PDA

Visualizza versione completa : WEBSENSE: SOLUZIONE PER USO DEL WEB SUL LAVORO


Giorgius
07-06-2004, 15.55.21
(ASCA) - Roma, 7 giu - Conciliare le esigenze di carattere
personale con la produttivita' richiesta sul luogo di lavoro
e' possibile secondo Websense. La societa' californiana ha
lanciato nuovi strumenti software che permettono di stabilire
un intervallo di tempo nell'arco della giornata lavorativa
durante il quale ai dipendenti sia concesso l'accesso a siti
web innocui, come quelli per l'organizzazione dei matrimoni,
pur continuando a mantenere bloccato l'accesso a siti
pericolosi, come quelli con contenuti pornografici o che
offrono strumenti di hacking. Le soluzioni di filtraggio dei
contenuti web offerte da Websense, infatti, sono
personalizzabili e configurabili, consentendo per esempio
alle aziende di rendere accessibili siti web innocui legati a
interessi personali dei dipendenti solo prima e dopo l'orario
di lavoro e di attivare un'opzione che informa gli utenti che
un determinato sito web e' considerato inappropriato. Il
software di Websense si interfaccia in tempo reale con un
database di indirizzi di siti web utilizzato per verificare
le richieste Internet dei dipendenti in base alla policy
aziendale. Il database di Websense contiene attualmente oltre
6 milioni di siti web classificati in 90 categorie di
contenuti Internet in 52 lingue. Per maggiori informazioni:
www.websense.com.

Gigi75
07-06-2004, 18.49.51
tutti ciò è assurdo!

COme se negli anni passati avessero brevettato dei registri sui quali non era possibile nascondere giornali non inerenti all'ambito lavorativo.
Come spesso accade con internet & affini, si trascende sempre. Sempre da un lato, e ogni tanto dall'altro. E' tutto da vedere quanto l'utilizzo di internet sul posto di lavoro sia davvero deleterio per la produzione.
Prima di internet non penso che il lavoratore lavorasse il 100% del tempo, non navigava, magari parlava al cell, legeva un giornale, o dormiva...:)

bYe

Mj
07-06-2004, 20.03.10
Anche questo è vero, ma forse lo si potrebbe nella maniera opposta, magari come uno stimolo...:)

TyDany
07-06-2004, 22.39.03
Originariamente inviato da Gigi75
tutti ciò è assurdo!

COme se negli anni passati avessero brevettato dei registri sui quali non era possibile nascondere giornali non inerenti all'ambito lavorativo.
Come spesso accade con internet & affini, si trascende sempre. Sempre da un lato, e ogni tanto dall'altro. E' tutto da vedere quanto l'utilizzo di internet sul posto di lavoro sia davvero deleterio per la produzione.
Prima di internet non penso che il lavoratore lavorasse il 100% del tempo, non navigava, magari parlava al cell, legeva un giornale, o dormiva...:)

bYe

Di base sono daccordo con te, però IMHO non valutì una/o potenzialità/problema di internet, che spesso c'è gente che inizia a navigarci e ci passa delle ore senza nemmeno accorgersi... diciamo che secondo me internet è molto più fuorviante di altre cose e soprattutto è più facile nascondersi... se non hai un ufficio imboscato non è semplice leggerti il giornale, non puoi poi stare tutto il giorno al telefono per i cavoli tuoi perchè oramai molte aziende hanno bollette trasparenti e quelle più grosse centralini con il controllo delle telefonate sugli interni... mentre è molto più facile girovagare in internet, basta un alt + tab per passare ad un altra finestra in caso di pericolo e poche aziende hanno controllo sul traffico... noi ad esempio abbiamo un controllo sull'occupazione di banda (se uno scarica come un animale) e su certe parole chiave (siti porno ecc) ma se uno se ne sta tutto il giorno tra gazzetta, ecc non lo becchiamo.
In sostanza il programma non mi sembra una fesseria, solo che io al posto di delle fasce orarie preferirei un tempo limite durante il giorno... può farlo quando vuole (come la pausa caffè) ma per non più di un tot nella giornata ;)