PDA

Visualizza versione completa : 11 settembre: davvero sappiamo la verità?


davlak
16-01-2003, 18.41.53
Io ho sempre pensato che sia stato davvero un attentato, ma capisco che leggendo cose come queste (http://www.clarence.com/contents/cultura-spettacolo/xfiles/pentagono/) , a molti di noi possano nascere dei sospetti, me compreso.

Visto che siamo probabilmente a un passo da una guerra che forse era già in embrione subito dopo quel tragico 11 settembre (e alcuni pensano addirittura che lo fosse da prima)...parliamone.

davlak
16-01-2003, 18.57.13
Un altro link (http://www.asile.org/citoyens/numero13/pentagone/erreurs_it.htm)

e un altro (http://web.tiscali.it/no-redirect-tiscali/robaldo/leggende/attentatopentagono.html)

Quello che mi chiedo é: davvero é pensabile arrivare a un complotto di tale portata pur di legittimare una guerra?
E a che pro?

Paco
16-01-2003, 20.10.22
Ho letto solo il primo articolo.

Perchè permettere che un libro del genere venisse fuori? :rolleyes:

Posso dirti una cosa?...non prendiamoci per i fondelli...cerchiamo di restare fuori da questi gossip perchè tutti noi sappiamo che la verità non la sapremo mai, forse le generazioni future avranno la possibilità di conoscere la verità quando non ci sarà più l'interesse di tener nascosto un fatto così grave.

Ciao

P.S. Mi sembra di parlare di una soap opera

Lello
16-01-2003, 20.23.04
Letto questo ragazzi?

da Clarence...

"CONTRORDINE COMPAGNI!
A poche ore dalla messa online di questo speciale, centinaia di clarenciani ci hanno scritto per segnalarci che la vicenda del Pentagono è falsa come una moneta da tre euro. E' bastata una rapida verifica per accorgersi che si tratta realmente di una bufala e che noi siamo realmente dei ciula. Il sito Asile.org, che ha organizzato il tarocco, ha volutamente omesso delle foto che sconfessano la tesi del complotto interno. Cliccate qui (http://www.attivissimo.net/antibufala/pentagono_boeing_fantasma.htm) "

Un altro sito che parla della Bufala del Pentagono...

http://web.tiscali.it/no-redirect-tiscali/robaldo/leggende/bufalapentagono.html

Infine sito francese del libro... bufala (?)....

http://www.asile.org/citoyens/numero13/livre/index.htm
e ancora sul Pentagono....
http://www.effroyable-imposture.net/docs/index.php3

altre info
www.asile.org

Basta bufale... anche su queste cose... :mad: :mad: :mad:

davlak
16-01-2003, 20.29.30
Originariamente inviato da Paco
Ho letto solo il primo articolo.


in effetti é il meno intonato, ti invito, a dare un'occhiata anche agli altri 2...e comunque ce ne sono un'infinità in rete.

Io la mia idea riguardo all'11 settembre l'ho già espressa in apertura.
Ma, comunque, parlare anche dei dubbi non mi sembra un crimine nè tantomeno irriverente nei confronti delle migliaia di vittime di quella tragedia.
E poi considera anche che l'autore del libro, Thierry Meyssan, non é un giornalista gossip...

davlak
16-01-2003, 20.32.17
Originariamente inviato da Lello
Letto questo ragazzi?

da Clarence...

"CONTRORDINE COMPAGNI!
A poche ore dalla messa online di questo speciale, centinaia di clarenciani ci hanno scritto per segnalarci che la vicenda del Pentagono è falsa come una moneta da tre euro. E' bastata una rapida verifica per accorgersi che si tratta realmente di una bufala e che noi siamo realmente dei ciula. Il sito Asile.org, che ha organizzato il tarocco, ha volutamente omesso delle foto che sconfessano la tesi del complotto interno. Cliccate qui (http://www.attivissimo.net/antibufala/pentagono_boeing_fantasma.htm) "

Un altro sito che parla della Bufala del Pentagono...

http://web.tiscali.it/no-redirect-tiscali/robaldo/leggende/bufalapentagono.html

Infine sito francese del libro... bufala (?)....
http://www.effroyable-imposture.net/docs/index.php3

altre info
www.asile.org

Basta bufale... anche su queste cose... :mad: :mad: :mad:

OK, ma facciamoci anche un'idea di quelli che potrebbero essere i motivi di un tale imbroglio...
Esiste davvero la possibilità che il potere porti a simili degenerazioni, in questo momento della storia?
A me sinceramente pare improponibile, ma vorrei sentire anche altri pareri.

Marco Redaelli
16-01-2003, 21.12.28
può essere improbabile, ma dato che questo succede...

IrONia
16-01-2003, 21.26.06
penso che crediamo quello che ci hanno fatto credere;)



a volte mi sento un burattino senza fili...


ciaoooo:D:D:D

The Saint
16-01-2003, 22.33.11
Ricordo che l'anno scorso ne parlammo delle varie immagini/siti bufale sull'11 Settembre... una ricerca molto ben fatta fu portata avanti da Paolo Attivissimo in queste pagine:
http://www.attivissimo.net/antibufala/pentagono_boeing_fantasma.htm
nell'articolo ci sono anche vari link interessanti.

Cmq bufale o no, la sensazione che ci fosse qualcosa che non quadrava l'avevo fin da principio anch'io... ed ancora non me la riesco a togliere...

davlak
16-01-2003, 22.44.44
Una voce che ho sentito, all'epoca dei fatti, e che proprio oggi é riemersa chiacchierando con una mia amica:

il 99 % delle persone di fede ebraica, quel giorno non andarono al lavoro, alle torri gemelle.
Ammesso e non concesso che questa notizia sia vera...

Non era sabato, e dunque non era il giorno di riposo per gli Ebrei.
(se non sbaglio era martedì)

Io ho cercato una spiegazione e penso che il sevizio segreto Israeliano (il Mossad) fosse a conoscenza dell'alta probabilità che quel giorno si verificasse proprio quel tipo di attentato...
E ne avesse diffuso la voce attraverso i canali diplomatici...
Se così fosse, però, sicuramente avrebbero messo al corrente anche l'Intelligence statunitense....
E allora, chiedo, non potrebbe essersi trattato di una imperdonabile omissione da parte di questi ultimi?

blacksoul
16-01-2003, 22.52.14
Se vi interessa aprofondire l'argomento vi consiglio di leggere "Lincredibile menzogna" di Thierry Meyssan!
Molto molto interessante!!(Y)

IrONia
16-01-2003, 22.53.44
Originariamente inviato da The Saint


Cmq bufale o no, la sensazione che ci fosse qualcosa che non quadrava l'avevo fin da principio anch'io... ed ancora non me la riesco a togliere...


esatto...sento sempre piu' delle mezze verita' che mi lasciano sempre + perplesso:rolleyes: :rolleyes:


ciaoo:D:D:D

BlackJack84
16-01-2003, 23.04.25
Originariamente inviato da davlak

Io ho cercato una spiegazione e penso che il sevizio segreto Israeliano (il Mossad) fosse a conoscenza dell'alta probabilità che quel giorno si verificasse proprio quel tipo di attentato...
E ne avesse diffuso la voce attraverso i canali diplomatici...
Se così fosse, però, sicuramente avrebbero messo al corrente anche l'Intelligence statunitense....
E allora, chiedo, non potrebbe essersi trattato di una imperdonabile omissione da parte di questi ultimi?

Il Mossad molto probabilmente sapeva dell'attentato. Nei giorni immediatamente precedenti l'attentato una quarantina di "studenti" israeliani sono stati espulsi dagli Stati Uniti... studiavano nelle stesse città americane che poi si sarebbe scoperto essere la provenienza degli attentatori...
A questo aggiungiamo il lassismo della CIA nei confronti del terrorismo islamico, dovuto al fatto che l'unico altro fronte su cui si potrebbe sfogare lo stesso è nei confronti dei cosiddetti "regimi islamici moderati":rolleyes: senza i quali l'impalcatura economica occidentale, fondata sul petrolio, crollerebbe... e la frittata è fatta.
Mi scuso per i toni vaghi, ma maggiori dettagli su quanto ho postato ve li darò quando mi restituiranno il libro in cui si descrivono questi giochi di potere... per ora mi limito a tirare il sasso nello stagno.

giofi83
16-01-2003, 23.52.45
Il fatto di gravi omissioni e di eccesso di sicurezza all'interno delle loro frontiere è un tragico dato di fatto riscontrato già il 13 settembre.

Un'operazione del genere necessità di lunghi tempi di preparazione, un'impegno logistico che, fosse stato fatto dalla CIA o dalla NSA, difficilmente sarebbe rimasta coperta.

Qualunque sia poi la realtà o meglio la verità,l'unica certezza è che il vero potere è in mano ai media

:mad:

sarahkerrigan
17-01-2003, 01.26.11
Originariamente inviato da davlak
Un altro link (http://www.asile.org/citoyens/numero13/pentagone/erreurs_it.htm)

...


Quello che mi chiedo é: davvero é pensabile arrivare a un complotto di tale portata pur di legittimare una guerra?
E a che pro?


...questo sito lo avevo visto nel vecchio 3d dedicato...

...penso che non sapremo mai nulla...forse fra un centinaio d'anni salterà fuori qualcosa...semprechè sia rimasto qualcuno sulla terra...
:rolleyes:

Paco
17-01-2003, 10.42.37
Originariamente inviato da davlak

in effetti é il meno intonato, ti invito, a dare un'occhiata anche agli altri 2...e comunque ce ne sono un'infinità in rete.

Io la mia idea riguardo all'11 settembre l'ho già espressa in apertura.
Ma, comunque, parlare anche dei dubbi non mi sembra un crimine nè tantomeno irriverente nei confronti delle migliaia di vittime di quella tragedia.
E poi considera anche che l'autore del libro, Thierry Meyssan, non é un giornalista gossip...

Sono ancora convinto di quello che ho detto, soprattutto sul fatto che la verità non la sapremo mai. Mi ha spinto a chiamarlo gossip forse la paura che tutto questo sia vero, perchè mi fa tanta paura. Sto solo scoprendo che girano tantissime voci su qualsiasi cosa, e nessuno di queste è stata poi argomentata con prove inattacabili. Io penso solo alle vittime innocenti, ai pompieri morti per salvare altre persone, e a tutte le famiglie delle vittime. Nessuno di noi può immaginare quello che è successo l'11 Settembre perchè noi rispettiamo ogni vita umana ed è difficile per noi entrare nella logica di quei fatti.

É una triste storia!

Voglio solo dire una cosa un po' cattiva. Se fosse vero quello che c'è scritto il quei siti, questa è un'altra prova di quanto siamo egoisti noi uomini. Finchè il dolore è fuori dalla nostra porta ce ne freghiamo altamente, ce ne accorgiamo solo quando ci tocca.

E questo è un dato di fatto!

davlak
17-01-2003, 11.03.35
Originariamente inviato da Paco


...omissis...
questa è un'altra prova di quanto siamo egoisti noi uomini. Finchè il dolore è fuori dalla nostra porta ce ne freghiamo altamente, ce ne accorgiamo solo quando ci tocca.
...omissis
Non ho capito a cosa ti riferisci.
Puoi approfondire, per favore, Paco?

davlak
17-01-2003, 11.07.02
Originariamente inviato da BlackJack84


Il Mossad molto probabilmente sapeva dell'attentato. Nei giorni immediatamente precedenti l'attentato una quarantina di "studenti" israeliani sono stati espulsi dagli Stati Uniti... studiavano nelle stesse città americane che poi si sarebbe scoperto essere la provenienza degli attentatori...


Grazie per la segnalazione...questa davvero non la sapevo, mi sembra molto interessante.
Quando hai modo di farlo, ti andrebbe di approfondire?
;)

Paco
17-01-2003, 11.27.27
Originariamente inviato da davlak

Non ho capito a cosa ti riferisci.
Puoi approfondire, per favore, Paco?

É una riflessione fuori dal coro, forse ho allargato il tema del thread.

Se fosse vero che un sistema di lobby, interessi, ecc. avesse davvero organizzato l'attentato dell'11 Settembre (questa ipotesi mi fa venire i brividi!), sarebbe un'altra prova che per interessi grandi noi uomini siamo talmente egoisti che non ci importa se in un atto così terribile muoiano migliaia di innocenti.

Forse è un discorso in generale, ma è qualcosa che sta alla base della natura umana.

davlak
17-01-2003, 12.25.46
Originariamente inviato da Paco


É una riflessione fuori dal coro, forse ho allargato il tema del thread.

Se fosse vero che un sistema di lobby, interessi, ecc. avesse davvero organizzato l'attentato dell'11 Settembre (questa ipotesi mi fa venire i brividi!), sarebbe un'altra prova che per interessi grandi noi uomini siamo talmente egoisti che non ci importa se in un atto così terribile muoiano migliaia di innocenti.

Faccio davvero fatica a immaginare uno scenario del genere.
Se anche fosse (e non credo) sarei portato a pensare che comunque gli effetti sono andati oltre le aspettative (non credo che nemmeno Bin Laden, se davvero é stato lui, abbia preventivato il crollo delle torri...non dimentichiamo che se le torri fossero rimaste in piedi, in mumero delle vittime sarebbe stato ridotto a un decimo).

Tornando all'attentato in sè: il mio invito rimane quello di postare anche delle documentazioni sia a conferma che a smentita della tesi "ufficiale"...
Penso che parlare approfonditamente della vicenda sia quanto mai attuale, considerando che siamo a ridosso della guerra in Iraq, che suona un pò come l'atto finale di questa storia...

Paco
17-01-2003, 12.53.29
Originariamente inviato da davlak

Faccio davvero fatica a immaginare uno scenario del genere.
Se anche fosse (e non credo) sarei portato a pensare che comunque gli effetti sono andati oltre le aspettative (non credo che nemmeno Bin Laden, se davvero é stato lui, abbia preventivato il crollo delle torri...non dimentichiamo che se le torri fossero rimaste in piedi, in mumero delle vittime sarebbe stato ridotto a un decimo).

Tornando all'attentato in sè: il mio invito rimane quello di postare anche delle documentazioni sia a conferma che a smentita della tesi "ufficiale"...
Penso che parlare approfonditamente della vicenda sia quanto mai attuale, considerando che siamo a ridosso della guerra in Iraq, che suona un pò come l'atto finale di questa storia...

Lo so che sarebbero morte meno persone, ciò che conta non è solo il numero, ma il gesto, il simbolo di quelle torri e la vita che viene spezzata. Lo so che giornalisticamente parlando ciò che conta è soprattutto il numero, ma credo che non sia giusto, anzi irrispettoso verso le famiglie delle vittime.

Scusami dav, la smetto con questo discorso. ;) Però mi sembra opportuno essere consapevoli che stiamo trattando un argomento talmente delicato che ogni notizia che contrasterebbe quelle ufficiali è una nuova ferita inferta a quelle famiglie.

E ricordiamoci che oggi purtroppo nelle guerre la maggior parte delle vittime appartiene ai civili. Ogni bomba può uccidere innocenti.

Ho sempre questo scudo in testa ogni volta che si parla di queste cose.

davlak
17-01-2003, 13.20.50
Originariamente inviato da Paco
Lo so che sarebbero morte meno persone, ciò che conta non è solo il numero, ma il gesto, il simbolo di quelle torri e la vita che viene spezzata.

si, ma io intendevo dire una cosa che mi sembrava chiara: di attentati, anche gravi, la cui responsabilità, diretta o meno, ha visto coinvolti (sempre con beneficio di inventario) la CIA, i Servizi Segreti (americani e non) etc...ce ne sono già stati in passato.
Quindi, lungi da me il voler misurare la gravità in base al numero dei morti: SE anche questa ipotesi del coinvolgimento delle alte sfere fosse vera, propenderei sempre per l'ipotesi che non volessero in ogni caso arrivare a procurare un simile danno.

Lo so che giornalisticamente parlando ciò che conta è soprattutto il numero, ma credo che non sia giusto, anzi irrispettoso verso le famiglie delle vittime
....omississ....
Però mi sembra opportuno essere consapevoli che stiamo trattando un argomento talmente delicato che ogni notizia che contrasterebbe quelle ufficiali è una nuova ferita inferta a quelle famiglie.

Io credo che se fossi un parente di una delle vittime, non tralascerei nulla pur di far luce sulla vicenda.
Senza dietrologia...ma nutrire dei dubbi é sempre legittimo e comunque, non dimenticare che i grandi giornalisti hanno portato alla luce scandali mica da ridere (un esempio tra tanti: la scandalo Watergate).

Paco
17-01-2003, 15.25.20
Originariamente inviato da davlak

si, ma io intendevo dire una cosa che mi sembrava chiara: di attentati, anche gravi, la cui responsabilità, diretta o meno, ha visto coinvolti (sempre con beneficio di inventario) la CIA, i Servizi Segreti (americani e non) etc...ce ne sono già stati in passato.
Quindi, lungi da me il voler misurare la gravità in base al numero dei morti: SE anche questa ipotesi del coinvolgimento delle alte sfere fosse vera, propenderei sempre per l'ipotesi che non volessero in ogni caso arrivare a procurare un simile danno.

Io credo che se fossi un parente di una delle vittime, non tralascerei nulla pur di far luce sulla vicenda.
Senza dietrologia...ma nutrire dei dubbi é sempre legittimo e comunque, non dimenticare che i grandi giornalisti hanno portato alla luce scandali mica da ridere (un esempio tra tanti: la scandalo Watergate).

Ho capito meglio il tuo discorso. Sono daccordo, nulla va preso per come ci viene dato senza dubitarne affatto. Cresce questo sentimento, di essere presi per i fondelli, soprattutto dalla informazione "ufficiale".
Ti ripeto la domanda del primo post: perchè hanno lasciato che questo giornalista pubblicasse un libro del genere? Questo giornalista è americano? La casa editrice è così coraggiosa?

davlak
17-01-2003, 15.37.19
Originariamente inviato da Paco



Ti ripeto la domanda del primo post: perchè hanno lasciato che questo giornalista pubblicasse un libro del genere? Questo giornalista è americano? La casa editrice è così coraggiosa?

1) perchè grazie a Dio viviamo in democrazia, e aggiungo un pezzo di recensione del libro:

Osservatore attento dell'attualita'internazionale,Thierry Meyssan e'stato attratto dalle anomalie delle prime fotografie dell'attentato contro il Pentagono,poi dalla confusione e dalle contraddizioni della versione ufficiale,anche per quanto riguarda il World Trade Center.Ha allora condotto un'inchiesta che l'ha trascinato di sorpresa in sorpresa,una piu'stupefacente e terrificante dell'altra. Questo libro si fonda esclusivamente su documenti della Casa Bianca e del Dipartimento della Difesa,cosi'come sulle dichiarazioni dei dirigenti civili e militari alla stampa internazionale.
Tutte le informazioni che riporta sono referenziate e dunque verificabili dal lettore...

2) francese

3) evidentemente si.

Paco
17-01-2003, 15.43.11
Originariamente inviato da davlak


1) perchè grazie a Dio viviamo in democrazia, e aggiungo un pezzo di recensione del libro:

Osservatore attento dell'attualita'internazionale,Thierry Meyssan e'stato attratto dalle anomalie delle prime fotografie dell'attentato contro il Pentagono,poi dalla confusione e dalle contraddizioni della versione ufficiale,anche per quanto riguarda il World Trade Center.Ha allora condotto un'inchiesta che l'ha trascinato di sorpresa in sorpresa,una piu'stupefacente e terrificante dell'altra. Questo libro si fonda esclusivamente su documenti della Casa Bianca e del Dipartimento della Difesa,cosi'come sulle dichiarazioni dei dirigenti civili e militari alla stampa internazionale.
Tutte le informazioni che riporta sono referenziate e dunque verificabili dal lettore...

2) francese

3) evidentemente si.

Ecco, svelato il mistero. Sono uno stupido, non mi ero soffermato sul nome. :timid:
Dice che noi saremmo in gradi di verificare tutte le informazioni contenute nel libro, bhè, è una gran bella responsabilità che si è preso. Come lui sospetta dell'attentato, io sospetto del suo libro ovviamente, però se dice così qualcosa di vero ci deve pur essere. Il libro andrebbe letto.

BlackJack84
17-01-2003, 20.58.29
Originariamente inviato da davlak


Grazie per la segnalazione...questa davvero non la sapevo, mi sembra molto interessante.
Quando hai modo di farlo, ti andrebbe di approfondire?
;)

Certamente ;)
Il libro è, ne ho già parlato, La Guerra Infinita di G. Chiesa. L'ho prestato a un amico, e non appena lo riavrò posterò il pezzo di cui parlavo.

BlackJack84
17-01-2003, 21.11.07
Originariamente inviato da Paco


É una riflessione fuori dal coro, forse ho allargato il tema del thread.

Se fosse vero che un sistema di lobby, interessi, ecc. avesse davvero organizzato l'attentato dell'11 Settembre (questa ipotesi mi fa venire i brividi!), sarebbe un'altra prova che per interessi grandi noi uomini siamo talmente egoisti che non ci importa se in un atto così terribile muoiano migliaia di innocenti.

Forse è un discorso in generale, ma è qualcosa che sta alla base della natura umana.

Che la tanto lodata "natura umana" sia capace di atti, che ironia, tanto "disumani" mi sembra cosa tanto provata che l'ennesima conferma della stessa, per quel che mi riguarda, non mi sconvolge minimamente.
Il punto è che non siamo sufficientemente cinici per vivere in questo "migliore dei mondi possibili" che ci siamo costruiti...
Davvero credete che gli uomini, noi uomini e non degli esseri abbietti dalle fattezze umane (ricordate sempre Uomini e no di Vittorini), non siano capaci di porre i propri interessi davanti alle vite, che appaiano ai loro occhi innocenti o meno, di migliaia di persone?
Assolutamente no... e così continueremo ad avere il nostro bel mondo in cui gli interessi di un'industria chimica prevaricano la vita di trentamila persone alla strage di Bhopal in India, in cui la volontà di rivalsa di un Paese dopo quattro anni di guerra fa sganciare due atomiche sul Giappone quando ormai la sua resa sta già per essere ufficializzata, in cui la combinazione di interessi economici e fanatismo religioso uccidono 3000 persone nella metropoli di New York, che a sua volta pone il proprio desiderio di vendetta al di sopra delle vite di 4000 civili afghani morti sotto i bombardamenti a tappeto dei B-52... senza contare la continua agonia del Terzo Mondo oppresso dal sistema che abbiamo loro imposto per mantenere il nostro tenore di vita... è una catena continua di eventi in cui la vita umana viene calpestata, messa in secondo piano da interessi più importanti:rolleyes:...
E' la nostra natura, e dovremmo imparare a sottometterla al vaglio della ragione... al mondo serve un nuovo Illuminismo.

Lello
17-01-2003, 21.13.26
Originariamente inviato da BlackJack84


Certamente ;)
Il libro è, ne ho già parlato, La Guerra Infinita di G. Chiesa. L'ho prestato a un amico, e non appena lo riavrò posterò il pezzo di cui parlavo.
Giulietto Chiesa?
Aspetto il pezzo...
sono un grande estimatore di Giulietto Chiesa.

:)

Paco
17-01-2003, 22.14.54
Originariamente inviato da BlackJack84


Che la tanto lodata "natura umana" sia capace di atti, che ironia, tanto "disumani" mi sembra cosa tanto provata che l'ennesima conferma della stessa, per quel che mi riguarda, non mi sconvolge minimamente.
Il punto è che non siamo sufficientemente cinici per vivere in questo "migliore dei mondi possibili" che ci siamo costruiti...
Davvero credete che gli uomini, noi uomini e non degli esseri abbietti dalle fattezze umane (ricordate sempre Uomini e no di Vittorini), non siano capaci di porre i propri interessi davanti alle vite, che appaiano ai loro occhi innocenti o meno, di migliaia di persone?
Assolutamente no... e così continueremo ad avere il nostro bel mondo in cui gli interessi di un'industria chimica prevaricano la vita di trentamila persone alla strage di Bhopal in India, in cui la volontà di rivalsa di un Paese dopo quattro anni di guerra fa sganciare due atomiche sul Giappone quando ormai la sua resa sta già per essere ufficializzata, in cui la combinazione di interessi economici e fanatismo religioso uccidono 3000 persone nella metropoli di New York, che a sua volta pone il proprio desiderio di vendetta al di sopra delle vite di 4000 civili afghani morti sotto i bombardamenti a tappeto dei B-52... senza contare la continua agonia del Terzo Mondo oppresso dal sistema che abbiamo loro imposto per mantenere il nostro tenore di vita... è una catena continua di eventi in cui la vita umana viene calpestata, messa in secondo piano da interessi più importanti:rolleyes:...
E' la nostra natura, e dovremmo imparare a sottometterla al vaglio della ragione... al mondo serve un nuovo Illuminismo.

Bene, tutto questo se non lo fermiamo noi, finirà prima o poi, ma nel peggior dei modi possibili. :(

davlak
17-01-2003, 22.33.18
Originariamente inviato da BlackJack84


Che la tanto lodata "natura umana" sia capace di atti, che ironia, tanto "disumani" mi sembra cosa tanto provata che l'ennesima conferma della stessa, per quel che mi riguarda, non mi sconvolge minimamente.
Il punto è che non siamo sufficientemente cinici per vivere in questo "migliore dei mondi possibili" che ci siamo costruiti...
Davvero credete che gli uomini, noi uomini e non degli esseri abbietti dalle fattezze umane (ricordate sempre Uomini e no di Vittorini), non siano capaci di porre i propri interessi davanti alle vite, che appaiano ai loro occhi innocenti o meno, di migliaia di persone?
Assolutamente no... e così continueremo ad avere il nostro bel mondo in cui gli interessi di un'industria chimica prevaricano la vita di trentamila persone alla strage di Bhopal in India, in cui la volontà di rivalsa di un Paese dopo quattro anni di guerra fa sganciare due atomiche sul Giappone quando ormai la sua resa sta già per essere ufficializzata, in cui la combinazione di interessi economici e fanatismo religioso uccidono 3000 persone nella metropoli di New York, che a sua volta pone il proprio desiderio di vendetta al di sopra delle vite di 4000 civili afghani morti sotto i bombardamenti a tappeto dei B-52... senza contare la continua agonia del Terzo Mondo oppresso dal sistema che abbiamo loro imposto per mantenere il nostro tenore di vita... è una catena continua di eventi in cui la vita umana viene calpestata, messa in secondo piano da interessi più importanti:rolleyes:...
E' la nostra natura, e dovremmo imparare a sottometterla al vaglio della ragione... al mondo serve un nuovo Illuminismo.
[OT]
Non mi ricordo nemmeno più perchè ti ho quotato...
Beh, si, é che non approvo un paio di cose che hai detto...
Ma questo quote lo voglio usare unicamente per dirti che, nonostante non mi trovi d'accordo con te su alcuni punti, é uno dei post più interessanti che io abbia letto da quando frequento il Forum.
Davvero ben fatto.

(Y) :)
[FINE OT]

Kandran Kane
18-01-2003, 14.00.55
Originariamente inviato da davlak

Tornando all'attentato in sè: il mio invito rimane quello di postare anche delle documentazioni sia a conferma che a smentita della tesi "ufficiale"...
Penso che parlare approfonditamente della vicenda sia quanto mai attuale, considerando che siamo a ridosso della guerra in Iraq, che suona un pò come l'atto finale di questa storia...


Tempo fa ne avevamo parlato sul mio thread "Conspiracy Theory".

Ci sono ben 6 impresari petroliferi nel governo Bush. Il vicedirettore dell'fbi O'neill, indagava da tempo sulle speculazioni sul petrolio. In seguito ad un viaggio in medioriente, O'neill venne gentilmente sollevato dall'incarico e, Il presidente, per premiarlo del suo operato, gli regalò un bellissimo ufficio all'82esimo piano di una delle Towers, una decina di giorni prima dell'attentato.

Cose del genere fanno venire i brividi anche a me.

Se trovo qualcosa lo posterò volentieri qui.

davlak
18-01-2003, 15.40.30
Originariamente inviato da davlak
Una voce che ho sentito, all'epoca dei fatti, e che proprio oggi é riemersa chiacchierando con una mia amica:

il 99 % delle persone di fede ebraica, quel giorno non andarono al lavoro, alle torri gemelle.
Ammesso e non concesso che questa notizia sia vera...

Non era sabato, e dunque non era il giorno di riposo per gli Ebrei.
(se non sbaglio era martedì)

Io ho cercato una spiegazione e penso che il sevizio segreto Israeliano (il Mossad) fosse a conoscenza dell'alta probabilità che quel giorno si verificasse proprio quel tipo di attentato...
E ne avesse diffuso la voce attraverso i canali diplomatici...
Se così fosse, però, sicuramente avrebbero messo al corrente anche l'Intelligence statunitense....
E allora, chiedo, non potrebbe essersi trattato di una imperdonabile omissione da parte di questi ultimi?
Mi autoquoto perchè, a seguito di una breve ricerca, é doverosa una precisazione.
L'11 settembre 2001 cadeva a cavallo delle celebrazioni del capodanno ebraico, quindi la astensione dal lavoro da parte degli americani di religione ebraica, quel giorno, potrebbe semplicemente spiegarsi così.

Tanto per non alimentare inutili e dannose dietrologie...

BlackJack84
18-01-2003, 15.53.38
Originariamente inviato da Kandran Kane



Tempo fa ne avevamo parlato sul mio thread "Conspiracy Theory".

Ci sono ben 6 impresari petroliferi nel governo Bush. Il vicedirettore dell'fbi O'neill, indagava da tempo sulle speculazioni sul petrolio. In seguito ad un viaggio in medioriente, O'neill venne gentilmente sollevato dall'incarico e, Il presidente, per premiarlo del suo operato, gli regalò un bellissimo ufficio all'82esimo piano di una delle Towers, una decina di giorni prima dell'attentato.

Cose del genere fanno venire i brividi anche a me.

Se trovo qualcosa lo posterò volentieri qui.

Il libro di Chiesa parla anche di questo, tirando in ballo anche una certa compagnia petrolifera di proprietà di una certa famiglia Bush in affari con una certa famiglia Bin Laden...

BlackJack84
18-01-2003, 15.55.08
Originariamente inviato da davlak

[OT]
Non mi ricordo nemmeno più perchè ti ho quotato...
Beh, si, é che non approvo un paio di cose che hai detto...
Ma questo quote lo voglio usare unicamente per dirti che, nonostante non mi trovi d'accordo con te su alcuni punti, é uno dei post più interessanti che io abbia letto da quando frequento il Forum.
Davvero ben fatto.

(Y) :)
[FINE OT]

Mi fa piacere ;)
Se vuoi possiamo approfondire quello che non approvi... magari in pvt per non andare OT :)

Paco
18-01-2003, 20.23.22
Originariamente inviato da davlak

Mi autoquoto perchè, a seguito di una breve ricerca, é doverosa una precisazione.
L'11 settembre 2001 cadeva a cavallo delle celebrazioni del capodanno ebraico, quindi la astensione dal lavoro da parte degli americani di religione ebraica, quel giorno, potrebbe semplicemente spiegarsi così.

Tanto per non alimentare inutili e dannose dietrologie...

Bene, questa notizia è confortante. ;)

cicciofriz
18-01-2003, 23.52.45
ahuahauhauhau

siti e contrositi che dimostrano e smentiscono tutto

ma non è che stiamo ancora cercando di capire se siamo andati sulla luna???

...tornerò...

davlak
19-01-2003, 00.02.19
Originariamente inviato da cicciofriz


...tornerò...

e io proprio te aspettavo ;)...

davlak
20-01-2003, 22.53.17
Oddio santo...sono andato a leggermi questo (http://windows.zdnet.it/forum/showthread.php?s=&threadid=44718&perpage=10&pagenumber=1) , vi prego di credermi, ero del tutto all'oscuro della vicenda.
Non vorrei che questo 3d sull'11 settembre suonasse come un richiamo a quello che ho linkato !!!

Non c'era nessun intento del genere, e di questo voglio assicurare i mods e altri che potrebbero averlo interpretato in quel senso (vista l'aria che tira...).

questo 3d é un "parto" del 3d di Macao sull'Islam, e l'ho aperto col solo intento di parlare di quei fatti cogliendo lo spunto dall'imminenza della (speriamo evitabile) guerra in Iraq.

Vi prego di credermi, e mi rivolgo in particolare a Daniela e Billow...
Non sapevo nulla di quel 3d che ho linkato all'inizio, ci sono arrivato oggi leggendo un altro 3d in cui un utente chiedeva di mettere il sottonick.

A volte si fanno cose, in certi momenti, che possono far credere agli altri, e mi riferisco in particolare ai MODS, che ci sia un intenzione precisa.

Beh, lo ripeto in questa occasione NON é così.
Scusate l'OT.

davlak
20-01-2003, 22.57.47
Aggiungo: sono venuto a conoscenza della storia, leggendo questo (http://windows.zdnet.it/forum/showthread.php?s=&threadid=46412) thread.
E per curiosità ho fatto una ricerca e ho trovato quel 3d incriminato.

E' la verità, e se insisto é perchè ho la sensazione che i MODS abbiano interpretato l'apretura di questo mio 3d come un provocazione.

Vi prego nuovamente di credermi, non é così.

E scusate di nuovo l'OT.

Paco
20-01-2003, 23.12.21
dav
scusami se mi intrometto
ma in questo thread non ci trovo nulla di provocatorio verso nessuno del forum
ciao

davlak
20-01-2003, 23.18.16
Originariamente inviato da Paco
dav
scusami se mi intrometto
ma in questo thread non ci trovo nulla di provocatorio verso nessuno del forum
ciao

Si, lo so Paco, ma nel link che ho messo 2 post + su, se segui gli altri link dentro quel 3d, ci trovi un altro 3d sull' 11 settembre....insomma non sò se mi sono spiegato...non voglio pubblicare qui altri eventi e altri utenti.
Se faccio questa precisazione, credimi, ho un motivo preciso.
E chiudiamo qui, ok? ;)


ciao Paco :)

Paco
20-01-2003, 23.28.13
Originariamente inviato da davlak


Si, lo so Paco, ma nel link che ho messo 2 post + su, se segui gli altri link dentro quel 3d, ci trovi un altro 3d sull' 11 settembre....insomma non sò se mi sono spiegato...non voglio pubblicare qui altri eventi e altri utenti.
Se faccio questa precisazione, credimi, ho un motivo preciso.
E chiudiamo qui, ok? ;)


ciao Paco :)

ok,
passo e chiudo ;)

BlackJack84
20-01-2003, 23.38.35
Ad ogni modo, che gli intenti di Augello fossero solo provocatori o meno, ho trovato i link da lui segnalati interessanti...
Intendiamoci: non prendo per oro colato tutto ciò che queste "fonti di informazione alternative" spacciano per verità rivelate; riservo anche alle loro tesi, come a quelle ufficiali, il beneficio del dubbio... ma... mi accorgo sempre più di quanti tasselli del puzzle non s'incastrino bene nella versione-ufficiale-dei-fatti...

davlak
21-01-2003, 00.12.11
Originariamente inviato da BlackJack84
...mi accorgo sempre più di quanti tasselli del puzzle non s'incastrino bene nella versione-ufficiale-dei-fatti...
Sai una cosa?
Io fino a prova contraria continuo a credere alla versione ufficiale...MA, tutta questa ostinazione di Bush a fare la querra all'Iraq (lasciamo da parte un attimo le risoluzioni dell'Onu e tutti i discorsi "ufficiali"), mi ha fatto nascere qualche sospetto...nel senso che:

1) o nella storia dell'11 settembre c'é qualcosa che non quadra ...o che, più semplicemente, non é venuto alla luce.

2) e/o la si stà usando come un mega-pretesto per chiudere dei conti che erano rimasti in sospeso dai tempi della guerra del Golfo.

Anche perchè, un'eventuale attacco all'Iraq, non sarebbe l'atto finale...io sono convinto che poi di guerre ne seguirebbero altre, e potrebbe venirne fuori davvero uno scontro totale tra Islam e Occidente.

Una cosa alla quale, comunque, non ho mai dato molto credito, é la storia della campagna anti-terrorismo...quello é un aspetto di cui non si parla mai abbastanza: é davvero genuino l'intento di combattere e sradicare il terrorismo a livello planetario?

afterhours
13-05-2004, 21.14.59
appena letto sul TGcom... senza parole

"Presto un nuovo 11 settembre"
Parla un islamico arrestato a Firenze

Un nuovo 11 settembre, un nuovo, e più terrificante, attacco all'America, è già pronto. Ma questa volta "ci sono già 30 persone in attesa lì, pronte". Pronte a massacrare quanti più americani possibile, perché "il loro progetto e la loro tattica è di sapere il momento giusto per far cadere l'America". Parola di Mehdi Boukraa, studente tunisino arrestato con altri 4 islamici a Firenze mente si accingeva a partire da martire per l'Iraq.

A riportare i contenuti delle intercettazioni telefoniche che hanno consentito di individuare e incastrare i cinque terroristi è il settimanale Panorama, che nel numero in edicola venerdì riporta un ampio stralcio delle conversazioni tra gli islamici. Per lo studente un altro inferno negli Stati Uniti è già pronto da tempo, manca solo il segnale: "ci vuole la volontà di Dio onnipotente e loro sarebbero gli artefici della caduta del governo americano e la realizzazione della Repubblica Islamica".

Gli aspiranti kamikaze chiariscono anche qual è la molla che li spinge ad immolarsi: uno di loro, Adel Abdallah, dice che è la povertà, perché "voi avete l'attuale vita e noi abbiamo l'aldilà". Ma un secondo, Chokri Ragoubi, lo riprende: "Non combattiamo solo perché siamo poveri, bensì perché siamo convinti". E il primo, allora, si corregge: "Bisogna evitare che i giornali di tutto il mondo scrivano che i ragazzi che vanno alla jihad lo fanno perché sono disperati".

Venti giorni prima dell'arresto, i cinque si riuniscono in un casolare della campagna senese per l'ultima preghiera insieme, prima della partenza per l'Iraq. Una preghiera di odio e di sangue: "O Dio, distruggi le forze armate dei miscredenti e fa' lo stesso per l'America e chi la segue. Fa' congelare il sangue nelle vene a Bush, Blair e Sharon, distruggili! Manda loro le spaventose disgrazie del tuo potere, da' la vittoria a tutti i mujaheddin ovunque si trovino, in Iraq, a Falluja, e aiutali... O Dio, fa' che noi raggiungiamo tutti i martiri che sono presso di te! Guida io passi dei nostri fratelli mujaheddin in Afghanistan, in Cecenia, in Algeria e in tutti i luoghi. Poni fine al nostro esilio e libera i nostri mujaheddin prigionieri".

Frequency
13-05-2004, 21.42.36
Originariamente inviato da afterhours
appena letto sul TGcom... senza parole

"Presto un nuovo 11 settembre"
Parla un islamico arrestato a Firenze

Un nuovo 11 settembre, un nuovo, e più terrificante, attacco all'America, è già pronto. Ma questa volta "ci sono già 30 persone in attesa lì, pronte". Pronte a massacrare quanti più americani possibile, perché "il loro progetto e la loro tattica è di sapere il momento giusto per far cadere l'America". Parola di Mehdi Boukraa, studente tunisino arrestato con altri 4 islamici a Firenze mente si accingeva a partire da martire per l'Iraq.

A riportare i contenuti delle intercettazioni telefoniche che hanno consentito di individuare e incastrare i cinque terroristi è il settimanale Panorama, che nel numero in edicola venerdì riporta un ampio stralcio delle conversazioni tra gli islamici. Per lo studente un altro inferno negli Stati Uniti è già pronto da tempo, manca solo il segnale: "ci vuole la volontà di Dio onnipotente e loro sarebbero gli artefici della caduta del governo americano e la realizzazione della Repubblica Islamica".

Gli aspiranti kamikaze chiariscono anche qual è la molla che li spinge ad immolarsi: uno di loro, Adel Abdallah, dice che è la povertà, perché "voi avete l'attuale vita e noi abbiamo l'aldilà". Ma un secondo, Chokri Ragoubi, lo riprende: "Non combattiamo solo perché siamo poveri, bensì perché siamo convinti". E il primo, allora, si corregge: "Bisogna evitare che i giornali di tutto il mondo scrivano che i ragazzi che vanno alla jihad lo fanno perché sono disperati".

Venti giorni prima dell'arresto, i cinque si riuniscono in un casolare della campagna senese per l'ultima preghiera insieme, prima della partenza per l'Iraq. Una preghiera di odio e di sangue: "O Dio, distruggi le forze armate dei miscredenti e fa' lo stesso per l'America e chi la segue. Fa' congelare il sangue nelle vene a Bush, Blair e Sharon, distruggili! Manda loro le spaventose disgrazie del tuo potere, da' la vittoria a tutti i mujaheddin ovunque si trovino, in Iraq, a Falluja, e aiutali... O Dio, fa' che noi raggiungiamo tutti i martiri che sono presso di te! Guida io passi dei nostri fratelli mujaheddin in Afghanistan, in Cecenia, in Algeria e in tutti i luoghi. Poni fine al nostro esilio e libera i nostri mujaheddin prigionieri".


:( :rolleyes: :( :rolleyes: :(

afterhours
02-07-2005, 14.04.33
11 Settembre 2001 USTIONATA SMENTISCONO IN PIENO LA "VERSIONE UFFICIALE DEL 9/11": UN TESTIMONE OCULARE E' CRUCIALE PER STABILIRE CHE LA TORRE NORD CROLLO' PER DEMOLIZIONE CONTROLLATA


DI GREG SZYMANSKI

Un portiere del World Trade Center porta in salvo vittima ustionata da un’esplosione che scuote la torre nord alcuni secondi prima che un jet di linea colpisca i piani superiori. Inoltre due altri uomini intrappolati nel vano di un ascensore nello scantinato sono stati portati in salvo mentre si verificavano esplosioni sotterranee.
Quello che è successo a William Rodriguez la mattina del 9/11 è un miracolo. Quello che è successo alla sua storia dopo il fatto è una tragedia.
Attraverso miracoli e tragedie si arriva alla verità. E la verità è esattamente quello che Rodriguez porta per chiarire l’intero mistero che circonda il 9/11.
Dichiarato un eroe per aver salvato numerose vittime a Ground Zero, egli era il portiere in servizio la mattina del 9/11, che sentì delle esplosioni scuotere i livelli sotterranei del basamento della torre nord qualche secondo prima che il jet di linea colpisse i piani superiori. Egli non solo afferma di aver sentito delle esplosioni provenienti da sotto il primo livello interrato mentre lavorava nello scantinato, ma aggiunge che i muri si crepavano tutto intorno a lui e che riuscì a portare in salvo un uomo di nome Felipe David, seriamente ustionato dalle esplosioni nello scantinato.

Tutti questi eventi si verificarono solo alcuni secondi prima e durante l’urto da parte del jet ai piani alti. Dopo tutto questo, ora egli pone una semplice domanda, una domanda che ognuno dovrebbe porsi: Come può un jet di linea colpire un edificio attorno al 90° piano e ustionare fino a bruciare gravemente le braccia e la faccia di un uomo che si trova nei sotterranei pochi secondi dopo l’impatto?

Rodriguez afferma che ciò è impossibile e dimostra chiaramente che fu una demolizione controllata a distruggere il WTC, aggiungendo "Vediamo come fanno (il governo) a spiegare anche questo."
In effetti non hanno spiegato assolutamente nulla, perché il governo continua ad agire come se Rodriguez non esistesse, ignorando in pratica le sue affermazioni e il fatto che egli salvò un uomo ustionato e sanguinante a causa delle esplosioni nei sotterranei.

Il suo racconto in qualità di testimone oculare, ignorato dai mezzi di informazione e dal governo, punta il dito chiaramente contro una copertura ufficiale ai massimi livelli, visto che il governo continua ad insistere sul fatto che il WTC cadde solo a causa della combustione del propellente del jet. Dopo aver sentito Rodriguez, è facile capire perché l’amministrazione Bush vuole tenerlo in disparte.

Bush vuole che taccia perché il racconto di Rodriguez è la “prova definitiva” che il WTC fu distrutto da una demolizione controllata, non dal combustibile di un jet. E Bush sa che se viene scoperto a mentire o coprire questo fatto, è solo questione di tempo prima che tutto il suo castello di carte gli cada rovinosamente.
Infatti, la storia di Rodriguez è così dannosa – così devastante – che letteralmente scoperchia il calderone delle storie ufficiali, smascherando l’intera indagine sul 9/11 come una frode e una copertura della peggior specie.
E sembra che la copertura si estenda anche ai mezzi di informazione.
Alla NBC news sapevano di questa storia diversi anni addietro, visto che passarono un’intera giornata a casa di Rodriguez per registrare i suoi commenti. Ma quando fu il momento, la sua storia non venne mandata in onda. Perchè?
La sua testimonianza oculare, supportata da almeno 14 persone che si trovavano sulla scena con lui, non è una speculazione o una congettura. Non è una storia che può portare un network giornalistico in terreni pericolosi. È una storia che può essere creduta, che può essere verificata con le registrazioni degli ospedali e le testimonianze di molti altri.

È la storia di 14 persone che sentirono e provarono la stessa esplosione e che videro Rodriguez, alcuni momenti dopo l’urto dell’aeroplano, portare in salvo David, dopo che fu ustionato così malamente dall’esplosione nei sotterranei, che dei pezzi di carne gli pendevano dalla faccia e da entrambe le braccia.

Quindi, perché la NBC o qualsiasi altro grande mezzo di informazione non ha coperto la storia? Non l’hanno trasmessa perché avrebbe semplicemente messo in ridicolo la versione governativa. Non l’hanno trasmessa perché i “poteri forti” non lo avrebbero permesso.

Dal 9/11, Rodriguez si è mantenuto irremovibile, senza mai deviare da quello che ha affermato il primo giorno. Per alcuni periodi senza un’abitazione, avvertito e brutalmente minacciato di stare zitto, ha comunque continuato a fare girare il suo messaggio, gridandolo in faccia a una nazione che non ha voglia di ascoltare.

Ecco la storia:

Il miracolo

È un miracolo che Rodriguez, 44, che ha lavorato al WTC per 20 anni, sia ancora vivo. Solitamente arrivava al lavoro alle 8:30, ma la mattina del 9/11 arrivò con 30 minuti di ritardo. Se fosse arrivato in tempo si sarebbe trovato ai piani più alti esattamente nel momento in cui il jet di linea colpì la torre nord.

"Fu un miracolo. Se fossi arrivato in orario, come sempre, sarei probabilmente morto. Sarei stato ai piani superiori, come ogni mattina" disse Rodriguez circa lo scherzo del destino che gli salvò la vita.

Visto che era in ritardo, Rodriguez si trovava a timbrare il cartellino presso un ufficio al piano interrato 1 quando la torre nord fu colpita, senza apparentemente causare danni laggiù. Non fu così, perché il suono e le vibrazioni di un’enorme esplosione ai livelli inferiori proprio sotto di lui cambiarono la situazione.

"Quando udii il rumore dell’esplosione, il pavimento sotto ai miei piedi vibrò, i muri iniziarono a creparsi e tutto iniziò a scuotersi" disse Rodriguez, che venne suffragato da almeno altre 14 persone che si trovavano nell’ufficio.

Rodriguez disse che Anthony Saltamachia, supervisore per la American Maintenance Co., fu una delle persone presenti nella stanza che si offrì di confermare questa storia.

"Secondi dopo la prima enorme esplosione nei sotterranei, che ancora faceva vibrare il pavimento, udii un’altra esplosione provenire dall’alto" disse Rodriguez. "Sebbene fossi all’oscuro in quel momento, quello fu l’aeroplano che colpiva la torre, ed avvenne alcuni momenti dopo la prima esplosione."

Prima che Rodriguez avesse tempo di rendersi conto, il suo collega Felipe David si precipitò all’interno dell’ufficio nei sotterranei con gravi ustioni su braccia e viso, chiedendo aiuto e gridando "esplosione! esplosione! esplosione!"

David si trovava di fronte a un vicino elevatore merci al livello interrato 1, circa 120 metri dall’ufficio, quando il fuoco irruppe dal vano dell’elevatore, causando le sue ferite. "Era terribilmente ustionato" disse Rodriguez. "La pelle gli pendeva dalle mani e dalle braccia. Le sue ferite non avrebbero potuto venire dall’aeroplano che stava in alto, ma solo da un’enorme esplosione da sotto. Non mi interessa quello che dice il governo, io ho visto un uomo terribilmente ustionato da un incendio che è stato causato da un’esplosione di sotto.

"Io so che c’erano esplosivi piazzati sotto il trade center. Ho portato in salvo un uomo che è la prova vivente, la prova vivente che la storia del governo è una bugia e una copertura.

"Ho tentato di raccontare la mia storia a chiunque, ma nessuno vuole ascoltare. È molto strano cosa sta succedendo in quello che è ritenuto il paese più democratico al mondo. Nel mio paese di origine, Portorico, e in tutti gli altri paesi latinoamericani, mi è stato consentito di raccontare la mia storia senza censure. Solo qui, non posso dire una parola."

Dopo che Rodriguez aveva portato David in sicurezza all’esterno del WTC, ritornò per portare in sicurezza altre persone che si trovavano nei piani interrati. Mentre si trovava laggiù aiutò altri uomini intrappolati che stavano soffocando nella tromba dell’ascensore, altro fatto che sarebbe dovuto agli esplosivi piazzati sotto la torre.

Quindi, dopo aver portato al sicuro anche questi uomini, fece un altro viaggio nella torre nord, contravvenendo gli ordini della polizia, per recuperare gente dai piani superiori.

afterhours
02-07-2005, 14.05.04
"Non ce l’avrei mai fatta a raggiungere la cima, ma arrivai fino al piano 33 dopo aver indossato abiti protettivi e una maschera antigas che avevo nel mio armadio da portiere" disse Rodriguez, aggiungendo che sentì una serie di piccole esplosioni tra il 20° e il 30° piano, che non erano collegate all’urto dell’aeroplano, mentre saliva per le scale verso i piani superiori. "Inoltre, mentre mi trovavo al 33° piano, udii strani rumori arrivare dal piano 34, forti rumori, come se qualcuno stesse spostando apparecchiature pesanti o mobili. Io sapevo che questo piano era vuoto e isolato a causa di lavori di ristrutturazione, così lo saltai e continuai a salire le scale."

Rodriguez disse che finalmente raggiunse il 39° piano prima di essere rimandato indietro dai vigili del fuoco, e quindi, con riluttanza, iniziò la discesa verso la sua salvezza, udendo delle esplosioni che arrivavano dalla Torre Sud.

La tragedia

Gli sforzi congiunti da parte dei mezzi di informazione e del governo per ridurre Rodriguez al silenzio sono la tragedia dietro la storia di questo eroe americano. E non ci sono dubbi, Rodriguez è un “eroe silenzioso” per aver salvato così tante vite e per avere il coraggio di continuare a raccontare la sua storia in circostanze così difficili.

In un tentativo di evitare di aprire una chiara ed onesta indagine sul perché sono crollate le torri del WTC, Rodriguez è stato ignorato dagli incaricati governativi, dalla Commissione del 9/11 e dall’Istituto Nazionale per la Sicurezza e la Tecnologia (NIST).

Il NIST, un gruppo di indagine indipendente fondato dal governo, ha dato gli ultimi ritocchi questa settimana alla sua indagine durata 2 anni e costata 35 milioni di dollari. Questa settimana Rodriguez ha lanciato il suo ultimo appello affinché la sua storia venga ascoltata, testimoniando all’udienza pubblica conclusiva a New York.
"Io discordo al 100% con la storia del governo" ha detto Rodriguez. "Mi sono incontrato a porte chiuse con la Commissione 9/11 e loro in pratica hanno ignorato ogni cosa io ho riferito a riguardo dell’uso di esplosivi per distruggere la torre nord.
"In precedenza ho contattato il NIST per quattro volte senza risposta. Alla fine, questa settimana, gli ho chiesto, prima che se uscissero con la loro conclusione che il combustibile del jet fece crollare le torri, se avessero mai preso in considerazione le mie affermazioni o le affermazioni di chiunque altro sopravvissuto che udì le esplosioni. Mi guardarono con facce inespressive e non mi diedero risposta.
"Inoltre, nemmeno la FBI diede peso a una delle mie affermazioni o ad un’altra parte della mia storia, quando riferii che prima del 9/11, io incontrai uno dei dirottatori che attentarono alla torre nord."

Oltre alle esplosioni, Rodriguez ha fornito testimonianza alla Commissione 9/11 sul fatto che incrociò uno dei presunti 19 dirottatori arabi, all’interno del WTC diversi mesi prima del 9/11

"Avevo appena finito di pulire un bagno e questo tipo mi chiese: 'Scusi, quanti bagni pubblici ci sono in questa zona?'" Rodriguez lo disse alla Commissione del 9/11. "Avendo vissuto la lezione dell’attentato del 1993 [Trade Center], lo trovai molto strano. Non me lo dimenticai"

Rodriguez afferma di aver visto il dirottatore del volo United Airlines 175, Mohand Alshehri nel Giugno 2001, riferendo l’accaduto a un agente della FBI un mese dopo gli attacchi. Non sentendo niente dall’agenzia, apprese più tardi che l’agente non indagò mai sulla storia.

"Sono assolutamente certo, lo darei al 90%" che Alshehri stava ispezionando le torri prima degli attacchi", ha detto Rodriguez.

A riguardo dell’apatico approccio dei mezzi di informazione verso la sua storia, Rodriguez ha affermato che immediatamente dopo l’11 settembre alcuni giornali la riferirono, ma le sue parole non furono prese sul serio e rapidamente dimenticate.
"Durante le udienze per il 9/11, la NBC portò una troupe a casa mia e passò un’intera giornata registrando la mia storia, che però non fu mai messa in onda, nemmeno una parola" ha detto Rodriguez. "Da allora in poi, alcuni reporters e commentatori mi hanno sottilmente avvertito di rimanere calmo, che la mia vita potrebbe essere in pericolo e che ancora non avevo capito con chi avevo a che fare.
"Ho ricevuto questo tipo di sottili minacce per anni, ma continuo a dire a tutti che non posso essere intimidito, perché per me è una missione. Quando qualcuno mi chiede perché continuo a parlare o mi avverte che potrei essere ucciso, io gli dico che non ho niente da perdere.
"Gli dico che ho perso 200 miei amici e ora sono la loro voce. Gli dico che farò tutto quello che posso per trovare la verità, dato che ogni giorno che vivo è un regalo, visto che avrei dovuto morire quel giorno."

Oltre a tentare di vendere la sua storia scottante, Rodriguez si è attivato raccogliendo denaro per le vittime del 9/11, venendo coinvolto in gruppi di volontari che hanno raccolto oltre 122 milioni di dollari. Egli dice di aver usato oltre 60.000 dollari di tasca sua, originariamente destinati a comprare una nuova casa, al fine di ottenere la verità che sta dietro l’11 settembre.

Chiedendo giustizia ai massimi livelli, Rodriguez è attore di una richiesta di procedura penale federale contro il presidente Bush e altri, accusati di associazione a delinquere volta a commettere omicidi e altri crimini che hanno portato alla morte di oltre 3.000 persone al WTC.

Il caso, istruito lo scorso Novembre presso una corte del distretto federale di Philadelphia, è stato recentemente spostato a New York nell’ambito di un cambio di sede competente, dopo che una richiesta di non luogo a procedere del governo era stata rigettata, consentendo la continuazione della ricerca della verità legale.

"Anche se il caso non andrà avanti, sento di aver ottenuto una vittoria nella prima battaglia" ha detto Rodriguez. "Almeno il giudice sembra intenzionato ad ascoltarmi, che è quasi una vittoria per me. Comunque, io spero sinceramente che possiamo andare fino in fondo al processo e rivelare al popolo americano la verità sul 9/11."

Greg Szymanski
Fonte:www.arcticbeacon.com
Link: http://www.arcticbeacon.com/articles/article/1518131/28031.htm

Tratto da:milho.ilcannocchiale.it
Traduzione di Mihlo
27.06.05





cosa ne pensate???

persoalmente mi sembra assurdo ma ormai non mi stupirei + di niente...

Giorgio Drudi
02-07-2005, 18.01.51
In estate o avvistamenti di ufo o altre "sole" come megacomplotti o la notizia che Hitler è ancora vivo e ha incontrato Elvis Presley. :)...dimenticavo i crop-circle e la prova inconfutabile dell'esistenza di Atlantide :)

Alien74
02-07-2005, 19.18.23
:( se è la verità....
SENZA PAROLE...

Frequency
02-07-2005, 20.54.04
io non do nulla per scontato....

certo che se è la verità....:(

afterhours
02-07-2005, 21.50.25
Un ex economista del dipartimento del lavoro, che servì durante il primo mandato presidenziale di Bush, crede ora che la ricostruzione ufficiale sul crollo del WTC sia 'fasulla' e ritiene più probabile che sia stata una demolizione controllata a distruggere le Torri Gemelle e l'adiacente edificio n° 7.
“Se una demolizione ha distrutto tre grattacieli e il World Trade Center l'11 settembre, allora la possibilità che si sia trattato di un 'lavoro interno' e di un attacco governativo all'America sarebbe inoppugnabile”, ha detto il Ph.D (Doctor of Philosophy, dottore in discipline umanistiche con specializzazione post-laurea) Morgan Reynolds, un ex membro del team di Bush, che servì come direttore del centro di giustizia penale presso la sede principale del centro nazionale per le analisi politiche a Dallas, Texas.

Reynolds, ora professore emerito all'università di A&M, reputa anche 'quasi impossibile' che 19 terroristi arabi da soli siano stati più astuti del mitico esercito statunitense, mentre aggiunge che le conclusioni scientifiche sul crollo del WTC potrebbero contenere la chiave per tutta la misteriosa trama dietro l'11 settembre.

“E' difficile esagerare l'importanza di dibattito scientifico sulla(e) causa(e) del crollo delle torri gemelle e dell'edificio 7”, dice Reynolds questa settimana dai suoi uffici presso la A&M in Texas. “Se la ricostruzione ufficiale sul crollo è sbagliata, come credo sia, allora la politica basata su queste erronee analisi di ingegneria probabilmente non è corretta. La teoria governativa sul crollo è molto vulnerabile di per sé. Solo una demolizione professionale sembrerebbe giustificare l'ampia gamma di fatti associati al crollo dei tre edifici”.

“Ancor più importante: gravi conseguenze politiche e sociali seguirebbero se degli osservatori imparziali concludessero che sono stati dei professionisti a far implodere il WTC. Nel frattempo, il lavoro di scienziati, ingegneri e ricercatori imparziali, in ogni situazione, dovrebbe essere quello di ottenere analisi scientifiche e tecniche corrette sull'11 settembre”.

Comunque, come dice Reynolds, “ottenerne di corrette sotto le attuali misure di sicurezza resta una sfida”, giacché esperti di ingegneria strutturale e di esplosivi sono stati intimiditi nel corso delle loro analisi sui crolli dell'11 settembre.

Fin dall'inizio, l'amministrazione Bush ha affermato che la benzina dei jet ha causato il crollo delle torri. Nonostante molti investigatori indipendenti abbiano dissentito, essi hanno subito delle forti pressioni per approvare la teoria governativa sin da quando la maggior parte delle prove sono state screditate dalla FEMA (Federal Emergency Managment Agency – Agenzia federale per la gestione delle emergenze) in seguito ad un'indagine indipendente.

Le critiche affermano che l'amministrazione Bush abbia provato a coprire le prove e che la recente commissione sull'11 settembre abbia fallito nell'individuare i principali fatti che contraddicono la versione ufficiale sull'11 settembre.

Tra le prove che dimostrano i difetti della teoria governativa basata sulla benzina dei jet ci sono:

-- Foto che mostrano persone camminare attorno al buco nella torre nord, dove si supponeva che 10.000 galloni di benzina per jet stessero bruciando.

-- Quando la torre sud fu colpita, la maggior parte delle fiamme della torre nord erano già state domate. Avevano arso per soli 16 minuti, rendendo relativamente facile contenerle e controllarle senza un crollo totale.

-- Il fuoco non continuò ad aumentare per il tutto il tempo, probabilmente perché la benzina si esaurì presto. Questo indica che senza l'aggiunta di ordigni esplosivi le fiamme avrebbero potuto facilmente essere controllate.

-- I vigili del fuoco dello FDNY (Fire Department of New York – Corpo dei vigili del fuoco di new York) sono ancora sottoposti all'ordinanza governativa di non discutere le eslposioni che hanno udito, sentito e visto. Il personale della FAA (Federal Aviation Agency – Agenzia federale dell'aviazione civile) è sottoposto ad un'ordinanza simile sui fatti dell'11 settembre.

-- Persino l'erroneo rapporto della commissione sull'11 settembre riconosce che “nessuno dei capi [pompieri] presenti credeva che un crollo totale di entrambe le torri fosse possibile”.

-- Il fuoco non ha mai causato il crollo di edifici di acciaio tranne che nel caso di tre edifici l'11 settembre, né il fuoco ha mai fatto crollare un qualsiasi edificio di acciaio dopo l'11 settembre.

-- Gli incendi, specialmente nella torre sud e nell'edificio 7 del WTC, erano relativamente ridotti.

-- L'edifico 7 del WTC non era stato colpito da un aeroplano ed ebbe solo alcuni ridotti incendi al settimo e al dodicesimo piano. Nonostante ciò, questo edificio di acciaio con una storia di 47 anni crollò in meno di 10 secondi.

-- Le fiamme infuriavano negli edifici 5 e 6 del WTC, che non crollarono nonostante le loro travi di acciaio fossero molto più sottili.

-- In un documentario della PBS si vede che l'11 settembre Larry Silverstein, il locatario del WTC, disse al comandante dei vigili del fuoco, riferendosi all'edificio 7 del WTC che “la cosa più furba da fare sarebbe tirarlo via”, un'espressione gergale per dire demolirlo.

-- E' difficile se non impossibile per fiamme come quelle, alimentate da benzina per jet (kerosene) raggiungere una temperatura vicina a quella di fusione del metallo.

Nonostante le numerose falle nella ricostruzione governativa, l'amministrazione Bush ha respinto o semplicemente ignorato ogni critica. Gli esperti mainstream, parlando per l'amministrazione, offrono una teoria per cui, essenzialmente, l'impatto di un aeroplano indebolì ognuna delle strutture e il fuoco intenso indebolì i componenti strutturali, causando delle deformazioni e permettendo così ai piani più alti di spanciare sui piani inferiori.

Uno di quelli che sostengono la ricostruzione ufficiale è Thomas Eager, professore di ingegneria dei materiali e sistemi ingegneristici al MIT (Massachussets Institute of Technology – Istituto di tecnologia del Massachussets). Egli sostiene che il crollo si verificò a causa dell'estremo calore delle fiamme, che causò la perdita della capacità portante della struttura.

Secondo Eagar l'acciaio nelle torri potrebbe essere crollato solo se riscaldato fino al punto in cui “avesse perso l'80 per cento della sua forza”, o circa a 1.300 gradi Fahrenheit. I critici affermano che la sua teoria sia erronea in quanto le fiamme non sembravano intense e non avvamparono abbastanza per raggiungere così alte temperature.

Altri esperti che sostengono la ricostruzione ufficiale affermano che l'impatto degli aeroplani, non il calore, indebolì l'intera struttura delle torri, ma i critici sostengono che le travi dei piani 94-98 non sembravano seriamente indebolite e molto meno l'intera struttura.

A complicare ulteriormente la questione, forti prove dimostrano che entrambe le teorie sono carenti a causa della veloce eliminazione dell'acciaio della struttura da parte della FEMA prima che potesse essere analizzato. Anche se il codice penale richiede che le prove di una scena del crimine siano tenute per le analisi forensi, le FEMA ha distrutto l'acciaio o lo ha imbarcato per l'oltremare prima che un'indagine seria potesse avere luogo.

E si sono sollevati ancora più dubbi sul perché la FEMA abbia agito così rapidamente da quando si è saputo che, per coincidenza, gli ufficiali arrivarono il giorno prima degli attacchi dell'11 settembre presso il numero 29 di Pier a New York per condurre un esercitazione, nominata “Tripod II”.

Al di là della veloce eliminazione dei rottami, le autorità consideravano l'acciaio abbastanza prezioso. Infatti gli ufficiali di New York City hanno tracciato tutti gli autocarri che trasportavano i rottami con un sistema GPS e persino licenziato un guidatore che si prese una pausa pranzo non autorizzata.

In una dettagliata analisi rilasciata da poco, che sostiene la teoria della demolizione controllata, Reynolds presenta una ricostruzione inoppugnabile.

“Anzitutto, nessun grattacielo dalla struttura in acciaio, anche se divorato dalle fiamme per più di un'ora, è mai crollato prima. Improvvisamente, tre crolli sbalorditivi si susseguono nella stessa zona lo stesso giorno, due presumibilmente colpiti da degli aerei, il terzo no”, dice Reynolds. “ Questi crolli straordinari causati da lievi incendi di breve durata dovrebbero essere accertati in base alle prove, le travi di acciaio, in modo da capire cosa accadde”.

afterhours
02-07-2005, 21.51.28
Per quanto riguarda l'intensità del fuoco, considerate questo riferimento: un rapporto del 1991 della FEMA sull'incendio della Meridian Plaza a Philadelphia diceva che l'incendio era così potente che “aste e travi si incurvarono e levarono, ma nonostante questa esposizione straordinaria, le colonne continuarono a sostenere i loro carichi senza danni evidenti. Un incendio così intenso da torcere e separare travi di acciaio non ha alcun raccordo con quello che abbiamo osservato al WTC”

Dopo aver considerato entrambe le parti del dibattito sull'11 settembre e dopo aver meticolosamente setacciato tutti gli elementi disponibili, Reynolds conclude che la ricostruzione governativa riguardante tutti e quattro gli schianti di aerei l'11 settembre rimanga altamente sospetta.

“Infatti, il governo non ha fornito i rottami dei quattro presunti arerei di linea di quel fatidico giorno. La foto famigliare del punto di impatto del volo 93 in Pennsylvania non mostra una fusoliera, un motore o qualunque altra cosa riconducibile ad un aereo, solo una cavità fumante nel terreno”, dice Reynolds. “I fotografi hanno riportato di non essere stati autorizzati ad avvicinarsi alla cavità, né lo FBI né la National Transportation Safety Board (Ente nazionale per la sicurezza dei trasporti) hanno indagato o prodotto un qualsiasi rapporto sui presunti schianti di aerei”.

Greg Szymanski
Fonte:http://globalresearch.ca/
link:http://globalresearch.ca/articles/SZY506A.html
13.06.05

Traduzione di CARLO MARTINI
L'articolo è pubblicato anche su www.peacelink.it




per me è impossibile... cmq cercando altre notizie mi son imbattuto in sti 2 articoli...

afterhours
01-01-2006, 05.38.44
altri articoli:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=1683

afterhours
02-03-2006, 19.11.22
come viene riportato dal sito:

Questo lavoro è basato esclusivamente sulle notizie riportate nel tempo da fonti ufficiali come Reuters, Associated Press, New York Times, Washington Post, CNN, ecc. Esse costituiscono quindi, nelle loro globalità, la cosiddetta "versione ufficiale dei fatti".

Qui non troverete NESSUNA TEORIA COSPIRATORIA SULL'11 SETTEMBRE, ma solo un'analisi approfondita, fatta al meglio delle nostre capacità, della suddetta versione ufficiale, basata sulla semplice logica e sul comune buon senso. A ciascuno trarre le sue conclusioni.

http://www.luogocomune.net/site/modules/911/

Gigi75
02-03-2006, 19.37.10
Molto interessante (Y)

Mi piace sopratutto l'approccio senza fanatismi in un senso o nell'altro.
Lo leggerò tutto nel weekend e mi farò un'idea :)

nikzeno
02-03-2006, 20.39.50
Ma forse è meglio se leggete le ben documntate prove antibufala di Paolo Attivissimo ;)

http://www.attivissimo.net/antibufala/meyssan/pentagono_boeing_fantasma.htm

Gigi75
02-03-2006, 20.41.22
Originariamente inviato da nikzeno
Ma forse è meglio se leggete le ben documntate prove antibufala di Paolo Attivissimo ;)

http://www.attivissimo.net/antibufala/meyssan/pentagono_boeing_fantasma.htm

Le lessi un po' di tempo fa e sono fatte molto bene.
ma questo articolo linkato ad after è molto più approfondito.
Diciamo che segue una impostazione del tutto diversa :)

nikzeno
02-03-2006, 20.53.34
Originariamente inviato da Gigi75


Le lessi un po' di tempo fa e sono fatte molto bene.
ma questo articolo linkato ad after è molto più approfondito.
Diciamo che segue una impostazione del tutto diversa :)
Mi sembra lo solita teoria del complotto. Salta subito alla parte dell'aereo sul pentagono e te ne accorgi. Fai un confronto con quanto riportato da Attivissimo e beh, non regge proprio ;)

Gigi75
02-03-2006, 21.22.09
nik scusa ma come fai a dare già un giudizio senza leggere?

Proprio tu che sei sempre molto curioso e meticoloso? (altrimenti che scienziato saresti? :p)

Non dico che quell'articolo è la verità, forse è una boiata immensa.Ma mi riservo di leggerlo e valutarlo prima di dire cosa mi sembra.

Ripeto, attivissimo l'ho letto da tempo e tutto, e fornisce un'altra interpretazione. Anche questa non dico che è la verità, forse è una boiata immensa, l'ho letta e mi ha fornito utilissimi indizi per farmi un'idea :)

Mi piace in questo casi studiare tutte le campane senza giudicarle a priori, sopratutto quando vedo che hanno un'impostazione che reputo diversa e più sagace delle "solite" :)

nikzeno
02-03-2006, 21.45.55
Ho letto tutto la versione di Attivissimo. Poi ho letto il capitolo sull'aereo sul Pentagono, che è poi la parte clou, dal link di After, e ci sono scritte esattamente le stesse cose che Attivissimo smentisce... già questo sarebbe bastato per farmi interrompere la lettura. Giusto per scrupolo ho dato un'occhiata veloce alle altre sezioni, dove ho notato che il tenore delle argomentazioni non cambia, e anche lì sono riportate le questioni già smentite da Attivissimo, quindi... ;)

Non si tratta di interpretazioni, si tratta di riportare notizie false, o mezze verità, o documentazione insufficiente, di insinuare incertezze su questioni che magari non saranno chiarissime, ma da lì a costruire tutto un castello di carte di teorie fantapolitiche...

Dammi retta, questo weekend invece di quello leggiti un bel classico della letteratura che ancora non hai letto. Vuoi mettere? :)

Gigi75
02-03-2006, 23.02.31
Non sono d'accordo. Certe notizie anche più generali, come quelle a carattere storico riportate all'inizio mi incuriosiscono molto.
Cmq fin dove sono arriavo a leggere ti posso dire che la parte clou non è (solo) l'aereo del pentagono.

Preferisco leggere e sapere delle cose che poi un giorno mi serviranno per confutarne altre o leggere altre cose che un giorno confuteranno queste.

Non mi faccio mancare nulla:p


Ho appena letto questo :p

* NOTA: Ringraziamo Paolo Attivissimo, per averci saputo segnalare questo errore (gli aerei consumano kerosene), dovuto chiaramente all'uso colloquiale del termine. Come si può infatti notare, solo 4 righe più sotto, il termine corretto era stato usato. Non abbiamo voluto rimuovere l'errore, perchè rimane finora l'unico mai "scovato" da Attivissimo in tutta la sezione, e vogliamo dargli la possibilità di continuare a vantarsene con le anime più semplici. Nel frattempo, restiamo in paziente attesa di una sua confutazione sulle rimanenti 70 pagine di lavoro.

:p

roberto45
03-03-2006, 10.13.12
I cialatani comprano la gente con i loro desideri: Vanna Marchi docet !!

Flying Luka
03-03-2006, 10.35.05
Sono perplesso...

L' undici settembre penso abbia lasciato un segno inedelebile. Ancora oggi quando vedo le immagini della gente che si lanciava nel vuoto per fuggire alle fiamme, mi sento male.

Cmq sono e rimango perplesso. Temo che la verità non si saprà mai. (F)

infinitopiuuno
03-03-2006, 11.09.49
Originariamente inviato da afterhours
“Anzitutto, nessun grattacielo dalla struttura in acciaio, anche se divorato dalle fiamme per più di un'ora, è mai crollato prima.

Ma cosa sta dicendo??? Quali sono gli esempi precedenti???? Chi può fare una simulazione in real su di un grattacielo alto non sò quanti piani?

Per fortuna che c'erano immagini riprese da più angolazioni altrimenti si sarebbe potuto dire che gli aerei non c'erano:rolleyes:

Gigi75
03-03-2006, 11.24.39
QUel passo sul crollo è molto interessante.
Alcune cose cose fanno davvero riflettere, oltre alla testimonianza dei pompieri che parlano di un "bum bum bum..come se fosse stato fatto esplodere" tipico delle esplosioni comandate (quelle per far crollare i palazzi).

Senza contare poi il lapsus del proprietario del centro che ha ammesso in tv che un terzo palazzo del centro è stato abbattuto di proposito (palazzo con una sede della cia e l'ufficio di Giuliani).

Molto interessante, non ho potuto fare a meno di leggermelo ieri notte tutto :)

Gigi75
03-03-2006, 11.26.24
Originariamente inviato da infinitopiuuno
Quali sono gli esempi precedenti????

In realtà fa un ragionamento molto più articolato dei semplici esempi. Cmq riporta l'esempio dell'Empire State Building che decine di anni fa fu colpito addirittura da un bombardiere (per sbaglio) e rimase intatto.
Con tutto che è un palazzo costruito con tecniche molto più vecchie delle torri :)

infinitopiuuno
03-03-2006, 11.35.02
Originariamente inviato da Gigi75


In realtà fa un ragionamento molto più articolato dei semplici esempi. Cmq riporta l'esempio dell'Empire State Building che decine di anni fa fu colpito addirittura da un bombardiere (per sbaglio) e rimase intatto.
Con tutto che è un palazzo costruito con tecniche molto più vecchie delle torri :)

Ma dove ha colpito l'Empire? A quale piano e in quale posizione? Centrale? Era pieno di carburante? Mi passi il link?:)

Gigi75
03-03-2006, 11.49.30
Leggi il capitolo "il crollo delle torri gemelle"
http://www.luogocomune.net/site/modules/911/index.php

Come tutto questo dossier, a prescidere dalla verità che (come dice luka) non sapremo mai, è decisamente molto interessante anche per tutta una serie di informazioni tecniche e politiche che non conoscevo.

:)

Anzi, priam di leggere, dai uno sguardo qui e alle pagine successive http://www.luogocomune.net/site/modules/911/index.php?filename=911/verprob/verprob.html

:)

roberto45
03-03-2006, 11.56.33
Signori, un po' di realismo; pensate davvero che "qualcuno", non convinto di atterrare le torri con gli aerei, abbia anche per sicurezza minato i pilasti negli interrati? O semplicemente i rumori che vi si sentivano erano da attribuire agli ascensori che vi precipitavano. Andare a complicare gli interventi sicuramente aumentava il rischio di essere scoperti innanzitempo.
Per quanto riguarda il bombardiere, ricordiamoci che erano molto più piccoli degli aerei commerciali attuali e che la struttura degli edifici antichi ha coefficienti di sicurezza maggiori. Non facciamo dietrologia per correre dietro alle nostre inclinazioni. Si puo mantenere un segreto per molto tempo se sono pochissime le persone a conoscenza del fatto ma, come in questo caso sono almeno alcune decine ad aver cooperato, i segreti sono destinati ad essere in breve tempo non tali.
Ricordate l'aereo del torino sulla Mole antoneliana .
Non credete a voci false e tendenziose messe in giro ad arte da persone in malafede !

gardy77
03-03-2006, 12.01.19
ho letto velocemente alcuni articoli e devo dire la verità mi hanno aperto gli occhi..

non pensavo ci fossero così tante discrepanze tra versione ufficiale e racconto dei fatti...

cavolo mi viene male a pensare che gli americani abbiano organizzato loro tutta questa messinscena con migliaia di morti per un loro secondo fine :(

Gigi75
03-03-2006, 12.15.54
Come dice quell'articolo, si sbaglia a dire gli americani.
Se ciò la verità ufficiale non è realtà, non è colpa degli AMERICANI, ma di uno sparuto gruppo di criminali al potere che vede il mondo in modo del tutto difforme da come lo vediamo noi.

Gli americani "popolo" sono le prime vittime, come lo sono state in passato fin dai secoli precedenti.

Molto interessanti gli esempi del passato in cui sono stati ammazzati altri americani per avere un pretesto politico.

Continuo a ripetere che quel sito non può essere letto a sprazzi, non rende perchè l'impostazione non è di portare singoli esempi inspiegabili.

una cosa è mostrare che ciascuna incongruenza può anche essere spiegata - in maniera magari un pò acrobatica, ma teoricamente possibile - senza dover implicare per forza una cospirazione, ben altra è pensare che davvero tutte queste incongruenze si siano verificate nel corso dello stesso evento storico.

Merita una lettura concentrata davvero (Y)

infinitopiuuno
03-03-2006, 12.17.37
Non so, non me ne intendo di queste cose. Spero ci sia una risposta che arrivi da altri tecnici meno esaltati.

Credo che sarà un po' come l'allunaggio inesistente...

Ve lo lascio volentieri questo thread nella speranza che non si scopra che lo stesso è stato fatto in Spagna per ritirare le truppe dall'Iraq.

Gigi75
03-03-2006, 12.26.20
Originariamente inviato da roberto45
Signori, un po' di realismo;

Certo anche tu potresti avere ragione, ma lasciami cmq più di un dubbio.
Faccio un esempio (anche se come ho detto la teoria non è che ogni esempio è spiegabile, ma il fatto che tantissime coincidenze stranissime si concentrino tutte insieme).

Il proprietario della struttura ammette che nella mattina dell'11.9 un grattacielo minore dello stesso centro è stato fatto implodere (grattacielo del tutto funzionante).

Ovviamente per far implodere un palazzo serve uno studio, posizionare le cariche con cura e tutto il resto. cosa che non può essere fatta in poche ore durante tutto quel casino (e sopratutto senza un fine!).
Posso almeno dubitare del fatto che le cariche erano già state posizionate prima della mattina dell'11.9?
Mi sembra quanto meno umano pensarlo :)

Questo dal punto di vista logico. Altre cose tecniche (come il tipo di caduta, gli sbuffi di materiale, il materiale "esploso" al momento del crollo) fanno dire ad alcuni che ne sanno più di me che è quanto meno "strano".

Ciò che invece contesto a priori è la demonizzazione di chi dice il contrario della verità ufficiale.
Perchè mai dovrebbe essere in malafede? Da quando chi si impegna a studiare un evento arrivando a diverse conclusioni è per forza in malafede?
A questo non ci sto.
In ogni caso io ringrazio chi mi pone un'alternativa che mi faccia arrivare a conclusioni, magari diverse da quelle volute, ma conclusioni frutto della mia testa.

Forse sbaglierò, probabilmente sbaglierò, ma almeno avrò ragionato con il mio cervello :)

gardy77
03-03-2006, 12.45.01
Originariamente inviato da Gigi75
Come dice quell'articolo, si sbaglia a dire gli americani.
Se ciò la verità ufficiale non è realtà, non è colpa degli AMERICANI, ma di uno sparuto gruppo di criminali al potere che vede il mondo in modo del tutto difforme da come lo vediamo noi.

Gli americani "popolo" sono le prime vittime, come lo sono state in passato fin dai secoli precedenti.


sì è vero Gigi ho detto "americani" in senso generale ma intendevo gli uomini di potere americani ;)


cmq i dubbi ci sono e non si posso levare e l'ipotesi del complotto non è assolutamente da scartare ci sono troppe lacune troppe smentite e coincidenze non del tutto spiegate :(

che orrore :rolleyes:

roberto45
03-03-2006, 19.34.54
Se non ho letto male ATTIVISSIMO dimostra con fotografie e consderazioni logiche la malafede del francese che presenta solo gli elementi a coferma di una ipotesi precostituita ed interessata. Ammiro chi pensa con la sua testa in modo critico e disprezzo i figuri che per cassa od ideologia vogliono vedere e far vedere solo quello che comoda loro, ci sono tanti sciocchi che CREDONO per fede. E' solo MANICHEISMO.

afterhours
07-04-2006, 13.29.54
11/9, Moussaoui canta Springsteen
Born in the Usa per le Twin Towers

Il pubblico e la giuria piangono, ascoltando il racconto di quell'11 settembre. Lui, Zacarias Moussaoui, lascia l'aula del tribunale di Alexandria, dove rischia la pena di morte, canticchiando una famosa canzone di Bruce Springsteen, Born in the Usa. Forse addirittura dicendo "burn", brucia. Così si è aperta la fase finale del processo sulla strage delle Twin Towers, che vede alla sbarra il marocchino reo confesso.

I giurati devono decidere se Moussaoui debba essere messo a morte o debba restare in carcere a vita. La sua colpevolezza è infatti già stata riconosciuta. Dopo i discorsi d'apertura dei legali, l'accusa ha iniziato a proporre i suoi testimoni. Tra loro l'ex sindaco di New York Rudolph Giuliani, che ha fatto un racconto teso ed emozionante, e da familiari delle vittime. Quelle parole, quell'orrore provato hanno fatto piangere il pubblico presente in aula e una parte della giuria.

A far da contraltare a queste emozioni, la sfrontatezza e lo spregio del marocchino Zacarias Moussaoui che si è messo a cantare il celebre pezzo di Springsteen, mentre alcuni video mostravano le Torri Gemelle in fiamme e Manhattan colpita dai due aerei kamikaze. C'è chi sostiene che l'unico imputato per gli attacchi, un francese di origine marocchina di 37 anni che rischia la pena di morte, stesse recitando parole leggermente diverse da quelle del Boss, con "burn" (brucia), al posto di 'born'.

Difficile ora pensare che il terrorista marocchino reo confesso, possa evitare la pena capitale, vista la totale assenza di una qualsiasi forma di pentimento da parte dell'imputato.

TyDany
17-05-2006, 13.39.03
La decisione dopo la condanna di Zacarias Moussaoui
11/9, il Pentagono mostra video inedito
Il filmato riguarda lo schianto dell'aereo 77 contro l'edificio del ministero della Difesa. Era stato diffuso solo in parte

WASHINGTON - Hanno atteso che si chiudesse il processo contro Zacarias Moussaoui, l’unica persona incriminata negli Stati Uniti in relazione agli attentati dell’11 settembre 2001. Ora che il «ventesimo kamikaze» di al Qaeda è in un carcere di massima sicurezza con una condanna all'ergastolo, i vertici del Pentagono hanno deciso di diffondere un filmato che mostra l’impatto del volo 77 contro la sede del ministero della Difesa americano nel giorno degli attentati. Il filmato, registrato da telecamere di sicurezza, è stato fino ad oggi mostrato solo in parte: i fotogrammi che mostrano lo schianto vero e proprio dell’aereo sono rimasti fino ad oggi inediti. Curiosamente le immagini riportano la data del 12 settembre, probabilmente per una cattiva regolazione delle apparecchiature di ripresa.

DUBBI - Il filmato è stato consegnato a Judicial Watch, un osservatorio esterno che passa al setaccio le attività del governo federale. Le immagini saranno analizzate dagli esperti e non dovrebbero contenere rivelazioni clamorose ma, secondo il Pentagono, potrebbero mettere a tacere le mille teorie di complotto che hanno condizionato a lungo la dinamica dello schianto del volo dell'American Airlines. L'apparente assenza dei resti delle ali dell'aereo all'esterno del Pentagono e la dimensione della breccia aperta sull'edificio del Pentagono avevano fatto pensare che l'impatto fosse stato provocato da un piccolo aereo o addirittura da un missile, non da un jet di linea di imponenti dimensioni. «Abbiamo combattuto a lungo per avere questo filmato per completare la ricostruzione dell’attentato», ha commentato il direttore di Juditial Watch, Tom Fitton. «Speriamo che, finalmente, il video possa mettere a tacere tutte le voci su un complotto».

Da: www.corriere.it

Per vedere il video:
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/2006/05_Maggio/16/pentagono.shtml

dave4mame
17-05-2006, 14.43.04
Originariamente inviato da Gigi75


In realtà fa un ragionamento molto più articolato dei semplici esempi. Cmq riporta l'esempio dell'Empire State Building che decine di anni fa fu colpito addirittura da un bombardiere (per sbaglio) e rimase intatto.
Con tutto che è un palazzo costruito con tecniche molto più vecchie delle torri :)

diciamo anche che un b25 (l'aereo che si schiantò contro l'empire) è 10 volte più leggero di un 727 e ha a bordo 1/12 della benza (pardon: cherosene).

a sto punto posso dire che casa mia è meglio delle TT; se gli va contro un ultraleggero al massimo mi rompe i vasi dei fiori...

gardy77
17-05-2006, 16.14.58
ho visto l'ultimo video dell'aereo del Pentagono ma sono molto scettico...

c'è una "cosa" bianca che in effetti vola molto bassa e sembrerebbe un aereo ma mi sembra tanto piccolo non di certo un aereo di linea come un Boeing :o

zen67
17-05-2006, 16.30.47
Originariamente inviato da gardy77

c'è una "cosa" bianca che in effetti vola molto bassa e sembrerebbe un aereo ma mi sembra tanto piccolo non di certo un aereo di linea come un Boeing :o

ovviamente la velocità del presunto aereo sarebbe abbastanza elevata e di default i registratori del sistema di telecamere a c.c. sono tarati per fare registrazioni più sul tempo che sulla qualità dell'immagine di qualche decina di frames...
comunque... il terrorista ha avuto la sua visibilità, il presidente ha avuto la sua guerra, gli unici ad andarci di mezzo sono come sempre le vittime che si ritrovano in mezzo...(F)

gardy77
25-05-2006, 09.58.04
ma secondo voi il video di Bin Landen dove dice di essere il responsabile dell'attacco alle Torri Gemelle è vero? :mm:

exion
25-05-2006, 10.41.27
Originariamente inviato da gardy77
ma secondo voi il video di Bin Landen dove dice di essere il responsabile dell'attacco alle Torri Gemelle è vero? :mm:


è vero :)

L'unico dettaglio è che non ha mai sostenuto di essere il responsabile :D

Dice solo che se ne rallegra, che è una cosa fantastica, ma mai ha detto di esserne l'organizzatore....

Però poi la propaganda ti rigira la frittata come vuole... Allora Bin laden diventa, per tutti, "quello che ha fatto radere al suolo le Torri Gemelle".

E lo dico, sia chiaro, non a difesa di Bin Laden, mi pare ovvio, ma lo dico perché se effettivamente un giorno si scoprisse che Bin Laden non ha organizzato o nemmeno ispirato quegli attentati ma se ne è solamente compiaciuto, la cosa sarebbe gravissima. Significherebbe che tutti siamo stati deliziosamente gabbati per anni.

Paco
29-05-2006, 22.32.40
Ho visto la puntata di Matrix con Giulietto Chiesta e Taradash. É stato uno spettacolo indegno.

Chiesa ha portato per argomentazioni tante panzane che girano per la rete di cui si è occupato più volte Paolo Attivissimo. Taradash che è stato chiamato all'ultimo minuto ha ammesso di non avere le conoscenze tecniche per controbattere.

Alla fine della puntata lo spettatore era più confuso di prima. Sembrava quasi che Chiesta avesse ragione.

Che tristezza.

nikzeno
31-05-2006, 18.49.23
Dalla newsletter di Paolo Attivissimo

[IxT] Stasera Matrix, 11 settembre con sorpresa?

Ho appena finito una giornata di collaborazione-lampo con la
redazione di Matrix, e mi dicono che stasera dovrebbe andare in onda
una puntata dedicata all'11 settembre nella quale verranno messe a
confronto le mie ricerche con le ipotesi alternative di Luogocomune.net.

Se la cosa vi interessa, sintonizzatevi!

Ciao da Paolo.

Gigi75
31-05-2006, 20.03.05
Me lo vedrò con piacere perchè a dire il vero ho trovato che le confutazioni di Attivissimo sono molto minori rispetto ai tanti elementi che Luogocomune affronta ed evidenzia.


:)