

Cosa spinge l'uomo a vendere l'anima al diavolo? I soldi? Il potere? Il pessimismo? Cosa?

Lu(a
25-01-2005, 14.32.17
Non sono un pessismista e del potere non è che me ne importi tanto, ma quando si parla di soldi....altro che vendere l'anima al diavolo.

LoryOne
25-01-2005, 14.42.54
L'egoismo.

Deep73
25-01-2005, 14.48.26
Le situazioni e lo spirito di "preservazione". La società stessa in cui viviamo fa in modo che se non ti "pieghi" a certi mezzi, sei totalmente fuori gioco.
In linea di massima, più che di corruzione, nella maggiorparte dei casi parlerei di opportunismo.

Manfredo
25-01-2005, 14.54.04
Da sempre si sa che non esistono soldi puliti, ogni uomo ha il suo
prezzo e i soldi lubrificano le ruote del mondo e "nun ghè roba se nun se roba" (dialetto milanese).
Ci vorrebbe una Mani Pulite all'anno. Non essendoci, sottoscrivo quel detto cinese di qualche millennio fa: ruba un chiodo e sarai chiamato ladro, ruba un regno e sarai chiamato duca.
Concludendo: l'onestà è incompatibile con l'accumulo di una grossa fortuna. (ogni riferimento a persone e situazioni di oggi ...è voluto)
:eek:

Flying Luka
25-01-2005, 14.59.16
Soldi e potere, non ho dubbi.

Gigi75
25-01-2005, 15.02.20
Il potere dà assuefazione..e dunque...

Cricchia
25-01-2005, 15.10.57
Originariamente inviato da Flying Luka
Soldi e potere, non ho dubbi.

(Y) completamente d'accordo!

infinitopiuuno
25-01-2005, 15.29.23
Originariamente inviato da Paco
Quando trovo un lavoro grazie a una spinta sono un corrotto. Quando mi aggiudico un appalto facendo favori sono un corrotto. La scusa che di solito si usa: lo fanno tutti, cosa ci posso fare io?

Cosa spinge l'uomo a vendere l'anima al diavolo? I soldi? Il potere? Il pessimismo? Cosa?

A mio parere occorrerebbe fare dei distinguo: se per lavorare in banca al Sig. Rossi serve l'aiuto di un amico, non me la sento di chiamarlo "corrotto"; forse opportunista e fortunato.

Al contrario se per ottenere un appalto pubblico, foraggio l'assessore all'urbanistica e il sindaco, direi che si possa tranquillamente parlare di corruzione e questo non lo fanno tutti.

Ci sono diversi gradini che portano alla corruzione da codice penale; se si sta in basso, si ha la coscienza abbastanza pulita(mai usata:D).

"lo fanno tutti"...se qualcuno incominciasse a dire "no", credo che un pò le cose cambierebbero, ma di poco.

infinitopiuuno
25-01-2005, 15.30.36
Originariamente inviato da Manfredo
sottoscrivo quel detto cinese di qualche millennio fa: ruba un chiodo e sarai chiamato ladro, ruba un regno e sarai chiamato duca.



Quoto!

Flying Luka
25-01-2005, 15.59.25
Beh.. spesso anche la disperazione può rendere un uomo corrotto.
Ci avete mai pensato?

Cricchia
25-01-2005, 16.03.42
Originariamente inviato da Flying Luka
Beh.. spesso anche la disperazione può rendere un uomo corrotto.
Ci avete mai pensato?

hai ragione, ma se ci pensi, la "Disperazione" rende qualsiasi uomo capace di fare qualsiasi cosa... spesso anche cose che in condizioni "normali" sembrano "pazzie"..

Brunok
25-01-2005, 16.05.38
Originariamente inviato da Paco
Quando trovo un lavoro grazie a una spinta sono un corrotto. Quando mi aggiudico un appalto facendo favori sono un corrotto. La scusa che di solito si usa: lo fanno tutti, cosa ci posso fare io?

Cosa spinge l'uomo a vendere l'anima al diavolo? I soldi? Il potere? Il pessimismo? Cosa?

I soldi.

Tutti hanno un prezzo. Tranne gli integerrimi ma sono mosche bianche.

Voglio vedere chi per 10, 100, 1000 milioni di €uros non si farebbe corrompere. Molti lo fanno per molto ma molto meno anche 100 €uros.

Brunok
25-01-2005, 16.09.28
Originariamente inviato da Flying Luka
Beh.. spesso anche la disperazione può rendere un uomo corrotto.
Ci avete mai pensato?

questo è molto frequente, chi fa fatica ad arrivare a fine mese, sommerso dai debiti dai figli da mantenere e quant'altro è esposto alle tentazioni di facili guadagni con poca fatica o poco rischio.

Trinity
25-01-2005, 16.14.34
Secondo me non esiste uomo incorruttibile.

infinitopiuuno
25-01-2005, 16.15.45
Originariamente inviato da Brunok


I soldi.

Tutti hanno un prezzo. Tranne gli integerrimi ma sono mosche bianche.

Voglio vedere chi per 10, 100, 1000 milioni di €uros non si farebbe corrompere. Molti lo fanno per molto ma molto meno anche 100 €uros.

Io, per un milione di euro, starei un anno con gli indiani di Brunok:D :D

Luke
25-01-2005, 16.18.27
IO non penso sia per soldi.

Penso sia per un discorso che noi volgiamo "Tutto e Prima"

il fatto che la società ha allugato a dismisura il tempo di attesa e la conseguente incertezza per QUALSIASI cosa che uno debba fare, banalmente anche la fila in posta.

incrementiamo di 10 volte se si tratta di trovare lavoro....con le proprie forze

Questo, secondo me, spinge la gente a (diciamo) farsi furba :p

Cecco
25-01-2005, 18.17.43
Interessante l'argomento, interessanti molti interventi, uno in particolare che si riferisce alle condizioni della persona.

Difatti noi condanniamo il furto, ma se qualcuno ruba qualche genere alimentare per la fame in cui è costretta la famiglia?
Non è la stessa cosa regalare dieci euro ad un mendicante se posssiedo
solo quelli o un altro milione, e così via.

Così, se da una parte il male è sempre male, non possiamo non aver considerazione umana per chi il male ha fatto per bisogno.

Chiaro però che estremizzando questo concetto potremmo non trovarci più: se il mio lavoro è l'imprenditore edile e questo lavoro soggiace
al pizzo della mazzetta, che faccio? Denuncio? Cambio lavoro?

Beh insomma voglio dire che è difficile rispondere, bisogna trovarsi in certe situazioni, parlarne accademicamente non sempre fa corrispondere il nostro pensiero alla realtà possibile.

Cecco
25-01-2005, 18.20.43
Originariamente inviato da Trinity
Secondo me non esiste uomo incorruttibile.

No, può anche esistere ma in due soli casi. Sei un asceta, un eremita,
ti sei staccato dai beni terreni. Sei uno che ha avuto tutto.
Forse!

Tommy_hell
25-01-2005, 18.22.27
La fame di soldi ;)

ciau

Paco
25-01-2005, 19.11.28
Originariamente inviato da infinitopiuuno


A mio parere occorrerebbe fare dei distinguo: se per lavorare in banca al Sig. Rossi serve l'aiuto di un amico, non me la sento di chiamarlo "corrotto"; forse opportunista e fortunato.

Al contrario se per ottenere un appalto pubblico, foraggio l'assessore all'urbanistica e il sindaco, direi che si possa tranquillamente parlare di corruzione e questo non lo fanno tutti.

Ci sono diversi gradini che portano alla corruzione da codice penale; se si sta in basso, si ha la coscienza abbastanza pulita(mai usata:D).

"lo fanno tutti"...se qualcuno incominciasse a dire "no", credo che un pò le cose cambierebbero, ma di poco.

L'opportunista non fa fatica a diventare corrotto. ;)

Frequency
25-01-2005, 19.21.43
Originariamente inviato da Trinity
Secondo me non esiste uomo incorruttibile.


sono d'accordo...;)(Y)

Paco
25-01-2005, 19.22.40
Originariamente inviato da Cecco
Interessante l'argomento, interessanti molti interventi, uno in particolare che si riferisce alle condizioni della persona.

Difatti noi condanniamo il furto, ma se qualcuno ruba qualche genere alimentare per la fame in cui è costretta la famiglia?
Non è la stessa cosa regalare dieci euro ad un mendicante se posssiedo
solo quelli o un altro milione, e così via.

Così, se da una parte il male è sempre male, non possiamo non aver considerazione umana per chi il male ha fatto per bisogno.

Chiaro però che estremizzando questo concetto potremmo non trovarci più: se il mio lavoro è l'imprenditore edile e questo lavoro soggiace
al pizzo della mazzetta, che faccio? Denuncio? Cambio lavoro?

Beh insomma voglio dire che è difficile rispondere, bisogna trovarsi in certe situazioni, parlarne accademicamente non sempre fa corrispondere il nostro pensiero alla realtà possibile.

Quoto il tuo discorso (e quello di Flying Luka).
Purtroppo nei casi da te citati non si può parlare di corruzione e neppure di opportunismo...:(

infinitopiuuno
25-01-2005, 20.33.24
Originariamente inviato da Cecco


No, può anche esistere ma in due soli casi. Sei un asceta, un eremita,
ti sei staccato dai beni terreni. Sei uno che ha avuto tutto.
Forse!

Cecco...ce l'hai nell'avatar:o alle volte le cose vicine proprio non si vedono.:D :D :D

Albachiara
25-01-2005, 22.55.48
Originariamente inviato da Paco
Quando trovo un lavoro grazie a una spinta sono un corrotto. Quando mi aggiudico un appalto facendo favori sono un corrotto. La scusa che di solito si usa: lo fanno tutti, cosa ci posso fare io?

Cosa spinge l'uomo a vendere l'anima al diavolo? I soldi? Il potere? Il pessimismo? Cosa?


La propria sopravvivenza. La corruzione intesa nel peggiore dei suoi termini è anche sinonimo di cattiveria, di malvagità e di povertà d'animo. Per quanto ho potuto conoscerti qui dento non sei corrotto. Non sei malvagio e non sei povero d'animo. Cerchi di sopravvivere in una socità assurda che premia tutto furchè la bravura e la volontà.

(F)

Lillo
26-01-2005, 01.30.59
Non considerando le situazioni di necessità, per le quali, forse, occorrerebbe un discorso a parte, cito una frase di mio padre (una delle poche da tenere in considerazione... :rolleyes: ) :

"l'onestà è la virtù dei non tentati"

E con questo non desidero sminuire i sani costumi di molte persone, piuttosto sottolineare come certe affermazioni di principio vadano verificate all'atto pratico.
Allora, forse (ma il beneficio del dubbio è solo un atto di coerenza intellettuale), potrebbe aver ragione Trinity nella sua sintesi. (F)

Cosa rende un uomo corrotto (o corruttibile)? La bramosìa, e l'assoluta mancanza di rispetto degli altri.

Paco
26-01-2005, 09.00.53
Originariamente inviato da Albachiara



La propria sopravvivenza. La corruzione intesa nel peggiore dei suoi termini è anche sinonimo di cattiveria, di malvagità e di povertà d'animo. Per quanto ho potuto conoscerti qui dento non sei corrotto. Non sei malvagio e non sei povero d'animo. Cerchi di sopravvivere in una socità assurda che premia tutto furchè la bravura e la volontà.

(F)

Grazie alba...(F) ;)

Cecco
26-01-2005, 10.55.52
Originariamente inviato da infinitopiuuno


Cecco...ce l'hai nell'avatar:o alle volte le cose vicine proprio non si vedono.:D :D :D

Beh quello è un caso diverso quantunque abbia avuto tutto. L'ambizione
è una gran bella cosa ma poi devi saperti fermare, ora il ns. sta pensando alla presidenza della repubblica, e sai in quel campo di compromessi bisogna farne tanti. :)