PDA

Visualizza versione completa : Berlusca & Co.


Pagine : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 [18] 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42

carletto
28-12-2002, 19.38.34
La certa, unica e sola cosa che mi risulta che ha partorito un'altra delle sue colossali palle: "ho fatto un sogno".

Il discorso del sogno lo aveva gia fatto qualcuno prima di lui.

"I have a dream........................."

Lui ha copiato, e anche male.

Cosa sperava, che io fossi uno di quei bevitutto che lo votano e non me ne ricordassi?

Paco
28-12-2002, 20.28.43
Originariamente inviato da carletto
La certa, unica e sola cosa che mi risulta che ha partorito un'altra delle sue colossali palle: "ho fatto un sogno".

Il discorso del sogno lo aveva gia fatto qualcuno prima di lui.

"I have a dream........................."

Lui ha copiato, e anche male.

Cosa sperava, che io fossi uno di quei bevitutto che lo votano e non me ne ricordassi?

approfitto per pubblicizzare un po' l'Unità
è in edicola con la cassetta "Firenze, città aperta" e con il gioco dell'oca disegnato da Staino dedicato agli extracomunitari

ciao

Lello
28-12-2002, 20.38.14
Originariamente inviato da carletto
La certa, unica e sola cosa che mi risulta che ha partorito un'altra delle sue colossali palle: "ho fatto un sogno".

Il discorso del sogno lo aveva gia fatto qualcuno prima di lui.

"I have a dream........................."

Lui ha copiato, e anche male.

Cosa sperava, che io fossi uno di quei bevitutto che lo votano e non me ne ricordassi?
Il solo accostarsi a figure così belle per paragonarsi mi fa accapponare la pelle ...
ah! già lui è l'unto del Signore..... :mad:

http://www.sau.edu/administration/news/news%20images/Martin%20Luther%20King.jpg

Ma non si indigna più nessuno in Italia per tali scempiaggini o aspettiamo," forse riuscirà....
lasciamolo lavorare....." :o

Except
28-12-2002, 21.48.24
Originariamente inviato da Lello

Il solo accostarsi a figure così belle per paragonarsi mi fa accapponare la pelle ...
ah! già lui è l'unto del Signore..... :mad:

http://www.sau.edu/administration/news/news%20images/Martin%20Luther%20King.jpg

Ma non si indigna più nessuno in Italia per tali scempiaggini o aspettiamo," forse riuscirà....
lasciamolo lavorare....." :o

Massì, lasciamolo lavorare.

Lello
28-12-2002, 21.55.38
Originariamente inviato da Except


Massì, lasciamolo lavorare.
Veramente lo sta gia facendo ed i risultati non sono incoraggianti...
vuoi spiegarti meglio Except o preferisci i mugugni, gli eh già, i sì- sì o gli sgrat?

Words on Words please.... il forum è vivo per questo, non clonazioni... solo originali...


Ciao

davlak
28-12-2002, 22.08.04
Originariamente inviato da Except


Massì, lasciamolo lavorare.

Massì, lo stile é inconfondibile...

;)

Except
28-12-2002, 22.10.35
Originariamente inviato da davlak


Massì, lo stile é inconfondibile...

;)


Già.

Lello
28-12-2002, 22.12.55
Originariamente inviato da davlak


Massì, lo stile é inconfondibile...

;)
Massì in fondo che male fa... ora c'ha pure l'avatar....

lo "stile" è "stile" Dav... non sottilizzare.....
è sempre inconfondibile... :p

Except
28-12-2002, 22.15.04
Originariamente inviato da Lello

Massì in fondo che male fa... ora c'ha pure l'avatar....

lo "stile" è "stile" Dav... non sottilizzare.....
è sempre inconfondibile... :p


Massì, non sottilettizzare.

Lello
28-12-2002, 22.26.27
Originariamente inviato da Except



Massì, non sottilettizzare.
E tu come la vedi la stuazione della Fiat e del paese...
possiamo schiudere quello scrigno che è in te?

:p

jedy48
29-12-2002, 00.20.54
bhè se lui ha detto che in Italia và tutto benissimo e che sono cresciuti i posti di lavoro dev'essere vero no? ( forse dimentica quei circa 10.000 o + della Fiat e dell'indotto che stanno x essere messi a casa? ) :confused: poi ha anche detto che vuole combattere il lavoro nero , e qualke giorno dopo ha detto che gli operai della fiat in cassa integrazione possono anche arrangiarsi ad arrotondare facendo un'altro lavoro? NON è NERO QUELLO? ma chi ci stà governando? siamo alla frutta x me :mad:

Giorgio Drudi
29-12-2002, 02.32.41
Originariamente inviato da succhione


...infatti...
..si tratta di una notizia utile solo alle banche...poichè non esisterà mai un mutuo a tasso 0....ma una piccolissima parte di esso..di preammortamento, che poi tornerà a regime....

il pelo nell'uovo...:)...ma dove l'hai presa... la lente...? :confused:

Except
29-12-2002, 10.31.41
Originariamente inviato da Lello

E tu come la vedi la stuazione della Fiat e del paese...
possiamo schiudere quello scrigno che è in te?

:p


Da perfetto idiota penso che la Fiat non ha saputo autogestirsi, su tutti i fronti.

Per quanto rigurda il "C"avaliere, penso sia un emerito "C"retino, basti pensare a ciò che ha detto riguardo il futuro degli operai della Fiat.

La situazione italiana in generale: in parlamento si prendono a gomitate in faccia.

Lello
29-12-2002, 11.05.56
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


il pelo nell'uovo...:)...ma dove l'hai presa... la lente...? :confused:

Beh, forse la finanziaria l'ha letta...
pelo nell'uovo...
a me sembra uno scarafone nel caffellatte...

ma sei proprio di bocca buona Drudi....:D

Auguri.... :)

succhione
29-12-2002, 11.45.22
.....il consiglio che dò a chi fa politica con i peli....ops...piedi..:)

http://www.sportesport.it/images/Champions/pelo/pelo3.JPG

Lello
29-12-2002, 11.45.29
«Poliziotto di Quartiere».
Sceneggiatura e Regia di S. Berlusconi

Non esiste il clown malvagio (malvagio nel senso di volere il male), e se non c'è nella tradizione del circo, non può esserci nella vita. Tipico del clown è di sbattere e sbagliare e scontrarsi e far danno, occupando troppo spazio e facendo troppa scena e troppo rumore senza altra conseguenza che lo spettacolo. Per questo il clown è triste: gli dispiace la differenza fra il molto che fa e il niente che ottiene, in un mare di confusione. La bocca ride, forzata dal trucco. Gli occhi sono disperati perché il mondo, comunque, va da un'altra parte.

http://www.unita.it/images/2002Dicembre/1228agente.jpg

Così Berlusconi. Che si dà del tu col mondo. Che guida la politica europea. Che rivolta la politica estera come un calzino. Che guida il Paese (ma un po' anche gli altri Paesi, con pacche di fiducia sulle spalle di Chirac e Schroeder) con il dinamico istinto e buon senso e velocità di riflessi dell'imprenditore in grado di produrre ricchezza per sé e per altri, e invece, un anno e mezzo dopo di lui, il suo Paese è molto più povero. Così Berlusconi, che fa credere di avere unito Russia e Usa, di avere in mano il cuore di Bush, di sapere la storia in anticipo, di far splendere il sole e la fortuna economica (tua, mia, sua, di tutti) ogni volta che fa brillare un sorriso.

Dopo un anno di spettacolo e repliche, governa buchi, vuoti e disastri e tentativi di devastare la Costituzione in un misto di allegria un po' folle (perché senza riferimento agli eventi) e di tristezza che in lui si trasforma facilmente in rabbia, in ventate di ira infantile. Ma è lui stesso a dire (nella sala Pinocchio di Palazzo Chigi, dopo avere insultato a brutto muso un giovane giornalista dell'Unità): "Io non mi arrabbio. Io faccio scena". E in questa frase sta un fondo di confessione sincera. C’è il risvolto tragico del sorriso eccessivo e fuori posto del comico: solo spettacolo.
Pensate al siparietto del poliziotto di quartiere. Cappello di panno con visiera cartonata, giubbotto corto con doppie tasche e taccuini, fascia colorata per distinguere poliziotto da carabiniere, scarpe comode a stivaletto con tacco basso anche per donne, telefonino, computerino e zainetto. Non sappiamo ancora come li vedremo in "La squadra" o in "Distretto di Polizia" celebri programmi tv, dove di solito partono e arrivano sgommando, con la luce blu sul tettuccio dell'auto. Sappiamo che questi cinquecento poliziotti di quartiere (sempre in coppia) vanno solo a piedi. Dove? Nel quartiere. Quanto è grande un quartiere? Quanto un commissariato. Cioè? Anche venti-trenta chilometri. A piedi, ogni giorno? Comunicando cosa, con chi?

Conoscete un malavitoso che gira a piedi, che sorveglia l'orefice, l'ufficio postale o la vittima del bancomat, in attesa della rapina, e intanto si riscalda facendo jogging, pronto allo scatto? Se c'è, manca del tutto nella tradizione scritta e in quella orale, nei verbali di polizia e in tutta la "fiction" guardie-ladri del mondo, dove tutti sono dotati di moto potenti o di fuoristrada.

S'intende che - tempo tre settimane - ci daranno notizie emozionanti su interventi efficaci, esemplari dei nostri nuovi poliziotti a piedi via telegiornali Rai e Mediaset e clientele giornalistiche varie. Ma -scommettiamo? - tempo tre mesi si ripiegherà su un decoroso silenzio, si ritornerà a parlare di Squadra Mobile e di intervento rapido.
Noi abbiamo una buona opinione della nostra Polizia, quando l'onorevole Fini non si piazza nelle sale operative come è accaduto a Genova durante il G8 (luglio 2001) diffondendo «Bad vibrations» (cattiva influenza) secondo il linguaggio dei ragazzi americani anni '60. E non possiamo non mandare un pensiero di solidarietà ad agenti e carabinieri che dovrebbero essere finalmente efficienti e capaci di rapporti col cittadino solo perché sono stati appiedati, lasciati al mattino presto all'angolo di una strada e raccolti la sera a chilometri di distanza dopo che - si suppone - di porta in porta hanno rassicurato i cittadini e attraversato il quartiere da un capo all'altro (anche venti chilometri).

***

Generazioni di sindaci, hanno sperimentato poliziotti di quartiere per decenni, a New York o a Los Angeles, e spiace che la loro esperienza sia stata trascurata con tanta disinvoltura. Il fatto è che tutte le zone centrali ed eleganti delle città del mondo hanno sempre avuto - come si vede nelle cartoline - agenti di bella presenza e bella divisa, a piedi o a cavallo, pronti a mettersi in posa per i turisti. Il problema dell’assenza di poliziotti c'è sempre stato nelle periferie, nelle vaste zone residenziali e nei "quartieri lunghi", dove le città si estendono a perdita d'occhio e le strade non finiscono mai.

A New York hanno provato a piedi (anche loro avevano sentito parlare dei «Bobbies» di Londra, quasi tutti dislocati fra Buckingham Palace e Trafalgar Square) e ne hanno ricavato aggressioni di gangs nei casi peggiori e buoni punti di osservazione per raccontare rapine al supermercato, arrivo e fuga in pochi secondi di malviventi dotati di auto col motore truccato. Poi hanno capito che la vita è quella che è, e i poliziotti sono stati di nuovo motorizzati. Ma avere abbastanza uomini in ogni quartiere costava troppo. Il sindaco di New York Koch (1980) allora ha deciso: un solo poliziotto per macchina. Il risparmio è stato buono. La collezione di episodi realmente vissuti (finta aggressione a finta vittima, il poliziotto lascia l'auto e accorre, con la pistola spianata; quando torna non trova più la sua auto) un po' meno. Al tempo della tolleranza zero, il sindaco Giuliani ha avuto successo tornando al metodo di agilissime centrali operative con tanti punti di intervento sul territorio attivabili con un'unica chiamata. Forse non conosci il poliziotto che arriva, ma arriva subito.

A meno che il poliziotto di quartiere sia una trovata per zone selezionate da «ripulire» (direbbero Bossi, Gentilini e Borghezio) di noiosissimi zingari e infidi lavoratori extracomunitari, forse di religione islamica. Ma c'è da dubitare che la polizia italiana, una polizia moderna che ha una sua immagine e una sua attiva rappresentanza sindacale, si presti a funzionare come strumento per la pulizia etnica. E' una dottrina cara ai leghisti, che sono il nuovo squadrismo e che infatti, per questo scopo, hanno messo insieme la milizia volontaria di Bossi, la Guardia Padana.
Noi non immaginiamo la Polizia di Stato e i Carabinieri a questo livello.
Resta dunque lo spettacolo iroso, comico e triste del Presidente del Consiglio italiano che - in una sequenza alla Fellini - fa sfilare i nuovi poliziotti di quartiere, completi di cappello a visiera, computer palmare e telefonino cellulare ma neanche una bicicletta. Mancava la musica di Nino Rota e i palloncini. Ma, come in tutti gli spettacoli del genere, a questo punto, si poteva piangere.

***

Tutto ciò, tra poco, non sarà che un relitto nel paesaggio disastrato che è l’Italia di Berlusconi. E quando si accenderanno le luci su questa squallida sequenza, a fine spettacolo, si vedrà che in una cosa ha fallito il presidente-padrone che pure ha fatto votare leggi personali come la Cirami, leggi anti-costituzionali come la Bossi-Fini, leggi offensive come quella sul conflitto di interessi. Ha fallito nel tentativo di intimidire e sottomettere l’Italia, ha fallito nel progetto di trasformare questo Paese in una «audience» affezionata e capace solo di applaudire.
Invece ha di fronte a sé un Paese dignitoso che non ha intenzione di diventare ridicolo o ambiguo o sospetto agli occhi del mondo. E fermamente - in mille formazioni e movimenti ed eventi e partiti della sinistra e di tutta l’opposizione - gli tiene testa. Questa, alla fine del brutto e dimenticabile anno 2002, è la buona notizia.

http://www.unita.it/index.asp?topic_tipo=&topic_id=22009

http://www.unita.it/index.asp?SEZIONE_COD=HP&TOPIC_TIPO=&TOPIC_ID=22001

Lello
29-12-2002, 11.49.29
Originariamente inviato da succhione
.....il consiglio che dò a chi fa politica con i peli....ops...piedi..:)

http://www.sportesport.it/images/Champions/pelo/pelo3.JPG


Stare digiuni.....?
AH AH AH
:D :D :D

Paco
29-12-2002, 13.24.27
quando sei disoccupato servi all'ISTAT
quando sei poliziotto di quartiere invece...:confused:

Except
29-12-2002, 13.34.07
Originariamente inviato da Paco
quando sei disoccupato servi all'ISTAT
quando sei poliziotto di quartiere invece...:confused:


...all'ICI.

carletto
29-12-2002, 19.50.29
Originariamente inviato da Lello
«Poliziotto di Quartiere».
Sceneggiatura e Regia di S. Berlusconi





S'intende che - tempo tre settimane - ci daranno notizie emozionanti su interventi efficaci, esemplari dei nostri nuovi poliziotti a piedi
http://www.unita.it/index.asp?SEZIONE_COD=HP&TOPIC_TIPO=&TOPIC_ID=22001


Hai toppato, ci hanno messo molto meno tempo. Pensa all'eroico gesto di oggi, hanno salvato un tale che voleva ammazzarsi e si è gettato nel tevere.
Domanda del giornalista(?) del TG all'eroico polino "Si sente un'eroe?"


Ma una volta a salvare i suicidi non bastavano i carabinieri?

Lello
29-12-2002, 20.14.51
Originariamente inviato da carletto



Hai toppato, ci hanno messo molto meno tempo. Pensa all'eroico gesto di oggi, hanno salvato un tale che voleva ammazzarsi e si è gettato nel tevere.
Domanda del giornalista(?) del TG all'eroico polino "Si sente un'eroe?"


Ma una volta a salvare i suicidi non bastavano i carabinieri?
Che dire.....
avranno letto l'Unità.... :p

sarahkerrigan
29-12-2002, 21.36.20
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


E' una sirena, Sarahkerrigan?
Ciao:)


:eek: ...sirena?...canto benino ma non abbastanza...vuoi un pò di cera per le orecchie per non sentire le "stecche"?:p








Ho letto il tuo commento su Eduardo...beh, ognuno ha le sue preferenze...a me piace tantissimo...l'altra notte (molto fonda) ho visto Luparella interpretata in modo strepitoso da Isa Danieli...la conosci? :)



Ciao Giorgio :)

Lello
29-12-2002, 21.53.37
Originariamente inviato da sarahkerrigan



:eek: ...sirena?...canto benino ma non abbastanza...vuoi un pò di cera per le orecchie per non sentire le "stecche"?:p

Ho letto il tuo commento su Eduardo...beh, ognuno ha le sue preferenze...a me piace tantissimo...l'altra notte (molto fonda) ho visto Luparella interpretata in modo strepitoso da Isa Danieli...la conosci? :)

Ciao Giorgio :)
Io la conosco bene...
la Napoli profonda della miseria e dell'Inferno....
il caldo, la promiscuità...
la dignità anche di chi è stato sempre sconfitto...

eppoi la voce di Isa Danieli....(F)

Sara semmai ci si incontra porto la chitarra... e intoniamo Pezzi di Vetro...

sarahkerrigan
29-12-2002, 21.59.40
Ho visto 2 ore circa, anche di più, di spettacolo su Rai...non ricodo se 2 o 3...sono rimasta fulminata per la sua bravura, per l'espressività!...lo spettacolo era intervallato da spezzoni di filmati della II guerra e mi è piaciuto moltissimo fatto in questo modo.


Ciao Lello :)


Uhmmm...ahahah...la vedo come una probabilità da googol:)

Lello
29-12-2002, 22.06.07
Originariamente inviato da sarahkerrigan
Uhmmm...ahahah...la vedo come una probabilità da googol:)
volevi dire google....

:D

Per me conta il pensiero....
magari....

sarahkerrigan
29-12-2002, 22.13.06
Originariamente inviato da Lello

volevi dire google....

:D

Per me conta il pensiero....
magari....





...nonono...proprio la possibilità di un googol...un 1 seguito da cento zeri!!! ;)

Comunque grazie ancora Lello! :)

Lello
29-12-2002, 22.24.10
Originariamente inviato da sarahkerrigan






...nonono...proprio la possibilità di un googol...un 1 seguito da cento zeri!!! ;)

Comunque grazie ancora Lello! :)
Vedrai che gli zeri saranno molti di meno....
almeno io lo credo...:)
Ciao Sara

Giorgio Drudi
30-12-2002, 13.43.51
Originariamente inviato da Lello


Beh, forse la finanziaria l'ha letta...
pelo nell'uovo...
a me sembra uno scarafone nel caffellatte...

ma sei proprio di bocca buona Drudi....:D

Auguri.... :)
Coi tassi da usura delle benemerite(meritano per se stesse)banche,
se tasso 0 è in realtà tasso 0,1, mi starebbe benissimo. :)Io sono single :) ma se è così (la finanziaria non l'ha ancora letta nessuno)
è meglio darsi da fare prima che qualcuno cambi idea...:) .
PS preoccupato: non è che quella faccina "pesci in faccia" ...sarà la nuova artigklieriak con la quale commenterai i miei post:anger: vero?
A proposito di faccine mi farebbe comodo che tu me ne inviassi un repertorio...per difendermi ed articolare meglio le mie modalità "acide".(Siamo in periodo natalizio e vige la "tregua di Dio").(W) :S
B
Auguri di Straordinario anno nuovo.

Except
30-12-2002, 19.23.49
Allora, questo discorso vi ha convinto?

Lello
30-12-2002, 19.31.02
Non fare commenti insulsi sui post di Drudi e di chiunque altro...
ti sto seguendo e non mi piace il tuo comportamento...
qui si parla di politica, con annessi e connessi...
ci si scaz@@@a ma ci si stima..
se vuoi discutere fallo..
se non hai niente da dire, leggi...

:mad:

Except
30-12-2002, 19.34.13
Originariamente inviato da Lello
Non fare commenti insulsi sui post di Drudi e di chiunque altro...
ti sto seguendo e non mi piace il tuo comportamento...
qui si parla di politica, con annessi e connessi...
ci si scaz@@@a ma ci si stima..
se vuoi discutere fallo..
se non hai niente da dire, leggi...

:mad:

Ma tu sei proprio un CRETINO!!!

Deficiente, sto parlando del discorso che il presidente del consiglio ha fatto 1ora fa, e che sta ancora facendo.


Che cretino!!!!

Except
30-12-2002, 19.35.30
Originariamente inviato da Lello

ti sto seguendo e non mi piace il tuo comportamento...

:mad:

Aò ma cchi sei cchi te conosce???

Lello
30-12-2002, 19.36.48
Originariamente inviato da Giorgio Drudi
A proposito di faccine mi farebbe comodo che tu me ne inviassi un repertorio...per difendermi ed articolare meglio le mie modalità "acide".(Siamo in periodo natalizio e vige la "tregua di Dio").(W) :S
B
Auguri di Straordinario anno nuovo.
Vai col tango Giorgio....
http://www.mondochat.it/smilegif.htm

sai come si fa vero?...
Tasto destro sull'immagine--> Proprietà --> Indirizzo (URL) e copi l'indirizzo, magari selezionandolo con il copia e incolla... Scusa se te l'ho spiegato, ma non ti ho mai visto postare immagini e pensavo non sapessi come fare... se lo sai fare come non detto.
Ciao Giorgio :)

Lello
30-12-2002, 19.38.30
Originariamente inviato da Except


Aò ma cchi sei cchi te conosce???
:rolleyes:

Except
30-12-2002, 19.39.59
No, no, rispondi al primo.

Except
30-12-2002, 19.45.30
Hai toppato malamente 'sta volta.

Lello
30-12-2002, 19.53.53
Originariamente inviato da Except
Hai toppato malamente 'sta volta.
Mi sa che i tuoi No Limits si stanno accartocciando...

per principio non rispondo agli insulti...:D

Except
30-12-2002, 19.55.02
Originariamente inviato da Lello



per principio non rispondo agli insulti...:D


Ma vai a cagare!!!

Hai toppato!!!

Except
30-12-2002, 19.56.01
Non puoi rispondere, come potresti...che potresti dire?

Hai toppato! STOP!

Lello
30-12-2002, 19.58.08
Originariamente inviato da Except
Non puoi rispondere, come potresti...che potresti dire?

Hai toppato! STOP!
Un detto sempre attuale
ode alla pazienza ed alla temperanza

"Dice lu pappece alla noce
damme lu tiempo che te spurtose" :D

Except
30-12-2002, 19.59.58
[QUOTE]Originariamente inviato da Lello
[B][SIZE=1]
Un detto sempre attuale
ode alla pazienza ed alla temperanza

"Dice lu pappece alla noce



Hai toppato!

Except
30-12-2002, 20.44.33
E' finita, più di due ore di conferenza stampa.

Nessuno ha seguito RaiUno e RaiDue?

Marco Redaelli
30-12-2002, 20.52.59
No.

perchè??? cosa dovevo vedere?

Except
30-12-2002, 21.01.40
Oggi alle 17:55, in diretta da Villa Madama in Roma si è svolta la conferenza stampa di fine anno del nostro presidente del consiglio.

In un primo lungo discorso (più di 1ora) ha parlato degli obbiettivi conseguiti quest'anno dal suo governo, e poi ha parlato degli obbiettivi che il governo stesso si auspica di consegurie il prossimo anno.

Il discorso ha toccato vari punti: dalla nuova finanziaria ai rapporti esteri, ha parlato della situazione italiana sotto tutti i punti di vista, degli avversari e di tante altre cose.

I punti che sono stati approfonditi di più sono stati quello riguardante la costruzione di infrastrutture, in particolare le autostrade, la sicurezza del paese che è stata nettamente migliorata, e lo sviluppo del "patrimonio nascosto" (così lo ha chiamato) che è il nostro Sud-Italia.

Poi ha dato spazio hai giornalisti delle varie testate italiane e non, ed ai giornalisti televisivi. (Intanto la programmazione si era spostata su RaiDue.)

Il punto che mi ha colpito di più: ha sbattuto la mano sul tavolo dicendo "IL-PONTE-SULLO-STRETTO-SI-FARA'" (ad ogni parola corrispondeva una sbattuta di mano sul tavolo), e lo ha ribadito una seconda volta. Ha detto che non è un'opera superflua e che ci aiuterà a sconfiggere la Mafia.

Da notare: aveva un numero infinito di carte che ha portato con se, una prima risma era tutto un discorse, altri "pacchi" erano pieni di dati e statistiche.


E domani, pronti per il discorso di Ciampi.

Except
30-12-2002, 21.09.13
Roma, 30 dicembre 2002

Silvio Berlusconi in diretta tv traccia il bilancio del 2002 nella classica conferenza di fine anno. "Questo governo" ha detto il premier "intende passare alla storia non solo per durata, ma anche per il rispetto degli impegni annunciati in campagna elettorale con il contratto con gli italiani. Questo Governo è da record. Nessun esecutivo ha realizzato tanto in tutta la storia d' Italia. Per raggiungere quegli obiettivi, siamo in largo anticipo sui tempi. Cinque punti sono stati già realizzati", anche se" ammette Berlusconi "non siamo riusciti a comunicare quanto realizzato anche se abbiamo ereditato un buco di 37,500 milardi di lire". Poi il presidente del Consiglio ha passato in rassegna un anno di governo.

Ottimismo
"Il Governo ha il dovere di mostrarsi ottimista, di diffondere ottimismo. Guai a propagandare il pessimismo - ha aggiunto il premier - perché questo provocherebbe la caduta della fiducia dei cittadini, con la caduta dei consumi, quindi della produzione e dei posti di lavoro: un circuito vizioso".

Fiat
Per il futuro della Fiat, il premier Silvio Berlusconi si augura che possa esserci spazio per "forze imprenditoriali italiane". Lo ha detto durante la conferenza di fine anno, ricordando che sulla Fiat "c'è una previsione di vendita all'estero", ma con il calo dell' interesse di General Motors ad esercitare l'opzione put, "il governo si augura che forze imprenditoriali italiane assumano qualche iniziativa. Ci sono gruppi - ha aggiunto Berlusconi - che hanno grande capacità di intrapresa. Ho cercato di suscitare in loro interesse negli incontri che ho avuto, e forse c'è qualche interesse da parte loro".

Le opere pubbliche
"Il 2002 è stato l'anno dell'approvazione della legge obiettivo, il 2003 sarà quello dell'apertura di molti importanti cantieri"

L'occupazione
"Da quando il Governo si è insediato sono stati creati quasi 500 mila nuovi posti di lavoro".

Politica estera
"Quando sono entrato in carica ho trovato un Paese che non contava niente sulla scena internazionale". Berlusconi ha aggiunto che uno degli obiettivi del Governo è "il recupero di un ruolo e di una politica sulla scena internazionale dell' Italia". "Non voglio rimproverare chi mi ha preceduto - ha aggiunto - ma il solo fatto che i governi
duravano per breve tempo aveva portato l'Italia a non contare". "Finora ho avuto 300 incontri internazionali, dei quali 51 da ministro degli Esteri ad interim. L'Italia, che non contava, ha ora uno smalto internazionale e un suo peso specifico anche in situazioni determinanti".

Sicurezza
Nel 2002 il numero dei reati denunciati ha avuto "una effettiva riduzione" pari al 10%, "con punte, per esempio per quanto riguarda gli omicidi, di un meno 15%".

Difesa
Per l' ammodernamento del nostro sistema di armamento, anche dopo le richieste della Nato, siamo intenzionati a destinare l' 1,5% degli investimenti sul pil.

Protezione civile
Nonostante le molte calamità naturali che hanno colpito il nostro Paese, il governo non si è mai fatto trovare impreparato sul fronte della Protezione civile. Non c'è stata mai - ha aggiunto - nessuna critica sul tipo e la qualità dell' intervento della Protezione civile".

Spesa sociale
"Non è vero che con la Finanziaria si sono tagliati i fondi per le Regioni, non abbiamo tagliato alcuna spesa sociale".

Ponte sullo Stretto
"Il ponte sullo stretto di Messina si farà, sono stati individuati anche i fondi necessari. Non è vero che è superfluo contribuirà a sconfiggere la mafia. E' opinione di molti esperti che la mafia in Sicilia potrà essere debellata quando finalmente sarà abbattuto il diaframma che separa la Sicilia dallo stivale".

Pensioni
"La riforma delle pensioni è una riforma che è l'Europa a chiederci".

Giustizia
Silvio Berlusconi conferma l'impegno per la riforma della giustizia, perché "non voglio nel modo più assoluto che quello che è capitato e capita a me da parte della giustizia possa capitare ad alcun cittadino italiano". Berlusconi ha ricordato "l'accanimento giudiziario" nei suoi confronti e ha detto che una "persecuzione così fatta non si è mai verificata non dico nella Repubblica italiana, ma in nessuno Stato democratico".

Except
30-12-2002, 21.12.09
Eccovi il succo!

Except
30-12-2002, 21.29.49
Però a convinto.

Paco
30-12-2002, 21.37.38
adesso vi espongo il mio punto di vista sul discoso
il mio punto di vista è parziale, estremista, terrorista, girotondista, disobbediente, diessino, comunista, di un drogato, di un disoccupato, di un operaio, di un sindacalista e più chi ne ha più ne metta
quindi si sconsiglia la lettura ai minori di 18 anni

Berlusconi ha ripetuto più volte:
1)"lo faccio per i cittadini"
scusate un attimo, ma per chi se no! :rolleyes:

2)la su mamma risparmia
quindi mia nonna spende più della mamma di Berlusconi

3)tutto il programma è stato rispettato
bhè, su alcuni punto non eravamo daccordo, quindi non c'è così tanto da star tranquilli

4)i suoi dati sono quelli esatti, il resto cazzate
quindi non hai modo di replicare e di confrontarti

ecc.

Paco
30-12-2002, 21.38.54
Originariamente inviato da Except
Però a convinto.

è questo il problema
la gente si fa convincere troppo facilmente

Except
30-12-2002, 21.40.33
Originariamente inviato da Paco


è questo il problema
la gente si fa convincere troppo facilmente


No, non ci siamo, il mio "Ha convinto" era in tono ironico.

Except
30-12-2002, 21.44.06
Originariamente inviato da Paco
adesso vi espongo il mio punto di vista sul discoso
il mio punto di vista è parziale, estremista, terrorista, girotondista, disobbediente, diessino, comunista, di un drogato, di un disoccupato, di un operaio, di un sindacalista e più chi ne ha più ne metta
quindi si sconsiglia la lettura ai minori di 18 anni

Berlusconi ha ripetuto più volte:
1)"lo faccio per i cittadini"
scusate un attimo, ma per chi se no!



Ma ti accanisci pure su questo!

E un modo di dire.

Quando tua madre ti diceva "Lo faccio per te", mica le rispondevi e per chi se no, era logico, per chi altro poteva farlo, era tu madre.

Lui per chi altro può farlo, è il presidente del governo.

Paco
30-12-2002, 21.47.48
Originariamente inviato da Except



No, non ci siamo, il mio "Ha convinto" era in tono ironico.

infatti non parlo con te
avevo capito che era in senso ironico ;)

Paco
30-12-2002, 21.48.45
Originariamente inviato da Except


Ma ti accanisci pure su questo!

E un modo di dire.

Quando tua madre ti diceva "Lo faccio per te", mica le rispondevi e per chi se no, era logico, per chi altro poteva farlo, era tu madre.

Lui per chi altro può farlo, è il presidente del governo.

Berlusconi non è mia madre, deve appunto fare il Presidente del Consiglio. Meglio non generalizzare in questo caso. ;)

Ciao

Except
30-12-2002, 21.49.32
Originariamente inviato da Paco


infatti non parlo con te
avevo capito che era in senso ironico ;)


Wow, meno male.

Avendo risposto per ultimo, ho inteso (fraintendendo) che ti riferivi a me.

Scusami.

Except
30-12-2002, 21.50.43
Originariamente inviato da Paco


Berlusconi non è mia madre, deve appunto fare il Presidente del Consiglio. Meglio non generalizzare in questo caso. ;)

Ciao


Scusami, ma allora cosa dovrebbe dire?

Paco
30-12-2002, 21.51.36
Originariamente inviato da Except



Wow, meno male.

Avendo risposto per ultimo, ho inteso (fraintendendo) che ti riferivi a me.

Scusami.

Ho usato il tuo post per ribadire il concetto. :)

Except
30-12-2002, 21.52.30
Originariamente inviato da Except



Scusami, ma allora cosa dovrebbe dire?


Forse di meno ed agire (correttamente)di più?

Paco
30-12-2002, 21.52.58
Originariamente inviato da Except



Scusami, ma allora cosa dovrebbe dire?

Non dire a volte è più efficace che fare del paternalismo. Io quando sento queste parole mi sento preso per il culo.

Except
30-12-2002, 21.55.39
Però, se te devi fare un discorso per convincere qualcuno, e te sei colui che in un "certo senso" "decidi per lui", dire queste frasi ti viene spontaneo.

Silvio ( :) ) ci fa un discorso che ci deve convincere....

Paco
30-12-2002, 21.57.53
Originariamente inviato da Except
Però, se te devi fare un discorso per convincere qualcuno, e te sei colui che in un "certo senso" "decidi per lui", dire queste frasi ti viene spontaneo.

Silvio ( :) ) ci fa un discorso ci deve convincere....

Ci deve convincere? Ma non siamo in campagna elettorale, e poi è stato eletto democraticamente. Questo è quello che ci dicono ogni volta che facciamo una critica. Ha paura di perdere le prossime elezioni? Allora sì, hai ragione tu.

Except
30-12-2002, 22.01.13
Originariamente inviato da Paco


Ci deve convincere? Ma non siamo in campagna elettorale, e poi è stato eletto democraticamente. Questo è quello che ci dicono ogni volta che facciamo una critica. Ha paura di perdere le prossime elezioni? Allora sì, hai ragione tu.


In campagna elettorale ci siamo sempre, lui deve sempre propagandarsi facendo quei tipi di discorsi....

Lello
30-12-2002, 22.03.15
Originariamente inviato da Paco


Ci deve convincere? Ma non siamo in campagna elettorale, e poi è stato eletto democraticamente. Questo è quello che ci dicono ogni volta che facciamo una critica. Ha paura di perdere le prossime elezioni? Allora sì, hai ragione tu.
Paco....
rileggiti i post da pag 173 in poi...
troverai disvelamenti rilevanti...
Auguroni The Kid...:)

Paco
30-12-2002, 22.04.59
Originariamente inviato da Except



In campagna elettorale ci siamo sempre, lui deve sempre propagandarsi facendo quei tipi di discorsi....

e purtroppo anche questo è vero, lo stesso vale per Rutelli.
la sinistra si divide e Berlusconi fa da padrone
l'ombra di D'Alema non vuol andare via, ci sono troppi movimenti indipendenti che non credono più nei partiti e hanno ragione!

Except
30-12-2002, 22.09.17
Ma poi che dica QUALCHE cazzata(perchè poi troppe non va bene) dobbiamo concederglielo, chi non direbbe cazzate per propagandarsi e farsi onore?

Per cazzate intendo dire cose false(si badi bene, non intendo dire il falso, ma dire cose che non rispecchiano del tutto la realtà), dare bilanci che non si accostino del tutto ad una vera situazione finanziaria, inventarsi risultati raggiunti al 100% ma che poi solo al 70% so st i raggiunti, ecc.

Lello
30-12-2002, 22.15.06
Originariamente inviato da Paco


e purtroppo anche questo è vero, lo stesso vale per Rutelli.
la sinistra si divide e Berlusconi fa da padrone
l'ombra di D'Alema non vuol andare via, ci sono troppi movimenti indipendenti che non credono più nei partiti e hanno ragione!
Bravo Paco...(Y)
finalmente si discute ad alta voce in questa sinistra....

Paco
30-12-2002, 22.18.54
Originariamente inviato da Except
Ma poi che dica QUALCHE cazzata(perchè poi troppe non va bene) dobbiamo concederglielo, chi non direbbe cazzate per propagandarsi e farsi onore?

Per cazzate intendo dire cose false(si badi bene, non intendo dire il falso, ma dire cose che non rispecchiano del tutto la realtà), dare bilanci che non si accostino del tutto ad una vera situazione finanziaria, inventarsi risultati raggiunti al 100% ma che poi solo al 70% so st i raggiunti, ecc.

Bhè, allora dovrebbe evitare di dire che lui si batte per la verità. :p

davlak
30-12-2002, 22.20.57
Scusate ma quando sento parlare di D'Alema mi attizzo:
é stato davvero l'unico animale politico degli ultimi 12 anni...e l'unico che potesse tenere testa ai subbugli di questa sinistra ormai sfracchiata.
Aveva 2 @@ coi fiocchi, ma siccome era ed é una persona onesta e coerente é stato PIOMBATO.
Fine del discorso.

Paco
30-12-2002, 22.26.13
Originariamente inviato da Lello

Bravo Paco...(Y)
finalmente si discute ad alta voce in questa sinistra....

andiamo a sentire cosa dicono queste voci? sono importanti e anche un buon termometro per misurare lo stato della sinistra italiana. sono forze culturali che non hanno potere e che cercano di farsi sentire scendendo in piazza, inviando lettere ai giornali, trovando un punto d'incontro per lo sviluppo di una corrente nuova, fresca, che fa vedere che ha imparato dagli errori del passato, che con i nostri dirigenti non ci stanno se continuano a farsi guerra fra di loro.

Cofferati dice, Bertinotti non è daccordo. D'Alema vuole, Rutelli pure.

P.S. Hai la mailbox piena. ;)

Paco
30-12-2002, 22.28.46
Originariamente inviato da davlak
Scusate ma quando sento parlare di D'Alema mi attizzo:
é stato davvero l'unico animale politico degli ultimi 12 anni...e l'unico che potesse tenere testa ai subbugli di questa sinistra ormai sfracchiata.
Aveva 2 @@ coi fiocchi, ma siccome era ed é una persona onesta e coerente é stato PIOMBATO.
Fine del discorso.

nessuno ha detto a D'Alema di fare quella maledetta sfida, lui credeva che quelle elezioni (le regionali) le avrebbe vinte, ma poi...sappiamo quello che è accaduto...lo so che in un partito c'è bisogno di un trascinatore, di uno che convinca, che dia fiducia nei propri elettori...un po' come Berlusconi diciamo!!!

davlak
30-12-2002, 22.34.45
Originariamente inviato da Paco


nessuno ha detto a D'Alema di fare quella maledetta sfida, lui credeva che quelle elezioni (le regionali) le avrebbe vinte, ma poi...sappiamo quello che è accaduto...lo so che in un partito c'è bisogno di un trascinatore, di uno che convinca, che dia fiducia nei propri elettori...un po' come Berlusconi diciamo!!!

Per la precisione: mi riferivo alla credibilità in campo internazionale.
Credo che Berlusconi non ne abbia acquisita nemmeno un pò, anzi...
D'Alema era un capo, invece, e nonostante la sua estrazione, godeva della fiducia e del rispetto di tutti.

Chissà cosa pensano invece adesso del nostro establishment i grandi della terra...prova a chiederglielo in privato e sentirai che barzellette.

;)

carletto
30-12-2002, 22.36.45
Originariamente inviato da Paco


di un trascinatore, di uno che convinca, che dia fiducia nei propri elettori...un po' come Berlusconi diciamo!!!






PER CARITA! di berlusconi ne basta e ne avanza già uno!

Lello
30-12-2002, 22.38.49
Originariamente inviato da Paco


un po' come Berlusconi diciamo!!!
AAARRRGGGHHHH:eek: :eek: :eek:

Davide...
D'Alema è come lo hai descritto tu.
Ma ha cercato di rendere il nostro partito, mio e di Paco, una sorta di scatola virtuale, senza sezioni, senza Feste dell'Unità, senza anima...
un prodotto politico, migliore di altri, ma un prodotto...
a questa cosa non ci siamo stati, pur se disciplinatamente abbiamo sempre creduto nei leader e nella coalizione...
poi il giocattolo di D'Alema si è rotto...
peccato aver bruciato come premier una tale intelligenza...
davvero peccato..
oggi per dar coraggio alla sinistra deve umilmente aiutarla a ritrovare coesione e in ciò le primedonne non aiutano...
vale per tutti!

Mailbox svuotata.

Paco
30-12-2002, 22.41.36
Originariamente inviato da davlak


Per la precisione: mi riferivo alla credibilità in campo internazionale.
Credo che Berlusconi non ne abbia acquisita nemmeno un pò, anzi...
D'Alema era un capo, invece, e nonostante la sua estrazione, godeva della fiducia e del rispetto di tutti.

Chissà cosa pensano invece adesso del nostro establishment i grandi della terra...prova a chiederglielo in privato e sentirai che barzellette.

;)

e bhè, su questo non posso che essere daccordo con te (Y) :p

"faccio un appello ai giornalisti stranieri: smettetela di dire in giro che ho un conflitto d'interessi! i politici ormai lo hanno capito, sono quegli ignorantoni dei giornalisti e di chi legge i loro giornali che non capiscono una cippa!"

Paco
30-12-2002, 22.43.09
Originariamente inviato da Lello

AAARRRGGGHHHH:eek: :eek: :eek:

Davide...
D'Alema è come lo hai descritto tu.
Ma ha cercato di rendere il nostro partito, mio e di Paco, una sorta di scatola virtuale, senza sezioni, senza Feste dell'Unità, senza anima...
un prodotto politico, migliore di altri, ma un prodotto...
a questa cosa non ci siamo stati, pur se disciplinatamente abbiamo sempre creduto nei leader e nella coalizione...
poi il giocattolo di D'Alema si è rotto...
peccato aver bruciato come premier una tale intelligenza...
davvero peccato..
oggi per dar coraggio alla sinistra deve umilmente aiutarla a ritrovare coesione e in ciò le primedonne non aiutano...
vale per tutti!

Mailbox svuotata.

ma senza Lello come farei? :p
Bravo!

Mail inviata ;)

Lello
30-12-2002, 22.47.51
Mail ricevuta..
Davide mi sorprende...
si dimostra un osservatore politico attento...
un editorialista...
Bravo Dav:)

Paco
30-12-2002, 22.52.33
Originariamente inviato da Lello

...senza Feste dell'Unità, ...

...io non esisterei più...

Paco
30-12-2002, 22.54.15
un po' di notizie parziali:

30.12.2002
La Rai sospende Andrea Salerno per una battuta della Guzzanti su Tremonti
di red

Andrea Salerno, dirigente Rai e curatore della trasmissione satirica «Il caso Scafroglia» ha ricevuto una lettera di sospensione. La contestazione riguarda una battuta di Sabina Guzzanti sul ministro Tremonti.

«Il vertice Rai non ha più neanche il senso del ridicolo», commenta Vincenzo Vita, portavoce del Correntone dei Ds, a proposito delle polemiche sul «Il caso Scafroglia». «La sospensione decisa dalla Rai per Andrea Salerno, reo di aver lavorato a qualche testo di satira - secondo Vita - rende plasticamente chiaro il quadro disperante in cui vive il servizio pubblico oggi. Da grande azienda leader del settore è finita rapidamente nel laboratorio dei regimi da operetta. Purtroppo le conseguenze per i professionisti e per gli utenti sono troppo gravose. Chissà se il nuovo anno non ci faccia perlomeno il regalo di veder azzerato questo vertice».

«La cosa – afferma Curzio Maltese, coautore della trasmissione, in una dichiarazione pubblicata sul sito di Articolo21 - Liberi di – non mi stupisce in fondo più di tanto. Berlusconi ha un sacco di servi nel mondo della comunicazione che cercano di compiacerlo in tutti i modi facendo anche delle cose un po’ grottesche».

Mentre per il segretario del sindacato dei giornalisti Rai: «È sempre più cupa, intimorita, servile, l'immagine che dà di sè la Rai attraverso il crescendo di provvedimenti disciplinari che il vertice aziendale usa ormai apertamente per colpire chi non si allinea». Lo afferma il segretario del'Usigrai, Roberto Natale, secondo il quale «la sospensione inflitta ad Andrea Salerno per un' esibizione di Sabina Guzzanti sta a dire che oggi il servizio pubblico vive in condizione di libertà vigilata, guardato a vista da controllori che pur di compiacere i propri referenti non esitano ad eccedere in zelo». Per Natale, «l'effetto è quello di suscitare imbarazzanti confronti: evidentemente Saccà e Baldassarre non hanno mai visto i programmi della Gialappa's o delle Jene, dove battute come quelle che irritano il vertice Rai passano senza alcun problema. Non vogliamo arrenderci all'idea che la Rai sia meno libera di altre emittenti, ma è certo che chi governa oggi a viale Mazzini sta facendo di tutto per farlo credere».

Nessun commento al contenuto della lettera con cui la direzione generale della Rai ha sospeso per tre giorni Andrea Salerno, ma piena «fiducia» al dirigente viene invece da parte del direttore di Raitre Paolo Ruffini, che si augura che le parti trovino una soluzione in grado di smentire chi ritiene la Rai «meno libera». «Mi rammarico innanzi tutto - sottolinea Ruffini - che la notizia dell'esistenza di una lettera riservata indirizzata al dirigente Rai Andrea Salerno sia trapelata all'esterno prima ancora della consegna della stessa all'interessato. Ovviamente, dato il carattere della lettera, non sono autorizzato nè intendo commentare il suo contenuto, la responsabilità del quale è di esclusiva competenza della direzione generale».

«Dal canto mio - continua Ruffini - quale direttore di rete, non posso che confermare la mia fiducia nei confronti del dirigente, nella certezza che i programmi a lui affidati, oltre a valorizzare l'immagine della Rai con successi di critica e di ascolto, non hanno mai travalicato i limiti del corretto esercizio del diritto di satira». «Mi auguro comunque - conclude il direttore di Raitre - che le parti sappiano trovare una soluzione che salvaguardi l'immagine della Rai smentendo chi la ritiene meno libera».

http://www.unita.it/index.asp?SEZIONE_COD=HP&TOPIC_TIPO=&TOPIC_ID=22036

Lello
30-12-2002, 22.56.27
Originariamente inviato da Paco
un po' di notizie parziali:

30.12.2002
La Rai sospende Andrea Salerno per una battuta della Guzzanti su Tremonti
di red

Andrea Salerno, dirigente Rai e curatore della trasmissione satirica «Il caso Scafroglia» ha ricevuto una lettera di sospensione. La contestazione riguarda una battuta di Sabina Guzzanti sul ministro Tremonti.


Paco..
continua qui
http://windows.zdnet.it/forum/showthread.php?threadid=45262&goto=newpost

http://www.unita.it/images/2002Dicembre/1230scafroglia.jpg
Vulvia sento già di amarti... (L) (L) (L)

sarahkerrigan
30-12-2002, 22.57.57
Originariamente inviato da Paco


...io non esisterei più...


...mannaggia! :rolleyes: (F)






...mi fate leggere tanto questa sera (Y)


:)

Paco
30-12-2002, 23.04.04
guardate il tg3 adesso ;)

Ciao sarah (F)

Paco
30-12-2002, 23.22.56
altra notizia parziale:

30.12.2002
Il bilancio del Governo. Un lungo spot tv: Berlusconi lava più bianco
di Marcella Ciarnelli

Va in onda il paese di Bengodi. In diretta su Raiuno. Pomeriggio in tv con il presidente del Consiglio che ha intrattenuto per due ore gli italiani. Un lungo, interminabile spot all’insegna dell’ottimismo a tutti i costi «perché chi governa ha il dovere di esserlo».

Parola del premier mediatico. Anche a dispetto della realtà che è sotto gli occhi di tutti. Impegni a piene mani profusi per far capire agli italiani come sono fortunati ad avere un governo che pensa a tutti i loro bisogni e gli sta trasformando la vita. Senza che gli ingrati se ne rendano conto. Se è vero, come affermano autorevoli sondaggi, che la popolarità del premier è in calo e che l’evocato ottimismo non accompagna il passaggio verso il 2003 che ci accingiamo a vivere. Nè rafforza il bilancio dell’anno che se ne va.

Ma Berlusconi non ci sta. E contesta i dati che poco gli convengono. Non importa che a produrli siano stati autorevoli istituti di sondaggi che a lui piacciono colo quando gli danno ragione. «Abacus e Ispo? hanno sbagliato tutte le ultime previsioni» dichiara il premier. Come si può fare a credergli. E poi, via, non può essere che un premier che partiva dal 50 per cento ora sia sceso al 29. Ce li ha lui i sondaggi veri, quelli che lo vedono ancora al 52 per cento «secondo in Europa solo al francese Raffarin. Un dato che mi tranquillizza e che ho modo di verificare giornalmente con l’accoglienza che ricevo durante i miei viaggi. Quando vado in giro faccio fatica a divincolarmi dalle attenzioni positive che la gente mi manifesta e che mi danno anche entusiasmo, forza, volontà per andare avanti. Quando sono stato di recente a Santa Venerina qualcuno ha detto che soltanto per certi santi si verificano situazioni come quella». I fischi e le grida «mafioso, mafioso» ricevuti poco dopo davanti al comune di Catania ovviamente non rientrano nelle manifestazioni da ricordare nel giorno del grande bilancio. Tutto rose e fiori.

L’elenco delle cose fatte dal governo è interminabile. E, anche per questo, poco credibile. Di qualunque cosa si parli, o è già arrivata in porto, o in cantiere, o si farà molto prima del previsto. Nel paese senza problemi la voce discordante è quella dell’opposizione. Che continua a vedere la realtà esattamente all’opposto di come Berlusconi la descrive. Lui afferma che per la Fiat il governo ha fatto tutto il possibile e anche di più mentre il segretario dei Ds, da Termini Imerese, avanza critiche sul ruolo puramente notarile nella vicenda che coinvolge il maggior gruppo automobilistico italiano. Sprezzante la replica: «Mi preoccupa la magrezza di Fassino al punto che ho pensato di regalargli un panettone. Mangiare poco porta ad affermazioni che non sono in linea con la realtà». Parla di riforme il premier. Apre all’opposizione sulla linea dettata da Ciampi. Ma poi non può fare a meno di attaccare D’Alema che «non è stato eletto dai cittadini ma è arrivato a guidare il governo per un intrigo di Palazzo». Affronta il tema grandi opere, uno dei fiori all’occhiello di cui si fa più vanto. Peccato che ancora una volta non ne può citare neanche una che sia giò partita o che sia stata per lo meno finanziata. Tutto quello di cui parla è sulla carta, nella sua testa, o è stato avviato dal centrosinistra. Ma le promesse non costano nulla. Ed allora lui ribadisce l’impegno: «Il ponte sullo stretto di Messina si farà perché è la vera arma contro la mafia».

La lunga introduzione. Le risposte alle domande dei giornalisti. Due ore e più (dalle 20 in poi la diretta è passata su Raidue) degne del miglior illusionista. Toccati tutti i temi sul tappeto. Dal caro vita conseguente all'introduzione dell’euro di cui il presidente Prodi ha incolpato i governi e che Berlusconi vuole risolvere rimettendo i pressi in lire affianco di quelli con la nuova moneta, incurante dell’imbarazzante salto all’indietro che farebbe fare al paese. D’altra parte «anche la mia mamma ancora converte gli euro in lire e poi risparmia». E se lo fa la signora Bossi in Berlusconi qualcosa vorrà pure dire. E la questione dell’articolo 18 che sembrava un punto fermo del governo. Uno su cui non cedere. Ed invece, pur di evitarsi grane, il premier lo liquida con un pragmatico: «Se non lo vogliono toccare non se ne fa nulla». Mentre sulla riforma delle pensioni «sarà l’Europa che ci imporrà di prendere delle decisioni».

Capitolo riforme. Anche su questo grande disponibilità da fine anno quando tutti fanno buoni propositi. Pronti a rimangiarseli il 2 gennaio. L’opposizione è attesa al varco. Assieme si può fare. Lui vorrebbe, è noto il presidenzialismo, ma se poi dovesse prevalere la tesi del premierato, meglio quello che niente. L’importante è che il prossimo presidente della repubblica (che vorrebbe essere lui) abbia più poteri. Il modello è Chirac, uno che può dire di contare veramente. Per il momento, comunque, meglio confermare i buoni rapporti con Ciampi che potrebbe anche arrabbiarsi per il benservito che ogni tanto gli arriva travestito da riforma.

Ma la riforma che tocca più da vicino il premier è quella della giustizia. Rimanda al mittente l’accusa di aver dato una corsia preferenziale alle leggi che lo riguardavano da vicino. Cosa che non è avvenuta per il conflitto d’interessi «che ho invitato Casini a calendarizzare» come se non fossero passati due anni. E la butta sul patetico. «Voglio che la giustizia cambia perché a nessuno deve capitare quello che è accaduto a me». Elenca i numero della “persecuzione” subita: «83 procedimenti, 1530 udienze processuali, 570 visite della finanza e della polizia giudiziaria in sue aziende ed a suoi collaboratori». A parte che a quelle udienze lui non ha partecipato, una per tutte basti ricordare il «mi avvalgo della facoltà di rispondere» con il quale ha accolto di recente a Palazzo Chigi i magistrati di Palermo, come si fa ad affermare che si è trattato solo di persecuzione davanti a questi numeri? Per lui è così. «Un accanimento che non si riscontra contro nessuna altro in Italia e in nessun altro stato democratico». E se anche nei condoni che sono nella Finanziaria qualcuno ha intravisto un interesse diretto del premier, pure questa è notizia da smentire. «Nessuna delle mie aziende ne usufruirà» afferma il premier deciso. Per la Fiat fa capire che i giochi sono di nuovo aperti e che una cordata italian potrebbe contribuire al rilancio anche se preferisce non commentare un’ipotesi che vedrebbe coinvolto Colaninno. Sulla partecipazione dell’Italia ad un eventuale conflitto in Iraq conferma che sarà il Parlamento a decidere anche se dire di no a Bush sarà difficile. Meglio aspettare ed augurarsi che la guerra non ci sia. Quella sì non piace a nessuno. E poi è impopolare. E se i dati sono quelli...

Finisce il premier, arrivano i commenti dell’opposizione. «Una minestra riscaldata ed andata a male» dice Francesco Rutelli. «È stato un cabaret, peccato che Berlusconi abbia sbagliato mestiere, sarebbe stato un grande artista» ha detto Vannino Chiti, il coordinatore della segreteria Ds. Per Fausto Bertinotti «dietro la facciata dell’ottimismo, dietro la cornice propagandistica, c’è uno smarrimento impressionante di ogni capacità di analisi».

http://www.unita.it/index.asp?SEZIONE_COD=HP&TOPIC_TIPO=&TOPIC_ID=22046

Lello
30-12-2002, 23.27.23
Originariamente inviato da Paco
altra notizia parziale:

Bravo vedo che il CDA Rai ti ha insegnato qualcosa...
misurato obiettivo....
la prossima volta non darla affatto..
come il TG Padania... :D :D :D

Paco
30-12-2002, 23.33.10
Originariamente inviato da Lello

Bravo vedo che il CDA Rai ti ha insegnato qualcosa...
misurato obiettivo....
la prossima volta non darla affatto..
come il TG Padania... :D :D :D

grazie per il consiglio :D
cercherò di seguirlo in futuro...

"ehi, è il tuo padrone che ti parla...non cercherai di seguirlo...o fai così o sei fuori!..."

scusate, non parlo più! :eek: :p

jedy48
30-12-2002, 23.33.42
x me il berluska è come la Vanna Marchi , e andrebbe trattato in ugual misura , olte promesse e niente altro , x frenare la corsa al rialzo dei prezzi cosa stanno studiando i "nostri" ministri e governanti? di mettere in giro anche le banconote di carta da 1€ , come se poi 1 € valesse di +, ci hanno preso proprio x dei cretini???siamo il 1° paese al mondo ad avere come presidente del consiglio un PLURINDAGATO , se avesse un MINIMO di DIGNITA' si sarebbe già dimesso da un pezzo , ma la sua faccia è come il c...:mad: e quello che è peggio ci tocca pupparclo ancora x un bel pò(N)

Lello
30-12-2002, 23.48.34
Originariamente inviato da jedy48
... x frenare la corsa al rialzo dei prezzi cosa stanno studiando i "nostri" ministri e governanti? di mettere in giro anche le banconote di carta da 1€ , come se poi 1 € valesse di +, ci hanno preso proprio x dei cretini???

(Y)
Direbbe Vulvia:
" Lo sapevate.... (rallentando la dizione)
c'avevate mai pensato....
x frenare la corsa al rialzo dei prezzi cosa stanno studiando i "nostri" ministri e governanti? di mettere in giro anche le
http://digilander.libero.it/wartere/fulvia1.jpg
banconote di carta da 1€ , come se poi 1 € valesse di +,

ma ci hanno preso proprio x dei cretini???

che gigantesca ca@@ata..."

Gigantesche ca@@@ate su Rieducational Channel

http://www.raitre.rai.it/Static/immagine/15/scafroglia_vulvia_adsl.jpg

carletto
31-12-2002, 01.58.08
Originariamente inviato da Lello

Bravo vedo che il CDA Rai ti ha insegnato qualcosa...
misurato obiettivo....
la prossima volta non darla affatto..
come il TG Padania... :D :D :D

Hai ragione; come non possiamo aver sperticata fiducia in Colui che (parole Sue) non dorme la notte per lavorare e lavora pure di giorno.

Il dubbio che mi rode è che ne abbiamo già sperimentato un'altro che teneva accesa la luce, la notte, nel suo ufficio.

cicciofriz
31-12-2002, 02.04.36
Notizia ANSA
Milano.
Un incendio ha distrutto la biblioteca personale di Silvio Berlusconi.

Entrambi i libri sono andati distrutti.
Il cavaliere e' apparso molto addolorato, non aveva ancora finito di colorare il secondo.

cicciofriz
31-12-2002, 02.16.49
Originariamente inviato da Lello


Direbbe Vulvia:



http://www.ginge.it/immagini/euro1.jpg

banconote da 1€ su rieducational channel

indiano2
31-12-2002, 02.24.38
va bene D'Alema, giovani PCI, cresciuto con Berlinguer, designato, approvato, eletto salvatore DS, bollato come "ho ragione io" voi fatevi da parte piccoli...., defenestrato!!! A quando Cofferati?

Lello
31-12-2002, 05.59.50
Originariamente inviato da carletto


Hai ragione; come non possiamo aver sperticata fiducia in Colui che (parole Sue) non dorme la notte per lavorare e lavora pure di giorno.

Il dubbio che mi rode è che ne abbiamo già sperimentato un'altro che teneva accesa la luce, la notte, nel suo ufficio.
Lo sapevano bene,
Pini, Fecchia.. Santoddio....
chi vegliava su du loro...
alla conquista del pianeta rosso, bolscevico e tradito...

http://www.raitre.rai.it/Static/immagine/15/scafroglia_adsl.jpg

http://www.raitre.rai.it/R3_popup_articolofoglia/0,6844,108%5E710,00.html

Lello
31-12-2002, 06.00.47
Originariamente inviato da cicciofriz
[SIZE=1]

http://www.ginge.it/immagini/euro1.jpg

banconote da 1€ su rieducational channel
:p slurp....

davlak
31-12-2002, 06.09.35
Originariamente inviato da Lello

:p slurp....

se, vabbuòòò....hai un pvt :rolleyes:

ma che cce fai in piedi a quest'ora???

:p

Lello
31-12-2002, 06.18.21
Originariamente inviato da davlak


se, vabbuòòò....hai un pvt :rolleyes:

ma che cce fai in piedi a quest'ora???

:p
Vigilo sulla moneta unica..
:p

Paco
31-12-2002, 06.45.15
anch'io non dormo
già sveglio :eek: :D

Paco
31-12-2002, 07.01.50
OGGI TUTTI A COMPRARE L'UNITA'

ops, è un giornale parziale...e adesso?

Lello
31-12-2002, 07.13.40
Originariamente inviato da Paco
OGGI TUTTI A COMPRARE L'UNITA'

ops, è un giornale parziale...e adesso?
Tutti a leggerlo...pure...
:D

Paco
31-12-2002, 07.20.56
Originariamente inviato da Lello

Tutti a leggerlo...pure...
:D

addirittura

no, leggerlo no, non posso accettarlo :D

Except
31-12-2002, 13.12.11
Governo. Berlusconi lancia riforme. Cgil: presenta un paese che non esiste. Uil: pensioni non si toccano


Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi


Roma, 31 dicembre 2002

Il discorso di fine d'anno di Berlusconi riapre il confronto su previdenza e riforme. "Sulle pensioni aspettiamo le indicazioni dell'Europa" ha detto il presidente del Consiglio, "su questa riforma siamo disposti a collaborare con l'opposizione". Sulla riforma del lavoro Berlusconi ha aperto la porta al dialogo con i sindacati: "l'art.18 ha perso l'importanza che gli attribuivamo" ha detto il premier.

La risposta della Cgil
Malgrado questa apertura la risposta del principale sindacato italiano è stata dura. "Il presidente Berlusconi presenta un paese che non esiste, in cui tutto va bene. Purtroppo, la sensazione che hanno gli italiani è diversa: la gente sa che le cose non stanno cosi" commenta questa mattina il segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani. "Mi sta bene che il capo del governo esprima ottimismo e fiducia nel futuro, specie se c'è incertezza" sostiene Epifani, "ma il fatto è che questo futuro migliore non può solo evocarlo, sognarlo: deve costruirlo".

Pensioni: il nostro sistema funziona
Il leader della Uil, Luigi Angeletti esprime un giudizio positivo sul passo indietro del presidente del consiglio sull'art.18 dello Statuto e sull'annuncio che il 2003 sarà l'anno dell'apertura di molti cantieri; negativo, invece, sulla riforma delle pensioni che il premier ha definito "obbligatoria". "Non è positiva l'idea di un'altra riforma delle pensioni perché il nostro sistema funziona ed è in equilibrio come abbiamo già dimostrato. Ci auguriamo -auspica il segretario- che questa volta Berlusconi sappia ascoltare le nostre ragioni visto che il nostro sistema è migliore di quello degli altri degli altri paesi".

Except
31-12-2002, 13.13.24
Nella conferenza stampa di fine anno, il presiente del Consiglio traccia il bilancio dei primi 18 mesi del suo Esecutivo

Berlusconi: "Abbiamo mantenuto le promesse"

"Siamo da record: in 18 mesi prodotti 252 provvedimenti, di cui 156 già legge"

"Il governo ha mantenuto le promesse"
Nel tradizionale discorso di fine anno, Silvio Berlusconi traccia un bilancio assolutamente positivo dei 18 mesi trascorsi a palazzo Chigi. Risultati “da record”, come dimostrano i 252 provvedimenti prodotti in un anno e mezzo, di cui 156 già divenuti legge dello stato. “Credo che nessun governo, nella storia dell'Italia, abbia mai raggiunto queste quote", dice soddisfatto il presidente del Consiglio. I cinque punti cardine del programma di governo, rappresentati dall'abbattimento della pressione fiscale, dal piano per la difesa dei cittadini, dall'aumento delle pensioni minime, dalla lotta alla disoccupazione, dall'apertura dei cantieri per le grandi opere pubbliche, "sono stati rispettati e confermati", ha sottolineato il premier, precisando come tuttavia siano ben 298 gli obiettivi che l'esecutivo si è posto, di cui 66 (il 22%) già conseguiti, 185 (il 62%) avviati e solo 47 (il 16%) ancora da avviare. E, ricorda, “il 2003 sarà l’anno delle riforme”, che rimangono la grande priorità per il paese.


“Ho il 52 per cento dei consensi, secondo in Europa”
Berlusconi smentisce i sondaggi pubblicati da alcuni giornali e tiene a precisare che il presidente del Consiglio "gode del 52% del consenso degli italiani". Un dato che, in Europa, è secondo soltanto a quello del premier francese Raffarin, al 56%". Del resto, sottolinea Berlusconi, oltre all’impegno sulle riforme e il rispetto delle promesse elettorali, è successo "qualche cosa che non era del programma di governo: il recupero di un ruolo e di una politica sulla scena internazionale da parte del nostro paese".

Il fiore all’occhiello della politica estera
"Mi sono trovato di fronte a una necessità che non avevo previsto né all'opposizione né in campagna elettorale: interessarmi direttamente del ruolo e della posizione internazionale dell'Italia". Berlusconi ricorda di essersi "dovuto allenare e preparare in fretta a presiedere il G8 di Genova. In quell'occasione, ho trovato davvero un paese di cui non c'era traccia nelle decisioni internazionali, un paese che non contava", malgrado si trattasse “di un paese fondatore dell'Europa e della quinta o sesta economia mondiale". "Non credo che si siano rimproveri da fare a chi mi ha preceduto come primo ministro o ministro degli Esteri", ha spiegato il premier, "semplicemente il fatto di continuare a cambiare il presidente del Consiglio e il ministro degli Esteri ha portato a non contare sul piano dei rapporti internazionali". Perché "si conta solo se si ha la possibilità di avanzare delle idee originali, dei progetti, di perseguirne l'avanzamento fino alla loro realizzazione e di tenere dei contatti non solo di cordialità, ma anche di amicizia con gli altri protagonisti del panorama internazionale. E questo non è possibile se si resta al governo per meno di un anno, com'è stato per i 50 anni che abbiamo alle spalle".

Iraq, lavoriamo per evitare la guerra
Parentesi dedicata alla situazione internazionale e, in particolare, all'Iraq: "Sono sempre portato a pensare che un conflitto con l'Iraq non sia inevitabile e ho visto con soddisfazione ieri le dichiarazioni di Colin Powell. Abbiamo lavorato e stiamo lavorando ad una soluzione diversa dal conflitto armato e ci auguriamo che questa guerra non si faccia. Del resto, Robertson in privato ha detto che gli Usa hanno garantito che nessuna azione armata sarà intrapresa se non nell'ambito Onu. Siamo comunque pronti a fare la nostra parte, come membri delle Nazioni Unite e dell'Alleanza atlantica, naturalmente dopo il voto del Parlamento".

Sì al modello francese
"Sono per l'elezione diretta del capo dell'Esecutivo, poco importa che sia il premier con maggiori poteri o che sia il presidente della Repubblica. Essenziale è che il capo dell'Esecutivo possa durare una legislatura e operare", afferma Berlusconi, dichiarandosi a favore del modello francese. "Sono più propenso ad un presidente della Repubblica che è capo dell'Esecutivo, ma tuttavia non sono contrario all'ipotesi del premierato. Si deve trovare una formula che impedisca il continuo avvicendamento dei responsabili dell'Esecutivo e io credo che non sarà difficile trovare un accordo. E mi auguro che si possa trovarlo anche con l'opposizione", conclude.

“Accanimento giudiziario mai visto”
Berlusconi conferma l'impegno per la riforma della giustizia, perché "non voglio nel modo più assoluto che quello che e' capitato e capita a me da parte della giustizia possa capitare ad alcun cittadino italiano". Un accanimento giudiziario che è stata una "persecuzione che non si è mai verificata non dico nella Repubblica italiana, ma in nessuno stato democratico" e che sintetizza in questi numeri: "83 procedimenti da parte di numerose procure, soprattutto quella di Milano; 1530 udienze processuali subite; 570 visite della Guardia di finanza in aziende del mio gruppo; 1 milione di documenti esaminati; controllati conti in circa 120 banche".

“Non faremo una nuova campagna contro l’articolo 18"
Berlusconi annuncia inoltre che l’abolizione dell’articolo 18 dello statuto dei lavoratori non rientra più nelle “battaglie” che il governo intende portare avanti. "E’ uno strumento obsoleto che va a danno delle imprese e dei lavoratori, che sarebbe meglio superare - dice il premier - Ma il governo non si impegnerà, essendo io un uomo pragmatico, in una campagna che abbiamo visto come è stata accolta...". "Sono assolutamente convinto che è contro l'interesse stesso del lavoratore il fatto del reintegro obbligatorio. Certo, non credevo che i sindacati avrebbero fatto di questa modifica un totem. Mi sono sbagliato".

"Per la Fiat, auspico interessi italiani"
Per il futuro della Fiat, il premier si augura che possa esserci spazio per "forze imprenditoriali italiane. Ci sono gruppi che hanno grande capacità di intrapresa. Ho cercato di suscitare in loro interesse negli incontri che ho avuto, e forse c'è qualche interesse da parte loro".

"Fassino ha bisogno di panettone; Epifani, posizione apprezzabile su moderazione salariale"
Qualche parola anche per l’opposizione e i sindacati. Liquida con una battuta il leader dei Ds, Piero Fassino, chiamato in causa in una domanda sulla Fiat: "Sono molto preoccupato per la magrezza di Fassino e ho intenzione di mandargli un panettone, di quelli imbottiti milanesi. Ieri a Termini Imerese, sarà stato per l'angolo di ripresa o per le luci, ma il suo stato era veramente preoccupante e credo che il mangiare meno del dovuto lo porti anche ad affermazioni che non sono in linea con la realtà. Gli manderò forse due panettoni…".
Di Epifani dice di aver "apprezzato la posizione sul tema della moderazione salariale. Ha aperto un clima colloquiale". Secondo il premier, infatti: "se un'impresa va bene e produce utili non è giusto che i collaboratori debbano subire una moderazione salariale".

“Sono un esempio di editore liberale”
"Sono un esempio di editore liberale come mai si è avuto nella storia della editoria italiana", afferma Berlusconi rivolto ai giornalisti stranieri presenti alla conferenza stampa “visto che si pensa in alcuni paesi che in Italia la televisione dipenda direttamente dal presidente del Consiglio e agisca secondo i dettami del presidente del Consiglio". "L'unica eccezione eccessiva - ammette - e lo dico con affetto nei confronti di Emilio Fede, è il Tg4, ma le altre trasmissioni sono a dir poco birichine nei confronti del presidente del Consiglio e del governo". "Credo di essere un esempio di editore liberale nessun giornalista che lavora nell'azienda che fa capo in qualche modo alla mia famiglia ha mai avuto pressioni.

Conflitto di interessi
Il presidente del Consiglio ribadisce di aver sollecitato personalmente al presidente della Camera Casini in un colloquio prenatalizio di mettere in calendario la legge sul conflitto d'interessi.

Except
31-12-2002, 13.14.29
Berlusconi: "Siamo da record". Rutelli:"Minestra riscaldata"http://www.rai.it/Contents/news/22000/berluscaape.jpg