PDA

Visualizza versione completa : Berlusca & Co.


Pagine : 1 2 [3] 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42

zap
07-03-2002, 21.52.41
Originariamente inviato da Skorpios
Vi invito ((L)affettuosissimamente(L)) a piantarla con la ragioneria...

Questo è il "loro" gioco... :(
Finchè non si accorgono che hanno giocato contro se stessi:rolleyes: :(

Stalker
07-03-2002, 22.07.35
Caso Benigni. Ma come può un direttore di un giornale arrivare ad incitare le persone a tirare uova marce addosso a un artista. Quell'artista può piacere o non piacere ( a me di solito non fa ridere) ma qui si tratta di incitazione a delinquere.... :rolleyes:

Un segno di inciviltà sempre e comunque le uova marce anche quando sono tirate addosso alle donne impellicciate alla prima della Scala. Mai un gesto politico.
Un gesto politico sarebbe stato quello di incitare le persone a spegnere le tv quando c'è Benigni o cose del genere.... Cose simboliche insomma, per lanciare un messaggio se Ferrara ci teneva tanto.

Questo incitamento ha un'aria inquietante da squadraccia.

Ma in Italia è sempre stato 'sto circo ??? O stiamo cadendo in basso ???

Skorpios
07-03-2002, 22.35.40
Vedi Stalker, ciascuno fa quello che può... :rolleyes: (parlo dell'"incitatore", naturalmente)

Inoltre, sono perfettamente d'accordo con la "tipologia" di gesto politico da te descritta...
però a pensarci... ma quanti italiani sarebbero disposti ad aderire all'appello di spegnere la televisione...?
credo molto pochi... (nessuno?...)
... vogliono il "sangue"... ed il "sangue" ottengono...

twinpigs
08-03-2002, 00.38.45
Originariamente inviato da zap

Tu non eri di CD?:confused:

si .. ma questo non vuol dire che mi pagano per tapparmi occhi e orrecchie per non accorgermi di certe nefandezze ;)
(oppure che non son un cog...ne o ottusangolo ;))

Nothatkind
08-03-2002, 00.40.37
Anche perchè nessuno saprebbe mai quante persone abbiano realmente spento la TV...


[quote]Questo incitamento ha un'aria inquietante da squadraccia. [\quote]

Non proprio, ha un'aria inquietante da squadrismo...

Tra l'altro, Ferrara è uno di quelli che si è fatto allegramente tutto il giro dell'arco costituzionale (una volta era pure comunista), adesso dirige un giornale di proprietà di Berlusconi. Si può ironicamente ammirare la sua notevole abilità nel voltare la barca sempre dove c'è più vento...

E poi il suo giornale si chiama il foglio... citando non mi ricordo chi, quando uno va in bagno ed è finita la carta igienica dice "mi servirebbe un foglio", ed ecco la funzione mai pubblicamente ammessa del suo giornale :D

P.S.: altro che uova, Ferrara si è fatto una gran pubblicità. Non vi ricorda quando, casualmente, fu l'unico a sparare a zero su "La vita è bella"? Ne ha vendute di copie, con quella storiazza...

ciax ;)

twinpigs
08-03-2002, 00.45.05
Originariamente inviato da Stalker
Caso Benigni. Ma come può un direttore di un giornale arrivare ad incitare le persone a tirare uova marce addosso a un artista. Quell'artista può piacere o non piacere ( a me di solito non fa ridere) ma qui si tratta di incitazione a delinquere.... :rolleyes:

Un segno di inciviltà sempre e comunque le uova marce anche quando sono tirate addosso alle donne impellicciate alla prima della Scala. Mai un gesto politico.
Un gesto politico sarebbe stato quello di incitare le persone a spegnere le tv quando c'è Benigni o cose del genere.... Cose simboliche insomma, per lanciare un messaggio se Ferrara ci teneva tanto.

Questo incitamento ha un'aria inquietante da squadraccia.

Ma in Italia è sempre stato 'sto circo ??? O stiamo cadendo in basso ??? seondo me Ferrara a dispetto del suo aspetto fisico, è una persona molto inteliggente ....

è un provocatore, un giornalista vecchio stampo ... vuole che si parli di lui, ma soprattutto di quello che ha detto ... l'importante è che la "gente" in qualche modo ne rimarrà condizionata + o - ....
poi il resto sarà cronaca

twinpigs
08-03-2002, 00.50.23
Originariamente inviato da Stalker
....Questo incitamento ha un'aria inquietante da squadraccia.

Ma in Italia è sempre stato 'sto circo ??? O stiamo cadendo in basso ??? :D
dai non esageriamo adesso ;)
quale squadraccia ;) lui è solo un giornalista che fa bene il suo mestiere ed anzi ce ne fossero come lui (dall'altra parte)

Bossi sono 12 anni che parla così ed anche peggio e non è mai stato condannato ;) anzi adesso è al potere ;)

p.s. scusate per le faccine ma mi è entrato qualcosa nell'occhio e lo devo tenere così ;)

The_Prof
08-03-2002, 09.58.21
Ma pensate veramente che io sia un attivista di FI, che partecipi ai raduni con la bandiera, che canti l'inno, che omaggi il Cavaliere, prostandomi ai suoi piedi ?
Pensate veramente che sia favorevole all'abolizione dell'articolo 18 dello statuto dei lavoratori, essendo lavoratore dipendente.?
Semplicemente alle politiche ho fatto come il compianto (ma non troppo) Indro Montanelli.
Ho inoltre vissuto per interposta persona (mia figlia), come si lavora nelle aziende, nelle quali non e' applicato lo Statuto, e non e' una bella esperienza lavorativa.

Il caso Ferrara - Benigni e' pura pubblicita' per aumentare lo share.

Ma come mai nessuno si ricorda la partecipazione di Benigni al programma di Enzo Biagi, 2 o 3 giorni prima delle elezioni. :grrr:

Ciao :)

zap
08-03-2002, 10.10.06
Originariamente inviato da twinpigs
si .. ma questo non vuol dire che mi pagano per tapparmi occhi e orrecchie per non accorgermi di certe nefandezze ;)
(oppure che non son un cog...ne o ottusangolo ;))
Ecco. E' proprio questo che mi stupisce. Come mai tante persone intelligenti si possano fidare di certa gente. Come mai tanti abbiano "comprato il pacchetto" senza notare che dentro c'erano cose che non piacciono prorprio a nessuno. Boh. :)

zap
08-03-2002, 10.14.25
Originariamente inviato da twinpigs
- seondo me Ferrara a dispetto del suo aspetto fisico, è una persona molto inteliggente ....

- è un provocatore, un giornalista vecchio stampo ... vuole che si parli di lui, ma soprattutto di quello che ha detto ... l'importante è che la "gente" in qualche modo ne rimarrà condizionata + o - ....
poi il resto sarà cronaca
-Pure Riina o Bin Lad. sono molto intelligenti, mbe? Non p un metro x valutare la correttezza delle persone!
- Soprattutto primadonna e opportunista. La realtà è una cosa secondaria.:D

zap
08-03-2002, 10.17.35
Originariamente inviato da Stalker
Ma in Italia è sempre stato 'sto circo ??? O stiamo cadendo in basso ???
A dispetto di tutto e tutti, 2° me cambia tutto ma non cambia nulla. :(

zap
08-03-2002, 10.20.32
Originariamente inviato da The_Prof
Ma pensate veramente che io sia un attivista di FI, che partecipi ai raduni con la bandiera, che canti l'inno, che omaggi il Cavaliere, prostandomi ai suoi piedi ?
Pensate veramente che sia favorevole all'abolizione dell'articolo 18 dello statuto dei lavoratori, essendo lavoratore dipendente.?
Semplicemente alle politiche ho fatto come il compianto (ma non troppo) Indro Montanelli.
Allora sei masochista. :D Non me lo spiego altrimenti.

Ecco, forse Montanelli rappresentava una D seria che però oggi non ha cittadinanza.:(

dcb59
08-03-2002, 19.26.33
E' evidente che il prof o non sa leggere o non legge.


Semplicemente alle politiche ho fatto come il compianto (ma non troppo) Indro Montanelli.


Alle politiche il compianto Montanelli non ha certo votato per berlusconi. Come avrà fatto allora il prof a fare come Montanelli proprio non lo so.


Se per qualcuno ha votato, Montanelli, si sarà probabilmete turato nuovamente il il naso ed avrà votato per l'ulivo.

Odio la gente che si infiltra e parla non sapendo cosa dice.

Skorpios
08-03-2002, 19.55.35
Originariamente inviato da dcb59
... Odio la gente che si infiltra e parla non sapendo cosa dice.


:eek: Non ti sembra di aver esagerato un pò? :rolleyes:

Stalker
08-03-2002, 20.24.52
Originariamente inviato da dcb59
Odio la gente che si infiltra e parla non sapendo cosa dice.

Vacci piano. Innanzitutto rispetto per gli altri.

Su Montanelli ci sarebbe da dire ma adesso non mi va.

Continuo solo con la mia critica al tg1. Stasera B. ha parlato in due servizi diversi. Prima nell'incontro con Schroeder e poi sull'art. 18.

Forse neanche ai tempi del tg2 filo Craxi si vedeva tanta politica di parte. :rolleyes:

ennys
09-03-2002, 03.33.08
Originariamente inviato da Stalker


Ho imparato dal tuo stile. :p



Nella relazione finale della Commisione parlamentare d’inchiesta sulla loggia P2 si legge: "...alcuni operatori (Genghini, Fabbri, Berlusconi) trovano appoggi e finanziamenti al di la’ di ogni merito creditizio...". Le due grandi banche, infatti, che danno credito a Berlusconi sono la Banca Nazionale del Lavoro e il Monte dei Paschi di Siena, dove durante gli anni ‘70 la P2 e’ piu’ attiva. Il Monte dei Paschi concede tra il ‘70 e il ‘79 70 miliardi di mutui fondiari a Berlusconi a tassi fra il 9 e il 9,5%.

Dal 1973 al 1975 frequenta assiduamente Egidio Carenini.

Dal 26 Gennaio del 1978 Berlusconi risulta iscritto alla loggia P2, con la tessera numero 1816.

Il 10 Aprile 1978 Berlusconi inizia una collaborazione come editorialista sul maggior quotidiano italiano, il Corriere della Sera, proprio quando la loggia P2 acquisisce, come dice la commissione parlamentare d’inchiesta "il controllo finanziario e gestionale del gruppo Rizzoli".

Interpellato su Licio Gelli, Berlusconi risponde: "...Anch’io come 50 milioni di italiani, sono sempre in curiosa attesa di conoscere quali fatti o misfatti siano effettivamente addebitati a Licio Gelli. Anni di inchieste sono serviti solamente ad offrire alle varie fazioni politiche un terreno di lotta e di calunnie facile quanto strumentale.

etc. etc.



Nel 1993 i debiti della Fininvest ammontano alla considerevole cifra di lire 4.500.000.000.000.


fonte: http://www.strano.net/wd/ba_bl/berlu002.htm

Anche se la fonte è decisamente di parte, credo che qualcosina di vero ci sia in questo copia/incolla.

Giusto per ricordare cosa succedeva prima del 1994. ;)

Mi costa molto, emotivamente, intervenire su post come questi, in quanto mi sembra sempre di fare l'avvocato difensore di qualcuno che comunque non ne ha certo bisogno. Del resto neanche io, come te, ritengo di incarnare la parte politica per cui simpatizzo. Non sono mai stato iscritto ad alcun partito nè ho mai fatto politica. Ho partecipato, e l'ho detto più volte in questo forum, una volta ad una manifestazione politica a Roma nel 1998 dove si contestava il governo D'A. Nulla più. Mai votato DC nè, figuriamoci, PSI o PCI. Ritengo di essere liberale e democratico ed quindi il mio modello politico non può essere di certo la sx italiana. Mia valutazione naturalmente. A riguardo, sono molto dispiaciuto dell'uscita, ormai da tempo, dallo schieramento di CD dei Radicali, di cui condivido moltissime istanze e la cui laicità ed onestà, ed anche coraggio, politici non hanno riscontri in nessuna altra formazione italiana. E che sono secondi solo alla loro assoluta incapacità di comprendere ed utilizzare i tortuosi, ma fondamentali, meccanismi della politica italiana. Ma tant'è...

Il vecchiume informativo da te citato mi ha fatto ricordare in che razza di nazione parasovietica vivevamo solo fino a qualche anno fa.
Banche tutte di stato, energia di stato, tv e quindi gran parte dell'informazione di stato, scuola, manco a dirlo, per la maggior parte statale. (Personalmente ho studiato solo in scuole ed università statali, con testi ed insegnanti quasi esclusivamente di sx). Avevamo uno stato che produceva addirittura panettoni e pomodori pelati e possedeva importanti compagnie di alberghi. Insomma, se avessimo aggiunto un bel "Democratica" tra "Repubblica" e "Italiana" non avremmo di certo sfigurato al fianco dei fieri compagni della DDR.
Ma andava bene così, un pò a tutti.

Pochissimi manifestavano il proprio dissenso a questo assetto bulgaro e trasversale. Tra questi Montanelli, che con un coraggio da leone lasciò l'allora Corrierone per fondare Il Giornale.

Iniziai a leggerlo subito dai primissimi numeri nel 1974, avevo dieci anni, avendolo visto in mano (anatema !) al carissimo Don Antonio, giovane prete intelligente aperto oltrechè onesto e simpatico (chissà dov'è finito?). La Maestra, (grande!), in classe leggeva Il Corriere. Mio padre, insegnante, faceva, a tempo perso, il corrispondente per Il Resto del Carlino che allora aveva un'edizione padovana. Il Gazzettino, l'Unità, l'Avanti! e più tardi La Repubblica avevo modo di leggerli qua è là, specie alla biblioteca pubblica. Ecco, così avevo modo di farmi, seppur giovanissimo immaturo ed inesperto, un mio punto di vista diverso da quello somministrato dai tg (2 e poi 3) di stato. Magari non sapevo a memoria gli editoriali dell'Unità piuttosto che quelli del Secolo D'Italia o dell'Avanti!, come qualche amico un po' più grande ed evoluto, ma qualche cosa leggiucchiavo, insomma...

Montanelli, dicevo, fondava Il Giornale nel bel mezzo degli anni di piombo e di quella mostruosità politica in divenire chiamata compromesso storico, nome da festa del cattocomunismo, realtà politica e sociale ancorchè non codificata, ormai ben radicata e virulenta. Girare con una copia del Giornale sottobraccio allora era da temerari. In quel clima democratico e riformista (sic!) si rischiava di prenderle e di brutto, per giunta. Coraggio da leone, quindi quello di Montanelli che, pur essendo da tempo giornalista e scrittore di fama riconosciuta, ebbe tutti (e di tutti gli ambienti) contro, soprattutto quelli che poi diventarono suoi tardivi ed interessati estimatori che, allora, invece, se proprio volevano fargli un complimento, gli davano del fascista. Ad ogni buon conto, era comunque forte di una carriera già in gran parte percorsa e male che andasse (se non lo uccidevano prima le BR, come quasi accadde) poteva, come poi fece, ritornare al Corriere.

Chi invece, la carriera l'aveva appena iniziata, e che quindi non aveva certo bisogno, già allora, di avere tutto il mondo contro, era un certo S. Berlusconi che, vuoi per ambizione, vuoi per prestigio, vuoi perchè glielo chiese il già grande Indro, accettò di sostenere al 100% l'avventura editoriale del Giornale. Non certo per soldi, poichè per tutta l'era Montanelli, la testata fu un bagno di sangue, dal punto di vista economico. Quindi, se Indro ebbe coraggio, Silvio forse ne ebbe ancora di più o più semplicemnete si trattò di sventata sfrontatezza. Certo è che da quell'accordo editoriale nato da stima ed ammmirazione reciproche, naque una grandissima amicizia durata anni. Amicizia che si concluse (almeno pubblicamente e politicamente) con una rottura unilaterale e drammatica, come spesso succede ai grandi sentimenti. Amicizia che, fra l'altro, non viene citata ad ogni piè sospinto, come dovrebbe, da quelli che in maniera vile e pelosa citano sempre invece l'amicizia con Craxi, come fosse un crimine. Amicizia, giustamente, mai rinnegata come non si rinnegano le amicizie tra le persone con un minimo di dignità e lealtà. Lealtà e dignità che altri amici di Craxi, recenti presidenti del consiglio, ma non solo loro, hanno dimostrato di non avere nemmeno in minima parte.

Commissioni P2, commissioni Anselmi, provvedimenti legislativi e governativi concepiti ad hoc per far morire aziende ed imprenditori, nonchè lavoratori (il tutto sotto stretto silenzio stampa, silenzio non ancora infranto) campagne stampa durate anni sulla situazione finanziaria del concorrente (avesse guardato la sua di situazione finanziaria, il buon De B. e forse ad Ivrea l'Olivetti ci sarebbe ancora, non solo le insegne) e quant'altro di folle ed inconcepibile per una nazione democratica citato sopra, non mi stupiscono affatto, considerato quello che era il clima politico italiano di allora. Quello che mi stupisce e mi lascia sgomento è la loro vicinanza ai nostri giorni. Non si tratta di storia, purtroppo, ma ancora di cronaca. :(

Ciao.

ennys
09-03-2002, 03.57.40
Originariamente inviato da Skorpios



Premesso che il mio non è nè vuol essere un giudizio di parte (quale parte?) confermo che:

noi non possiamo dimostrare che sia attendibile...
noi non possiamo dimostrare che sia inattendibile...
la magistratura può (e deve) fare sia l'una che l'altra cosa...

Ma allora perchè mai ogni qual volta il verdetto si dimostri "non favorevole" si insorge invocando la mala giustizia???

Alcuni manifestanti del petrolchimico di Gela avevevano un cartello che diceva: "NO ALLA GIUSTIZIA ESERCITATA CON LA CLAVA!"

Tutti hanno il sacrosanto diritto di criticare l'azione della magistratura , che non essendo di emanazione divina non è quindi infallibile. Parimenti quando si critica un provvedimento, come hanno fatto i lavoratori di Gela o come può fare chiunque altro, non si mette in discussione nè tutta la magistratura nè tutto il sistema.

ennys
09-03-2002, 04.07.10
Originariamente inviato da Stalker
Prendiamo il processo Andreotti. Accuse infamanti gli erano cadute addosso. E' andato al processo con il migliore avvocato penalista italiano e ha "vinto". Nessuno protesta perchè una sentenza va rispettata. Ognuno si tiene le sue opinioni sul caso ma una sentenza ha dato ragione alla parte lesa.
Questa è democrazia e rispetto delle istituzioni.

x The_Prof: il fatto di ammirare Bertinotti per la sua coerenza politica mi fa intuire che, per lo stesso principio, sarà molto negativo il tuo giudizio sull'on. ministro U. Bossi. ;)


Le accuse ad Andreotti non solo erano infamanti, ma di una assurdità a dir poco inconcepibile. (Bacio a Riina:rolleyes: )

Comunque Andreotti, politicamente morto e sepolto.
Il che può anche farmi anche piacere però...
Resta il fatto che processare un innocente è un atto di una iniquità inaudita, altro che "se è innocente si faccia pure processare, tanto uscirà vincitore" :eek:

ennys
09-03-2002, 04.19.41
Originariamente inviato da The_Prof
L'attuale coalizione di CS non puo' pensare di governare senza l'apporto di RC, impostando quindi una vera politica di sinistra.
Cio' potrebbe comportare l'uscita dalla coalizione di qualche schieramento politico.
IMHO il partito dei DS dovrebbe avere il coraggio di distaccarsi da ogni legame con le radici del passato, e creare un partito socialdemocratico di stampo europeo.
Cio' potrebbe spostare quei 4-6 milioni di elettori indecisi.

Ciao :)

In Gran Bretagna i laburisti hanno capito con Blair dopo 15 anni di sconfitte dovute alle politiche ultraradicali che proponevano, che forse se avessero continuato con quella musica non avrebbero più vinto alle elezioni.

Qui invece sono convinti del contrario, ed infatti, mi pare, il buon M. (quello con la faccia da Hitler ingrassato) ha tacciato Blair come il peggior esponente europeo della destra reazionaria...

:rolleyes:

ennys
09-03-2002, 04.31.21
[QUOTE]Originariamente inviato da Stalker
[B]Sì. Sono convinto anche io che ci siano delle cose che al di là della dialettica politica siano abbastanza evidenti. E' ovvio comunque che chi crede in un determinato schieramento e disprezza quello avversario queste cose non le veda. E' naturale e non possiamo far loro una colpa.

:eek:

Poveretti... sono nati così... cosa vuoi farci... ammazzarli, no!

Stalker, sei impagabile.

ennys
09-03-2002, 04.44.02
Originariamente inviato da Skorpios
"I cattivi governi sono eletti dai bravi cittadini che non vanno a votare"...

Se ti riferisci alla vittoria della sx nel 1996, posso anche essere d'accordo. :(

Scusami, ma queste perle di saggezza spicciola mi fanno tanta tristezza. Specialmente se dette da te che, di solito, sei insuperabile nel dibattere dei massimi sistemi.

Ciao

ennys
09-03-2002, 04.50.36
Originariamente inviato da Skorpios
Vi invito ((L)affettuosissimamente(L)) a piantarla con la ragioneria...

Questo è il "loro" gioco... :(

Effettivamente è probabile che a sx di ragioneria i politici ne mastichino poco. Meglio quindi spostare il discorso sull'imputato sul mafioso sull'assassino, che non fa mai male.

Evviva la sincerità. :rolleyes: :rolleyes: :rolleyes:

ennys
09-03-2002, 04.57.43
Originariamente inviato da Nothatkind
Anche perchè nessuno saprebbe mai quante persone abbiano realmente spento la TV...


[quote]Questo incitamento ha un'aria inquietante da squadraccia. [\quote]

Non proprio, ha un'aria inquietante da squadrismo...

Tra l'altro, Ferrara è uno di quelli che si è fatto allegramente tutto il giro dell'arco costituzionale (una volta era pure comunista), adesso dirige un giornale di proprietà di Berlusconi. Si può ironicamente ammirare la sua notevole abilità nel voltare la barca sempre dove c'è più vento...

E poi il suo giornale si chiama il foglio... citando non mi ricordo chi, quando uno va in bagno ed è finita la carta igienica dice "mi servirebbe un foglio", ed ecco la funzione mai pubblicamente ammessa del suo giornale :D

P.S.: altro che uova, Ferrara si è fatto una gran pubblicità. Non vi ricorda quando, casualmente, fu l'unico a sparare a zero su "La vita è bella"? Ne ha vendute di copie, con quella storiazza...

ciax ;)

Intervento permeato da spirito oxfordiano, questo.:rolleyes:

Per la cronaca anche D'A. ha pubblicato per i tipi di Mondadori e, se non ricordo male, pure l'Unità era (o è?) distribuita da da una società riconducibile a Fininvest.

ennys
09-03-2002, 05.01.46
Originariamente inviato da zap

Ecco. E' proprio questo che mi stupisce. Come mai tante persone intelligenti si possano fidare di certa gente. Come mai tanti abbiano "comprato il pacchetto" senza notare che dentro c'erano cose che non piacciono prorprio a nessuno. Boh. :)


Mi chiedo lo stesso, da anni, riguardo agli elettori di sx.

;)

Stalker
09-03-2002, 10.02.13
Ok. Hai messo in riga tutti. :D

Io voglio solo farti l'esempio di mio padre. Dice sempre che prima della guerra a Bologna erano tutti ferventi fascisti poi dopo sono tutti diventati comunisti. La sua famiglia, dice orgogliosamente, è stata sempre social democratica. Mio padre negli anni 70 leggeva l'Espresso e ammirava i radicali. In casa ricordo oltre al Resto del Carlino anche giornali di sinistra. Poi arrivò Craxi. Ci fu un innamoramento ed entrambi i miei genitori votavano socialista... un poco alla volta i comunisti per mio padre divennero il male di tutto il mondo. Lo ricordo quando disse che per le Europee dell'84, dopo la morte di Berlinguer il PCI sorpassò la DC.... lo ricordo che si lamentò dicendo: "Ma vogliamo un regime ???" . Avevo 13 anni ma mi pareva una esagerazione. A 13 anni non ero niente, ne di sinistra ne di destra. Mi pareva una esagerazione pensare che una maggioranza alle europee significasse "regime" (eravamo quasi in epoca Gorbachev). Poi ripensandoci dopo ritenevo quella cosa una "Craxxata"... era il clima che si stava diffondndo in Italia alimentato dal CAF per mettere all'angolo un PCI ormai svuotato e insensato. Era solo un gioco di potere che i soliti noti mettevano in pratica. Coraggiosi adesso con un partito agonizzante, inciuciosi prima quando il PCI faceva paura.
Era il clima degli anni 80.
Poi arrivò mani pulite e in casa mia tutti i giorni da allora compare il Foglio e il Giornale. Da mio padre ti aspetti di sentire tutto quello che leggi su quei giornali, con lo stesso tono. Quando compare in tv uno di sinistra sono sbuffi e mezze ingiurie.
Non litighiamo no, anche perchè io non esterno molto spesso le mie opinioni anche se le faccio capire.
Per me quindi la politica è anche un fatto privato, familiare. Forse una scusa per giustificare la mia ritrosia, la mia incapacità a stabilire a 30 anni suonati un rapporto decente. Intrinsecamente molto complesso perchè si attorciglia in un groviglio di sentimenti che vanno dal disprezzo, al senso di colpa, all'affetto, alla sfida. Tutti sentimenti che si provano nei confronti di un padre distante.
Lui ha le sue colpe e io ho le mie. Lui è più vecchio. Non ci capiamo. Così è la vita per noi, così è la politica.
Ciao.

Nothatkind
09-03-2002, 10.55.38
Intervento permeato da spirito oxfordiano, questo.
Cosa vorrebbe dire questo, di grazia? Ho scritto anche qualche altro in precedenza, sulle affermazioni esagerate del B.
E poi, per Ferrara non si tratta solo di scrivere per un giornale di Berlusconi, ma di navigare da anni da una parte all'altra degli schieramenti. La sua grande intelligenza (sprecata, purtroppo) sta proprio nel trovare sempre la direzione giusta dove andare. E' stato pure ministro...

ennys, non ti conosco bene, ma vedo che ragioni notevolmente, ma i tuoi punti di vista li vedo un po' distorti dal fatto di pensare "io sì che ne ho viste, voi dovete imparare da me".
Personalmente, rispondo alla tua mezza presa in giro nei miei confronti, dicendo nuovamente che disprezzo Berlusconi come politico (perchè ha fatto della demagogia una buona parte della sua politica, oltre che specializzarsi nel lancio del fango sull'avversario) ma non come imprenditore, in teoria, ed escludo qualsiasi tipo di amicizia "politica" più o meno chiara.
Tuttavia, prenderei a calci nel c..o tutti gli esponenti del cosiddetto CS (sinistra ma dove?), che ormai sono tutte mezze figure, e capaci solo di protestare e non in grado di offrire una proposta alternativa, come ho già sentito in questo thread.

Ora, sono cresciuto con certe mie determinate idee politiche, slegate da quelle dei miei genitori e anche da quelle dei miei nonni, che si potrebbero definire rispettivamente mezzi comunisti e veri comunisti. Non ho detto, però, che non sia a sinistra; dico solo che, adesso, si fa fatica a riconoscersi nell'attuale politica dell'Ulivo, che troppe cose in comune ci sono e ci sarebbero state tra le politiche dei due schieramenti. D'altra parte, una politica troppo radicale non porta a niente, perchè i voti scarseggiano e con il maggioritario si sta tutti a casa.
Però, io credo che più che fregare elettori dall'una o dall'altra parte sia necessario chiedersi perchè c'è un 30% di elettori che non va alle urne, e capire perchè. Può essere utile per la destra, ma anche per la sinistra, poichè credo che molti delusi dal CS siano usciti completamente dal "giro elezioni".
Al di là della politica da palazzo, quello che mi sembra un nuovo sport nazionale della classe politica è, come ho già detto forse, l'infangare e il cercare di mettere in cattiva luce l'avversario, più che smontare le sue tesi con nuove proposte: una vera tristezza, se questa è politica, allora benvenuto a Berlusconi, che ha ben saputo approfittarsi del vuoto mentale dei centristi e dei "centrosinistri". Il rispetto dell'avversario è un po' rimasta solo una cosa scritta sui libri di poesie, credo :D

X Stalker
Credo di capire il tuo punto di vista; i miei hanno sempre considerato un grande Di Pietro, poi è diventato uno str#nzo (a parere loro), poi è stato il turno di D'Alema, di Rutelli,...
A me hanno sempre lasciato un po' perplessi... per non parlare poi delle discussioni quando c'erano le comunali qui a Bologna.
I nonni, invece, per dire, hanno ripudiato l'Unità già nel 1990; mio nonno andava ancora (a più di settant'anni) ad appendere i manifesti politici nel suo quartiere, dicendo sempre che i miei do politica non hanno capito un c@cchio... :D
Anche io ho sempre evitato i litigi, perchè credo che si arrivi solo ad incomprensioni in ambito familiare, i rapporti rischiano di deteriorarsi per delle piccole cose.
Non è incoerenza, la mia, ma un cercare di salvare almeno i rapporti familiari dal "turbinio politico" ;) .
Mia sorella, invece, la vedo più incacchiata... :eek: :D

X ennys
comunque, se vuoi, aspetto altre tue risposte. Io cerco di essere democratico, di ascoltare anche chi non la pensa come me. Sarò ben lieto di leggere qualche altra tua "strigliata" (in senso buono)!

Ciax

Efreet
09-03-2002, 11.13.24
Originariamente inviato da ennys
Le accuse ad Andreotti non solo erano infamanti, ma di una assurdità a dir poco inconcepibile. (Bacio a Riina:rolleyes:)

Comunque Andreotti, politicamente morto e sepolto.
Il che può anche farmi anche piacere però...
Resta il fatto che processare un innocente è un atto di una iniquità inaudita, altro che "se è innocente si faccia pure processare, tanto uscirà vincitore" :eek:

Ma che cosa dici? Ma ti rendi conto che il processo serve proprio a stabilire chi è innocente e chi è colpevole? L'atto di processare qualcuno è sacrosanto e dovuto se ci sono dei sospetti su una persona, a meno che tu, chiaramente, non abbia già la verità in tasca e non possa sapere a priori chi è innocente e chi colpevole.
Siccome non mi pare che qualcuno di noi abbia queste capacità, ecco la necessità del processo. O preferisci le condanne senza processo, e le assoluzioni date "per regale decreto"?
Ti ricordo inoltre che chiunque è innocente fino a prova contraria.

Infine, che vuol dire "si faccia processare"? Ogni cittadino ha il dovere di farsi processare e accettare il risultato del processo, nessun cittadino ha il diritto di sottrarsi al potere giudiziario e chi lo fa con vari metodi (latitanza, ostruzionismo) è nel torto e anche moralmente censurabile. Inconcepibile è il fatto che alla vista di certi modi di "difendersi" contro la legge certi cittadini possano appoggiarne l'autore, invece che considerarlo un disonesto. Questo indipendentemente dal punto di vista politico. Prova a leggerti la morte di Socrate per capire meglio questo punto di vista.

Tutto questo senza entrare nel merito di Andreotti, che tra l'altro il suo processo l'ha affrontato.

Efreet
09-03-2002, 11.41.16
Originariamente inviato da ennys
Alcuni manifestanti del petrolchimico di Gela avevevano un cartello che diceva: "NO ALLA GIUSTIZIA ESERCITATA CON LA CLAVA!"

Tutti hanno il sacrosanto diritto di criticare l'azione della magistratura , che non essendo di emanazione divina non è quindi infallibile. Parimenti quando si critica un provvedimento, come hanno fatto i lavoratori di Gela o come può fare chiunque altro, non si mette in discussione nè tutta la magistratura nè tutto il sistema.

I manifestanti avevano il diritto di scendere in piazza per manifestare contro il provvedimento della magistratura. Allo stesso tempo la magistratura aveva il dovere di indagare, dal momento che c'erano dei sospetti di illecito, e una volta indagato di mettere in pratica i necessari provvedimenti per ricondurre alla legalità alla questione. Questa non è un'opinione, è la legge. Se la magistratura ha chiuso lo stabilimento incriminato, non è colpa della magistratura, è colpa dei dirigenti dello stabilimento che hanno creato una situazione di illegalità.

Per questo, io posso capire le proteste degli operai di Gela che senza avere nessuna colpa perdono il posto di lavoro, ma le loro proteste hanno la stessa legittimità oggettiva della gente che protesta contro la demolizione degli edifici abusivi ad Agrigento. Sarebbe più sensato che protestassero contro i veri responsabili di questo disastro.

Efreet
09-03-2002, 11.59.09
Originariamente inviato da ennys
Effettivamente è probabile che a sx di ragioneria i politici ne mastichino poco. Meglio quindi spostare il discorso sull'imputato sul mafioso sull'assassino, che non fa mai male.

Evviva la sincerità. :rolleyes: :rolleyes: :rolleyes:

Eh già, invece dall'altra parte si preferisce parlare di ragioneria inventando buchi nel bilancio e annunciandoli trionfalmente al tg delle 20, promettendo miracolosi aumenti della pensione minima che non sono mai arrivati, e abbassando le tasse per i redditi fuori dal comune. Consentendo il ritorno di capitali dall'estero senza pagare pegno, con tutto quello che ci va dietro (riciclaggio ecc.).

Allo stesso tempo, chiaramente, si cerca di insabbiare i processi utilizzando il proprio potere politico per contrapporsi a quello giudiziario, cose di una disonestà lampante e incredibile che sono successe solo nei periodi più bui della storia.

Per quanto riguarda l'imputato, è oggettivo che ve ne sono nel CD, che la cosa ti piaccia o meno. Se a te piace essere governato da persone che sono contemporaneamente sotto processo, posso rispettare il tuo punto di vista, ma non lo condivido. Anzi, ti dico che se io avessi votato CD mi sentirei offeso NON dalla gente che attacca il premier sulla questione della giustizia, MA dai continui discorsi deliranti di quest'ultimo, es. comunisti, toghe rosse, perseguitato politico, stampa di regime, italiani per l'amore, insomma cose fuori dal mondo e dal comune buon senso.

halduemilauno
09-03-2002, 12.06.05
ciao.
Efreet stai andando alla grandissima.
a presto.
:) :)

Stalker
09-03-2002, 12.24.28
Peccato che Ennys si connetta solo a notte profonda ( ci devi dire il tuo segreto: come fai a lavorare di giorno e a fare certi ragionamenti lucidi di notte ???? :) ). Se fosse connesso anche adesso si potrebbe fare un utilissimo scambio di opinioni a caldo.

Efreet
09-03-2002, 12.35.52
Ciao,
purtroppo stasera sono alla cena per il mio compleanno :D ;) e quindi non potrò intervenire nel dibattito fino, penso, a domani.
Comunque sempre disposto al confronto!

P.S. Ennys: non prendere i miei interventi come attacchi, sono solo prese di posizione; chiaro che poi ognuno la pensa come vuole. Un drink per anticipare la festa (D)!

Ciao,
Efreet

Kandran Kane
09-03-2002, 13.21.01
Originariamente inviato da ennys
Mi costa molto, emotivamente, intervenire su post come questi, in quanto mi sembra sempre di fare l'avvocato difensore di qualcuno che comunque non ne ha certo bisogno. Del resto neanche io, come te, ritengo di incarnare la parte politica per cui simpatizzo. Non sono mai stato iscritto ad alcun partito nè ho mai fatto politica. Ho partecipato, e l'ho detto più volte in questo forum, una volta ad una manifestazione politica a Roma nel 1998 dove si contestava il governo D'A. Nulla più. Mai votato DC nè, figuriamoci, PSI o PCI. Ritengo di essere liberale e democratico ed quindi il mio modello politico non può essere di certo la sx italiana. Mia valutazione naturalmente. A riguardo, sono molto dispiaciuto dell'uscita, ormai da tempo, dallo schieramento di CD dei Radicali, di cui condivido moltissime istanze e la cui laicità ed onestà, ed anche coraggio, politici non hanno riscontri in nessuna altra formazione italiana. E che sono secondi solo alla loro assoluta incapacità di comprendere ed utilizzare i tortuosi, ma fondamentali, meccanismi della politica italiana. Ma tant'è...


Stalker, per quanto io non sia così edotto in determinate materie sulla natura umana, ciò che hai scritto è molto simile a ciò che sento di pensare io.
Così come penso dell'inutile martirio giudiziario di Andreotti(mostro sacro della politica e già segretario di Dio ai tempi della divisione delle acque di Mosè, si sa infatti che quest'ultimo fu raccomandato proprio da Giulio:D battuta esorcizzante).

Oggi, dopo che finalmente mi è scesa la carogna(in seguito al mio thhread su alcune cose accadute nel territorio di TOrino), vorrei spezzare una lancia nei confronti di quel folto gruppo di persone che compongono "Il popolino dei ribelli". Non parlo degli abituali frequentatori dei centri sociali, bensì di tutte quelle persone che, nel sistema ci credono(forse un pò troppo e, a volte fan sì che anche noi, generosamente dotati di funzione intellettuale, arriviamo a credere in ciò che vediamo senza pensarci su.

QUeste persone, dichiarandosi credenti nel sistema, prendono per vero tutto ciò che un giornale dà loro in pasto. Ma di giornale non c'è ne è uno solo, ce ne son tanti e, tutti con pareri spesso discordanti tra loro. Questa fiumana informazionale porta inevitabilmente all'ansia e, da qui immediatamente alla rabbia.

Ecco perché quando la magistratura cominciò ad indagare su Andreotti, quando Craxi si autoesiliò, ai giornalistucoli non sembrò vero che, finalmente avevano nuovo fumo da buttare su un arrosto inesistente. Si sa(è stato detto anche qui), se c'è fumo c'è arrosto.

Io personalmente preferisco vedere sia il fumo che l'arrosto.

Vittorio Sgarbi(persona che io ammiro, soprattutto dopo l'ultima performance con le Iene), tempo fa illustrò l'assurdità delle accuse contro Andreotti. Il processo inferenziale(è una funzione che tutti posseggono, anche se pochissimi sanno scegliere gli input per una corretta inferenza), che derivò dalle sue dichiarazioni a Sgarbi quotidiani su canale 5, nelle menti del popolo di cui parlavo sopra, fu immediato e categorico: Sgarbi lavora per Berlusconi e quest'ultimo è amico di Craxi e Andreotti, ergo si difendono tra loro.

La realtà è ovviamente diversa.

Per i fatti(per fatti intendo esperienze informazionali) che io ho in mano posso dire:

1) Abbiamo passato 40 (dal 1950 al 1990)anni di mala politica economica? --> Sì
2) Il governo è in mano alla mafia --> non lo so
3) Il governo è pazientemente e sottilmente controllato dalla chiesa ---> SECONDO ME SI(secondo me).
4) Stanno avvenendo modifiche all'andamento politico dell'Italia --> Sì
5) Faran bene queste modifiche agli italiani --> NOn lo so

Stalker
09-03-2002, 14.09.06
Solo una cosa. Perchè quoti Ennys e poi inizi citando me ???

Non ho capito su quale passaggio mio sei d'accordo.:)

Anche se non ve ne potrà fregà de meno.... adesso vado a tagliarmi i capelli. :D

Kandran Kane
09-03-2002, 22.52.18
Originariamente inviato da Ennys
Il vecchiume informativo da te citato mi ha fatto ricordare in che razza di nazione parasovietica vivevamo solo fino a qualche anno fa.
Banche tutte di stato, energia di stato, tv e quindi gran parte dell'informazione di stato, scuola, manco a dirlo, per la maggior parte statale. (Personalmente ho studiato solo in scuole ed università statali, con testi ed insegnanti quasi esclusivamente di sx). Avevamo uno stato che produceva addirittura panettoni e pomodori pelati e possedeva importanti compagnie di alberghi. Insomma, se avessimo aggiunto un bel "Democratica" tra "Repubblica" e "Italiana" non avremmo di certo sfigurato al fianco dei fieri compagni della DDR.
Ma andava bene così, un pò a tutti.


Stalker hai ragione e scusami se ho distrattamente attribuito il tuo nome a quel pensiero.

Ero d'accordo con quello che ha scritto Ennys.

Per quel che riguarda Lo statalismo scolastico e quello medico invece, avrei i miei dubbi.

Il diritto alla conoscenza è sacrosanto quanto quello alla vita.

Mentre per quel che riguarda la medicina, beh, se esistesse un organismo di controllo, in grado di accertare l'effettiva efficacia e sicurezza di un'apparato sanitario in grado di operare tutte le tipologie di tumori, E DI FAR PAGARE UN PREZZO ONESTO PER OGNI INTERVENTO, allora forse chissà..............................

Mi ricorda un pò la solita conversazione sull'omeopatia

- Ma cosa fai? Ti imbottisci di medicinali e fai lo stesso con tuo figlio(magari il destinatario di questo messaggio ha solo preso un aulin). Ma non prendere quelle schifezze di antibiotici, usa la medicina omeopatica che non fa male allo stomaco.

IN pratica il mittente di questo messaggio non ha mai sentito parlare di differenze tra malattia acuta e malattia cronica e consiglia "saggiamente" di usare la medicina omeopatica........................qualcuno è morto per quella che sembrava una banale influenza ed è poi diventata una broncopolmonite fulminante.

Skorpios
10-03-2002, 10.58.03
Originariamente inviato da ennys


Se ti riferisci alla vittoria della sx nel 1996, posso anche essere d'accordo. :(

Scusami, ma queste perle di saggezza spicciola mi fanno tanta tristezza. Specialmente se dette da te che, di solito, sei insuperabile nel dibattere dei massimi sistemi.

Ciao


Ciao

The_Prof
11-03-2002, 09.22.22
Originariamente inviato da dcb59
E' evidente che il prof o non sa leggere o non legge.


Semplicemente alle politiche ho fatto come il compianto (ma non troppo) Indro Montanelli.


Alle politiche il compianto Montanelli non ha certo votato per berlusconi. Come avrà fatto allora il prof a fare come Montanelli proprio non lo so.


Se per qualcuno ha votato, Montanelli, si sarà probabilmete turato nuovamente il il naso ed avrà votato per l'ulivo.

Odio la gente che si infiltra e parla non sapendo cosa dice.


Vedo che sei tu a non essere informato. :grrr:

Io mi riferivo ad elezioni politiche precedenti, quando Montanelli voto' DC turandosi il naso.

Forse non sono tanto informato in quanto seguo le vicende politiche fin dagli anni '60.

Ciao :)

Kandran Kane
11-03-2002, 09.41.49
Originariamente inviato da dcb59
.................................................. .............

Mi unisco anche io all'appello di Stalker, non è un bel modo di dire di un conversatore.

Sulla Buonanima di Montanelli vorrei dire una cosa. Ma prima vorrei anche che qualcuno colmasse una mia lacuna. Era Montanelli il redattore de "La Voce"?

halduemilauno
11-03-2002, 09.54.21
Originariamente inviato da Kandran Kane


Mi unisco anche io all'appello di Stalker, non è un bel modo di dire di un conversatore.

Sulla Buonanima di Montanelli vorrei dire una cosa. Ma prima vorrei anche che qualcuno colmasse una mia lacuna. Era Montanelli il redattore de "La Voce"?
ciao.
uno che andando a votare. preferisce turarsi il naso piuttosto che dar ragione a chi lo merita.
no comment.
(W) :S

zap
11-03-2002, 10.24.05
Originariamente inviato da ennys
Per la cronaca anche D'A. ha pubblicato per i tipi di Mondadori e, se non ricordo male, pure l'Unità era (o è?) distribuita da da una società riconducibile a Fininvest.
Ma il conflitto d'interessi di B non esiste....:eek: :p

zap
11-03-2002, 10.26.58
Originariamente inviato da ennys
Mi chiedo lo stesso, da anni, riguardo agli elettori di sx.
;)
Nessuno dice che la sx sia il meglio. Ma, OGGI, è il meno peggio.:(

zap
11-03-2002, 10.32.26
Originariamente inviato da ennys
[QUOTE]Originariamente inviato da Stalker
[B]Sì. Sono convinto anche io che ci siano delle cose che al di là della dialettica politica siano abbastanza evidenti. E' ovvio comunque che chi crede in un determinato schieramento e disprezza quello avversario queste cose non le veda. E' naturale e non possiamo far loro una colpa.
:eek:

Poveretti... sono nati così... cosa vuoi farci... ammazzarli, no!

Stalker, sei impagabile.

Eppure è proprio così. Forse non hai colto la verità che c'è dietro.

Kandran Kane
11-03-2002, 10.38.09
Originariamente inviato da halduemilauno

ciao.
uno che andando a votare. preferisce turarsi il naso piuttosto che dar ragione a chi lo merita.
no comment.
(W) :S

Allora era o non era il redattore della voce Montanelli? A me pare di sì.
Ma non mi ricordo. Chi mi risponde?

Skorpios
11-03-2002, 19.37.02
Originariamente inviato da Kandran Kane


Allora era o non era il redattore della voce Montanelli? A me pare di sì.
Ma non mi ricordo. Chi mi risponde?


Più che un redattore, Indro Montanelli fu il fondatore della testata.
Perchè ci tenevi tanto?

Stalker
11-03-2002, 22.38.29
http://www.cronologia.it/storia/biografie/montane2.jpg


Indro Montanelli era nato in Toscana, a Fucecchio, vicino Firenze, il 22 aprile 1909.
Studiò Legge e Scienze Politiche all'università di Firenze.
(Nel presentarsi come autore dei tanti libri della Storia d'Italia, così lui proseguiva "Ha seguito svogliatamente i corsi universitari di Grenoble e della Sorbona, si è laureato in Legge e Scienze Politiche. Eppoi ha fatto un po' tutti i mestieri, meno quelli cui lo destinavano i suoi studi")

Iniziò la sua carriera giornalistica come reporter freelance per Paris Soir e per l'agenzia United Press. Inizialmente favorevole a Mussolini, si iscrisse al Partito nazionale fascista e combattè nella campagna italiana in Abissinia.
Dal fascismo si discostò nel 1937; dopo la pubblicazione di alcuni articoli non graditi, fu espulso dal Pnf e dall'ordine dei giornalisti. Costretto all'esilio ritornò in Italia nel 1939.
Sotto la protezione di Bottai e Aldo Borelli, direttore del Corriere della Sera, cominciò a lavorare per questa importante testata. Nella seconda guerra mondiale furono molte le sue corrispondenze dalla Finlandia, dalla Norvegia, dall'Albania e dalla Grecia. Non durò a lungo: nel 1943 fu arrestato dai nazisti e condannato a morte per un articolo su Benito Mussolini.
Riuscì a sfuggire alla morte dopo dieci mesi di carcere, fuggendo in Svizzera.

Finita la guerra, Montanelli ritornò al Corriere della Sera e divenne uno tra i più rispettati giornalisti italiani. Famose le sue corrispondenze dalle più importanti capitali europee. Montanelli fu il primo corrispondente a Budapest, durante la repressione del 1956. Per il Corriere il giornalista lavorò fino al 1973, quando maturò la decisione di dare vita a un nuovo quotidiano, Il Giornale
Il 2 luglio 1977 Montanelli, mentre si stava recando al lavoro, fu raggiunto da quattro colpi d'arma da fuoco esplosi dai brigatisti delle BR. Salvatosi, Montanelli ritornò al lavoro.

Lasciato Il Giornale in seguito a una polemica, nel marzo del 1994 lanciò un nuovo quotidiano La Voce. "Sono stato costretto a fondare un nuovo giornale -disse - quando è diventata incolmabile l'incompatibilità tra la mia indipendenza e quello che voleva l'editore dopo il suo ingresso in politica".
L'esperienza de La Voce si concluse però dopo solo un anno a causa di difficoltà finanziarie.
Ritornato al Corriere della Sera, ha curato fino all'ultimo la Stanza di Montanelli, in cui venivano commentate le lettere dei lettori col suo inconfondibile stile, spregiudicato, piccante, "senza peli sulla lingua".

Come nei sui circa 60 libri che nel corso della sua carriera Montanelli ha scritto. Ricevendo moltissimi premi, ed alcuni internazionali, come il prestigioso World Press Review's International Editor of the Year (nel 1994) e il Prince of Asturias Award for Communications ad Humanities (in Spagna nel 1996)

Fonte: http://www.cronologia.it/storia/biografie/montanel.htm

Kandran Kane
12-03-2002, 00.08.43
Originariamente inviato da Skorpios
Più che un redattore, Indro Montanelli fu il fondatore della testata.
Perchè ci tenevi tanto?

Beh sono dolente
Ma per me Indro Montanelli era solo ed unicamente un timorato di Dio.
Ne più nè meno.

E' la mia opinione.
Quando La Voce chiuse, egli accusò il tipografo di essere un forzista il quale, aveva smesso di stampare il giornale perché "Serviva i padroni".
Poi si venne a sapere che in realtà, gli incassi del giornale erano molto bassi rispetto alle tirature e, in realtà il tipografo denunciò la redazione de "La Voce" per un debito non saldato, un debito consistente. Purtroppo non ricordo la cifra esatta.

Forse è stato uno dei tanti momenti di debolezza dell'uomo.

Io credo nel fatto che non è necessario rivangare. Ma anche esaltare è un pò "estremo".

Quindi, sebbene nel pieno rispetto della persona, mi dissocio totalmente dall'immagine che Stalker ha riportato di I. Montanelli.
(Da come è scritto sembra tratto da un testo pubblicato, per questo ho pensato che lo avessi semplicemente riportato).

Stalker
12-03-2002, 20.12.50
Originariamente inviato da Kandran Kane


Beh sono dolente
Ma per me Indro Montanelli era solo ed unicamente un timorato di Dio.
Ne più nè meno.

E' la mia opinione.
Quando La Voce chiuse, egli accusò il tipografo di essere un forzista il quale, aveva smesso di stampare il giornale perché "Serviva i padroni".
Poi si venne a sapere che in realtà, gli incassi del giornale erano molto bassi rispetto alle tirature e, in realtà il tipografo denunciò la redazione de "La Voce" per un debito non saldato, un debito consistente. Purtroppo non ricordo la cifra esatta.

Forse è stato uno dei tanti momenti di debolezza dell'uomo.

Io credo nel fatto che non è necessario rivangare. Ma anche esaltare è un pò "estremo".

Quindi, sebbene nel pieno rispetto della persona, mi dissocio totalmente dall'immagine che Stalker ha riportato di I. Montanelli.
(Da come è scritto sembra tratto da un testo pubblicato, per questo ho pensato che lo avessi semplicemente riportato).

Mi sono astenuto da prendere un ritratto più "politico" dell'uomo come d'altra parte c'era su quella stessa pagina. Non volevo fare politica su un simbolo.

Volevo solo dare un ritratto sintetico di un uomo che nel bene e nel male è stato un caposaldo del giornalismo in Italia.

Kandran, scusami, ma l'episodio che citi mi pare un pettegolezzo degno di Eva 3000 :) Sull'uomo, se si vuole, si possono fare tante critiche, ma questa tua mi pare un po' di "bassa lega". Citata così decontestualizzata, senza citare le fonti, pare letta distrattamente in qualche articolo e qui riportata, articolo di chissà quale giornale che forse avevo solo lo scopo di infangare un po' l'uomo (prima era la sinistra che lo odiava poi questa destra). L'uomo ha sempre avuto un sacco di nemici. :)

Kandran Kane
13-03-2002, 01.04.26
Originariamente inviato da Stalker


Mi sono astenuto da prendere un ritratto più "politico" dell'uomo come d'altra parte c'era su quella stessa pagina. Non volevo fare politica su un simbolo.

Volevo solo dare un ritratto sintetico di un uomo che nel bene e nel male è stato un caposaldo del giornalismo in Italia.

Kandran, scusami, ma l'episodio che citi mi pare un pettegolezzo degno di Eva 3000 :) Sull'uomo, se si vuole, si possono fare tante critiche, ma questa tua mi pare un po' di "bassa lega". Citata così decontestualizzata, senza citare le fonti, pare letta distrattamente in qualche articolo e qui riportata, articolo di chissà quale giornale che forse avevo solo lo scopo di infangare un po' l'uomo (prima era la sinistra che lo odiava poi questa destra). L'uomo ha sempre avuto un sacco di nemici. :)

Hai ragione Stalker e chiedo scusa, l'intero messaggio l'ho scritto forzatamente. Volevo scriverlo per l'antipatia che ho provato per quella persona.

le fonti a quel tempo erano tutte. La Stampa, L'Unione Sarda, La repubblica, il Corriere della sera. Io lo lessi su L'unione Sarda, a quel tempo abitavo ancora nella provincia cagliaritana.

Rinnovo le mie scuse Stalker, vorrei solo farti notare che non è affatto "decontestualizzata" la notizia, visto che si parla F. I. e del cavaliere.

Stalker
13-03-2002, 20.17.38
Originariamente inviato da Kandran Kane


Hai ragione Stalker e chiedo scusa, l'intero messaggio l'ho scritto forzatamente. Volevo scriverlo per l'antipatia che ho provato per quella persona.

le fonti a quel tempo erano tutte. La Stampa, L'Unione Sarda, La repubblica, il Corriere della sera. Io lo lessi su L'unione Sarda, a quel tempo abitavo ancora nella provincia cagliaritana.

Rinnovo le mie scuse Stalker, vorrei solo farti notare che non è affatto "decontestualizzata" la notizia, visto che si parla F. I. e del cavaliere.

Ohiiii non c'è mica bisogno di scuse così formali... :D Si parla così come viene....
Il decontestualizzato non era riferito al tema del thread ma all'episodio che citi che non risultava inserito in un contesto più organico e bla bla bla.... Come vedi sono fisse mie... tu non farti poi problemi.... sennò mi metti in imbarazzo. :o

fabel
14-03-2002, 20.14.16
Leggo solo i primi post, quindi non me ne voglia chi eventualmente si sentirà non compreso adeguatamente: evitiamo le fiere delle superficialità: non si può accomunare le crociate con la distruzione delle twins towers.
Ci sono magistrati che pur avendo dato una scrollata alla politica, si è poi scoperto che avevano in progetto la loro discasa nell'agone, o comunque volevano garantirsi lo stipendio (per permettersi le serate alla scala -gratuite per loro-) fino al raggiungimento della pensione, senza che le loro Inchieste indicassero qualcuno come colpevole. A questo punto gli inquisiti della banda Berlusconi, non mi paiono certo delle mammolette, ma se tanto mi da tanto, potrebbe esserci chiunque al loro posto, purché non della sinistra.
;);)

Skorpios
15-03-2002, 22.02.32
Originariamente inviato da fabel
Leggo solo i primi post, quindi non me ne voglia chi eventualmente si sentirà non compreso adeguatamente: evitiamo le fiere delle superficialità: non si può accomunare le crociate con la distruzione delle twins towers.
Ci sono magistrati che pur avendo dato una scrollata alla politica, si è poi scoperto che avevano in progetto la loro discasa nell'agone, o comunque volevano garantirsi lo stipendio (per permettersi le serate alla scala -gratuite per loro-) fino al raggiungimento della pensione, senza che le loro Inchieste indicassero qualcuno come colpevole. A questo punto gli inquisiti della banda Berlusconi, non mi paiono certo delle mammolette, ma se tanto mi da tanto, potrebbe esserci chiunque al loro posto, purché non della sinistra.
;);)


Evitiamo le fiere delle superficialità... ;):)

james
16-03-2002, 00.40.53
Le risate me le son fatte:D

CMq la discussione mi piace tranne alcuni interventi non perchè siano di sx o di dx ma perchè non portano alcun rispetto verso il possibile lettore e soprattutto a coloro che partecipano attivamente a questo Post....

Troppa Assolutezza e Arroganza trasudano le frasi scritte soprattutto all'inizio da Nexus-Pro... io dico va be non avrai 30 anni, ma con tutto il rispetto che ti posso portare non potresti provare almeno una volta "santa volta" a scrivere con un animo più sereno e pacato?

Sinceramente per carità è un mio problema ma solo a leggerti per i motivi pocanzi detti mi vengono i nervi......

Per carità non che io sia perfetto ma penso ci sia modo e modo di porsi e tu hai quello di chi odia il mondo e che non accetta critiche da nessuno e pensa di conoscere la verità rivelata

Se mi vuoi rispondere fallo pure disponibilissimo basta che il rispetto reciproco sia al primo posto;)

Parlando di politica:
La Sx in campagna elettorare a puntato prima sul sputtanare Berlusconi e poi al programma insomma io avrei fatto l'opposto e questo lo dico non per evitare o meno lo sputtanamento intendiamoci è;)

Poi se Rutelli avesse fatto meno il perfettino continuando anche dopo aver perso le elezioni a prendere per il @@ Berlusconi perchè si preoccupava dell'arredamento ecc quando Bush doveva arrivare in Italia ..... insomma non li vabene una @@ a quell'uomo li:D:D

Cmq non scordiamoci anche dell'11 settembre quando l'hanno prossimo al prossimo costanzo show Rutelli farà vedere il grafico del governo berlsuconi e quello del governo di sinistra.. voi mi direte ma questo che c'entra? c'entra se ritorniamo al discorso di prima cioè il proporsi come alternativa, principalmente preoccupandosi di demolire l'avversario e non di proporre;)
Cmq tanto per essere completo prima delle elezioni c'era stata una puntata con rutelli al costanzo e Rutelli aveva fatto vedere 2 grafici innerenti alla borsa il primo con il suo governo (nell'intera durata) quindi più anni e il secondo con quello di Berlusconi (solo 6 7 mesi) ma il bello è che non aveva cambiato la scala quindi erano larghi uguali ed ovviamente nel governo berlusconi la scesa della borsa era netta invece nel suo prima partiva piano e poi su su verso dei picchi ma anche dei burroni.....


Ritornando al discorso iniziale penso che da una parte all'altra ci sia il male come il bene, il torto e la ragione... se si vuole far qualcosa non è sicuramente buttando merda contro l'avversario che ci si fa grandi.....


Concludendo visto che il discorso dallo scherzo è finito sulla politica penso che un governo dovrebbe avere dei concetti ed ideali metà di sx e metà di dx gli estremi non fanno altro che nuocere.. estrema libertà o negazione sono sempre e cmq fattori negativi....

Basta pensare all'immigrazione se senti parlare uno di SX: "o povero immigrato muore di fame ecc ecc" se si sente uno di DX "delinquente, fuori dal nostro paese" ecc ecc

Le affermazioni prese singolarmente come ovviamente i MASS MEDIA le propongono sono sbagliate ma se le mettiamo assieme invece comincia a intravedersi un po' di realtà.. o almeno secondo me....

E' l'una mo vado a letto:D:D:rolleyes:

Cecco
18-03-2002, 11.53.52
L'Italia è un paese diviso politicamente, cosa grave però il fatto che le due coalizioni condividano pressocchè nulla, neppure quei principi minimi, quelle regole fondamentali della democrazia.
E così gli scambi d'insulti tra gli avversari politici diventano scambi d'insulti tra lo stesso popolo che in fin dei conti aspira agli stessi ideali. Ecco, qualcuno già dissente nervosamente per questa mia ultima affermazione, ognuna delle parti rivendica per sè ideali più grandi, puri e nobili. Sciocchezze e tento di dimostrarlo.
Una volta la sinistra si contraddistingueva per un maggior intervento dello stato ed un'attenzione più forte per la protezione sociale; la destra per maggior libertà e spazio dell'individuo e dell'impresa, mano più dura nei confronti dell'illegalità.
Naturalmente ho semplificato, ma veniamo al dunque.
Quando ha governato il centro sinistra ha ritenuto procedere per le privatizzazioni ed ha tentato di liberalizzare lo stesso mercato del lavoro introducendo flessibilità, part time ed altro.
Ora che governa il centro destra, tale politica ovviamente si allarga ma allo stesso modo si tenta di venir incontro alle fasce più deboli introducendo maggiori detraibilità per i figli a carico ed adeguamento delle pensioni minime almeno al limite della sopravvivenza. Tutto ciò vi dirà qualcosa, se ci pensate bene.
Vi dirà che in fondo, in sostanza, oggi in questo tipo di società non vi sono troppe alternative. Non v'è dubbio che la politica di mercato sia insostituibile ed allo stesso modo è certo che chiunque governi non potrà sottrarsi allo sforzo sempre maggiore di assistenza verso i più deboli, i meno fortunati.
Quindi grande difformità formale tra le coalizioni ma sostanziale identità in merito all'unica politica possibile.
E proprio questo è il dramma della sinistra che ha dovuto rinunciare ad un alleato come R.C. non perchè lontano idealmente ma per impraticabilità della politica che proponeva.
Io sono probabilmente tra i più anziani del forum e nella mia vita ho sempre optato per scelte liberali, tant'è che mi sono sempre ritrovato all'opposizione. Agli amici di sinistra dico:
1) Il governo di centro sinistra ha governato non bene e sopratutto con le idee poco chiare e programmi non condivisi nell'ambito della coalizione. Gli Italiani sono intelligenti ed in caso contrario avrebbero ridato loro fiducia piuttosto che la batosta elettorale sopratutto a sinistra.
2) Uno dei grandi della sinistra, il leader Massimo, sia pure con le sue contraddizioni e la sua non eccelsa simpatia, aveva visto giusto quando pensava ad un socialismo europeo alla Blair tanto per intenderci. Perchè no, l'avrei potuto votare anch'io.
E per concludere: dobbiamo accettare le sconfitte con serenità, rispettare l'avversario, pensare più con la ns. testa senza lasciarci troppo trasportare dalla passione.
Diamo l'esempio almeno in un forum che ci vede accomunati dalla passione per l'informatica.

Stalker
18-03-2002, 20.18.45
Una domanda rivolta a tutti coloro che hanno votato CD. Avete votato Berlusconi perchè lo ritenevate la persona giusta, adatto e capace oppure perchè voi, essendo di CD, avreste votato qualunque leader messo in campo da questo schieramento. O, ancora, perchè lo ritenevate comunque di gran lunga preferibile a Rutelli ? Ritenevate qualche altro nome più adatto al ruolo di Presidente del Consiglio ?

Sinceramente io ho votato Rutelli solo perchè era il leader dello schieramento di CS, sapendo benissimo che era una figura debole. Rimango della convinzione che un uomo come Cacciari poteva essere una valida alternativa. Magari il CS avrebbe perso lo stesso ma almeno si metteva in campo un cervello non da poco. :)

Ritengo e qui chiedo l'opinione di James e Ennys, che Cacciari avrebbe riscosso moltissime simpatie nel triveneto anche da chi invece ha votato il CD. Ricordo che quando fu eletto sindaco di Venezia e Mestre stravinse con amplissima maggioranza (a Mestre il primo partito è Forza Italia e non è più una città di sinistra da tanto tempo).

Insomma il CS ha quasi gettato la spugna prima di giocare la sua partita. :rolleyes:

twinpigs
18-03-2002, 20.45.17
Originariamente inviato da Stalker
....
Insomma il CS ha quasi gettato la spugna prima di giocare la sua partita. :rolleyes: bravissimo ...
Rutello (per dirla spicciola) per me è una mezza sega ... non credo che rutello potesse "dare una svolta" alla situazione stagnante dell'italia

per dirne un'altra ...
ad Acireale (prov. CT - 70.000 teste) sapete chi si è presentato all'uninominale per il C.sinistra?

:D









si :D







Cecchi Gori :D:D:D:D:D
con tanto di Valeria :D
(che azz. c'entra C.G. con una prov. siciliana direte voi? ebbene il suo programma politico era acquistare l'Acireale calcio e riportarlo ai vecchi fasti - serie B -)
:D:D:D

P.S.: naturalmente è inutile dire che Cecchi ha fatto proprio schifo ... è stato surclassato dall' anonimo "avversario" politico di C.Dx

Stalker
18-03-2002, 20.55.25
Twinpigs, posso dire una ca@@@ata che mi sta qui ??? Mi scuso per la provocazione forte, ma devo dirla.

Allora in Sicilia (e non solo) esiste ancora la mafia. La mafia, si sa, ha sempre condizionato le elezioni nella regione.

A maggio in Sicilia il centro destra ha ottenuto il 100 % dei seggi............

L'ho detta troppo grossa ? :)

PCinceppato
18-03-2002, 23.07.18
In realtà il centro destra in Sicilia a fatto 100% perchè la sinistra non è stata capace di debellare la mafia, e i cittadini ne hanno tenuto conto in cabina elettorale! Tìè! Troppo comodo non fare un CAZZO per sette anni e poi lamentarsi se si perdono le elezioni!

Stalker
18-03-2002, 23.18.19
Originariamente inviato da PCinceppato
In realtà il centro destra in Sicilia a fatto 100% perchè la sinistra non è stata capace di debellare la mafia, e i cittadini ne hanno tenuto conto in cabina elettorale! Tìè! Troppo comodo non fare un CAZZO per sette anni e poi lamentarsi se si perdono le elezioni!

A me risulta che in Sicilia la sinistra abbia sempre avuto un peso ridicolo. :rolleyes: Lamentati con chi vi ha governato per decenni....

PCinceppato
18-03-2002, 23.22.26
Fandonie di un comunista: tanto per farti un esempio il nuovo sindaco di palermo eletto di recente è andato al posto di un ciarlatano di sinistra che non ha saputo risolvere in problemi della città.

Stalker
18-03-2002, 23.43.17
Originariamente inviato da PCinceppato
Fandonie di un comunista: tanto per farti un esempio il nuovo sindaco di palermo eletto di recente è andato al posto di un ciarlatano di sinistra che non ha saputo risolvere in problemi della città.

Il ciarlatano di sinistra è stato votato da tuoi concittadini immagino. :rolleyes: Magari hanno anche loro diritto ad un po' di rispetto non trovi ?

Comunque se continui ad usare un linguaggio ridicolo tipo: "fandonie di un comunista" mi sa che ignorerò i tuoi interventi d'ora in avanti.......... :rolleyes:

PCinceppato
18-03-2002, 23.59.56
Se la metti su questo piano, allora questa discussione non ha ragione di esistere per le offese, denigrazioni e calunnie fatte al berlusca, caro il mio militante nel partito comunista! Contestare e scherzare va bene, proporre nuove idee pure meglio, fare finta di scherzare per diffamare e denigrare NO! e quest'ultima è la linea adottata dall'altro militante tuo compagno che ha iniziato questa discussione.

Ale il Golosone
19-03-2002, 00.14.55
"....e quest'ultima è la linea adottata dall'altro militante tuo compagno che ha iniziato questa discussione."

mi dispiace che PCinceppato la pensi così!


Il Mio Post è nato x farsi due risate e non per
parlare di politica o quant'altro....

Stop!

PCinceppato
19-03-2002, 00.30.09
Non insistere, nell'articolo c'è un vero e proprio attacco alle politiche di governo. Attacco condotto con astuta ironia falsificando la realtà dei fatti, con la visione di un pensiero unilaterale (di sinistra) che sicuramente non rapresenta le volontà di questo governo. Comunque è vero il tono è ironico, si... ma di sinistra... dal momento che non condivido un'acca di ciò che sta scritto su quel documento.

STOP! e che sia definitivo.

Daniela
19-03-2002, 00.45.39
Originariamente inviato da PCinceppato

STOP! e che sia definitivo.

Se c'è qualcuno che può dire STOP! qui siamo soltanto Trinity ed io.
Sono stata abbastanza chiara?

Quindi la conversazione continua, e per piacere evitiamo i toni da talkshow di mezzasera con annessi insulti che già bastano quelli che ci sono.

Daniela
19-03-2002, 00.57.40
E un'altra cosa: questo è uno dei pochi forum dove ancora si può parlare di politica. In altri non puoi nemmeno iniziare a dire "Berl..." che già il topic viene chiuso per evitare casini.

Facciamo in modo da non perdere questa possibilità, ok?

Sono certa che capirete cosa intendo.

PCinceppato
19-03-2002, 00.57.45
ihihi! Ho intenzione di mettere alla prova i moderatori. A riscriverci fra qualche ora. Auguro Buonanotte a tutti, senza distinzione di partito. (sono sincero)

twinpigs
19-03-2002, 09.16.24
Originariamente inviato da Stalker
Twinpigs, posso dire una ca@@@ata che mi sta qui ??? Mi scuso per la provocazione forte, ma devo dirla.

Allora in Sicilia (e non solo) esiste ancora la mafia. La mafia, si sa, ha sempre condizionato le elezioni nella regione.

A maggio in Sicilia il centro destra ha ottenuto il 100 % dei seggi............

L'ho detta troppo grossa ? :) dico che hai detto una grande stronz. (con tutto il rispetto che ho per te ;) )

- credi che se fosse stata la sinistra a vincere al 100%, "la mafia" sarebbe stata debellata? o per lo meno contrastata?
credo che le nostre risposte coincidano

- forse dalle tue parti pensi che "la mafia" non ci sia? ...
in compenso ci stanno "i padroni" ... e mi fermo qui ;)


P.S.: buone notizie ...
grazie alla NUOVA legge sui "pentiti" ("varata" nel marzo 2001 quindi dal cs) sono stati messi in libertà (meglio dire a piede libero) gli esecutori MATERIALI della strage di Capaci ...
certo ... dopo 10 anni di stipendio da manager con tanto di scorta per le loro famiglie, adesso li mettono pure a piede libero ....
mah (N)

twinpigs
19-03-2002, 09.36.18
Originariamente inviato da twinpigs
....
P.S.: buone notizie ...
grazie alla NUOVA legge sui "pentiti" sono stati messi in libertà (meglio dire a piede libero) gli esecutori MATERIALI della strage di Capaci ...
certo ... dopo 10 anni di stipendio da manager con tanto di scorta per le loro famiglie, adesso li mettono pure a piede libero ....
mah (N) i telegiornali tanto impegnati a parlare di notizie importantissime tipo la juve e la roma ... chi vincerà?
adesso c'è la moda delle stragi familiari ...
il solito bollettino di guerra ...
eccc...

ecco le dichiarazione dei "ministri":

14/03 18:08


Castelli:'Legge pentiti non si tocca'

Il ministro Castelli non si lascia influenzare dalle polemiche scoppiate dopo la scarcerazione dei killer del giudice Falcone e della'Uno Bianca' e afferma:'il Governo non ha alcuna intenzione di rivedere la legge sui pentiti anche perche' e' stata ritoccata in tempi recenti' Il ministro ha comunque ribadito che 'esiste la volonta del Governo di assicurare la certezza della pena'. Anche Scajola difende la legge sui pentiti:'bisogna ragionare con la testa non con la pancia'.Il ministro dell'Interno non esclude pero' che nel'tempo le norme possano essere riviste'.
http://www.rai.it/RAInet/news/pub/raiNwNotizia/1,2655,115845,00.html

NO COMMENT

Cecco
19-03-2002, 10.22.37
Io ho votato c.d. perchè mi ritrovo molto più nei loro programmi e perchè appare una coalizione più convincente. Ammiro Berlusca, come lo chiamate, per la sua praticità e capacità lavorativa ma, in verità avrei votato anche un altro leader del c.d.

The_Prof
19-03-2002, 10.29.37
Qualche piccola considerazione:
Il CS per governare deve vincere le elezioni.
Il CD per governare deve vincere le elezioni e una volta al potere combattere di continuo contro gli avversari politici compatti con i sindacati nel denigrare qualsiasi mossa del Governo minacciando di continuo lo sciopero generale.
Ma quello che mi preoccupa molto e' il fatto che a breve, le decisioni sulla riforma pensionistica, sulla riforma del lavoro, ecc.
verranno prese in sede europea, con l'obbligo per gli stati aderenti alla comunita' europea di ottemperare a quanto disposto dall'alto, con poche possibilita' di intervento.

P.S. D'accordo nauralmente con la MOD.

Ciao :)

Stalker
19-03-2002, 18.00.54
Originariamente inviato da twinpigs
dico che hai detto una grande stronz. (con tutto il rispetto che ho per te ;) )

- credi che se fosse stata la sinistra a vincere al 100%, "la mafia" sarebbe stata debellata? o per lo meno contrastata?
credo che le nostre risposte coincidano

- forse dalle tue parti pensi che "la mafia" non ci sia? ...
in compenso ci stanno "i padroni" ... e mi fermo qui ;)


P.S.: buone notizie ...
grazie alla NUOVA legge sui "pentiti" ("varata" nel marzo 2001 quindi dal cs) sono stati messi in libertà (meglio dire a piede libero) gli esecutori MATERIALI della strage di Capaci ...
certo ... dopo 10 anni di stipendio da manager con tanto di scorta per le loro famiglie, adesso li mettono pure a piede libero ....
mah (N)

Spiego la mia provocazione.
La mafia esiste sempre. Anche se adesso non va molto più di moda parlarne.
Ora: o la mafia è meno potente di una volta e non ha più alcuna influenza di mettere voce nelle elezioni regionali (e nazionali) e allora ciò mi fa piacere.
Che la maggioranza dei siciliani voti per il centrodestra a me stà benissimo.
Mi inquieta che, forse e dico forse, visto il plebiscito, anche la mafia abbia trovato conveniente appoggiare qualche personaggio. Tutto qua.

Se la sinistra avesse preso il 100% mi sarei preoccupato un po' per gli stessi motivi. ;)

Riguardo ai pentiti. Ricordiamoci che i primi a odiare i pentiti sono proprio i mafiosi... queste persone danno loro estremo fastidio.
Vanno protetti, c'è poco da fare anche se rimangono comunque criminali.

Non sono informato sulla notizia che riporti ma ovviamente sono contrario a queste scarcerazioni facili.

Cecco
19-03-2002, 18.11.11
Cioè tu assumi che chi vince ha avuto il voto dei mafiosi. Beh allora io dico che stavolta hanno perso.

Stalker
19-03-2002, 18.13.08
Originariamente inviato da Cecco
Cioè tu assumi che chi vince ha avuto il voto dei mafiosi. Beh allora io dico che stavolta hanno perso.

La mafia ha mai fatto votare per qualcuno che ha perso ?

Cecco
19-03-2002, 18.34.18
La mafia a mio parere prima di votare i partiti vota i personaggi su cui potrebbe contare. Ma poi il punto non è questo, mi pare che il tema sia così forte da non poter ragionare per probabilità o statistica. Bisogna andarci piano, vedi caso Mannino, Andreotti e chissà quanti ancora.
Un altro ragionamento: ammesso che in un certo momento storico la mafia non abbia sicure e/o probabili figure di riferimento,
che fa in tal caso, non vota?
E poi ancora: nientemeno che ritieni tanto numerosi i mafiosi in Sicilia da influenzare il 100% dei seggi?
Ed infine poi, nella mia città dove il centrosinistra ha vinto spesso a mani basse, i camorristi hanno determinato quel voto?
Smettiamola per cortesia, con questi ragionamenti non andremo mai molto avanti.

twinpigs
19-03-2002, 18.46.48
Originariamente inviato da Stalker
....
Mi inquieta che, forse e dico forse, visto il plebiscito, anche la mafia abbia trovato conveniente appoggiare qualche personaggio. Tutto qua.
;)dimmi una cosa ...
cos'è per te "la mafia"?

Originariamente inviato da Stalker
....
Non sono informato sulla notizia che riporti ma ovviamente sono contrario a queste scarcerazioni facili. ci mmancherebbe che fossi pure favorevole :p

ecco ..
scarcerano i killer del giudice Falcone e vari Tg che fanno?
NON fanno informazione ovviamente

Cecco
19-03-2002, 19.02.38
I mass media hanno dato spazio alla notizia della scarcerazione di quei galantuomi, ma ammesso che non l'abbiano data abbastanza, mi spieghi Twinpigs qual'è la tua dietrologia? Io non penso che questa notizia abbia fatto piacere a qualcuno, non ai giornalisti, non ai magistrati specie a chi ha dovuto applicare una legge delle stato, non a tutti i politici ed ai cittadini vuoi di c.s. che di c.d. L'applicazione di una legge dello stato appunto, solo questo. Qualcuno trasversalmente la ritiene un legge valida perchè ha consentito lo scardinamento dell'omertà, qualcuno altro non la ritiene ingiusta ma vorrebbe renderla un pò più dura nei confronti dei pentiti. Sai quando è stata approvata? Ciao

Stalker
19-03-2002, 20.24.32
Originariamente inviato da Cecco
E poi ancora: nientemeno che ritieni tanto numerosi i mafiosi in Sicilia da influenzare il 100% dei seggi?


Cecco dai.... lo sai bene che non ho detto questo.

Ripeto che se, e dico se, la mafia ha ancora il potere di influenzare qualcosa, forse uno 0.5 % di un 100 % potrebbe essere qualcosa di poco pulito. Solo questo. Potrebbe. Poi mi auguro che il 100 % dei votati, parlamentari e non, sia brava gente.
Caspita, ma non ci si può far nemmeno venire questi dubbi ???
Sappiamo tutti cosa succedeva in Italia fino a pochi anni fa.....

dimmi una cosa ...

Per quanto ne so io la mafia, molti anni fa era una forma di organizzazione sociale, una sorta di autogoverno del popolo. Forse non c'entravano i soldi e il potere. Forse molti decenni fa era un'espressione popolare.

Poi la mafia è diventata sempre più sinonimo di potere. Il potere è la cosa più importante, forse più del denaro che è il mezzo per raggiungere il potere e mantenerlo.
Il potere fa ammazzare chiunque ostacoli questi progetti.
Insomma la mafia per me è un contropotere. La mafia è terrorismo armato, molto più pericoloso dei talebani, perchè ci stà di fianco.
Per te cos'è, Twinpigs ?

Stalker
19-03-2002, 21.02.59
Tornando al discorso generale...

Agnelli ha denunciato al fisco 26 miliardi. Brlusconi 16 e rotti. Pare che il risparmio con le nuove aliquote si aggira per il primo sui 3 miliardi e mezzo e per il secondo sui 2 miliardi.

Vi risulta ?

Stalker
19-03-2002, 21.43.31
MORTO MARCO BIAGI (F)

Mio padre ( di centro destra ) dice colpa del casino fatto sull'articolo 18.

Non sono d'accordo. E' un fatto gravissimo. Le manifestazioni sindacali ci sono sempre state. Non mi risulta che abbiano portato a far ammazzare la gente.

Spero che nessuno strumentalizzi.

LOTTA AL TERRORISMO !!!

giofi83
19-03-2002, 22.05.54
...Ed a qualsiasi forma di violenza:(

twinpigs
19-03-2002, 22.39.40
Originariamente inviato da Cecco
. L'applicazione di una legge dello stato appunto, solo questo.appunto ... e questi sono gli efetti collaterali ...
bello

Originariamente inviato da Cecco
. . Sai quando è stata approvata? Ciao ciao ...
certo che lo so ..
l'ho pure scritto in un mio post .. il ciesse nel marzo 2001

twinpigs
19-03-2002, 22.43.50
Originariamente inviato da Stalker
...Poi la mafia è diventata sempre più sinonimo di potere. Il potere è la cosa più importante, ...Per te cos'è, Twinpigs ? appunto ... il potere ...
non il potere "buono" ... bensì il potere

Stalker
19-03-2002, 22.47.03
Originariamente inviato da twinpigs
appunto ... e questi sono gli efetti collaterali ...
bello

ciao ...
certo che lo so ..
l'ho pure scritto in un mio post .. il ciesse nel marzo 2001

Un articolo interessante per approfondire cosa dica veramente questa legge qui http://www.narcomafie.it/articoli/art_3_2001.htm

Stalker
19-03-2002, 22.48.32
Originariamente inviato da twinpigs
appunto ... il potere ...
non il potere "buono" ... bensì il potere

Articola un po' di più il tuo ragionamento... a me interessa. :)

twinpigs
19-03-2002, 22.50.44
Originariamente inviato da Stalker
MORTO MARCO BIAGI (F)

.. LOTTA AL TERRORISMO !!! prima il d'antona .. di sin.
ora il biagi .. di ds.
(tutti e 2 avevano a che fare col "lavoro")
si ... questo è terrorismo ...
quando ammazzano i magistrati o mettono le bombe nei negozi è "mafia" ...
queste sono le etichette dei mass media ...

(F) (F)

twinpigs
19-03-2002, 23.41.28
(F) a Biagi

Delirio o "verità":
Quella di Marco Biagi "è una morte annunciata". Lo ha detto il presidente di Confindustria Antonio d'Amato

http://www.repubblica.it/news/ired/ultimora/rep_nazionale_201075.htm

twinpigs
19-03-2002, 23.46.47
Un giornalista che abita al numero 8 di via Valdonica ha raccontato: "Fino a qualche tempo fa incontravo spesso Biagi al mattino che faceva la spesa, accompagnato dalla scorta. Altre volte vedevo che gli uomini della protezione lo aspettavano sotto casa, penso per accompagnarlo a Modena. Da un po' di tempo invece lo vedevo muoversi vicino all'abitazione da solo o con la moglie, Marina Orlandi, e i due figli".

Il vicino ha precisato che i suoi incontri casuali con Biagi avvenivano solo al mattino


http://www.repubblica.it/news/ired/ultimora/rep_nazionale_201062.htm

morte annunciata

Stalker
20-03-2002, 00.00.21
Originariamente inviato da twinpigs
(F) a Biagi

Delirio o "verità":
Quella di Marco Biagi "è una morte annunciata". Lo ha detto il presidente di Confindustria Antonio d'Amato

http://www.repubblica.it/news/ired/ultimora/rep_nazionale_201075.htm

Scusa ma che rilevanza ha adesso l'opinione di D'Amato ?

Skorpios
20-03-2002, 00.08.36
Originariamente inviato da Stalker


Scusa ma che rilevanza ha adesso l'opinione di D'Amato ?


O quella di qualsiasi altro non-libero cittadino...?

Stalker
20-03-2002, 00.11.00
Originariamente inviato da Skorpios



O quella di qualsiasi altro non-libero cittadino...?

Infatti. Lasciamo perdere per il momento le opinioni dei mass media, dei politici ecc.. ecc... cerchiamo di pensare con la nostra testa.

Skorpios
20-03-2002, 00.12.03
Originariamente inviato da Stalker


Infatti. Lasciamo perdere per il momento le opinioni dei mass media, dei politici ecc.. ecc... cerchiamo di pensare con la nostra testa.


Già.

Skorpios
26-03-2002, 18.30.27
Originariamente inviato da ennys


Effettivamente è probabile che a sx di ragioneria i politici ne mastichino poco. Meglio quindi spostare il discorso sull'imputato sul mafioso sull'assassino, che non fa mai male.

Evviva la sincerità. :rolleyes: :rolleyes: :rolleyes:


A sinistra... l'imputato... il mafioso... l'assassino...
Non so di cosa parli... :)

Comunqe, per fare il "loro" gioco mi riferivo al fatto che (con tutto il rispetto) mi appare come uno spreco di tempo (già così poco) e di risorse (intellettuali) il mettersi a fare di conto (e con tanta "convinzione", per giunta) su questioni che esulano (o, almeno per me, dovrebbero esulare) la motivazione ideologica... ;):)

Skorpios
26-03-2002, 18.51.21
Originariamente inviato da ennys
... queste perle di saggezza spicciola mi fanno tanta tristezza.


Non c'è nulla di male in questo... :)

La tristezza è un sentimento umanissimo... ;):)











(Non è delettazione senza mistura di tristezza. Giordano Bruno)

Skorpios
26-03-2002, 19.14.48
Originariamente inviato da ennys


Alcuni manifestanti del petrolchimico di Gela avevevano un cartello che diceva: "NO ALLA GIUSTIZIA ESERCITATA CON LA CLAVA!"

Tutti hanno il sacrosanto diritto di criticare l'azione della magistratura , che non essendo di emanazione divina non è quindi infallibile. Parimenti quando si critica un provvedimento, come hanno fatto i lavoratori di Gela o come può fare chiunque altro, non si mette in discussione nè tutta la magistratura nè tutto il sistema.


Sottoscrivo pienamente ciò che ti quotò Efreet:

"I manifestanti avevano il diritto di scendere in piazza per manifestare contro il provvedimento della magistratura. Allo stesso tempo la magistratura aveva il dovere di indagare, dal momento che c'erano dei sospetti di illecito, e una volta indagato di mettere in pratica i necessari provvedimenti per ricondurre alla legalità alla questione. Questa non è un'opinione, è la legge. Se la magistratura ha chiuso lo stabilimento incriminato, non è colpa della magistratura, è colpa dei dirigenti dello stabilimento che hanno creato una situazione di illegalità."

Aggiungerei solo che, pur essendosi auto-definito (ma lo avrà fatto certamente per fini infinitamente più nobili di quelli che la mia "maliziosità" mi suggerisce...) Presidente-operaio, il nostro riveste invece una carica e un ruolo istituzionali che dovrebbero responsabilmente inibirlo (:D) da un certo tipo di esternazioni...

Ma (non dirmelo, lo so già) questa è aria fritta!
La mentalità e la moralità di un comunissimo cittadino sono lontane anni luce dalla mentalità e dalla moralità di un comunissimo politicante...

ennys
05-04-2002, 15.13.41
Originariamente inviato da Stalker
Peccato che Ennys si connetta solo a notte profonda ( ci devi dire il tuo segreto: come fai a lavorare di giorno e a fare certi ragionamenti lucidi di notte ???? :) ). Se fosse connesso anche adesso si potrebbe fare un utilissimo scambio di opinioni a caldo.

I miei orari dipendono solamente dal fatto che in altri momenti non ho proprio il tempo nè per leggere nè per postare.
Lo faccio, e di rado ahimè, nei momenti di calma e relax che coincidono, gioco forza, a notti che precedono giornate in cui non lavorerò. E, naturalmente, se non cado morto dal sonno...


:)

ennys
05-04-2002, 15.27.24
Originariamente inviato da Stalker

.................................................. ..............................................
....Per me quindi la politica è anche un fatto privato, familiare. Forse una scusa per giustificare la mia ritrosia, la mia incapacità a stabilire a 30 anni suonati un rapporto decente. Intrinsecamente molto complesso perchè si attorciglia in un groviglio di sentimenti che vanno dal disprezzo, al senso di colpa, all'affetto, alla sfida. Tutti sentimenti che si provano nei confronti di un padre distante.
Lui ha le sue colpe e io ho le mie. Lui è più vecchio. Non ci capiamo. Così è la vita per noi, così è la politica.
Ciao.



Ti ringrazio per questo post bello e toccante che mi ha fatto riflettere.

Non so cosa aggiungere: non tutto nella vita è come vorremmo che fosse e ciò è ancora più triste se riguarda persone che ci sono care e vicine. Cerchiamo anche dalle situazioni che più mettono alla prova il nostro animo e la nostra sensibilità di trarre comunque delle occasioni per crescere e maturare.

Ciao :)



P.S.

Chiudo sperando di poter scrivere qualcosa stanotte visto che ci sono molte cose in questo ed in altri thread, che vorrei esprimere e puntualizzare da tempo.

Stalker
07-04-2002, 12.59.43
Cosa ne pensate del "suicidio" del tecnico che stava indagando sulla vicenda Biagi e D'Antona ???

Pare proprio essere stato un suicidio ma la vicenda è un po' inquietante.
Sapremo mai cosa aveva scoperto ???

Paco
08-06-2002, 07.37.00
Ho riportato su questo Thread per farvi leggere questo articolo:

La Relazione della magistratura contabile
boccia il Lazio e promuove l'Emilia Romagna
Allarme della Corte dei conti
"Spesa sanitaria fuori controllo"
Berlusconi: "Colpa della sinistra"


ROMA - La Corte dei conti lancia l'allarme sulla spesa sanitaria delle Regioni cresciuta in modo definito "preoccupante" negli ultimi due anni e destinata ad ulteriori incrementi nel 2002. Le cifre riportate nella Relazione sulla gestione finanziaria delle Regioni, relativa agli anni 2000 e 2001 parlano chiaro: il tasso medio di crescita della spesa corrente sanitaria è stato pari al 7,6% ed è stata soprattutto la spesa per medicinali a gravare sui bilanci. "Allarmante" è definito l'incremento nel 2001, che è stato pari a circa 142.389 miliardi di lire (73,5 milioni di euro), con un aumento del 6,3% che ha ridotto soltanto in misura relativa il picco raggiunto nel 2000, quando il fabbisogno lievitò del 9,1% sul '99. Risultato, una crescita media del 7,6% che ha riguardato i consuntivi delle aziende sanitarie e ospedaliere gravando sui bilanci regionali. "Colpa della sinistra", commenta Berlusconi, "colpa del governo precedente", gli fa eco il ministro della Salute Girolamo Sirchia.

La Relazione, curata dalla Sezione Autonomie della Corte dei conti, vede con pessimismo anche il 2002. "Ulteriori rischi si addensano sui risultati di quest'anno, a causa di una inusitata effervescenza della spesa farmaceutica riscontrata nei primi tre mesi dell'anno (+14-15%), all'aumento del costo del personale della sanità rinveniente dall'ultimo contratto nazionale di comparto, agli effetti conseguenti gli obiettivi perseguiti dal governo in tema di riduzione delle liste di attesa".

La spesa corrente sanitaria, rispetto a un Pil nominale che è cresciuto con un tasso medio del 4,3% negli ultimi quattro anni, registra un incremento che nel medesimo periodo si attesta a livelli decisamente superiori: dal 6,7% al 7,6% dell'ultimo biennio con "uno scarto che smentisce la tenuta dei fabbisogni ipotizzati e - prosegue la Relazione - la congruente copertura assicurata dai previsti finanziamenti".

Secondo la magistratura contabile, pertanto, la disciplina sul Patto di stabilità interno "non si è rivelata coerente con gli obiettivi perseguiti. I risultati insoddisfacenti sono in gran parte legati - segnalano i giudici - all'ambiguità di fondo delle regole applicative". Nel quadriennio 1998-2001 il tasso maggiore di crescita - rapportato al dato nazionale dei quattro anni, cioè al +6,7% - è stato registrato dalla Regione Lazio (+7%) e dalla Lombardia (+6,9%). Migliore è invece la situazione, sempre con riferimento ai quattro anni, della Campania (+6,3%), del Veneto (+6,1%) e dell'Emilia Romagna (+4,8%).

In particolare, per l'Emilia la Corte segnala l'avvio di "un percorso virtuoso nel quadriennio con il traguardo nel 2001 di una crescita di spesa corrente sanitaria di appena il +2,4%". Le maggiori preoccupazioni sono relative alla situazione del Lazio, che "malgrado la integrazione di 644 miliardi dell'accordo di agosto, espone nel 2001 un ulteriore disavanzo di 1.701 mld. Da dire poi che il Lazio - si rileva nella Relazione - con speciale riguardo alla situazione del policlinico universitario, riceve dal bilancio dello stato altri 700 mld per gli anni 2000 e 2001".

L'analisi economica della spesa corrente sanitaria individua le componenti di maggiore peso nei costi del personale, dei beni e servizi, delle convenzioni, che rappresentano rispettivamente il 37%, il 22,5% e l'11,4% del totale negli anni 2000 e 2001. La spesa farmaceutica, da parte sua, ha una incidenza percentuale del 12,5% per il 2000 che sale al 15,8% nel 2001.

Pronta la risposta del governo ai dati della Corte dei conti. Il ministro Sirchia subito ha dato la colpa al governo del centrosinistra ed anche Berlusconi ha seguito la stessa linea. "E' vero - ha detto il premier - che c'è stata una spesa sanitaria eccessiva, ma questo è dovuto alla manovra elettorale della sinistra che ha eliminato il ticket e così gli italiani hanno moltiplica l'acquisto delle medicine accumulandole, spesso, nei cassetti". E Berlusconi poi ha promesso: "Il governo interverrà per contenere la spesa sanitaria".

(7 giugno 2002)

[Fonte: La Repubblica (http://www.repubblica.it/online/politica/costisanita/costisanita/costisanita.html) ]

Paco
08-06-2002, 07.41.19
e anche questa volta è colpa della sinistra...per favore ho bisogno qualcuno che mi spieghi questa situazione!!! E poi perchè il deto dell'Emilia Romagna (+4,8%) è quello più basso rispetto alle altre regioni? Cosa abbiamo noi di speciale rispetto agli altri? Pago chiunque mi spieghi questa situazione ;) (ovviamente scherzo :D)

Stalker
08-06-2002, 09.07.29
Non me ne vogliano Cecco & C. ma vorrei segnalare questo libretto, scaricabile gratuitamente sul sito www.bobi2001.it

http://www.bobi2001.it/100bugie.pdf

Io l'ho spedito ad un po' di gente per e-mail. Se volete, fate altrettanto. :)