PDA

Visualizza versione completa : Berlusca & Co.


Pagine : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 [17] 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42

Lello
19-12-2002, 23.24.07
L'unico tramonto che non tramonta

http://www.repubblica.it/gallerie/online/cultura_scienze/storaro/10_g.jpg

In questa foto vedo l'allegoria della guerra.... da Abele in poi... non m'interessa a quale paese appartengano questi soldati... appartengono all'umanità

succhione
19-12-2002, 23.28.04
...stai postando cose sensate...nel posto sbagliato....;)

Lello
19-12-2002, 23.35.00
Le persone sono quelle giuste però Succhio.
Ho trovato una bella sponda nelle tue, nelle vostre parole...
Possiamo riscriverle ancora altrove...
mille e mille volte ancora... :)

Giorgio Drudi
20-12-2002, 00.09.26
Originariamente inviato da Lello

Esprimi per Cecco e per gli altri partecipanti, a destra nel forum, lo stesso apprezzamento che nutro io, sanno comprendere la battuta, l'attacco e l'invettiva politica e replicare con altrettanta enfasi, garbo e competenza...

Ciao Dav :p :) (B)

Metto il mio ”Dolore sotto chiave” per non capire una ma@@a, e “Sabato, domenica e lunedì”, studierò teatro per potermi presentare preparato a “Natale in casa Cupiello”, che vuoi …“Gli esami non finiscono mai”.
Tu intanto prepara ”La grande magia”, convincimi che “Natale in casa Cupiello” è bello e che il presepe è brutto.. Temo che sosterrai sempre che hai ragione tu, perché ci sono anche “Le bugie con le gambe lunghe”. Le mie critiche sono fatte per “Amicizia”.
E non “Ditegli sempre di sì” al conformismo culturale, come se fosse “La voce del padrone”.
“Noi siamo navigatori” alla ricerca della verità , questa sola deve essere “La voce del padrone” e non il pregiudizio “ Cuoco della mala cucina “,
che ci fa uscire di notte , a cercare la “ Farmacia di turno”.
“Uno coi capelli bianchi” ti da un buon consiglio, attento a vivere “Pericolosamente” pensando “ Che scemenza” il presepe!
E’ meglio prepararsi “L’abito nuovo” per poter afferrare “La Fortuna con la effe maiuscola” che è “ Il dono di Natale”.
“Sik-Sik l’artefice magico” ti da un secondo buon consiglio: lascia perdere “Quei figuri di trent’anni fa” e credimi, “I morti non fanno paura”.
“Parlate al portiere” del castello incantato che puo liberarvi da “Questi fantasmi!” e farvi vincere “La paura numero uno ”e farvi gridare di gioia: “ E’ arrivato ‘o trentuno!”.
Vado a pigliar calimma! Ciao Lello “Bene mio e core mio”.

Giorgio Drudi
20-12-2002, 00.14.44
Originariamente inviato da Stalker
Ma cita le fonti GIORGIOOOOO !!!!!!!!

http://www.latuarai.rai.it/speciali/speciali_mesi_detail.asp?ID=81

Che tristezza.... :rolleyes:
Erano virgolettate ed ovviamente citate, pure firmate...
e perchè tristezza, ti si è rotto il trenino?
Coraggio c'è la befana in arrivo...:)

Lello
20-12-2002, 00.21.17
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


Metto il mio ”Dolore sotto chiave” per non capire una ma@@a, e “Sabato, domenica e lunedì”, studierò teatro per potermi presentare preparato a “Natale in casa Cupiello”, che vuoi …“Gli esami non finiscono mai”.
Tu intanto prepara ”La grande magia”, convincimi che “Natale in casa Cupiello” è bello e che il presepe è brutto.. Temo che sosterrai sempre che hai ragione tu, perché ci sono anche “Le bugie con le gambe lunghe”. Le mie critiche sono fatte per “Amicizia”.
E non “Ditegli sempre di sì” al conformismo culturale, come se fosse “La voce del padrone”.
“Noi siamo navigatori” alla ricerca della verità , questa sola deve essere “La voce del padrone” e non il pregiudizio “ Cuoco della mala cucina “,
che ci fa uscire di notte , a cercare la “ Farmacia di turno”.
“Uno coi capelli bianchi” ti da un buon consiglio, attento a vivere “Pericolosamente” pensando “ Che scemenza” il presepe!
E’ meglio prepararsi “L’abito nuovo” per poter afferrare “La Fortuna con la effe maiuscola” che è “ Il dono di Natale”.
“Sik-Sik l’artefice magico” ti da un secondo buon consiglio: lascia perdere “Quei figuri di trent’anni fa” e credimi, “I morti non fanno paura”.
“Parlate al portiere” del castello incantato che puo liberarvi da “Questi fantasmi!” e farvi vincere “La paura numero uno ”e farvi gridare di gioia: “ E’ arrivato ‘o trentuno!”.
Vado a pigliar calimma! Ciao Lello “Bene mio e core mio”.
Carino... ma che t'ha fatto Eduardo...:eek:
i misteri di Giorgio. Ciao :)

Giorgio Drudi
20-12-2002, 00.22.28
Originariamente inviato da Stalker


A ti xè proprio s-ciopà... :rolleyes:
(tr. Sei proprio scoppiato)

Di tutto il "branchetto" quello che gira più a vuoto da un po di post
sei proprio tu ...non sai incassare...e quelle prese "porta a cà".
Guarda qui:


:anger: buuuuh.

Giorgio Drudi
20-12-2002, 00.31.57
Originariamente inviato da Lello
Drudi ..
idea luminosa:
apriti un 3d
"L'angolo del tritacarne.." e ci maciulli tutti quelli che ti danno noia... così presi a caso, come un'auto impazzita sulla folla...
dai
può funzionare...
oppure lo intitoli come un film di Brass...
"La betoniera"
o della Wertmuller
"Un macchinoso scempio di padri figli nipoti nella cornice celtica della Pianura romagnola..."

Ciao... e torna sereno, rispettiamoci ed amiamoci, sempre, anche nel duro confronto.


(F)
Bene sono contento che dopo la bagarre ritorni a più miti consigli...
Ciao Lello, Buon Santo Natale.

Lello
20-12-2002, 00.38.11
Originariamente inviato da Giorgio Drudi

Bene sono contento che dopo la bagarre ritorni a più miti consigli...
Ciao Lello, Buon Santo Natale.
Quali i tuoi?
Ma se parlo di tritacarne... :D
boh...
Ricambio di cuore gli auguri, un bacio santo, Giorgio (L)

Cecco
20-12-2002, 09.27.47
Originariamente inviato da Stalker


E dici poco ? :) Hai tratto il profilo di un uomo perfetto ! Ma non eri tu che su questo 3d avevi una concezione degli esseri umani (inteso come "homo politicus") veramente pessimistica. Possibile che quest'uomo di cui tu nutri così tanta ammirazione sia quasi una sorta di "Candide" che è diventato quel che è diventato solo per meriti personali ? Solo qualche appoggio politico... che il nostro, bontà sua... ha pur dovuto accettare....

Milano3. Non ci sono mai stato e non posso giudicarla. Chi ci è stato mi dica se è veramente questa gran bellezza.

Le reti Mediaset. Si commentano da sole. L'altra sera ho fatto zapping (per me un evento perchè guardo pochissimo la tv), ho messo su Italia1 e c'era un programma con la Gialappa's e delle scenette di vita militare (non so che programma era): insomma, ed erano le 8 e mezza di sera, ho udito uno "str...o" e un "co...one" così. Sono rimasto un po' perplesso e ho cambiato canale.

Ma, secondo te, la mafia ha smesso di avere un partito di riferimento ?. O continua a fare sotto sotto i suoi giochi ? E secondo te chi, in Sicilia, governa ? Io queste cose me le chiedo, prima di incensare dei capi di governo....
Un saluto. :)

Ho trattato il profilo di un uomo davvero in gamba, la perfezione non è di questo mondo.
Ripeto: grande imprenditore edile, grande editore. Mediaset è un gran impero (patrimonio italiano, lo dissero D'Alema ed altri) nato poco alla volta quasi dal nulla, ma del resto queste cose gliele riconoscono ormai anche i più accaniti avversari, forse per indurlo a ritornare all'imprenditoria.
Il fatto che Mediaset, come la RAI come tutto il panorama televisivo
possa non piacerci è altro fatto, ma del resto ho sempre pensato che se questa è l'offerta vuol dire che tale è la domanda, e ciò affermo per una questione di logica poichè la TV, sopratutto commerciale, vive
di audience per vendere pubblicità, e dunque se v'è audience, allora..
Sulla mafia dobbiamo fare un pò di chiarezza senza generalizzare e partendo dal presupposto che essa muta e varia le sue strategie.
Ovviamente essa tenta sempre l'aggancio istituzionale, può trattarsi di un politico come di un giudice come di un poliziotto ma l'approccio
ovviamente avviene con istituzioni locali, sia anche un onorevole eletto nella zona, difficile immaginare un contatto diretto con la istituzione centrale. Ora l'istituzione locale, se marcia, può anche collaborare, ma per certi fini poi ha necessità che le sue strategie vengano avallate dal centro. Insomma la cosa è un pò complicata.
Come politico, a me interessa che Berlusconi mantenga gli impegni per i quali l'ho votato: ha abolito la ignobile tassa di successione, ha elevato le pensioni minime, sta progressivamente riducendo la pressione fiscale nonostante lo sfavorevole momento, ha messo in cantiere le opere pubbliche e sta portando avanti il decentramento anche se su questo argomento son contrario. Oggi Tremonti è nell'occhio del ciclone per la sua politica economica, ma che si sarebbe detto se, a fronte della difficile contingenza internazionale,
avesse fatto marcia indietro ed aumentato le tasse anzicchè ridurle?
Per me va tutto molto bene, salvo il continuo stillicidio con una opposizione che vorrebbe comandare anche quando gli è stato tolto il mandato dal popolo. Ciao

Cecco
20-12-2002, 09.34.24
Originariamente inviato da leila

Già sapevo quali sarebbero starti i risultati. Non avevo illusioni in merito.
Prima di concludere che i processi sono conseguenze della discesa in campo e non viceversa confronta le date!!
E per quanto riguarda la sua abilità negli affari....

DATEMI IL MONOPOLIO DELL'INSALATA E I MILIARDI LI FACCIO ANCH'IO!:D :p

Leila

No, i miliardi devi farteli da solo, poi magari avrai il monopolio.
Ciao

Cecco
20-12-2002, 09.37.34
Originariamente inviato da Paco


ma queste cose le hai lette nel giornale che ti ha mandato a casa un anno e mezzo fa?
non replico perchè Stalker ha già risposto
Ciao

Puoi anche replicare, non posso cambiare la mia testa. Non sono mica uno che legge "il giornale" e lo confonde con la Bibbia.
Ciao

Stalker
20-12-2002, 09.53.44
Originariamente inviato da Cecco

ho sempre pensato che se questa è l'offerta vuol dire che tale è la domanda, e ciò affermo per una questione di logica poichè la TV, sopratutto commerciale, vive
di audience per vendere pubblicità, e dunque se v'è audience, allora..


Per il momento rispondo solo a questo: come ho letto da qualche parte la logica per cui la tv deve fare programmi che si ritiene, a priori, debbano fare audience, è una sorta di censura preventiva.
Chi è che decide che una cosa fa più audience ? Perchè necessariamente audience vuol dire bassa qualità ?
No. Non si può dire: la legge la fa il mercato, la gente "compra" il prodotto televisivo e quindi il prodotto televisivo funziona. Questo semmai deve essere il mezzo per cui la tv sopravvive ma non il fine. Il fine deve essere ottenere programmi di qualità e fatti da professionisti della televisione. Sono convinto che questa è la chiave vincente. se fai un giro sui newsgroup della tv ormai la gran parte della gente che apprezza questo mezzo è arcistufa.
Può darsi che una idea sia vincente sia come qualità che come ascolto ma che venga scartata da qualche miope burocrate televisivo perchè costui la ritiene perdente.
E' preoccupante che si ritengano, comunque, sempre vincenti e sicure tette, culi e parolacce.

E sulla diffusione di questa "cultura" di plastica l'impero Mediaset ha delle responsabilità. La Rai si è solo accodata e adesso è tutta la stessa pasta. :rolleyes:

Cecco
20-12-2002, 10.02.07
Originariamente inviato da davlak
Sono un osservatore in questo 3d.
Non ho quasi mai partecipato "attivamente".
Secondo me Cecco ha tutto il diritto di esprimere il suo apprezzamento per Berlusconi, e lo dico da elettore di sinistra, da uomo di sinistra, da sempre.
Sono uno di quegli atipici uomini di sinistra che non si scaglia contro il Cavaliere solo perchè ha i soldi e il potere.
Se lo devo giudicare lo faccio in base alle sue azioni, a ciò che esse comportano per la cittadinanza, per la comunità (e su questo lo attaccherò sempre fino a che non dimostra qualcosa di buono).
Per me Berlusconi può avere pure 247 TV e quattromila aziende e essere pure il capo del Governo, se fà le cose fatte a dovere.

Allo stato delle cose....a mio avviso, come uomo politico é veramente inqualificabile...come imprenditore é molto in gamba.

Diversamente che per paco e stalker, che stimo ma ho conosciuto per lo più discutendo di politica, con te davlak abbiamo avuto scambi in settori più propri a questo forum, e forse da qui nascono le buone considerazioni che hai espresso egregiamente.
Il fatto è, non me ne vogliano altri, che tu sei un uomo di sinistra finalmente spoglio di vecchiume ideologico e dunque giudichi bene o male per quel che via via pensi non per quel che senti.
Per quella sinistra che io giudico sbagliata Berlusconi, al di là di quel che ha fatto come imprenditore o di quel che sta facendo come politico è un avversario non da battere ma da abbattere, e si capisce anche il motivo di questo odio che vien da lontano.
Intanto, dopo l'abbattimento dei partiti storici per via giudiziaria, la sinistra considerava di tenere il paese in pugno se non per sempre,
almeno per lungo tempo, ed invece è arrivato un signor nessuno che gli ha rotto le uova nel paniere.
Poi c'è anche quel sentimento un pò classista che giudica il Berlusca
un grossier, un parvenu, indegno di poter guidare un paese.
Ora è chiaro, e qui hai centrato il problema, che ciò che ho appena detto costituisce solo la mia verità, non certo la verità assoluta, di questo ne sono conscio, ma non può e non deve far scandalo il mio pensiero su Berlusconi. Dall'altra parte spesso invece si dà la sensazione di profferire messaggi universali, magari riferendo il pensiero dell'intellettuale tal dei tali, del prof. pincopallino, dell'artitolo dell'Unità o del MMmanifesto o della Bibbia-Repubblica.
Ciao dav :)

Cecco
20-12-2002, 10.36.29
Originariamente inviato da Stalker


Per il momento rispondo solo a questo: come ho letto da qualche parte la logica per cui la tv deve fare programmi che si ritiene, a priori, debbano fare audience, è una sorta di censura preventiva.
Chi è che decide che una cosa fa più audience ? Perchè necessariamente audience vuol dire bassa qualità ?
No. Non si può dire: la legge la fa il mercato, la gente "compra" il prodotto televisivo e quindi il prodotto televisivo funziona. Questo semmai deve essere il mezzo per cui la tv sopravvive ma non il fine. Il fine deve essere ottenere programmi di qualità e fatti da professionisti della televisione. Sono convinto che questa è la chiave vincente. se fai un giro sui newsgroup della tv ormai la gran parte della gente che apprezza questo mezzo è arcistufa.
Può darsi che una idea sia vincente sia come qualità che come ascolto ma che venga scartata da qualche miope burocrate televisivo perchè costui la ritiene perdente.
E' preoccupante che si ritengano, comunque, sempre vincenti e sicure tette, culi e parolacce.

E sulla diffusione di questa "cultura" di plastica l'impero Mediaset ha delle responsabilità. La Rai si è solo accodata e adesso è tutta la stessa pasta. :rolleyes:

Forse, se ho capito bene il tuo pensiero, questa è in assoluto la cosa più sbagliata che ti ho sentito dire.
La TV pubblica, un pò per la sua funzione naturale, un pò perchè incassa un balzello dal cittadino, avrebbe il dovere di fare quella TV che tu auspichi e che anch'io vorrei. La TV commerciale no, nel senso che fare una TV doc (ma poi dovremmo convincere gli italiani ad avere un pensiero unico sul doc) può essere possibile solo allorquando
sia compatibile con l'obiettivo primario che è quello dell'utile.
Facciamo un esempio: io e te decidiamo d'investire i nostri soldi nel settore, magari convincendo anche paco e davlak a partecipare.
Abbiamo grossi propositi, vogliamo fare una bella televisione ma ad un certo punto ci accorgiamo che la cosa non rende e cominciamo ad entrare in difficoltà. A questo punto litighiamo tra di noi, perchè tu e paco credete sia giusto insistere secondo programma, io e davlak
invece abbiamo paura della bancarotta e vogliamo cambiare strategia offrendo un prodotto più commerciale. Chi ha ragione? La risposta è semplice e come sempre non univoca. Certamente tu e paco dimostrate di possedere un animo più nobile e sensibile, la vs. in fondo è una missione più che un'impresa, ma io e davlak abbiamo paura, dobbiamo portare i soldi a casa, abbiamo famiglia. Sbagliamo? Ma, io non credo.
Rovesciamo l'esempio ed immaginiamo che allo stesso quartetto sia data
la possibilità di gestire RAI3 a condizione di fare poca pubblicità e contare esclusivamente sul canone.
Noi fissiamo i ns. stipendi assicurandoci una comoda vita personale, facciamo programmi che a noi sembrano eccellenti seppur poco seguiti e ci preoccupiamo solo di non presentare passività in bilancio. A questo punto abbiamo centrato l'obiettivo perchè, a parte la nostra personale tranquillità economica, abbiamo fatto un buon prodotto, quel prodotto che la TV mai aveva dato prima.
Eppure all'improvviso ci mandano tutti a casa perchè la nostra TV è seguita da una minoranza, da un'elite, non dalla gente.
Ma cosa vuole la gente? Ecco la gente non è paco, nè stalker, nè cecco
nè davlak, la gente è una moltitudine variegata d'umanità che cerca ciascuno la sua trasmissione.
Chi vuole più cultura, chi più religione, chi più sesso, chi più
varietà, chi più sport, chi più politica, chi più altro.
Morale: ciò che a te non piace, piace a tanti altri, ed allora l'offerta dovrebbe essere la più ampia possibile. Ciao

AUGELLO
20-12-2002, 11.10.15
io ribadisco il fatto che il berlusca come uomo politico è improponibile, oltre che imqualificabile..

con tutti quei capi d'accusa che si ritrova, e non si degna neanche di andarci , ai suoi processi..

e ripeto, che è colluso con la mafia siciliana. punto e basta.
in un altro paese sarebbe già dimissionario e indaffarato a preparare le sue difese in tribunale con i suoi 30 e passa avvocati.

cecco se stai raccogliendo voti x FI ti capisco, altrimenti non vedo cosa ci guadagni a spendere tutte le belle parole sul cavaliere..a parte la perdita di tempo..sembra che stai su wt forum 24 h su 24..

scherzo eh,

cmq la legge cirami è una vera priorità. in italia mancava, e finalmente qualcuno che si è impegnato per farla..guarda un po'...

ciao a tutti
augello

Cecco
20-12-2002, 11.29.36
Originariamente inviato da AUGELLO
io ribadisco il fatto che il berlusca come uomo politico è improponibile, oltre che imqualificabile..

con tutti quei capi d'accusa che si ritrova, e non si degna neanche di andarci , ai suoi processi..

e ripeto, che è colluso con la mafia siciliana. punto e basta.
in un altro paese sarebbe già dimissionario e indaffarato a preparare le sue difese in tribunale con i suoi 30 e passa avvocati.

cecco se stai raccogliendo voti x FI ti capisco, altrimenti non vedo cosa ci guadagni a spendere tutte le belle parole sul cavaliere..a parte la perdita di tempo..sembra che stai su wt forum 24 h su 24..

scherzo eh,

cmq la legge cirami è una vera priorità. in italia mancava, e finalmente qualcuno che si è impegnato per farla..guarda un po'...

ciao a tutti
augello

".... e ripeto, che è colluso con la mafia siciliana.punto e basta"
Ottimo esempio di dialogo! A me va benissimo perchè dimostra, sia pur trattandosi d'augello, quel dicevo prima.
Tu pensi che io sia presente 24 ore su 24 a causa degli interventi a volte lunghi, stà tranquillo che impiego meno tempo di quel che pensi,
almeno meno tempo di quel che ti occorre per partorire simili idiozie.
FI non ha bisogno di me, la votano quasi un terzo degli italiani e parlo del Berlusca solo per discutere con gli amici del forum. Ciao, passa un buon Natale e non eccedere nel bere. :)

AUGELLO
20-12-2002, 14.53.15
va bene cecco, scusa per le ilazioni.
devo pagare pegno?

Cecco
20-12-2002, 18.16.36
Originariamente inviato da AUGELLO
va bene cecco, scusa per le ilazioni.
devo pagare pegno?

No, certo che no. Ciao:)

Paco
20-12-2002, 22.03.39
Originariamente inviato da Cecco


Puoi anche replicare, non posso cambiare la mia testa. Non sono mica uno che legge "il giornale" e lo confonde con la Bibbia.
Ciao

mio Dio
si scherzava!

Paco
20-12-2002, 22.14.11
Originariamente inviato da Cecco


Forse, se ho capito bene il tuo pensiero, questa è in assoluto la cosa più sbagliata che ti ho sentito dire.
La TV pubblica, un pò per la sua funzione naturale, un pò perchè incassa un balzello dal cittadino, avrebbe il dovere di fare quella TV che tu auspichi e che anch'io vorrei. La TV commerciale no, nel senso che fare una TV doc (ma poi dovremmo convincere gli italiani ad avere un pensiero unico sul doc) può essere possibile solo allorquando
sia compatibile con l'obiettivo primario che è quello dell'utile.
Facciamo un esempio: io e te decidiamo d'investire i nostri soldi nel settore, magari convincendo anche paco e davlak a partecipare.
Abbiamo grossi propositi, vogliamo fare una bella televisione ma ad un certo punto ci accorgiamo che la cosa non rende e cominciamo ad entrare in difficoltà. A questo punto litighiamo tra di noi, perchè tu e paco credete sia giusto insistere secondo programma, io e davlak
invece abbiamo paura della bancarotta e vogliamo cambiare strategia offrendo un prodotto più commerciale. Chi ha ragione? La risposta è semplice e come sempre non univoca. Certamente tu e paco dimostrate di possedere un animo più nobile e sensibile, la vs. in fondo è una missione più che un'impresa, ma io e davlak abbiamo paura, dobbiamo portare i soldi a casa, abbiamo famiglia. Sbagliamo? Ma, io non credo.
Rovesciamo l'esempio ed immaginiamo che allo stesso quartetto sia data
la possibilità di gestire RAI3 a condizione di fare poca pubblicità e contare esclusivamente sul canone.
Noi fissiamo i ns. stipendi assicurandoci una comoda vita personale, facciamo programmi che a noi sembrano eccellenti seppur poco seguiti e ci preoccupiamo solo di non presentare passività in bilancio. A questo punto abbiamo centrato l'obiettivo perchè, a parte la nostra personale tranquillità economica, abbiamo fatto un buon prodotto, quel prodotto che la TV mai aveva dato prima.
Eppure all'improvviso ci mandano tutti a casa perchè la nostra TV è seguita da una minoranza, da un'elite, non dalla gente.
Ma cosa vuole la gente? Ecco la gente non è paco, nè stalker, nè cecco
nè davlak, la gente è una moltitudine variegata d'umanità che cerca ciascuno la sua trasmissione.
Chi vuole più cultura, chi più religione, chi più sesso, chi più
varietà, chi più sport, chi più politica, chi più altro.
Morale: ciò che a te non piace, piace a tanti altri, ed allora l'offerta dovrebbe essere la più ampia possibile. Ciao

Confalonieri, Scotti, Bongiorno, De Filippi, Costanzo, Mentana, tutto il direttivo di Mediaset, secondo te or ora sono preoccupati così tanto di portare a casa solo il denaro? Mi sembra strano. Ciò che conta è che la De Filippi faccia più ascolto di Morandi. Lo fa anche la Rai, per questo infatti mi vergogno di pagare il canone. Tu hai giustificato la tv spazzatura con il vile denaro. Hai dunque confermato le nostre teorie! Guarda The Truman Show su RaiTre adesso e capirai perchè io e Stalker abbiamo questa idea di tv.

Paco
20-12-2002, 22.15.43
Originariamente inviato da Cecco


Diversamente che per paco e stalker, che stimo ma ho conosciuto per lo più discutendo di politica, con te davlak abbiamo avuto scambi in settori più propri a questo forum, e forse da qui nascono le buone considerazioni che hai espresso egregiamente.
Il fatto è, non me ne vogliano altri, che tu sei un uomo di sinistra finalmente spoglio di vecchiume ideologico e dunque giudichi bene o male per quel che via via pensi non per quel che senti.
Per quella sinistra che io giudico sbagliata Berlusconi, al di là di quel che ha fatto come imprenditore o di quel che sta facendo come politico è un avversario non da battere ma da abbattere, e si capisce anche il motivo di questo odio che vien da lontano.
Intanto, dopo l'abbattimento dei partiti storici per via giudiziaria, la sinistra considerava di tenere il paese in pugno se non per sempre,
almeno per lungo tempo, ed invece è arrivato un signor nessuno che gli ha rotto le uova nel paniere.
Poi c'è anche quel sentimento un pò classista che giudica il Berlusca
un grossier, un parvenu, indegno di poter guidare un paese.
Ora è chiaro, e qui hai centrato il problema, che ciò che ho appena detto costituisce solo la mia verità, non certo la verità assoluta, di questo ne sono conscio, ma non può e non deve far scandalo il mio pensiero su Berlusconi. Dall'altra parte spesso invece si dà la sensazione di profferire messaggi universali, magari riferendo il pensiero dell'intellettuale tal dei tali, del prof. pincopallino, dell'artitolo dell'Unità o del MMmanifesto o della Bibbia-Repubblica.
Ciao dav :)

ognuno mette nella sua politica dei paletti
il problema è che i nostri paletti sono diversi dai vostri paletti
ciao

Lello
21-12-2002, 09.23.31
Fantastico... andrebbe proiettato nelle scuole...

Off Topic:
L'America è la patria del trash TV ma riesce con spettacolare eleganza a confezionare prodotti ineccepibili di denuncia....

http://www.moviebazaar.de/filmtrum.jpg

Qui la scenggiatura: http://www.dailyscript.com/scripts/the-truman-show_early.html

Peter Weir è il regista de "L'attimo fuggente"... niente male vero?

OTOT... Peter Weir è australiano... e quindi è più Spirit of America di Bush...:D

sarahkerrigan
21-12-2002, 09.31.49
Eppure, sai Lello, che a me non convince tanto The Truman Show?...non mi spiego perchè ma mi mette addosso un senso di rifiuto...forse dovrei riguardarlo con un'altro umore...:rolleyes:


:)(F)

Lello
21-12-2002, 09.53.08
Originariamente inviato da sarahkerrigan
Eppure, sai Lello, che a me non convince tanto The Truman Show?...non mi spiego perchè ma mi mette addosso un senso di rifiuto...forse dovrei riguardarlo con un'altro umore...:rolleyes:


:)(F)
Credo sia una scheggia di quel cinema clintoniano, oggi fermo al palo da quello interventista-fantastico-intimista-violento adatto per tutte le età...
Weir mi ricorda il cinema di Frank Capra... in era di caccia alle streghe....

http://www.geocities.com/lewtonsite/capra/wonderfullife/wonder_9_270.jpg
La vita è una cosa meravigliosa - 1946

"The "Motion Picture Alliance," an anticommunist group in Hollywood, included various film personalities (particularly Ward Bond, who appeared in several Capra films, and who Capra wanted especially for Wonderful Life to play Bert the Cop)...." http://www.geocities.com/lewtonsite/capra/wonderfullife/wonderfullife.html

Una bella favola di Natale :)

Non riesco a farvi vedere le immagini...
seguite il link delle stesse...

Lello
21-12-2002, 10.01.53
Votazioni fino a notte fonda per approvare il testo
Il ministro Tremaglia minaccia le dimissioni
Finanziaria, maratona notturna
Tensione e polemiche al Senato



ROMA - Alle 2 e 30 di stanotte anche Marcello Pera sbotta: "C'è della follia in giro" dice il presidente del Senato. Davanti a lui c'è l'aula di palazzo Madama che vota la Finanziaria. Decine e decine di senatori impegnati in una maratona costellata da momenti di forte tensione. Costellata da insulti, polemiche continue, votazioni condite da reciproche accuse, continue verifiche del numero legale, le minacciate dimissioni di un ministro e persino il lancio di un telefonino dai banchi della maggioranza a quelli dell'opposizione. Il tutto in 18 ore. Tanto dura la giornata più lunga del Senato.

E così, alle 3 del mattino Pera si arrende e manda a casa i senatori, stremati, senza aver concluso l'esame degli articoli della Finanziaria. A pochi metri dal presidente, l'irriducibile ministro Carlo Giovanardi, chiede che si vada avanti. Invano. Troppa stanchezza, troppa confusione nelle ultime ore per andare avanti. Pera sbotta: "C'è della follia in giro. Alle 2 e 30 del mattino continuano a giungere emendamenti di cui non si capisce il significato".
.....

http://www.repubblica.it/online/economia/contiventiquattro/notte/notte.html

leila
21-12-2002, 11.56.14
Originariamente inviato da Cecco


No, i miliardi devi farteli da solo, poi magari avrai il monopolio.
Ciao
In onor del vero, caro Cecco, a Lui, il monopolio delle TV private lo hanno dato con la legge Mammmì. I miliardi sono venuti dopo.
A meno che tu non voglia mettere in conto gli inizi da palazzinaro tutti avvolti nei misteri...:rolleyes: :D
Leila:p

Cecco
21-12-2002, 14.50.38
Originariamente inviato da leila

In onor del vero, caro Cecco, a Lui, il monopolio delle TV private lo hanno dato con la legge Mammmì. I miliardi sono venuti dopo.
A meno che tu non voglia mettere in conto gli inizi da palazzinaro tutti avvolti nei misteri...:rolleyes: :D
Leila:p

No, aveva già miliardi a sufficienza per le precedenti attività imprenditoriali. Poi ha cominciato ad acquistare emittenti private locali, la Legge Mammì viene dopo ed effettivamente suggella la nuova situazione TV. Ciao

Lello
21-12-2002, 14.52.55
Originariamente inviato da Cecco


No, aveva già miliardi a sufficienza per le precedenti attività imprenditoriali. Poi ha cominciato ad acquistare emittenti private locali, la Legge Mammì viene dopo ed effettivamente suggella la nuova situazione TV. Ciao
Dimentichi che lo scandalo di quella legge fece dimettere 5 ministri del governo Andreotti...
tra questi, sostituiti ad horas da Andreotti, c'era un certo Prodi Romano....

Cecco
21-12-2002, 15.14.41
Originariamente inviato da Paco


mio Dio
si scherzava!

Ma certo, non te la sarai mica preso per la risposta lapidaria? Ciao

Paco
21-12-2002, 17.04.26
Originariamente inviato da Cecco


Ma certo, non te la sarai mica preso per la risposta lapidaria? Ciao

assolutamente
mi sembrava fuori luogo la tua uscita
mi sono sbagliato!
ciao

Lello
22-12-2002, 08.04.02
Il Tg5 sciopera ma va in onda lo stesso. I giornalisti: «Un attacco politico al sindacato»

Il Tg5 di Enrico Mentana è stato l'unico telegiornale nazionale ad essere trasmesso venerdì 20, durante sciopero nazionale dei giornalisti. Ma non perché i lavoratori del tg Mediaset siano in maggioranza crumiri. Anzi: ben il 75 per cento ha scioperato. Ma il direttore ha deciso di andare in onda ugualmente, con le poche persone presenti, alcune fatte rientrare dalle ferie e dal giorno di riposo, già previsto. È quanto denuncia il comitato di redazione (la rappresentanza sindacale) del Tg5, che si è dimesso.

Nelle lettera di Sandro Provvisionato e Paolo Di Mizio, i due membri del Cdr, c'è una forte critica nei confronti dei giornalisti che hanno deciso di lavorare: “Voi che avete disatteso lo sciopero (alcuni perfino tornando dal riposo o dalla corta), avete gettato al vento le prospettive future e anche quello che, poco o molto, è stato fatto finora». Ma la critica è rivolta soprattutto al direttore, Enrico Mentana che «è riuscito a dividere la redazione sulla base di motivazioni che appaiono del tutto personali nei confronti del segretario della FNSI (galeotta fu un'intervista!) e al solo scopo di sferrare un attacco alla Rai. Quest'ultimo aspetto, è inutile nascondercelo, acquista anche un valore quanto mai deteriore, tutto interno ai giochi della politica». «Se la non adesione allo sciopero di 25 colleghi su 100 – continuano i due rappresentanti sindacali - è stata sufficiente alla messa in onda di tutte le edizioni del Tg5, questo significa che il direttore e una minoranza possono prevalere sulla maggioranza. Questo significa che d' ora in avanti, sarà il direttore a decidere o meno la riuscita di uno sciopero».

Preoccupata anche la reazione del Coordinamento dei comitati di redazione Mediaset che giudica, in una nota, «preoccupante e pericoloso» quanto è accaduto ieri al TG5 ed annuncia la sospensione di «qualsiasi relazione sindacale con l'azienda».

Paolo Serventi Longhi, segretario del sindacato giornalisti, la Fnsi, ritiene che la logica con lka quale si è mossa Mediaset sia puramente politica. «Quanto alle motivazioni addotte in un comunicato letto durante i Tg – è scritto in una nota - è incomprensibile come si possa definire politico uno sciopero per l' autonomia della previdenza dell' Inpgi, contro l' utilizzo del lavoro nero e precario, per l' applicazione di un contratto le cui regole sono quotidianamente violate in molte aziende, contro l' uso distorto delle nuove tecnologie. Se il Sindacato dei Giornalisti identifica l'autonomia professionale come uno degli elementi centrali della libertà dell'informazione, diventa una vera e propria strumentalizzazione, anche politica, contestare la fondatezza dello sciopero».

In un'intervista pubblicata sul sito dell'Associazione articolo21liberidi, Serventi Longhi denuncia un disegno di delegittimazione del sindacato: Mentana «ha imposto di farlo uscire con una redazione di pochi crumiri – legittimo in democrazia. Ma questo modificando l’organizzazione del lavoro, modificando le mansioni dei giornalisti, mettendo la sua azienda, Mediaset, nella condizione di poter essere denunciata per comportamento antisindacale».

http://www.unita.it/index.asp?SEZIONE_COD=HP&TOPIC_TIPO=&TOPIC_ID=21883

Giorgio Drudi
23-12-2002, 20.26.13
Originariamente inviato da Nothatkind
:D :D
Ma LOL, c'è da ridere in questo thread! :D
(ci sarebbe anche da piangere, ma è meglio "sopravvolare", per adesso...)
Risus abundat in ore....
Non piangere non ti s'addice meglio la prima che ho detto. Ciao

Stalker
23-12-2002, 20.37.28
Originariamente inviato da Giorgio Drudi

Risus abundat in ore....
Non piangere non ti s'addice meglio la prima che ho detto. Ciao

:rolleyes: Ma pensi di essere divertente ? :rolleyes:

davlak
23-12-2002, 20.41.36
Originariamente inviato da Giorgio Drudi

Risus abundat in ore....
Non piangere non ti s'addice meglio la prima che ho detto. Ciao
Giorgio, ricordati del 3d che tu stesso hai aperto (Natale in Wintricks)...
Mi sembra che tu non sia affatto entrato "In the mood", non fino ad ora, almeno.
Guarda che domani é Vigilia.

;)

Shakti
23-12-2002, 20.49.38
Originariamente inviato da Giorgio Drudi

Risus abundat in ore....
Non piangere non ti s'addice meglio la prima che ho detto. Ciao


Stai davvero esagerando, da svariati giorni.

E' il caso che cambi tono, sul serio.

Paco
23-12-2002, 20.55.43
e giorgio punge...giorgio che punge, non fa male...
ciao giorgio e buon natale...hai capito? NA...TA...LE!

Paco
23-12-2002, 21.35.54
Originariamente inviato da Stalker


:rolleyes: Ma pensi di essere divertente ? :rolleyes:

pulisci la mail box!

Nothatkind
23-12-2002, 22.44.32
Originariamente inviato da Giorgio Drudi

Risus abundat in ore....
Non piangere non ti s'addice meglio la prima che ho detto. Ciao

:rolleyes: :rolleyes: :rolleyes:
va', sto zitto che a Natale siamo tutti più buoni, e di cattiverie non mi sembra il caso. ;)

carletto
23-12-2002, 22.50.19
Oggi hannop approvato la finanziaria ove sono previsti tanti bei soldini alle scuole private e niente (NIENTE) per i terremotati.
E c'è ancora gente, e purtroppo anche in questo forum, che ha il coraggio di difendere e sostenere l'operato di questi signori.

Ora chiaramente spunterà qualcuno a dirmi che se i soldi non ci sono non si possona fare miracoli, oppure che il suo presidente del consiglio ha dichiarato che provvederà
Ma non poteva provvedere subito dando i soldi ai terremotati e non darli alle scuole private?


Ma certo che provvederà, mi confermeranno i sostenoitori del loro presidente del consiglio; infatti ha annunciato un decreto di solidarietà a favore dei terremotati. Bel nome nuovo vero per la vecchia "una tantum". Quanta gente si commuoverà nel pagare questa nuova tassa che andrà a rimpinguare le tasche delle scuole private.

Ma come?(mi si dirà). Questo soldi andranno ai terremotati!

Ingenuità.

Tutti mi dicono, anche persone che non si conoscono tra loro, che ho una mente criminale. Comprendo quindi benissimo il tic tac che ha ticchettato nel cervello del lor presidente del consiglio.

"Non posso mica imporre una tassa per finanziare le scuole private? E allora che faccio?
Do i soldi dei terremotati alle scuole private, poi commuovo il popolo con la storiella della solidarietà, rifilo l'una tantum, li faccio pagare ed ecco risolto il problema."


Certo che in quanto a mente criminale...................

Lello
24-12-2002, 07.06.47
Originariamente inviato da carletto
....Non posso mica imporre una tassa per finanziare le scuole private? E allora che faccio?
Do i soldi dei terremotati alle scuole private, poi commuovo il popolo con la storiella della solidarietà, rifilo l'una tantum, li faccio pagare ed ecco risolto il problema."


Certo che in quanto a mente criminale...................

Bravo Carletto...:(

Auguri :)

sarahkerrigan
24-12-2002, 07.55.49
Originariamente inviato da carletto
Oggi hannop approvato la finanziaria ove sono previsti tanti bei soldini alle scuole private e niente (NIENTE) per i terremotati.
E c'è ancora gente, e purtroppo anche in questo forum, che ha il coraggio di difendere e sostenere l'operato di questi signori.

Ora chiaramente spunterà qualcuno a dirmi che se i soldi non ci sono non si possona fare miracoli, oppure che il suo presidente del consiglio ha dichiarato che provvederà

Certo che in quanto a mente criminale...................

Se non ci sono i soldini, si può cartolarizzare Berlusconi come da email che ho trovato in casella ;)...ecco come indicano di fare e vorrei, ringraziando anticipatamente, che qualcuno sul forum mi dicesse dove e se fa "acqua " questo progetto affinchè io, che sono poco esperta di politica, possa capire al meglio:


CARTOLARIZZIAMO BERLUSCONI!

Pubblichiamo in anteprima l'inserto di Domenico de Simone al libro "Le mani sulla cultura", di Marcantonio Lucidi di prossima edizione per la Malatempora Editrice

Abbiamo sentito tutti parlare della cartolarizzazione degli immobili pubblici, che il governo ha deciso con decreto del settembre 2001 ed il parlamento ha pedissequamente approvato con legge del novembre dello stesso anno.

E’ necessario spiegare alle gente quello che sta succedendo, perché in realtà non si tratta di un operazione finanziaria qualunque ma di qualche cosa di molto importante che riguarda tutti e soprattutto i lavoratori da molto vicino.

Come funziona la cartolarizzazione?

Immaginate di aver bisogno di soldi (non dovete fare un grande sforzo per questo), e che non sapendo dove prenderli avete deciso di impegnarvi casa. Invece di dare in garanzia ad una banca la casa per avere il prestito preferite venderla, però si sa che occorre del tempo per trovare l’acquirente giusto, fargli trovare i soldi, (in banca ci mandate lui), andare dal notaio eccetera, eccetera. Così, pensate che potreste emettere delle cambiali garantite dalla casa, a uno o due anni, giusto il tempo di vendere il vostro immobile con calma e ripianare il debito. Insomma, spostate il problema di qualche tempo e nel frattempo rendete liquido immediatamente il vostro patrimonio. Il diritto portato da una cambiale si chiama appunto, diritto cartolare e per questa ragione l’emissione di titoli garantiti da beni si chiama cartolarizzazione dei beni stessi.

Queste cambiali sono in pratica del denaro, come sanno tutti quelli che hanno avuto a che fare in qualche modo con il commercio. Cambiali con garanzia ipotecaria vengono scontate, a tassi poco usurai da qualsiasi banca, e così il vostro creditore li accetterà in pagamento senza fare troppe difficoltà.

Per quanto riguarda lo Stato le cose stanno più o meno così, con qualche complicazione dovuta al fatto che per decidere la vendita degli immobili e le operazioni finanziarie relative, compresa la cartolarizzazione, sono necessarie delle procedure che garantiscano i cittadini da imbrogli in loro danno. E vediamo che cosa è successo.

Dovete sapere che gli Enti previdenziali hanno a suo tempo acquistato, con i soldi versati dai lavoratori, una serie di immobili il cui reddito e patrimonio era posto a garanzia del pagamento delle pensioni.

Con la legge 410 del 23 novembre 2001, che ha convertito in legge il D.L. 351 del 25 settembre 2001, il Governo Berlusconi ha deciso di rendere liquidi questi immobili.

In altri termini se n’è appropriato e li ha trasformati in soldi, sotto forma di titoli di debito che sono stati immessi sul mercato.

Saltando a piè pari tutte le leggi che disciplinavano la vendita degli immobili pubblici, il nostro beneamato governo Berlusconi ha affidato una serie di immobili di proprietà degli enti previdenziali, del valore catastale pari alla bazzecola di 1.503 milioni di euro (all’incirca tremila miliardi delle vecchie lirette) all’agenzia per il demanio autorizzandola a trasferire questi immobili con proprio decreto ad una società di cartolarizzazione all’uopo costituita guarda caso una settimana prima dell’emissione del decreto legge del governo. La società che ha avuto questo bel regalo dallo Stato si chiama SCIP s.r.l., acronimo di Società per la Cartolarizzazione degli Immobili Pubblici.

Si tratta, infatti, di uno scippo vero e proprio.

La SCIP è una s.r.l. con 10.000 euro di capitale sociale, di quelle che si fanno dalla sera alla mattina dal notaio. E chi sono i soci di questa bella società? Lo Stato, direte voi, sembra ovvio. E invece no. Perché questa società è stata costituita da altre due società. Di proprietà dello Stato almeno queste? Ma fatemi il piacere, anche queste due società sono state costituite e sono di proprietà di un’altra società. Uffa, e questa società? Non si sa. Punto. Come non si sa? Eh, non si sa. La cosa che siamo riuscito a sapere è che tutte queste società non stanno in Italia ma in Olanda, tra i tulipani e le belle di giorno, i canali e le dighe, pattini sul ghiaccio e dita gonfie per salvare il paese dall’alluvione.

Ah, ma queste sono le favole. La realtà è un’altra.

L’amministratore della SCIP è inglese, il sig. Burrows Gordon Edwin Charles, che è anche amministratore o sindaco (che significa controllore), di una ventina di società in Italia, tra cui alcune di nota fama, come ad esempio Kataweb, Piaggio, Beenz.com ed altre. È pure Amministratore della Inail società di cartolarizzazione, sindaco della Società per la cartolarizzazione dei crediti e dei Proventi Pubblici S.C.C.P.P. r.l., nonché amministratore unico della Sovigest Società di valorizzazioni immobiliari e gestioni S.p.A.

A questo punto, però, ci viene un dubbio. Non si può essere gestori e controllori allo stesso tempo, anche se di società diverse ma tra di loro connesse, com’è il caso delle società di cartolarizzazione SCIP e Inail, della SCCPP e della Sovigest. Si rischia quello che viene comunemente chiamato conflitto di interessi.

Sembra una fissazione, lo so, ma è proprio così. Anche perché il nostro amministratore unico dotato di tutti i poteri, poverino, non se la sentiva di reggere il peso dello SCIP tutto da solo, e così ha pensato bene di nominare dei consulenti che l’aiutassero a compiere tutte le attività necessarie per la valutazione, la vendita tramite asta e a trattativa privata degli immobili, le ristrutturazioni, gli accorpamenti eccetera, eccetera. Per la verità queste attività di valutazione dovrebbe farle l’Ufficio Tecnico Erariale, detto UTE, che per decenni si è occupato di queste vicende relativamente agli immobili pubblici. Ma qui il caso è del tutto particolare, e così i consulenti sono addirittura un consorzio di imprese, detto pomposamente G6 Advisor (così, giusto per incutere con il nome un timore reverenziale nella gente che pensa subito al G8 ed al terrore di Genova). Questo consorzio è costituito da ben sei imprese, capofila la Pirelli & C. Real Estate che da qualche mese ha rilevato da Berlusconi nientepopodimeno che la Edilnord, che raggruppava buona parte delle attività immobiliari del nostro beneamato Presidente del Consiglio. Gli altri membri di questo nobile consesso sono la Romeo Gestioni e la Romeo Immobiliare, la Knight Frank, la IntesaBci e la Arthur Andersen, quella società di controllori che ha avuto recentemente qualche problemuccio negli Stati Uniti per via dei bilanci falsi delle società quotate in borsa.

Insomma c’è una gran puzza di conflitto di interessi pure qui. Voi ci credete che Berlusconi ha dato via tutte, proprio tutte tutte le azioni Edilnord? E che oltre alle azioni ha gratificato i suoi ex soci dell’inopinato regalo di 3.000 miliardozzi tondi tondi da gestire in nome dei lavoratori italiani? Così, gratis et amore Dei? Suvvia ragazzi, siamo seri! Se facesse tutti gli affarucci in questo modo ci sarebbe da defenestrarlo ipso facto da Presidente del Consiglio perché ci farebbe sicuramente fallire dopo pochi mesi, mentre Berlusconi è invece uomo provveduto che ha dato prova di grande abilità negli affari ed è per quello che è stato votato. O sbagliamo?

./.

sarahkerrigan
24-12-2002, 07.57.06
Ricapitoliamo.

Gli immobili costruiti con i soldi dei lavoratori, (* è quella tassa che mi hanno tirato giù dalla busta paga per anni vero? ..la GESCAL?...sbaglio? :rolleyes: ndr) e messi lì a garantire le pensioni, sono stati trasformati in soldi con una legge che autorizza il Ministero ad impadronirsi di cose non sue e trasferirle a società che non hanno capitale, non hanno collegio sindacale, e quindi controllori, e che non si sa a chi appartengano, nascoste come sono dalle nebbie del nord atlantico.

I controllori e gestori delle vendite in questione sono una serie di società, tra le quali appare una di notevole importanza appartenuta fino a pochi mesi fa all’attuale Presidente del Consiglio.
I controllori dei controllori sono inquisiti negli Usa per la disinvoltura con cui hanno effettuato il loro lavoro consentendo ad amministratori infedeli di truffare milioni di piccoli azionisti.
Le procedure adottate nell’operazione di cartolarizzazione escludono ogni garanzia di trasparenza e di controllo pubblico sulle vendite e sulle valutazioni degli immobili. Ci si deve fidare di questi signori, insomma, che oltretutto non sono nemmeno italiani. Il tutto in una situazione in cui al conflitto di interesse si aggiungono altri conflitti di interesse dei soggetti implicati nella vicenda.
Gli immobili vengono trasformati in titoli che, con l’aria che tira in borsa per i fondi e le obbligazioni, mettono in grave rischio le pensioni dei lavoratori che invece degli immobili si ritrovano tanti pezzi di carta.
Gli utili della società SCIP non si sa dove finiscano, poiché è del tutto ignota la proprietà di queste società di cartolarizzazione. Bisogna fidarsi, certo, lo fa per noi. Voi vi fidate?
Quella del conflitto di interessi è una strana vicenda, che rischia di diventare noiosa. Sarebbe ora di metterci mano davvero e smetterla di pigolare come fa la sinistra italiana da tanti anni. Se non hanno fatto una legge quando erano al governo la colpa è loro, mica possono pretendere che Berlusconi smetta di fare i suoi affarucci adesso che ha pure il potere in mano e può fare quello che gli pare.Ora, i lavoratori italiani si fidano certamente di Berlusconi. Soprattutto gli vogliono un gran bene e sono sensibili alle esigenze delle sue aziende così come alla sua rispettabilità.

E con questa storia della cartolarizzazione si pone l’occasione di risolvere il conflitto di interessi e allo stesso tempo di garantire a tutti i lavoratori che le pensioni saranno pagate davvero da qualcuno, e non con i pezzi di carta.

Con questa brillante operazione finanziaria, il governo Berlusconi ha cartolarizzato i lavoratori italiani. E per toglierlo dall’imbarazzo del conflitto di interessi e tutelare sé stessi, i lavoratori italiani cartolarizzeranno Berlusconi.

Come? Beh il conflitto di interessi consiste nel fatto che Berlusconi è proprietario di numerose aziende e che rischia ad ogni atto del governo di fare gli interessi dell’una piuttosto che dell’altra. Pensate che fatica che deve fare, poverino, ogni volta che viene approvata una legge, un decreto, un regolamento avente contenuto economico, a dover pensare se non confligge con qualche sua aziendina sparsa per lo stivale. Per toglierlo da questo faticosissimo imbarazzo abbiamo pensato di cartolarizzare anche lui, o meglio le sue aziende.

In questo modo i lavoratori italiani possono ottenere tre risultati importantissimi.

Il primo è che si risolve finalmente il conflitto di interessi e non se ne parla più. Fosse la volta buona che Fassino D’Alema e Rutelli si decidessero a stare zitti.

Il secondo è che cartolarizzando le aziende di Berlusconi ci si garantisce il pagamento delle pensioni, già garantite dagli immobili degli enti previdenziali che ora non ci sono più. Certo i lavoratori italiani si fidano del loro amato Presidente e dei geni della finanza che lo circondano. Ma la fiducia deve essere reciproca e così come potrebbe l’amato Presidente non fidarsi dei lavoratori italiani se questi gli prendono in carico le sue aziendine?

Il terzo è che con questo gesto d’amore nei suoi confronti i lavoratori italiani lo tolgono dall’imbarazzo, dalla fatica di dover fare tutto, dalla complicazione degli intrecci tra azioni delle società e leggi dello Stato. Non sarebbe un bel gesto per il nostro amato Presidente?

Qualche benpensante dirà che l’operazione non si può fare perché le aziende di Berlusconi sono appunto sue e non dei lavoratori italiani. E perché gli immobili degli enti previdenziali non erano dei lavoratori? E che questi hanno affidato i loro soldi così per gioco, hanno lavorato per finta, si sono sacrificati per gli amici del Presidente? Eh no, finché si gioca è una cosa, ma qui ci stanno di mezzo le pensioni e decenni di lavoro. Il passato, il presente ed il futuro di milioni di lavoratori e delle loro famiglie.


Ciao carletto :)

carletto
24-12-2002, 22.36.16
E per dare peso a ciò che dico da trempo, ovvero che il loropresidente del consiglio è un incapace ed un incompetente che deve tutto ciò che ha e ciò che è all'abilità dei suoi dipendenti, ecco l'ultima perla. La lotta alla prostituzione.

(Una premessa, io posso dire che è incapaca ed incompetente perchè io non sono stato un normale lavoratere dipendente comeforse tutti voi. Io ho lavorato sotto "padrone", cioè ai suoi diretti ordini e so benissimo come funziona l'"abilità" dell'imprenditore.)

Comunque tornando alle "signorine, esse non potranno più svolgere il loro pregiato (in euro) lavoro ma potranno esecitare in case ed appartamenti privati. Ma e i condomini cosa diranno? deve aver chiesto qualche peone che abita in condominio. Ed allora ecco l'articolo salvacondomini. Le signorine potranno esercitare tranquillamente il loro mestiere SOLO se nel regolamento del condominio la cosa non sia proibita. Nonso se sarà possibile trovare un soloregolamento di condominio ove sia prevista la proibizione per lo svolgimento del puttanesimo.
Ma dice "si può cambiare il regolamento"; ed io dico "ma se il condomino proprietario dell'appartamento ove si pratica la prostituzione vota contro la modifica la modifica non si può fare." Ergo in 99,99 condomini su 100 anche se tutti i condomini, meno quello interessato, sono contrari, l'interessato puo aprire bottega.
Non aver pensato a completare l'articolo salvacondomini con una norma che consenta tale modifica a maggioranza semplice è semplicemente da incompetenti.

Poi però, dopo tutto questo bel discorso, la mie mente criminale mi inietta un'idea. visto che il settore rende svariati, svariati e svariati miliardi, non è che stendere l'articolo in maniera da renderlo praticamente inapplicabile non sia stato volutamente voluto?
(pardon per il bisticcio di volutamente voluto)


Si, perchè la mia mente criminale ticchetta e ticchetta e mi dice sottovoce : voglio proprio vedere come faranno a far andare via le ragazze della strada. Che ci fanno, i campi di concentramente e ce le rinchiudono? No, altrimenti Amnesty protesta. Allora io pappone, con la mia bella scuderia di (ammettiamo) dieci ragazze che fo? Prendo le dieci ragazze, le sistemo in cinque appartamenti (due per alloggio come previsto dalla legge) e poi? Poi ho libere dieci piazze sulla tangenziale; voi che ne fareste? Io ci faccio arivare altre dieci ragazze e le metto li.In un colpo solo raddoppio il personale ed incremento notevolmente gli affari.

Grazie signor (loro) presidente del consiglio.

Giorgio Drudi
24-12-2002, 23.51.04
Originariamente inviato da Shakti



Stai davvero esagerando, da svariati giorni.

E' il caso che cambi tono, sul serio.

Sarebbe corretto indicare in quale post e quale affermazione è esagerata!
In ogni caso Buon Natale .

Shakti
24-12-2002, 23.57.09
Originariamente inviato da Giorgio Drudi

Risus abundat in ore....
Non piangere non ti s'addice meglio la prima che ho detto. Ciao



Questa Giorgio.

Paco
25-12-2002, 08.39.07
sarah
incominciamo? :)
Ciao e Buon Natale (F)

Giorgio Drudi
25-12-2002, 09.29.31
Originariamente inviato da Shakti




Questa Giorgio.
Grazie per la precisazione. Ti risponderò,
Buon Natale.

succhione
25-12-2002, 09.55.08
...ueee Giorgio...Buone Cose...:)

davlak
25-12-2002, 10.54.26
Originariamente inviato da succhione
...ueee Giorgio...Buone Cose...

l'eleganza é una dote innata.

:)

Si, anche da parte mia, Giorgio.

:)

sarahkerrigan
25-12-2002, 11.02.31
Originariamente inviato da Paco
sarah
incominciamo? :)
Ciao e Buon Natale (F)



Si, quando ci sono tutti eh?...così sento tutte le "campane" ;)

davlak
25-12-2002, 11.18.58
Originariamente inviato da Paco
sarah
incominciamo? :)
Ciao e Buon Natale (F)

c'é qualcosa che devo sapere?
:confused:

What's the buzz?
:)

Paco
25-12-2002, 11.58.20
Originariamente inviato da Giorgio Drudi

Grazie per la precisazione. Ti risponderò,
Buon Natale.

giorgio, svuota la mail box...;)

leila
26-12-2002, 09.12.24
Un accordo che darà vita al digital center per catalogare e distribuire i contenuti prodotti dalla Rai.

[ZEUS News - www.zeusnews.it - Prima Pagina, 24-12-2002]

In questi giorni Rai e Microsoft hanno annunciato alla stampa il Progetto Giove, che sarà promosso da Cisco Systems e Siemens Mobile. Con questo progetto Rai e Microsoft varano uno studio di fattibilità, da effettuarsi in poche settimane, per realizzare un digital center in cui archiviare, catalogare, distribuire a pagamento l'immenso patrimonio mediatico della Rai, rendendolo accessibile da qualsiasi dispositivo fisso o mobile, Umts compreso. News, fiction, films, sports, spettacoli, verrebbero messi in blocco sul mercato.
Si tratta di un patrimonio storico e culturale unico per dimensioni e qualità che coinvolge Radio, Tv, Teatro, Cinema. Ci troviamo davanti ad una parte importantissima ed insostituibile della storia italiana degli ultimi 50 anni.

Oggi questo tipo di attività dovrebbe essere svolto da RaiNet e RaiClick; in realtà il digital center da realizzare - se tutto andrà bene - sarà prodotto all'esterno. La privatizzazione di cui tanto si parla avverrebbe quindi in modo strisciante, senza bisogno di riforme legislative. Si svuoterebbe pertanto dall'interno la natura pubblica dei contenuti Rai.

Cosa rimane allora del concetto di servizio pubblico che deve garantire la parità di accesso di tutti i cittadini - a prescindere dalle condizioni economiche e sociali e dalla capacità di spesa - all'informazione ed alla cultura? Non sarebbe opportuno almeno porre correttamente il problema di quale partnership mantenere tra pubblico e privato, nell'ambito della distribuzione a pagamento dei contenuti Rai? (Contenuti per quali si dovrebbe continuare a garantire l'accesso gratuito o a prezzo contenuto).

Non si rischia così di eludere di fatto la Costituzione, le leggi, i trattati internazionali ed europei, le sentenze della Corte Costituzionale, lo spirito del recente messaggio del Capo dello Stato al Parlamento sul sistema radiotelevisivo?


E' una notizia su cui la TV aveva tirato via ma mi sembra importante.
La RAI è la nostra memoria storica.
Ciao.
Leila :)

Giorgio Drudi
26-12-2002, 09.49.36
"Cosa rimane allora del concetto di servizio pubblico che deve garantire la parità di accesso di tutti i cittadini - a prescindere dalle condizioni economiche e sociali e dalla capacità di spesa - all'informazione ed alla cultura? "
----------------------------------------------------------------------
Questo patrimonio culturale è stato "pagato" da tutti, è proprietà di tutti, dovrebbe essere a disposizione di tutti gratuitamente: concordo con te.
Ciao, Giorgio

Giorgio Drudi
26-12-2002, 10.19.26
Riguardo alla TV pubblica, un solo dato: vi sono 1600 giornalisti impiegati che producono telegiornali "inesistenti", che appongono qualche didascalia sotto foto di repertorio (neppure segnalate come tali), che lavorano solo riportando notizie d'agenzia. Ci sono anche persone in gamba ed oneste in questo stuolo di cosidetti giornalisti, capaci di produrre "conti spesa" che, immagino, redigano con grande accuratezza. Bello l'ideale di un servizio pubblico ma la realtà italiana quanto al pubblico è sempre stata disastrosa.

Giorgio Drudi
26-12-2002, 10.29.41
Originariamente inviato da succhione
....il regno del potere prima o poi tramonterà....conteranno i gesti di uomini verso altri uomini....
...fino a quel giorno...denaro e successo saranno i nostri idoli....traghettati dal Berlusca di turno....
Vero.

Giorgio Drudi
26-12-2002, 10.34.20
Originariamente inviato da Stalker


:rolleyes: Ma pensi di essere divertente ? :rolleyes:
No.

Giorgio Drudi
26-12-2002, 10.37.20
Originariamente inviato da davlak

Giorgio, ricordati del 3d che tu stesso hai aperto (Natale in Wintricks)...
Mi sembra che tu non sia affatto entrato "In the mood", non fino ad ora, almeno.
Guarda che domani é Vigilia.

;)
Era ancora tempo di penitenza.Ciao

Giorgio Drudi
26-12-2002, 10.40.42
Originariamente inviato da carletto
E per dare peso a ciò che dico da trempo, ovvero che il loropresidente del consiglio è un incapace ed un incompetente che deve tutto ciò che ha e ciò che è all'abilità dei suoi dipendenti, ecco l'ultima perla. La lotta alla prostituzione.

(Una premessa, io posso dire che è incapaca ed incompetente perchè io non sono stato un normale lavoratere dipendente comeforse tutti voi. Io ho lavorato sotto "padrone", cioè ai suoi diretti ordini e so benissimo come funziona l'"abilità" dell'imprenditore.)

Comunque tornando alle "signorine, esse non potranno più svolgere il loro pregiato (in euro) lavoro ma potranno esecitare in case ed appartamenti privati. Ma e i condomini cosa diranno? deve aver chiesto qualche peone che abita in condominio. Ed allora ecco l'articolo salvacondomini. Le signorine potranno esercitare tranquillamente il loro mestiere SOLO se nel regolamento del condominio la cosa non sia proibita. Nonso se sarà possibile trovare un soloregolamento di condominio ove sia prevista la proibizione per lo svolgimento del puttanesimo.
Ma dice "si può cambiare il regolamento"; ed io dico "ma se il condomino proprietario dell'appartamento ove si pratica la prostituzione vota contro la modifica la modifica non si può fare." Ergo in 99,99 condomini su 100 anche se tutti i condomini, meno quello interessato, sono contrari, l'interessato puo aprire bottega.
Non aver pensato a completare l'articolo salvacondomini con una norma che consenta tale modifica a maggioranza semplice è semplicemente da incompetenti.

Poi però, dopo tutto questo bel discorso, la mie mente criminale mi inietta un'idea. visto che il settore rende svariati, svariati e svariati miliardi, non è che stendere l'articolo in maniera da renderlo praticamente inapplicabile non sia stato volutamente voluto?
(pardon per il bisticcio di volutamente voluto)


Si, perchè la mia mente criminale ticchetta e ticchetta e mi dice sottovoce : voglio proprio vedere come faranno a far andare via le ragazze della strada. Che ci fanno, i campi di concentramente e ce le rinchiudono? No, altrimenti Amnesty protesta. Allora io pappone, con la mia bella scuderia di (ammettiamo) dieci ragazze che fo? Prendo le dieci ragazze, le sistemo in cinque appartamenti (due per alloggio come previsto dalla legge) e poi? Poi ho libere dieci piazze sulla tangenziale; voi che ne fareste? Io ci faccio arivare altre dieci ragazze e le metto li.In un colpo solo raddoppio il personale ed incremento notevolmente gli affari.

Grazie signor (loro) presidente del consiglio.
Sono d'accordo: è un provvedimento ridicolo e senza senso.

Giorgio Drudi
26-12-2002, 10.53.07
Originariamente inviato da Shakti


Questa Giorgio.
Ho risposto ad un commento ironico sul 3d, del genere " fa ridere e fa piangere...sorvoliamo ", con un commento ironico per stimolare chi aveva postato ad esprimere nel merito il suo giudizio, che ho trovato gratutito: dire senza dire niente.
Una comparazione con altri "epitteti" lanciati nel forum ( se vuoi te ne faccio una lista) mi persuade che la tua censura è stata eccessiva e non motivata.
Ciao e buon S.Stefano

sarahkerrigan
27-12-2002, 07.46.53
Originariamente inviato da davlak


c'é qualcosa che devo sapere?
:confused:

What's the buzz?
:)


Rido :p...non si sà se qualcuno vorrà approfondire questo argomento...


Ciao :)

Giorgio Drudi
27-12-2002, 13.07.33
Originariamente inviato da Nothatkind


:D :D :D :D questa è da scrivere sul calendario... :D mi fa troppo ridere, davvero! (le faccine non rendono!)
:)
Come volevasi dimostrare:S :)

Nothatkind
27-12-2002, 14.22.30
A questo punto, a provocazione rispondo picche.

Signor Drudi (il "caro" me lo risparmio perchè è fuori luogo), La pregherei di non decontestualizzare le mie frasi, poichè è troppo comodo prendere un post isolato e dare dello stolto ad una persona con la quale non si ha mai avuto a che fare, che non l'ha mai accusata di niente, con cui non ha avuto nessun genere di diverbio, solo perchè stava ridacchiando delle battute degli altri.
Eh, sì, perchè stavo ridendo delle battute formulate da Stalker o da Lello, del modo in cui le avevano postate, e mi faveva ridere soprattutto il post in sè, il riuscire a formulare idee così divertenti, che a me non sarebbero mai passate per la testa.

Non era certo mia intenzione entrare in collisione con Lei, stavo solo apprezzando le "battute" altrui.
Lungi da me, però, anche il solo pensiero di dovermi scusare di una cosa che non ho commesso, tengo a dire che avrei trovato volentieri da ridire sul Suo modo di fare.


Stop alle formalità.

Me che vuole da me? chi ha mai magnato i fagioli con lei? Se lei si sente chiamato in causa ogni volta che qualcuno apre bocca, i casi sono due, o ha la coda di paglia, ho pensa, dall'alto della sua "saggezza", di poter chiudere la bocca e sfottere chiunque silla base dei suoi rituali epigrammi.
Visto che lei mi ha dato velatamente dello stolto, io raccolgo solo parzialmente, dicendo che è proprio lei ad essere (S) , ma molto (S) , anzi (S) (S) , che sarebbe meglio, se veramente vuole avvicinare le persone ai suoi pensieri "saggi", scendere dal pulpito, o meglio, dal trono, e farsi una bella tisana di umiltà.
E' una noia mortale vedere in continuazione i post degli amici del forum essere smorzati o seguiti dai suoi, ironici e cattedratici, che non dicono proprio un cavolo, se non una gragnuola di luoghi comuni e mezze parole.
Perchè è proprio lei che fin troppo spesso dice e non dice, facendo la Sibilla (non Aleramo, però...)...
A proposito, com'erano i suoi post "intelligenti" su De Filippo? Critica sensata o sterile e gratuita polemica tanto per stuzzicare gli altri?

Chissà se Giorgio Drudi avrà mai il coraggio di dire qualcosa?

Tanti saluti e auguri.

davlak
27-12-2002, 14.30.48
Originariamente inviato da Nothatkind
....omissis....Buonanotte e auguri.

come sarebbe buonanotte? che é cambiato il fuso e non me lo cice nessuno?

:confused: :eek:

succhione
27-12-2002, 15.03.11
Originariamente inviato da davlak


come sarebbe buonanotte? che é cambiato il fuso e non me lo cice nessuno?

:confused: :eek:

...forse era un intercalare Dav...:p....
...l'uvetta e le bollicine creano parecchio gas...e occorre espellerlo in fretta....pena...gorgoglii vivaci...;)

...buonanotte e auguri........:eek:....

Nothatkind
27-12-2002, 15.05.25
Cos'avete da berciare, due caproni??? :anger:
Adesso modifico, antipatici! :D

Nothatkind
27-12-2002, 15.06.07
... sbagliato... :p

succhione
27-12-2002, 15.13.33
Cos'avete da berciare, due caproni???
Adesso modifico, antipatici!


http://www.winternet.com/~mikelr/assets/Jerk.jpg
..:D :D :D

Giorgio Drudi
27-12-2002, 17.46.43
Originariamente inviato da Nothatkind
A questo punto, a provocazione rispondo picche.

Signor Drudi (il "caro" me lo risparmio perchè è fuori luogo), La pregherei di non decontestualizzare le mie frasi, poichè è troppo comodo prendere un post isolato e dare dello stolto ad una persona con la quale non si ha mai avuto a che fare, che non l'ha mai accusata di niente, con cui non ha avuto nessun genere di diverbio, solo perchè stava ridacchiando delle battute degli altri.
Eh, sì, perchè stavo ridendo delle battute formulate da Stalker o da Lello, del modo in cui le avevano postate, e mi faveva ridere soprattutto il post in sè, il riuscire a formulare idee così divertenti, che a me non sarebbero mai passate per la testa.

Non era certo mia intenzione entrare in collisione con Lei, stavo solo apprezzando le "battute" altrui.
Lungi da me, però, anche il solo pensiero di dovermi scusare di una cosa che non ho commesso, tengo a dire che avrei trovato volentieri da ridire sul Suo modo di fare.


Stop alle formalità.

Me che vuole da me? chi ha mai magnato i fagioli con lei? Se lei si sente chiamato in causa ogni volta che qualcuno apre bocca, i casi sono due, o ha la coda di paglia, ho pensa, dall'alto della sua "saggezza", di poter chiudere la bocca e sfottere chiunque silla base dei suoi rituali epigrammi.
Visto che lei mi ha dato velatamente dello stolto, io raccolgo solo parzialmente, dicendo che è proprio lei ad essere (S) , ma molto (S) , anzi (S) (S) , che sarebbe meglio, se veramente vuole avvicinare le persone ai suoi pensieri "saggi", scendere dal pulpito, o meglio, dal trono, e farsi una bella tisana di umiltà.
E' una noia mortale vedere in continuazione i post degli amici del forum essere smorzati o seguiti dai suoi, ironici e cattedratici, che non dicono proprio un cavolo, se non una gragnuola di luoghi comuni e mezze parole.
Perchè è proprio lei che fin troppo spesso dice e non dice, facendo la Sibilla (non Aleramo, però...)...
A proposito, com'erano i suoi post "intelligenti" su De Filippo? Critica sensata o sterile e gratuita polemica tanto per stuzzicare gli altri?

Chissà se Giorgio Drudi avrà mai il coraggio di dire qualcosa?

Tanti saluti e auguri.
Prendo in considerazione l'argomento della discussione.
E. De Filippo è attore e scrittore di teatro; come attore e "maschera napoletana" è certamente valido. Come autore ha prodotto cose buone e cose meno buone; Natale in casa Cupiello è famosa ma non è un opera di valore.I personaggi non sono verosimili e quindi la loro personalità è incomprensibile, primo il padre( cos'è un fissato? un fesso ? o cosa?) il figlio è un inetto purchessia, non è affatto caratterizzato psicologicamente (insiste nel suo rifiuto...per noia?), la figlia una indecifrabile figura femminile chiassosa e basta.
La madre,... una vita da straccio da piedi e li che c'entra?
Attuale? In cosa ...in quei piccoli pasticci familiari...ma dove mai?
Nell'odio del figlio... che so ...al presepe? Lasciamo perdere.
I problemi esistenziali, i drammi umani, i caratteri e la psicologia dei personaggi devono essere universali, cioè tali che ugnuno di noi
in qualche modo è li dentro, sulla scena, con qualcosa di sè o con tutto se stesso.Io mi sono identificato solo con l'asino del presepe:), immagino tu sia d'accordo :)
Una storia senza capo ne coda, solo l'istrionismo di Edoardo la sostiene...ma la sostanza non c'è.
E le alzate di scudi del conformismo culturale di massa sono tristi, così cerco di fare la mia parte: se qualcuno mi fa gustare un vino
non chiedo a lui se è buono perchè quando ne bevo è al mio palato che lo chiedo.
Adesso spiegami tu quale è il bello che mi sono perso in "Natale...", non dirmi che è un compagno e ....
Segue

Giorgio Drudi
27-12-2002, 17.52.24
A Notakind.
Di tutte le scomposte cose che hai detto solo una mi pare gretta: gli amici sono pure miei...o meglio io lo considero un forum di amici che vogliono essere amici. Gli amici poi (smile)sanno difendersi da soli e...(supersmile) non me ne risparmiano nessuna (megasmile) e questo lo trovo del tutto lecito.
Ciao(a friendly face)

Nothatkind
27-12-2002, 18.44.20
Se non altro, sono contento di vedere uno straccio di motivazione alla polemica su De Filippo, opinabile, per carità, ma così mi pare più corretto nei confronti dei suoi estimatori, e un buon inizio per poter eventualmente fare una critica da entrambe le parti. :)

tuttavia, trovo il secondo messaggio (S) come al solito, e ribadisco le stesse cose, e, per ultima:

Chissà se Giorgio Drudi avrà mai il coraggio di dire qualcosa...
(S) (S)

p.s.: non mi ergo certamente a difensore di nessuno, vedo benissimo che gli altri si sanno difendere da soli. E vedo benissimo il clima di noia e di stucchevolezza creatosi in questo thread.
L'affermazione
"Risus abundat in ore....
Non piangere non ti s'addice meglio la prima che ho detto. Ciao "
la trovo invece sgradevole e senza senso, proprio perchè decontestualizzata. Stavo ridendo, come detto, delle divertenti elucubrazioni di Lello in particolare
Scomposte, semmai, saranno le affermazioni dell'Eminente Giorgio Drudi, poichè è assai difficile trovare un filo logico nelle sue sparate, e nel suo "tritacarne". Sparare e via...
Ed è per caso divertente, lecita la profusione di epigrammi (citazione da vocabolario, please) e di neanche tanto velate ironie sui discorsi degli altri?

Detto questo, tanti saluti.


Non ho nulla contro di te, giorgio, ma non mi va di essere ripetutamente chiamato in causa per chissà quale motivo.
Va benissimo parlare di tutto, in questo forum, e, per inciso, io non ho mai detto che sono "i miei" amici sul forum e non "i tuoi", ma ho detto "gli amici". Però è fastidioso il tono, tutto qua.
Se sono girati i cabasisi persino a Stalker e a Paco un motivo ci sarà, o no?

Chiudo offrendo un :) ed un pasquale rametto d'ulivo.
Spero solo di tornare a leggere di politica in questo thread, poichè io ne sono un lettore, e non di polemiche inutili, di (S) , di :S o di :) .

:)

Giorgio Drudi
27-12-2002, 21.20.10
Non ho capito ... "gli aforismi ecc." ma non importa.
Neanche una parola per dire quale bello non ho visto in "Natale.."... se vuoi passiamo pure a Pasqua e all'ulivo.
Infastidisce la critica, infastidisce chi non ha voglia di compiacere il luogo comune...che infastidisca, è bene che infastidisca.
E non fare l'"angioletto" sei stato tu ad intervenire ma non sul merito solo scantonando.Ciao (SMILE)

Lello
27-12-2002, 21.41.52
Giorgio ci sono cose che sono belle solo se viste con il cuore...
non puoi lobotomizzare De Filippo come se fosse una piece di Jonesco e non puoi proporre Jonesco al pubblico di Eduardo...
possiamo avvicinarli...
i due pubblici...
con l'amore per l'uomo e la scena umana di cui il teatro è specchio deforme... ma comprensivo...

Non puoi pretendere di parlare di politica o di teatro in termini scientifici o para filosofici....

M ricordi Jack Skeletron in Nightmare Before Christmas... voleva comprendere perché agli umani piacesse il Natale...
cominciò ad analizzare al microscopio le palline dell'albero, a sventrare gli orsacchiotti per carpirne il segreto...
ma non trovò nulla...
finchè abbandono la Scienza e lasciò parlare il cuore...

Trovo le parole di Noth corrette...
credo te ne sia accorto anche tu che il registro va cambiato.

Auguri
:)

Giorgio Drudi
27-12-2002, 22.07.11
Originariamente inviato da Lello
Giorgio ci sono cose che sono belle solo se viste con il cuore...
non puoi lobotomizzare De Filippo come se fosse una piece di Jonesco e non puoi proporre Jonesco al pubblico di Eduardo...
possiamo avvicinarli...
i due pubblici...
con l'amore per l'uomo e la scena umana di cui il teatro è specchio deforme... ma comprensivo...

Non puoi pretendere di parlare di politica o di teatro in termini scientifici o para filosofici....

M ricordi Jack Skeletron in Nightmare Before Christmas... voleva comprendere perché agli umani piacesse il Natale...
cominciò ad analizzare al microscopio le palline dell'albero, a sventrare gli orsacchiotti per carpirne il segreto...
ma non trovò nulla...
finchè abbandono la Scienza e lasciò parlare il cuore...

Trovo le parole di Noth corrette...
credo te ne sia accorto anche tu che il registro va cambiato.

Auguri
:)

Dovresti riflettere sul fatto che nè tu nè NK riuscite ad accettare una opinione diversa dalla vostra su un lavoro teatrale che non vale.
Anche i versi di Omero a volte sono scadenti... e via non siate ridicoli... Non posso credere che vogliate imporre un clima di questo genere... coi guanti bianchi poi..non tollerate il dissenso e questo la dice lunga. " Sventrare gli orsacchiotti" ma ti rendi conto...per aver detto che una commediola, perchè di questo si tratta, è scarsa.
Non voglio commentare il discorso su Jonesco ecc. per non allungare l'off topic e per non farti usare un'altra volta il termine "lobotomizzare".
Spero che sia solo momentanea fragilità umana tale insofferenza e non la deliberata volontà di "egemonizzare" i forum politici ad ogni costo.
La cosa da fare era semplice, ribadire sul merito...ti ricordo che come risposta hai detto solo : "non capisci un ca@@o di teatro"... e questo sarebbe il registro giusto quando si discute. Credo che tu sappia fare di meglio. (N) (N) (N) (N). Due per te e due per NK e questa per tutti e due:)

Giorgio Drudi
27-12-2002, 22.08.41
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


Dovresti riflettere sul fatto che nè tu nè NK riuscite ad accettare una opinione diversa dalla vostra su un lavoro teatrale che non vale.
Anche i versi di Omero a volte sono scadenti... e via non siate ridicoli... Non posso credere che vogliate imporre un clima di questo genere... coi guanti bianchi poi..non tollerate il dissenso e questo la dice lunga. " Sventrare gli orsacchiotti" ma ti rendi conto...per aver detto che una commediola, perchè di questo si tratta, è scarsa.
Non voglio commentare il discorso su Jonesco ecc. per non allungare l'off topic e per non farti usare un'altra volta il termine "lobotomizzare".
Spero che sia solo momentanea fragilità umana tale insofferenza e non la deliberata volontà di "egemonizzare" i forum politici ad ogni costo.
La cosa da fare era semplice, ribadire sul merito...ti ricordo che come risposta hai detto solo : "non capisci un ca@@o di teatro"... e questo sarebbe il registro giusto quando si discute. Credo che tu sappia fare di meglio. (N) (N) (N) (N). Due per te e due per NK e questa per tutti e due:)
E' proprio perchè vi guardo col cuore che dialogo. :S :)

Giorgio Drudi
27-12-2002, 23.05.56
Originariamente inviato da sarahkerrigan


Se non ci sono i soldini, si può cartolarizzare Berlusconi come da email che ho trovato in casella ;)...ecco come indicano di fare e vorrei, ringraziando anticipatamente, che qualcuno sul forum mi dicesse dove e se fa "acqua " questo progetto affinchè io, che sono poco esperta di politica, possa capire al meglio:


CARTOLARIZZIAMO BERLUSCONI!

Pubblichiamo in anteprima l'inserto di Domenico de Simone al libro "Le mani sulla cultura", di Marcantonio Lucidi di prossima edizione per la Malatempora Editrice

Abbiamo sentito tutti parlare della cartolarizzazione degli immobili pubblici, che il governo ha deciso con decreto del settembre 2001 ed il parlamento ha pedissequamente approvato con legge del novembre dello stesso anno.

E’ necessario spiegare alle gente quello che sta succedendo, perché in realtà non si tratta di un operazione finanziaria qualunque ma di qualche cosa di molto importante che riguarda tutti e soprattutto i lavoratori da molto vicino.

Come funziona la cartolarizzazione?

Immaginate di aver bisogno di soldi (non dovete fare un grande sforzo per questo), e che non sapendo dove prenderli avete deciso di impegnarvi casa. Invece di dare in garanzia ad una banca la casa per avere il prestito preferite venderla, però si sa che occorre del tempo per trovare l’acquirente giusto, fargli trovare i soldi, (in banca ci mandate lui), andare dal notaio eccetera, eccetera. Così, pensate che potreste emettere delle cambiali garantite dalla casa, a uno o due anni, giusto il tempo di vendere il vostro immobile con calma e ripianare il debito. Insomma, spostate il problema di qualche tempo e nel frattempo rendete liquido immediatamente il vostro patrimonio. Il diritto portato da una cambiale si chiama appunto, diritto cartolare e per questa ragione l’emissione di titoli garantiti da beni si chiama cartolarizzazione dei beni stessi.

Queste cambiali sono in pratica del denaro, come sanno tutti quelli che hanno avuto a che fare in qualche modo con il commercio. Cambiali con garanzia ipotecaria vengono scontate, a tassi poco usurai da qualsiasi banca, e così il vostro creditore li accetterà in pagamento senza fare troppe difficoltà.

Per quanto riguarda lo Stato le cose stanno più o meno così, con qualche complicazione dovuta al fatto che per decidere la vendita degli immobili e le operazioni finanziarie relative, compresa la cartolarizzazione, sono necessarie delle procedure che garantiscano i cittadini da imbrogli in loro danno. E vediamo che cosa è successo.

Dovete sapere che gli Enti previdenziali hanno a suo tempo acquistato, con i soldi versati dai lavoratori, una serie di immobili il cui reddito e patrimonio era posto a garanzia del pagamento delle pensioni.

Con la legge 410 del 23 novembre 2001, che ha convertito in legge il D.L. 351 del 25 settembre 2001, il Governo Berlusconi ha deciso di rendere liquidi questi immobili.

In altri termini se n’è appropriato e li ha trasformati in soldi, sotto forma di titoli di debito che sono stati immessi sul mercato.

Saltando a piè pari tutte le leggi che disciplinavano la vendita degli immobili pubblici, il nostro beneamato governo Berlusconi ha affidato una serie di immobili di proprietà degli enti previdenziali, del valore catastale pari alla bazzecola di 1.503 milioni di euro (all’incirca tremila miliardi delle vecchie lirette) all’agenzia per il demanio autorizzandola a trasferire questi immobili con proprio decreto ad una società di cartolarizzazione all’uopo costituita guarda caso una settimana prima dell’emissione del decreto legge del governo. La società che ha avuto questo bel regalo dallo Stato si chiama SCIP s.r.l., acronimo di Società per la Cartolarizzazione degli Immobili Pubblici.

Si tratta, infatti, di uno scippo vero e proprio.

La SCIP è una s.r.l. con 10.000 euro di capitale sociale, di quelle che si fanno dalla sera alla mattina dal notaio. E chi sono i soci di questa bella società? Lo Stato, direte voi, sembra ovvio. E invece no. Perché questa società è stata costituita da altre due società. Di proprietà dello Stato almeno queste? Ma fatemi il piacere, anche queste due società sono state costituite e sono di proprietà di un’altra società. Uffa, e questa società? Non si sa. Punto. Come non si sa? Eh, non si sa. La cosa che siamo riuscito a sapere è che tutte queste società non stanno in Italia ma in Olanda, tra i tulipani e le belle di giorno, i canali e le dighe, pattini sul ghiaccio e dita gonfie per salvare il paese dall’alluvione.

Ah, ma queste sono le favole. La realtà è un’altra.

L’amministratore della SCIP è inglese, il sig. Burrows Gordon Edwin Charles, che è anche amministratore o sindaco (che significa controllore), di una ventina di società in Italia, tra cui alcune di nota fama, come ad esempio Kataweb, Piaggio, Beenz.com ed altre. È pure Amministratore della Inail società di cartolarizzazione, sindaco della Società per la cartolarizzazione dei crediti e dei Proventi Pubblici S.C.C.P.P. r.l., nonché amministratore unico della Sovigest Società di valorizzazioni immobiliari e gestioni S.p.A.

A questo punto, però, ci viene un dubbio. Non si può essere gestori e controllori allo stesso tempo, anche se di società diverse ma tra di loro connesse, com’è il caso delle società di cartolarizzazione SCIP e Inail, della SCCPP e della Sovigest. Si rischia quello che viene comunemente chiamato conflitto di interessi.

Sembra una fissazione, lo so, ma è proprio così. Anche perché il nostro amministratore unico dotato di tutti i poteri, poverino, non se la sentiva di reggere il peso dello SCIP tutto da solo, e così ha pensato bene di nominare dei consulenti che l’aiutassero a compiere tutte le attività necessarie per la valutazione, la vendita tramite asta e a trattativa privata degli immobili, le ristrutturazioni, gli accorpamenti eccetera, eccetera. Per la verità queste attività di valutazione dovrebbe farle l’Ufficio Tecnico Erariale, detto UTE, che per decenni si è occupato di queste vicende relativamente agli immobili pubblici. Ma qui il caso è del tutto particolare, e così i consulenti sono addirittura un consorzio di imprese, detto pomposamente G6 Advisor (così, giusto per incutere con il nome un timore reverenziale nella gente che pensa subito al G8 ed al terrore di Genova). Questo consorzio è costituito da ben sei imprese, capofila la Pirelli & C. Real Estate che da qualche mese ha rilevato da Berlusconi nientepopodimeno che la Edilnord, che raggruppava buona parte delle attività immobiliari del nostro beneamato Presidente del Consiglio. Gli altri membri di questo nobile consesso sono la Romeo Gestioni e la Romeo Immobiliare, la Knight Frank, la IntesaBci e la Arthur Andersen, quella società di controllori che ha avuto recentemente qualche problemuccio negli Stati Uniti per via dei bilanci falsi delle società quotate in borsa.

Insomma c’è una gran puzza di conflitto di interessi pure qui. Voi ci credete che Berlusconi ha dato via tutte, proprio tutte tutte le azioni Edilnord? E che oltre alle azioni ha gratificato i suoi ex soci dell’inopinato regalo di 3.000 miliardozzi tondi tondi da gestire in nome dei lavoratori italiani? Così, gratis et amore Dei? Suvvia ragazzi, siamo seri! Se facesse tutti gli affarucci in questo modo ci sarebbe da defenestrarlo ipso facto da Presidente del Consiglio perché ci farebbe sicuramente fallire dopo pochi mesi, mentre Berlusconi è invece uomo provveduto che ha dato prova di grande abilità negli affari ed è per quello che è stato votato. O sbagliamo?

./.
Ciao Sara
questa mi pare una bella impostazione giornalistica. Non so molto di questo argomento; credo che dovresti portarlo avanti fino alla sua conclusione: conflitto di interessi (che sarebbe gravissimo) si o no.
Potresti collegarti ad altri forum e non solo nazionali per farti aiutare a chiarire e provare la tua ipotesi.
Da parte mia cercherò di capirci qualcosa.Ciao Sarahkerrigan:)

Giorgio Drudi
27-12-2002, 23.10.51
A proposito di politica, nella finanziaria c'è un provvedimento (l'ho saputo da radio radicale) a favore degli sposi(di qualsiasi età) che intendono acquistare una casa, mutuo a tasso zero. A me piace l'idea,nè di destra nè di sinistra, solo giusta.

Lello
27-12-2002, 23.16.57
Originariamente inviato da Giorgio Drudi
A proposito di politica, nella finanziaria c'è un provvedimento (l'ho saputo da radio radicale) a favore degli sposi(di qualsiasi età) che intendono acquistare una casa, mutuo a tasso zero. A me piace l'idea,nè di destra nè di sinistra, solo giusta.
Fammi sapere .. mi interessa
a me non risulta...
magari...
:)

davlak
27-12-2002, 23.22.07
Si in effetti giorgio ha tutto il diritto di dire che non gli piace Natale in casa Cupiello.













































:S (W) :S







:p :p


(ti avevo avvertito di non toccarmi la leggenda :D )

Giorgio Drudi
27-12-2002, 23.24.03
Originariamente inviato da Lello

Fammi sapere .. mi interessa
a me non risulta...
magari...
:)
Poche ore fa radio radicale ha trasmesso in diretta da Catania il discorso di berluska che ha anticipato questo particolare e sono certo di aver capito bene.
Ciao Lello( famoce 'na casa).

Giorgio Drudi
27-12-2002, 23.33.36
Originariamente inviato da davlak
Si in effetti giorgio ha tutto il diritto di dire che non gli piace Natale in casa Cupiello.













































:S (W) :S







:p :p


(ti avevo avvertito di non toccarmi la leggenda :D )

ohh son come lu figlio deficente " nun me piacceee" :anger: :)

Lello
27-12-2002, 23.34.23
Originariamente inviato da Giorgio Drudi

Poche ore fa radio radicale ha trasmesso in diretta da Catania il discorso di berluska che ha anticipato questo particolare e sono certo di aver capito bene.
Ciao Lello( famoce 'na casa).
Ah capisco ...
pensavo fosse una cosa seria...
qualcosa scritto nero su bianco
... invece sono le balle catanesi di Berlusconi...
le leggeremo su Panorama il 2 gennaio....:(

http://www.panorama.it/italia/capire_politica/articolo/ix1-A020001016923

sarahkerrigan
27-12-2002, 23.37.43
Originariamente inviato da Giorgio Drudi

Ciao Sara
questa mi pare una bella impostazione giornalistica. Non so molto di questo argomento; credo che dovresti portarlo avanti fino alla sua conclusione: conflitto di interessi (che sarebbe gravissimo) si o no.
Potresti collegarti ad altri forum e non solo nazionali per farti aiutare a chiarire e provare la tua ipotesi.
Da parte mia cercherò di capirci qualcosa.Ciao Sarahkerrigan:)

Ciao Giorgio, questa è una parte di un libro come avrai potuto rilevare...ho trovato recentemente un sito (http://www.patrimoniosos.it/) che possa in parte, aiutare ad approfondire l'argomento...al momento l'ho visitato sommariamente ma, intanto, ve lo propongo.

Ciao Drudi:)

succhione
27-12-2002, 23.41.49
Originariamente inviato da Lello

Fammi sapere .. mi interessa
a me non risulta...
magari...
:)

...infatti...
..si tratta di una notizia utile solo alle banche...poichè non esisterà mai un mutuo a tasso 0....ma una piccolissima parte di esso..di preammortamento, che poi tornerà a regime....

Giorgio Drudi
27-12-2002, 23.43.51
Originariamente inviato da Lello

Ah capisco ...
pensavo fosse una cosa seria...
qualcosa scritto nero su bianco
... invece sono le balle catanesi di Berlusconi...
le leggeremo su Panorama il 2 gennaio....:(

http://www.panorama.it/italia/capire_politica/articolo/ix1-A020001016923
E' scritto nero su bianco nella finanziaria(così ha detto).
Ciao

Paco
27-12-2002, 23.45.01
Originariamente inviato da Giorgio Drudi

E' scritto nero su bianco nella finanziaria(così ha detto).
Ciao

Ciao Giorgio,
ha detto tante cose!

Giorgio Drudi
27-12-2002, 23.48.20
Originariamente inviato da succhione


...infatti...
..si tratta di una notizia utile solo alle banche...poichè non esisterà mai un mutuo a tasso 0....ma una piccolissima parte di esso..di preammortamento, che poi tornerà a regime....
Questo nin sciò. :confused:

Lello
27-12-2002, 23.49.09
Originariamente inviato da succhione


...infatti...
..si tratta di una notizia utile solo alle banche...poichè non esisterà mai un mutuo a tasso 0....ma una piccolissima parte di esso..di preammortamento, che poi tornerà a regime....
Grazie Succhione... :)

Giorgio Drudi
27-12-2002, 23.50.46
Originariamente inviato da Paco


Ciao Giorgio,
ha detto tante cose!
Fusse che fusse la volta bona?:confused:

sarahkerrigan
27-12-2002, 23.53.03
Hey, ma quante cose avete scritto!!!...fra questo 3d e quello sulla clonazione sono a posto per tutta la notte:p ...più tutti gli arretrati vari sparpagliati in giro...


Ciao a tutti:)

Paco
27-12-2002, 23.57.23
Originariamente inviato da Giorgio Drudi

Fusse che fusse la volta bona?:confused:

Io ho questa filosofia:

tutto può succedere! :)

Ma stiamo parlando di Berlusconi! :D

Ho la strana sensazione che parlare di Berlusconi non serva più, perchè ormai è diventato un personaggio dello spettacolo. Ha poco del politico, vedere lui o la Guzzanti che lo imita non c'è differenza! Benigni ne ha parlato tanto, ma tanto è quello che sapevamo già! E l'Unità ne parla tanto, ma tanto lo leggo io e altri 139999 che votano cmq il cs. Gli spazi i tv non ci sono più. AIUTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO OOOOOOO! :eek:

Lello
27-12-2002, 23.58.30
Sara ne approfitto per farti, o ri-farti gli auguri...
e dirti che l'avatar è bellissimo...
(F) (L) (F)

Lello
28-12-2002, 00.00.18
Originariamente inviato da Paco


AIUTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO OOOOOOO! :eek:
Paco... curaggio
addà passà a nuttata....

Paco
28-12-2002, 00.05.43
Originariamente inviato da Lello

Paco... curaggio
addà passà a nuttata....

che Eduardo dall'alto ci assista ;)

Giorgio Drudi
28-12-2002, 00.06.21
Originariamente inviato da Paco


Io ho questa filosofia:

tutto può succedere! :)

Ma stiamo parlando di Berlusconi! :D

Ho la strana sensazione che parlare di Berlusconi non serva più, perchè ormai è diventato un personaggio dello spettacolo. Ha poco del politico, vedere lui o la Guzzanti che lo imita non c'è differenza! Benigni ne ha parlato tanto, ma tanto è quello che sapevamo già! E l'Unità ne parla tanto, ma tanto lo leggo io e altri 139999 che votano cmq il cs. Gli spazi i tv non ci sono più. AIUTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO OOOOOOO! :eek:
pure il berluska lo dice .."il teatrino della politica" .
A me è piaciuto Benigni, commento al cantico del paradiso e canzoncina ...dolce dolce...sono curioso di vedere dove andrà a finire(terziario francescano?):) Ciao

Giorgio Drudi
28-12-2002, 00.08.06
Originariamente inviato da Paco


che Eduardo dall'alto ci assista ;)
Magariii:)

Giorgio Drudi
28-12-2002, 00.16.39
Dopo vado a prendere calimma: si puo dire in questo 3d che sarebbe giusto che il patrimonio Agnelli dovrebbe per una volta rispondere del fallimento fiat?( E' la prima di Casarini che condivido)

sarahkerrigan
28-12-2002, 00.29.41
Originariamente inviato da Lello
Sara ne approfitto per farti, o ri-farti gli auguri...
e dirti che l'avatar è bellissimo...
(F) (L) (F)






Grazie, anche per l'avatar!!!...tanti auguri anche a te!(F)

Ciao:)

Giorgio Drudi
28-12-2002, 17.18.31
Originariamente inviato da sarahkerrigan







Grazie, anche per l'avatar!!!...tanti auguri anche a te!(F)

Ciao:)

E' una sirena, Sarahkerrigan?
Ciao:)