PDA

Visualizza versione completa : Io mi vedo...


Nothatkind
18-05-2003, 17.07.26
... così? colà?
:confused:

Prendendo spunto dal thread su cosa pensiamo degli altri... ma noi come ci vediamo? Che idea abbiamo di noi? in che modo potremmo tratteggiare la nostra personalità? I nostri pregi? E cosa potrebbe esserci rimproverato?

Parliamo un po'... di noi? ma proprio di chi sta al di qua del monitor ...
vi va? :)

succhione
18-05-2003, 17.30.04
..Mmmmh...da psicanalisi....:o..non è che poi mi mandi la fattura ??

..:D

Stalker
18-05-2003, 17.30.30
Originariamente inviato da Nothatkind
... così? colà?
:confused:

Prendendo spunto dal thread su cosa pensiamo degli altri... ma noi come ci vediamo? Che idea abbiamo di noi? in che modo potremmo tratteggiare la nostra personalità? I nostri pregi? E cosa potrebbe esserci rimproverato?

Parliamo un po'... di noi? ma proprio di chi sta al di qua del monitor ...
vi va? :)

Bravissimo. (Y) Era una risposta che stavo per dare a Succhione di là. Tanto bravi a parlare degli altri, ma noi ?
E' interessante comunque quello che gli altri percepiscono di noi. L'opinione che se ne fanno.
Tu non te ne rendi conto ma sei così.
Oppure vorresti essere un modo ma viene fuori qualcosa d'altro.
Qual è la differenza tra come ci sentiamo dentro e come appariamo ?
Solo chi ci ama conosce entrambi gli aspetti ?

Quante maschere abbiamo ?
Poi una cosa è quello che siamo quando scriviamo. Una cosa dal vivo.
Io mi soffermerò solo su come sono quando scrivo. Perchè solo questo voi conoscete.

Concordo con Skorpios. C'è il piacere di creare e di farsi leggere. Questa è una componenete essenziale quando scrivo. Mi piace sovente fare esercizio di bello scrivere senza cadere nel manierismo. Forse è un modo per nascondersi. Non so.
Mi piace il rapporto diretto con gli altri utenti.
Sopporto poco gli utenti che si trincerano dietro le battutine, il disegnino, le faccine, i puntini di sospensione, le mezze frasi. Raramente ricorro a simili mezzucci.
Mi piace che le cose mi vengano dette in faccia. Con lealtà. Nel bene e nel male.
Ho bisogno di verità.
Odio la superficialità come stile di vita.
Posso apparire noioso. Snob. Introverso. Complessato. Problematico.
In qualche modo lo sono. :)

Nothatkind
18-05-2003, 17.34.07
Originariamente inviato da succhione
..Mmmmh...da psicanalisi....:o..non è che poi mi mandi la fattura ??

..:D

Sì, come le streghe! :D Ma in fondo, chi non avrebbe bisogno di un po' di psicanalisi??? :p

Nothatkind
18-05-2003, 17.37.37
Originariamente inviato da Stalker


Bravissimo. (Y) Era una risposta che stavo per dare a Succhione di là. Tanto bravi a parlare degli altri, ma noi ?
E' interessante comunque quello che gli altri percepiscono di noi. L'opinione che se ne fanno.
Tu non te ne rendi conto ma sei così.
Oppure vorresti essere un modo ma viene fuori qualcosa d'altro.
Qual è la differenza tra come ci sentiamo dentro e come appariamo ?
Solo chi ci ama conosce entrambi gli aspetti ?

Quante maschere abbiamo ?
Poi una cosa è quello che siamo quando scriviamo. Una cosa dal vivo.
Io mi soffermerò solo su come sono quando scrivo. Perchè solo questo voi conoscete.

Concordo con Skorpios. C'è il piacere di creare e di farsi leggere. Questa è una componenete essenziale quando scrivo. Mi piace sovente fare esercizio di bello scrivere senza cadere nel manierismo. Forse è un modo per nascondersi. Non so.
Mi piace il rapporto diretto con gli altri utenti.
Sopporto poco gli utenti che si trincerano dietro le battutine, il disegnino, le faccine, i puntini di sospensione, le mezze frasi. Raramente ricorro a simili mezzucci.
Mi piace che le cose mi vengano dette in faccia. Con lealtà. Nel bene e nel male.
Ho bisogno di verità.
Odio la superficialità come stile di vita.
Posso apparire noioso. Snob. Introverso. Complessato. Problematico.
In qualche modo lo sono. :)

Aspetta, io volevo parlare di come siamo noi sempre, non solo davanti al pc. E proprio facendo leva sul fatto che non ci conosciamo, parlare di come ci vediamo noi, anche in modo tremendamente negativo... Difficile fare un confronto con il modo in cui ci vedono gli altri, più semplice (si fa per dire...) quello che ho proposto... mettersi davanti allo specchio e riconoscere i propri pregi e difetti, o solo una delle due cose... ognuno giustamente scrive quello che gli pare, scoprendo di sè quello che ritiene opportuno...

Tuttavia, se mi chiedi "verità", non mi puoi dire "Io mi soffermerò solo su come sono quando scrivo. Perchè solo questo voi conoscete"... è interessante anche quello che c'è intorno...

o no?

Stalker
18-05-2003, 17.57.52
Originariamente inviato da Nothatkind


Aspetta, io volevo parlare di come siamo noi sempre, non solo davanti al pc. E proprio facendo leva sul fatto che non ci conosciamo, parlare di come ci vediamo noi, anche in modo tremendamente negativo... Difficile fare un confronto con il modo in cui ci vedono gli altri, più semplice (si fa per dire...) quello che ho proposto... mettersi davanti allo specchio e riconoscere i propri pregi e difetti, o solo una delle due cose... ognuno giustamente scrive quello che gli pare, scoprendo di sè quello che ritiene opportuno...
E' sempre difficile parlare di sè. Comunque bisogna far sì che il sè diventi altro da sè per poterlo descrivere. E poi tutto muta proprio nel momento in cui lo dici. Tutto ha mille facce.
Se io ti dico che mi ritengo: introverso, sensibile, confuso, disordinato, calmo in apparenza ma agitato, sospettoso, ingenuo... dò degli aggettivi in cui mi riconosco ma che non sono io.
E' più facile raccontare episodi della propria vita. Descrivere come noi abbiamo reagito vivendoli. Descrivere le proprie sensazioni. Cercare di capire se quelle sensazioni sono peculiari della nostra personalità, del nostro animo o se appartengono all'homo sapiens sapiens. :)

Tuttavia, se mi chiedi "verità", non mi puoi dire "Io mi soffermerò solo su come sono quando scrivo. Perchè solo questo voi conoscete"... è interessante anche quello che c'è intorno...
Ma quello che scrivo è lo specchio di quello che sono. Forse più e meglio del mio essere nel mondo con gli altri. Solo il dover concentrarsi su se stessi e sulle proprie idee ti fa venir fuori la tua vera essenza. "Là fuori" abbiamo sorrisi e parole e vestiti e c'è troppo rumore di fondo.... :)

Nothatkind
18-05-2003, 18.02.33
Come vuoi, a me incuriosiva una foto dall'interno, diciamo... forse era meglio un titolo tipo "Quello che amo e quello che detesto in me...". Non volevo chiedere come sei, ma come ti vedi, e non è chiaramente la stessa cosa, poichè "sei" solo quando ti relazioni con gli altri... volevo una cosa statica...

Stalker
18-05-2003, 18.08.14
Originariamente inviato da Nothatkind
Come vuoi, a me incuriosiva una foto dall'interno, diciamo... forse era meglio un titolo tipo "Quello che amo e quello che detesto in me...". Non volevo chiedere come sei, ma come ti vedi, e non è chiaramente la stessa cosa, poichè "sei" solo quando ti relazioni con gli altri... volevo una cosa statica...

Io non sono nulla.

Non è snobismo. E' un po' una risposta alla Skorpios ma io non sono bravo come lui a concettualizzare.
Mi devi capire. :)
Io posso pensare di essere qualcosa.
Ma gli aggettivi li hanno inventati per descrivere il mondo. Non l'animo di una persona.... :o

cicciofriz
18-05-2003, 18.33.21
sono un piccolo inutile essere che vuol sapere quel che non gli è dato conoscere
sono allegro tutti i giorni
ma triste molto più spesso

sono il "più Charlie Brown" di tutti

ma non c'è nessuno che può confermarlo :p

cicciofriz
18-05-2003, 18.35.01
ps
davvero molto più interessante questa discussione

non c'è nemmeno bisogno di partecipare
basta mettersi di fronte allo specchio e guardarsi bene
si capiscono molte più cose parlando di se che sparlando degli altri

IrONia
18-05-2003, 20.34.28
..che dire...sto messo..male:D:D:D:

gemma
18-05-2003, 21.40.03
Originariamente inviato da cicciofriz
ps
davvero molto più interessante questa discussione

non c'è nemmeno bisogno di partecipare
basta mettersi di fronte allo specchio e guardarsi bene
si capiscono molte più cose parlando di se che sparlando degli altri
molte cose si capiscono solo sentendo gli altri parlare di te, a volte davanti allo specchio ci vediamo diversi da come ci vedono gli altri ;)
certo, sparlare è tutt'altro :)

Nothatkind
19-05-2003, 00.56.47
Allora, sulla falsariga di quanto detto, pure questo thread andrebbe chiuso, per evitare l'onda lunga polemica, e dal momento che, d'ora in avanti, ci sarà un motivo in meno per scoprirsi.

Certo, se vogliamo parlare solo di figa e di berlusconi ditemelo prima. Ma un'indagine su di noi non mi sarebbe dispiaciuta...

Tuttavia...

:)

lilith
19-05-2003, 12.48.09
come sono io ..o come mi vedo io ...:D

sincera che pretende sincerità
leale quanto basta ad essere considerata una buona amica
estroversa, a volte troppo, e quando me ne aggorgo retrocedo di buon passo
introversa a tal punto da esser definita "strana" 'sta parola mi perseguita..me l'hanno affibiata le persoen più svariate ma nessuno me l'ha mai spiegata :eek:

spesso apatica, se non trovo quella "cosa" che mi appassiona ma se la trovo allora mi ci immergo totalmente e me ne riempio
per questo sembro disinteressata, ma ci sono molte cose che mi interessano ... tempo addietro qaulcuno mi definì tuttologa...ma non perché SO tante cose, perché si può parlare con me di tante cose, non mi tiro indietro , anche se non capisco, e cerco di imparare.

sono sanguigna, precipitosa, timida! eallo stesso non lo sono!
razionale e irrazionale.
sono un "cristallo" dalle molte facce ..non sai mai quale ti capita! :p
ci vuole tempo x conoscermi :)

e poi....
....
un altro giorno ... :D

davlak
19-05-2003, 14.12.50
che sono leale e giusto.
Io ammetto di essere "sportivo"...nel senso che la pratica dello sport mi ha forgiato in tal senso, cerco di svincolarmi dai pregiudizi che posso umanamente nutrire nei confronti di una persona o di un gruppo di persone, e di attenermi ai fatti specifici, quando devo farmi un'idea su qualcuno.
Non capisco la distinzione tra cosa siamo quando scriviamo e cosa siamo in realtà, nella vita di tutti i giorni.
Sono sempre stato convinto che non ci fosse distinzione tra le due cose.
Perciò, come sono qui sul forum, difetti e pregi, credo (ma potrei non essere obbiettivo, nei confronti di me stesso), di esserlo anche nella vita reale.
Ci sono momenti in cui la calma mi pervade e tendo alla tolleranza, alla comprensione, a volte pure in eccesso (può sembrare strano, lo so, ma giuro che succede)...altri momenti in cui mi lascio prendere dalla foga e mi lancio avventatamente...e affronto le cose in modo impetuoso e criticabile e lì divento, a volte, pesante.
Nel secondo caso, però, una dote me la riconosco: so quasi sempre tornare sui miei passi e offrirmi alla critica, sportivamente, appunto.

Difetto che non riesco a togliermi: sono ostinato e cerco di ottenere la ragione, che, puntualmente, non arriva mai quando uno la cerca...però, con gli anni, ho imparato che se uno ha ragione...davvero ragione, é il tempo che gliela dà.
Basta non crogiolarcisi troppo e saperla prendere con filosofia e con un minimo di distacco, la ragione.

p.s.: per Noth: é un bel 3d (Y) ;)

Lu(a
19-05-2003, 14.16.07
Io mi vedo.....aspettate, mo vedo di scegliere tre parole che mi identifichino perchè mi rompo di scrivere tanto....allora....


Snob (ma solo per divertimento)

Molto simpa (quando voglio)

Disponibile (quando voglio, con chi merita, e quando so che poi l'altro potrà ricambiare :) )

Freeze
19-05-2003, 21.05.14
Si a volte ho proprio bisogno di parlare di me stesso.
Non è per elogiare qualcosa o lamentarmi di qualche altra cosa:
è forse anche un modo per conoscermi.

Cmq adesso non ne ho voglia ;)

Me lo tengo in serbo 'sto thread :)