PDA

Visualizza versione completa : Berlusca & Co.


Pagine : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 [27] 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42

sarahkerrigan
03-05-2003, 15.10.19
Originariamente inviato da succhione
..la condanna di un uomo, indipendentemente da chi sia, merita le dovute attenzioni..
...Previti, ha i suoi diritti, così come i suoi doveri...se la sua appartenenza politica o le sue "amicizie", possono aiutarlo o ostacolarlo nella ricerca della verità, è una sconfitta x tutti...destra e sinistra...
..continuo a rimanere lontano...anzi lontanissimo, da questa visione di società divisa, per cui...si cerca di manifestare in favore della "pace" globale..per poi azzuffarsi in "guerre" di partiti.....(N)



...condivido la prima parte del tuo post ma non l'ultima...è proprio per evitare che certi conflitti diventino globali che si parte dall'analizzare, per poi fronteggiare, innanzitutto quelli interni...sono d'accordo che a volte ci sono eccessive manifestazioni di parte sia in politica che nei rapporti personali (io per prima) ma, tutto sommato, non ci si limita solo a criticare, si compensa portando, ognuno per quel che può, anche argomenti ed informazioni...no?


:)

succhione
03-05-2003, 15.26.15
Originariamente inviato da sarahkerrigan




...condivido la prima parte del tuo post ma non l'ultima...
...ma, tutto sommato, non ci si limita solo a criticare, si compensa portando, ognuno per quel che può, anche argomenti ed informazioni...no?


:)

..si-si...informazione ed argomenti..!
.."Involontariamente", ognuno di noi, manifesta partiticamente le inf...dandogli chiare connotazioni...
...la giustizia, non deve assolutamente mescolarsi a questo soggettivismo....

..per il resto...parliamone ....;)

Paco
03-05-2003, 15.29.21
Originariamente inviato da succhione
..la condanna di un uomo, indipendentemente da chi sia, merita le dovute attenzioni..
...Previti, ha i suoi diritti, così come i suoi doveri...se la sua appartenenza politica o le sue "amicizie", possono aiutarlo o ostacolarlo nella ricerca della verità, è una sconfitta x tutti...destra e sinistra...
..continuo a rimanere lontano...anzi lontanissimo, da questa visione di società divisa, per cui...si cerca di manifestare in favore della "pace" globale..per poi azzuffarsi in "guerre" di partiti.....(N)

quando si passa ai fatti inevitabilmente ci sono scontri, senza che senso avrebbe discutere?

Lello
03-05-2003, 15.32.48
Originariamente inviato da sarahkerrigan




sono d'accordo che a volte ci sono eccessive manifestazioni di parte sia in politica che nei rapporti personali (io per prima) ma, tutto sommato, non ci si limita solo a criticare, si compensa portando, ognuno per quel che può, anche argomenti ed informazioni...no?


:)
Grazie Sara....
hai risposto anche per me....




gli interventi del Succhione su questo 3d sono graditi e di grande stimolo....
sono interventi che spogliano....
"Spogliatoio" direbbe il Principe....

sono vibranti.... :p

:) Ciao Sara (F)
Ciao Succhio :)

succhione
03-05-2003, 15.34.16
Originariamente inviato da Paco


quando si passa ai fatti inevitabilmente ci sono scontri, senza che senso avrebbe discutere?

..è questo che m'indigna..!!!
...La visione meccanicistica della societa...scontro/politica/potere....
..credi veramente che il futuro dell'umanità vada in questo senso...??!!
..Questi concetti primitivi e violenti, moriranno sotto la libertà totale di pensiero...che ora non c'è...ma che arriverà.....

totore
03-05-2003, 15.35.57
Originariamente inviato da succhione
..la condanna di un uomo, indipendentemente da chi sia, merita le dovute attenzioni..
...Previti, ha i suoi diritti, così come i suoi doveri...se la sua appartenenza politica o le sue "amicizie", possono aiutarlo o ostacolarlo nella ricerca della verità, è una sconfitta x tutti...destra e sinistra...
..continuo a rimanere lontano...anzi lontanissimo, da questa visione di società divisa, per cui...si cerca di manifestare in favore della "pace" globale..per poi azzuffarsi in "guerre" di partiti.....(N)

http://smilies.sofrayt.com/%5E/w/thumbs.gifhttp://smilies.sofrayt.com/%5E/w/thumbs.gifhttp://smilies.sofrayt.com/%5E/w/thumbs.gif

succhione
03-05-2003, 15.43.01
Originariamente inviato da Lello


gli interventi del Succhione su questo 3d sono graditi e di grande stimolo....
sono interventi che spogliano....
"Spogliatoio" direbbe il Principe....



...bello..la politica ironizzata dal Principe...spogliata dai suoi "Satanismi"..fino a rimanere giullaresca....:D

...lunico "voto" spensierato..lo darei a ...
http://www.scavezzon.com/IMAGES/vota_antonio3.jpg

...:D

Paco
03-05-2003, 15.45.14
Originariamente inviato da succhione


..è questo che m'indigna..!!!
...La visione meccanicistica della societa...scontro/politica/potere....
..credi veramente che il futuro dell'umanità vada in questo senso...??!!
..Questi concetti primitivi e violenti, moriranno sotto la libertà totale di pensiero...che ora non c'è...ma che arriverà.....

E chi ha detto che non sei libero di pensarla come meglio credi?

Stalker
03-05-2003, 15.47.24
Originariamente inviato da succhione


..è questo che m'indigna..!!!
...La visione meccanicistica della societa...scontro/politica/potere....
..credi veramente che il futuro dell'umanità vada in questo senso...??!!
..Questi concetti primitivi e violenti, moriranno sotto la libertà totale di pensiero...che ora non c'è...ma che arriverà.....

Ok. Ma i fatti rimangono.
Succhione, come mai questa indignazione nasce quando la sinistra stigmatizza un atteggiamento di Berlusconi ?
Come mai proprio adesso ?.

In linea generale sono pure d'accordo con te.
Ma quando si tratta di precisi fatti politici preferisco rimanere con i piedi per terra.

succhione
03-05-2003, 15.52.46
Originariamente inviato da Stalker


Ok. Ma i fatti rimangono.
Succhione, come mai questa indignazione nasce quando la sinistra stigmatizza un atteggiamento di Berlusconi ?
Come mai proprio adesso ?.

In linea generale sono pure d'accordo con te.
Ma quando si tratta di precisi fatti politici preferisco rimanere con i piedi per terra.

...è un'indignazione intelletuale e generale...senza riferimenti ( alrtrimenti sarei il primo a razzolare male )...
..certo, sfiora pesantemente l'idealismo..vista la realtà...

succhione
03-05-2003, 16.00.56
Originariamente inviato da Paco


E chi ha detto che non sei libero di pensarla come meglio credi?

...si Lello...!
..Pensarla come si vuole...non è come vivere in una società depurata e finalmente "pensata"....

Stalker
03-05-2003, 16.03.23
Originariamente inviato da succhione


...è un'indignazione intelletuale e generale...senza riferimenti ( alrtrimenti sarei il primo a razzolare male )...
..certo, sfiora pesantemente l'idealismo..vista la realtà...

Messa così ti dò ragione. Ma attenzione a non cadere nel qualunquismo.

Non siamo tutti uguali... ;)

Lello
03-05-2003, 16.06.52
Originariamente inviato da succhione


...si Lello...!
..Pensarla come si vuole...non è come vivere in una società depurata e finalmente "pensata"....
Vedi che IO sono Lello...
che fai come Drudi che ci confonde?

ah la avecchiaia che brutta bestia....

:D



:eek: :eek: :eek:
scherzavo Supremo :)

Paco
03-05-2003, 16.09.12
Originariamente inviato da succhione


...si Lello...!
..Pensarla come si vuole...non è come vivere in una società depurata e finalmente "pensata"....

Mi affascina questo tuo pensiero, ma c'entra poco con Previti e i giudici di Milano.

Paco
03-05-2003, 16.11.00
Originariamente inviato da Lello

Vedi che IO sono Lello...
che fai come Drudi che ci confonde?

ah la avecchiaia che brutta bestia....

:D



:eek: :eek: :eek:
scherzavo Supremo :)

Io gli ho chiesto chi gli ha detto che non può pensarla liberamente e lui mi risposto. "Sì,...me l'ha detto Lello..."
Almeno credo :p

Lello
03-05-2003, 16.17.18
Originariamente inviato da Paco


Io gli ho chiesto chi gli ha detto che non può pensarla liberamente e lui mi risposto. "Sì,...me l'ha detto Lello..."
Almeno credo :p
Ma roba da dare i numeri...
ma io con lui non c'ho neanche parlato direttamente...

mi mandate in galera per sbaglio...

guargate che vengo liì e vi faccio "lu strascino"....

VAjAssse...., Capere.....
Sorchiamucco....,
lassateme stà o sì no
vi recito tutto l'OraPro Nobiss
tutt' a me e njente a Isso

:D

succhione
03-05-2003, 16.21.56
Originariamente inviato da Paco


Mi affascina questo tuo pensiero, ma c'entra poco con Previti e i giudici di Milano.


...pot'ess...
..i giudici sono il risultato di sistema da "controllare"...Previti, uno che "controlla"....noi..spesso, agiamo "incontrollatamente"....


...scusa l'utopismo....;)

sarahkerrigan
03-05-2003, 16.22.25
Originariamente inviato da succhione


..si-si...informazione ed argomenti..!
.."Involontariamente", ognuno di noi, manifesta partiticamente le inf...dandogli chiare connotazioni...
...la giustizia, non deve assolutamente mescolarsi a questo soggettivismo....

..per il resto...parliamone ....;)


...ma anche volontariamente, diciamolo pure ;) Personalmente mi limito a portare qualche piccola informazione letta, quando non ho una visione totale della situazione ma, molti "fatti" sono davvero chiari...

...due righe due...

Un giorno ci racconteremo di come eravamo.
Di come eleggemmo Silvio Berlusconi presidente del Consiglio.
Di come cominciammo a stimare il dott. Dell’Utri come raffinato bibliofilo.
Di come apprezzammo l’avvocato Cesare Previti, campione della giustizia.
Di come scoprimmo la «cartolarizzazione».
Di come ci felicitammo con Bush e con Putin.
Di come, alla fine, tutti respirammo un gas che ci rendeva tutti felici.
Buona lettura. Carte, solo carte (http://www.diario.it/cnt/speciali/DiarioLeCarte_ns3/questonumero.htm).


...ho paura che ci rivenderanno il paese senza che nemmeno c'accorgiamo, proprio partendo da quella famosa giustizia che vedo fortemente minacciata dal tentativo di modificare "troppo" la Costituzione...:rolleyes:




:)

succhione
03-05-2003, 16.25.18
Originariamente inviato da Lello

Vedi che IO sono Lello...
che fai come Drudi che ci confonde?

ah la avecchiaia che brutta bestia....

:D



:eek: :eek: :eek:
scherzavo Supremo :)

..e che st'è bandierine di pace.....:D

sarahkerrigan
03-05-2003, 16.31.29
Originariamente inviato da Lello

Grazie Sara....
hai risposto anche per me....




gli interventi del Succhione su questo 3d sono graditi e di grande stimolo....
...

:) Ciao Sara (F)
Ciao Succhio :)


...ho presente quell'espressione di Totò :p

...sicuramente...però, tartassiamolo un pò, cavolo! ;):)...beh, vedo
che lo state già facendo!:)


Ciao Lello :)(F)

Lello
03-05-2003, 16.34.52
Originariamente inviato da sarahkerrigan



...ma anche volontariamente, diciamolo pure ;) Personalmente mi limito a portare qualche piccola informazione letta, quando non ho una visione totale della situazione ma, molti "fatti" sono davvero chiari...

...due righe due...
...ho paura che ci rivenderanno il paese senza che nemmeno c'accorgiamo, proprio partendo da quella famosa giustizia che vedo fortemente minacciata dal tentativo di modificare "troppo" la Costituzione...:rolleyes:




:)
(Y) Verissimo... e grazie per il link
Ciao Principessa (L)

Giorgio Drudi
03-05-2003, 16.44.26
Originariamente inviato da Lello

Fatto

Grazie per la News...

prendano esempio da Andreotti il Cesarone....

e il suo patrizio precettore.... :p

Consigliare di comportarsi come Andreotti che, innocente, è da 10 anni sotto processo è veramente un ipocrita consiglio.
Qualche cosa ha detto del Caselli veramente...ma non ha tempo ...perchè la "giustizia" stà tentando di condannarlo per essere il mandante dell'omicidio Pecorelli :D

Paco
03-05-2003, 16.48.32
Originariamente inviato da Lello

Ma roba da dare i numeri...
ma io con lui non c'ho neanche parlato direttamente...

mi mandate in galera per sbaglio...

guargate che vengo liì e vi faccio "lu strascino"....

VAjAssse...., Capere.....
Sorchiamucco....,
lassateme stà o sì no
vi recito tutto l'OraPro Nobiss
tutt' a me e njente a Isso

:D

Mettiti nei miei panni. Sono giustificato perchè il post di succhione sembra la risposta alla mia domanda. :D

Giorgio Drudi
03-05-2003, 16.56.59
Originariamente inviato da succhione


...è un'indignazione intelletuale e generale...senza riferimenti ( alrtrimenti sarei il primo a razzolare male )...
..certo, sfiora pesantemente l'idealismo..vista la realtà...

è l'indignazione di chi cerca la giustizia, giustizia per tutti... o non è giustizia per alcuno...più passano gli anni, i miei, più mi persuado che la giustizia interessa a pochi, e non è di questo mondo,...ne rimango ancora sorpreso tuttavia.

Paco
03-05-2003, 16.58.43
Originariamente inviato da succhione



...pot'ess...
..i giudici sono il risultato di sistema da "controllare"...Previti, uno che "controlla"....noi..spesso, agiamo "incontrollatamente"....


...scusa l'utopismo....;)

Ti scusi con me di utopisismo? :p
Io non posso dire di Previti nè che sia colpevole, nè che sia innocente. Posso però avere il legittimo sospetto che sia colpevole soprattutto dopo una condanna. Cmq c'è differenza tra un giudice corrotto con il denaro e un giudice presubilmente politicizzato.

Ciao

Lello
03-05-2003, 17.06.07
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


Consigliare di comportarsi come Andreotti che, innocente, è da 10 anni sotto processo è veramente un ipocrita consiglio....

Sempre gentile il buon Drudi


:p :o :p

Giorgio Drudi
03-05-2003, 17.06.33
Originariamente inviato da Stalker


Messa così ti dò ragione. Ma attenzione a non cadere nel qualunquismo.

Non siamo tutti uguali... ;)

Qualunquista... comincia ad avere un certo fascino...(S)

Giorgio Drudi
03-05-2003, 17.20.20
Originariamente inviato da Lello


Sempre gentile il buon Drudi


:p :o :p

...ah eri tu quello a cui mi riferivo? No no, anima candida :inn: e pacifica :D , mi riferivo all'argomento che si usa quando Previdi, che pure qualche imbroglio finanziario lo ha fatto, si ribella perchè è stato condannato con prove fabbricate. Con fare pio, mani giunte :D , i preti rossi consigliano di non inca@@arsi se si è ingiustamente perseguitati per una decina anni in processi farsa chiaramente politici :D ...e dietro uno stuolo di "chierichetti" che se la ridono per lo scherzetto giocato a quell'onesto uomo...:D e ne aspettano altri...amano gli scherzi da prete :D.

Stalker
03-05-2003, 19.24.43
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


Qualunquista... comincia ad avere un certo fascino...(S)

Fai fai... (S)
Ti leggo ma non ti metto nella ignore...

Fai fai...

Lello
03-05-2003, 19.42.29
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


...e dietro uno stuolo di "chierichetti" che se la ridono per lo scherzetto giocato a quell'onesto uomo...:D e ne aspettano altri...amano gli scherzi da prete :D.

Vabbe pensavo si discutesse tra adulti....
ma tu vuoi scherzare sempre...:D :D :D

ah se hai notizie certe su Previdi...
passale alla Boccassini...
o vai da Vespa...

chissà che non si veda per una sera il polpettone
sculettant-informativo di RaiUno....

con la tua presenza..
ed un adeguato battage sul Web...

ci saranno sicuri picchi di audience....

:p :p :p

Stalker
03-05-2003, 20.18.59
Il Tg di La7 è un buon Tg.

E' un fatto che vedendolo in famiglia non si litiga. E questo per me è un gran risultato. :)

Speriamo che non diventi servo di nessuno. E se lo è già almeno no lo dà a vedere. :)

exion
03-05-2003, 21.31.57
Originariamente inviato da Stalker
Il Tg di La7 è un buon Tg.

E' un fatto che vedendolo in famiglia non si litiga. E questo per me è un gran risultato. :)

Speriamo che non diventi servo di nessuno. E se lo è già almeno no lo dà a vedere. :)

Concordo (Y) :)

exion
03-05-2003, 21.33.02
Questa è assolutamente F - A - N - T - A - S - T - I - C - A!!! :D

Televideo Rai - 03/05 21:01
Forza Italia sospende due parlamentari

Due parlamentari di Forza Italia, il deputato Ferruccio Saro e il senatore Antonio D'Alì, sono stati sospesi dal partito perchè "stanno sostenendo nelle imminenti elezioni amministrative liste e candidati contrapposti alla Casa delle Libertà". Con una nota, il coordinatore nazionale di Forza Italia, Scajola, precisa che la sospensione dalle attività del partito ha valore immediato. I due parlamentari avrebbero commesso "atti gravemente lesivi dell'immagine e degli interessi politici di Forza Italia".

Lello
03-05-2003, 21.35.11
Originariamente inviato da exion
Questa è assolutamente F - A - N - T - A - S - T - I - C - A!!! :D

Televideo Rai - 03/05 21:01
Forza Italia sospende due parlamentari

Due parlamentari di Forza Italia, il deputato Ferruccio Saro e il senatore Antonio D'Alì, sono stati sospesi dal partito perchè "stanno sostenendo nelle imminenti elezioni amministrative liste e candidati contrapposti alla Casa delle Libertà". Con una nota, il coordinatore nazionale di Forza Italia, Scajola, precisa che la sospensione dalle attività del partito ha valore immediato. I due parlamentari avrebbero commesso "atti gravemente lesivi dell'immagine e degli interessi politici di Forza Italia".
Infatti nella Casa delle Libertà
facciamo un po' come ca@@o ci pare....

mitico Guzzanti


figurati se l'avessero fatto nei DS...
non sospesero neanche Curzi,
del Comitato Direttivo Nazionale....
candidato contro il PDS...

Sì Exion è semplicemente fantastica
(Y)

carletto
03-05-2003, 22.22.57
P 112 112 TELEVIDEO Sa 03 Mag 21:44:35
Rai
IRAQ, ANCHE ITALIA IN
,, Televideo PIANO STABILIZZAZIONE

C'è anche l'Italia tra i Paesi che par-
tecipano al piano di stabilizzazione
per l'Iraq del dopo Saddam. Lo afferma
il New York Times.

Ma pensa un pò




L'Iraq sarà diviso in tre zone, affida-
te rispettivamente a Usa, Gb e Polonia.





Ma pensa un pò!

Il Suo Amico Bush, dopo tutto quello che il nostro ha fatto per lui, da il comando di una zona ai polacchi?

Ma pensa un pò!


Ma non si danno del tu?

davlak
03-05-2003, 22.51.05
Originariamente inviato da carletto


L'Iraq sarà diviso in tre zone, affida-
te rispettivamente a Usa, Gb e Polonia.



ma che caz....:eek:...ma che ciazzecca la Polonia??? :D

Lello
03-05-2003, 23.05.18
Originariamente inviato da davlak


ma che caz....:eek:...ma che ciazzecca la Polonia??? :D
Costruisce le Seicento Fiat



:D :D :D



magari le danno agli iraqeni come le Balilla del Ventennio....
:p


Carine le 600 però...

:)

exion
03-05-2003, 23.15.24
Originariamente inviato da davlak


ma che caz....:eek:...ma che ciazzecca la Polonia??? :D

Hanno mandato 500 uomini in Iraq. A fare cosa non ho idea, ma c'erano

Stalker
04-05-2003, 12.39.48
Il governo ha cambiato il colore alla bandiera italiana... :rolleyes:

Non riesco a trovare su internet il confronto tra i vecchi colori e i nuovi. Mi sapete dare una dritta ?

succhione
04-05-2003, 12.44.28
http://eur.news1.yimg.com/eur.yimg.com/xp/ilnuovo/20030424/05/3362491696.jpg
Mercoledì 23 Aprile 2003, 23:57
Berlusconi scurisce il tricolore. "E' un golpe cromatico"

...:o....le combina di tutti i colori....:D:D

..vechia...
http://www.bandieraitaliana.com/fotografie/daniele.jpg

Stalker
04-05-2003, 12.47.20
PICCOLO REFERENDUM INTERNO

Andate a votare al referendum per l'estensione dell'art. 18 alle aziende con meno di 15 dipendenti ?

Io vado a votare e voterò sì. Per coerenza. Se è giusto per le aziende maggiori non vedo perchè fare discriminazioni. Poi che non sia la cosa più importante da fare in Italia oggi va da sè. Ma è una questione di principio.

Voi che fate ? :)

sarahkerrigan
04-05-2003, 12.49.23
Originariamente inviato da Stalker
Il governo ha cambiato il colore alla bandiera italiana... :rolleyes:

Non riesco a trovare su internet il confronto tra i vecchi colori e i nuovi. Mi sapete dare una dritta ?


...mmh...io so solo che il bianco è diventato avorio e gli altri colori sono più tenui, (? sbf) meno brillanti...questo l'ho sentito dire in un TG...se trovo qualcosa qui sotto in sede FI, magari un volantino, lo posto...

Ciao :)

Stalker
04-05-2003, 12.49.34
Originariamente inviato da succhione
http://eur.news1.yimg.com/eur.yimg.com/xp/ilnuovo/20030424/05/3362491696.jpg
Mercoledì 23 Aprile 2003, 23:57
Berlusconi scurisce il tricolore. "E' un golpe cromatico"

...:o....le combina di tutti i colori....:D:D

..vechia...
http://www.bandieraitaliana.com/fotografie/daniele.jpg

Non rendono molto le foto. Sembrano quasi identiche. Il verde mi pare che sia diventato un verdone...

Paco
04-05-2003, 13.21.08
Originariamente inviato da Stalker
PICCOLO REFERENDUM INTERNO

Andate a votare al referendum per l'estensione dell'art. 18 alle aziende con meno di 15 dipendenti ?

Io vado a votare e voterò sì. Per coerenza. Se è giusto per le aziende maggiori non vedo perchè fare discriminazioni. Poi che non sia la cosa più importante da fare in Italia oggi va da sè. Ma è una questione di principio.

Voi che fate ? :)

Io sto pensando seriamente di astenermi. Vado contro le mie idee, ma in questo momento mi sento molto vicino alla posizione del partito.

Ciao ;)

succhione
04-05-2003, 13.42.36
Originariamente inviato da Paco


.....mi sento molto vicino alla posizione del partito.

Ciao ;)

..del partito..?!..:o..Ma come parli ?!
..Brrr...un senso di freddo da cortina....:p
http://www.cnnitalia.it/2000/MONDO/nordamerica/02/21/fbi/story.illustration.gif

Lello
04-05-2003, 13.45.48
Bertinotti ha fatto un'altra delle sue...
ma chi gli scrive i copioni: Elio Vito?

comunque voterò SI,
ma contro i finti comunisti che piacciono tanto al Cavaliere...

non è la soluzione votare Sì ma è un segnale, anche al mio partito che in democrazia
e nel maggioritario si fanno le scelte, anche quelle dolorose.

Ci provino poi a fare una legge :)


Il problema del lavoro in Italia è all'ultimo pensiero di questo governo...
buono solo a fare demagogia ed intitolare un alegge ad un collaboratore
lasciato senza scorta...
Scajola disse quel che pensava il governo di lui...

prima che indicassero come mandante la CGIL....

ora, ipocriti, gli dedicano una legge, raffazzonata e liberista
che probabilmente non avrebbe scritta in quel modo...
il povero Biagi...(F)

Lello
04-05-2003, 13.47.33
Originariamente inviato da succhione


..del partito..?!..:o..Ma come parli ?!
..Brrr...un senso di freddo da cortina....:p
http://www.cnnitalia.it/2000/MONDO/nordamerica/02/21/fbi/story.illustration.gif
Di ferro...
o D'Ampezzo?


Ciao :)

Paco
04-05-2003, 14.18.20
Originariamente inviato da succhione


..del partito..?!..:o..Ma come parli ?!
..Brrr...un senso di freddo da cortina....:p
http://www.cnnitalia.it/2000/MONDO/nordamerica/02/21/fbi/story.illustration.gif

Certamente non è il partito che mi ha influenzato. Ho ascoltato un po' tutte le voci e ho preso una decisione. Perchè ti da tanto fastidio? Basta avere l'autonomia giusta. ;)

Ciao succhione

Paco
04-05-2003, 17.12.33
Originariamente inviato da Lello
Bertinotti ha fatto un'altra delle sue...
ma chi gli scrive i copioni: Elio Vito?

comunque voterò SI,
ma contro i finti comunisti che piacciono tanto al Cavaliere...

non è la soluzione votare Sì ma è un segnale, anche al mio partito che in democrazia
e nel maggioritario si fanno le scelte, anche quelle dolorose.

Ci provino poi a fare una legge :)


Il problema del lavoro in Italia è all'ultimo pensiero di questo governo...
buono solo a fare demagogia ed intitolare un alegge ad un collaboratore
lasciato senza scorta...
Scajola disse quel che pensava il governo di lui...

prima che indicassero come mandante la CGIL....

ora, ipocriti, gli dedicano una legge, raffazzonata e liberista
che probabilmente non avrebbe scritta in quel modo...
il povero Biagi...(F)

Sono daccordo con il tuo discorso, ma non approvo il Sì di questo referendum. In pratica sono due referendum in uno, io voterei sì a uno dei due e tu puoi bene immaginare a quale. L'estensione dell'art.18 alle piccole imprese potrebbero danneggiare i lavoratori invece che favorirli. Bertinotti l'ha fatta grossa anche questa volta. :(

Ciao

exion
04-05-2003, 17.38.11
La settimana scorsa c'è stato un referendum regionale in Liguria per l'abolizione del buono scuola.

Referendum sicuramente promosso dalla sinistra (forse Rifondazione e Verdi?), e appoggiato dai DS che hanno chiamato a votare "sì".

Informazione concreta: nulla, manco un manifesto degno di questo nome
Sui giornali: solo l'appello all'astensione della curia, e poi silenzio.
Sui cartelloni: un unico manifesto (forse dei verdi?) con su scritto "Domenica 27 Aprile vota Sì!" (a cosa? Perché? non è detto)
In TV: silenzio assoluto anche sui canali locali.


A un mio amico, molto attivo politicamente a livello locale che mi ha caldamente invitato a andare a votare e a votare sì, ho chiesto: "ma qual è la legge che il referendum vuole abrogare, nello specifico?"
Ne è nato un discorso che, a memoria, faceva + o - così:

-"mah... non so.... è per i buoni scuola." mi risponde lui
-"Ah... ma come funziona questa legge? Che dice? perché dovrei votare per abrogarla?"
-"Mah... cosa dice non lo so esattamente... però bisogna votare sì, senno' i soldi vanno alla scuola privata. E' importante, devi votare sì"
- "Che soldi?" chiedo allora io
- "Eh... i soldi del buono scuola"
- "Sì d'accordo... ma come è che funziona 'sto cavolo di buono scuola? Non è mica un ticket restaurant che vai in una scuola glie lo dai e dici 'toh, eccoti il buono scuola'. Da dove vengono questi soldi? Chi li gestisci? Da dove passano e dove fanno a finire? e in che misura? Chi può beneficiarne e chi invece no?"
- "Eh... i buoni scuola... sono per dare più soldi alla scuola privata. Che t'importa di quanti sono e dove vanno.... Vanno i soldi ai preti se non voti sì, questo è sicuro"

Al che cominciavano a girarmi le @@ine..... :rolleyes:

- "Ah... Beh, diciamo che in linea di principio" gli dico a quel punto dubbioso, "potrei anche votare sì... Ma non è che coi buoni scuola una famiglia che ha un reddito basso può mandare lo stesso i figli alla scuola privata senza doversi svenare? Forse, e sottolineo forse, non è che il buono scuola è una espressione di libertà?"
- "Ma no, che cazzo dici! Non hai capito un cazzo, è solo per dare più soldi alla scuola privata e basta"

e a quel punto ci ho rinunciato.

Non solo il mio amico non ha convinto me, ma ha mancato di convincerne parecchi altri, perché domenica scorsa in Liguria ha votato appena il 24% degli aventi diritto..... :rolleyes: :mad: :D :grrr:

Fatti tutti i calcoli, più o meno ha votato la metà degli elettori di sinistra della Liguria e il 2,5% degli elettori di destra: tutti gli altri hanno pensato bene di farsi i cazzi loro quella domenica.

Il colmo è che in linea di principio sono fermamente contrario a qualsiasi forma di finanziamento pubblico della scuola privata.
Ma sono altrettanto fermamente contrario a votare per l'abolizione di una legge senza che mi si dia la possibilità di capire gli effetti dell'eventuale abrogazione.

E temo che sull'articolo 18 vedremo la replica a livello nazionale. :rolleyes:

Stalker
04-05-2003, 19.55.41
Originariamente inviato da Paco


Sono daccordo con il tuo discorso, ma non approvo il Sì di questo referendum. In pratica sono due referendum in uno, io voterei sì a uno dei due e tu puoi bene immaginare a quale. L'estensione dell'art.18 alle piccole imprese potrebbero danneggiare i lavoratori invece che favorirli. Bertinotti l'ha fatta grossa anche questa volta. :(

Ciao

Ma Bertinotti secondo me fa la sua politica. Non è colpa di Bertinotti, a parer mio, se poi la sinistra si divide.
Il problema è che certa parte della sinistra ci tiene a tutelare gli interessi dei piccoli artigiani, mentre un'altra guarda maggiormente agli interessi dei lavoratori.

carletto
04-05-2003, 20.09.19
Originariamente inviato da Paco


L'estensione dell'art.18 alle piccole imprese potrebbero danneggiare i lavoratori invece che favorirli.
Ciao

Bisogna lavorarci, nelle piccole imprese, prima di dire che l'estensione dell'art. 18 potrebbe danneggiare i lvoratori di queste imprese.
Io ci ho lavorato, in tre, e per fortuna ora lavoro in una grande impresa. Ma ho imparato cosa vuol dire essere sfruttati nella maniera più indegna.
L'esperienza fatta mi dice che i lavoratori di queste imprese hanno bisogno di più protezione di quelli che lavorano alla FIAT, e non farò la vigliaccata (perdonate il termine ma personalmente la penso così) di votare contro quei lavoratori.

carletto
04-05-2003, 20.19.26
Originariamente inviato da succhione

Mercoledì 23 Aprile 2003, 23:57
Berlusconi scurisce il tricolore. "E' un golpe cromatico"



[/B]


Non sarà che quando ha creato il glorioso vessillo di FI ha sbagliato i colori e adesso ha corretto la bandiera italiana per adeguarla alla sua?

Visto che si adatta le leggi non ci sarebbe da stupirsi se lo fa anche con la bandiera.:D

Stalker
04-05-2003, 20.19.56
Originariamente inviato da carletto

Io ci ho lavorato, in tre, e per fortuna ora lavoro in una grande impresa. Ma ho imparato cosa vuol dire essere sfruttati nella maniera più indegna.


Un mio amico che lavora in una piccolissima impresa di consulenza deve andare a lavorare stasera a mezzanotte per andare ad inserire dei dati... e non sa a che ora tornerà a casa. E non crede proprio che verrà pagato diversamente da qualunque altro giorno lavorativo.

La verità è che oggi certi lavori hanno zero tutele. E devi accettare la minestra.

Giorgio Drudi
04-05-2003, 20.23.56
Originariamente inviato da Stalker


Un mio amico che lavora in una piccolissima impresa di consulenza deve andare a lavorare stasera a mezzanotte per andare ad inserire dei dati... e non sa a che ora tornerà a casa. E non crede proprio che verrà pagato diversamente da qualunque altro giorno lavorativo.

La verità è che oggi certi lavori hanno zero tutele. E devi accettare la minestra.

Anche i fornai vanno a lavorare a quell'ora :)

Stalker
04-05-2003, 20.28.46
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


Anche i fornai vanno a lavorare a quell'ora :)

Il mio amico se voleva fare il fornaio (bella professione secondo me a parte le levatacce) non avrebbe studiato Scienze Politiche. ;)
E poi non gli pagano neanche gli straordinari... :rolleyes:

Paco
05-05-2003, 19.20.40
Originariamente inviato da carletto


Bisogna lavorarci, nelle piccole imprese, prima di dire che l'estensione dell'art. 18 potrebbe danneggiare i lvoratori di queste imprese.
Io ci ho lavorato, in tre, e per fortuna ora lavoro in una grande impresa. Ma ho imparato cosa vuol dire essere sfruttati nella maniera più indegna.
L'esperienza fatta mi dice che i lavoratori di queste imprese hanno bisogno di più protezione di quelli che lavorano alla FIAT, e non farò la vigliaccata (perdonate il termine ma personalmente la penso così) di votare contro quei lavoratori.

Attenzione, io la vigliaccheria di andare a votare contro non la faccio. Io preferisco astenermi perchè appunto non voglio votare nè sì, nè no. E non credo che vengano sfruttati tutti, penso a una città come Modena che campa grazie alle piccole imprese e non credo che tutti quelli che ci lavorano si lamentino perchè sfruttati. Il rapporto tra il datore di lavoro e il dipendende è un rapporto di fiducia. Ovviamente ti può capitare di fare qualche favore, ma conosco gente che viene pagata per i favori e non sfruttata. Anch'io lavoro, non a tempo pieno, in regola con una piccola impresa e quando dico no, non mi ammazzano. Con l'art.18 abbaseremmo le assunzioni e aumenteremmo la precarietà.

Lello
05-05-2003, 19.58.23
Berlusconi gioca la carta dei 1.800 testimoni

I difensori chiederanno di sentire anche Fini, Frattini, Pisanu, Pera e Casini. Una «scaletta» per le dichiarazioni del premier

MILANO - I presidenti di Camera e Senato, il vicepremier, cinque ministri, un sottosegretario e un giudice costituzionale, parecchi esponenti di rilievo della maggioranza, 1.653 giudici: se il tribunale dovesse dare ragione alla difesa dell’onorevole Silvio Berlusconi, un’importante rappresentanza delle istituzioni italiane sfilerebbe nell’aula del processo Sme per testimoniare. E mentre si discute se introdurre o meno una norma (lodo Maccanico) che sospenda i processi che vedono coinvolte le più alte cariche dello Stato, come il presidente del Consiglio, oggi sarà il premier in carica a parlare davanti ai giudici. Berlusconi, però, lo farà con «dichiarazioni spontanee» e come imputato di corruzione in atti giudiziari.

LE RICHIESTE - Gaetano Pecorella e Niccolò Ghedini, i due onorevoli-avvocati difensori del presidente del Consiglio, il 18 aprile hanno chiesto di chiamare a deporre circa 1.800 persone. Si tratta di testi ai quali si è fatto riferimento nei tre anni di udienze oppure che la difesa ritiene necessari nell’interesse dell’imputato Silvio Berlusconi. Quasi tutti comparivano già nella lista (ancora più lunga) presentata all’apertura del processo Sme. I giudici della prima sezione penale del tribunale decisero che non era necessario convocarli tutti e sfrondarono notevolmente l’elenco. Ora gli avvocati di Berlusconi tornano all’attacco perché sono sicuri che «sono stati esclusi testi fondamentali», spiega Pecorella, «come tutti i magistrati che si sono occupati del caso giudiziario Sme. E non vedo come sia possibile, visto che l’accusa è di aver corrotto dei giudici».
I POLITICI - Sfogliando le 96 pagine della lista, sono i nomi di tanti politici a saltare all’occhio. Marcello Pera, presidente del Senato e seconda carica dello Stato (è stato lui a rilanciare ieri il dibattito sul lodo Maccanico), Pier Ferdinando Casini, presidente della Camera, il vicepresidente del Consiglio Gianfranco Fini, i ministri Carlo Giovanardi, Franco Frattini, Giuseppe Pisanu, Giuliano Urbani e Rocco Buttiglione, il sottosegretario Gianni Letta e poi i parlamentari Ignazio La Russa e Marcello Dell’Utri, per citarne alcuni. Molti gli ex ministri dell’epoca, incluso Paolo Cirino Pomicino. Poi ci sono manager Fininvest, giornalisti e anche il giudice della Consulta Carlo Mezzanotte. Il processo è alle battute finali. Se si dovesse sentirli tutti ci vorrebbero mesi per la sentenza.

«MANOVRA DI DOTTI» - «Siamo convinti - aggiunge Gaetano Pecorella - che la testimonianza di Stefania Ariosto abbia avuto come sfondo un’operazione politica diretta a colpire Silvio Berlusconi e Cesare Previti. Riteniamo che sia stato l’allora compagno della signora, l’avvocato Vittorio Dotti, anche se lui lo ha negato, ad armare la mano della Ariosto. Lo ha detto lei stessa». Per dimostrare questa tesi sarebbe necessario chiamare chi di politica se ne intende: «Da questi politici vorremmo sapere se fosse in corso quella manovra e capire se attraverso questo processo si voleva raggiungere un fine politico. Un obiettivo che darei per certo».

LA SCALETTA DEL PREMIER - Quello del complotto politico è un tema sul quale Berlusconi potrebbe tornare nuovamente oggi a Milano, anche se Ghedini è sicuro che il presidente del Consiglio si limiterà a «fare una ricostruzione storica della vicenda Sme». Il premier ha un paio d’ore da dedicare al processo. Poi dovrà tornare ai suoi impegni istituzionali. Ha a disposizione una lista di argomenti stilata dai suoi legali, ma probabilmente non la userà. «Non so quanto seguirà la scaletta, anche perché solitamente il presidente parla a braccio e non ha certo bisogno di suggerimenti. Conosce benissimo come sono andate le cose», dice Pecorella. Berlusconi allora dovrebbe parlare delle trattative che lo videro protagonista nel ’95 per l’acquisto della Sme nella cordata Iar. Una società che formò con Pietro Barilla e Michele Ferrero per impedire che l’Iri di Romano Prodi «svendesse» il gruppo alimentare di Stato alla Buitoni di Carlo De Benedetti. Prodi ha già deposto al processo. «Se emergeranno circostanze rilevanti, potremmo chiedere di risentirlo», dice Pecorella. Ma Ghedini avverte: «Nessuna dietrologia».

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2003/05_Maggio/05/sme.shtml

Lello
05-05-2003, 20.00.47
Piero Ricca, finita l'udienza del processo, ha inveito contro
il premier: "Buffone, fatti processare, o finirai come Ceausescu"
Sme, contesta Berlusconi
e Palazzo Chigi lo denuncia
Il Cavaliere ha ordinato ai Carabinieri: "Identificatelo!"
La Cdl attacca il Tg3 che replica: "Solo diritto di cronaca"


MILANO - Lui: "Buffone, fatti processare". E il premier, rivolto ai carabinieri: "Identificatelo!". Da lontano, sembrerebbe il serrato dialogo di un film poliziesco anni Cinquanta. Da vicino, è quanto accaduto oggi tra Silvio Berlusconi e un contestatore al termine delle udienza del processo Sme a Milano.

L'uomo si chiama Piero Ricca, è figlio di un magistrato e ha pazientemente atteso che il presidente del Consiglio terminasse il suo j'accuse contro Prodi. Poi, fuori dall'aula, quando Berlusconi stava attraversando il corridoio che porta all'uscita gli ha urlato, tra l'altro: "Fatti processare, buffone, farai la fine di Ceausescu". Allora si è visto il Cavaliere, visibilmente contrariato, rivolgersi con piglio deciso ai carabinieri dicendo: "Prendete le generalità di quell'uomo, identificatelo". E se n'è andato.

http://www.repubblica.it/online/politica/smeprocesso/cittadino/ansa0039f766cxw200h227c00.jpg

Più tardi, da Roma, si apprendeva che Palazzo Chigi è intenzionata a denunciare l'uomo per ingiurie. Intanto, come da ordine del premier, il giovane è stato fermato e identificato; quindi, una volta rilasciato, è tornato nell'aula della prima corte d'Assise e ha ripetuto, testualmente, l'invettiva contro il capo del governo. "Buffone, fatti processare come tutti gli altri. Rispetta la legge, la magistratura, la Costituzione, la democrazia e la dignità degli italiani o farai la fine di Ceausescu o di Don Rodrigo". "Ho solo voluto dire a Berlusconi - ha spiegato poi - che deve farsi processare come un normale cittadino e rispettare i giudici e la Costituzione".

Un gesto che, come detto, ora gli costerà una denuncia di Palazzo Chigi per ingiurie, anche se dal vicino palazzo Madama qualcuno si dice già pronto a prendere le sue difese. E' l'avvocato Sandro Battisti, senatore della Margherita, che ha offerto gratuitamente la propria assistenza legale. "E' un atteggiamento arrogante che lascia sconcertati, Davide contro Golia - dice il senatore - ora ci auguriamo che il presidente del Consiglio non voglia mettersi a denunciare tutti quelli che lo contestano"

A margine, dopo che le immagini sono state trasmesse da tutti i principali Tg, scoppia l'ennesima polemica sulla Rai. Alessio Butti, di Alleanza Nazionale, parla di un "servizio scandaloso del Tg3" e scrive al Presdiente della commissione parlamentare di vigilanza. Anche il responsabile dell'informazione di Forza Italia, Paolo Romani, se la prende con Antonio Di Bella e parla di "imboscata mediatica di cui dovrà rendere conto la Rai e il direttore del Tg3". Secondo il deputato azzurro, infatti, sarebbe stato fatto un "utilizzo vergognoso e strumentale del telegiornale, che ha dato ampio spazio ai gravi insulti di un fantomatico 'normale cittadino', dedicando più spazio a questo episodio, forse costruito ad arte, che alle dichiarazioni del presidente del Consiglio".

Puntuale, arriva la dura reazione del comitato di redazione del Tg3: non è stato costruito nulla ad arte - si legge in una nota - ma semplicemente è stato esercitato il diritto di cronaca che "è il cuore della libertà di stampa". E ancora, dicono i giornalisti, "è scandaloso che di nuovo venga attaccato il Tg3 solo perché riporta i fatti come accadono"

Anche l'opposizione replica con fermezza e accusa la maggioranza di voler "intimidire" il telegiornale della terza Rete Rai. Dalla Margherita ai Ds si ricorda infatti che lo "scambio" tra il cittadino e Berlusconi è una notizia rimbalzata su tutte le agenzie di stampa ed ampiamente ripresa da tutti i telegiornali. "Dare conto anche delle contestazioni fa parte dei doveri di chi dà le notizie - dice Gloria Buffo della Quercia - ed è una cosa dell'altro mondo che si accusi il Tg3 per aver esercitato il dovere di cronaca".

(5 maggio 2003)
http://www.repubblica.it/online/politica/smeprocesso/cittadino/cittadino.html

Paco
05-05-2003, 20.44.50
Originariamente inviato da Stalker


Ma Bertinotti secondo me fa la sua politica. Non è colpa di Bertinotti, a parer mio, se poi la sinistra si divide.
Il problema è che certa parte della sinistra ci tiene a tutelare gli interessi dei piccoli artigiani, mentre un'altra guarda maggiormente agli interessi dei lavoratori.

Bertinotti fa sì la sua politica, ma non fa la politica della sinistra, solo la sua!!! Non si vuole tutelare gli interessi dei piccoli artigiani e basta, ma anche di chi un lavoro lo cerca.

Paco
05-05-2003, 20.53.13
Originariamente inviato da Lello
Piero Ricca, finita l'udienza del processo, ha inveito contro
il premier: "Buffone, fatti processare, o finirai come Ceausescu"
Sme, contesta Berlusconi
e Palazzo Chigi lo denuncia
Il Cavaliere ha ordinato ai Carabinieri: "Identificatelo!"
La Cdl attacca il Tg3 che replica: "Solo diritto di cronaca"


MILANO - Lui: "Buffone, fatti processare". E il premier, rivolto ai carabinieri: "Identificatelo!". Da lontano, sembrerebbe il serrato dialogo di un film poliziesco anni Cinquanta. Da vicino, è quanto accaduto oggi tra Silvio Berlusconi e un contestatore al termine delle udienza del processo Sme a Milano.

[...]

Anche l'opposizione replica con fermezza e accusa la maggioranza di voler "intimidire" il telegiornale della terza Rete Rai. Dalla Margherita ai Ds si ricorda infatti che lo "scambio" tra il cittadino e Berlusconi è una notizia rimbalzata su tutte le agenzie di stampa ed ampiamente ripresa da tutti i telegiornali. "Dare conto anche delle contestazioni fa parte dei doveri di chi dà le notizie - dice Gloria Buffo della Quercia - ed è una cosa dell'altro mondo che si accusi il Tg3 per aver esercitato il dovere di cronaca".

(5 maggio 2003)
http://www.repubblica.it/online/politica/smeprocesso/cittadino/cittadino.html

Lello, hai preso il bigliettino? Che numero hai? Io il 3456, c'è una fila qui fuori a Palazzo Chigi! :eek:

Lello
05-05-2003, 21.19.34
Originariamente inviato da Paco


Lello, hai preso il bigliettino? Che numero hai? Io il 3456, c'è una fila qui fuori a Palazzo Chigi! :eek:

Come sei fazioso e politicamente scorretto..
(io sono il 257.896) :mad:
:D :D :D

Che paese ridicolo...

Mi sono scompisciato a seguire il Berlusca..
sembrava uno scolaretto che recita la poesia...
"E poi ho sentito una cosa che sapevano tutti....
me l'ha detta...


... mi ascolta maestra? "

:D


e la maestra ad ascoltarlo e decidere se mandarlo dietro la lavagna...
in castigo...

l'ho trovato umano, quasi umano....
mi ha fatto tenerezza...

:)


però quel dito violento: "Identificatelo" lo fa ritornare un viziato Lucignolo borghese...
che manda i carabinieri ad arrestare il Pinocchio irriverente....

:(

Paco
05-05-2003, 21.20.50
É possibile inolte ascoltare su Repubblica.it il momento catartico. :)

Lello
05-05-2003, 21.22.56
Originariamente inviato da Paco
É possibile inolte ascoltare su Repubblica.it il momento catartico. :)

VERGOGNATI PACO sei sempre più fazioso!!!!


:D :D :D














Miiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii corroooooooo
:D

exion
05-05-2003, 21.34.10
Originariamente inviato da Lello
Piero Ricca, finita l'udienza del processo, ha inveito contro
il premier: "Buffone, fatti processare, o finirai come Ceausescu"
Sme, contesta Berlusconi
e Palazzo Chigi lo denuncia
Il Cavaliere ha ordinato ai Carabinieri: "Identificatelo!"
La Cdl attacca il Tg3 che replica: "Solo diritto di cronaca"


MILANO - Lui: "Buffone, fatti processare". E il premier, rivolto ai carabinieri: "Identificatelo!". Da lontano, sembrerebbe il serrato dialogo di un film poliziesco anni Cinquanta. Da vicino, è quanto accaduto oggi tra Silvio Berlusconi e un contestatore al termine delle udienza del processo Sme a Milano.
.....................

(5 maggio 2003)
http://www.repubblica.it/online/politica/smeprocesso/cittadino/cittadino.html

buaahhhhhhh :crying: :crying: :crying:

Non posso credere che succedano 'ste cose.... snifff snifff :crying:

Se mi ingiuriassero per strada, e dicessi a un carabiniere di prendere le generalità dell'insultatore, quello va già bene se non mi ride in faccia e se non le prende a me le generalità....

Per lui invece... :crying::crying:

Ah già, ma dimenticavo... Berlusconi interpreta il ruolo di Presidente del consiglio come interpretava il ruolo di imprenditore. Quel che gestisce non solo lo gestisce ma è anche cosa sua, personale, una proprietà privata.

Quindi è normale che lo Stato, in quel caso rappresentato dai Carabinieri, debba essere al suo servizio, e non lui al servizio dello Stato... Mi pare normale.... :rolleyes: :crying: :rolleyes: :crying:
Quando mai si è visto un imprenditore al servizio dell'azienda? L'azienda è sua, e se per Berluscona l'Italia è come un'azienda.....

Oh... comunque okkio tutti quanti, che qui prima o poi la denuncia arriva anche a noi che postiamo su questo 3d :D :D :D

carletto
05-05-2003, 22.07.02
Originariamente inviato da Paco


Attenzione, io la vigliaccheria di andare a votare contro non la faccio. Io preferisco astenermi perchè appunto non voglio votare nè sì, nè no. E non credo che vengano sfruttati tutti, penso a una città come Modena che campa grazie alle piccole imprese e non credo che tutti quelli che ci lavorano si lamentino perchè sfruttati. Il rapporto tra il datore di lavoro e il dipendende è un rapporto di fiducia. Ovviamente ti può capitare di fare qualche favore, ma conosco gente che viene pagata per i favori e non sfruttata. Anch'io lavoro, non a tempo pieno, in regola con una piccola impresa e quando dico no, non mi ammazzano. Con l'art.18 abbaseremmo le assunzioni e aumenteremmo la precarietà.

Non andare a votare vuol dire fare in modo che il referendum non passi. E quindi è egualmente, perdona se riuso il termine, la vigliaccata di votare contro quei lavoratori.
E a Modena il lavoratori non si lamentano, come non si lamentano in tutto il resto del nostro bel paese, perchè se aprono la bocca li cacciano.

E il fatto che si favoriscano le assunzioni riducendo i diritti dei lavoratori sono tutte colossali palle, come erano palle le norme sull'emersione (fallimento di portata cosmica)

Se io ho un'azienda che lavora in nero con lavoratori in nero è perchè ho clienti che comprano in nero i miei prodotti. E non ci sarà nessun santo (art, 18 o no) che mi facia regolarizzare la mia azienda. Se lo faccio non posso più lavorare in nero e perdo i clienti che comprano in nero, perchè quelli la fattura non la vogliono. Figurati se assumo i dpendenti perchè non c'è l'art, 18. Sarei pazzo da legare.

Paco
05-05-2003, 22.22.29
Originariamente inviato da carletto


Non andare a votare vuol dire fare in modo che il referendum non passi. E quindi è egualmente, perdona se riuso il termine, la vigliaccata di votare contro quei lavoratori.
E a Modena il lavoratori non si lamentano, come non si lamentano in tutto il resto del nostro bel paese, perchè se aprono la bocca li cacciano.

E il fatto che si favoriscano le assunzioni riducendo i diritti dei lavoratori sono tutte colossali palle, come erano palle le norme sull'emersione (fallimento di portata cosmica)

Se io ho un'azienda che lavora in nero con lavoratori in nero è perchè ho clienti che comprano in nero i miei prodotti. E non ci sarà nessun santo (art, 18 o no) che mi facia regolarizzare la mia azienda. Se lo faccio non posso più lavorare in nero e perdo i clienti che comprano in nero, perchè quelli la fattura non la vogliono. Figurati se assumo i dpendenti perchè non c'è l'art, 18. Sarei pazzo da legare.

Sulla seconda parte sono daccordissimo, mentre sulla prima no. NOn raggiungendo il quorum diamo invece una possibilità in più a quei lavoratori. La sinistra unita potrebbe far molto di più di un limitato referendum. ;)

Paco
05-05-2003, 22.23.38
Originariamente inviato da Lello


VERGOGNATI PACO sei sempre più fazioso!!!!


:D :D :D














Miiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii corroooooooo
:D

la faziosità ormai fa parte del mio carattere :D

non se ne vuole andare :D

carletto
06-05-2003, 01.35.58
Originariamente inviato da Paco


Sulla seconda parte sono daccordissimo, mentre sulla prima no. NOn raggiungendo il quorum diamo invece una possibilità in più a quei lavoratori. La sinistra unita potrebbe far molto di più di un limitato referendum. ;)

Purtroppo, vista l'aria che tira in merito al referendum, per quei lavoratori non vedo proprio nessuna possibilità in più. Anzi, considerato come andrà a finire vedo che avranno molte possibilità in meno tutti i lavoratori, anche quelli delle grandi aziende (pardon, avrei dovuto dire "avremo").

Ci stanno tirando una fregatura come quella della contingenza e quel che mi ruga è che l'italietta ci cascherà di nuovo.

L'unica consolazione che io, tra qualche tempo, non mi troverò nelle condizioni di prendermi a schiaffi; moltissimi, troppi purtroppo, invece si.


Per quanto riguarda la sinistra (tutta) stendo un velo pietoso.

Paco
06-05-2003, 08.46.08
Originariamente inviato da carletto


Purtroppo, vista l'aria che tira in merito al referendum, per quei lavoratori non vedo proprio nessuna possibilità in più. Anzi, considerato come andrà a finire vedo che avranno molte possibilità in meno tutti i lavoratori, anche quelli delle grandi aziende (pardon, avrei dovuto dire "avremo").

Ci stanno tirando una fregatura come quella della contingenza e quel che mi ruga è che l'italietta ci cascherà di nuovo.

L'unica consolazione che io, tra qualche tempo, non mi troverò nelle condizioni di prendermi a schiaffi; moltissimi, troppi purtroppo, invece si.


Per quanto riguarda la sinistra (tutta) stendo un velo pietoso.

É probabile che fra un anno si andrà a votare a un altro referendum, quello della CGIL. Lì andrò a votare Sì. ;)
Lo dico già da ora. É una presa in giro, non è quell'articolo che blocca il mercato del lavoro. Ci sono altri problemi, come del resto ha ben detto Angius, ci sono altri problemi anche per i lavoratori delle piccole imprese e certamente non è l'assenza dell'art.18.
Lo hai visto Bertinotti ieri sera? Sembrava un ragazzino, felice, ormai è ospite in ogni programma perchè è l'unico (adesso anche la CGIL :( ) a volere questo referendum. (Dimenticavo i Verdi)

Ciao

jannaz
06-05-2003, 09.06.04
Originariamente inviato da exion
La settimana scorsa c'è stato un referendum regionale in Liguria per l'abolizione del buono scuola.



Che bello il buono scuola :mad: !!!!
In Lombardia il nostro caro presidente della lombardia Formigoni del centrodestra ha instituito il buono scuola.In cosa consiste? (per chi sfortunatamente magari vivesse in quelle regioni in cui non c'e')Se vai ad una scuola privata ti danno 1100/1600€
In pratica si rivolge solo ai frequentanti le scuole private che in Lombardia sono 64.000 ragazzi e ragazze e si propone un investimento a regime, per il "buono scuola", di circa 300 miliardi.

Nel contempo la regione Lombardia spende, per garantire il diritto allo studio ad 800.000 ragazzi e ragazze, solo 12 miliardi l’anno.
Tutto fatto per la libera scelta che poi consiste in questo:
chi e' ricco ed ha 4000€/annui per mandare i figli in una scuola privata,ricevera' 1100/1600€ di premio - chi invece e' povero non ricevera nulla e probabilmente i figli li mandera' a lavorare dopo l'obbligo.

Comunque non ci sono problemi per i soldi - se qualcuno si preoccupava per questo hanno rimediato.Tutti i malati cronici (asma, cardiopatie gravi ecc ecc...) non sono piu' categoria esente per l'acquisto delle medicine anziani inclusi.

Grazie Formigoni grazie centro destra


JaNnAz


(W) (W) (W)

exion
06-05-2003, 10.58.27
Originariamente inviato da jannaz


Che bello il buono scuola :mad: !!!!
In Lombardia il nostro caro presidente della lombardia Formigoni del centrodestra ha instituito il buono scuola.In cosa consiste? (per chi sfortunatamente magari vivesse in quelle regioni in cui non c'e')Se vai ad una scuola privata ti danno 1100/1600€
In pratica si rivolge solo ai frequentanti le scuole private che in Lombardia sono 64.000 ragazzi e ragazze e si propone un investimento a regime, per il "buono scuola", di circa 300 miliardi.

Nel contempo la regione Lombardia spende, per garantire il diritto allo studio ad 800.000 ragazzi e ragazze, solo 12 miliardi l’anno.
Tutto fatto per la libera scelta che poi consiste in questo:
chi e' ricco ed ha 4000€/annui per mandare i figli in una scuola privata,ricevera' 1100/1600€ di premio - chi invece e' povero non ricevera nulla e probabilmente i figli li mandera' a lavorare dopo l'obbligo.

Comunque non ci sono problemi per i soldi - se qualcuno si preoccupava per questo hanno rimediato.Tutti i malati cronici (asma, cardiopatie gravi ecc ecc...) non sono piu' categoria esente per l'acquisto delle medicine anziani inclusi.

Grazie Formigoni grazie centro destra


JaNnAz


(W) (W) (W)


Ma non c'è un limite di redditto oltre il quale non si beneficia del buono scuola?
Il problema, per quel poco che ne so, non è tanto di dare soldi alle famiglie che ne hanno già, ma semmai il problema è che i soldi del buono scuola sono risorse economiche sottratte alla scuola pubblica.

O no?

jannaz
06-05-2003, 17.16.16
Originariamente inviato da exion



Ma non c'è un limite di redditto oltre il quale non si beneficia del buono scuola?
Il problema, per quel poco che ne so, non è tanto di dare soldi alle famiglie che ne hanno già, ma semmai il problema è che i soldi del buono scuola sono risorse economiche sottratte alla scuola pubblica.

O no?

Si il limite c'e' ma e' talmente alto che forse anche i figli di Berlusconi usufruiscono del buono :D :D :D

JaNnAz

exion
06-05-2003, 17.37.16
:devil::devil: :D :devil: :D :D Mini-Pamphlet Time! :D :D :devil: :D :devil::devil:


C'è più profondità nel pensiero sociale dei Depeche Mode (Everythings count) che in quello di Piero Fassino...... :rolleyes: :D

carletto
06-05-2003, 22.17.39
Originariamente inviato da Paco


É probabile che fra un anno si andrà a votare a un altro referendum, quello della CGIL. Lì andrò a votare Sì. ;)
Lo dico già da ora. É una presa in giro, non è quell'articolo che blocca il mercato del lavoro. Ci sono altri problemi, come del resto ha ben detto Angius, ci sono altri problemi anche per i lavoratori delle piccole imprese e certamente non è l'assenza dell'art.18.
Lo hai visto Bertinotti ieri sera? Sembrava un ragazzino, felice, ormai è ospite in ogni programma perchè è l'unico (adesso anche la CGIL :( ) a volere questo referendum. (Dimenticavo i Verdi)

Ciao


Ho detto prima che:
sulla sinistra,tutta, stendo un velo pietoso

exion
08-05-2003, 18.14.05
Io cerco, ongi giorno che passa, di convicermi che sono troppo pessimista, che vedo il male anche dove il male non c'è. Eppure, mi capita di leggere notizie che vanno persino al di là del mio stesso pessimismo.

Non c'è niente di peggio per un pessimista che vedere le proprie paure confermate dai fatti....


Dal televideo di oggi

Prima questa:

08/05 14:30
Camera: slitta a giugno diffamazione

Slitta a giugno l'esame nell'Aula della Camera del provvedimento sulla diffamazione. Ieri aveva sollevato un polverone l'approvazione in Commissione di un emendamento di Fi,che prevedeva il carcere fino a tre anni per i giornalisti condannati per diffamazione. Il Presidente della Camera,Casini, ha precisato che è stato lo stesso "Presidente della Commissione Giustizia, segnalando quanto è emerso nell'ufficio di presidenza" a chiedere "il differimento dell'inizio dell'esame in Assemblea".


E poi, subito dopo, questa:

08/05 14:56
Usigrai: ispettori Rai in redazione Tg3

"E' in corso un attacco gravissimo alla libertà e all'autonomia dell'informazione".Il sindacato dei giornalisti Rai e il Cdr denunciano che"nella redazione del Tg3 ispettori della Rai stanno interrogando la Direzione e gli autori dei servizi trasmessi dal Tg sulle dichiarazioni rese in tribunale dal Presidente del Consiglio,Berlusconi".E' una"azione che mira a intimidire i giornalisti del servizio pubblico",dicono.


Ai giornalisti che realizzano servizi scomodi, si fa capire chiaramente che il loro operato è sgradito, e che si farà di tutto per tentare di punirli ogni volta che non si allineeranno.
Anche qualora non fosse possibile punirli disciplinarmente (e sono sicuro che non sia possibile, perché hanno solo fatto il loro lavoro e lo hanno fatto bene) la sola umiliazione di sapersi ispezionati e controllati è già di per sé una punizione.


Reintegro della immunità parlamentare, legittimo sospetto, depenalizzazione del falso in bilancio da una parte.
Inasprimento delle pene sul reato di diffamazione e intimidazione incessante di giornalisti e comici satirici dall'altra.

Dopo "Mani pulite", "Mani libere"? :mad:

Paco
08-05-2003, 18.53.05
Originariamente inviato da exion
Io cerco, ongi giorno che passa, di convicermi che sono troppo pessimista, che vedo il male anche dove il male non c'è. Eppure, mi capita di leggere notizie che vanno persino al di là del mio stesso pessimismo.

Non c'è niente di peggio per un pessimista che vedere le proprie paure confermate dai fatti....


Dal televideo di oggi

Prima questa:

08/05 14:30
Camera: slitta a giugno diffamazione

Slitta a giugno l'esame nell'Aula della Camera del provvedimento sulla diffamazione. Ieri aveva sollevato un polverone l'approvazione in Commissione di un emendamento di Fi,che prevedeva il carcere fino a tre anni per i giornalisti condannati per diffamazione. Il Presidente della Camera,Casini, ha precisato che è stato lo stesso "Presidente della Commissione Giustizia, segnalando quanto è emerso nell'ufficio di presidenza" a chiedere "il differimento dell'inizio dell'esame in Assemblea".


E poi, subito dopo, questa:

08/05 14:56
Usigrai: ispettori Rai in redazione Tg3

"E' in corso un attacco gravissimo alla libertà e all'autonomia dell'informazione".Il sindacato dei giornalisti Rai e il Cdr denunciano che"nella redazione del Tg3 ispettori della Rai stanno interrogando la Direzione e gli autori dei servizi trasmessi dal Tg sulle dichiarazioni rese in tribunale dal Presidente del Consiglio,Berlusconi".E' una"azione che mira a intimidire i giornalisti del servizio pubblico",dicono.


Ai giornalisti che realizzano servizi scomodi, si fa capire chiaramente che il loro operato è sgradito, e che si farà di tutto per tentare di punirli ogni volta che non si allineeranno.
Anche qualora non fosse possibile punirli disciplinarmente (e sono sicuro che non sia possibile, perché hanno solo fatto il loro lavoro e lo hanno fatto bene) la sola umiliazione di sapersi ispezionati e controllati è già di per sé una punizione.


Reintegro della immunità parlamentare, legittimo sospetto, depenalizzazione del falso in bilancio da una parte.
Inasprimento delle pene sul reato di diffamazione e intimidazione incessante di giornalisti e comici satirici dall'altra.

Dopo "Mani pulite", "Mani libere"? :mad:

:mad: :mad: :mad:

sono lettaralmente schifato, è finita...qualcuno mi disse...in futuro non mi sarà neppure permesso di esprimere liberamente la mia idea...aveva ragione :(

Lello
08-05-2003, 19.01.14
Un articolo sull'asservimento dei media ai loro padroni.

http://www.tornareavincere.it/aprilerivista/articolo.asp?ID=388&n=104

Vicende tanto vergognose e liberticide non si sono mai viste in un paese libero...
se lo siamo ancora...

Suggerisco di mandare ispettori nelle TV di mezza Europa che ha ritrasmesso quelle immagini e alla CNN...
sì anch'essa le ha mandate...

Sconcertante era la faccia di Berlusconi:
d'un tratto, Lui, principe della ribalta, vede le telecamere cambiare bersaglio...
non più Lui la stella ma un insignificante studente di legge....

riascoltando l'audio dell'accaduto più che le parole del ragazzo fanno impressione quelle del premier...
abbandonato dalla sua musa ispiratrice...
straparla, inciampa nel lessico....

La Dea Catodica preferiva altri a lui... e lui si arrabbia, farfuglia e a sangue freddo organizza il pestaggio e la rappresaglia....

carletto
08-05-2003, 23.17.48
Tanto lo abbiamo, ce lo dobbiamo tenere, e, dopo le prossime elezioni, lo avremo ancora per un bel pò.

Lello
09-05-2003, 07.12.47
Duro attacco del settimanale inglese "L'Economist"
"Il premier non può guidare l'evoluzione dell'Ue"
"Berlusconi è indatto
a guidare l'Europa"
"Se si sente vittima di un complotto
vada in tribunale e si difenda"

ROMA - Aprile 2001: "Berlusconi è inadatto a guidare l'italia". Maggio 2003: "Berlusconi è inadatto a guidare l'Europa". A distanza di due anni, il settimanale inglese "The Economist" torna a sferrare un duro attacco contro il presidente del Consiglio. E lo fa nel pieno delle polemiche politiche che investono il premier e alla vigilia della presidenza italiana della Ue. Un ruolo che Berlusconi si appresta a ricoprire dal primo di luglio.

"Politicamente - osserva il settimanale britannico - l'Europa è divisa. Economicamente, sta arrancando. La guerra in Iraq ha lacerato le relazioni con il suo principale alleato, gli Stati Uniti. Dieci nuovi Paesi stanno per entrare e, se l'Unione allargata non vuole rimanere paralizzata, si deve arrivare a un accordo sulla nuova Costituzione". Se questa è la situazione, ciò che serve, insiste l'Economist, è "una finezza diplomatica, una lungimiranza e un esercizio di una sorta di autorità morale che deriva da un rispetto incondizionato. Può l'Italia offrire questa leadership? O meglio può farlo il suo primo ministro, Silvio Berlusconi? La nostra risposta è no".

Leggendo l'articolo del settimanale inglese, i cronisti britannici mettono in fila le vicende italiane di questi mesi. Ricordano "i cambiamenti introdotti dal parlamento dominato dalla maggioranza di Berlusconi", con la legge sulle rogatorie, il falso in bilancio, il legittimo sospetto. Segnalano il progetto riguardante l'immunità, una legge che, anche se passasse, "non farebbe nulla per migliorare la reputazione di Berlusconi all'estero".

http://www.repubblica.it/online/politica/inadatto/inadatto/storico003a13c4cxw200h242c00.jpg

La posizione dell'Economist non sorprende. Due anni fa, il settimanale diede voce a tutte le sue perplessità sulla guida berlusconiana dell'Italia. Lo faceva rilanciando il conflitto di interessi e sottolineando l'incompatibilità del premier. Ed ora che Berlusconi si trova alle prese con un processo "destinato a durare per molti mesi", per l'Economist quell'inadeguatezza si fa più forte."Il semestre così potrebbe così trasformarsi nel terreno di battaglia tra il premier e uno dei suoi predecessori, Romano Prodi, che è ora presidente della Commissione Europea" scrive il settimanale.

Nel lunghissimo e durissimo editoriale, l'Economist, in edicola domani, sostiene che invece di discutere dell'immunità, il Parlamento potrebbe concentrare la sua attenzione sul conflitto di interessi di Berlusconi, che costituisce "un reale o potenziale imbarazzo sin da prima che guidasse il governo per la prima volta nove anni fa e sembra incredibile che neanche per mera decenza sia stata trovata una soluzione prima del voto del 2001. Ma Berlusconi sembra trovare difficile la distinzione tra proprietà e proprietario".

"Se Berlusconi è veramente vittima di un complotto, deve mostrare al mondo le prove - conclude l'Economist - Il modo migliore per farlo è dimettersi dall'incarico pubblico e difendersi in un tribunale. Se e quando avrà pienamente chiarito la sua posizione, per gli europei sarà più facile avere lui che parla a nome dell'Europa".

(8 maggio 2003)





http://www.repubblica.it/online/politica/inadatto/inadatto/inadatto.html

Lello
09-05-2003, 07.17.48
Silvio Berlusconi
Unfit to lead Europe

The Italian prime minister is not the man to speak for the European Union

ON JULY 1st, Italy becomes president of the European Union. It is a six-monthly handing over of the baton that elicits no excitement at all in normal circumstances, but these days the circumstances are not quite normal. Politically, Europe is split. Economically, it is sputtering. The war in Iraq has lacerated relations with its main ally, the United States. Ten newcomers are about to join the club and, if the expanded Union is not to find itself paralysed, agreement must be reached on a new constitution. It is plainly time for clear-sightedness, diplomatic finesse and the exercise of the sort of moral authority that comes with ungrudging respect. Can Italy offer such leadership? Or, rather, can its prime minister, Silvio Berlusconi?

Our answer is no. Two years ago, when Mr Berlusconi was campaigning for the Italian prime ministership, we explained why we thought he was unfit for that job. We argued that, in addition to the many conflicts of interest between his own businesses and the affairs of state that would arise were he to be elected, he also had a compelling case to answer on a string of grave charges. Though Italy's highest criminal court has not definitively convicted him on any of those charges, he has yet to lay to rest all the concerns about his probity.

http://www.economist.co.uk/images/20030510/1903LD2.jpg

One reason for that is the manner in which the cases against Mr Berlusconi have been concluded. Most have owed less to clear-cut acquittals based on the evidence than to Italy's statute of limitations, or to recent changes in legislation apparently designed to benefit the prime minister as a defendant. These changes, pushed through a parliament dominated by a pro-Berlusconi majority, have included a law on judicial co-operation with foreign jurisdictions (with implications for at least one case against Mr Berlusconi), a measure to reduce the seriousness of some types of false accounting by making them civil rather than criminal offences (another three cases), and a law to let defendants seek to have their trials moved to another jurisdiction if they have a “legitimate suspicion” that the court handling their case may be biased (which could be used to spin out a trial and thus to help defendants benefit from a statute of limitations). This last law was unsuccessfully invoked by Mr Berlusconi in the one criminal case that is still outstanding, which explains why he was in court this week denying accusations of bribing judges back in 1985.

The allure of immunity
That trial will continue for several months, well into the Italian presidency of the EU and raising the possibility, on the basis of this week's form, that it will become a battleground between the current prime minister and one of his predecessors, Romano Prodi, who is now president of the European Commission. But Mr Berlusconi's allies seem to be more worried about the possibility of a guilty verdict. Last week one of his closest friends and political allies, Cesare Previti, was sentenced to 11 years in jail for corruption. Now there is talk of parliament's passing a law to grant immunity from criminal prosecution to those with “high state roles”. Such a law might ease the discomfiture of Mr Berlusconi's supporters at home. It would do nothing for his wider reputation abroad.

Instead, parliament might usefully be turning its attention to Mr Berlusconi's conflicts of interest. These have been a real or potential embarrassment since before his first prime ministership nine years ago, and it seemed incredible that simple decency had not ensured a resolution by the 2001 election. But Mr Berlusconi seems to find it hard to distinguish between propriety and proprietor. Nearly two years after taking office for the second time, a promised law to tackle his conflicts of interest has yet to be enacted. In the meantime, though Mr Berlusconi exercises huge influence over the state broadcaster, RAI, his family has yet to divest itself of Italy's three largest private television channels.

Mr Berlusconi says he is the victim of a communist plot (The Economist, which he is suing for libel, is apparently a part of it), and the judiciary is biased against him. Some Italian magistrates are no doubt left-wingers; it would be odd if that were not so, in a country in which political partisanship has long permeated almost every public institution. But Italy also has right-wing magistrates, and in any event it is possible to hold political views and yet dispense impartial justice. If Mr Berlusconi is indeed the victim of a plot, he needs to show the world his evidence. The proper way to do that, for a man in his position, is to step down from his public post and defend himself in court. If and when he has fully cleared his name, Europeans may feel easier about having him speak for Europe.


http://www.economist.co.uk/opinion/displayStory.cfm?story_id=1763981

exion
09-05-2003, 09.11.52
ma lello.... insomma... citare questi giornali comunisti post-sovietici.... non è da te.... :D :D :S :S :D :D

Lello
09-05-2003, 10.53.13
Originariamente inviato da exion
ma lello.... insomma... citare questi giornali comunisti post-sovietici.... non è da te.... :D :D :S :S :D :D
Infatti me ne vergogno profondamente...
mandatemi pure la purga contrassegno e a spese del destinatario...
me la sono meritata.


:D :D :D

Paco
09-05-2003, 18.56.13
The Italian prime minister is not the man to speak for the European Union

Non solo, anche per l'ITALIA :(

Paco
09-05-2003, 18.58.22
Originariamente inviato da Lello

Infatti me ne vergogno profondamente...
mandatemi pure la purga contrassegno e a spese del destinatario...
me la sono meritata.


:D :D :D

Palazzo Chigi ti chiama :D

jannaz
10-05-2003, 11.17.28
Originariamente inviato da Paco
The Italian prime minister is not the man to speak for the European Union

Non solo, anche per l'ITALIA :(

E' cosi ma in Italia parla eccome, anche troppo.
Ieri sera ad excalibur ha parlato un oretta a ruota libera (che e' presentata da un giornalista,tale socci, dell'espresso per cui un suo dipendente)

Ieri sera durante le reclame di CSI facevo zapping e su rai due mi sembrava di vedere sempre berlusconi ma penso io, si parlera di lui e ci saranno dei filmati.Invece sono solo un povero ingenuo.
Berlusconi ha fatto un comizio di un ora sulle reti pubbliche come se fosse rete 4 di emilio fede(o meglio sua).
Che socci facesse informazione deviata lo sapevo (e si sa visto che gli ascolti sono da programma di televendite in orari notturni)ma che arrivasse a tanto...nessuno se lo era mai permesso.
Berlusconi arranca tra i suoi guai giudiziari,l'ialia arranca senza ripresa economica poiche' il governo ha altro da pensare.

buon fine settimana a tutti

JaNnAz

exion
10-05-2003, 12.48.35
Originariamente inviato da jannaz


E' cosi ma in Italia parla eccome, anche troppo.
Ieri sera ad excalibur ha parlato un oretta a ruota libera (che e' presentata da un giornalista,tale socci, dell'espresso per cui un suo dipendente)

Ieri sera durante le reclame di CSI facevo zapping e su rai due mi sembrava di vedere sempre berlusconi ma penso io, si parlera di lui e ci saranno dei filmati.Invece sono solo un povero ingenuo.
Berlusconi ha fatto un comizio di un ora sulle reti pubbliche come se fosse rete 4 di emilio fede(o meglio sua).
Che socci facesse informazione deviata lo sapevo (e si sa visto che gli ascolti sono da programma di televendite in orari notturni)ma che arrivasse a tanto...nessuno se lo era mai permesso.
Berlusconi arranca tra i suoi guai giudiziari,l'ialia arranca senza ripresa economica poiche' il governo ha altro da pensare.

buon fine settimana a tutti

JaNnAz


ehm... Socci lavorava per Panorama, non l'Espresso, senno' che "dipendente" sarebbe? :p :)
Tra l'altro ho anche scoperto, e non l'immaginavo nemmeno, che è vice-direttore di Rai 2! :eek:

Berlusconi come al solito in TV senza contraddittorio.... Qualunque giornalista che accetti di portare in TV un politico, di qualsiasi parte, senza contraddittorio fa un pessimo servizio. Per sé stesso e per chi lo guarda.

jannaz
10-05-2003, 12.58.07
Originariamente inviato da exion



ehm... Socci lavorava per Panorama, non l'Espresso, senno' che "dipendente" sarebbe? :p :)


o cazz che errore!!!Solo la parola panorama mi inorridisce che con la digitale scatto solo macro e ritratti :D :D :D

JaNnAz

Lello
10-05-2003, 16.12.09
10.05.2003
Prodi: «Berlusconi usa la tv pubblica». Ma solo due milioni hanno visto Excalibur

Prodi ha perso le staffe dopo aver visto la puntata di Excalibur, la trasmissione di attualità di Rai2 condotta da Antonio Socci, che ha mandato in onda una lunghissima intervista a Berlusconi, mentre in studio si svolgeva un dibattito surreale con l'entità astratta rappresentata dalla cassetta del presidente del Consiglio. Un'intervista “tappettino” a parere di molti, non di Berlusconi che sabato mattina ha elogiato «l'ottimo Socci» ed ha ovviamente negato che l'intervista fosse troppo accondiscendente.

http://www.unita.it/images/2003maggio/0509berlusconi2.jpg

Naturalmente diversa l'opinione del presidente della Commissione europea, Romano Prodi, che è stato oggetto di un altro attacco senza possibilità di replica a proposito della vicenda Sme, per la quale lo stesso Berlusconi è imputato a Milano. «Sono veramente indignato. Purtroppo ho visto la trasmissione - ha detto Prodi - e sono veramente indignato per come il capo del governo abbia strumentalizzato la televisione di tutti per i suoi obiettivi personali, in una maniera che non ha precedenti nella nostra storia. Su questo io credo - ha aggiunto Prodi - che gli italiani dovrebbero riflettere. Da parte mia continuerò, comunque, a lavorare per l' Europa e perché in Europa il semestre italiano abbia grande successo. Ne hanno bisogno l' Europa e l' Italia».

L'incredibile intervista senza contraddittorio e infarcita di domande tagliate sulle esigenze del cavaliere, ha suscitato la reazione di Magistratura democratica, la corrente progressista dei giudici, a proposito degli attacchi sconsiderati ai magistrati. «Il rischio di una deriva autoritaria è oggi quanto mai concreto» sostiene il segretario di Magistratura democratica Claudio Castelli. «Ancora una volta» il presidente del Consiglio si sia fatto interprete di «attacchi e insulti alla giurisdizione, alla magistratura e al suo pluralismo. Assistiamo alla reiterazione di accuse tanto infamanti quanto generiche, assiomatiche, indimostrate ed indimostrabili. Purtroppo in questo modo danni devastanti sono già stati arrecati, con il discredito sulle istituzioni, con l'indebolimento della giurisdizione, e ancora più profondamente con guasti difficilmente recuperabili all'etica e all'anima del nostro Paese».

Comunque, lo show del Cavaliere e dei suoi scudieri non deve aver impressionato granché il pubblico televisivo che ha preferito altre trasmissioni e altre reti. Sono stati infatti solo due milioni gli spettatori di Excaliburl, che ha avuto uno striminzito 8,25 per cento, battuto da trasmissioni come Ciao Darwin su Canale 5 (8 milioni 78 mila spettatori, 32,88%), e da tutti gli altri canali. Solo Enigma di RaiTre ha fatto peggio.

http://www.unita.it/index.asp?SEZIONE_COD=HP&TOPIC_TIPO=&TOPIC_ID=25649

Cecco
10-05-2003, 16.36.19
"Ma insomma, consentitemi! Ho voluto dire due paroline agli italiani, esattamente la verità extraprocessuale. Prodi dovrebbe darmi una medaglia, adesso potrà querelarmi se si ritiene calunniato. N'è vero?"

Vi piacevano eh le trasmissioni di luttazzi, santoro & C.? Eh sì, lì davvero c'era un ampio contraddittorio!

Dura digerire che Berlusconi non molla, più lo attacchi, più si galvanizza, contrattacca e cresce nel consenso, nel mentre la sinistra
invece di darsi programmi ed organizzarsi si va sgretolando.

Ogni tanto devo fare una puntatina in questa discussione, non posso lasciarvi molto da soli, vi parlate tra voi e non è giusto per voi.

Ciao, non vi fate sangue amaro, come cercai di non farmene io quando governava la vostra parte.

exion
10-05-2003, 16.49.31
Originariamente inviato da Cecco
"Ma insomma, consentitemi! Ho voluto dire due paroline agli italiani, esattamente la verità extraprocessuale. Prodi dovrebbe darmi una medaglia, adesso potrà querelarmi se si ritiene calunniato. N'è vero?"

Vi piacevano eh le trasmissioni di luttazzi, santoro & C.? Eh sì, lì davvero c'era un ampio contraddittorio!

Dura digerire che Berlusconi non molla, più lo attacchi, più si galvanizza, contrattacca e cresce nel consenso, nel mentre la sinistra
invece di darsi programmi ed organizzarsi si va sgretolando.

Ogni tanto devo fare una puntatina in questa discussione, non posso lasciarvi molto da soli, vi parlate tra voi e non è giusto per voi.

Ciao, non vi fate sangue amaro, come cercai di non farmene io quando governava la vostra parte.


Le trasmissioni di Santoro... così così... E lì in genere il contraddittorio c'era. Certo che se Berlusconi si rifiutava di andare per paure delle domande che potevano fargli....

Luttazzi non mi è mai piaciuto, non l'ho mai guardato. Cio' non toglie che quando un comico finisce su di una lista di proscrizione politica, la cosa mi puzza di fascio....

Biagi è un professionista unanimamente riconosciuto in Italia, e le sue trasmissioni erano tutto tranne che faziose. Gli si è voluta far pagare cara la sua indipendenza. E l'ascolto nella fascia post-TG di RAI 1 continua a stentare mostruosamente....

La tua presenza è preziosa qui Cecco (Y), perché in effetti cominciavo a trovare che anche questo 3d mancasse un po' di contraddittorio ultimamente.... :)


E sul sangue marcio... me ne faccio relativamente poco...
Piccolo aneddoto divertente: quando Prodi era al governo una mia amica di Tortona mi rivelo' che lei votava x Berlusconi. Le chiesi perché, e mi rispose che siccome i comunisti sono contro la proprietà privata, lei aveva paura che Prodi portasse via le terre e le vigne a suo padre, gli espropriasse la casa e gli togliesse la Lancia Thema per farli andare tutti sulla Punto.

Io mi sono messo a ridere credendo che scherzasse... lei non scherzava affatto e si è pure offesa, non trovava cosa ci fosse di divertente....

Lello
10-05-2003, 16.49.44
Originariamente inviato da Cecco
....Ciao, non vi fate sangue amaro, come cercai di non farmene io quando governava la vostra parte.
Ben trovato Cecco...

Beh, almeno noi non si mandavano ispezioni nelle redazioni...
non si chiedeva il carcere per i giornalisti....

non vedere queste anomalie e non discutere serenamente sulle "libertà"
in pericolo nel nostro paese
significa aver solo sposato una causa: quella del Cavaliere e dei suoi guai giudiziari (da nascondere e affossare)
e non le sorti del Paese...

che con lui non sono migliorate...
affatto....


:)

Ah... spero che qualche simpatizzante delal CDL non trovino "disdicevole" che si inseriscano testi mutuati da giornali tanto schifosamente faziosi come l'infame The Economist....

io avrei paure che qualche zelante secondino della Casa delle libertà prenda di mira anche queste discussioni accorate...
ma
LIBERE!

Non trovi che ci sia questo rischio? Spero che tu sappia difenderci in una eventuale, non gradita "presa di mira".

Un saluto :)

Lello
10-05-2003, 16.52.02
Originariamente inviato da exion



E sul sangue marcio... me ne faccio relativamente poco...
Piccolo aneddoto divertente: quando Prodi era al governo una mia amica di Tortona mi rivelo' che lei votava x Berlusconi. Le chiesi perché, e mi rispose che siccome i comunisti sono contro la proprietà privata, lei aveva paura che Prodi portasse via le terre e le vigne a suo padre, gli espropriasse la casa e gli togliesse la Lancia Thema per farli andare tutti sulla Punto.

Io mi sono messo a ridere credendo che scherzasse... lei non scherzava affatto e si è pure offesa, non trovava cosa ci fosse di divertente....
Esiste davvero gente così: giuro....
:p

Paco
10-05-2003, 19.08.42
Originariamente inviato da exion



ehm... Socci lavorava per Panorama, non l'Espresso, senno' che "dipendente" sarebbe? :p :)
Tra l'altro ho anche scoperto, e non l'immaginavo nemmeno, che è vice-direttore di Rai 2! :eek:

Berlusconi come al solito in TV senza contraddittorio.... Qualunque giornalista che accetti di portare in TV un politico, di qualsiasi parte, senza contraddittorio fa un pessimo servizio. Per sé stesso e per chi lo guarda.

quindi è lui che si controlla, che visione i testi del suo programma :eek: :eek: :eek:

Paco
10-05-2003, 19.20.22
Originariamente inviato da Cecco
"Ma insomma, consentitemi! Ho voluto dire due paroline agli italiani, esattamente la verità extraprocessuale. Prodi dovrebbe darmi una medaglia, adesso potrà querelarmi se si ritiene calunniato. N'è vero?"

Vi piacevano eh le trasmissioni di luttazzi, santoro & C.? Eh sì, lì davvero c'era un ampio contraddittorio!

Dura digerire che Berlusconi non molla, più lo attacchi, più si galvanizza, contrattacca e cresce nel consenso, nel mentre la sinistra
invece di darsi programmi ed organizzarsi si va sgretolando.

Ogni tanto devo fare una puntatina in questa discussione, non posso lasciarvi molto da soli, vi parlate tra voi e non è giusto per voi.

Ciao, non vi fate sangue amaro, come cercai di non farmene io quando governava la vostra parte.

Gigi d'Alessio
Non Mollare Mai

Ero ancora ragazzino
e con mio padre litigavo
per i brutti voti a scuola e un solo sei
ma di storia lo giuro
ne facevo indigestione
preferivo il ventennio fascista che due calci ad un pallone.
Quanto tempo ci passavo
sopra quei testi che sfioravo
era tutto nero e nero intorno a me
mi ascoltavano gli amici
sorridevano felici
quella voglia di arrivare era forte dentro me.

RIT
Mai non mollare mai
se non ce la fai
tieni duro e aspetta quel momento prima o poi
Finchè vita avrai
non mollare mai
manda avanti Previti che domani vincerai.

Non ho mai dimenticato
le tangenti in faccia ricevute
la risposta era la solita per me
ci faremo risentire le faremo poi sapere
ma il telefono non mi squillava mai.

RIT
Mai non mollare mai
se non ce la fai
tieni duro e aspetta quel momento prima o poi
Finchè vita avrai
non mollare mai
manda avanti Previti che domani vincerai.

Arriveranno gli eroi
un contratto per sfidare i sogni
finalmente l'avrai.
Ma la strada sarà in salita
non è semplice questa vita
da una torre cadere non è difficile.

Mai non mollare mai
finchè vita avrai
manda avanti Previti che domani vincerai

:D

Lello
10-05-2003, 20.38.17
Originariamente inviato da Paco


Gigi d'Alessio
Non Mollare Mai

Ero ancora ragazzino
e con mio padre litigavo
per i brutti voti a scuola e un solo sei
ma di storia lo giuro
ne facevo indigestione
preferivo il ventennio fascista che due calci ad un pallone....

:D

Ma non ti vergogni Paco...
sei un campione della "Disinformatia" di regime (comunista... non c'è dubbio)

come osi usare per squallidi e ridanciani fini (... Fini?)
il testo di un poeta sommo come il liberal singer della Nuova Napoli...
quella libera dai Bassolino e dalle Russo Jervolino...

Il vero testo del Prevert dei Quartieri è questo (http://www.lyricsmania.com/g/gigidalessio/106.html) ....
e non continuare, Paco: basta
ad oltraggiare un eroe libero e onesto
a cui dedicheranno presto una pasta:
La tagliatella del Posteggiatore...
dedicata a stu' bellu guaglione
che sì tanto nel mondo ci fa onore...
degno seguace del sommo gigante: Berluscone....



:p :p :p
:D

Lello
10-05-2003, 20.51.19
Il teorema del Cavaliere
per allargare il reame


di GIORGIO BOCCA

IL PAZIENTE, direbbe un medico, è in stato agitatorio e confusionale. Oggi Berlusconi se l'è presa con tutti amici, nemici e fantasmi e soprattutto con la verità. "Se dovevi andare al Comune di Milano, ha detto, era un calvario e spesso dovevi andarci con l'assegno in bocca. Data che questa era la prassi nelle amministrazioni comunali ho smesso quasi subito di lavorare a Milano".
Fantastico! A Milano Berlusconi ha costruito Milano due e poi Milano tre e anche Milanello e l'amministrazione comunale era diretta dal suo grande amico Craxi e diretta dai sindaci socialisti Tognoli e Pillitteri. Il suo matrimonio fu celebrato a Palazzo Marino, testimone Craxi proprio negli anni in cui il leader socialista riaccendeva le sue televisioni e faceva con lui le grandi manovre sulla Sme.

http://www.questotrentino.it/2001/04/abbletto.jpg

E lui se ne andava sdegnato da Milano per non andare in municipio con l'assegno in bocca. Una immagine da intenditore, perfetta.

E poi: "Siamo sotto un regime però è contro di me. Sono io ad essere sotto la cappa di un regime". Incredibile, per anni i suoi cortigiani hanno riso di noi oppositori quando paventavamo il regime in formazione, ne indicavamo gli anticipi e le reti. Adesso il regime c'è, però è contro di lui. Un regime che mette sotto una cappa uno che ha il più forte partito italiano, l'intera televisione, una azienda che sotto il suo governo è arrivata a un patrimonio di quindicimila miliardi, la più importante casa editrice, numerosi giornali e anche una polizia a cui gridare identificatelo di un oppositore. E avendo visto nella sala in cui si trovava un consigliere di amministrazione della Rai ha gridato: "Siete voi che avete mandato le ispezioni. Il problema è che tutto viene ricondotto in testa a me. Sono io quello che vuole mandare in galera i giornalisti che non rettificano, pazienza chiederò scusa con una raccomandata".

Nelle intemerate del nostro il ragioniere dà una mano all'uomo fatale. Una raccomandata contro il nuovo regime, contro la cappa che lo soffoca? Al capo del nostro governo i nervi devono essere saltati: il mondo è troppo complicato anche per lui, neppure lui può mettersi contro l'Europa mentre sta per assumere la direzione per il semestre di presidenza, neppure lui può difendere a spada tratta un amico condannato per corruzione di un giudice e stupirsi se un grande giornale inglese, l'Economist, dice che non sembra il più indicato per dirigere l'Unione Europea, neppure lui può partecipare all'occupazione dell'Iraq mentre è fallita l'esportazione della democrazia e la guerra per la libertà sia in Iraq che in Afghanistan.

Sì il mondo è maledettamente complicato, e i nervi di un signore milanese che si trova in questa burrasca possono anche saltare. Ma noi che conosciamo le sue risorse stentiamo a crederlo, noi pensiamo che queste sue aggressioni al mondo intero, fuori da ogni credibilità, abbiano un altro obiettivo: saggiare la resistenza degli oppositori, vedere se si spaventano, se cedono, se si può arrivare, spallata dopo spallata, a un ingrandimento del reame. Non c'è una preparazione militare della dittatura, Silvio non ha come il Mussolini alla vigilia della marcia su Roma ottantamila squadristi e l'appoggio dell'esercito. Ma risponde alla difficoltà menando in tutte le direzioni. Se non c'è una reazione, se non c'è sdegno per lui è una vittoria.

http://www.repubblica.it/online/politica/giustiziascontro/bocca/bocca.html

Lello
10-05-2003, 21.04.11
Biagi: è dittatura. E non è morbida

di Maria Novella Oppo

MILANO Sulla Rai, già colpita (come ha detto anche la presidente Annunziata) dagli effetti disastrosi degli interessi diretti del presidente del Consiglio, si è abbattuta una nuova operazione punitiva su gentile richiesta dello stesso presidente del Consiglio. Il quale non si è dichiarato per niente soddisfatto dei servizi del Tg3 sull’udienza del processo di Milano che avrebbe dovuto vederlo protagonista unico e monologante, mentre lo ha visto, alla fine, contestato da un cittadino.
Cerchiamo Enzo Biagi, che la Rai la conosce forse meglio di chiunque altro, per sapere che cosa ne pensa dell’ennesimo tentativo di epurazione giornalistica. Lo troviamo nel suo ufficio privato, isolato dagli ultimissimi avvenimenti, ma non certo sorpreso della loro gravità. Sul direttore del Tg3 Antonio Di Bella, messo sotto processo direttamente da Berlusconi e sottoposto a uno stravagante provvedimento disciplinare, Biagi esprime il suo parere nettissimo: «Di Bella è un gentiluomo, uno che non fa cose scorrette. Posso solo aggiungere che niente ha più logica di un fatto, quando è accaduto. Le immagini hanno un significato incancellabile».

http://www.clictv.it/img/biagi_CM_144_6.jpg

D’altra parte non è Berlusconi il grande comunicatore e lo stratega infallibile nell’uso delle immagini? Eppure qualcosa non gli è riuscito bene, della messa in scena a lungo preparata nell’aula giudiziaria, da dove ha lanciato avvertimenti e accuse, nel tentativo di coinvolgere altri, che non sono imputati. A questo proposito, Biagi si scandalizza che si possa tentare di gettare ombre su Romano Prodi, di cui si dichiara amico e conosce la correttezza ma, aggiunge «voglio manifestare anche la mia stima per Fassino e Dini. Con Prodi ci diamo del tu, ma sono convinto anche della loro correttezza».
La situazione attuale, insieme a tanti dolori personali, amareggia Biagi profondamente, tanto che, autocitandosi, oggi si corregge: «Quando avevo parlato, parecchi mesi fa, di dittatura morbida, ho sbagliato a dire morbida». Intanto il diktat bulgaro che lo ha escluso dalla Rai insieme a Michele Santoro, è ancora in vigore. «Dopo 41 anni di lavoro- riepiloga il giornalista- il dottor Saccà ha rotto il mio contratto». Intanto Santoro ha fatto causa e l’ha vinta… «Santoro ha vinto la causa contro l’azienda, ma lui era dipendente», precisa Biagi.
C’è forse qualcosa di cui si è pentito, gli chiediamo e che magari non rifarebbe più? Biagi risponde: «Anzi, sono contentissimo di aver fatto un programma che era quasi sempre il primo negli ascolti della Rai. Mentre ora mi pare che purtroppo l’azienda versi in una situazione disastrosa…».
Già, lo ha detto anche Lucia Annunziata, ma finora non è servito a niente. Chiediamo poi a Enzo Biagi se la presidente della Rai ha parlato direttamente con lui. E lui risponde: «Lucia Annunziata è venuta a trovarmi, è stata molto gentile, ma non abbiamo parlato di programmi. Non volevo porre una causa di lavoro. Non la conoscevo. Da parte sua, venirmi a trovare è stato un grande atto di cortesia».
E per quanto riguarda la sede di Milano e il trasloco di Raidue decretato d’urgenza per volere della Lega, che cosa ne pensa uno che ha sempre voluto lavorare nella sede di Milano? «Quel che conta- risponde Biagi- non è da dove si trasmettono i programmi, l’importante è che cosa si trasmette. Anche se mi fa piacere che si siano finalmente accorti che Milano è la capitale dell’industria editoriale».
Una scoperta che peraltro non sembra avere un peso nella programmazione della attuale Raidue, incoerente, inefficace e perfino incapace di servire agli interessi elettorali della Lega, essendo del tutto slegata proprio dal territorio e dai suoi problemi.
Alla fine abbiamo chiesto a Biagi, che anche negli ultimi sondaggi continua a risultare per il pubblico il più autorevole dei giornalisti italiani, se in questi mesi, assistendo alla sempre più grave crisi della tv pubblica, abbia fatto dei progetti o pensato dei programmi che potrebbero servire per il futuro. «Sarebbero inutili- risponde con amarezza- visto che a me nessuno ha chiesto niente».

http://www.unita.it/index.asp?SEZIONE_COD=IDEE&TOPIC_TIPO=&TOPIC_ID=25609

Giorgio Drudi
10-05-2003, 23.34.05
Al comizio di un sindacalista qualcuno ha minacciato " Se avessi una pistola ti sparerei"...sono molti i segni che indicano come la politica stia trasformandosi in un confronto violento...forse qualcuno ci proverà ad ammazzare Berlusconi...prima che succeda sarebbe meglio tornare alla ragione...

Lello
11-05-2003, 00.19.32
Originariamente inviato da Giorgio Drudi
Al comizio di un sindacalista qualcuno ha minacciato " Se avessi una pistola ti sparerei"...sono molti i segni che indicano come la politica stia trasformandosi in un confronto violento...forse qualcuno ci proverà ad ammazzare Berlusconi...prima che succeda sarebbe meglio tornare alla ragione...

Quello che dici rispetto all'estremizzazione del confronto è vero e molto triste...
bisogna riappropriarsi di quel terreno comune fatto di rispetto per l'avversario...
questa è la democrazia.

Imporre autoritariamente la propria leadership o il proprio pensiero porta allo scontro e alla repressione delle idee...

quanto al "provarci ad ammazzare Berlusconi" spero fortemente non venga in mente a nessuno...
questo paese ha già avuto troppi morti innocenti...

in questi giorni veniva ucciso Moro... (F)(F)(F)

Giorgio spero che tu venga smentito come profeta...
lo speri anche tu vero?

Io ho voglia di politica
e di politica per la gente, per me ed i miei figli...
non di morti, P38, Gladio, servizi deviati, stragi nere e rosse, servitori dello stato, morti...!
televisioni ammutolite o altoparlanti del regime...

Io voglio una vita libera, voglio credere e professare
liberamente
fede ed idee politiche...

Lo vuoi anche tu vero?...

Per fare ciò non aiuta intravedere nuovi morti...
sono solo un macabro presagio, che non ci libera, anzi....

anzi....