PDA

Visualizza versione completa : Mentire...


Skorpios
06-09-2003, 21.32.35
Quì si parla di quando mentiamo :eek:...

Senza mezzi termini e senza falsi pudori :rolleyes:...

Tutti mentiamo... non c'è niente da fare :o...

Perchè allora pretendiamo la sincerità assoluta dal nostro prossimo... dai nostri amici... dal nostro partner... ? Perchè il tradimento è unanimamente condannato...?
E perchè la menzogna è un simulacro del tradimento...?
Io davvero non lo so con certezza... me lo chiedo realmente... :)
E naturalmente, qualsiasi ulteriore spunto di riflessione sarà molto ben accetto :cool:... io avrei caterve di pensieri da scrivere, ma per il momento mi fermo quì... ;)

succhione
06-09-2003, 21.46.05
....vera questa bugia...:)
..quanto m'attizza st'omo....:D

http://www.fabricat.com/pi2pi.GIF

..le bugie..belle quando innocenti,poi, crescendo...divengono sempre + tristi e..tecniche...

Stalker
06-09-2003, 21.51.12
Si mente sovente per viltà. O per insicurezza.

Io posso mentire per la paura degli effetti della verità. E perchè non sono sicuro di quale sia la verità.
Mentire ed esserne consapevoli è già una bella pretesa... E' affermare che una verità esiste e che noi la stiamo eludendo. Sovente la verità ci sfugge e la menzogna è involontaria e innocente.

Ma ci sono altri tipi di menzogna.

Io posso mentire dicendo che oggi pomeriggio non ho bevuto un caffè macchiato. Ma sarebbe una menzogna senza senso.
Posso mentire dicendo di non aver guardato nessuna ragazza oggi pomeriggio..... e questa sarebbe una menzogna che ipocritamente potrei tirare fuori per dimostrarmi puro e casto agli occhi della mia metà. Sarebbe dovuta, questa menzogna, alla paura delle conseguenze, alla paura dell'abbandono....

Si mente per sopravvivere.

La menzogna è una risposta istintuale di difesa che proviene dall'ipotalamo e che poi la corteccia traduce in parole e comportamenti.

Dark!
06-09-2003, 21.56.15
Skorpios, io non so rispondere a nessuno degli interrogativi che hai posto.. Posso solo dire, dal basso della mai vergogna, che so mentire benissimo. Purtroppo, più di una volta i nodi son venuti al pettine..



Dark!

TyDany
06-09-2003, 23.14.11
Non amo mentire e oltrettutto non ne sono capace... finiscono sempre per sgamarmi! Così adotto metodi alternativi :p ad esempio a mia madre dico sempre tutto, sempre la verità, ma con un tono che lei pensa che io scherzo e non mi crede! :D Lo so, sono un tantinello infame, anche perchè poi lei non si può nemmeno arrabbiare perchè io gli rispondo "Te l'avevo detto, sei tu che non mi hai creduto!" :D
Ed il bello è che è un metodo testato e che funziona da anni :p
Altro metodo è quello di evitare di dire, ovvero, piottosto che dire una balla non dico nulla :p
Poi comunque qualche bugia la dico pure io, ma di solito solo con chi mi conosce poco, perchè, come detto sopra, altrimenti mi becca subito ;)

Chiudendo la mia parentesi personale e tornando al tuo discorso, secondo me bisogna distinguere tra mentire a fin di bene (o cmq pensando di fare del bene), mentire per salvarsi le chiappe senza incasinare altri, mentire per salvarsi le chiappe scaricando bastardamente su altri, mentire per il gusto di farlo, mentire per fare del male, ecc.
Ci sono vari modi di mentire, alcuni capibili, altri tollerabili e altri ancora dispregiabili.
Non mentire assolutamente? Ci ho pure provato, è impossibile, ci siamo costretti, la maggior parte di noi non riesce a tollerare onesta e schittezza, la maggior parte di noi (e qui mi tiro fuori) preferisce sentirsi dire "mi stai simpatico" (anche se la persona mente) che un onesto "Mi stai sulle balle"!
E per quanto io cerchi di dire ciò che penso posso dire a un amico "mi hai rotto i c@glioni" ma quando devo dirlo a un mio superiore sapendo che conseguenze avrebbe che faccio? ;)

Spero di essermi spiegato, se sono stato confusionario scusatemi ma sono stanco e ho la febbre ;)
P.S. è la verità, giuro :D

Sharok
06-09-2003, 23.22.37
La cosa che più mi spaventa di me è che troppo spesso mento a me stesso :rolleyes:
Riesco benissimo a mentirmi, ma quando si tratta di dire bugie agli altri mi trovo in difficoltà, non che non le dica anzi...:S :S

IrONia
06-09-2003, 23.25.15
Originariamente inviato da succhione
....vera questa bugia...:)
..quanto m'attizza st'omo....:D

http://www.fabricat.com/pi2pi.GIF

..le bugie..belle quando innocenti,poi, crescendo...divengono sempre + tristi e..tecniche...


:eek: :eek: :eek: :D :D :D :D

ciao succhio'

come butta???


ciaoo:D:D:D

andrea70
06-09-2003, 23.59.13
...scriveva S.Agostino.....:

Non tutti quelli che dicono delle falsità mentiscono: tale è colui che crede o suppone essere vero ciò che afferma. C’è poi una differenza tra il credere e il supporre: chi crede a volte s’accorge di non conoscere la cosa che crede, sebbene non nutra dubbi di sorta sulla cosa che sente di non conoscere, se in essa crede con assoluta certezza. Viceversa, chi su qualcosa fa supposizioni ritiene di conoscere una cosa che invece non conosce. Ad ogni modo, chi afferma una cosa che nel suo animo o crede o suppone, anche se la cosa in sé è falsa, egli non dice una menzogna. Infatti nel suo parlare asserisce ciò che ha nell’animo e lo asserisce adeguandosi alla sua convinzione, e di fatto considera le cose come egli afferma. Ma anche se non mentisce, non è esente da colpa, se presta fede a cose da non credersi o se pensa di conoscere le cose che viceversa non conosce, anche se si tratta di cose in sé vere. Egli infatti ritiene di conoscere ciò che invece non conosce. mentisce poi sicuramente colui che nell’animo ha una cosa mentre a parole o con qualsiasi mezzo espressivo ne dice un’altra. Per questo, si suol dire che il bugiardo è doppio di cuore, cioè ha due [diversi] pensieri: uno quello che sa o ritiene come vero ma non ne parla, l’altro quello che invece del precedente proferisce con le labbra sapendo o congetturando che è falso. Ne segue che uno, senza mentire, può affermare una cosa falsa, inquanto crede che le cose stiano proprio come egli dice, sebbene di fatto non stiano così. Parimenti può accadere che uno, pur mentendo, dica la verità: come quando uno crede falsa una cosa che egli afferma essere vera, sebbene effettivamente le cose stiano com’egli asserisce. Riteniamo infatti che una persona sia sincera o bugiarda in base al giudizio della sua mente e non in base alla verità o falsità della cosa in sé. Pertanto di uno che dice il falso in luogo del vero, in quanto lo ritiene effettivamente vero, possiamo dire che sia nell’errore o magari che sia un illuso, ma non che sia un mentitore. Nel suo parlare infatti egli non ha in cuore la doppiezza e non intende imbrogliare ma è vittima dell’inganno. La colpa del mentitore sta invece nel desiderio di ingannare, quando dichiara il suo animo, sia che riesca a ingannare, perché si crede alla sua falsa dichiarazione, sia che di fatto non inganni, vuoi perché non gli si crede, vuoi, nel caso che con il desiderio di ingannare dica vero, ciò che non crede vero. In questo caso egli non inganna chi gli crede, sebbene abbia avuto intenzione d’ingannarlo, a meno che nel mentire non arrivi al punto di fargli credere che lui stesso conosce od opina secondo quel che dice a parole.
A questo punto ci si potrebbe chiedere (ma si tratta d’una questione quanto mai sottile!) se quando manca l’intenzione di trarre in inganno, manchi del tutto anche la menzogna.

Chi mente?, colui che asserisce il falso con l’intento di non ingannare o colui che dice il vero con il proposito di ingannare?
.....

Eccomi
07-09-2003, 00.15.33
Caro Skorpios, non dimenticherò mai la tua affettuosa replica ad un mio breve post col quale intervenivo in una questione di interesse generale da te posta.

Avete appena letto un concentrato di bugie...

La questione era personale (la pesantezza dell'essere, mi sembra);
La mia risposta non era tanto breve (e forse neanche stupida);
E' stata completamente ignorata (forse perchè allora avevo solo quattro post).


Ah, mi son tolto un peso! :p
Senza rancore, però... Credimi!!!

:D :D :D

Paco
07-09-2003, 01.11.01
Si mente per non deludere, ma è un continuo mordersi la coda. Le bugie non durano mai a lungo, alimentano solo il mostro che c'è in ognuno di noi.

Lu(a
07-09-2003, 02.12.00
Mi accorgo che a volte mento solo per lo sfizio di farlo, e che a volte lo faccio anche per tirarmi fuori dai casini e far incolpare gli altri....ma lo faccio solo per levarmi dai guai.

Skorpios
07-09-2003, 10.28.26
Originariamente inviato da Eccomi
Caro Skorpios, non dimenticherò mai la tua affettuosa replica ad un mio breve post col quale intervenivo in una questione di interesse generale da te posta.

Avete appena letto un concentrato di bugie...

La questione era personale (la pesantezza dell'essere, mi sembra);
La mia risposta non era tanto breve (e forse neanche stupida);
E' stata completamente ignorata (forse perchè allora avevo solo quattro post).


Ah, mi son tolto un peso! :p
Senza rancore, però... Credimi!!!

:D :D :D


:confused: :confused: :confused:

Parli di non serbare rancore nei miei riguardi nonostante io mi sarei permesso nientemeno che di ignorare un tuo non breve e forse neanche stupido post su un mio thread...?
E con tanto di risata finale...?
Che commovente generosità da parte tua...! :D
E solo perchè la tua forse non stupida risposta non mi ha ispirato nulla...?
E che la tua risposta forse non era stupida te lo dici da solo...? :eek:
Non dovrebbe essere il tuo eventuale interlocutore a stabilirlo...?
No...?
E addirittura ti sbilanci al punto di dire che ti avrei ignorato perchè all'epoca avevi solo quattro post...? :rolleyes:
E quando mai si è vista una cosa del genere...?
Ma ti rendi conto di cosa dici...?
Tu prima di rispondere o non rispondere guardi quanti post ha il tuo interlocutore...?
Bah... cosa vuoi che dica... gli aggettivi adatti a questa circostanza si sprecherebbero... ma non ho alcun desiderio di polemizzare con chi si pone con questo genere di premesse... e quindi mi asterrò totalmente dall'indicarne... e sul forum ci sono le mie considerazioni su questo argomento un pò dovunque... comunque sappi che mi dissocio completamente da questo tipo di atteggiamento... (N)
E sai un'altra cosa...?
E' una sensazione strana... è come se stessi parlando con qualcuno che conosco già... :D

Beh, come vedi sei "riuscito" a farti quotare almeno una volta... ma a questo punto considera come ignorata anche questa...
Ah, e senza rancore... mi raccomando...! :D

Paco
07-09-2003, 10.43.47
Con alcune persone non riesco a mentire perchè sono talmente leali e sincere che non meritano di essere prese per i fondelli.

Skorpios
07-09-2003, 10.50.19
A parte coloro che sono quasi "patologici" al riguardo... e ne conosciamo tutti, credo... di quelle persone che non ne fanno neppure mistero del loro "mentire" perchè lo riconoscono senza difficoltà, come "costituzionale"... e quindi lo accettano positivamente... senza negarlo... ed a me piacciono, perfino... perchè sono persone semplici e lineari, in genere... e non maliziose... tutti ne conosciamo di persone così, credo... e mi piacciono perchè se pure sono difficilmente "seguibili" hanno dalla loro una qual certa "prevedibilità" che le rende simpatiche e leggere... ma con le quali si possono avere rapporti piacevoli ed anche approfonditi... :)

A parte questi, dicevo, ci sono coloro (e credo che tutti, ma proprio tutti apparteniamo a quest'altra categoria... me per primo... e che nessuno si senta offeso, naturalmente... si sta tentando solo di andare oltre...) che "mentono" senza averne quasi la coscienza... ovvero, sanno (sappiamo) di star mentendo, ma lo giustificano preventivamente... lo assolvono (si assolvono/ci assolviamo) ancor prima di pronunciare la menzogna... d'ufficio... senza tentennamenti...
E succede perchè forse non si vuole attribuire poi troppa importanza alle proprie sciocchezze (parlo delle mie)... e quindi una menzogna o una non menzogna non fa troppa differenza... perchè ci si considera super partes, in qualche modo...
E allora ritorna il mio interrogativo: perchè pretendiamo quell'assoluta onestà di cui tanto parliamo e su cui tanto conveniamo dal nostro partner...?

Questo post mi è sgorgato così... d'impulso... ma ho ancora tantissimo da dire :o... forse tra poco dovrò scollegarmi per problemi di compatibilità familiare con la linea telefonica... ma... sarà la verità...? :p :D

Ciao a tutti... :)

LoryOne
07-09-2003, 10.51.31
Perchè si mente ?
Bella domanda.
Forse perchè si è intelligenti, si ha estro, fantasia.

Perchè ci fa male sapere che si è stati presi in giro da qualcuno che mentiva ?
Bella domanda.
Forse perchè siamo stati raggirati nel profondo delle nostre convinzioni.
Cos'è, infatti, che ci fa credere nell'amicizia ed ancor più nell'amore ?
Semplice, la sincerità.
Qualora venisse meno la sincerità in un rapporto (che sia di amicizia o di amore), questo verrebbe a mancare e la cosa ci farebbe molto male, purtroppo. :(

Daniela
07-09-2003, 10.52.42
Ah Skorpios... sei tornato? :rolleyes:


Vedo che siamo tornati abbatanza permalosi e polemici: ti dico che non è proprio il caso, e ti dico che sei pure abbastanza fuori strada e un po' troppo sulla difensiva... riflettici su, sono certa che vuol significare qualcosa.


Per quanto ci riguarda, di simili ripicchette ne facciamo volentieri tutti a meno. Sono stata chiara?

Aribuongiorno.




PS: FLAMES e chiarimenti tra members IN PRIVATO, ovviamente.



PS: e vediamo tutti quanti di non darci troppa importanza e prenderci troppo sul serio, davvero...

Skorpios
07-09-2003, 10.55.25
Originariamente inviato da Dark!
Skorpios, io non so rispondere a nessuno degli interrogativi che hai posto.. Posso solo dire, dal basso della mai vergogna, che so mentire benissimo. Purtroppo, più di una volta i nodi son venuti al pettine..



Dark!


Quegli interrogativi sono per me come macigni (non in senso drammatico, no)... da un pò di tempo a questa parte...

Mi auguro, con il vostro aiuto, di poter riuscire a capirci qualcosa, prima o poi... sto analizzando la situazione da tutti i punti di vista che mi riesca di individuare... e non mollo... ti assicuro che non mollo... posterò anche qualche esperienza personale, come spero di altri ancora... e vedremo insieme cosa ne potrà venire fuori... :)

EntropheaR
07-09-2003, 10.55.41
Originariamente inviato da TyDany
Non amo mentire e oltrettutto non ne sono capace... finiscono sempre per sgamarmi! Così adotto metodi alternativi :p ad esempio a mia madre dico sempre tutto, sempre la verità, ma con un tono che lei pensa che io scherzo e non mi crede! :D Lo so, sono un tantinello infame, anche perchè poi lei non si può nemmeno arrabbiare perchè io gli rispondo "Te l'avevo detto, sei tu che non mi hai creduto!" :D
Ed il bello è che è un metodo testato e che funziona da anni :p


Stesso metodo...confermo funziona da ANNI!:D

EntropheaR
07-09-2003, 11.02.14
E la menzogna involontaria? Non quella dettata dalle parole, ma da come ci comportiamo in base alle situazioni...
caso personale: molte volte devo fare violenza su me stesso per adattarmi a certe situazioni, per affrontarle con meno danni possibili, anche se avrei fatto tutt'altro. Secondo voi anche questo è mentire?

Skorpios
07-09-2003, 11.07.11
Originariamente inviato da Daniela
Ah Skorpios... sei tornato? :rolleyes:


Vedo che siamo tornati abbatanza permalosi e polemici: ti dico che non è proprio il caso, e ti dico che sei pure abbastanza fuori strada e un po' troppo sulla difensiva... riflettici su, sono certa che vuol significare qualcosa.


Per quanto ci riguarda, di simili ripicchette ne facciamo volentieri tutti a meno. Sono stata chiara?

Aribuongiorno.




PS: FLAMES e chiarimenti tra members IN PRIVATO, ovviamente.



PS: e vediamo tutti quanti di non darci troppa importanza e prenderci troppo sul serio, davvero...


Sei proprio sicura, Daniela...?

Dove vedi la polemica...?

Ho risposto ciò che pensavo... e senza offendere nessuno, mi pare... non dovevo...?

Nel mio post ci sono le mie sincere considerazioni al riguardo... e con molte risate, per giunta... niente permalosità e niente polemica... non ho alcuna intenzione di polemizzare, se puoi credermi... ho solo detto la mia opinione... perchè non dovrei rispondere ciò che penso a chi dichiara di non serbarmi rancore per qualcosa che secondo me non esiste...?
Oppure, tu cosa avresti risposto...?
O non avresti risposto...?
Non vorrei che fosse una sorta di "sensibilizzazione"... vedo che tanti si scambiano occasionalmente considerazioni anche piuttosto "forti" senza incorrere (giustamente) in alcun intervento... ma terrò comunque conto del tuo... ciao Daniela... :) (F)

halduemilauno
07-09-2003, 11.08.20
a volta la menzogna sconfina nella fantasia.perchè vogliamo una realtà diversa.
può esser questa una causa.
a presto.
:) :)

Daniela
07-09-2003, 11.18.34
Non ricominciamo con la storia "vedo che tanti..." che ormai è stata ampiamente dibattuta.

Ribadisco quello che ho detto (visto che non so mentire :p) la tua è stata una reazione decisamente spropositata tipo... lesa maestà e non importa gli smiles, questo si percepisce.

Rileggiti il post come se non fosse il tuo e vedrai che è abbastanza evidente. E anche la tua reazione al mio richiamo è un tantinello esagerata... spero non crederai che ce l'ho con te :D


Ripeto: non drammatizziamo sempre e non prendiamoci troppo sul serio, c'è già abbastanza da stare seri nella vita reale, se possiamo almeno qui facciamone a meno!

JMass
07-09-2003, 11.52.14
Originariamente inviato da Daniela
Ripeto: non drammatizziamo sempre e non prendiamoci troppo sul serio, c'è già abbastanza da stare seri nella vita reale, se possiamo almeno qui facciamone a meno!

Sono d'accordo, rifuggo qui dalle discussioni "troppo serie" proprio perchè mi basta e avanza la serietà che è necessario esprimere o affrontare nella vita reale. Io affronto la vita ironizzandoci su senza per questo prenderla alla leggera. Mai perdere l'occasione per riderci su, per le lacrime c'è sempre tempo.

Per quanto riguarda l'argomento in discussione, io mento poco ma quando lo faccio recito bene, sopratutto per autodifesa se la verità stenterebbe ad essere recepita (potrebbe chiamarsi diplomazia).

Eccomi
07-09-2003, 11.54.10
Originariamente inviato da Daniela
chiarimenti tra members IN PRIVATO, ovviamente.



Ciao, Daniela... Scusami se non colgo l'invito, e replico direttamente qui, proprio perchè non amo le polemiche e vorrei andare d'accordo con tutti. Uno scambio di pvt tra me e Skorpios potrebbe portare ad un chiarimento, ma farebbe pensare a chi ha letto o leggerà questo thead, che le cose sono rimaste allo stesso punto...

Allora... Skorpios, ho scritto quel post con uno scopo ben preciso: liberarmi della prevenzione che purtroppo mi ero creato nei tuoi riguardi, a seguito di quell'episodio.
Preciso che in quell'occasione, non conoscendoti ancora, il tuo thread mi sembrò una richiesta di aiuto... Ed io risposi cercando di tirarti un pò sù... Tutto qui. Il thread proseguì come se non avessi scritto niente... E ci rimasi male: avrei preferito una risposta tipo: "non hai capito niente", anzichè essere ignorato. Ti è mai capitato di stendere la mano per un saluto e vedere l'altro che non tende la sua? Ti fa piacere? A me no. Allora attribuii la tua mancata risposta al fatto che ero un novellino... entrato in una discussione privata. Ma questo mi condizionava, nel senso che pur continuando a leggere quel che scrivevi e che tante volte trovavo interessante, mi astenevo dal fare commenti. Questo tuo thread sulla verità è stato liberatorio... nel senso che finalmente ho trovato il modo di liberarmi di questa prevenzione! Capisco che non ti sia piaciuto il modo... Perchè neanche tu mi conosci (e non sono un clone che torna dal passato), ma devi ammettere che era perfettamente in tema...
Il fatto è che io rispondo a tutti... E non solo in off topic. Se tu ti facessi un giro nelle sezioni tecniche, vedresti che tanti arrivano qui per la prima volta a causa di problemi con il pc... Come accadde per me, venuto qui per risolvere un mio problema, non certo per crearne ad altri... Quando vedo richieste senza risposta, cerco di fare quel che posso, e se non posso mi limito ad un benvenuto e un incoraggiamento... Per non farli sentire ignorati!
Gli amici del forum possono dirti che sono un giocherellone e che ho anche una buona dose di auto-ironia... Mi è venuto spontaneo cercare di chiarirmi con te mediante il post precedente. Per quanto riguarda le risate dopo il senza rancore... Chiedi a TyDani in che senso andavano interpretate. Erano uno scherzo e non una negazione.
Se comunque ti ritieni ancora offeso, o per quanto scritto in precedenza, o per quanto scritto adesso... Ti faccio le mie scuse, e se lo desideri non interreverrò più nei tuoi thread.
Ma mi farebbe piacere il contrario.
E qui non ci sono smiles che ridono.http://digilander.libero.it/tydany/xforum/smile/ciao.gif

TyDany
07-09-2003, 11.56.53
Originariamente inviato da EntropheaR


Stesso metodo...confermo funziona da ANNI!:D

LOL allora non sono solo :D
;)

halduemilauno
07-09-2003, 12.44.05
Originariamente inviato da Eccomi


Ciao, Daniela... Scusami se non colgo l'invito, e replico direttamente qui, proprio perchè non amo le polemiche e vorrei andare d'accordo con tutti. Uno scambio di pvt tra me e Skorpios potrebbe portare ad un chiarimento, ma farebbe pensare a chi ha letto o leggerà questo thead, che le cose sono rimaste allo stesso punto...

Allora... Skorpios, ho scritto quel post con uno scopo ben preciso: liberarmi della prevenzione che purtroppo mi ero creato nei tuoi riguardi, a seguito di quell'episodio.
Preciso che in quell'occasione, non conoscendoti ancora, il tuo thread mi sembrò una richiesta di aiuto... Ed io risposi cercando di tirarti un pò sù... Tutto qui. Il thread proseguì come se non avessi scritto niente... E ci rimasi male: avrei preferito una risposta tipo: "non hai capito niente", anzichè essere ignorato. Ti è mai capitato di stendere la mano per un saluto e vedere l'altro che non tende la sua? Ti fa piacere? A me no. Allora attribuii la tua mancata risposta al fatto che ero un novellino... entrato in una discussione privata. Ma questo mi condizionava, nel senso che pur continuando a leggere quel che scrivevi e che tante volte trovavo interessante, mi astenevo dal fare commenti. Questo tuo thread sulla verità è stato liberatorio... nel senso che finalmente ho trovato il modo di liberarmi di questa prevenzione! Capisco che non ti sia piaciuto il modo... Perchè neanche tu mi conosci (e non sono un clone che torna dal passato), ma devi ammettere che era perfettamente in tema...
Il fatto è che io rispondo a tutti... E non solo in off topic. Se tu ti facessi un giro nelle sezioni tecniche, vedresti che tanti arrivano qui per la prima volta a causa di problemi con il pc... Come accadde per me, venuto qui per risolvere un mio problema, non certo per crearne ad altri... Quando vedo richieste senza risposta, cerco di fare quel che posso, e se non posso mi limito ad un benvenuto e un incoraggiamento... Per non farli sentire ignorati!
Gli amici del forum possono dirti che sono un giocherellone e che ho anche una buona dose di auto-ironia... Mi è venuto spontaneo cercare di chiarirmi con te mediante il post precedente. Per quanto riguarda le risate dopo il senza rancore... Chiedi a TyDani in che senso andavano interpretate. Erano uno scherzo e non una negazione.
Se comunque ti ritieni ancora offeso, o per quanto scritto in precedenza, o per quanto scritto adesso... Ti faccio le mie scuse, e se lo desideri non interreverrò più nei tuoi thread.
Ma mi farebbe piacere il contrario.
E qui non ci sono smiles che ridono.http://digilander.libero.it/tydany/xforum/smile/ciao.gif


ciao Eccomi.
questo Tuo post mi è piaciuto.


:) :)


PS gli smiles li metto sempre.

Skorpios
07-09-2003, 13.18.41
Originariamente inviato da Daniela
Non ricominciamo con la storia "vedo che tanti..." che ormai è stata ampiamente dibattuta.

Ribadisco quello che ho detto (visto che non so mentire :p) la tua è stata una reazione decisamente spropositata tipo... lesa maestà e non importa gli smiles, questo si percepisce.

Rileggiti il post come se non fosse il tuo e vedrai che è abbastanza evidente. E anche la tua reazione al mio richiamo è un tantinello esagerata... spero non crederai che ce l'ho con te :D


Ripeto: non drammatizziamo sempre e non prendiamoci troppo sul serio, c'è già abbastanza da stare seri nella vita reale, se possiamo almeno qui facciamone a meno!


D'accordo... farò come mi suggerisci tu... (F)

Però, consentimi di dire che la tua sensazione, per quanto possa essere condivisa da altri, ma questo non lo so, è soltanto tale... una sensazione (la "lesa maestà" non c'entra davvero nulla... e non penso affatto che tu ce l'abbia con me, non ancora almeno! :p)... ed io non credo di aver infranto il regolamento nè la netiquette... quel post non lo ricordavo affatto (per chi ci volesse credere)... ed ho invece percepito ciò che lo stesso Eccomi afferma in seguito... il suo post era "pretestuoso" (guarda che ci sono quattro virgolette grandi quanto una casa... pretestuoso vuol dire usato con/per un pretesto, non voglio sottintendere nulla di più)... sia pure positivamente :)... ed io ho colto quello... e non avendo avuto mai alcuno scambio con Eccomi non potevo interpretarlo molto meglio, per quello che ha detto... ti pare...?
Forse avrei anche potuto rispondere soltanto con una faccina interrogativa... solo una faccina...
Ma sarei stato davvero me stesso...?
Oppure dovrei omologarmi ad un riferimento che non conosco, snaturando il mio modo di vedere le cose...?
In fondo, il mio post ha dato la possibilità a te e ad Eccomi di approfondire, ed a me di farlo con voi... e di "risolvere" una questione personale che portava dentro di sè e che io non avrei mai immaginato... mai e poi mai immaginato... e su questo ti giuro che non accetto dubbi di sorta perchè ti assicuro che è la pura verità...
La "verità" è che ciascuno è come è... ed anche se in perfetta serenità si può venir recepiti come altezzosi... forse questo sarà il destino comune a chi fa della libertà intellettuale il proprio manifesto individuale (e lo fa in un luogo dove non esistono toni o sguardi... ma in fondo le cose sono anche per come le si vogliano leggere... e fatalmente le nostre "convinzioni" possono condizionare tutto ciò che vediamo)... e senza alcuna personalizzazione, ovviamente... perchè il rapporto intellettuale non può di certo essere personalizzato... ci sono poi le rare eccezioni, naturalmente, perchè tutto ha un limite... ma devo anche dire che con molti members ho un rapporto così... libero... e non mi pare che ci siano mai state soverchie incomprensioni... ;)

Questo mio post ti sembrerà ancora più "serio" di quello precedente... e lo troverai senz'altro insopportabilmente lungo e noioso... ma cosa posso fà...? :(
In questo momento sono particolarmente sereno ( mi è tornata pure la linea ADSL! :cool: ) e ti scrivo con grande affetto e simpatia... e non sto minimamente polemizzando... è proprio davvero l'ultimo dei mie pensieri... ma penso queste cose... e le dico... pensi che io menta...?
Pensi che io dovrei cambiare...?
Pensi davvero che io dovrei essere "diverso"...? :)

Un'ultima cosa :eek:... lo stesso Eccomi ha detto che cercava l'occasione per dirmi ciò che mi ha detto, pur non essendo stato sufficientemente chiaro, perchè desiderava liberarsi da un peso...
E questa non è permalosità...?
Davvero se un post ci sfugge, o non rispondiamo perchè non ci ha suscitato una risposta, commettiamo un errore così riprorevole...?
Io sinceramente non lo credo... il forum è pieno zeppo di post che non abbiano ricevuto alcuna risposta, i miei compresi naturalmente... è un fatto normalissimo... e nessuno mi pare se ne sia mai "lamentato"... beh, quasi nessuno...
Prendersela a male, invece, è una forzatura... inutile e dannosa, secondo me... perchè si portano dentro per tanto tempo dei pensieri negativi che non possono non sfociare in un rapporto viziato dalle nostre stesse (errate) convinzioni...
Oppure... perchè non pensare che non ci sia nulla di intenzionale e provare ad avere un rapporto "libero" senza porsi tante barriere mentali...?
Sono davvero io ad essere permaloso...? :o (F)

Paco
07-09-2003, 13.29.17
Sono daccordo con te Skorpios. Può capitare a tutti, quante volte addirittura certe discussione finiscono all'improvviso senza averla davvero conclusa (se così si può dire). Anche a me saranno sicuramente sfuggiti dei post, ma non so quali. Basterebbe riportare su la discussione e farlo notare oppure riprendere il discorso interrotto. ;)

Skorpios
07-09-2003, 13.32.56
Originariamente inviato da Eccomi


Ciao, Daniela... Scusami se non colgo l'invito, e replico direttamente qui, proprio perchè non amo le polemiche e vorrei andare d'accordo con tutti. Uno scambio di pvt tra me e Skorpios potrebbe portare ad un chiarimento, ma farebbe pensare a chi ha letto o leggerà questo thead, che le cose sono rimaste allo stesso punto...

Allora... Skorpios, ho scritto quel post con uno scopo ben preciso: liberarmi della prevenzione che purtroppo mi ero creato nei tuoi riguardi, a seguito di quell'episodio.
Preciso che in quell'occasione, non conoscendoti ancora, il tuo thread mi sembrò una richiesta di aiuto... Ed io risposi cercando di tirarti un pò sù... Tutto qui. Il thread proseguì come se non avessi scritto niente... E ci rimasi male: avrei preferito una risposta tipo: "non hai capito niente", anzichè essere ignorato. Ti è mai capitato di stendere la mano per un saluto e vedere l'altro che non tende la sua? Ti fa piacere? A me no. Allora attribuii la tua mancata risposta al fatto che ero un novellino... entrato in una discussione privata. Ma questo mi condizionava, nel senso che pur continuando a leggere quel che scrivevi e che tante volte trovavo interessante, mi astenevo dal fare commenti. Questo tuo thread sulla verità è stato liberatorio... nel senso che finalmente ho trovato il modo di liberarmi di questa prevenzione! Capisco che non ti sia piaciuto il modo... Perchè neanche tu mi conosci (e non sono un clone che torna dal passato), ma devi ammettere che era perfettamente in tema...
Il fatto è che io rispondo a tutti... E non solo in off topic. Se tu ti facessi un giro nelle sezioni tecniche, vedresti che tanti arrivano qui per la prima volta a causa di problemi con il pc... Come accadde per me, venuto qui per risolvere un mio problema, non certo per crearne ad altri... Quando vedo richieste senza risposta, cerco di fare quel che posso, e se non posso mi limito ad un benvenuto e un incoraggiamento... Per non farli sentire ignorati!
Gli amici del forum possono dirti che sono un giocherellone e che ho anche una buona dose di auto-ironia... Mi è venuto spontaneo cercare di chiarirmi con te mediante il post precedente. Per quanto riguarda le risate dopo il senza rancore... Chiedi a TyDani in che senso andavano interpretate. Erano uno scherzo e non una negazione.
Se comunque ti ritieni ancora offeso, o per quanto scritto in precedenza, o per quanto scritto adesso... Ti faccio le mie scuse, e se lo desideri non interreverrò più nei tuoi thread.
Ma mi farebbe piacere il contrario.
E qui non ci sono smiles che ridono.http://digilander.libero.it/tydany/xforum/smile/ciao.gif


Vorrei chiarire una cosa...
Io non ce l'ho assolutamente con te... assolutamente... e non vedo perchè mai dovrei avercela, in verità... visto che non abbiamo mai scambiato neanche un solo post, finora... ;)

Anzi, come molti ricorderanno, io proprio non preferisco quando un rapporto inizia sulle basi di (per me inutili) chiarimenti... comunque, posso sempre fare uno sforzo... :)

Sarei felice di poter continuare a scambiare con te le nostre opinioni... come dicevo, io prediligo la "libertà intellettuale"... e spero davvero che almeno in parte sia anche per te così... in modo da poter "scambiare" senza porsi troppi inutili problemi... sei d'accordo...? :)

Penso un'altra cosa e vorrei dirla... :eek:
Tu parli di una prevenzione che ti eri creato nei miei riguardi, come se nulla fosse... è apprezzabile la sincerità, certo, ed io infatti l'apprezzo molto... ma il discorso della prevenzione mentale è molto rischioso e pericoloso, e spero te ne renderai conto da solo... anche se l'ammettiamo a scopo liberatorio... ed i risultati non sono poi troppo imprevedibili... ;)
Comunque, a parte la tua allusione ad un clone del passato che non vedo giustificata, ribadisco che non ho preclusioni nei tuoi riguardi, come nei riguardi di (quasi :p) nessuno... ed il continuare a postare in libertà e serenità rappresenta uno dei miei obiettivi primari... :)

Skorpios
07-09-2003, 13.36.41
Originariamente inviato da Paco
Sono daccordo con te Skorpios. Può capitare a tutti, quante volte addirittura certe discussione finiscono all'improvviso senza averla davvero conclusa (se così si può dire). Anche a me saranno sicuramente sfuggiti dei post, ma non so quali. Basterebbe riportare su la discussione e farlo notare oppure riprendere il discorso interrotto. ;)


(Y) :cool: :)

Stalker
07-09-2003, 13.42.35
Originariamente inviato da Paco
Sono daccordo con te Skorpios. Può capitare a tutti, quante volte addirittura certe discussione finiscono all'improvviso senza averla davvero conclusa (se così si può dire). Anche a me saranno sicuramente sfuggiti dei post, ma non so quali. Basterebbe riportare su la discussione e farlo notare oppure riprendere il discorso interrotto. ;)

Se io dovessi prendermela per tutti i post miei che non hanno suscitato effetti.... :rolleyes:
Fa parte del gioco. :)

halduemilauno
07-09-2003, 13.52.30
Originariamente inviato da Paco
Sono daccordo con te Skorpios. Può capitare a tutti, quante volte addirittura certe discussione finiscono all'improvviso senza averla davvero conclusa (se così si può dire). Anche a me saranno sicuramente sfuggiti dei post, ma non so quali. Basterebbe riportare su la discussione e farlo notare oppure riprendere il discorso interrotto. ;)


alludi al famoso skorpius interruptus.
:D :D
ciao Paco ciao Skorpy ciao Stalky.
:) :) :)

Skorpios
07-09-2003, 13.55.04
Originariamente inviato da halduemilauno



alludi al famoso skorpius interruptus.
:D :D
ciao Paco ciao Skorpy ciao Stalky.
:) :) :)


:D :D :D


Ciao Hal. :)

Eccomi
07-09-2003, 13.55.36
Originariamente inviato da Skorpios



Sarei felice di poter continuare a scambiare con te le nostre opinioni... come dicevo, io prediligo la "libertà intellettuale"... e spero davvero che almeno in parte sia anche per te così... in modo da poter "scambiare" senza porsi troppi inutili problemi... sei d'accordo...? :)

Certo... Tu ed io abbiamo il record nazionale di puntini sospensivi, in un forum... Potremmo non andare d'accordo sempre, ma almeno avremo qualcosa in comune... Per me i puntini sono proprio espressione di "libertà", nel senso che sono un invito a non leggere frettolosamente, ma soprattutto a non prendere troppo sul serio quel che ho scritto...

Originariamente inviato da Skorpios

Penso un'altra cosa e vorrei dirla... :eek:
Tu parli di una prevenzione che ti eri creato nei miei riguardi, come se nulla fosse... è apprezzabile la sincerità, certo, ed io infatti l'apprezzo molto... ma il discorso della prevenzione mentale è molto rischioso e pericoloso, e spero te ne renderai conto da solo... anche se l'ammettiamo a scopo liberatorio... ed i risultati non sono poi troppo imprevedibili... ;)

:)

Lo condivido al cento per cento, perciò non mi piaceva questo mio atteggiamento nei tuoi confronti! Il guaio è che quando vieni preso da un "circolo vizioso", è difficile spezzarlo...
Ho cercato di cogliere questa opportunità senza rinunciare al mio modo di propormi (che può anche essere fastidioso per alcuni, ma che per lo più sembra divertire - e credo che il forum serva proprio a scambiare idee e divertirsi un pò, sempre nel rispetto delle regole e delle persone) e vorrei comunque aver raggiunto lo scopo: non sarebbe stata la stessa cosa, se fossi entrato semplicemente rispondendo al tema... Sotto sotto mi sarebbe rimasta quella sgradevole sensazione.

Se lo avessi fatto, avrei scritto che sono fermamente convinto che la verità viene sempre a galla, e quindi conviene cercare di dirla sempre.

...


Sarà vero? :rolleyes:

Skorpios
07-09-2003, 13.57.02
Originariamente inviato da Stalker


Se io dovessi prendermela per tutti i post miei che non hanno suscitato effetti.... :rolleyes:
Fa parte del gioco. :)


Ciao Stalker... ;)

davlak
07-09-2003, 14.05.09
Originariamente inviato da halduemilauno
a volta la menzogna sconfina nella fantasia.perchè vogliamo una realtà diversa.
...

che bella questa considerazione Hal. :)

Eccomi
07-09-2003, 14.07.01
Originariamente inviato da Stalker


Se io dovessi prendermela per tutti i post miei che non hanno suscitato effetti.... :rolleyes:
Fa parte del gioco. :)

Vero anche per me... Non si contano più... E non me ne importa più.
Ma quando uno è nuovo del forum, e viene ignorato,
si sente escluso.

E' un concetto così difficile da capire? :rolleyes:
Siete mai stati ad una festa dove non conoscevate nessuno? :(

sarahkerrigan
07-09-2003, 14.27.12
Originariamente inviato da Eccomi


Vero anche per me... Non si contano più... E non me ne importa più.
Ma quando uno è nuovo del forum, e viene ignorato,
si sente escluso.

E' un concetto così difficile da capire? :rolleyes:
Siete mai stati ad una festa dove non conoscevate nessuno? :(


...e mi c'infilo pure io nella lista :) io scrivo perchè mi piace farlo, a volte sono quotata e non sempre quoto: non lo faccio notare in genere perchè mi sembrerebbe anche pura vanità da farfalla ed io, difficilmente m'innamoro dello spillo :): però a volte, non nego che ci soffro un po' ma, solo per un po' :)...a volte mi limito a leggere, ridacchiare delle battute o mi soffermo a pensare ...in più, siccome mi sfuggono anche post che potrebbero interessarmi (ho scelto l'opzione di non ricevere nessuna segnalazione) ogni tanto ne salta fuori qualcuno ormai troppo datato e mi dispiaccio di aver perso il "treno" :rolleyes:



Ritornando al topic, è capitato di mentire ma, in momenti estremamente difficili, per proteggere, proteggermi… per aver tempo di pensare: qualche volta ha aiutato, soprattutto sul lavoro ma, non sempre…e non so se lo erano completamente, bugie…per il resto non ha un gran senso… piccole bugie non mi interessa dirle, so che in fondo non giovano a nulla e quando l’ho fatto, le ho confessate sempre spontaneamente, senza aspettare tempo o di essere “scoperta”… non sono in fuga da me stessa o da certe banalità: io so che musica voglio essere, la scelgo in ogni momento, sia per me stessa che nei confronti degli altri, stonati o meno, per quell’occasione, anche a dispetto di ciò che io sono, se voglio…e capita, nel confronto, che mi venga chiesto, piuttosto, di aspettare a dire la verità in quanto, se sono sfinita moralmente, non ho nessun riguardo, non economizzo né per uso di mezzi, ne mi risparmio in parole e azioni…ecco, quello che capita è preferire di non dire subito, una forma di riserva, che sia verità piuttosto che bugia…dipende da chi mi trovo di fronte, dal grado di rispetto che ho per quella persona, dalla confidenza, dall’affetto…


:)

Eccomi
07-09-2003, 14.27.13
Originariamente inviato da EntropheaR
E la menzogna involontaria? Non quella dettata dalle parole, ma da come ci comportiamo in base alle situazioni...
caso personale: molte volte devo fare violenza su me stesso per adattarmi a certe situazioni, per affrontarle con meno danni possibili, anche se avrei fatto tutt'altro. Secondo voi anche questo è mentire?

Beh, vista così... lo si direbbe più "istinto di sopravvivenza"...:)

Paco
07-09-2003, 17.10.09
Originariamente inviato da halduemilauno



alludi al famoso skorpius interruptus.
:D :D
ciao Paco ciao Skorpy ciao Stalky.
:) :) :)

:D

Ciao Hal, è da un po' che non ti do il buon giorno :)

sarahkerrigan
07-09-2003, 17.43.01
Originariamente inviato da Skorpios
Perchè allora pretendiamo la sincerità assoluta dal nostro prossimo... dai nostri amici... dal nostro partner... ? Perchè il tradimento è unanimamente condannato...?
E perchè la menzogna è un simulacro del tradimento...?




Innanzitutto, complimenti per il 3d che, nonostante il momento d'incomprensione, che cmq serve a tutti e per il quale hai esposto, come gli altri, chiaramente le tue motivazioni, credo sia d'interesse collettivo in quanto, ogni giorno abbiamo a che fare con questo "peccato", sia parlando di noi stessi che del nostro prossimo.
E dice bene Hal con la sua osservazione: a volte la menzogna sconfina nella fantasia.perchè vogliamo una realtà diversa.
può esser questa una causa...penso, fra le altre cose, che sia soprattutto una menzogna verso se stessi...non saper accettare la propria condizione e, magari non lottare per cambiarla, o perlomeno averci provato, è la più grande menzogna che si può verificarsi verso noi stessi, signori falsi di un'anima estranea, ormai nemmeno più tanto fantastica, in esilio...ed anche per paura di non essere accettati dalla persona della quale si desidera l’amicizia, oppure l’amore, oppure solo un contatto di lavoro…si cerca una strada …si ricerca la menzogna per salvarsi, cedendo così alla tentazione… senza pensare di aver così interrotto l’armonia che dovrebbe albergare dentro di noi e non dividerci a metà.
Pretendere...: a volte ci si trova nella condizione di non sentire più nessuna volontà di pretesa, di orientarci solo verso chi non ci mette nella condizione di provare quel sentimento...
Perché “Il tradimento è unanimamente condannato” …il motivo scontato (ma molti non la pensano così) è che viene considerato, ci è stato insegnato, che è un delitto… e le altre domande, se vogliamo e solo se, seguono questo principio morale…


(F)

Dinfra
08-09-2003, 12.57.57
Certe volte si può mentire anche a fin di bene, non sono queste le vere bugie, ma quelle che fanno male, che sono dette per provocare problemi o fare del male. :(

Skorpios
08-09-2003, 22.41.24
Originariamente inviato da Paco
Con alcune persone non riesco a mentire perchè sono talmente leali e sincere che non meritano di essere prese per i fondelli.


:) In realtà, nessuno meriterebbe questo... forse...
Io sto cercando di scoprire perchè, e avrei potuto riferirmi a qualsiasi altra interessante considerazione postata, la sincerità è considerata d'ufficio una condizione implicita e necessaria ad un qualsiasi rapporto... pur se tutti riconosciamo di non riuscire ad evitare che "capiti" di mentire (ed io non sono affatto una persona "bugiarda" o che menta per "divertimento"), ora per una ragione ora per l'altra... si dice che ci siano vari modi di mentire e vari gradi di menzogna, ma sarà davvero questo che conta...?
Oppure ciò che conta è la continuità...?
E chi dovrebbe stabilirne il merito, poi...?
Chi mente o chi riceve la non-verità...?
Forse è nella continuità ed in ciò che rappresenta, un percorso individuale che possieda la potenzialità di diventare in comune, ognuno di noi ricerca e cerca di ritrovare sè stesso e la propria perduta purezza... forse, la continuità è una possibile chiave di lettura...

E allora, e torniamo sempre al punto iniziale, perchè reagiamo male quando scopriamo di aver "subito" una menzogna...?
Perchè non siamo altrettanto magnanimi, come con noi stessi, quando si tratta di giudicare i comportamenti dei nostri amici o del nostro partner...?

Paco
09-09-2003, 11.42.04
Originariamente inviato da Skorpios



:) In realtà, nessuno meriterebbe questo... forse...
Io sto cercando di scoprire perchè, e avrei potuto riferirmi a qualsiasi altra interessante considerazione postata, la sincerità è considerata d'ufficio una condizione implicita e necessaria ad un qualsiasi rapporto... pur se tutti riconosciamo di non riuscire ad evitare che "capiti" di mentire (ed io non sono affatto una persona "bugiarda" o che menta per "divertimento"), ora per una ragione ora per l'altra... si dice che ci siano vari modi di mentire e vari gradi di menzogna, ma sarà davvero questo che conta...?
Oppure ciò che conta è la continuità...?
E chi dovrebbe stabilirne il merito, poi...?
Chi mente o chi riceve la non-verità...?
Forse è nella continuità ed in ciò che rappresenta, un percorso individuale che possieda la potenzialità di diventare in comune, ognuno di noi ricerca e cerca di ritrovare sè stesso e la propria perduta purezza... forse, la continuità è una possibile chiave di lettura...

E allora, e torniamo sempre al punto iniziale, perchè reagiamo male quando scopriamo di aver "subito" una menzogna...?
Perchè non siamo altrettanto magnanimi, come con noi stessi, quando si tratta di giudicare i comportamenti dei nostri amici o del nostro partner...?




Vero, nessuno merita di essere preso per i fondelli.

Quello che esprimi tu è uno dei più grandi paradossi dell'uomo, che spesso predica bene e razzola male (me compreso). Pretendiamo sincerità da chi ci circonda e poi siamo i primi a mentire.

Ognuno di noi in un qualche modo si sente autonomo, indipendente, capace di risolvere i proprio problemi senza l'aiuto di nessuno. Qui scatta la molla della bugia, nascondo i miei problemi per esempio perchè credo di essere in grado di risolverli da solo.
Allo stesso tempo pretendo dagli altri (soprattutto dalla persone che voglio bene) sincerità e onestà. Gioca un ruolo importante l'orgoglio, che ti porta a credere di non meritare menzogne e di saper controllare invece le proprie. Così non è, si rischia di entrare in circolo vizioso senza uscita.

Stalker
09-09-2003, 11.57.10
Originariamente inviato da Skorpios

E allora, e torniamo sempre al punto iniziale, perchè reagiamo male quando scopriamo di aver "subito" una menzogna...?
Perchè non siamo altrettanto magnanimi, come con noi stessi, quando si tratta di giudicare i comportamenti dei nostri amici o del nostro partner...?


Perche' gli uomini sono portati per natura a trovare sempre delle giustificazioni al proprio agire e, nel contempo, a non fare quello sforzo mentale, per mettersi nei panni dell'altro.
Lo facciamo per istinto di conservazione secondo me. L'istinto ci porta a pensare: "Ehi amico, non farti problemi, tu devi mangiare, replicarti e sopravvivere..." e, nello stesso tempo: "Ehi amico, non fidarti troppo del tuo simile"...
Secondo me, la vera forza sta nel controllare con la mente questi istinti di autoconversazione.

Skorpios
09-09-2003, 21.04.54
Originariamente inviato da Stalker


Perche' gli uomini sono portati per natura a trovare sempre delle giustificazioni al proprio agire e, nel contempo, a non fare quello sforzo mentale, per mettersi nei panni dell'altro.
Lo facciamo per istinto di conservazione secondo me. L'istinto ci porta a pensare: "Ehi amico, non farti problemi, tu devi mangiare, replicarti e sopravvivere..." e, nello stesso tempo: "Ehi amico, non fidarti troppo del tuo simile"...
Secondo me, la vera forza sta nel controllare con la mente questi istinti di autoconversazione.


Comincio a pensare che il ("mio") discorso sulla continuità sia "importante"... senza alcuna presunzione o supponenza, naturalmente... ;)

La continuità del nostro mondo... ininterrotta... il filo conduttore ed il dialogo interiore sempre attivi... tutte le nostre convinzioni proiettate sull'orizzonte come su un maxi schermo cinematografico... ciò che ci hanno insegnato e ciò che abbiamo ritenuto di aver imparato... tutte lì... allineate... a ricercare una continua "conferma"... a ricercare di essere rielette... e la riparazione delle falle... istantanea... per sempre ricondursi a sè stesse... ritornando sempre sulle stesse concezioni...

Il mentire spezza questa continuità... sia per il mittente che per il destinatario... ma se quella del mittente si ripara all'istante, quella del destinatario è destinata a rimanere tale... spezzata "irrimediabilmente"... perchè si riferisce ad un concetto astratto... quello della "fedeltà", o "sincerità", o "onestà"... e quindi è fatalmente idealizzata... per quanto non vorremmo, lo è...

Forse è questo che, a parte la capacità di recupero e quindi di accettazione di un qualsiasi pur "negativo" evento (non vorrei darti l'impresssione di farla pesante... in realtà mi "lamento" molto raramente di eventi legati a miei rapporti personali... sono portato a "giustificare" in ogni caso... perchè l'umanità è difficile... e lo è per tutti... ma ciò non significa che non provi certe sensazioni, e le osservi... ;)), comporta quella reazione di "delusione"... che sembra non potersi riparare... e che pure, col tempo, è destinata ad essere "dimenticata"... :)

Stalker
09-09-2003, 21.49.13
Originariamente inviato da Skorpios



Il mentire spezza questa continuità... sia per il mittente che per il destinatario... ma se quella del mittente si ripara all'istante, quella del destinatario è destinata a rimanere tale... spezzata "irrimediabilmente"... perchè si riferisce ad un concetto astratto... quello della "fedeltà", o "sincerità", o "onestà"... e quindi è fatalmente idealizzata... per quanto non vorremmo, lo è...


Abbiamo bisogno di ordine. O forse non ce la facciamo a reggere tutte le variabili.
Mentiamo sempre in realtà. Anche chi sta con noi mente sempre. Mente nel senso che è impossibile che io possa esprimere me stesso totalmente in un singolo istante. E così avviene per l'altra persona.
Sono frammenti del nostro essere che lasciamo uscire. Ma solo frammenti.
La complessità, quella non la riusciamo ad abbracciare neanche noi con la mente... la nostra complessità la studiamo ma non possiamo esprimerla.
Tantomeno capire la complessità dell'altra persona.
Vorremmo tradurre questa complessità con delle convenzioni: fedeltà, altruismo, amore, senso di colpa e chi più ne ha più ne metta...

Etichette.

Basterebbe solo una cosa: il rispetto. Il rispetto della complessità di ciascuno.
Invece no. L'orgoglio frega. E ti fanno del male. E tu fai del male.
E il solito vecchio giochino va avanti.
Accuse e scuse diceva De Andrè.
Accuse e scuse.

Tutto così ridicolo.

Rispettate la mia complessità. Io rispetto la vostra.
Ma mi devo difendere. E diventa impossibile non alzare barriere e trincerarsi dietro i concetti vuoti e limitanti: onore, senso di colpa, fedeltà...
Che non te li dicono solo gli altri. Te li crei tu, ce li hai nella testa e stanno lì...
E quando senti che c'è di più... quando senti che la mente respira... quando riesci ad elevarti... ti danno delle frustate.

Mentiamo sempre. Perchè vorremmo urlare sempre. O ridere. O piangere. Esprimere lo schifo. La disperazione. La bellezza e l'orrore di tutto quello che ci è passato davanti.
Vorremmo che tutti i fili, la tela della nostra mente, fosse leggibile dall'altra persona, come uno spartito. Così che non servirebbero le parole. Ma solo la musica. in un continuo rimando di concetti e di sensazioni. :)

Festona
09-09-2003, 21.56.34
:)

Skorpios
09-09-2003, 23.56.55
Originariamente inviato da Stalker

...

Vorremmo che tutti i fili, la tela della nostra mente, fosse leggibile dall'altra persona, come uno spartito. Così che non servirebbero le parole. Ma solo la musica. in un continuo rimando di concetti e di sensazioni. :)


Sì... credo di sì...
Hai espresso alla perfezione una condizione dell'anima... e un bisogno forse solo teorico, o culturale, o strutturale... ma assolutamente istintivo e necessario... primitivo, e non ancora del tutto spiegabile... perchè, in fondo, la condivisione "razionale" non è affatto necessaria...
La semplice complessità delle nostre emozioni... l'esauriente ineffabilità delle nostre sensazioni... l'esplicativa incomunicabilità dei nostri pensieri...
Comunicare senza ricorrere alla ragione... ecco cosa... comunicare senza comunicare... indecifrati e incontaminati... in un flusso bidirezionale di energia sottile e sensuale... che si esprime senza vincoli... e senza pregiudizi... l'amore, forse... il regno dei non-perchè...

Non concetti... ma solo sensazioni... come linfa per le nostre intricate ramificazioni vitali... sensazioni in grado di renderci per la prima volta autentici ed indifesi... diretti e completi... senza il minimo interesse per le "frustate"... grazie Stalker... :)

Skorpios
10-09-2003, 09.12.56
Originariamente inviato da Stalker


Abbiamo bisogno di ordine. O forse non ce la facciamo a reggere tutte le variabili.
Mentiamo sempre in realtà. Anche chi sta con noi mente sempre. Mente nel senso che è impossibile che io possa esprimere me stesso totalmente in un singolo istante. E così avviene per l'altra persona.
Sono frammenti del nostro essere che lasciamo uscire. Ma solo frammenti.
La complessità, quella non la riusciamo ad abbracciare neanche noi con la mente... la nostra complessità la studiamo ma non possiamo esprimerla.
Tantomeno capire la complessità dell'altra persona.
Vorremmo tradurre questa complessità con delle convenzioni: fedeltà, altruismo, amore, senso di colpa e chi più ne ha più ne metta...

Etichette.

Basterebbe solo una cosa: il rispetto. Il rispetto della complessità di ciascuno.
Invece no. L'orgoglio frega. E ti fanno del male. E tu fai del male.
E il solito vecchio giochino va avanti.
Accuse e scuse diceva De Andrè.
Accuse e scuse.

Tutto così ridicolo.

Rispettate la mia complessità. Io rispetto la vostra.
Ma mi devo difendere. E diventa impossibile non alzare barriere e trincerarsi dietro i concetti vuoti e limitanti: onore, senso di colpa, fedeltà...
Che non te li dicono solo gli altri. Te li crei tu, ce li hai nella testa e stanno lì...
E quando senti che c'è di più... quando senti che la mente respira... quando riesci ad elevarti... ti danno delle frustate.

Mentiamo sempre. Perchè vorremmo urlare sempre. O ridere. O piangere. Esprimere lo schifo. La disperazione. La bellezza e l'orrore di tutto quello che ci è passato davanti.
Vorremmo che tutti i fili, la tela della nostra mente, fosse leggibile dall'altra persona, come uno spartito. Così che non servirebbero le parole. Ma solo la musica. in un continuo rimando di concetti e di sensazioni. :)


Stamattina mi chiedo: il "bisogno" di fedeltà è una sovrastruttura...?
Un bisogno della ragione...?
O del cuore...?

Può darsi che sia nulla...
La fedeltà non esiste... se non per i cani...
Ed è una di quelle cose che non ci diremo mai...

Io penso che si possa parlare anche di questo, invece...
Senza dettagliare i racconti delle proprie esperienze, si può darlo per scontato... e si riceverà sempre un silenzio assenso che invece intimamente vorremmo fosse una decisa negazione, forse... pur consci della reale impossibilità di questo...
Io non so perchè ci si senta attratti dall'idea di essere esclusivi...
E non so se capiti anche ad altri...
E non so come possa fare a conciliarsi con la coscienza di una realtà ben diversa...
Eppure accade... in un modo o nell'altro si accetta...
Forse è solo che tendiamo inconsapevolmente e incongruamente a voler stabilire una forma di continuità anche nell'amore... forse ci è necessaria, almeno nella sua idea, perchè siamo portati a volere di più... siamo portati a fare progetti... pensiamo stupidamente al futuro... anche se siamo contemporaneamente consapevoli di questa assurdità e che questo tentativo di schematizzare corrisponde alla morte dell'amore... di qualsiasi tipo di amore...
E' molto improbabile (anche se non strettamente impossibile) che si riesca ad essere fedeli, neanche con i soli pensieri... per chiunque... e allora, forse, bisogna semplicemente uscire dal campo delle proprie romantiche illusioni e accettare quella strana realtà... godere dell'attimo fuggente... del contatto intimo... del flusso imprevedibile... e basta...

Tutto il resto, dimenticarlo... la ragione accantonata per sempre...
Si potrebbe scegliere anche la strada della rinuncia, ma questa è un'altra storia...
Forse, quando si è innamorati, del partner oppure dell'amico, semplicemente non si pensa ad altro (ad altri)... e sì è fedeli senza volerlo essere... sinceri senza sceglierlo... veri senza saperlo... :)