PDA

Visualizza versione completa : Per chi ne sa di INPS e malattia....


steneroz
18-01-2005, 23.38.32
Un grosso dubbio mi assilla :confused:

Qui di seguito scrivo la mia storia e chiedo a chi conosce il funzionamento dell'indennità di malattia (la MUTUA) una cosa.

LA STORIA
Io ho avuto un incidente giovedì 30/12 notte, in realtà era già il 31 dato che era l'1:00.
Sono andato al pronto soccorso e mi hanno dato 10 giorni di prognosi.
Dato che io ero in ferie, ho mandato per fax alla mia azienda e all'inps il foglio del pronto soccorso. E fin qua tutto ok.

Oggi è sorto un problema: l'amministrazione della mia azienda dice che il giorno 31 non deve essere conteggiato nei giorni di mutua perchè era il primo, quindi il conteggio parte dal 1/1. Altre due persone che lavorano in amministrazione di altre aziende o in studi commercialisti mi hanno detto che il conteggio parte dal 31/12.

Che ne sapete voi?
Io ho cercato in Internet ma non ho trovato niente.

Il fatto è che io penso che la mia azienda vuole fare partire i conteggi dal 1/1 per "mangiarmi" un giorno di ferie...... anche perchè il 10/1, undicesimo giorno dopo l'incidente, io sono andato regolarmente a lavorare (che fesso, potevo starmene a casa altri giorni, dato che avevo ancora male....)

carletto
18-01-2005, 23.43.16
L'unica risposta certa può dartela il sindacato.

infinitopiuuno
18-01-2005, 23.45.24
Sono cose che ti tolgono il sonno...hai provato ha chiamare sia l'Inps di Bologna che l'Inail? Credo che ci siano circolari che si contraddicono.
Domani magari ti faccio avere un parere dal mio reparto paghe.

Albachiara
19-01-2005, 00.30.16
Se nel foglio che ti hanno dato l'infortunio parte dal 31 per la durata di 10 giorni è dal 31 incluso che si conta.. Mai sentito dire che il primo giorno non deve essere contato. Però so che ci sono delle particolarità se l'infortunio o la malattia avviene durante un periodo di ferie.. Hai provato a cercare il testo del tuo contratto ?

steneroz
19-01-2005, 01.01.01
L'inail non c'entra perchè non è stato un infortunio sul lavoro.
L'inps invece, l'unica volta che sono riuscito a sentirli per telefono, in modo molto sgarbato la signora al telefono ha fatto i conti partendo effettivamente dal 31 compreso.

Il fatto che il 31 sia incluso mi sembra quasi ovvio, ma dato appunto questa faccenda della mia amministrazione mi ha fatto sorgere il dubbio. Per cui più voci a mio favore ho meglio è.

x infinitopiuuno: se chiedi al tuo reparto paghe e poi mi fai sapere mi faresti un favore

x albachiara: sul mio contratto non ci ho guardato, ci dò un'occhiata domani. Per le particolarità della mutua in ferie, in Internet ho trovato che l'azienda potrebbe farmi fare dei controlli medici per vedere se la malattia entrava in contrasto con lo scopo delle ferie (riposo, ecc..) per motivi anche psicologici o se era compatibile.


Intanto vi ringrazio tutti

Flying Luka
19-01-2005, 09.28.41
Durante la malattia, i primi tre giorni sono considerati di "carenza" : significa che sono carico azienda al 100%, quindi pagati dall'azienda.
Dal quarto giorno in avanti interviene l'INPS con integrazione dell'azienda fino ad arrivare al 100% della tua retribuzuione.

Questo in linea di massima.
Poi dipende dal contratto di lavoro che hai, e dal tipo di inquadramento.

infinitopiuuno
19-01-2005, 10.24.10
Ho sentito una ragazza delle paghe: giusto i conteggio della malattia a partire dal 31.12.04(che interrompe le ferie) e giusto che tu sia andato al lavoro il 10/1/05.

Se l’azienda fa partire il conteggio dall’1/1, cosa molto improbabile ed errata, avrebbe commesso un’infrazione gravissima; far lavorare una persona in malattia.

Conteggio:
31 1 2 3 4 5 6 7 8 9 sono dieci giorni di malattia e il giorno seguente si lavora.
Ciao

Fletcher_Christian
19-01-2005, 10.41.44
Originariamente inviato da infinitopiuuno
Ho sentito una ragazza delle paghe: giusto i conteggio della malattia a partire dal 31.12.04(che interrompe le ferie) e giusto che tu sia andato al lavoro il 10/1/05.

Se l’azienda fa partire il conteggio dall’1/1, cosa molto improbabile ed errata, avrebbe commesso un’infrazione gravissima; far lavorare una persona in malattia.

Conteggio:
31 1 2 3 4 5 6 7 8 9 sono dieci giorni di malattia e il giorno seguente si lavora.
Ciao

Per evitare problemi:rientrare in anticipo sulla malattia non è una infrazione poichè è un atto che compie l'ex-ammalato.In pratica l'ammalato rientra in anticipo assumendosene la responsabilità.

Con un infortunio INAIL ,invece, ci vuole il certificato di guarigione per riprendere.

Flying Luka
19-01-2005, 11.39.46
Sbagli.
Se rientri al lavoro anticipatamento rispetto a quanto indicato sul certificato di malattia, devi esibire un secondo certicato del tuo medico curante che attesti la tua idoneità alla ripresa del lavoro.

Fletcher_Christian
19-01-2005, 11.45.29
Originariamente inviato da Flying Luka
Sbagli.
Se rientri al lavoro anticipatamento rispetto a quanto indicato sul certificato di malattia, devi esibire un secondo certicato del tuo medico curante che attesti la tua idoneità alla ripresa del lavoro.

Non è previsto il certificato di guarigione del medico,in caso di malattia e rientro anticipato.
Questo è quello che so.

Ma se è come dici,dove si può reperire questa notizia?

steneroz
19-01-2005, 11.49.02
Ah, bene. Allora mi sembra proprio che la ragione sia dalla mia parte.

Per il discorso della retribuzione, che viene pagata in parte dall'inps e per il resto dall'azienda, mi ricordo che qualche anno fa mi ammalai, ma l'azienda non mi integrò lo stipendio al 100%, ma solo al 75% (cioè 50% dell'inps e 25% dell'azienda).
Forse è perchè io sono un impiegato del settore terziario (piccola software house e azienda di consulenza)?

Comunque adesso mi leggo per bene il contratto.

Flying Luka
19-01-2005, 12.14.37
Ascoltami, per favore:
durante la malattia per il commercio/terziario i primi 3 giorni sono di carenza, pagati cioè al 100% dalla ditta.
Dal 4 al 21 esimo giorno 75% della retribuzione, di cui: 50% carico INPS e 25% carico ditta.
Dal 21 esimo in poi 100% retribuzione, di cui: 66,66 % carico INPS e 33,33 carico ditta.

Ciao.

steneroz
19-01-2005, 12.29.39
Grazie per la precisazione.
Questa è esattamente la mia situazione, e vedo che è corretta.

Ma perchè nel settore industria l'azienda arriva a coprire fino al 100% e nel commercio solo fino al 75%? :confused:
E' un'ingiustizia!! :anger: :crying: :mm:

Flying Luka
19-01-2005, 12.33.08
Dipende dai contratti, e non è un'ingiustizia, perchè:

Industria copre la malattia dal lunedì al venerdi;
Commercio invece, è vero sì che è solo 75%, ma la malattia è coperta per tutto il periodo, domeniche incluse le quali, malgrado NON siano lavorative, vengono comunque retribuite.

Come vedi c'è anche una specie di compensazione.

steneroz
19-01-2005, 17.20.00
Ah, ecco!
Mi pareva strana questa differenza...

Anche se il sabato/domenica non pagati all'industria sono uguale a 50% + 50% = 100
Nel commercio c'è una differenza di 25% dal lun al ven, quindi 25 * 5 = 125

...Sì, in effetti c'è solo una differenza del 25% della paga giornaliera a settimana.
Riuscirò a sopravvivere....

Flying Luka
19-01-2005, 17.30.11
Sì direi di sì, lo credo anche io.
Non ti preoccupare ;)

steneroz
30-01-2005, 15.11.13
Aggiornamenti sul caso:
Dopo giorni di opinioni discordanti l'amministrazione della mia azienda è stata costretta a pronunciare la frase "effettivamente dovresti aver ragione te"......

Ora rimane solo da vedere come risolvono nella busta paga il tutto. Dato che in quella di dicembre il 31/12 è segnato come ferie, bisognerà fare uno storno o qualcosa del genere in quella di gennaio (che mi arriverà fra circa una settimana).
Ho l'impressione che ne vedrò delle belle, mi serviranno sicuramente giorni per capire cosa scriveranno dentro questa busta...