PDA

Visualizza versione completa : Cogne


Pagine : [1] 2 3 4 5 6 7

Billow
15-03-2002, 08.37.01
Tragedia di Cogne...


ieri mi son guardato Bruno Vespa per tutta la sera,

non mi sembra possibile che una madre, (per quanto stressata) possa agire come la volevano descrivere,

ragioniamo solo su di un fatto...
io MADRE, uccido il mio bambino... e poi vado nel panico più totale, quasi da crisi epilettica, alla scoperta del fatto ???

inizio ad urlare, a chiamare a destra e a manca aiuto ... sia per telefono.... che a voce ????


e poi.... se c'era 'sta premeditazione e lucida follia, poteva almeno far sparire il pigiama, o toglierlo in fase di omicidio...


come sempre la "ECCELLENTE magistratura ITALIOTA" ha pescato il più credibile, non l'assassino...

oltretutto è molto facile dare la colpa alla madre.....

non so che pensare.. sono sconcertato !!! :eek: :eek:

GiuFor
15-03-2002, 08.49.03
Anche io ieri sera, nel fare zapping poi mi sono ritrovato su Porta a Porta.

Una storia veramente incredibile...:(

Non sò proprio cosa dire..:eek:

Il lasco di tempo che l'omicida ha compiuto il fatto è veramente breve... con molte probabilità, che sia stata lei è vero...

Il pigiama e le ciabatte, per me non sono la vera prova, ma da quello che ho sentito, prima di accompagnare Davide a scuola lei è ritornata in casa per calmare Samuele e poi è scesa per accompagnare in definitiva Davide. Secondo me è lì che è accaduto il tutto..:(

Adrian
15-03-2002, 08.56.24
Sono d'accordo con te..
..non si sta pensando a scoprire il vero assassino ma a trovare un capro espiatorio che tolga la " patata bollente" dalle mani degli inquirenti.
La pressione dei media si sta facendo tale da costringere chi di dovere ad affrettare le cose.

Senza contare poi che mancano sia l'arma del delitto che il movente.

Mi fa ribrezzo pensare che viviamo in un mondo condizionato dai media, dove un magistrato che si senta col fiato sul collo ordini l'arresto di una persona senza prima un'avviso di garanzia.

Lui si difende dicendo che si avevano prove a sufficienza per saltare questa procedura..
..ma secondo me si aveva solo fretta di trovare un colpevole.

Ciao Tony.

Billow
15-03-2002, 09.04.00
non prove ti correggo...
sono indizi,.,,,,


cito Bruno VESPA.... e quel magistrato che si sente molto taricone... negli atteggiamenti...


L'assassino aveva addosso il pigiama......
la madre aveva addosso il pigiama


ergo la madre è l'assassino...


MA DAIIIII....

Adrian
15-03-2002, 09.14.04
Infatti...senza l'arma e le relative impronte..
..senza testimoni...
..senza un movente..

..si hanno solo prove indizziarie..

..come ho gia detto..hanno solo voglia di chiudere il caso al piu presto e scaricarsi sta pressione di dosso...

...UN'INDECENZA...

Nothatkind
15-03-2002, 09.36.43
Bravo, proprio la pressione è il problema. Ormai sono parecchie settimane che c'è un continuo tamtam su questa storia, ed è orribile vedere come i giornalisti stiano strumentalizzando tutto per riempire di pagine e pagine i loro giornali o telegiornali...
Certo, la storia in sè è orribile, anche se, personalmente, credo benissimo che possa essere stata la madre, però non mi sembra giusto tormentare un intero paese per tutto questo tempo. E se il colpevole fosse, che ne so, il maggiordomo, tanto per dirne una? La famiglia di Samuele è già rovinata, ormai, lo sputtanamento sarebbe comunque globale, e, per la gente, la madre rimarrebbe comunque "una grossa indiziata per l'omicidio del figlio".
Detesto l'accanimento giornalistico... capisco il diritto di cronaca, ma non il diritto di massacrare la gente.

ciao

Pola
15-03-2002, 20.26.34
Originariamente inviato da Billow
Tragedia di Cogne...

ieri mi son guardato Bruno Vespa per tutta la sera,

non mi sembra possibile che una madre, (per quanto stressata) possa agire come la volevano descrivere,

ragioniamo solo su di un fatto...
io MADRE, uccido il mio bambino... e poi vado nel panico più totale, quasi da crisi epilettica, alla scoperta del fatto ???

inizio ad urlare, a chiamare a destra e a manca aiuto ... sia per telefono.... che a voce ????

e poi.... se c'era 'sta premeditazione e lucida follia, poteva almeno far sparire il pigiama, o toglierlo in fase di omicidio...

come sempre la "ECCELLENTE magistratura ITALIOTA" ha pescato il più credibile, non l'assassino...

oltretutto è molto facile dare la colpa alla madre.....

non so che pensare.. sono sconcertato !!! :eek: :eek:

Anch'io, ieri sera, ho seguito il programma di Vespa e, sinceramente, non so che pensare!:eek:

Se ben ricordo, il Gip ha riassunto in 83 pagine tutto ciò che é successo in quella casa (sulla base di tutte le perizie fatte dal Ris di Parma e le indagini interne alla casa), nel lasso temporale di pochi minuti, arrivando alla definizione di omicidio volontario ...

Secondo me, questa donna ha realmente avuto (come hanno ipotizzato gli psicologi) uno sdoppiamento della personalità ... altrimenti, in condizioni mentali normali, una madre non potrebbe mai arrivare a pensare di compiere un atto così feroce nei confronti del proprio figlio ... figuriamoci a compierlo.
E, purtroppo, ho il sospetto che la sua vicina di casa (la psicologa) l'abbia aiutata a nascondere qualcosa ... inoltre, mi ha molto sorpreso sapere che, a detta dei medici, i suoi primi interventi per rianimare quel povero bimbo siano stati definiti quantomeno "strani" e non adatti a quell'urgenza.

Questa psicologa ha, poi, ritrattato, due volte le sue dichiarazioni ... insomma,IMHO, esistono parecchi elementi che non mi convincono e queste mie riflessioni, fatte su alcuni stralci dell'ordinanza letta ieri sera, non vogliono certo essere dei giudizi.

Però, vorrei tanto capire ...

Ciao.

twinpigs
15-03-2002, 20.58.48
boh ..
non mi convince l'idea del "maniaco" che in 8 minuti ha confezionato un delitto alla hitckok .. tutto nei minimi particolari .. e senza lasciare tracce (nessun indiziato se escludiamo la madre, il fratello e il padre)

nn credo neppure che il pm sia una testina ...
un raptus di follia imho è la tesi più convincente ... ne succedono di queste cose ...

Billow
15-03-2002, 22.33.13
A me non convince molto ..

il comportamento della dottoressa....

oppure il fatto... che possa essere stato il fratellino
(ipotesi che nessuno ha perso in considerazione) ma conosciamo gli odii che si instaurano tra fratelli :(

e che la madre lo copra...

IrONia
15-03-2002, 22.44.39
sono confuso:confused:

se è stata lei è oribbile....


bisogna trovare il colpevole..ma non un innnocente:rolleyes:


ciaooooooo:D :D :)

twinpigs
15-03-2002, 23.19.39
Originariamente inviato da Billow
....oppure il fatto... che possa essere stato il fratellino
(ipotesi che nessuno ha perso in considerazione) ma conosciamo gli odii che si instaurano tra fratelli :(

e che la madre lo copra... infatti è la 1° cosa che ho penzato appena mi sono sorbito la notizia il 30 gennaio ...
che la madre lo copra dovrebbe essere conseguenziale a ciò ... cioè .. il pigiama intriso di sangue è il suo .. ed il fatto che l'hanno trovato candidamente ripiegato nell'armadio potrebbe far pensare cke la mamma lo abbia fatto apposta appunto per coprire e farsi incolpare (cuore di mamma) ...


credo comunque che presto qualcuno canterà

Pola
15-03-2002, 23.38.45
Proprio ieri sera, dopo la trasmissione, mio marito ha pensato al fatto che, forse, il fratello maggiore potesse essere (in qualche modo) parte in causa ...
Come già detto nei vari tg, era stato chiamato a rispondere ad alcune domande ... se fosse implicato (in qualche modo) gli inquirenti se ne sarebbero accorti: insomma, come si riesce alla età di 7 anni, a nascondere queste emozioni devastanti?
Non so, mi sembra incredibile ... e, poi, hanno detto che i colpi sono stati inferti da un adulto in posizione eretta ...

Un' altra cosa che mi ha fatto pensare: le pantofole (o zoccoletti)insanguinati sono della misura 38 mentre la madre ha il 36 ... per quale motivo lei avrebbe dovuto calzare pantofole di 2 numeri più grandi? Non trovava più le sue oppure era abituata a mettersi quelle di ... CHI??? Del marito o del figlio maggiore?
Insomma, il discorso anche qui, IMHO, non fila liscio ...

E, poi, perché non vengono alla luce i reali problemi depressivi o di stress che aveva questa donna nei tempi precedenti?
Forse, nessuno ne era a conoscenza ... forse, lo sapeva solo la sua amica psicologa/vicina di casa ... cosa nasconde questa dottoressa ma, soprattutto, perché?

Mulder
16-03-2002, 03.11.33
Cogne è uno dei posti più tristi e terribili della terra!(W) (W)

Sono stato in quel posto orribile per quasi un anno..

A mio parere la madre si Samuele non essendo del posto è impazzita..come vi posso garantire chiunque impazzirebbe..

In quel posto dimenticato o ci nasci o se provi a viverci sicuramente finisci in un manicomio.

Al di la questo come fate a scandalizzarvi dopo che avete sentito storie come quella di Erika e Omar di Novi Ligure?
Dove una ragazza ha ucciso Madre e Fratellino con non so quante coltellate?
La pazzia umana non ha limite..non è spiegabile..le menti dissociate credo possano fare questo ed altro.
E penso che la mente umana sia anche in grado di dimenticare quello che ha fatto..di rimuovere certi avvenimenti..magari come forma di autoprotezione.

Quindi non mi stupisce per niente questa storia e sono convinto al 100% che l'unica colpevole o meglio esecutrice del delitto sia LA MADRE!
Gli INDIZI possono essere indizi solo se ci sono altre soluzioni possibili...ma in questo caso gli indizi sono PROVE!

D'altronde di fronte ad una continua negazione dei fatti e degli eventi ci si deve per forza muovere sulla base di deduzioni derivanti da giorni e giorni di analisi.

Credo a mio modesto parere che abbiano pure aspettato troppo!

40 gg non sono pochi.E visto che forse ci troviamo di fronte ad una persona totalmente instabile la reiterazione delle proprie azioni era una cosa probabile e non così strana.

I giudici in passato hanno spesso commessi errori..io sono il primo a non tollerare la carcerazione preventiva..la pena di morte..ecc ma ripeto che di fronte a tutti gli elementi raccolti non si possa che essere d'accordo con l'operato della magistratura.

40 gg di indagini, 40 gg durante i quali penso che chi dovesse decidere se arrestare o meno la madre del bambino non abbia dormito sonni tranquilli.

Privare della libertà altrui un altro essere umano è un'azione forte,dura e penso che chi finalmente l'ha presa non l'ha fatto a cuor leggere ma dopo giorni e giorni di deduzioni,interrogatori e magari notti insonni.

Stefania Cuge fu la prima a dire che anche lei è una Madre e che quindi poteva immaginare come si possa sentire un'altra madre che perde un figlio.

Ma quando la stessa vittima è il carnefice mi dite come si può agire senza FERIRE gli animi di tutti ma mettendo al riparo chi è ancora vivo da chi può fargli selvaggiamente del male senza magari rendersene neanche conto?

Oppure vogliamo chiamare jessica Fletcher per risolvere il caso?

Credo che quello che oggi viviamo e vediamo sia la cosa giusta.
Se mi sbaglio sarò il primo a pentirmene ma se io fossi stato il giudice che doveva prendere la decisione in merito all'arresto non avrei potuto fare altro che fare quello che è stato fatto.(Scusate il giro di parole).

Vi auguro una buona notte..sperando che eventi del genere ne succedano sempre di meno..e magari grazie ad una crescita culturale della società.

Notte

Billow
16-03-2002, 09.58.50
un paio di obiezioni ...

1) CHI è Stafania Cuge... ??

2) la storia di novi ligure è nettamente differente...
il mondo è pieno di ragazzine bionde in conflitto con la famiglia e la società stessa, che non sanno stare al mondo...
Erika era uno di queste, ed ha trovato (per sfiga o per amore - uno che le ha dato corda - MAURO)
che da adolescente innamorato avrebbe fatto di tutto per lei...
a confutazione di questo....
chi di voi non ha pensato di scappare di casa a 17 anni ??

io sono persino sparito per 3 gg. - con i miei che stavano impazzando a cercarmi.... (ed ero semplicemente in barca a vela con amici + grandi) ;)

3) In merito a Cogne non ne ho idea.. ma mi richiama molto i paesini della NS. Carnia (in Friuli) che sono suppergiù come l'ameno villaggio valdostano...

4) si dice che i colpi siano stati inferti da un ADULTO...

avete mai provato la forza di un ragazzino incazzato nero di 8/10 anni ???
non riuscivamo a tenerlo in 2 ....
2 manzi da 85/90 Kg....

quindi ... proprio sul fratellino... andrebbero girate le indagini...
(non me ne vogliano i sostenitori dell'infanzia infelice) ...

in questo forum le donne non mancano.. vorrei proprio vedere quale di loro ..... da 18 ai 98 anni.... troverebbe il coraggio di far del male al prioprio figlio ..... vieppiù di 3 anni

cinghialozzo
16-03-2002, 21.49.49
Originariamente inviato da Billow

2) la storia di novi ligure è nettamente differente...
il mondo è pieno di ragazzine bionde in conflitto con la famiglia e la società stessa, che non sanno stare al mondo...
Erika era uno di queste, ed ha trovato (per sfiga o per amore - uno che le ha dato corda - MAURO)
che da adolescente innamorato avrebbe fatto di tutto per lei...
a confutazione di questo....
chi di voi non ha pensato di scappare di casa a 17 anni ??
[/B]

Non me ne volere....ma non sono d'accordo.
Ho letto alcuni stralci dei verbali processuali (tra l'altro sono in giro su internet se a qualcuno interessano)....da profano....il tribunale minorile ha emesso una sentenza esemplare, il massimo della pena comminabile. Ma queste sono cose tecniche per cui lasciamo perdere. Ciò che è agghiacciante è quello che emerge dall'analisi dell'ambiente familiare, sono verbali molto duri (ahimè) sia sulla povera Susy Cassini che sull'ancor più povero Francesco De Nardo (dico povero perchè sono vicino al suo dolore). Sono analisi da esperti...molto complesse, difficili da comprendere pur avendo un grado d'istruzione elevato...molto elevato.... figuriamoci per generazioni parentali che nel dopoguerra purtroppo (certo non per colpa loro) non hanno mai affrontato relazioni familiari in modo approfondito. Vi consiglio di leggerle.
Mesi di relazioni degli psichiatri che hanno studiato i due ragazzi.
E' un viaggio nella parte buia della mente. Cose che forse l'evoluzione della nostra specie ancora non può cogliere pienamente.
Vedi Billow, quando tu dici..."quante ragazzine ci sono con conflitti familiari incapaci di stare al mondo..." è proprio questo il punto.....è una sottovalutazione del problema.....ma più che sottovalutato è visione parzialmente cieca...... conta tantissimo ciò che ti è stato passato non solo consciamente, ma anche inconsciamente.......velatamente si parla d'incapacità nello svolgere il ruolo di genitore...come modello equilibrato.
E' una cosa difficilissima da realizzare....ecco perchè credo ci voglia solo rispetto e tanto tanto silenzio verso ciò che ancora sta molto lontano da noi.....

Per quanto riguarda Cogne.....beh nessuno è colpevole fino alla cassazione e lungi da me il giudicare...ma se per un solo istante aveste avuto il dubbio (come lo avuto io) che questa donna possa essere colpevole e vi siate chiesti il perchè di questo gesto.....provate a leggere qui.....forse in queste poche righe c'è qualcosa di quella parte buia che ancora non riusciamo a decifrare

(Del 16/3/2002 Sezione: Cronache italiane Pag. 6) LA STAMPA


IN CELLA, LONTANA DAI SOSTEGNI CUI SI E´ SEMPRE AFFIDATA
Le due certezze di una donna sola
Il marito e la dottoressa Satragni, unici modelli di «perfezione»



Inviato a COGNE

«Nessuno è un mostro», diceva pochi giorni fa alla «Stampa» il vescovo di Aosta, monsignor Giuseppe Anfossi. E adesso gli fa eco la gente di qua, anche quella che aspettava questo arresto e, ora che l´ha visto, è colpita dalla fragilità di Anna Maria. Adesso, pensando alla cella e al ripetere «Non sono stata io», rivedono meglio la fragilità non soltanto delle ultime immagini televisive, ma anche quelle dei giorni lontani del funerale, quando la sorreggevano il marito Stefano e la dottoressa Ada Satragni, le due figure forti, significative, di questa storia, i due che disperatamente voleva in casa di fronte al corpo di Samuele. Anna Maria, figlia di una famiglia grande, a far da mamma ad altri dieci, destinata senza scelta a un ruolo che ricoprirà anche nel futuro: dedicarsi agli altri, aspettarli, accudirli, senza una sua vita di relazione. Anche quassù, tra i monti che ha scelto, la sua giornata torna ad essere debole, scandita da appuntamenti del dovere casalingo: l´arredo che a lui farà piacere, i bambini che reclamano attenzione, che la riportano indietro, un inserimento che - dicono soltanto adesso qui - è soltanto formale, di conoscenze e non di amicizie, salvo casi rarissimi, di cene e non di tempo suo, tempo di cui appropriarsi. Ha una prima figura cui chiedere certezze. Ed è questo marito giovane, di bella presenza, soprattutto sicuro di sé. Tosto nel lavoro, aperto alle frequentazioni e capace di farsi ben volere fino al punto di entrare in consiglio comunale. Elettricista, guida alpina, uomo politico: Stefano ha successo e lei ne è fiera nella sua routine solitaria. Tanto fiera da aprire casa, fare inviti che risuonano su un modello che ha visto o sentito citare. E´ il modello del bon ton, della eleganza minuziosa, esasperatamente rigorosa della dottoressa Ada Satragni, vicina di casa, con una figlia di sette anni che la mattina incontra alla fermata del tram: elegante, educatissima, sempre linda e garbata. Anna Maria cerca queste due figure forti, ma intanto ci si misura, percepisce il proprio vuoto, seppure ossessionata dal tempo da dedicare al mansueto e chiuso Davide e al piccolo e vivacissimo Samuele. La gente che ci ripensa ora, riscopre come fosse più allegra e aperta quando abitava nell´alloggio affittato dal parroco, come quel meraviglioso isolamento con la stessa montagna sempre davanti la lasciasse carina e gentile di fuori, forse meno dentro. Eccola qui l´ansia, l´ansia che cresce, la paura della solitudine, quando devi affrontare un malessere da sola. Quando pensi che, dopo una notte difficile, non soltanto chi hai vicino ma persino i camici bianchi del 118 non ti capiscano. «Telefona a Ada, telefona a Ada», grida alla vicina di casa quando vede il corpo di Samuele. E Ada arriva, guarda per un momento il corpo, poi esegue alcune manovre e lei la segue. Le si affida. Salvo poi in tv precisare, senza che nessuno glielo chieda, che non c´è amicizia, soltanto un rapporto casuale per i piccoli malori dei figli. E sono anche parole della dottoressa a entrare fra gli elementi accolti dal giudice per le indagini preliminari: sono quelle testimonianze che smentiscono alcune certezze di Anna Maria. Ma ancora nei primi giorni la vuole accanto e vediamo Ada Satragni che le regge e le cinge la schiena con il braccio. Lei, non le sorelle. E´ l´unica forza, l´unico sostegno che sente affidabile con quello che sta alla sua destra, quello del marito, che tiene duro, trattiene la commozione e, come la dottoressa, le fa forza, la incita a resistere, la coccola e la carezza. Al quale, appena arrivato alla casa, aveva detto: «Aiutami a fare un altro figlio», come a non perderlo, a non essere sgridata perché era accaduto mentre lui non c´era. I due modelli di sicurezza, di perfezione ai quali ha sempre guardato e che ora le sono lontani. Erano i giorni del sospetto, quando ripeteva «non sono stata io» e li aveva accanto a rassicurarla che non era stata lei, che forse sbagliavano a pensare a un fenomeno dissociativo. E che ora le sono lontani, dalla cella delle Vallette dove sta rinchiusa, dove la sorvegliano a vista con professionalità e comprensione, ma anche dove quella lontananza brucia più che in tutte le giornate della sorridente routine di Cogne.
Marco Neirotti

Mulder
16-03-2002, 22.51.30
Senza Parole...

fantaman
16-03-2002, 23.11.26
A parte il fatto che con questa storia i giornalisti hanno fatto delle figure da pirloni come poche volte prima d'ora, tipo quelle che loro continuavano a chiamare "fuga di notizie", quando invece si trattava di "invenzione di notizie". E il giudice sempre a smentire...
Etica professionale e controllo delle fonti per molti giornalisti sono optional ormai. Si sente sempre meno gente che afferma con sicurezza qualcosa perché l'ha sentito dal telegiornale! Ormai se si sente qualcosa al telegiornale, è lecito aspettarsi che sia successo tutt'altro!!!

In ogni caso, per quanto riguarda la storia di Cogne, io penso che sia avvenuto un colloquio del genere tra il giudice XYZ e il procuratore ZYX:

procuratore ZYX: maaaa, da quanto tempo va avanti sta storia qua del bambino assassinato? Cioè, le ricerche dell'assassino... non stanno andando un po' per le lunghe?

giudice XYZ: beh, effettivamente, è già un mese e mezzo. Il problema è che non ci si capisce un tubo, non riusciamo a risolvere una cippa...

procuratore ZYX: oh! qua bisogna tirare le somme, mica possiamo andare avanti in eterno! Quanto abbiamo speso fin'ora per questa storia?

giudice XYZ: mah, ho sentito cifre attorno al milione di euro...

procuratore ZYX: cioè, qua spendiamo un fiume di soldi, perdiamo un sacco di tempo, l'opinione pubblica ci sta addosso, e non abbiamo capito niente, non abbiamo prove su nessuno, non abbiamo l'arma del delitto?!

giudice XYZ: allora facciamo così, arrestiamo la madre del bambino, perché è stata sicuramente lei, me lo sento. Così facciamo vedere che non siamo totalmente imbranati e che i casi li risolviamo! Poi se verrà fuori che è innocente, fra un paio d'anni la cosa si sarà sgonfiata e non saremo nell'occhio del mirino.

procuratore ZYX: mi pare una buona idea. Procediamo così allora :)

E' andata così vi dico, sono sicuro!
E adesso la faranno confessare a suon di mazzate :D
(va beh, quella delle mazzate forse è un'esagerazione, ma il riassunto semplificato del colloquio che ho proposto, secondo me non è così campato in aria... ;) )

Mulder
16-03-2002, 23.15.55
Se quello di prima era un Senza Parole..

Questo è un

Pola
16-03-2002, 23.31.09
Rispetto le idee e le riflessioni fatte da Cinghialozzo e Fantaman ma resta un dato di fatto, provato ed accertato rappresentato dal pigiama.
E' stato verificato che appartiene alla madre e su di esso sono state trovati schizzi di sangue a punto esclamativo che sono molto diversi dalle macchie di sangue largheche si imprimono sul tessuto quando ci si appoggia ad un corpo immerso in una pozza di sangue ...

Questo non é un giudizio ma solo una mia ennesima riflessione ...

ZaMM
17-03-2002, 01.12.04
Per fortuna che non tocca a noi indagare e giudicare.

Caso mai, ci dovremmo ricordare che il mostro non è poi così diverso da noi...

Billow
17-03-2002, 11.11.35
non lo so ..

ho letto tutti i rply.. e l'articolo segnalato...
- ne avevano parlato anche in TV....
- sull'articolo si dice che l'ora del delitto non è quella esatta....
ma ancrebbe spostata indietro di almeno 30 min..
ovvero alle 7.30 di mattino....


io da bravo BUONISTA... non posso credere che una madre arrivi a tanto...

anche in preda ad un raptus di ira...
dai al malcapitato quattro sberle...


non gli spappoli il cranio....

Lionsquid
17-03-2002, 11.30.45
Originariamente inviato da Billow
non lo so ..

..............
io da bravo BUONISTA... non posso credere che una madre arrivi a tanto...

anche in preda ad un raptus di ira...
dai al malcapitato quattro sberle...


non gli spappoli il cranio....

..già, ma questo è il comportamento di una persona normale, con normale equilibrio psichico....si perdono le staffe e ci scappa la sberla....:(.....

....ma un'individuo che non possiede un normale equilibrio....l'eccesso è dietro l'angolo.....e i media ci inzuppano il biscotto....infatti in tempi recentissimi, a turno, tutte le reti :S danno notizie di famiglie sterminate per attacchi di pazzia di uno dei genitori.

Io non riesco ad immaginare cosa sia successo....ma se è stata la madre in un momento di sdoppiamento di personalità.....non si scoprirà nulla a meno di metterla sotto ipnosi e affidarla agli strizzacervelli......

:(

bye

Skorpios
17-03-2002, 13.02.29
Originariamente inviato da Billow
non lo so ..

ho letto tutti i rply.. e l'articolo segnalato...
- ne avevano parlato anche in TV....
- sull'articolo si dice che l'ora del delitto non è quella esatta....
ma ancrebbe spostata indietro di almeno 30 min..
ovvero alle 7.30 di mattino....


io da bravo BUONISTA... non posso credere che una madre arrivi a tanto...

anche in preda ad un raptus di ira...
dai al malcapitato quattro sberle...


non gli spappoli il cranio....


Ciao Billow,
io invece penso che una "madre" sia innanzitutto un essere umano, e come tale soggetta ad un'infinita serie di condizioni mentali, psichiche e fisiche che "prevedono" la Sanità e la Patologia...

Comprendo perfettamente il profondo disagio e l'intimo turbamento che scaturiscono dall'apprendere simili notizie, ma penso anche che questi eventi facciano semplicemente parte dell'immenso e imperscrutabile mistero che ci circonda...

Che poi i fottutissimi mass media ci sguazzino o meno, bè sono affari loro, e non meritano di essere idealizzati...

Pola
17-03-2002, 21.58.43
Originariamente inviato da Lionsquid

....................
Io non riesco ad immaginare cosa sia successo....ma se è stata la madre in un momento di sdoppiamento di personalità.....non si scoprirà nulla a meno di metterla sotto ipnosi e affidarla agli strizzacervelli......

:(

bye

Sono completamente d'accordo con te.
Se ha avuto uno sdoppiamento della personalità ... non potrà mai ricordare (ciò che é successo e le azioni che sono state compiute) in un interrogatorio di routine ma dovranno essere usati medoti adeguati a questo caso particolare.

Ciao.

fantaman
17-03-2002, 22.21.38
Ehm... già che me la sono presa con i giornalisti e con gli inquirenti, ora me la prendo anche con psicologi e psichiatri :)
Ragazzi, questa gente va presa con le molle. La psiche umana non può essere ricondotta a una scienza esatta, e non è raro che due psicologi la pensino diversamente su uno stesso paziente!
Meglio di niente, certo, ma stiamo attenti... ;)

Lionsquid
18-03-2002, 00.11.33
Originariamente inviato da fantaman
.........
La psiche umana non può essere ricondotta a una scienza esatta, e non è raro che due psicologi la pensino diversamente su uno stesso paziente!
Meglio di niente, certo, ma stiamo attenti... ;)

..infatti, in questi casi opera un pool di esperti....


bye

gidierre
18-03-2002, 00.32.38
> in questi casi opera un pool di esperti....

che genera un ocean di str***ate

The_Prof
18-03-2002, 10.14.05
Non voglio entrare nel merito della innocenza o colpevolezza della madre.
Quello che non tollero piu' e' il sistema giudiziario italiano (vedi anche il caso Corbelli).
Hanno arrestato la madre perche' il giudice ritiene che le prove raccolte dagli inquirenti siano sufficienti a formulare un arresto per omicidio volontario (in America omicidio di primo grado).
A questo punto in pochi giorni, si instaura il dibattito preliminare tra accusa e difesa, ed il giudice decide se rinviare a giudizio l'imputata.
Qui in Italia si arresta una persona per prove indiziare, per sillogismi, per un semplice motivo:
Tentare di fare confessare il presunto colpevole attraverso interrogatori del GIP, che dopo l'arresto non hanno senso.
Questo sistema giudiziario (e qui vorrei sentire il parere di persone piu' autorevoli) si basa IMHO sul codice di procedura penale romano.

Ciao :)

Orchidea
18-03-2002, 10.46.11
Originariamente inviato da gidierre
> in questi casi opera un pool di esperti....

che genera un ocean di str***ate

Quali?

Motiva la tua affermazione che mi pare tanto una frase a effetto, o una str***ata come diresti tu. :rolleyes:

Cecco
18-03-2002, 18.08.30
Non voglio parlare, seppure abbia un'idea precisa, dell'ennesimo efferato delitto, non voglio parlare dei magistrati che pur tante volte si sono giustamente esposti a critiche, voglio invece puntare l'indice sui mass media e sulla spettacolarizzazione di ogni evento e senza ormai più nessun freno o ritegno.
A mia moglie che al tempo mi criticava per il fatto che consentivo ai bambini di vedere films un pò paurosi o violenti, rispondevo che almeno con la mia presenza potevo insegnar loro che si trattava di finzione ma quale scusa avrei potuto trovare per le scene atroci giornaliermente prodotte in TV dai tg e che i bambini subito riconoscevano purtroppo come orribile realtà!
La censura è grave lesione della libertà, ma la mancanza di ogni limite, l'ignoranza dei danni che si producono sulle nuove generazioni mi fa gridare "VIVA LA CENSURA".
Che dire poi dei fatti giudiziari dal momento che i processi vengono celebrati in TV prima che nei tribunali! Disgustoso.

gidierre
18-03-2002, 21.25.04
Originariamente inviato da Orchidea


Motiva la tua affermazione che mi pare tanto una frase a effetto, o una str***ata come diresti tu. :rolleyes:

Non capisco.. perché dunque vorrebbe perder tempo con chi dice simili str***ate, Vostro Onore ?

---------------------------------------


A proposito, Lionsquid, ma quando tu dici :
..infatti, in questi casi opera un pool di esperti....
io spero tanto tu stia celiando, o stai forse correggendo fantaman ?

Scusami, ma l'idea di un pool di esperti psicopompi dal cui coacervo scaturisca una superiore 'veridicità' io la trovo cosi grottesca che neanche Francis Bacon in uno dei suoi più cruenti incubi.
Il pool di esperti aruspici non è 'meglio di niente' (fantaman) è molto peggio.
E' la parodia dell'expertise.
E' la convention dei "maestri del nulla".
E' la personificazione di due aurei detti antecedenti all'ideazione di qualunque pool :

turba medicorum mors certa

e

quod gratis adfirmatur gratis negatur.

Lionsquid
18-03-2002, 23.31.43
Originariamente inviato da gidierre


Non capisco.. perché dunque vorrebbe perder tempo con chi dice simili str***ate, Vostro Onore ?

---------------------------------------

A proposito, Lionsquid, ma quando tu dici :
..infatti, in questi casi opera un pool di esperti....
io spero tanto tu stia celiando, o stai forse correggendo fantaman ?

Scusami, ma l'idea di un pool di esperti psicopompi dal cui coacervo scaturisca una superiore 'veridicità' io la trovo cosi grottesca che neanche Francis Bacon in uno dei suoi più cruenti incubi.
Il pool di esperti aruspici non è 'meglio di niente' (fantaman) è molto peggio.
E' la parodia dell'expertise.
E' la convention dei "maestri del nulla".
E' la personificazione di due aurei detti antecedenti all'ideazione di qualunque pool :

turba medicorum mors certa

e

quod gratis adfirmatur gratis negatur.

non mi sono mai permesso di correggere opinioni altrui, semmai fatti e procedure tecniche, ma mai opinioni....
mentre per il "celiando" gradirei un chiarimento dato che non capisco il significato.

Con il post esprimo che possono esserci diverse interpretazioni, e il confronto tra esperti possa produrre risultati migliori. Tutto qui. Ovviamente riconosco loro una competenza in materia....non mi sogno di disprezzarla, sminuirla o trovarla grottesca. Non è il mio campo.

Quanto al resto della tua.......non sono all'altezza culturale di risponderti. Quando non conosco gli argomenti evito di entrare nel merito per non sparare st***ate. :)

Voglio sperare quindi che esprimere un'opinione non venga considerato "parlare a sproposito".

bye

Kandran Kane
19-03-2002, 09.06.41
Originariamente inviato da Billow
Tragedia di Cogne...


ieri mi son guardato Bruno Vespa per tutta la sera,

non mi sembra possibile che una madre, (per quanto stressata) possa agire come la volevano descrivere,

ragioniamo solo su di un fatto...
io MADRE, uccido il mio bambino... e poi vado nel panico più totale, quasi da crisi epilettica, alla scoperta del fatto ???

inizio ad urlare, a chiamare a destra e a manca aiuto ... sia per telefono.... che a voce ????


e poi.... se c'era 'sta premeditazione e lucida follia, poteva almeno far sparire il pigiama, o toglierlo in fase di omicidio...


come sempre la "ECCELLENTE magistratura ITALIOTA" ha pescato il più credibile, non l'assassino...

oltretutto è molto facile dare la colpa alla madre.....

non so che pensare.. sono sconcertato !!! :eek: :eek:

Premetto che sono parecchio sconcertato dai fatti inerenti la vicenda più che dalla vicenda in sè.

Sono schifato dal comportamento dei giornalisti i quali ancora una volta diranno tra di loro "ma lascia che ci critichino noi facciamo il nostro lavoro"; purtroppo in Italia e nel resto del mondo, non esiste ancora un organismo che si preoccupi di prendere a calcagnate sulle gengive chi perde la retta via.

Ancora una volta però, proprio in base a questa mia diffidenza naturale nei confronti dei giornalisti affetti da sindrome dissociativa con fenomeni allucinatori(una psicosi depressiva insomma), io devo ammettere che sono pochi gli elementi tangibili sui quali farsi un'idea di ciò che è accaduto.

Personalmente mi sono fatto un'idea di ciò che ho sentito su Cogne, dal punto di vista criminologico.

Sappiamo per certo che La Madre non era una assassina prima del tragico evento e, possiamo dire con un discreto margine di sicurezza morale che, non ha commesso l'omicidio di cui è imputata.
Ora, c'è una caratteristica che accomuna gli omicidi passionali generati dall'ira(perché se è stata la madre a commetterlo è un omicidio passionale); l'omicida di solito prova un misterioso senso di pentimento e di rispetto nei confronti della vittima al punto tale da coprirla con un lenzuolo, o comunque ad occultarne la faccia.

Nella casistica degli omicidi seriali invece, il modus operandi è diverso, l'ambiente in cui viene commesso il delitto è sempre organizzato secondo schemi stabiliti dall'esecutore.

Qui, stando ai rapporti della polizia scientifica abbiamo un omicidio totalmente disordinato, l'assassino non si è preoccupato minimamente dell'ambiente circostante, ha permesso che il sangue macchiasse dappertutto, ma non solo: ha colpito la vittima alla nuca. Anche questo è indicativo da un certo punto di vista.

In definitiva, io non so e non posso sapere chi ha commesso questo ennesimo oltraggio nei confronti di un'alta speranza di MadreNatura. Serviva un Mostro da sbattere in prima pagina, e il mondo giornalistico, con il suo buonismo e il semplicismo di questi anni, ha decretato che il mostro deve essere la Madre.
Io non mi accontento, e anche quando leggerò che qualcuno ha scoperto che la Madre è colpevole, non ci crederò.

Per me quell'omicidio porta la firma di un uomo.

Spero scuserete le descrittive tinte forti del messaggio.

Orchidea
19-03-2002, 09.56.53
Originariamente inviato da gidierre


Non capisco.. perché dunque vorrebbe perder tempo con chi dice simili str***ate, Vostro Onore ?

---------------------------------------


Per me parlare e discutere le proprie opinioni non è mai una perdita di tempo. E non penso di meritare il titolo Vostro Onere perchè non giudico niente e nessuno.
Semmai è il tuo post che era un po' troppo sommario se me lo concedi. Non vedo perchè gli esperti debbano per forza dire "un oceano di str***ate" come dici tu. Se gli inquirenti dicono str***ate, gli esperti dicono str***ate allora che si fa, non si indaga?
Lasciamo fare ai media perchè loro sì, loro non dicono str***ate a loro volta?
Non credo affatto sia la cosa migliore.

Kandran Kane
19-03-2002, 10.07.16
Originariamente inviato da Orchidea


Per me parlare e discutere le proprie opinioni non è mai una perdita di tempo. E non penso di meritare il titolo Vostro Onere perchè non giudico niente e nessuno.
Semmai è il tuo post che era un po' troppo sommario se me lo concedi. Non vedo perchè gli esperti debbano per forza dire "un oceano di str***ate" come dici tu. Se gli inquirenti dicono str***ate, gli esperti dicono str***ate allora che si fa, non si indaga?
Lasciamo fare ai media perchè loro sì, loro non dicono str***ate a loro volta?
Non credo affatto sia la cosa migliore.


D'accordissimo con Orchidea. I giornalisti, la scientifica e i medici legali si distinguono dal fatto che gli ultimi due hanno cervello da vendere e si occupano di cose concrete. I primi lavorano di fantasia ma sono dei pessimi quanto noiosi romanzieri.

E anche se non mi è permesso, devo ammettere che il messaggio di G.d.R era un pò sarcastico, almeno io ho colto la vena sarcastica.

Orchidea
19-03-2002, 10.52.00
Originariamente inviato da Kandran Kane

E anche se non mi è permesso, devo ammettere che il messaggio di G.d.R era un pò sarcastico, almeno io ho colto la vena sarcastica.

Quello in risposta a me lo era di sicuro ;) quello prima scusate ma a me non sembrava proprio... :confused:

Skorpios
19-03-2002, 19.00.51
"I giornalisti quì, i giornalisti là..."

E anche di questo argomento credo non se ne possa proprio più... (è un modo di dire, per carità...)

Il lettore "tipo" di Novella3000 (con tutto il rispetto per la testata e per i lettori) acquista la rivista più che conscio e consapevole del fatto che all'interno del fascicolo troverà (perchè le ha cercate, acquistando volontariamente il giornale) proprio le fotografie e gli articoli che si aspetta di trovare... ed il cerchio si chiude, con la soddisfazione di lettore ed editore... nessun lettore "tipo" di Novella3000 si sognerà mai di criticare l'operato o la strategia commerciale editoriale...

Poi ci sono le cosiddete (da chi?) testate "serie" (politiche, partitiche, di parte) con il loro bravo corteo di lettori "tipo" che più o meno è soggetto alle stesse "regole" già descritte...

E poi c'è chi non fa che ripetere (non mi riferisco a nessuno di noi in particolare) che "i giornalisti quì, i giornalisti là..." e questo non mi quadra più (pur essendo perfettamente d'accordo con chi sostiene della scarsissima sensibilità e professionalità di molti rappresentanti della categoria... troppi...).

Se appartengo all'una o all'altra (o ad entrambe) "tipologia" di lettori (considerando ovviamente tutte le sfumature intermedie e tutte le varie altre edizioni specializzate) è ovvio che non posso proficuamente "incociare" i miei "giudizi" perchè tra le due (o le altre) categorie non può ovviamente esserci equiparazione, nè commistione...
E con questo non intendo ovviamente affermare che la nostra capacità di giudizio debba in questi casi essere sospesa... intendo dire di come quella stessa capacità di giudizio possa essere messa a frutto nell'opportuno e critico (stavolta sì) orientamento delle proprie scelte...

In caso contrario resterebbe soltanto il residuo di una critica vana e vanagloriosa... e senz'alcuna utilità...

Esistono sentieri d'informazione alternativi...
Basta solo desiderarlo...










(per quanto riguarda la TV: nessuno obbliga nessun'altro ad accenderla, e nemmeno a seguire morbosamente o ipercriticamente determinate vicende o trasmissioni...
e di alternative, evidentemente, ne esistono a bizzeffe...)

gidierre
19-03-2002, 21.18.19
Lionsquid :

>non mi sono mai permesso di correggere opinioni altrui
vabbé, nel senso di ribattere a, non c'era nessun intento polemico

>per il "celiando" gradirei un chiarimento
?
Celiando = scherzando, cazzeggiando etc.

>Quanto al resto della tua.......non sono all'altezza culturale di risponderti
ma va', che problema ti stai a porre ?

>Voglio sperare quindi che esprimere un'opinione non venga considerato "parlare a sproposito"
Lo spero anch'io ;)

-------------------------
Orchidea :

>non penso di meritare il titolo Vostro Onere
Troppa modestia.
In effetti, io mi ero limitato al titolo di Vostro Onore, ma anche Vostro Onere (LOL) può andare, anzi come lapsus (involontario ?) è oltremodo brillante :inn:

>Se gli inquirenti dicono str***ate, gli esperti dicono str***ate allora che si fa, non si indaga?
Lasciamo fare ai media perchè loro sì, loro non dicono str***ate a loro volta?
Non credo affatto sia la cosa migliore

E dagli ! Ma perché, secondo te, io avrei detto questo ?
Dei media non ho neanche parlato perché, ammettiamolo, è come (s)parlare di Pippobaudo : troppo scontato.
Questi qua, col tenue pretesto della loro funzione sociale (informare e dar voce alla gggente etc.) vellicano solo il voyeurismo e la dantesca 'bassa voglia' di sapere di (noi) tutti.
Ma gli esperti... qui nasce ciò che a giusto titolo si definisce BULLSHIT.
Infatti...

Kandran Kane :
[>E anche se non mi è permesso, devo ammettere che il messaggio di G.d.R era un pò sarcastico
Sì, è ammesso. Il permesso ti sia concesso]

>la scientifica e i medici legali si distinguono dal fatto che (...) si occupano di cose concrete

Cominciamo alfine a ragionare !
I fatti.... Lo so anch'io che i consulti, quelli medici, per esempio, a volte possono persino risultare utili (indimenticabile quello attorno al capezzale di Pinocchio).
Ma quelli pseudoscientifici e autoreferenziali perpetrati dai sedicenti palombari dello psichismo, il succo di quelli bevetevelo voi alla mia salute, se proprio ci tenete . Oppure resuscitiamo Freud se possiamo, che di solo di lui potrei avere rispetto.
Se no, come ho già citato, cio che è gratuita affermazione può sempre essere convertito in gratuita negazione.

*****************

Siccome sono arcistufo di continuare in un certo senso a parlare di 'me' , ritornando on topic (Cogne),
vorrei dire una sola cosa che mi sta a cuore riallacciandomi al discorso di Billow (15-03-2002 08:04) :

>L'assassino aveva addosso il pigiama......
la madre aveva addosso il pigiama
ergo la madre è l'assassino...
MA DAIIIII...

perfettamente d'accordo, questo sillogismo oso prevedere non passerà alla storia della filosofia o della giurisprudenza, non come il più acuto almeno, la causa imho potrà facilmente approdare a un nulla assoluto, data la (si può dire ?) insipiente indiziarietà delle sue basi, non occorrerà Perry Mason per farsi beffe dei capisaldi dell'accusa, insomma penso di aver detto anche troppo.
Tuttavia, Billow,

>non mi sembra possibile che una madre, (per quanto stressata) possa agire come la volevano descrivere

perché mai dici così ?
Io purtroppo, e lo dico con tanto dolore, non trovo affatto questa impossibilità.
Non sto dicendo che 'so' che è stata la madre.
(Se lo è stata, mi fa più pena lei del piccolo povero cristino che è morto così crudelmente. Nessuna condanna 'umana' potrebbe essere più grave dell'autocoscienza del delitto)
Sto dicendo che è ben plausibile che una mamma l'abbia fatto, il che è una cosa diversa.
Sto dicendo che una simile scoperta 'scoprirebbe' ben poco di nuovo, solo un piccolo 'effetto speciale' intravisto per un attimo del mostro che è già in noi.

Pola
19-03-2002, 22.40.17
Accidenti, Gidierre, sei sempre lo stessa persona che ha postato precedentemente???:eek:

Finalmente, IMHO, una riflessione semplice e di immediata comprensione.;)

La questione del famoso sillogismo posto in modo alquanto "brutale" dal Gip e da tanti criticato é, IMHO, talmente semplice da risultare (per molte persone) impossibile ed incredibile ma, allora, ... da chi é stato indossato il pigiama della madre? Non posso credere che stesse fluttuando nell'aere ...

Ed, inoltre, le indagini investigative del Ris non hanno (a quanto é stato detto) rilevato impronte od indizi tali da far pensare che ci fosse un estraneo in quella casa ... quindi dobbiamo concludere che ci fosse solo la madre.

I referti dell'autopsia parlano chiaro: é stato ucciso brutalmente un bambino.

Cos'altro manca? L'arma e il movente.
Gli indizi più importanti e fondamentali che, forse, porteranno i giudici a non esprimersi data l'insufficienza di prove.

Siamo dinnanzi al delitto perfetto?

Scusate se ho fatto tutte queste altre considerazioni ma vorrei tanto capire perché dopo 40 gg. di indagini e ricerche non si sono ancora trovate delle risposte certe.

giofi83
19-03-2002, 22.53.06
Sul quanto siano bravi i media a farci parlare di quello che loro vogliono e nonparlare di altro che loro non vogliono, non voglio esprimermi.

Premesso che ci sono state gravi deficenze che possono aver compromesso (?) le indagini da parte dei carabinieri e della amica psichiatra che sono intervenuti per primi, io penso queste cose:

1) credo sia stato il fratello, per gioco o per litigio, per disgrazia o meno
2) per me non è avvenuto in otto minuti ma almeno un'ora prima, perchè è stato pulito e lavato tutto quello che era possibile, compreso la sparizione dell'arma del delitto.
3) si cerca di montare qualcosa o per far cadere le colpe suula madre, farla capace di intendere e di volere, un raptus, due mesi di carcere e poi a casa dai propri cari, o cercare di spostare i sospetti su un fantasma.

In ogni caso per proteggere il fratello maggiore e rieducarlo per superare questa tragedia.

Tre anni fa un mio cugineto di quasi quattro anni ha ucciso il fratello di sei anni con il fucile da caccia del padre: è stata una tragedia ma stanno facendo di tutto per fargliela dimenticare.

Credo che a Cogne, disturbati fin troppo dai media, stiano cercando di trovare una via d'uscita in tal senso: se tutto muore così nel vago, allora si avrebbe la certezza che è stato il fratello.

Domanda: se fosse così, dareste ancora torto a magistrati, carabinieri, psichiatra e genitori?

Io no.

Pola
19-03-2002, 23.12.52
Condivido le tue riflessioni solo in parte, Giofi, perché é stato accertato che l'assassino indossava il pigiama sul quale sono state trovate le macchie di sangue a punto esclamativo e lo studio sulla direzione dei colpi ha confermato che sono stati inferti da un adulto in posizione eretta ...

Alla luce di ciò, dubito che possa essere stato il fratellino ...

gidierre
20-03-2002, 19.05.34
x Pola

>Accidenti, Gidierre, sei sempre lo stessa persona che ha postato precedentemente???

Mi sembro ancora io, forse uno o due giorni più vecchio

>Finalmente, IMHO, una riflessione semplice e di immediata comprensione

sjdwd dkfwpd lfe eowvsaqd !!
(trad. it. : I'll take that as a compliment)

>....ma, allora, ... da chi é stato indossato il pigiama della madre? Non posso credere che stesse fluttuando nell'aere ...

Già.
Siamo sulla stessa lunghezza d'onda.
Un'indagine partita un po'.. così, senza voler mancare di rispetto alle difficoltà incontrate dagli investigatori.

>Cos'altro manca? L'arma e il movente.
Gli indizi più importanti e fondamentali che, forse, porteranno i giudici a non esprimersi data l'insufficienza di prove

Un pasticcio. Un quasi goal, o mezza vittoria (aka 'Sconfitta') della giustizia. Eppure sarà così.

>Siamo dinnanzi al delitto perfetto?

Ma no. Non c'è nulla di perfetto qui.
Solo la miseria umana.
Dopodiché tu lascia fare agli azzeccagarbugli e tra perizie, imperizie, appelli, contrappelli e rinvii alla scazzazione, riparliamone tra trent'anni.
Se almeno tutto questo servisse poi a qualcosa ! Qualcosa di positivo, voglio dire.


x giofi83

premetto che il fratello io proprio non lo vedo come possibile colpevole, io vedo semmai una mamma potenzialmente dissociata e aggressiva, nel territorio della semiinfermità mentale,

>Domanda: se fosse così, dareste ancora torto a magistrati, carabinieri, psichiatra e genitori?
Io no.

Neanch'io, assolutamente.

Kandran Kane
21-03-2002, 04.06.50
Originariamente inviato da gidierre
io vedo semmai una mamma potenzialmente dissociata e aggressiva, nel territorio della semiinfermità mentale,



Vi prego, usate termini per i quali avete sufficiente conoscenza.

La dissociatività(non la dissociazione), è un termine tecnico d'ambito prettamente psichiatrico, in questo messaggio è utilizzato a vanvera(non in senso dispregiativo, sia chiaro, in termini puramente strutturali). Che cosa significa per voi "Mamma potenzialmente dissociata"? Si vuole forse alludere al fatto che la madre possa essere soggetta a "Sindrome dissociativa"? Sapete che cosa significa?

Per cortesia e, lo chiedo sinceramente. Non commettiamo l'errore della stampa. Se non si conosce la profondità di un termine o la sua applicazione tecnica, non lo si usi. Si guadagna parecchio.

Kandran Kane
21-03-2002, 04.09.42
[.......................]

Kandran Kane
21-03-2002, 04.19.02
Originariamente inviato da Skorpios
"I giornalisti quì, i giornalisti là..."

E anche di questo argomento credo non se ne possa proprio più... (è un modo di dire, per carità...)

Il lettore "tipo" di Novella3000 (con tutto il rispetto per la testata e per i lettori) acquista la rivista più che conscio e consapevole del fatto che all'interno del fascicolo troverà (perchè le ha cercate, acquistando volontariamente il giornale) proprio le fotografie e gli articoli che si aspetta di trovare... ed il cerchio si chiude, con la soddisfazione di lettore ed editore... nessun lettore "tipo" di Novella3000 si sognerà mai di criticare l'operato o la strategia commerciale editoriale...

Poi ci sono le cosiddete (da chi?) testate "serie" (politiche, partitiche, di parte) con il loro bravo corteo di lettori "tipo" che più o meno è soggetto alle stesse "regole" già descritte...

E poi c'è chi non fa che ripetere (non mi riferisco a nessuno di noi in particolare) che "i giornalisti quì, i giornalisti là..." e questo non mi quadra più (pur essendo perfettamente d'accordo con chi sostiene della scarsissima sensibilità e professionalità di molti rappresentanti della categoria... troppi...).

Se appartengo all'una o all'altra (o ad entrambe) "tipologia" di lettori (considerando ovviamente tutte le sfumature intermedie e tutte le varie altre edizioni specializzate) è ovvio che non posso proficuamente "incociare" i miei "giudizi" perchè tra le due (o le altre) categorie non può ovviamente esserci equiparazione, nè commistione...
E con questo non intendo ovviamente affermare che la nostra capacità di giudizio debba in questi casi essere sospesa... intendo dire di come quella stessa capacità di giudizio possa essere messa a frutto nell'opportuno e critico (stavolta sì) orientamento delle proprie scelte...

In caso contrario resterebbe soltanto il residuo di una critica vana e vanagloriosa... e senz'alcuna utilità...

Esistono sentieri d'informazione alternativi...
Basta solo desiderarlo...

(per quanto riguarda la TV: nessuno obbliga nessun'altro ad accenderla, e nemmeno a seguire morbosamente o ipercriticamente determinate vicende o trasmissioni...
e di alternative, evidentemente, ne esistono a bizzeffe...)

Io non so se il tuo messaggio fosse direttamente rivolto al mio Skorpios. Certo è che le cose non cambiano aggiungendo un commento del tipo "i giornalisti qua i giornalisti là".

Di novella3000 non mi importa niente, non posso neanche prenderla in considerazione. Io mi occupo costantemente di La stampa, il corriere, l'avanti ecc ecc ecc.

Il mio lavoro comporta anche il filtraggio di certe notizie, quando il giornale lo legge chi ha ricevuto il colpo di grazia dai "buonisti dell'universo".

Insomma, il tuo commento può essere sicuramente considerato dal punto di vista dialogico, ma è puramente polemico.

Anche se non lo permetti, sono costretto a dirti che non parlo a vanvera. La massa è superficie Skorpios, che tu lo voglia o no, e la massa è composta per lo più di individui che non hanno le tue o le mie capacità di "analisi del messaggio". Chi sa condurre la massa dove vuole ha un grande potere(guarda un pò quel gruppetto di cretini che i giornalisti chiamano "no global, naziskin, black block, ecc ecc ecc")

Il giornalismo è uno strumento pericolosissimo e nocivo(e, a meno che tu non lavori nel campo della geriatria e della psichiatria, ti garantisco, per quanto la mia parola non possa avere valore per te, che non hai idea di quali danni possa provocare l'informazione manipolata), se non trasmette informazioni che filtrino neutralmente l'esatto svolgimento degli eventi.

altro che cartoni animati giapponesi

Skorpios
21-03-2002, 18.40.04
Originariamente inviato da Kandran Kane


Io non so se il tuo messaggio fosse direttamente rivolto al mio Skorpios. Certo è che le cose non cambiano aggiungendo un commento del tipo "i giornalisti qua i giornalisti là".

Di novella3000 non mi importa niente, non posso neanche prenderla in considerazione. Io mi occupo costantemente di La stampa, il corriere, l'avanti ecc ecc ecc.

Il mio lavoro comporta anche il filtraggio di certe notizie, quando il giornale lo legge chi ha ricevuto il colpo di grazia dai "buonisti dell'universo".

Insomma, il tuo commento può essere sicuramente considerato dal punto di vista dialogico, ma è puramente polemico.

Anche se non lo permetti, sono costretto a dirti che non parlo a vanvera. La massa è superficie Skorpios, che tu lo voglia o no, e la massa è composta per lo più di individui che non hanno le tue o le mie capacità di "analisi del messaggio". Chi sa condurre la massa dove vuole ha un grande potere(guarda un pò quel gruppetto di cretini che i giornalisti chiamano "no global, naziskin, black block, ecc ecc ecc")

Il giornalismo è uno strumento pericolosissimo e nocivo(e, a meno che tu non lavori nel campo della geriatria e della psichiatria, ti garantisco, per quanto la mia parola non possa avere valore per te, che non hai idea di quali danni possa provocare l'informazione manipolata), se non trasmette informazioni che filtrino neutralmente l'esatto svolgimento degli eventi.

altro che cartoni animati giapponesi


Kandran Kane,
se avessi voluto rispondere direttamente ad un post lo avrei quotato...

Non ho idea di quale sia il tuo post al quale fai riferimento e non ho voglia di rileggere tutto il thread...

Per quanto riguarda la tua "risposta" mi piace pensare che sia un esternazione estemporanea (esattamente come lo era la mia), peraltro foriera di spunti oltremodo interessanti (la tua), che nulla abbia a che vedere con quanto da te quotato...

Ti prego di non ritenere che io possa permettere o non permettere alcunchè, nè che le tue parole possano avere nessun valore...


L'informazione è uno strumento poliedrico.
Contemporaneamente usa e viene usata.
Non mi convincerai che le testate da te citate siano più serie di quella citata da me.
Non mi fido di una certa parte di me stesso più di quanto mi fidi delle parole artatamente messe in fila da cronisti in buona fede.
Non ambisco a cambiare le cose, mi basta la lotta ingaggiata con me stesso.

Altro che filantropia.

Skorpios
22-03-2002, 09.57.46
... nel mio post precedente (col quale ti ho risposto senza la minima vena polemica, anzi... ;)) avevo inserito una quantità di faccine... ma il risultato finale non mi è piaciuto... e così prima di postare le ho tolte... ;):)

Kandran Kane
22-03-2002, 10.26.17
Originariamente inviato da Skorpios
... nel mio post precedente (col quale ti ho risposto senza la minima vena polemica, anzi... ;)) avevo inserito una quantità di faccine... ma il risultato finale non mi è piaciuto... e così prima di postare le ho tolte... ;):)

Io mi ero riferito unicamente al tuo dire "e anche di questo argomento non se ne può più".

Però ora dopo la precisazione ho capito(ogni tanto son tardo).

Io trovo che la libertà di stampa, stia diventando un fenomeno abusato, in cui quando proibisci a un giornalista(per lo più televisivo) di farti riprendere mentre sei seduto su una tazza di decenza(è un esempio, ma non poi tanto lontano dalla realtà), egli ti subissa di improperi dicendo che tu, con quel gesto impedisci l'ìnformazione. Un pò come quando ti sale la carogna se un extracomunitario(uno a caso), ti sta scocciando in qualche modo e, al tuo "mi lasci in pace" lui ti risponde "razzista!!!!"


:) :) :)

Skorpios
22-03-2002, 11.09.19
Originariamente inviato da Kandran Kane

... Però ora dopo la precisazione ho capito


:D

Quando parlavo delle faccine mi riferivo a questo post: "Kandran Kane,
se avessi voluto rispondere direttamente ad un post lo avrei quotato...

Non ho idea di quale sia il tuo post al quale fai riferimento e non ho voglia di rileggere tutto il thread...

Per quanto riguarda la tua "risposta" mi piace pensare che sia un esternazione estemporanea (esattamente come lo era la mia), peraltro foriera di spunti oltremodo interessanti (la tua), che nulla abbia a che vedere con quanto da te quotato...

Ti prego di non ritenere che io possa permettere o non permettere alcunchè, nè che le tue parole possano avere nessun valore...


L'informazione è uno strumento poliedrico.
Contemporaneamente usa e viene usata.
Non mi convincerai che le testate da te citate siano più serie di quella citata da me.
Non mi fido di una certa parte di me stesso più di quanto mi fidi delle parole artatamente messe in fila da cronisti in buona fede.
Non ambisco a cambiare le cose, mi basta la lotta ingaggiata con me stesso.

Altro che filantropia."

;)



Io trovo che la libertà di stampa, stia diventando un fenomeno abusato, in cui quando proibisci a un giornalista(per lo più televisivo) di farti riprendere mentre sei seduto su una tazza di decenza(è un esempio, ma non poi tanto lontano dalla realtà), egli ti subissa di improperi dicendo che tu, con quel gesto impedisci l'ìnformazione. Un pò come quando ti sale la carogna se un extracomunitario(uno a caso), ti sta scocciando in qualche modo e, al tuo "mi lasci in pace" lui ti risponde "razzista!!!!"


Dipende se si tratta di personaggi pubblici e/o istituzionali, o meno...

In una "democrazia-modello" il personaggio pubblico e/o istituzionale non dovrebbe sottrarsi alla "lecita arroganza" delle telecamere, ma dovrebbe essere così bravo da riuscire a convivere con essa (anche nel riuscire ad eluderla...).

E' una questione di stile, intelligenza, sensibilità, eleganza: chi possiede queste qualità riesce ad "adattarsi" e a gestire perfettamente le varie situazioni, chi non le possiede ricorre alla "violenza" in loro vece... (dimostrando in tal modo solo grande debolezza ed inadeguatezza)

Che poi comunque, alla fine, il "risultato" non cambi, è altro discorso...

:)

Kandran Kane
22-03-2002, 11.29.34
Originariamente inviato da Skorpios



:D

Quando parlavo delle faccine mi riferivo a questo post: "Kandran Kane,
se avessi voluto rispondere direttamente ad un post lo avrei quotato...

Non ho idea di quale sia il tuo post al quale fai riferimento e non ho voglia di rileggere tutto il thread...

Per quanto riguarda la tua "risposta" mi piace pensare che sia un esternazione estemporanea (esattamente come lo era la mia), peraltro foriera di spunti oltremodo interessanti (la tua), che nulla abbia a che vedere con quanto da te quotato...

Ti prego di non ritenere che io possa permettere o non permettere alcunchè, nè che le tue parole possano avere nessun valore...


L'informazione è uno strumento poliedrico.
Contemporaneamente usa e viene usata.
Non mi convincerai che le testate da te citate siano più serie di quella citata da me.
Non mi fido di una certa parte di me stesso più di quanto mi fidi delle parole artatamente messe in fila da cronisti in buona fede.
Non ambisco a cambiare le cose, mi basta la lotta ingaggiata con me stesso.

Altro che filantropia."

;)





Dipende se si tratta di personaggi pubblici e/o istituzionali, o meno...

In una "democrazia-modello" il personaggio pubblico e/o istituzionale non dovrebbe sottrarsi alla "lecita arroganza" delle telecamere, ma dovrebbe essere così bravo da riuscire a convivere con essa (anche nel riuscire ad eluderla...).

E' una questione di stile, intelligenza, sensibilità, eleganza: chi possiede queste qualità riesce ad "adattarsi" e a gestire perfettamente le varie situazioni, chi non le possiede ricorre alla "violenza" in loro vece... (dimostrando in tal modo solo grande debolezza ed inadeguatezza)

Che poi comunque, alla fine, il "risultato" non cambi, è altro discorso...

:)

Infatti, si può dire che da un certo punto di vista, le leggi sull'informazione sono state modificate ad hoc. Ora la diffamazione non impedisce l'informazione e, il personaggio pubblico dovrebbe essere esattamente come lo hai descritto tu.
il problema sorge appunto con persone come la mamma di Samuele, che non erano famose, ma ora lo diventano nel modo più infelice.
Ora alcuni precetti della più squallida morale, ci suggeriscono che "è giusto essere messi al corrente del fatto che una donna all'apparenza mite può, da un momento all'altro sgnagherarti a colpi di scure sulle gengive".
Il dubbio che sorge porta inevitabilmente all'intolleranza. Non oso pensare come sarà la vita di quella donna da ora in poi. Per certi versi, nel più assoluto cinismo, qualcuno prega che sia colpevole, perché se non lo fosse, la condanna è già stata emessa.

Skorpios
22-03-2002, 14.04.56
Originariamente inviato da Kandran Kane


Infatti, si può dire che da un certo punto di vista, le leggi sull'informazione sono state modificate ad hoc. Ora la diffamazione non impedisce l'informazione e, il personaggio pubblico dovrebbe essere esattamente come lo hai descritto tu.
il problema sorge appunto con persone come la mamma di Samuele, che non erano famose, ma ora lo diventano nel modo più infelice.
Ora alcuni precetti della più squallida morale, ci suggeriscono che "è giusto essere messi al corrente del fatto che una donna all'apparenza mite può, da un momento all'altro sgnagherarti a colpi di scure sulle gengive".
Il dubbio che sorge porta inevitabilmente all'intolleranza. Non oso pensare come sarà la vita di quella donna da ora in poi. Per certi versi, nel più assoluto cinismo, qualcuno prega che sia colpevole, perché se non lo fosse, la condanna è già stata emessa.


Il "linciaggio giornalistico" di un privato cittadino perpetrato sotto l'egida della libertà d'informazione e, soprattutto, con la illegale complicità della "forza" irrefrenabile costituita dalla gran massa di colleghi con le stesse mire, rappresenta uno degli spettacoli più odiosi e squallidi cui si possa assistere...

Cosa non si farebbe "in nome" della propria "professione"...

Mi domando: quando la sera rientrano a casa (i giornalisti), cosa raccontano al proprio coniuge ed ai propri figli...?

... eppure, temo che uno straccio di "giustificazione" riusciranno comunque a trovarlo...

Kandran Kane
22-03-2002, 14.21.30
Originariamente inviato da Skorpios



Il "linciaggio giornalistico" di un privato cittadino perpetrato sotto l'egida della libertà d'informazione e, soprattutto, con la illegale complicità della "forza" irrefrenabile costituita dalla gran massa di colleghi con le stesse mire, rappresenta uno degli spettacoli più odiosi e squallidi cui si possa assistere...

Cosa non si farebbe "in nome" della propria "professione"...

Mi domando: quando la sera rientrano a casa (i giornalisti), cosa raccontano al proprio coniuge ed ai propri figli...?

... eppure, temo che uno straccio di "giustificazione" riusciranno comunque a trovarlo...

Io sono strafelice di partecipare al Forum di Wt, perché incontro persone come te, dalle quali imparo. Ma soprattutto persone che non snobbano mai una conversazione, e alla fine come ora, scopriamo di pensarla allo stesso modo.

Non è stato affatto inutile, vediamo il mondo con due paia di occhi diversi, anche se i nostri metri interpretativi hanno uguale estensione.


Sono contento
(spero non sia necessario precisare che questo messaggio è tutto fuorché polemico)

Skorpios
22-03-2002, 20.06.17
Originariamente inviato da Kandran Kane
(spero non sia necessario precisare che questo messaggio è tutto fuorché polemico)


La tua "insicurezza" mi turba...

Kandran Kane
22-03-2002, 23.29.46
Originariamente inviato da Skorpios



La tua "insicurezza" mi turba... :p :p :p :p :p :p (D) (D) (D) (D) (D)

gidierre
23-03-2002, 16.32.36
Originariamente inviato da Kandran Kane



Vi prego, usate termini per i quali avete sufficiente conoscenza.

La dissociatività(non la dissociazione), è un termine tecnico d'ambito prettamente psichiatrico, in questo messaggio è utilizzato a vanvera(non in senso dispregiativo, sia chiaro, in termini puramente strutturali). Che cosa significa per voi "Mamma potenzialmente dissociata"? Si vuole forse alludere al fatto che la madre possa essere soggetta a "Sindrome dissociativa"? Sapete che cosa significa?

Per cortesia e, lo chiedo sinceramente. Non commettiamo l'errore della stampa. Se non si conosce la profondità di un termine o la sua applicazione tecnica, non lo si usi. Si guadagna parecchio.

A parte il fatto che non è necessario mi dia del Voi, giacché mi va benissimo che mi si dia del tu, qui si tratta di metterci d'accordo.

Se vogliamo usare espressioni 'generiche' come le ho usate io in senso lato e 'sintetico' è un conto, se invece ogni espressione deve essere semanticamente e scientificamente inappuntabile, basta dirlo, non c'è problema, tranne forse quello della lunghezza intollerabile che attingerà di conseguenza ogni post.
Si potrebbe sempre aprire un altro Forum dedicato per le note a margine, le glosse, le citazioni dalla letteratura....

Posso intanto farti notare che di dissociatività hai parlato tu, non io, mettendomi scorrettamente 'sotto accusa' per un'interpretazione indebita del mio pensiero.
Analogamente, "Si vuole forse alludere al fatto che la madre possa essere soggetta a "Sindrome dissociativa"?" è una tua personale forzatura : io non mi sono mai sognato di implicare alcuna psicosi sensu stricto.

Ora, potrebbe anche bastare così se non fosse che, rileggendomi le pagine precedenti di questa discussione, mi sono imbattuto in un post che mi era in qualche modo sfuggito,vale a dire :
Sbatti il mostro in prima pagina,
19-03-2002 08:06 by Kandran Kane,
dove si legge tra l'altro il brano seguente
"...proprio in base a questa mia diffidenza naturale nei confronti dei giornalisti affetti da sindrome dissociativa con fenomeni allucinatori(una psicosi depressiva insomma), io devo ammettere che..."

Complimenti vivissimi dunque per la tua capacità di diagnosi di gruppo a distanza (presumendo con ciò tu non abbia avuto modo di diagnosticare *personalmente* la gravissima psicopatologia presente in tutti questi giornalisti) !!!

Che dire dunque ? Chi ha parlato a vanvera qui (non in senso dispregiativo, sia chiaro, in termini puramente strutturali) ?

Per cui, onde evitare che chi di vanvera ferisce, di vanvera perisca, ti consiglierei di stare calmino e contare fino a 2^32 prima di porre mano alla tastiera e offendere così il prossimo tuo come te stesso.

------------------------

In ogni caso, e per finirla qui che è ora, diamo tempo al tempo e quando in aula forse il nodo verrà al pettine, vorrò vedere se pur avvalendosi dell'opera di un :rolleyes: pool, anzi no, due pools, ma che dico, mi voglio rovinare, di un pool di pools lungo da Liverpool a Blackpool, si troveranno ivi due periti, o almeno un solo perito, in grado di addivenire ragionevolmente a una univoca conclusione.

Cecco
23-03-2002, 16.57.14
Ehi kandran, effettivamente se dovessimo essere perfettamente preparati in ogni discussione, ricercare sempre la terminologia giusta, beh il forum potrebbe anche chiudere. Vorrà dire che quando sbaglieremo, l'esperto di turno ci perdonerà e magari continuerà a parlare con noi. Volevo poi nel tema, vista la tua precisazione,
chiederti se esista ed a cosa si riferisca quella espressione "dissociazione mentale" spessa letta od ascoltata e da me interpretata come patologia, e, nel caso, la differenza con la "dissociatività". Ciao, grazie

Kandran Kane
24-03-2002, 05.57.06
Forse non mi sono spiegato bene.

Quando ho mosso un appunto nei confronti dell'ironico Gdr(complimenti per la battuta sul pool), alludevo al fatto che, se la madre non è colpevole(e non lo sappiamo), non è nè dissociata(?) nè altro. Se invece fosse colpevole, allora spetterà ai pool tanto cari a Gdr capire che cosa non va in quella donna.

mamma che sarcasmo.

Il mio non voleva essere un attacco di pignoleria.
Ma almeno adesso è chiaro che cosa intendevo per struttura????

:D :D :D

afterhours
24-04-2004, 04.11.19
appena letto nel Blog di Pino Scaccia


COGNE: SUPERPERIZIA CONTRO LA FRANZONI

Il giallo di Cogne. Annamaria Franzoni non partecipera' all'udienza preliminare in programma lunedi' prossimo ad Aosta. La mamma di Samuele e' l'unica indagata per l'assassinio del figlio avvenuto il 30 gennaio del 2002. Intanto la superperizia di un esperto tedesco confermerebbe le accuse alla Franzoni. Quello delle macchie di sangue sul pigiama e' uno dei punti nodali di tutta l'inchiesta, su cui si appuntano le piu' aspre divergenze tra accusa e difesa. La mattina del delitto, il 30 gennaio di due anni fa, e' stato ritrovato dagli inquirenti sul letto, quello dei genitori, sul quale aveva trovato la morte il piccolo Samuele. Era sporco di sangue in piu' punti. Secondo le analisi dei carabinieri del ris quel pigiama era indossato dall'assassino al momento del delitto. La parte superiore della felpa azzurra era macchiata di sangue sulla manica sinistra: perche' era indossato, sempre secondo il ris, al contrario. Secondo la difesa, invece, quel pigiama era solo appoggiato sul letto: la madre di Samuele l'aveva lasciato li' quando si era cambiata per uscire ad accompagnare l'altro bambino allo scuolabus. Il supplemento di perizia affidato sei mesi fa a uno dei piu' famosi esperti di tracce ematiche, il professore tedesco hermann schmitter, confermerebbe adesso l'ipotesi della procura di Aosta.




chissa' se si arrivera' mai alla verita' su questa tristissima vicenda...

Brunok
24-04-2004, 12.41.49
Beh, la verità la si sa dall'inizio I fatti sono evidentissimi e la perizia dei RIS di Parma parla chiaro ... poi però molti interessi hanno cercato di confondere le acque... (W)

Paco
24-04-2004, 13.19.36
Ha ammazzato il piccolo e con una freddezza pazzesca è andata a farsi compiatire nei programmi televisivi, ha creato un ufficio stampa, si fa difedere da Taormina perchè è piena di soldi (a quanto pare c'è addirittura una parentela con la famiglia Prodi) e per di più ha il coraggio di fare un altro figlio, sicuramente su consiglio del suo staff.

:rolleyes:

Kandran Kane
24-04-2004, 14.11.27
Originariamente inviato da Paco
Ha ammazzato il piccolo e con una freddezza pazzesca è andata a farsi compiatire nei programmi televisivi, ha creato un ufficio stampa, si fa difedere da Taormina perchè è piena di soldi (a quanto pare c'è addirittura una parentela con la famiglia Prodi) e per di più ha il coraggio di fare un altro figlio, sicuramente su consiglio del suo staff.

:rolleyes:

DI certo fa riflettere il fatto che mezza Italia giornalistica e addirittura colui che difese Priebke e la falange di destra della strage di piazza fontana, si siano mossi per difendere la franzoni.
E' da quando è iniziata questa storia che mi chiedo il perché di ciò. E non credo c'entrino solo i soldi.

Paco
24-04-2004, 14.13.10
Originariamente inviato da Kandran Kane


DI certo fa riflettere il fatto che mezza Italia giornalistica e addirittura colui che difese Priebke e la falange di destra della strage di piazza fontana, si siano mossi per difendere la franzoni.
E' da quando è iniziata questa storia che mi chiedo il perché di ciò. E non credo c'entrino solo i soldi.

Entra a far parte dei tanti misteri d'Italia. :wall:

carletto
25-04-2004, 21.39.17
Originariamente inviato da Paco
[B]

..............(a quanto pare c'è addirittura una parentela con la famiglia Prodi) ..................B]


E magari è cugina di Bertinotti e nipote di Fassino:D


Potenza della stagione elettorale!

Paco
25-04-2004, 23.03.02
Originariamente inviato da carletto



E magari è cugina di Bertinotti e nipote di Fassino:D


Potenza della stagione elettorale!

Me l'hanno detto, non l'ho letto su un giornale...cmq non posso garantire che sia vero o meno. :inn:

Brunok
25-04-2004, 23.10.56
Pare sia davvero parente di Prodi la cui moglie di cognome fa appunto Franzoni..., lo avevo letto qualche tempo fa. Su Internet questa voce circola da tempo, basta cercare con Google...

rio2
26-04-2004, 00.56.39
purtoppo il dramma e' che la lasciano libera con altri due bambini dio non voglia che.........................
non oso pensarci brrrr.....................
(F) per te angelo di cogne (F)

carletto
26-04-2004, 01.39.06
Originariamente inviato da Brunok
Pare sia davvero parente di Prodi la cui moglie di cognome fa appunto Franzoni..., lo avevo letto qualche tempo fa. Su Internet questa voce circola da tempo, basta cercare con Google...

Una mia cugina ha sposato uno che si chiama Bossi. Vuoi vedere che è parente con quell Bossi là? Non l'ho letto su Internet ma adesso che mi metti il dubbio provo a cercare su Google.

http://www.21softs.com/emotion/images/roflmao.gif http://www.21softs.com/emotion/images/roll1.gif http://www.21softs.com/emotion/images/roll2.gif

carletto
26-04-2004, 01.47.47
Però a guardare su Google, lavacca quanti parenti ci ha il Prodi :






http://gens.labo.net/it/cognomi/gif.html?cognome=FRANZONI&k=FF&t=cognomi&s=F

Brunok
26-04-2004, 17.49.15
Parlano i periti
La Franzoni non è in aula

In corso l'udienza preliminare: davanti al giudice gli esperti stanno illustrando le perizie tecniche. Annamaria è a casa, presente il marito Stefano Lorenzi

http://lanazione.it/art/2004/04/26/5349229

Al momento, il Gup Eugenio Gramola, l'accusa e la difesa di Anna Maria Franzoni, starebbero esaminando la prima delle super perizie disposte dal giudice. Si tratterebbe di quella del tedesco Hermann Schmitter sulle traiettorie degli schizzi di sangue nella stanza da letto dei Lorenzi dove venne trovato il cadavere del piccolo Samuele.

Schmitter ha esaminato le traiettorie degli schizzi di sangue trovati nella stanza con il procedimento della Blood pattern analysis. Il criminologo tedesco ha impiegato circa un'ora e mezza per illustrare la prima parte del suo lavoro, poi sono iniziate le domande delle parti che chiedono chiarimenti.
Secondo quanto e' trapelato, la perizia del criminologo tedesco confermerebbe in molte parti le tesi sostenute dalle perizie dei carabinieri del Ris, consulenti del pm. Dopo Schmitter dovrebbero parlare gli altri due periti nominati dal gup: il medico legale Vincenzo Pascali, che ha analizzato le tracce di sangue sugli zoccoli, e il professor Piero Boccardo, che ha esaminato un frammento osseo trovato sulla manica del pigiama.

L'avvocato Carlo Taormina, difensore di Annamaria Franzoni, ha gia' anticipato l'intenzione di chiedere il rito abbreviato: una mossa che potrebbe consentire, in caso di condanna, alla sua cliente di evitare l'ergastolo usufruendo dello sconto di un terzo della pena; in questo caso il giudice dovra' decidere allo stato degli atti ed emettere una sentenza di colpevolezza oppure di innocenza.

carletto
27-04-2004, 01.28.05
Originariamente inviato da Brunok


L'avvocato Carlo Taormina, difensore di Annamaria Franzoni, ha gia' anticipato l'intenzione di chiedere il rito abbreviato: una mossa che potrebbe consentire, in caso di condanna, alla sua cliente di evitare l'ergastolo usufruendo dello sconto di un terzo della pena; in questo caso il giudice dovra' decidere allo stato degli atti ed emettere una sentenza di colpevolezza oppure di innocenza.

Ma l'avvocato Taormina non ci sta rompendo le palle da mesi che lui sa chi è il vero assassino? Non è forse accorso, novello paladino, in difesa della povera donzella?
E perchè non ha ancora tirato fuori questo benedetto nome liberando la cliente da tutti i problemi e lo stress di questa situazione.
Oppure ha solo cacciato delle palle per mettersi in mostra? Come se non lo facesse già con le sue comparsate da deputato, possibili grazie agli saprovveduti che lo hanno votato.

Cecco
27-04-2004, 10.18.25
Originariamente inviato da Paco
Ha ammazzato il piccolo e con una freddezza pazzesca è andata a farsi compiatire nei programmi televisivi, ha creato un ufficio stampa, si fa difedere da Taormina perchè è piena di soldi (a quanto pare c'è addirittura una parentela con la famiglia Prodi) e per di più ha il coraggio di fare un altro figlio, sicuramente su consiglio del suo staff.

:rolleyes:

Paco, sono purtroppo perfettamente d'accordo con te, no attenzione, non nel senso che non mi piaccia esserlo ma xchè, dopo il caso Tortora, ho cercato di non condannare anzitempo.
Io in questa vicenda non ho mai visto la benchè minima alternativa alla colpevolezza della madre (solo per un pò ho pensato all'altro figlio ed alla copertura dei genitori, ma sarebbe già uscito qualcosa), tempi troppo ristretti e tracce inesistenti per pensare all'intrufolamento di un terzo che avrebbe poi agito in modo così selvaggio perchè.
In ogni caso c'è una altra gravissima e tristissima considerazione da
fare nel caso avessimo ragione: una sicura complicità disgustosa del marito e forse pure di altri parenti.

Paco
27-04-2004, 11.30.18
Originariamente inviato da Cecco


Paco, sono purtroppo perfettamente d'accordo con te, no attenzione, non nel senso che non mi piaccia esserlo ma xchè, dopo il caso Tortora, ho cercato di non condannare anzitempo.
Io in questa vicenda non ho mai visto la benchè minima alternativa alla colpevolezza della madre (solo per un pò ho pensato all'altro figlio ed alla copertura dei genitori, ma sarebbe già uscito qualcosa), tempi troppo ristretti e tracce inesistenti per pensare all'intrufolamento di un terzo che avrebbe poi agito in modo così selvaggio perchè.
In ogni caso c'è una altra gravissima e tristissima considerazione da
fare nel caso avessimo ragione: una sicura complicità disgustosa del marito e forse pure di altri parenti.

Mi viene la pelle d'oca a pensarci. :(

Flying Luka
27-04-2004, 11.35.09
Originariamente inviato da carletto


Ma l'avvocato Taormina non ci sta rompendo le palle da mesi che lui sa chi è il vero assassino? Non è forse accorso, novello paladino, in difesa della povera donzella?
E perchè non ha ancora tirato fuori questo benedetto nome liberando la cliente da tutti i problemi e lo stress di questa situazione.
Oppure ha solo cacciato delle palle per mettersi in mostra? Come se non lo facesse già con le sue comparsate da deputato, possibili grazie agli saprovveduti che lo hanno votato.

Lo ha ribadito anche ieri sera al TG1, dicendo che dopo aver richiesto (e ottenuto) il rito abbreviato, rivelerà il nome del vero assassino.
Non ha ancora capito che non si tratta di un film di Bruce Willis ...

exion
27-04-2004, 11.48.57
Originariamente inviato da Flying Luka


Lo ha ribadito anche ieri sera al TG1, dicendo che dopo aver richiesto (e ottenuto) il rito abbreviato, rivelerà il nome del vero assassino.
Non ha ancora capito che non si tratta di un film di Bruce Willis ...


mmmm... brrrrivido!!! Suspense!!!


Quello è tutto scemo, crede di fare una partita a Cluedo! :rolleyes:



Ma che sappiate, l'Avv. Taormina è mai riuscito a vincere una causa in maniera cristallina, dimostrando l'innocenza del suo imputato? O le cause che ha vinto è sempre solo stato grazie a qualche cavillo?

Brunok
27-04-2004, 12.40.26
Originariamente inviato da Flying Luka


Lo ha ribadito anche ieri sera al TG1, dicendo che dopo aver richiesto (e ottenuto) il rito abbreviato, rivelerà il nome del vero assassino.
Non ha ancora capito che non si tratta di un film di Bruce Willis ...

E sarebbe un pessimo avvocato comunque: se ha il colpevole perchè mai far rischiare l'ergastolo alla sua assistita? Ah, è vero si è coperto il culo con il rito abbreviato e sconto automatico di un terzo della pena. Richiesta che fanno solo chi si la fa nelle braghe sapendo che la condanna è praticamente certa...

Taormina è un tecnico, vince in base al regolamento, ai vizi di forma ed a tutte le baggianate del nostro codice, in cui in realtà non si bada alla sostanza se uno è o non è colpevole, ma esclusivamente ai cavilli che invalidano l'acquisizione delle prove nei tempi e nei modi....

Originariamente inviato da exion

Quello è tutto scemo, credo di fare una partita a Cluedo! :rolleyes:


Ben detto! ma anche molto furbo allo stesso tempo visto che la sua come dici tu è una partita strategica...

Originariamente inviato da Cecco


.../cut
Io in questa vicenda non ho mai visto la benchè minima alternativa alla colpevolezza della madre (solo per un pò ho pensato all'altro figlio ed alla copertura dei genitori, ma sarebbe già uscito qualcosa), tempi troppo ristretti e tracce inesistenti per pensare all'intrufolamento di un terzo che avrebbe poi agito in modo così selvaggio perchè.
In ogni caso c'è una altra gravissima e tristissima considerazione da
fare nel caso avessimo ragione: una sicura complicità disgustosa del marito e forse pure di altri parenti.

Ragionamento perfetto. e nella torta ci metterei pure la psicologa fatta intervenire dalla madre che invece di chiamare la polizia ed i soccorsi chiamò lei.... contaminando tra l'altro la scena del delitto!

Totor@
27-04-2004, 12.50.13
Originariamente inviato da Brunok
[B]


Taormina è un tecnico, ......



chissa' il suo onorario....certamente sull'ordine di 150/200.000 €

davlak
19-07-2004, 12.56.10
Ha chiesto il rito abbreviato (?)
Non so, ma mi pare che sia un'ammissione di colpevolezza, finalizzata a evitare l'ergastolo.

Flying Luka
19-07-2004, 13.06.40
Originariamente inviato da Totor@



chissa' il suo onorario....certamente sull'ordine di 150/200.000 €

No problem, paga Romano Prodi!

Flying Luka
19-07-2004, 13.07.15
Originariamente inviato da davlak
Ha chiesto il rito abbreviato (?)
Non so, ma mi pare che sia un'ammissione di colpevolezza, finalizzata a evitare l'ergastolo.

L'hai capito solo ora, Davlak?

Robbi
19-07-2004, 13.42.50
Originariamente inviato da Flying Luka


No problem, paga Romano Prodi!

hai detto bene.. se questa tragedia fosse capitata ad una povera disgraziata senza mezzi finanziari per pagarsi: prima come avvocato un ex presidente della consulta ...e dopo un'idiota come Taormina.. probabilmente avrebbero gia' buttato le chiavi della galera! che tristezza!! questa non e' giustizia.
..e intanto una piccola creatura e' morta in quel modo, mi viene ancora da piangere a pensarci :(

Thor
19-07-2004, 14.06.32
io spero sempre che i 30 anni che ha chiesto l'accusa un'oretta fa, alla fine glieli diano..

Frequency
19-07-2004, 14.07.25
Originariamente inviato da davlak
Ha chiesto il rito abbreviato (?)
Non so, ma mi pare che sia un'ammissione di colpevolezza, finalizzata a evitare l'ergastolo.
è lo stesso pensiero che ho fatto io stamattina sentendo la notizia alla radio....;)

Robbi
19-07-2004, 14.25.40
Originariamente inviato da davlak
Ha chiesto il rito abbreviato (?)
Non so, ma mi pare che sia un'ammissione di colpevolezza, finalizzata a evitare l'ergastolo.

mah.. sono andato a leggermi un po' di roba in materia, ma non ho trovato nulla in merito, nel senso che la scelta del rito abbreviato e' la possibilita' di aver comminati al max. 30 anni in caso di condanna e non l'ergastolo, (forse ci si confonde con il patteggiamento?)poi comunque dipende dal Giudice valutare se esistono gli estremi per l'accettazione del rito abbreviato, in caso contrario si va al processo ordinario, cosa che personalmente spero vivamente.

Nothatkind
19-07-2004, 15.16.32
Ma Taormina non doveva annunciare il nome del colpevole??? :rolleyes:

Dinfra
19-07-2004, 16.21.57
ma davvero e chi sta aspettando...:confused:

Paco
19-07-2004, 19.29.45
Questa storia è davvero assurda! (N)
Peccato che sia finito Porta a porta altrimenti avrebbero fatto un'altra puntata per dire che è innocente.

Sapete, gli italiani sono ansiosi di sapere come andrà a finire la telenovela invece di preoccuparci di cose più importanti. Ormai lo sanno tutti che è stata lei. :rolleyes:

davlak
19-07-2004, 19.48.43
Originariamente inviato da Paco
Questa storia è davvero assurda! (N)
Peccato che sia finito Porta a porta altrimenti avrebbero fatto un'altra puntata per dire che è innocente.

Sapete, gli italiani sono ansiosi di sapere come andrà a finire la telenovela invece di preoccuparci di cose più importanti. Ormai lo sanno tutti che è stata lei. :rolleyes:
Paco...che brutto post, da te proprio non me lo sarei aspettato.
Fino alla sentenza definitiva, a tutti gli effetti, quella donna E' INNOCENTE.

Paco
19-07-2004, 19.53.17
Originariamente inviato da davlak

Paco...che brutto post, da te proprio non me lo sarei aspettato.
Fino alla sentenza definitiva, a tutti gli effetti, quella donna E' INNOCENTE.

Non sono il giudice che la giudicherà. ;)
Per me è colpevole. Anzi a dirla tutta quella donna mi fa anche un po' schifo.

Flying Luka
19-07-2004, 20.25.44
Davlak... putroppo temo anche io che sia colpevole, anche se spero di sbagliarmi, ma mi sembra tutto così assurdo, pazzesco... eppure.
Sarebbe interessante sentire cosa ne pensa Gigi.

davlak
19-07-2004, 20.32.23
Io so solo che la presunzione di innocenza non è solo un fondamento giuridico ma anche e soprattutto un segnale di civiltà.

E vale per tutti.

Brunok
19-07-2004, 20.32.40
Originariamente inviato da davlak
Ha chiesto il rito abbreviato (?)
Non so, ma mi pare che sia un'ammissione di colpevolezza, finalizzata a evitare l'ergastolo.

E' proprio così....
D'altro canto era logico, non avendo vere carte da giocare si giocano quella...

Originariamente inviato da thor
io spero sempre che i 30 anni che ha chiesto l'accusa un'oretta fa, alla fine glieli diano..

30 anni? pochi! io non dico nemmeno quale sarebbe il giusto castigo, diciamo che la legge islamica stavolta sarebbe ancor troppo magnanima...

davlak
19-07-2004, 20.49.15
Per il mio modo di vedere il mondo...è innocente fino a sentenza definitiva.
Cioè il mio giudizio morale resta in sospeso fino a quel momento.

Gigi75
19-07-2004, 20.53.49
Originariamente inviato da davlak
Per il mio modo di vedere il mondo...è innocente fino a sentenza definitiva.
Cioè il mio giudizio morale resta in sospeso fino a quel momento.

(Y) (Y) (Y)

Nothatkind
19-07-2004, 20.57.42
Cogne, "ha ucciso Samuele"
Trent'anni alla Franzoni


Non andrà subito in carcere né agli arresti domiciliari
Cogne, la Franzoni condannata a 30 anni
La madre del piccolo Samuele è stata giudicata colpevole
AOSTA - Annamaria Franzoni è stata condannata a 30 anni per il delitto del figlio Samuele. La donna non andrà subito in carcere né agli arresti domiciliari. La Procura di Aosta, infatti, nella sua richiesta al giudice Eugenio Gramola non ha presentato l'istanza di arresto.
Il gup Eugenio Gramola ha quindi accolto la richiesta dei pm Stefania Cugge e Pasquale Longarini, mentre l'avvocato difensore Carlo Taormina, che aveva richiesto il rito abbreviato chiedendo l'assoluzione di Anna Maria.
http://www.corriere.it/Primo_Piano/.../franzoni.shtml

Nothatkind
19-07-2004, 20.59.04
Tanto appelleranno, casseranno, annulleranno e tutto ricomincierà :rolleyes:

Bravo Taormina, con un'arringa di 5 ore hai fatto incazzare i giurati :D

Gigi75
19-07-2004, 21.02.57
C'è un'ottima strategia difensiva dietro, secondo me.

Con questa mossa del rito abbreviato Taormina è riuscito a diluire lo stress per gli inquirenti pressati dal dover arrivare ad una sentenza in tempi brevissimi, e d'altro canto gli stessi hanno saputo ricambiare non presentando l'istanza di arresto.

Ora che la pressione sarà minore per PM e soci, si potrà giocare il tutto secondo gli schemi ordinari e senza obblighi di sentenza.

C'è poco da fare, sono parite a scacchi!:)

bYe

Trinity
19-07-2004, 21.03.04
Originariamente inviato da Paco


Non sono il giudice che la giudicherà. ;)
Per me è colpevole. Anzi a dirla tutta quella donna mi fa anche un po' schifo.




(Y) Totalmente d'accordo con te.

Eccomi
19-07-2004, 21.05.07
Originariamente inviato da Nothatkind
Tanto appelleranno, casseranno, annulleranno e tutto ricomincierà :rolleyes:


Già...:( Però mi sento un pò meglio, adesso.

Brunok
19-07-2004, 21.12.10
Originariamente inviato da Nothatkind
Cogne, "ha ucciso Samuele"
Trent'anni alla Franzoni


Non andrà subito in carcere né agli arresti domiciliari
Cogne, la Franzoni condannata a 30 anni
La madre del piccolo Samuele è stata giudicata colpevole
AOSTA - Annamaria Franzoni è stata condannata a 30 anni per il delitto del figlio Samuele. La donna non andrà subito in carcere né agli arresti domiciliari. La Procura di Aosta, infatti, nella sua richiesta al giudice Eugenio Gramola non ha presentato l'istanza di arresto.
Il gup Eugenio Gramola ha quindi accolto la richiesta dei pm Stefania Cugge e Pasquale Longarini, mentre l'avvocato difensore Carlo Taormina, che aveva richiesto il rito abbreviato chiedendo l'assoluzione di Anna Maria.
http://www.corriere.it/Primo_Piano/.../franzoni.shtml

E questo dovrebbe essere un bel passo avanti.

Ma il rogo non c'è più ???

Originariamente inviato da Nothatkind
Tanto appelleranno, casseranno, annulleranno e tutto ricomincierà :rolleyes:

Bravo Taormina, con un'arringa di 5 ore hai fatto incazzare i giurati :D

La novela continua....
Taormina? il solito.... (N) :S :S

Originariamente inviato da Paco


Non sono il giudice che la giudicherà. ;)
Per me è colpevole. Anzi a dirla tutta quella donna mi fa anche un po' schifo.

Schifo? di più! Il peggio del peggio!

davlak
19-07-2004, 21.12.57
Originariamente inviato da Gigi75


(Y) (Y) (Y)
:)

sai Gigi... se chiedessi a mio figlio che ha poco meno di 20 anni e non sa niente di legge, cosa pensa di questa faccenda, so che sarebbe in linea con me.
E aggiungo che mi ha sorpreso (e amareggiato) non poco leggere su questo Forum tanti pre-giudizi.