PDA

Visualizza versione completa : (in)civilta' Cattolica


Eccomi
05-10-2003, 01.38.49
Civiltà cattolica è la rivista dei gesuiti... Ma farebbero meglio a chiamarla INCIVILTA' CATTOLICA... Fuori dal tempo e fuori pure di testa... E non è la prima volta che se ne escono con queste teorie vergognose...

Ricevo vie E-mail:

I gesuiti di civiltà cattolica
"Gli animali non hanno nè diritti nè anima"

ROMA. "Gli animali non hanno diritti. Il diritto è una prerogativa
dell'essere spirituale. I Gesuiti tornano sul tema dei diritti degli
animali con un editoriale che sembra destinato a rinfocolare le polemiche suscitate qualche anno fa da un altro articolo della Civiltà Cattolica che negava la possibilità che gli animali avessero un'anima spirituale. "Non è poi vero -si legge nell'articolo - che i diritti degli animali devono essere difesi dalla legge come i diritti dell'uomo. In realtà gli animali non hanno diritti. Il diritto è una prerogativa dell'essre spirituale. E il motivo profondo è che il diritto è una prerogativa della persona, in quanto essere
spirituale, e non soltanto materiale."Secondo i Gesuiti, "in conclusione i diritti sono legati al carattere spirituale e personale dell'uomo".

Ma non si vergognano?:anger:

Povero San Francesco... Immagino che per questi "scienziati" fosse un perdigiorno mezzo scemo che non aveva niente di meglio da fare che predicare a lupi e uccelli... :S (N) (N) (N)

JMass
05-10-2003, 07.52.38
Ai vaneggiamenti dei gesuiti non dedico neanche un secondo di neanche un neurone.

:mad:

Alef
05-10-2003, 20.26.13
Purtroppo quei vaneggiamenti hanno valenza politica, perché credi che la legge contro i maltrattamenti degli animali, una semplice legge di civiltà che non avrebbe portato a nessun onere sul bilancio statale, giaccia sepolta e non se ne parli più? mentre invece è stata partorita la famigerata ordinanza Sirchia anzi rafforzata
http://www.ansa.it/rubriche/italia/2003-10-05_3394773.html

(ANSA)-GENOVA, 5 OTT- 'Non abbiamo mai pensato di modificare niente e saranno d'accordo con noi i 70 mila italiani che l'anno scorso sono stati morsi dai cani'. Parola di Sirchia.Il ministro della Salute ha poi spiegato che ci sono diverse ipotesi allo studio del Consiglio superiore della sanita' sulla possibilita' di compiere test individuali per valutare l'aggressivita' dei cani. E ha concluso che 'tutti i cani, anche quelli di piccola taglia dovrebbero avere il guinzaglio e la museruola nei luoghi pubblici'.
2003-10-05 - 13:02:00

Non parliamo poi del finanziamento alla scuola cattolica, e questo si oneroso per le tasche dei cittadini.......(tralascio l'aspetto politico che viviamo, almeno teoricamente, in uno stato laico)........

Alef

JMass
05-10-2003, 21.10.15
Intendevo dire che non li giustifico in alcun modo e che un pensiero del genere mi è talmente alieno che non mi sforzo minimamente di comprenderlo. Purtroppo son ben conscio dell'influenza che queste 'sante' persone esercitano sulla società civile e laica...

Eccomi
05-10-2003, 22.44.50
Ma io come Cristiano Cattolico praticante, sono stufo di avere a che fare con questi avanzi di Medioevo... Questi sono i discendenti di quelli che benedicevano i mercanti di schiavi (negri, anime inferiori?), e negavano il diritto di voto alle donne...:(

Come sembrano lontani i tempi della preghiera di San Basilio: :rolleyes:

Oh Dio, aumenta in noi il senso di fraternità con tutti gli esseri viventi, nostri piccoli fratelli, a cui tu hai dato la terra per dimora comune con noi. Ci ricordiamo con vergogna che nel passato noi abbiamo esercitato l'alto dominio dell'uomo sopra di essi con crudeltà spietata, così che la voce della terra che avrebbe dovuto alzarsi a Te in canto, è stata un gemito doloroso. Fa che noi si possa realizzare che essi vivono non solo per noi, ma per loro stessi, e per Te, e che essi amano la dolcezza della vita come noi e Ti servono meglio nel loro posto di quanto non lo facciamo noi nel nostro.

Giorgio Drudi
05-10-2003, 22.44.56
Originariamente inviato da Eccomi
Civiltà cattolica è la rivista dei gesuiti... Ma farebbero meglio a chiamarla INCIVILTA' CATTOLICA... Fuori dal tempo e fuori pure di testa... E non è la prima volta che se ne escono con queste teorie vergognose...

Ricevo vie E-mail:

I gesuiti di civiltà cattolica
"Gli animali non hanno nè diritti nè anima"

ROMA. "Gli animali non hanno diritti. Il diritto è una prerogativa
dell'essere spirituale. I Gesuiti tornano sul tema dei diritti degli
animali con un editoriale che sembra destinato a rinfocolare le polemiche suscitate qualche anno fa da un altro articolo della Civiltà Cattolica che negava la possibilità che gli animali avessero un'anima spirituale. "Non è poi vero -si legge nell'articolo - che i diritti degli animali devono essere difesi dalla legge come i diritti dell'uomo. In realtà gli animali non hanno diritti. Il diritto è una prerogativa dell'essre spirituale. E il motivo profondo è che il diritto è una prerogativa della persona, in quanto essere
spirituale, e non soltanto materiale."Secondo i Gesuiti, "in conclusione i diritti sono legati al carattere spirituale e personale dell'uomo".

Ma non si vergognano?:anger:

Povero San Francesco... Immagino che per questi "scienziati" fosse un perdigiorno mezzo scemo che non aveva niente di meglio da fare che predicare a lupi e uccelli... :S (N) (N) (N)

Sono d'accordo con te ed in completo disaccordo con l'articolo di Civiltà Cattolica, che però non ho letto ( puoi dirmi quale numero? ).
I capuccini che nascono nel XVI secolo, eredi della tradizione francescana, sono stati i "tradizionali" nemici dei gesuiti( non nel XVI secolo in cui nascono anch'essi, ma in seguito). Mi meraviglia però una presa di posizione quale tu riporti...dal momento che Giovanni Paolo II...non ricordo in quale occasione...affermò che anche per questi nostri fratelli "minori" c'è una realtà "spirituale".
Mi meraviglia perchè il quarto voto dei discepoli di S.Ignazio è quello di essere al servizio del Papa...ma ora il pluralismo teologico ha un po' cambiato le cose.

Alef
06-10-2003, 00.37.25
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


Sono d'accordo con te ed in completo disaccordo con l'articolo di Civiltà Cattolica, che però non ho letto ( puoi dirmi quale numero? ).
I capuccini che nascono nel XVI secolo, eredi della tradizione francescana, sono stati i "tradizionali" nemici dei gesuiti( non nel XVI secolo in cui nascono anch'essi, ma in seguito). Mi meraviglia però una presa di posizione quale tu riporti...dal momento che Giovanni Paolo II...non ricordo in quale occasione...affermò che anche per questi nostri fratelli "minori" c'è una realtà "spirituale".
Mi meraviglia perchè il quarto voto dei discepoli di S.Ignazio è quello di essere al servizio del Papa...ma ora il pluralismo teologico ha un po' cambiato le cose.

Non mi pare che i gesuiti siano così ossequiosi vedi il caso di Galileo
http://213.92.16.98/ESW_articolo/0,2393,41863,00.html

Alef

EntropheaR
06-10-2003, 02.16.30
Magari questa loro presa di posizione vuole essere tale da dire: "gente stiamo perdendo tempo a far rispettare i diritti degli animali quando in alcune zone del mondo i diritti degli UOMINI vengono calpestati da altri UOMINI, non vi pare quantomeno ipocrita?"
Almeno spero che sia motivata una tale presa di posizione...sono contrario allo scagliarmi contro di loro, come non mi scaglio contro coloro che considerano gli animali al nostro stesso livello.

Ghandalf
06-10-2003, 03.20.35
Rabbia e' dir poco e violento diventerei di certo con un gesuita davanti, mi trattengo dall'essere volgare e sopratutto dall'abbassarmi ad un livello tanto infimo.

Ricchi e pasciuti nei loro merletti e nelle loro lenzula bianche possono continuare a sentenziare e parlare, scrivere su riviste di NICCHIA (il gioco di parole mi si offre troppo semplice).
Di fatto cosa possono fare oramai dei dinosauri in via di estinzione.

Spero mi vengano a prendere a casa dopo l'e-mail che gli sto scrivendo, lo spero, perche' troveranno cani senza anima a mordere le loro chiappe bianchicce e molli a furia di star coperte e pogiate su sedie per dar corpo al continuo contar soldi...e tanti ne hanno da non aver tempo di pensare...probabilmente non alzano gli occhi dai forzieri dal 1000...

Beata ignoranza...

In un periodo in cui la chiesa dovrebbe aprirsi per cercare di adeguarsi il melgio che sanno fare e' allontanare gli scettici...

Scusate l'assolutismo...ma devo sfogare in qualche modo!

Giorgio Drudi
06-10-2003, 09.32.51
Originariamente inviato da Alef


Non mi pare che i gesuiti siano così ossequiosi vedi il caso di Galileo
http://213.92.16.98/ESW_articolo/0,2393,41863,00.html

Alef

Dopo il Concilio Vaticano II, molte cose sono cambiate...il pluralismo teologico è una realtà ed il rapporto col magistero della chiesa è vissuto in modo molto diverso, così pure l'obbedienza.

Giorgio Drudi
06-10-2003, 09.38.26
Originariamente inviato da Ghandalf
Rabbia e' dir poco e violento diventerei di certo con un gesuita davanti, mi trattengo dall'essere volgare e sopratutto dall'abbassarmi ad un livello tanto infimo.

Ricchi e pasciuti nei loro merletti e nelle loro lenzula bianche possono continuare a sentenziare e parlare, scrivere su riviste di NICCHIA (il gioco di parole mi si offre troppo semplice).
Di fatto cosa possono fare oramai dei dinosauri in via di estinzione.

Spero mi vengano a prendere a casa dopo l'e-mail che gli sto scrivendo, lo spero, perche' troveranno cani senza anima a mordere le loro chiappe bianchicce e molli a furia di star coperte e pogiate su sedie per dar corpo al continuo contar soldi...e tanti ne hanno da non aver tempo di pensare...probabilmente non alzano gli occhi dai forzieri dal 1000...

Beata ignoranza...

In un periodo in cui la chiesa dovrebbe aprirsi per cercare di adeguarsi il melgio che sanno fare e' allontanare gli scettici...ma d'altronde destra estrema e chiesa (come istituzione, non come singoli) sono sempre andati su binari paralleli.

Scusate l'assolutismo...ma devo sfogare in qualche modo!


Dentro la chiesa ci sono molte posizioni "politiche", certamente la destra estrema non è la chiesa come non lo è la sinistra estrema (L.Boff).
Capisco lo sfogo.
Ciao

jannaz
06-10-2003, 17.34.58
hehe ma mica sono francescani ma neanche religiosi sono solo affaristi e politicanti anzi spero che li morda un bel cane,magari un pitbull, proprio li' sui gesuiti che hanno in mezzo alle gambe :D

JaNnAz

Alef
06-10-2003, 19.49.09
Originariamente inviato da EntropheaR
Magari questa loro presa di posizione vuole essere tale da dire: "gente stiamo perdendo tempo a far rispettare i diritti degli animali quando in alcune zone del mondo i diritti degli UOMINI vengono calpestati da altri UOMINI, non vi pare quantomeno ipocrita?"
Almeno spero che sia motivata una tale presa di posizione...sono contrario allo scagliarmi contro di loro, come non mi scaglio contro coloro che considerano gli animali al nostro stesso livello.

I primi ipocriti sono gli stessi gesuiti, la storia della compagnia di Gesù non è stata certo un esempio di fratellanza umana e di rispetto dei diritti per i non cristiani.
Chi rispetta e lotta perché vengano riconosciuti dei diritti agli animali ha già nei suoi geni il rispetto per l'uomo, qualsiasi uomo anche se non lo sente al suo stesso livello.

Alef

EntropheaR
06-10-2003, 21.14.01
Originariamente inviato da Alef

Chi rispetta e lotta perché vengano riconosciuti dei diritti agli animali ha già nei suoi geni il rispetto per l'uomo

Lo spero...ma non metterei una mano sul fuoco se mi chiedessero di generalizzare tale frase...

Giorgio Drudi
07-10-2003, 23.19.22
Originariamente inviato da Alef


I primi ipocriti sono gli stessi gesuiti, la storia della compagnia di Gesù non è stata certo un esempio di fratellanza umana e di rispetto dei diritti per i non cristiani.
Chi rispetta e lotta perché vengano riconosciuti dei diritti agli animali ha già nei suoi geni il rispetto per l'uomo, qualsiasi uomo anche se non lo sente al suo stesso livello.

Alef
Ci sono anche elementi positivi....la critica di Lammenais non è certo un modello di equilibrio.
Sai delle "riduciones" ?

Alef
08-10-2003, 00.23.13
Originariamente inviato da Giorgio Drudi

Ci sono anche elementi positivi....la critica di Lammenais non è certo un modello di equilibrio.
Sai delle "riduciones" ?

:confused:

scusa puoi tradurre?

Alef

Dinfra
08-10-2003, 10.53.21
Non penso che dobbiamo preoccuparci di quello che vanno vaneggiando certe persone, la difesa dei diritti degli animali è un dato di fatto, c'è tantissima gente che li ama e non sarà qualche articolo a cambiare le cose.

Lello
08-10-2003, 20.07.21
Credo innanzitutto che prima di sparare nel mucchio e additare interi ordini come ...
lasciamo stare...
sia meglio leggere la fonte vera del testo, che sicuramente fa discutere ma è leggermente più articolato di quanto appaia da una e-mail...

questo il riassunto dal sito de La Civiltà Cattolica


I DELITTI CONTRO GLI ANIMALI

L’editoriale si sofferma su una proposta di legge, già approvata dalla Camera, che introduce nel Codice penale un nuovo titolo riguardante «i delitti contro gli animali». Si rileva la scarsa possibilità di applicarla, a causa delle pene eccessive e della difficoltà di definire giuridicamente tali «delitti». Poiché, in tal modo, si è riproposto il problema dei «diritti degli animali», si ribadisce che gli animali non hanno diritti, perché questi appartengono all’uomo, in quanto è una «persona», cioè un essere intelligente e libero, cosciente e responsabile, dotato di un’anima spirituale.

Questo però non significa che l’uomo possa maltrattare e imporre sofferenze agli animali. Deve invece averne cura, poiché non è padrone ma custode e amministratore della creazione.

http://www.laciviltacattolica.it/Quaderni/01_quad.html

:)

Seminiamo la pace: un saluto Giorgio

Eccomi
08-10-2003, 20.25.11
La sostanza non cambia... Anche se la pillola è stata addolcita nel finale (e non ne ero a conoscenza).
Ma tu immagina di leggere "schiavi" o "donne" al posto di animali, quando si afferma che "non hanno diritti", e vedi se la pillola va giù... :(

Quanto alla pace... :rolleyes:
"non è un'opzione, ma una necessità" :)
...Ma va accompagnata dalla giustizia. :rolleyes:

Lello
08-10-2003, 20.41.28
Originariamente inviato da Eccomi
La sostanza non cambia... Anche se la pillola è stata addolcita nel finale (e non ne ero a conoscenza).
Ma tu immagina di leggere "schiavi" o "donne" al posto di animali, quando si afferma che "non hanno diritti", e vedi se la pillola va giù... :(

Quanto alla pace... :rolleyes:
"non è un'opzione, ma una necessità" :)
...Ma va accompagnata dalla giustizia. :rolleyes:
Schiavi e donne sono persone

se permetti sono una cosa diversa, più importante e preziosa che gli animali....:rolleyes:

gli animali si mangiano le persone no... (a volte lo fanno)
gli animali si addestrano, le persone no... (ci provano però...)
gli animali hanno una piccola vita spirituale, bene, ignoravo questa cosa...

io li ho sempre amati, li amo ancora...

ma non più delle persone, faccio ancora questa differenze...

Ghandalf
08-10-2003, 21.37.23
Originariamente inviato da Lello


Questo però non significa che l’uomo possa maltrattare e imporre sofferenze agli animali. Deve invece averne cura, poiché non è padrone ma custode e amministratore della creazione.
[/FONT]
[/B]

...padrone e custode???...siamo messi bene! Ma chi ce lo ha detto che siamo padroni e custodi? Certo se uno crede e' piu' semplice...ma sino ad adesso e', per me, solo un'autoproclamazione...

:)

Lello
08-10-2003, 21.43.21
Originariamente inviato da Ghandalf


...padrone e custode???...siamo messi bene! Ma chi ce lo ha detto che siamo padroni e custodi? Certo se uno crede e' piu' semplice...ma sino ad adesso e', per me, solo un'autoproclamazione...

:)
Infatti NON siamo i padroni... (se leggi meglio con me...)
il termine custode e amministratore può non piacere,
anche a me non piace, ma è messo lì per richiamarci alle nostre responsabilità.

o irresponsabilità vista la gestione tremenda che stiamo facendo del pianeta Terra.

Della Terra, e di quanto contiene, uomini animali e bellezze naturali, siamo, purtroppo i cattivi amministratori... :mad:

un saluto :)

Ghandalf
08-10-2003, 21.44.11
Originariamente inviato da Lello

Schiavi e donne sono persone

se permetti sono una cosa diversa, più importante e preziosa che gli animali....:rolleyes:

gli animali si mangiano le persone no... (a volte lo fanno)
gli animali si addestrano, le persone no... (ci provano però...)
gli animali hanno una piccola vita spirituale, bene, ignoravo questa cosa...

io li ho sempre amati, li amo ancora...

ma non più delle persone, faccio ancora questa differenze...

Non faccio paragoni trasversali...;)...si parla di animali , parliamo solo di questi.
Gli animali se mangiassero le persone sicuramente non li terrebbero in allevamenti alla Matrix...l'uomo lo fa.

Gli animali si addestrano, le persone anche...plagiare qlcn cos'e'? Le masse sono addestrate, forse il singolo no...ma i soldati "addestrati" ad uccidere?

Sulla vita spirituale siamo d'accordo...potrei essere d'accordo...ma decidiamo sempre e solo noi...uomini...persone.

Tra animali e persone ci sono differenze?
Acora sto cercando di capirlo, eppure ovunque mi volto gli equilibri ed il senso degli atteggiamenti animali mi suonano molto piu' saggi ed equilibrati di quelli degli uomini.

Basta guardare i telegiornali, i paesi del terzo mondo ed i posti dove per un "dio" ci si ammazza...

...forse si' forse no...ma nulla puo' essere scontato..:)

L'ordine dei gesuiti per me rimane un ottimo posto su cui puntare il dito, perche' in loro adesso non vedo nulla di buono...

:)

Lello
08-10-2003, 21.58.12
Originariamente inviato da Ghandalf


Non faccio paragoni trasversali...;)...si parla di animali , parliamo solo di questi.
Gli animali se mangiassero le persone sicuramente non li terrebbero in allevamenti alla Matrix...l'uomo lo fa.

Gli animali si addestrano, le persone anche...plagiare qlcn cos'e'? Le masse sono addestrate, forse il singolo no...ma i soldati "addestrati" ad uccidere?

Sulla vita spirituale siamo d'accordo...potrei essere d'accordo...ma decidiamo sempre e solo noi...uomini...persone.

Tra animali e persone ci sono differenze?
Acora sto cercando di capirlo, eppure ovunque mi volto gli equilibri ed il senso degli atteggiamenti animali mi suonano molto piu' saggi ed equilibrati di quelli degli uomini.

Basta guardare i telegiornali, i paesi del terzo mondo ed i posti dove per un "dio" ci si ammazza...

...forse si' forse no...ma nulla puo' essere scontato..:)

L'ordine dei gesuiti per me rimane un ottimo posto su cui puntare il dito, perche' in loro adesso non vedo nulla di buono...

:)
Sono daccordo con le cose che dici, mi vergogno di far parte di questo consesso di squallidi sfruttatori delel risorse naturali del pianeta...
mi commuovono gli accostamenti tra la fedeltà dell'animale e qualla dell'uomo (quella dell'animale l'ho sperimentata ed è assoluta e totale)...
ma sono diversi...

nulla può essere scontato, giusto...
e proprio per questo dissento dall'additare i Gesuiti...
mi sembra opinabile la loro veduta, di uno di loro...

se poi vogliamo metterli all'indice come la peggiore tradizione della Controriforma....

io tifavo per le Streghe, lo faccio ancora ora....

Ghandalf
08-10-2003, 22.00.48
Originariamente inviato da Lello

io tifavo per le Streghe, lo faccio ancora ora....


:):D:p

In fondo la pensiamo alla stessa maniera..:D

Lello
08-10-2003, 22.01.57
Originariamente inviato da Ghandalf



:):D:p

In fondo la pensiamo alla stessa maniera..:D
Non avrei saputo dirlo meglio: (Y)


:)

Giorgio Drudi
08-10-2003, 22.50.15
Originariamente inviato da Alef


:confused:

scusa puoi tradurre?

Alef

Ho citato Lamennais perchè la sua critica ai gesuiti è particolarmente feroce ed è quella da cui solitamente si traggono argomenti. Tutto questo è legato al periodo risorgimentale, il cui esito sarà l'unità d'Italia e poi alla contrapposizione radicale fra il Regno d'Italia ed il suo governo liberale ed il Vaticano, con la conseguente spaccatura dei cattolici in "intransigenti" e transigenti". Questi ultimi favorevoli ad un compromesso, i primi rigidamente schierati a difesa dei diritti della Chiesa, con una obbedienza assoluta al papa. E' un periodo conosciuto poco e male in genere; si riempie il vuoto con una serie di luoghi comuni, e di anticlericalismo all'ingrosso.
I Gesuiti erano intransigenti e schierati con il papa.
La loro posizione a differenza di quella di altre linee di intransigenza è sostenuta, comunque, da una notevole cultura. La preparazione culturale dei padri della Compagnia di Gesù è stata sempre fuori dall'ordinario e chi sostiene il contrario non sa di cosa parla.
Le riduzioni( reducciones) furono una esperienza di difesa, protezione e crescita civile e culturale del popolo Guarani.
"...Un sistema politico-sociale-culturale come questo, assolutamente contro-corrente rispetto alla colonizzazione spagnola e portoghese, non poteva durare. Alla metà del sec. XVIII i Gesuiti sono espulsi, i Guaranì trasferiti e chi resisteva era passato per le armi. Le cittadine, abbandonate, vennero sommerse dalla foresta. Ma se oggi i Guaranì hanno conservato la loro lingua e sono un popolo vivo e numeroso (molte altri tribù di indios sono scomparse), lo devono all'opera appassionata e intelligente dei missionari gesuiti."
Ti potrei anche elencare una lunga serie di eroici padri gesuiti e delle loro eroiche imprese a favore dei più miseri.

Posto qui anche per coloro che hanno citato i gesuiti in senso esclusivamente negativo.
Ciao

Lello
08-10-2003, 22.54.34
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


Le riduzioni( reducciones) furono una esperienza di difesa, protezione e crescita civile e culturale del popolo Guarani.
"...Un sistema politico-sociale-culturale come questo, assolutamente contro-corrente rispetto alla colonizzazione spagnola e portoghese, non poteva durare. Alla metà del sec. XVIII i Gesuiti sono espulsi, i Guaranì trasferiti e chi resisteva era passato per le armi. Le cittadine, abbandonate, vennero sommerse dalla foresta. Ma se oggi i Guaranì hanno conservato la loro lingua e sono un popolo vivo e numeroso (molte altri tribù di indios sono scomparse), lo devono all'opera appassionata e intelligente dei missionari gesuiti."
Ti potrei anche elencare una lunga serie di eroici padri gesuiti e delle loro eroiche imprese a favore dei più miseri.

Posto qui anche per coloro che hanno citato i gesuiti in senso esclusivamente negativo.
Ciao
Tutto abilmente documentato nel bellissimo film di Roland Joffe: Mission,
con Jeremy Irons e Robert De Niro.


(colonna sonora di Ennio Morricone :))

Giorgio Drudi
08-10-2003, 23.03.15
Originariamente inviato da Lello

Tutto abilmente documentato nel bellissimo film di Roland Joffe: Mission,
con Jeremy Irons e Robert De Niro.


(colonna sonora di Ennio Morricone :))

L'abilità di R. Joffe e la musica di Ennio Morricone avranno certamente esaltato ed abbellito la vicenda storica...esprimendola con quel genere che si definisce "epico"...la bella realta di quella vicenda storica, però, si era nobiltata da sola.
Ciao

Giorgio Drudi
08-10-2003, 23.05.53
Originariamente inviato da Lello

Sono daccordo con le cose che dici, mi vergogno di far parte di questo consesso di squallidi sfruttatori delel risorse naturali del pianeta...
mi commuovono gli accostamenti tra la fedeltà dell'animale e qualla dell'uomo (quella dell'animale l'ho sperimentata ed è assoluta e totale)...
ma sono diversi...

nulla può essere scontato, giusto...
e proprio per questo dissento dall'additare i Gesuiti...
mi sembra opinabile la loro veduta, di uno di loro...

se poi vogliamo metterli all'indice come la peggiore tradizione della Controriforma....

io tifavo per le Streghe, lo faccio ancora ora....
E' veramente un contributo equilibrato, il tuo.
Ciao Lello...si seminiamo la pace...facciamo la nostra piccola parte (L).

PS. Anch'io tifo per le streghe.

Giorgio Drudi
08-10-2003, 23.15.44
Originariamente inviato da Ghandalf


...padrone e custode???...siamo messi bene! Ma chi ce lo ha detto che siamo padroni e custodi? Certo se uno crede e' piu' semplice...ma sino ad adesso e', per me, solo un'autoproclamazione...

:)

Più che autoproclamazione è la coscienza che lo afferma. Ed oggi è coscienza diffusa quella che un tempo lo era di pochi,... sublime quella di Francesco d'Assisi che si sente fratello di tutte le creature, lui, specialista in "minori".
Una traduzione meno sgradevole è quella di "giardinieri" del pianeta.
Ciao

Lello
08-10-2003, 23.19.02
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


L'abilità di R. Joffe e la musica di Ennio Morricone avranno certamente esaltato ed abbellito la vicenda storica...esprimendola con quel genere che si definisce "epico"...la bella realta di quella vicenda storica, però, si era nobiltata da sola.
Ciao
Sconosciuta ai più...
grazie a Mission si è proposta a tutti...

Prendo spunto dal film per riflettere su quanto ha peccato la Chiesa
e le società imperiali cattoliche... :( (???) verso i popoli del Terzo Mondo....

quanti martiri e umili testimoni l'hanno "illuminata"..., la Chiesa...
nonostante tutto...


Ciao

Eccomi
09-10-2003, 01.09.23
(Y) (Y) (Y)
Questo è il modo civile di discutere! Forse questo thread potrebbe essere preso a modello per evitare le "risse" che si verificano a volte in altri...:)
Consentimi solo quest'ultima precisazione, poi... Qua la mano! :p


Originariamente inviato da Lello

gli animali si mangiano le persone no...

Lello, ti dispiacerebbe dare un'occhiata alla mia sign? :rolleyes:
(la parte iniziale)

Lello
09-10-2003, 08.36.55
Originariamente inviato da Eccomi
(Y) (Y) (Y)
Questo è il modo civile di discutere! Forse questo thread potrebbe essere preso a modello per evitare le "risse" che si verificano a volte in altri...:)
Consentimi solo quest'ultima precisazione, poi... Qua la mano! :p




Lello, ti dispiacerebbe dare un'occhiata alla mia sign? :rolleyes:
(la parte iniziale)
Era ed è un paradosso..
anche le persone si mangiano, ma non sono mangiate dai cannibali...


ma da "quelli" che li lasciano morire di sete fame,
da "quelli" che li mandano a morire, anche ragazzini nelle guerre,
da "quelli" che li usano per esperimenti e "stiva di organi"...
in Africa e nei buchi del culo del mondo!

"Quelli" siamo noi....

Capisci cosa voglio dire?

Un saluto

Dinfra
09-10-2003, 10.31.04
Non condivido l'affermazione secondo cui gli animali non hanno diritti...

Ne hanno, secondo me, e non possono essere trattati come cose che hanno un padrone, perchè sono dotati di una loro sensibilità e intelligenza.

Alef
09-10-2003, 18.47.24
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


Ho citato Lamennais perchè la sua critica ai gesuiti è particolarmente feroce ed è quella da cui solitamente si traggono argomenti. Tutto questo è legato al periodo risorgimentale, il cui esito sarà l'unità d'Italia e poi alla contrapposizione radicale fra il Regno d'Italia ed il suo governo liberale ed il Vaticano, con la conseguente spaccatura dei cattolici in "intransigenti" e transigenti". Questi ultimi favorevoli ad un compromesso, i primi rigidamente schierati a difesa dei diritti della Chiesa, con una obbedienza assoluta al papa. E' un periodo conosciuto poco e male in genere; si riempie il vuoto con una serie di luoghi comuni, e di anticlericalismo all'ingrosso.
I Gesuiti erano intransigenti e schierati con il papa.
La loro posizione a differenza di quella di altre linee di intransigenza è sostenuta, comunque, da una notevole cultura. La preparazione culturale dei padri della Compagnia di Gesù è stata sempre fuori dall'ordinario e chi sostiene il contrario non sa di cosa parla.
Le riduzioni( reducciones) furono una esperienza di difesa, protezione e crescita civile e culturale del popolo Guarani.
"...Un sistema politico-sociale-culturale come questo, assolutamente contro-corrente rispetto alla colonizzazione spagnola e portoghese, non poteva durare. Alla metà del sec. XVIII i Gesuiti sono espulsi, i Guaranì trasferiti e chi resisteva era passato per le armi. Le cittadine, abbandonate, vennero sommerse dalla foresta. Ma se oggi i Guaranì hanno conservato la loro lingua e sono un popolo vivo e numeroso (molte altri tribù di indios sono scomparse), lo devono all'opera appassionata e intelligente dei missionari gesuiti."
Ti potrei anche elencare una lunga serie di eroici padri gesuiti e delle loro eroiche imprese a favore dei più miseri.

Posto qui anche per coloro che hanno citato i gesuiti in senso esclusivamente negativo.
Ciao

Tnx per la spiegazione.
Uno o dieci episodi edificanti non modificano il loro impianto storico, per altro molto coerente, tolta da Galilei la terra come centro dell'universo vi hanno messo l'uomo. Ricordo un episodio del film Galilei della Cavani, mi pare, dove i gesuiti riconoscevano la giustezza della teoria galileiana ma per coerenza dovevano condannarlo. Posto l'uomo al centro dell'universo, la conseguenza logica è che tutto il resto è stato creato in sua funzione, il massimo della liberalità è che egli ne sia un buon amministratore.
Io mi sento più vicino alla teoria monodiana, una infima parte di un grande caotico tutto, un tutto che deve essere rispettato, indipendentemente dall'esistenza o meno dell'anima, e non amministrato.

Alef

Giorgio Drudi
09-10-2003, 21.40.26
Originariamente inviato da Alef


Tnx per la spiegazione.
Uno o dieci episodi edificanti non modificano il loro impianto storico, per altro molto coerente, tolta da Galilei la terra come centro dell'universo vi hanno messo l'uomo. Ricordo un episodio del film Galilei della Cavani, mi pare, dove i gesuiti riconoscevano la giustezza della teoria galileiana ma per coerenza dovevano condannarlo. Posto l'uomo al centro dell'universo, la conseguenza logica è che tutto il resto è stato creato in sua funzione, il massimo della liberalità è che egli ne sia un buon amministratore.
Io mi sento più vicino alla teoria monodiana, una infima parte di un grande caotico tutto, un tutto che deve essere rispettato, indipendentemente dall'esistenza o meno dell'anima, e non amministrato.

Alef

Il problema Galileo nacque in relazione all'interpretazione della Sacra Scrittura: se Galileo aveva ragione allora la Scrittura sbagliava perchè nell'episodio raccontato dal libro di Giosuè questi dice:"...«Sole, fèrmati in Gàbaon
e tu, luna, sulla valle di Aialon.
Si fermò il sole
e la luna rimase immobile
finché il popolo non si vendicò dei nemici ».
L'inerranza della Bibbia sembrava compromessa...in realtà Galileo aveva tenuto conto di questo ed aveva dato una spiegazione ermeneutica del tutto valida. La Bibbia non è un libro che rivela verità cosmiche,... ed inoltre si doveva tener conto del genere letterario; l'autore biblico parla come noi, che pur conoscendo la realta eliocentrica diciamo " si è alzato il sole.." Quei gesuiti che si interessavano di astronomia erano ormai giunti alle stesse conclusioni di Galileo ma vi erano anche gelosie "professionali".
Poi vi sono tutta una serie di conseguenze filosofico-teologiche che tu conosci.
Io chiamo quel Tutto con un altro nome...e quel tutto che precede anche la vita sulla nostro pianeta ha generato la terra con tutta la sua bellezza ...le forme della vita...e infine l'uomo; più che padroni abitiamo qui in comodato gratuito e tutto è degno ed ha il diritto di essere rispettato.
Non credo che le creature "minori" abbiano il solo destino di essere utilizzate da noi. Per quanto mi riguarda mi bastano queste poche parole del Vangelo per intuirlo "Guardate gli uccelli del cielo: non seminano, non mietono, non raccolgono in granai, e il Padre vostro celeste li nutre ". Se noi siamo capaci di amare i nostri amici "minori" , non è possibile che queste creature non siano amate dal Padre celeste ( io lo chiamo così) e se il Padre le ama c'è un paradiso anche per loro.
Ciao

Lu(a
09-10-2003, 21.55.28
Brutta gente, davvero un brutto rango (non solo loro)....

Eccomi
10-10-2003, 00.01.23
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


Se noi siamo capaci di amare i nostri amici "minori" , non è possibile che queste creature non siano amate dal Padre celeste ( io lo chiamo così) e se il Padre le ama c'è un paradiso anche per loro.
Ciao

Finalmente poche e chiare parole difficili da contestare...(Y)
Se poi aggiungi l'episodio biblico (Antico Testamento), dove un profeta si lamenta perchè Dio gli ha fatto seccare l'albero sotto il quale si riparava, e Dio gli risponde: "Sto per distruggere una città intera, moriranno anche migliaia di :eek: animali innocenti :eek: e tu pensi all'albero?"...


(Magari la prossima volta sarò più preciso)...:)

Alef
10-10-2003, 18.15.50
Originariamente inviato da Giorgio Drudi

Io chiamo quel Tutto con un altro nome...e quel tutto che precede anche la vita sulla nostro pianeta ha generato la terra con tutta la sua bellezza ...le forme della vita...e infine l'uomo; più che padroni abitiamo qui in comodato gratuito e tutto è degno ed ha il diritto di essere rispettato.
Non credo che le creature "minori" abbiano il solo destino di essere utilizzate da noi. Per quanto mi riguarda mi bastano queste poche parole del Vangelo per intuirlo "Guardate gli uccelli del cielo: non seminano, non mietono, non raccolgono in granai, e il Padre vostro celeste li nutre ". Se noi siamo capaci di amare i nostri amici "minori" , non è possibile che queste creature non siano amate dal Padre celeste ( io lo chiamo così) e se il Padre le ama c'è un paradiso anche per loro.
Ciao

(Y)

Quando la discussione è pacata e civile c'è sempre una via comune di intesa anche partendo da principi contrapposti, ciò che conta è il risultato, poco importa alle creature più deboli della nostra filosofia, l'importante è cercare di eliminare ogni forma di ingiustizia e di crudeltà.

Ciao

Alef

Giorgio Drudi
10-10-2003, 19.11.48
Sono andato a cercare l'articolo pubblicato su Civiltà Cattolica e lo allego...se qualcuno intende rendersi conto di persona.
Credo, ma non ne sono certo, che il nuovo regolamento non impedisca di postare allegati, se non è così me ne scuso.

Vorrei aggiungere anche la mia opinione sull'uguaglianza dei diritti di uomini e animali; non rincorro i ragionamenti e le deduzioni degli "animalisti", mi esprimo facendo mia questa affermazione di Gesù di Nazaret: "Non temete dunque; voi valete più di molti passeri."
Aggiungo questo di mio: quando qualche famiglia del vicinato viene a trovarmi con o coi loro piccoli non ho dubbio della grande differenza che passa fra la mia gatta (Micia), i sui diritti, e quei piccolini ed i loro diritti.
CIAO a tutti :)

Lello
10-10-2003, 20.50.43
Originariamente inviato da Giorgio Drudi
Sono andato a cercare l'articolo pubblicato su Civiltà Cattolica e lo allego...se qualcuno intende rendersi conto di persona.
Credo, ma non ne sono certo, che il nuovo regolamento non impedisca di postare allegati, se non è così me ne scuso.

Vorrei aggiungere anche la mia opinione sull'uguaglianza dei diritti di uomini e animali; non rincorro i ragionamenti e le deduzioni degli "animalisti", mi esprimo facendo mia questa affermazione di Gesù di Nazaret: "Non temete dunque; voi valete più di molti passeri."
Aggiungo questo di mio: quando qualche famiglia del vicinato viene a trovarmi con o coi loro piccoli non ho dubbio della grande differenza che passa fra la mia gatta (Micia), i sui diritti, e quei piccolini ed i loro diritti.
CIAO a tutti :)
L'ho appena scaricato e lo leggerò con calma

Grazie mille Giorgio :)

Eccomi
11-10-2003, 01.14.18
Originariamente inviato da Giorgio Drudi
Gesù di Nazaret: "Non temete dunque; voi valete più di molti passeri."


Appunto... "valete più". Non ha detto: "Voi valete, loro no" Ha detto: "valete più di molti", non "valete più di tutti".
Quanto ai diritti... per me sono uguali, e dicendo per me, intendo esattamente per me. Io difendo il diritto alla vita di tutti gli esseri viventi. Ho lottato anche per evitare che si abbattessero degli alberi, perchè anche se non hanno una vita spirituale, sono comunque una forma di vita... che dovrebbe aver "diritto" di vivere.

Il tuo post, Giorgio, è un passo indietro. Mi dispiace che un uomo di fede non riesca ad entrare nell'ottica di un Amore che dovrebbe essere totale. :( Non si può inseguire la figura di San Francesco se non si è capaci di aprirsi totalmente a questo amore...:rolleyes:

Eccomi
11-10-2003, 15.20.02
Naturalmente c'è il problema della coerenza...
Quando ho capito quel che facevo, ho smesso di mangiare carne.
Ma per tanti "amici degli animali" togliersi la bistecca dal piatto è un'idea inaccettabile.
Allora può anche essere benvenuto un teologo del xxxxx che con fare rassicurante proclama che gli animali non hanno diritti...
La coscienza rimorde un pò meno...
Lo stomaco non brontola...
Se poi si condisce il tutto con belle parole (siamo custodi della Creazione... Che meraviglia!)... Possiamo dormire tranquilli.
Fank... E stavolta non risparmio nessuno.
Senza rancore, ma ce n'è per tutti.