PDA

Visualizza versione completa : Il regno dell'ipocrisia


marlab
21-01-2001, 16.46.35
Ogni Paese ha i suoi pregi ed i suoi difetti.
Ed ognuno di noi ha le sue simpatie su questo o quel sistema.
Ciò premesso vorrei sottoporre all'attenzione di Lor Signori il seguente quesito:
Un giuramento fatto con la mano dx sulla Bibbia significa l'intenzione di voler seguire i princìpi lì dentro contenuti, tra cui il rispetto della vita.
E questo principio è alla base di tutte le principali religioni del mondo.
Con che faccia Bush Jr. ha potuto giurare sulla Bibbia, lui che ha fatto carriera sui cadaveri dei condannati a morte? :mad:

Eteria
21-01-2001, 16.52.58
Ma l'ha fatto per i soldi... mica per labibbia...

Casper
21-01-2001, 17.00.48
posso permettermi di ricordarti che in quello stesso libro la pena di morte è non solo ammessa, ma addirittura raccomandata... ad esempio, si comanda la lapidazione delle donne che "tradiscono" il marito.
per non parlare delle atrocità più ignobili commesse da "dio" stesso e raccontate a onore e gloria del suo nome...
con tutto il rispetto, George W. Bush ha giurato sul libro giusto.

hannibal
21-01-2001, 22.23.53
Casper, sono d'accordo con te...

Chi mi conosce lo sa... ;) (come diceva Tomba-GioeleDix)

Morpheus
21-01-2001, 22.38.45
E poi bisogna vedere se crede nella cosa su cui ha giurato, ossia la Bibbia:confused:

SHEWOLF
22-01-2001, 01.37.59
Originally posted by Casper
posso permettermi di ricordarti che in quello stesso libro la pena di morte è non solo ammessa, ma addirittura raccomandata... ad esempio, si comanda la lapidazione delle donne che "tradiscono" il marito.
per non parlare delle atrocità più ignobili commesse da "dio" stesso e raccontate a onore e gloria del suo nome...
con tutto il rispetto, George W. Bush ha giurato sul libro giusto.

Per non parlare del biblico..."occhio per occhio...."

Si potrebbe citare il "Got mitt uns" (mi scuso se ho sbagliato l'ortografia), e cioè "Dio è con noi" davanti ai cancelli dei lager nazisti. :(

Antares
22-01-2001, 01.48.48
Originally posted by Casper
.......con tutto il rispetto, George W. Bush ha giurato sul libro giusto.

Giustissimo, pensiamo solo alle guerre sante, dalle crociate in poi, per poi parlare dell'inquisizione, al papa che benedice le truppe naziste, al vaticano che non consegnò il poco oro che serviva agli ebrei per salvarsi dai campi di sterminio, etc etc, è meglio se mi fermo che se parto non finisco più.

Billow
22-01-2001, 08.37.53
Io non dimenticherò mai una frase.... detta da un soldato americano della 2.a guerra, durante un intervista:

durante lo sbarco in Normandia....
cercano di prendere un nido di mitragliatrici....
dopo 1 giorno e 1/2 ci riescono... con i GAS :eek:

al che , chiaramente si fanno strada tra il filo spinato, e raggiungono il tanto desiderato baluardo....

quando arrivano sul posto... iniziano a dare un'occhiata...

e trovano ragazzini biondi di 17 /18 anni...
il classico HANS insomma....
L'americano gira il corpo .... e rimane impietrito....
sulla cintura del giovane tedesco... scrive....
Gott mit UNS guarda la sua fibbia da bravo marines.... e legge.... in god we trust

.... il soldato allora si mette a pensare....
MA è lo stesso Dio quello in cui crediamo ????


purtroppo ... sono i SOLDI e la POLITICA... come dico sempre, ad avere la meglio sugli ideali... :(

Billow
22-01-2001, 08.39.28
p.s. cmnq anche a me BUSH non piace...
malgrado il mio pensiero politico...

ha ... come dire....
LA FACCIA DA UTENTE FINALE.... ;)

Bet
22-01-2001, 09.26.24
Originally posted by Casper
posso permettermi di ricordarti che in quello stesso libro la pena di morte è non solo ammessa, ma addirittura raccomandata... ad esempio, si comanda la lapidazione delle donne che "tradiscono" il marito.
per non parlare delle atrocità più ignobili commesse da "dio" stesso e raccontate a onore e gloria del suo nome...
con tutto il rispetto, George W. Bush ha giurato sul libro giusto.

Scusa Casper, ma secondo me hai un po' di confusione in testa... se dici questo dubito che tu conosca il significato complessivo della Bibbia!
Bye

estunicum
22-01-2001, 09.46.21
Visto che siamo in tema di citazioni storiche, vi ricordo i cavalieri crociati, che avevano giurato anche loro, e dopo aver fatto stragi su stragi di "infedeli" ci mettevano su commerci da favola e ci si arricchivano.

l'unico "dio" (la d minuscola è voluta) dell'uomo è il dio quattrino. L'Altro, Quello Vero (per chi ci crede) è ben superiore a queste lordure... Non credete anche voi?

Billow
22-01-2001, 09.56.22
Estunicum....
MI hai rubato le parole ;)

Casper
22-01-2001, 10.12.42
Originally posted by Bet
Scusa Casper, ma secondo me hai un po' di confusione in testa... se dici questo dubito che tu conosca il significato complessivo della Bibbia!
Bye

è vero... ho una grande confusione in testa... perchè io l'Antico Testamento l'ho letto tutto, dalla prima all'ultima pagina. non so cosa intendi tu per significato complessivo, ma io so quello che ho letto, so come è stato applicato nel corso dei secoli... e so anche che qualcuno disse "Dai loro frutti li riconoscerete."

non confondiamo Antico con Nuovo testamento, sia pure nella classificazione canonica della chiesa di Roma... ho letto anche il Nuovo, e la musica cambia decisamente.

se tu hai tutto chiaro nella testa, spero che tu non sia un capo di Stato o un generale... spero che tu non abbia responsabilità di uomini e mezzi su vasta scala, mai e per nessun motivo. e spero di non trovarti sulla mia strada, perchè io invece ho dei dubbi in testa: ci tengo, mi sono necessari per sopravvivere. e nessuno me li toglierà predicando una cosa dal pulpito e facendone tutt'altra appena volto lo sguardo.

Bet
22-01-2001, 10.48.17
Faccio notare solo che:

1) Hai corretto il tiro con il secondo post: con il primo hai generalizzato dando lo stesso significato ad antico e nuovo testamento; ma prima il giudizio è stato riferito alla Bibbia intera, Nuovo testamento compreso (ti cito:"...quello stesso libro...). Prima hai quindi dato un giudizio generale negativo, sui cui non concordo.

2) Hai mai sentito parlare di "sitz im leben"? Si tratta del contesto storico-culturale in cui uno scritto nasce. I libri dell'A.T. sono nati, parecchi secoli prima della nascita di Cristo in un mondo dove tutte le culture di tutti i popoli accettavano come cosa normale la pena di morte e dove si era solo all'inizio di un lungo processo (ancora oggi non concluso!) per prendere coscienza del valore della vita umana. Tieni conto che la cultura ebraica di allora, alla luce della loro religione, già rifiutava il sacrificio umano agli dei (o a Dio) come rito religioso: tale rifiuto era tipico ed esclusivo della relgione ebraica. Il bellissimo brano sacrificio di Isacco, oltre a tutti gli altri significati che contiene, testimonia anche quanto ti ho detto.

3) Non è possibile interpretare l'A.T. da solo: almeno questo è il pensiero cristiano. L'A.T. va reinterpretato alla luce del N.T.

4) Non ho tutto chiaro nella testa: il giorno che avessi tutto chiaro dovrei iniziare a preoccuparmi, ben vengano qiundi queste diattribe! Non mi pongo su un pulpito (tutt'al più mi ci hai messo tu, ma scendo immediatamente ;)) e mi guardo bene (te lo assicuro) di dirigere uomini e mezzi su vasta scala (non mi si addice). Non mi auguro nè di incontrarti nè di non incontrarti, ma se ti incontrerò penso che mi farebbe piacere, perché ti stimo... direi soprattutto per la tua conoscenza sui S.O.

Con stima! Bet
Bye

Casper
22-01-2001, 10.59.18
conosco la teoria del "contesto culturale"... dal mio punto di vista, questo benedetto libro necessita di un po' troppe reinterpretazioni sotto luci diverse... talmente tante, e talmente soggettive, che finisce per significare questo o quello a seconda della persona che lo legge. mi limito quindi a osservare che il nuovo presidente degli Stati Uniti non ha mostrato alcuna incoerenza nel giurare sulla bibbia dei Padri pellegrini: contesto o meno, ci sono cose in quelle pagine che suonano terribili, per quanto l'epoca moderna tenti disperatamente di "reinterpretarle". l'ottica cristiana è solo uno dei punti di vista... sarà superfluo sottolineare che la cultura ebraica ortodossa, tanto per fare un esempio, se ne infischia altamente della reinterpretazione cristiana.

è dunque con reciproca stima che confermiamo opinioni diverse :)

Bet
22-01-2001, 11.23.18
Bene!

Tanto per chiarire la mia posizione: non si sarà fatto fatica a capire che sono credente. Pertanto, io, cerco di interpretare la Bibbia da questo particolare punto di vista.
Sull'interpretazione della cultura ebraica ortodossa, il mio interesse è quindi quasi esclusivamente di tipo culturale e non religioso ed è normale che loro se ne infischino del resto e ciò non mi preoccupa.
Aggiungo che la cultura cristiana tentando di interpretare quello che per chi crede è parola di Dio, faticherà in eterno, non raggiungerà mai una fine, darà sempre interpretazioni differenti che talvolta non saranno in contraddizione, altre volte lo saranno: questo è dovuto sia allo spessore della parola di Dio, sia ai nostri mezzi che per quanto raffinati reputo sempre inadeguati. Il fatto che esistano delle diverse interpretazioni, nè mi scandalizza ne mi preoccupa, anzi in un certo senso una interpretazione soggettiva è assolutamente necessaria.

Per quanto riguarda Bush, come hai visto, neppure l'ho preso in considerazione: ogni gesto e decisione che prenderà di qui in avanti sarà fortemente influenzato dalla necessità di darsi una buona immagine. Se il popolo americano avesse avuto piacere di vedere giurare Bush su un fumetto di "Paperino e Archimede pitagorico", Bush lo avrebbe fatto con la massima solennità. Anche a me Bush non piace, avrei preferito Al Gore, ma sarei pronto a scomettere che anche Al Gore potrebbe giurare su un di un libro a fumetti... quindi lasceri perdere il discorso di giurare sulla Bibbia, che peraltro anche se fosse fatto con i migliori intenti, è un atto che reputo con poco significato

Bye

Casper
22-01-2001, 11.30.13
credo che i nuovi presidenti USA farebbero bene a giurare sulla Costituzione... oppure sulla Dichiarazione di indipendenza... due fra i testi più straordinari che l'umanità abbia prodotto.

EcHo2K
22-01-2001, 14.44.12
bah, la bibbia e' un bel libro di avventure...come Sandokan e 20000 leghe sotto i mari...ci sono delle cose che ci si potrebbe fare un film! :D (o ce l'hanno gia' fatto?? :D:D)

il problema e' che l'uomo evolve ed i libiri no, vengono copiati sempre uguali a se stessi, un libro scritto 2000 anni fa contiene concetti non piu' condivisibili perche' CULTURALMENTE l'uomo si e' evoluto e talvolta pure SOCIALMENTE.

Io non dico che non esista un Dio (anche se non ci credo personalmente) pero' non credo che cio' che questo dio ha detto 2000 anni fa sia ancora valido, Dio ci ha comunicato la strada da seguire, adatta al mondo di 2000 anni fa, oggi le cose stanno un po' diversamente, in sostanza io ritengo la bibbia un modello comportamentale OBSOLETO. punto.

Antares
22-01-2001, 14.51.05
Originally posted by Billow
ha ... come dire....
LA FACCIA DA UTENTE FINALE.... ;)

:D :D :D

Trinity
22-01-2001, 14.56.31
Originally posted by EcHo2K
bah, la bibbia e' un bel libro di avventure...come Sandokan e 20000 leghe sotto i mari...ci sono delle cose che ci si potrebbe fare un film! :D (o ce l'hanno gia' fatto?? :D:D)

il problema e' che l'uomo evolve ed i libiri no, vengono copiati sempre uguali a se stessi, un libro scritto 2000 anni fa contiene concetti non piu' condivisibili perche' CULTURALMENTE l'uomo si e' evoluto e talvolta pure SOCIALMENTE.

Io non dico che non esista un Dio (anche se non ci credo personalmente) pero' non credo che cio' che questo dio ha detto 2000 anni fa sia ancora valido, Dio ci ha comunicato la strada da seguire, adatta al mondo di 2000 anni fa, oggi le cose stanno un po' diversamente, in sostanza io ritengo la bibbia un modello comportamentale OBSOLETO. punto.




Non condivido assolutamente.
Ci sono testi antichissimi che dovremmo leggere e rileggere ogni giorno...l'uomo si è evoluto sotto tanti punti di vista,ma non spiritualmente...con la conseguenza che culturalmente e socialmente siamo noi ad essere obsoleti.
Guardati in giro, osserva bene...ti basta?

Cmq è solo il mio punto di vista!!! ;););)

Casper
22-01-2001, 15.41.11
Originally posted by Trinity
Ci sono testi antichissimi che dovremmo leggere e rileggere ogni giorno...

condivido il tuo punto di vista. ci sono testi antichi che hanno conservato fino ad oggi una profondità di contenuti e una lungimiranza che ha dell'incredibile... al punto da risultare eccezionalmente "moderni" a distanza di secoli. a mio avviso, la Bibbia nel suo insieme, comunque la si voglia interpretare, non ha queste caratteristiche. sotto questo aspetto, concordo pienamente con echo2k.

Casper
24-01-2001, 16.01.52
considerata la delicatezza dell'argomento... se il dibattito prosegue, manteniamolo sui toni pacati che ha avuto finora :)

grazie a tutti.

Antares
24-01-2001, 19.15.03
Originally posted by Casper
considerata la delicatezza dell'argomento... se il dibattito prosegue, manteniamolo sui toni pacati che ha avuto finora :)

grazie a tutti.

OK. ;)

marlab
24-01-2001, 22.11.32
Come colpevole del lancio di questo thread, vorrei far notare che l'oggetto della mia contestazione era Bush e non i Testi Sacri o le Religioni. Tra l'altro credo che bisognerebbe distinguere tra l'Antico Testamento ed il Nuovo. Hanno avuto motivazioni e genesi troppo diverse per intavolarne un dibattito.

Sono comunque contento che questo thread sia stato riaperto. Già altre volte ho visto i miei thread, di risposta in risposta, "uscire" dal tema proposto. Fino addirittura, adesso, ad arrivare alla censura!!!
Credo che al di là delle proprie opinioni, occorra evitare le considerazioni estremistiche. Sono quelle le cose che hanno sempre fomentato gli odi tra gli uomini. La certezza di avere ragione... Soprattutto quando alla base c'è una debole o errata conoscenza delle cose o concetti banali ed eccessivamente semplificativi.
Non sono un signor Fracchia, non mi sento un mediocre, ma certe spavalderie mi fanno paura. Io sono un uomo che ha dubbi, tanti. Però credo che mi rivolterebbe essere cittadino di un Paese che uccide la sua gente.
Un ciaone a tutti.


-----------
"Se la ragione fosse tutta solo da una parte, le liti finirebbero subito". (tratto da un Bacio Perug/na)

Cyrano
25-01-2001, 06.59.57
LA religione è un'arma micidiale se cade nelle mani sbagliate....

:mad: :(

ciaozzzz

Billow
25-01-2001, 08.16.07
Se allora vogliamo tornare su BUSH.... ;)
io da Uomo Liberal ed assolutamente NON di Sinistra...
chiedo....;)

Quale fiducia possiamo avere nel FIGLIO di colui che è stato il capo della CIA per 16 o 18 anni....

e che ha collegamenti (chiaramente non documentati)
con la NSA - (national security agency)
- notoriamente coloro che hanno creato ECHELON ?????


Boh... ??? :eek:

pablo
25-01-2001, 22.02.28
Scusate se mi intrometto, e se torno sull'argomento religione, ma questo post mi ha fatto pensare un po'...

Sono d'accordo con Marlab quando ritiene gli estremismi pericolosi (lo sono stati e lo saranno sempre, quelli religiosi in passato, probabilmente quelli laici nel presente e in futuro); la certezza di avere ragione però è un discorso un po' più complesso...

Come fa un credente ad avere dubbi...

Sono sicuro che molti di quelli che sono intervenuti, laici, siano convinti che la religione sia un mero fatto culturale.
E' una visione laica della religione; un cattolico non potrà mai dire che ciò in cui crede è opinabile, sarebbe un controsenso, per cui per chi crede (perlomeno cattolico) la religione non è (e non deve essere) un fatto culturale.

:)

ennys
26-01-2001, 00.47.44
Originally posted by Billow
Se allora vogliamo tornare su BUSH.... ;)
io da Uomo Liberal ed assolutamente NON di Sinistra...
chiedo....;)

Quale fiducia possiamo avere nel FIGLIO di colui che è stato il capo della CIA per 16 o 18 anni....

e che ha collegamenti (chiaramente non documentati)
con la NSA - (national security agency)
- notoriamente coloro che hanno creato ECHELON ?????


Boh... ??? :eek:

Non è mia intenzione entrare nel merito della discussione.

Vorrei però osservare che in ogni ordinamento democratico i servizi informativi (segreti) costituiscono una componente essenziale ed indispensabile. Essi, inoltre, vengono coordinati e controllati dagli appositi organi parlamentari che a loro volta vengono designati dall'elettorato.

Pertanto, in generale, non credo che l'aver fatto parte o l'avere dei collegamenti con detti servizi costituisca, di per sè, una sorta di "peccato originale" di cui una qualsiasi carica pubblica debba emendarsi o pentirsi...

ciao :)

Canaro
26-01-2001, 01.09.40
questa sopra esposta mi sembra la teoria....
bella!!!

peccato che la pratica sia tutta 1 altra cosa... :(

Antares
26-01-2001, 01.17.08
Già, hai ragione Canaro, basta guardare quello che è successo in Italia, senza andare tanto lontano.

ennys
26-01-2001, 01.40.41
Originally posted by Canaro
questa sopra esposta mi sembra la teoria....
bella!!!

peccato che la pratica sia tutta 1 altra cosa... :(

...infatti, la mia è una considerazione del tutto, ripeto, del tutto, generale.

Se poi un'istituzione non funziona o funziona male è un'altro discorso. Rimane il fatto che l'ordinamento democratico ha bisogno di alcuni strumenti e ,tra questi, ci sono i servizi informativi.

ciao :)

[Edited by ennys on 26-01-2001 at 02:02]

Kandran Kane
27-01-2001, 15.13.10
Mi vedo costretto per diversi motivi a sostenere i dubbi di cui parla Casper.

So poche cose in materia ma queste mi bastano per dubitare fortemente dell'integrità e del senso di giustizia dell'intero apparato religioso mondiale.

Tra il 1122 e il 1350 circa( dopo la fine della lotta per le investiture). La bibbia venne ricopiata per intero dai monaci benedettini di varie comunità. Il compito di questi bonari fraticelli era quello di vergare della carta ricopiando i simboli dalle pagine del libro "sacro". Sarebbe inutile dire che, in seguito a quella prima copiatura molte righe sono andate perdute, molti capitoli rifatti totalmente per rispettare la corrente cronologica e l'intreccio del libro stesso.
Poi nel 1501, un letterato( perché sempre e solo loro hanno compreso il senso degli scritti biblici, gli ignoranti in genere quel senso lo vivevano ciecamente), tradusse per la prima volta la Bibbia in latino dall'aramaico antico.

Questa è solo una parte delle documentazioni sulle "manipolazioni" che quel libro ha subito nel tempo e nei voleri degli uomini di chiesa. Giurare sulla bibbia ha più o meno lo stesso valore di un giuramento su un manuale di bonton. Molti lo fanno a cuor leggero. Per primi i capi di stato, poiché poi ci saranno il peso delle responsabilità e gli oneri della carica a scusare i loro errori di fronte a Dio

Io so di non essere figlio di un dio descritto a tal guisa da quel libro, so che ci sono cose che non soggiacciono a spiegazioni logiche. So che la religione inizia là dove finisce lo stato. So di avere paura e soprattutto SO DI NON SAPERE.

Tra il vecchio e il nuovo testamento, ho identificato una sola persona che merita il rispetto dell'universo intero. Un maestro di parola e di altruismo cosciente( Cioè quell'altruismo che viene dopo l'egoismo). E solo nelle sue gesta credo.

Perdonate il mio sfogo. Mi faceva piacere scrivere queste cose. Spero di non aver offeso nessuno.

Bet
29-01-2001, 09.03.11
Ok, chiedo scusa a Marlab se continuo su di un argomento che non è l'oggetto della discussione lanciata, ma visto che sono stato tirato in ballo, ballerò... ;)
Per prima cosa è bene specificare che non penso che tu abbia offeso niente e nessuno: su certi argomenti l'unica cosa che si rischia, è di offendere la propria intelligenza, quando si vuole dare addosso a tutti costi ed in via pregiudiziale a certi modi di pensare e di credere. Questo lo dico in via generale e non mi riferisco a te in particolare.

Bene, inizio a fare alcune precisazione:
- di nessun testo classico, e sottolineo nessuno, è potuto arrivare fino a noi l'originale: tutte le opere maggiori o minori derivanti dal mondo antico le abbiamo perchè "ricopiate". Premesso che i più antichi manoscritti che possediamo si riferiscono alla Bibbia, non vedo perchè la Bibbia debba essere stata storpiata e tutti gli altri testi classici (religiosi, legislativi, scientifici ecc.) debbano essere arrivati integri. Il motivo per cui non possediamo alcun originale sta soprattutto nel fatto che questi erano scritti su papiri e pergamene, facilmente degradabili con l'umidità.

- se i tuoi dubbi nascono dal fatto che siano stati ricopiati manualmente da qualche simpatico sbadato monachello (ma sinceramente non penso, sarebbe una tesi labile) allora vorrei darti maggiori motivi per dubitare. Direi che la maggior parte dei testi biblici, prima di essere messa per iscritto è stata tramandata oralmente per anni e anni ed in molti casi, per l'antico testamento, per secoli. Se guardiamo ai libri più famosi, i Vangeli, questi sono stati redatti dopo l'anno cento mentre Cristo sembra morto intorno all'anno 36. Marco che non era un apostolo ha raccolto qualche scritto della predicazione di Pietro, Luca (pure lui non era apostolo) ha raccolto la predicazione di Paolo (che non ha "conosciuto" direttamente Gesù). Entrambi hanno mescolato predicazione a tradizioni, tramandate parecchi decenni dopo la morte di Cristo, e quindi secondo il tuo ragionamento figurati cosa può esserne uscito. Per non parlare apputno di testi dell'Antico testamento scritti quasi un millenio dopo dei fatti descritti all'interno dei libri stessi. In questi casi la tesi della scarsa affidabilità per la ricopiatura è già superata dall'iter poco formale della creazione dei testi bibilici.

- Infine per rassicurarti sul lavoro degli amanuensi dell'alto medioevo vorrei dirti che per lo studio dei testi in questione non è stato necessario ricorrere alle loro traduzioni: infatti sono giunti fino ad oggi molti libri dell'antico testamento sotto forma di manoscritti risalenti al secondo e terzo secolo d.c. e direi tutti i libri del n.t. in codici del quarto-quinto secolo d.c. Ti risparmio i nomi dei codici ed i luoghi dove sono conservati, ma ti assicuro che ci sono. Su questo quindi non eri sufficientemente informato.

Ultime due osservazioni. Ci si trova comunque di fronte a testi non originali, ma sui quali è stato fatto un lavoro critico in epoca moderna al pari del lavoro che è stato fatto su tutti i testi classici al fine di ricostruirne una versione più fedele possibile all'originale. Si tratta di un lavoro fatto con metodologie scientifiche (nel campo letterario) unanimamente riconosciute e accettate.

Dici che hai trovato "una sola persona che merita il rispetto dell'universo intero", e parzialmente è una osservazione corretta perchè si narra della povera storia del popolo d'Israele, della povera storia degli apostoli e delle prime povere comunità cristiane che si sono volutamente riconosciuti poveri di fronte alla grandezza di tale persona.
Il problema delle "brutte copiature" della Bibbia è un falso problema (già ampiamento superato in campo scientifico-letterario anche da chi non crede): l'adesione a tale credo è quindi una questione puramente personale che dipende da altri fattori e che proprio perchè personale preferisco tralasciare.

Scusate a tutti per la lunghezza e per errori dovuti alla fretta. Bye

Kandran Kane
29-01-2001, 11.49.21
Originally posted by Bet
Ok, chiedo scusa a Marlab se continuo su di un argomento che non è l'oggetto della discussione lanciata, ma visto che sono stato tirato in ballo, ballerò... ;)
Per prima cosa è bene specificare che non penso che tu abbia offeso niente e nessuno: su certi argomenti l'unica cosa che si rischia, è di offendere la propria intelligenza, quando si vuole dare addosso a tutti costi ed in via pregiudiziale a certi modi di pensare e di credere. Questo lo dico in via generale e non mi riferisco a te in particolare.



Chiedo scusa a Marlab e agli altri che volevano soprassedere a questo argomento, in effetti il thread parlava di politica mediatica.....

Io proporrei di continuare a parlare di concetti letterari. L'intelligenza di ognuno di noi è una sottofunzione del pensiero. Non è una cosa che si possa inserire in tale contesto con facilità.
Il pregiudizio e lo scetticismo, normalmente anche nel lavoro che faccio sono ottimi strumenti d'analisi, se vengono usati come tali. Diventano desueti e ingombranti se sono visti come conclusioni.

Il perno del mio discorso non riguardava i benedettini, ma la faciloneria di molti politici di fronte a un atto come il giuramento. E di conseguenza non era neanche uno dei principali motivi dei miei dubbi.
Ho forse detto che sono sicuro sulla veridicità di altri testi? No, non l'ho detto.
Ma a proposito di modificazioni "volute" della bibbia, ci sono alcuni testi, che parlano dell'evoluzione del fondamentalismo cattolico nei secoli.
C'è un'intera tradizione di gesta che farebbero arrossire molti furboni moderni(e scusatemi se non riesco ad essere più preciso). Vorrei suggerire a qualcuno di leggersi alcuni paragrafi della "Pistis/sophia", un testo che però purtroppo( e stranamente!!!!!!) non è facilmente reperibile, in cui si trova la descrizione di alcune decisioni prese da Pietro nella redazione di alcuni libri della bibbia.
In effetti ci sarebbero anche diversi vangeli apocrifi che parlano di argomenti "hot".

Bet, la mia era un'opinione come penso fosse la tua........
Non credo di aver offeso la tua "intelligenza", nè tantomeno la mia.

alexmaz
04-02-2001, 04.20.34
Originally posted by pablo


Come fa un credente ad avere dubbi...

Sono sicuro che molti di quelli che sono intervenuti, laici, siano convinti che la religione sia un mero fatto culturale.
E' una visione laica della religione; un cattolico non potrà mai dire che ciò in cui crede è opinabile, sarebbe un controsenso, per cui per chi crede (perlomeno cattolico) la religione non è (e non deve essere) un fatto culturale.

:)



I dubbi invece bisognerebbe averli!!! Tu sei cattolico perchè sei nato qui, se fossi nato in India saresti Induista :) questo secondo me la dice lunga, non sulla veridicità di una religione piuttosto che di un'altra, ma sul porsi dei dubbi!!! Non puoi accettare passivamente ciò che ti viene detto, soprattutto su un argomento così importante!!! Io personalmente non credo in Dio, proprio per nulla, però il problema me lo sono posto a lungo :)

Ciao

Reney
04-02-2001, 08.07.40
Ma non si doveva parlare di Bush :confused:

Matrix
04-02-2001, 15.21.07
Originally posted by Reney
Ma non si doveva parlare di Bush :confused:




Finalmente qualcuno che ha capito il tema del thread
:D :D :D