PDA

Visualizza versione completa : La lezione


Stalker
15-10-2001, 22.59.26
Il Professore fece spuntare i suoi occhi da dietro gli occhiali, l'aria di chi sa già di ottenere un effetto dirompente e definitivo con le sue prossime azioni.
"Ora, miei cari, vi rivelerò con un semplice esempio il senso del mondo".
Alcuni scricchiolii provocati dai vecchi panconi dell'aula testimoniavano un moto di impazienza da parte dell'uditorio che, massa compatta, si apprestava ad abbandonarsi, con la consueta benevolenza, alle suggestioni ispirate dalle parole e dai gesti del bonario ed eccezionale Professore.
Questi, con un gesto sapientemente naturale, estrasse dalla tasca destra della logora giacca verde una moneta e la posò sul tavolo davanti a lui.
"Vedete tutti, ho preso questa moneta e l'ho messa sul tavolo; ora guardate bene quel che farò."
Prese la moneta tra pollice e indice e lentamente, senza non qualche difficoltà a causa dell'attrito, la fece scivolare verso l'angolo più lontano da lui alla sua sinistra; poi, seguendo la stessa strada, la portò verso l'angolo più vicino a lui alla sua destra.
Lasciò la moneta sul tavolo e le due dita se le portò alla tempia, il pollice su quella destra e l'indice sulla sinistra.
Gli scricchiolii aumentavano.
"Avete visto tutti, no ? l'assoluta libertà e insensatezza con cui ho compiuto il mio gesto. Chi di voi può trovare un senso a questo mio agire ? Chi mi poteva impedire di fare una cosa del genere ?"
Mormorii.
"Lei, Franceschini, si avvicini".
Dalla prima fila si alzò un giovane con un'aria annoiata e distratta.
Il Professore quindi, sempre con naturalezza, portò la mano sotto la giacca e ne estrasse una pistola.
Silenzio.
Un colpo. Il giovane Franceschini a terra.
Silenzio.
Ora qualcuno di voi mi sa spiegare cosa ci trova di così diverso tra questo gesto con la pistola e quello precedente con la moneta ?"

Sharok
15-10-2001, 23.03.37
:confused:
commenti?
:confused:

Skorpios
15-10-2001, 23.16.08
Non lo so, ancora...