PDA

Visualizza versione completa : Legge Urbani, ma chi vuole le modifiche?


Gigi75
11-11-2004, 00.40.45
http://www.specchioeconomico.com/2004marzo/imm/urbani.gif

La domanda appare legittima dopo che neppure l'interessamento del ministro all'Innovazione è fin qui riuscito a smuovere un provvedimento fermo da mesi in commissione al Senato

11/11/04 - News - Roma - Non è finora bastato neppure l'impegno assunto dal ministro Lucio Stanca, titolare del dipartimento all'Innovazione, a sbloccare le modifiche alla contestatissima Legge Urbani tuttora ferme in Parlamento.

"Tra un paio di mesi il problema dovrebbe essere risolto". Così, poco più di due mesi fa, Stanca si era espresso parlando delle modifiche alla normativa che si scaglia contro la pirateria via Internet e il file sharing.

Come noto, le modifiche al testo che già prima della sua approvazione aveva suscitato un vespaio di polemiche sono da molti mesi bloccate in Commissione al Senato. La Legge Urbani, infatti, oltre a considerare azioni criminali i comportamenti telematici di milioni di italiani si occupa anche di finanziamenti e altre misure legate al mondo dello spettacolo, ed è su questi scogli, almeno in apparenza, che ci si è arenati.

Anche per questo, anzi proprio per questo, tanto il senatore dei Verdi Fiorello Cortiana quanto la parlamentare di Forza Italia Gabriella Carlucci, pur con diverse sfumature, hanno recentemente chiesto lo stralcio delle norme da modificare. Un modo per realizzare rapidamente un nuovo provvedimento che su una corsia preferenziale potesse portare a quelle modifiche che a parole tutti, almeno in Parlamento, dicono di volere.

Sulla questione fin qui non si è espresso il senatore Asciutti, Forza Italia, che guida la Commissione del Senato dove a tutt'oggi è depositato il DL delle modifiche. E non hanno espresso una opinione lo stesso ministro Stanca o il ministro Giuliano Urbani, il cui nome è associato a questa contestatissima disposizione normativa. Ed è quindi ovvio che l'iniziativa politica su questo fronte sia fin qui pressoché inesistente.

Inevitabile dunque chiedersi se queste modifiche - che tutti a parole dichiarano necessarie - ci sia davvero qualcuno che voglia davvero realizzarle. È una domanda che gira sempre più spesso in rete assieme all'incredulità per l'intera vicenda della Legge Urbani, degli impegni assunti dal Governo e dalla maggioranza all'atto dell'approvazione, della severità di norme che praticamente a tutti sono sembrate sbagliate persino prima di essere approvate.


Fonte (http://punto-informatico.it/p.asp?i=50361)

Thor
11-11-2004, 01.13.54
in effetti è incredibile che ancora tutto sia fossilizzato in commissione..però, secondo me, se si chiede in giro, il 90% dirà che si aspettava una cosa del genere. io sarei in quella maggioranza.

che vi siano interessi "dietro" è indubbio..ma io do colpa anche alla cakkio di burocrazia che affligge gli iter legislativi..nell'era della velocità telematica, lì ci sono ancora dinosauri immortali.. :rolleyes:

afterhours
20-11-2004, 23.21.10
Maggioranza allo sbando anche sulla legge Urbani

Nonostante le promesse di Urbani e Stanca, e nonostante la convergenza dell'opposizione, non si riuscirà neanche stavolta a riformare la legge Urbani contro il file sharing.

[ZEUS News - www.zeusnews.it - News, 19-11-2004]
Il Ministro Urbani lo aveva promesso solennemente in fase di approvazione del suo provvedimento: "Mi impegno a modificare la legge abolendo le sanzioni penali per il file-sharing per uso personale."

Il Ministro Stanca, responsabile per l'Innovazione Tecnologica, qualche settimana fa aveva dato per certa la modifica della Urbani. D'altra parte anche il Ministro Gasparri si era dichiarato critico. Non parliamo dell'On. Gabriella Carlucci di Forza Italia, che aveva scritto al Ministro Urbani chiedendo il rispetto di quel suo impegno assunto davanti alle Camere.

Il senaatore Fiorello Cortiana, anche a nome delle opposizioni, aveva dichiarato piena disponibilità a vie brevi e allo stralcio per la modifica delle norme più negative, che prevedono il carcere per il P2P. Nonostante questo fronte ampio, forte e convinto di opposizione e di governo, che ha il sostegno e il consenso dell'opinione pubblica tutta, tranne le lobbies cinematografiche e discografiche, non si riesce, lamenta lo stesso Sen. Cortiana, a riformare la legge Urbani.

Eppure la stessa On. Carlucci ha presentato un emendamento alla Finanziaria che prevede che chi ha trafugato un reperto archeologico pagando il 5% del suo valore lo possa tenere; e lo stesso Presidente del Consiglio si è spinto a dichiarare, rivolto agli ufficiali della Guardia di Finanza, all'interno di una caserma degli stessi finanzieri, che evadere le tasse è giustificato dal peso delle tasse stesse.

Evidentemente, il carcere deve rimanere solo per chi scarica musica per il proprio lettore Mp3 e per chi si vede un film con la moglie e gli amici, condiviso in Rete.

Pier Luigi Tolardo

crazy.cat
26-01-2005, 13.00.50
Ricomincia il dialogo sulla legge urbani

http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=3769&numero=999

era ora.

Brunok
26-01-2005, 13.16.46
Originariamente inviato da Thor
in effetti è incredibile che ancora tutto sia fossilizzato in commissione..però, secondo me, se si chiede in giro, il 90% dirà che si aspettava una cosa del genere. io sarei in quella maggioranza.

che vi siano interessi "dietro" è indubbio..ma io do colpa anche alla cakkio di burocrazia che affligge gli iter legislativi..nell'era della velocità telematica, lì ci sono ancora dinosauri immortali.. :rolleyes:

sicuramente si, però come dici tu era da "1" fisso in schedina.

FOSSILIZZAZIONE!

Anaconda
26-01-2005, 17.48.45
Beh... che dire... ottima tattica...
Prima tutti infuriati con la legge urbani e ora chi ne parla?
Una minoranza silenziosa che non potrà cambiare quello che è successo...
La legge si è fossilizzata in parlamento e volenti o nolenti rimarrà così ancora per un bel pezzo...

Gigi75
26-01-2005, 18.18.48
Salvo a non attendere qualche "donazione elettorale" nella quale è lecito sperare..:)