PDA

Visualizza versione completa : Quella volta che abbiamo detto NO!


Fat George
24-07-2003, 02.44.17
Mi riferisco al referendum delle centrali atomiche in Italia. Perche abbiamo detto no? Per paura? eppure gia allora esistevano in Francia, Germania, Jugoslavia. Se una di queste scoppia crediamo di esserne immuni? Perche' ora ci tocca comprare la "corrente" dalla francia e pagarla fior di euri. Perche' dobbiamo stare qua ogni giorno a "sbatterci" con la storia delle fasce di esclusione... "oggi tocca a me, domani a te, per oggi no per domani forse..." Si potrebbe consumare meno o in maniera piu' intelligente, vero, ma il benessere porta al consumo e allo spreco.... Insomma se rifacessero il referendum ora voterei SI, e voi?

Dinfra
24-07-2003, 10.15.26
Ci sono altri modi per produrre energia elettrica, senza ricorrere alle centrali, come quella eolica o attraverso pannelli solari, in alta Italia esistono già. :)

Alhazred
24-07-2003, 10.57.24
Originariamente inviato da Dinfra
Ci sono altri modi per produrre energia elettrica, senza ricorrere alle centrali, come quella eolica o attraverso pannelli solari, in alta Italia esistono già. :)

Certo, esistono anche questi altri sistemi, ma ad esempio una centrale eolica ha bisogno di essere installata in un posto dove tira vento per gran parte dell'anno. Sarebbe inutile dove di vento ce n'è poco e in Italia può essere che una zona abbastanza ventilata da giustificare una centrale eolica non ci sia (fatte eccezioni per le zone in cui già esistono), non è così semplice come dirlo.
Secondo me bisognerebbe utilizzare le centrali nucleari, ne esistono in tutta europa, di rischi ne corriamo comunque e tanto vale quindi averne dentro casa e non dover comprare elettricità all'estero. Allego una cartina con tutte le centrali nucleari europee, è probabile che molte siano state chiuse (visto che sono segnalate anche quelle italiane), ma non dimentichiamoci che ne devono passare di anni perché il nucleo radioattivo diventi innocuo...

Downloader
24-07-2003, 11.21.36
Anche se io personalmente ho paura (e non c'è bisogno di spiegare il perchè) credo che sia l'unica soluzione, anche per la nostra economia (poi odio dipendere dai francesi).

Se fanno il referendum tra 2 anni a meno che grosso ripensamenti penso che voterei SI

jannaz
24-07-2003, 12.52.22
Si comunque e' lo stesso mercato che non premia l'energia atomica poche' e' solo una piccolissima percentuale dell'energia prodotto (tipo 4-5%).
Nonostante sia a buon prezzo inquina molto e lo smaltimento e' costoso e problematico e comporta preocupazione nella poplazione(problemi politici)


JaNnAz

flora
24-07-2003, 13.21.26
appunto, a parte i rischi tipo Chernobyl, ma avete pensato agli scarti che le centrali producono?
Stiamo trattando questo mondo come se fosse un'enorme discarica :(
eppure esistono le case "autosufficienti", di quelle che coi pannelli si mantengono da sè (Beppe Grillo si fa pagare dall'Enel :D )
Il problema rimane l'industria, che consuma, consuma, consuma.
Consumiamo energia per produrre, inquinando, e produciamo energia, inquinando ancor di più.
Io sono contraria

Dinfra
24-07-2003, 13.26.33
Originariamente inviato da jannaz
Si comunque e' lo stesso mercato che non premia l'energia atomica poche' e' solo una piccolissima percentuale dell'energia prodotto (tipo 4-5%).
Nonostante sia a buon prezzo inquina molto e lo smaltimento e' costoso e problematico e comporta preocupazione nella poplazione(problemi politici)


JaNnAz

(Y)

Lucavettu
24-07-2003, 13.29.23
non so se avete presente quanto inquinano le attuali centrali a petrolio.... e QUANTO PETROLIO usano per generare la stessa corrente di un acentrale nucleare...

..e quando poco produce un acentrale eolica o solare... quelle due vanno bene solo se installate dai singoli utenti a uso familiare ;)

PS io ho i pannelli solari a casa per l'acqua calda... QUESTE sono le cose da fare per "salvare il mondo" :rolleyes:... tutte chiacchere chi non le fa :cool:

davlak
24-07-2003, 13.32.24
Originariamente inviato da flora
appunto, a parte i rischi tipo Chernobyl, ma avete pensato agli scarti che le centrali producono?
Stiamo trattando questo mondo come se fosse un'enorme discarica :(
eppure esistono le case "autosufficienti", di quelle che coi pannelli si mantengono da sè (Beppe Grillo si fa pagare dall'Enel :D )
Il problema rimane l'industria, che consuma, consuma, consuma.
Consumiamo energia per produrre, inquinando, e produciamo energia, inquinando ancor di più.
Io sono contraria
Ciao Flora :)

Io votai no all'epoca.
Proprio sull'onda emotiva suscitata da Chernobyl, il referendum ebbe il risultato che ebbe, e allora anche a me parve giusto abolire il nucleare.
Ma oggi sono perplesso, onestamente.
Non sono un esperto ma temo che se avessimo lasciato sviluppare il nucleare, affinando la tecnologia per ottenere il massimo possibile di sicurezza, molti dei problemi, anche di natura climatica, che stiamo vivendo, non sarebbero così accentuati.
Magari si sarebbe trovato il modo di affrontare al meglio anche la questione delle scorie (ricordo che si parlò per un certo periodo della possibilità di trasportare le scorie addirittura nello spazio, oltre l'atmosfera).

Non so, ripeto: sono perplesso, forse oggi voterei SI.

:)

LoryOne
24-07-2003, 13.34.29
Signori ho la soluzione:

Le cyclettes (Y)

Colleghiamo una dinamo alla cyclette e tutti i giorni ci facciamo 'na pedalata, così ci guadagnamo pure in salute. :D :D

Sorge un problema:
La corrente prodotta dalla dinamo è continua, mentre noi abbiamo bisogno dell'alternata.
Soluzione:
Un po si pedala in senso orario ed un po in senso antiorario :D :D :D











CHE COGLIONATA ragazzi...
Beh, sono le 12:30, è ora di fare una puntatina in mensa.
BUON APPETITO !!

flora
24-07-2003, 13.37.29
Originariamente inviato da lucavettu
PS io ho i pannelli solari a casa per l'acqua calda... QUESTE sono le cose da fare per "salvare il mondo" :rolleyes:... tutte chiacchere chi non le fa :cool:

avrei tanto voluto metterli anche io, purtroppo sono in un condominio, la casa singola non me la posso permettere ( e nemmeno i pannelli, che purtroppo hanno costi davvero proibitivi)
a quanto pare essere rispettosi dell'ambiente è un privilegio per pochi :rolleyes:
un vero peccato che le cose siano strutturate così :(
poco distante da casa mia hanno da poco ristrutturato una costruzione; oltre al rispetto per le strutture vecchie, il progetto ha previsto l'autonomia elettrica, tramite riscaldamento centralizzato fornito da pannelli, con la termoautonomia delle singole unità (come dire, controlli il tuo riscaldamento come vuoi, e l'acqua calda ti viene fornita dai pannelli del complesso).
Anche lì però, prezzi da strabuzzo :(

davlak
24-07-2003, 13.37.30
Originariamente inviato da LoryOne
Signori ho la soluzione:

Le cyclettes (Y)

Colleghiamo una dinamo alla cyclette e tutti i giorni ci facciamo 'na pedalata, così ci guadagnamo pure in salute. :D :D

Sorge un problema:
La corrente prodotta dalla dinamo è continua, mentre noi abbiamo bisogno dell'alternata.
Soluzione:
Un po si pedala in senso orario ed un po in senso antiorario :D :D :D











CHE COGLIONATA ragazzi...
Beh, sono le 12:30, è ora di fare una puntatina in mensa.
BUON APPETITO !!

ma te sei proprio fuori :D
simpatico, comunque :)

flora
24-07-2003, 13.42.04
Originariamente inviato da davlak

Magari si sarebbe trovato il modo di affrontare al meglio anche la questione delle scorie (ricordo che si parlò per un certo periodo della possibilità di trasportare le scorie addirittura nello spazio, oltre l'atmosfera).


se non ricordo male quello delle scorie trasportate sulla luna era proprio l'inizio della serie "spazio 1999" (un mito, chi se la ricorda?).
Dal momento che la terra è piena, portiamo la spazzatura altrove.
ma insomma, non sappiamo fare altro che riempire tutt'intorno di rifiuti?

a me non sembra una soluzione, soltanto un modo per stare meglio oggi a discapito di come si starà fra 50 anni.

Come le industrie che scaricano nei fiumi.
Nei film con Marisa Allasio (che credo risalgano agli anni 50/60) sul tevere c'erano gli stabilimenti balneari; oggi come oggi chi si azzarderebbe a pucciare un'unghia in quel fiume?

siamo poco lungimiranti, viziati e spreconi

P.S.
è vero che attualmente i bidoni con le scorie vengono "stipati" in fondo al mare?
ahahahaha, che bello, fra un po' se mangiamo pesce non ci servirà accendere la luce :D

LoryOne
24-07-2003, 13.48.25
Originariamente inviato da flora

....
ma insomma, non sappiamo fare altro che riempire tutt'intorno di rifiuti?
....


RICORDA Flora:
L'energia ne si crea ne si distrugge ma si trasforma.
Tu mangi (come tutti d'altronde) e poi...


C'est la vie. :)

Ps: Spazio 1999...come non ricordarlo.
Mitico il comandante Koenig (si scrive così ? Boh)

Silvia79
24-07-2003, 13.49.28
Originariamente inviato da flora


ahahahaha, che bello, fra un po' se mangiamo pesce non ci servirà accendere la luce :D

.. è qui che sta il vero risparmio energetico .. :d

Ciao Flora ;)

flora
24-07-2003, 14.00.30
Originariamente inviato da LoryOne


RICORDA Flora:
L'energia ne si crea ne si distrugge ma si trasforma.
Tu mangi (come tutti d'altronde) e poi...

:eek:
mi hanno sempre insegnato che ciò che "produco" dopo aver mangiato è biodegradabile :o

e comunque posso assicurare che non è radioattivo :D

EntropheaR
24-07-2003, 14.08.25
Vedete io sono favorevolissimo al nucleare (come altri odio dipendere dai francesi) inoltre guardando la cartina direi che ce le abbiamo tutte addosso...
Il problema di fondo è che siamo in Italia...e ho paura di chi le gestirebbe, e soprattutto di chi gestirebbe lo smaltimento delle scorie...La centrale è sicura (ora le fanno anche anti bombardamenti nucleari) però mi spaventa chi gestirà le scorie...francamente i pesci di springfield preferirei non trovarmeli sottocasa...
Dire di si al nucleare vuol dire dare fiducia all'Italia, secondo voi l'italia merita fiducia?

flora
24-07-2003, 14.10.40
no

EntropheaR
24-07-2003, 14.11.39
Originariamente inviato da flora
è vero che attualmente i bidoni con le scorie vengono "stipati" in fondo al mare?
ahahahaha, che bello, fra un po' se mangiamo pesce non ci servirà accendere la luce :D [/B]

Vengono vetrificati e conficcati nei fondali oceanici oppure nelle cave di sale in disuso, per chi non lo sa il sale ha un elevatwa conducibilità che permette di dissipare l'intenso calore emanato dai contenitori.

EntropheaR
24-07-2003, 14.12.52
Originariamente inviato da flora
no

E allora ci toccherà pagare per l'elettricità.

flora
24-07-2003, 14.41.14
Originariamente inviato da EntropheaR


Vengono vetrificati e conficcati nei fondali oceanici oppure nelle cave di sale in disuso, per chi non lo sa il sale ha un elevatwa conducibilità che permette di dissipare l'intenso calore emanato dai contenitori.
credo che questa sia la procedura, per chi ha tempo e voglia (e mi pare che non sia il massimo ad ogni modo, cosa succederà quando i fondali saranno pieni di quei bei bidoncini?)
Chi non ne ha molte volte si limita a scaraventare i bidoni al largo.
Se non sbaglio era stato scoperto l'anno scorso un traffico di questo tipo, andavano al largo della Sicilia, scaricavano e via!
:S

wolf76
24-07-2003, 16.04.23
Io credo sia innegabile che purtroppo il problema delle scorie radioattive sia considerato da tutti i paesi che hanno investito nel nucleare un prezzo accettabile.... d'altronde nessun tipo di energia rende così tanto!! E', come al solito, anche in questo caso, l'economia sopra tutto!!!
Per me la scelta fatta col referendum fu giusta..... il fatto è che avrebbe dovuto incentivare i nostri governi ad investire in energie alternative, seguendo il volere del popolo sovrano! Ed invece...? Importiamo l'energia da un paese che utilizza centrali nucleari perchè ci costa meno... :confused: :confused: !!! E' questa la cosa assurda!! Quel NO "isolato" avrebbe avuto un senso se l'Italia avesse dato l'esempio di come si può essere una forte potenza industrializzata anche senza nucleare, per poter spingere anche altri a fare la nostra scelta!!! Ma ovviamente così non è stato :anger: !!! Che tristezza... :( :(