PDA

Visualizza versione completa : Sondaggio referendum


dave4mame
11-06-2003, 13.56.36
a prescindere da quello che farete (e/o sperate) voi, che percentuale di votanti credete che raggiungerà la prox tornata referendaria?


io non credo che si supererà il 30-35%

afterhours
11-06-2003, 13.59.14
ciao dave4mame.
la penso come te...nn si raggiungera' il 50 %

(tengo a precisare che personalmente votero' Si)

ciao :)

mao
11-06-2003, 15.10.48
io voterò sì, a entrambi, ma dubito che si raggiungerà il quorum.
A proposito, faccio lo scrutatore... €€€€€

TyDany
11-06-2003, 17.39.26
Io voterò... non so se si raggiungerà il quorum ma dico che si dovrebbe, indipendentemente dal voto e dal risultato...:o

Lello
11-06-2003, 18.00.11
Originariamente inviato da TyDany
Io voterò... non so se si raggiungerà il quorum ma dico che si dovrebbe, indipendentemente dal voto e dal risultato...:o

Bravo TyDany..
c'è gente che è morta per conquistare questi diritti...

anche se alcune forze politiche (destra e sinistra) ne approfittano sparando referendum a raffica...
facendo sì che cali l'attenzione ala partecipazione democratica...

io condivido il fatto che tali istituti e il diritto al voto vadano difesi e non usati a piacimento...
"Quando lo dico io si va, ora no....." e basta che siamo cretini?

per questo VOTO.....

Un bel Sì a TyDany...


io metto 2 bei Sì sulle schede....:)

Spero si raggiunga il quorum... il referendum è gia vinto .....

TyDany
11-06-2003, 18.05.26
Grazie Lello, condivido il tuo discorso, e ripeto, indipendentemente dal voto, votare è un diritto non un dovere!

IrONia
11-06-2003, 19.10.46
fosse per me non andrei mai a votare.....sono tutti una massa di delinquenti...


ciaoo:D:D:D

totore
11-06-2003, 19.23.04
Non Voto - Percentuale votanti: 31.5

Nothatkind
11-06-2003, 19.29.37
Votare è un diritto e un dovere, entrambe le cose. :)

19,4%, non di più

:eek: :S

IrONia
11-06-2003, 20.32.14
Originariamente inviato da Nothatkind
Votare è un diritto e un dovere, entrambe le cose. :)

19,4%, non di più

:eek: :S


diritto si;)


ma dovere no....se devo andare a votare il meno peggio non ci sto;)




ciaoo:D:D:D

Marco Redaelli
11-06-2003, 20.34.56
io nn ho 'sti problemi :cool:

Lionsquid
11-06-2003, 20.36.50
andateci invece....

vi chiedono un parere diretto...

si o no... ma andateci... il non raggiungimento del quorum è una sconfitta x la democrazia e per i cittadini :(

Stalker
11-06-2003, 20.38.52
Originariamente inviato da Lionsquid
andateci invece....

vi chiedono un parere diretto...

si o no... ma andateci... il non raggiungimento del quorum è una sconfitta x la democrazia e per i cittadini :(

Quello che ho sempre pensato io. Il non voto è comunque uno spreco.
Il fatto che chi è contrario abbia due strumenti rispetto a chi è favorevole non mi par giusto... :anger:

Macao
11-06-2003, 20.40.10
Daccordo con Lionsquid
indipendentemente dal voto....

dave4mame
17-06-2003, 12.56.54
Originariamente inviato da Lionsquid
andateci invece....

vi chiedono un parere diretto...

si o no... ma andateci... il non raggiungimento del quorum è una sconfitta x la democrazia e per i cittadini :(



non è assolutamente vero.

potrebbero esserlo, con molti "ma" e altrettanti "se" se fosse una tornata eletterale.
per una consultazione referendaria, proprio no.

afterhours
17-06-2003, 12.59.13
ciao dave4mame, perchè pensi che nn sia assolutamente vero?

ciao :)

dave4mame
17-06-2003, 13.02.17
perchè, come insegna la teoria dei giochi, per chi appoggia il "no" può essere più efficace non votare che votare no.


vi chiedo scusa se mi "autoquoto" da un altro forum, ma non ho proprio voglia di riscriverlo: :)


"no, non è vero che piuttosto che non votare ai referendum sia meglio votare "no".

se un elettore è per il no in alcuni casi (come questo) è preferibile per lui non votare, in modo da non far raggiungere il quorum.
se c'è il 40% di propensi al si, il 15% al no e il 45% se ne frega, il 15% può "decidere per tutti".

dal punto di vista della teoria dei giochi è la scelta più efficace.
doppiamente efficace lo è anche per quel o quei partiti che invitano a non votare.
ottengono da un lato lo stesso risultato del singolo che si astiene; dall'altro possono rivendicare come propri tutti i voti di quelli che per un motivo o per l'altro a votare non ci sono andati.

se i partiti fautori del "no" (inteso come non voto) se ne uscisse con una sparata del tipo "il 75% degli italiani ci appoggia", bisognebbe scegliere accuratamente gli argomenti con cui smontare questo assunto.

questo in teoria.

in pratica i 75% degli aventi diritto (percentuale sfalsata dalla buffonata dei residenti all'estero) ha detto: "non mi rompete i cojotes, non me ne frega niente di dare risposte a domande che non ho capito".

il referendum popolare deve, almeno per come la vedo, riguardare fenomeni che concernono la "morale" il modo di vivere la vita dei cittadini.
forma di governo, diritto di divorzio e di aborto: quelli sono temi sui quali è giusto che il cittadino esprima in maniera diretta e non mediata il suo punto di vista su cose che lo riguardano in prima persona.

quesiti come quelli proposti da questi referendum vanno dibattuti in parlamento, non in piazza.

speravo che dopo le idiotissime maratone idiote da 15 referendum (ho visto di tutto quella volta: daltonici in preda al panico, madri di famiglia con i bigini, nonne con lo sguardo vacuo cercare di rammentare cantilene si-no-si-si-bianco-bo-forse, impiegati rammentare con panico l'esame di maturità), si fosse capito che il referendum non è uno strumento legiferatorio omnivalente.

e invece no. ancora!


così cosa abbiamo ottenuto?
un fallimento annunciato, soldi sbattuti via e soprattutto uno strumento di espressione della volontà popolare fortemente delegittimato.


detto questo, se davvero credete che questo stramaledetto articolo 18 salvaguardi il posto di lavoro dei disgraziati che lavorano nei posti piccoli... beh.. ve l'hanno raccontata proprio male.

e così mentre tutti si dibatte su un articolo di cui findamentalmente non frega davvero a nessuno si perde di vista (e potere contrattuale) per il prossimo vero argomento "spinoso"; la riforma del mercato del lavoro.

corriamo il rischio di arrivare ad avere un mkt del lavoro "flessibile" come in tanti altri paesi europei senza avere nemmeno l'ombra delle tutele e degli altri ammortizzatori che hanno loro.

e i sindacati corrono il rischio di arrivare delegittimati anche grazie a questa buffonata di tornata referendaria.


ma va bene, così.continuiamo a farci del male... "

afterhours
17-06-2003, 13.09.45
io nn ho capito una cosa...se x esempio questo referendum fosse stato proposto dalla casa delle liberta'..allora il quorum sarebbe stato raggiunto?senza cambiare una virgola nei 2 referendum...se si..e' questo che mi farebbe arrabbiare...xche' io vedo il referendum come un parere che ogni cittadino esprime con la sua testa in piena liberta'...e nn con le indicazioni dei partiti.

ciao :)

Nothatkind
17-06-2003, 13.10.08
Altro referendum: gli italiani chiamati alle urne per decidere se abolire il quorum che "fa passare" un referendum.

Purtroppo, il suddetto referendum non ha raggiunto il quorum...

:rolleyes: :rolleyes:

Lionsquid
17-06-2003, 18.25.00
Originariamente inviato da dave4mame
............cut..........

quesiti come quelli proposti da questi referendum vanno dibattuti in parlamento, non in piazza.

..........cut.............

ciao dave4mame,

ci troviamo in disaccordo su tutta la linea, eccetto la frase che ho lasciato nel quote :)

non c'è dubbio che molti referendum sia stati solo uno spreco di denaro pubblico e che potevano essere risolti in parlamento le questioni rimesse al giudizio del popolo....

...ma visto che ci danno questa opportunità.... è da cogliere... quale che sia la scelta, da rispettare in ogni caso ;)


poi... se invece di sprecare soldi in referendum abrogativi... si decidesse di fare un salto di qualità democratico, vero... passiamo ai referendum PROPOSITIVI... democrazia del popolo si dice...vediamola!

:)

Brunok
18-06-2003, 02.04.53
Io non ci sono andato, ero via e non ci sarei andato comunque e non certo per indicazione di nessuno. Era logico che non si arrivasse al quorum, nonostante tutto il pronostico per me era fra il 30% ed il 35%. Il risultato finale di astensionismo è ancor più schiacciante ed inaspettato.