PDA

Visualizza versione completa : Riconoscimento vecchio HD x backup


Gianni_WT
22-08-2013, 21.27.36
Ciao a tutti.
Ho un HD WD Caviar 1210 (210MB) di antica memoria che opera correttamente con un PC desktop con MB equipaggiata con P100 ecc.
Stiamo quindi parlando di roba vecchia, ma perfettamente operativa, per me particolarmente importante perchè il desktop è dotato di porta parallela e con semplici programmi in C posso gestire le uscite dalla porta parallela ecc.
L' HD WD Caviar 1210 è partizionato in 3 parti:
- la prima (C: ) è quella importante con DOS 6.20, Windows 3.11 (che lancio solo se mi serve ...) ed un buon numero di files tra documenti ed eseguibili vari di utilizzo specifico
- la seconda (E: ) è di poco conto con acrobat, files pdf e nient'altro
- la terza (J: ) contiene solo il cestino e null'altro
Ripeto che l'insieme è perfettamente funzionante e con NC (Norton Commander) vedo ed opero su files ecc. col Borland Turbo C sviluppo quello che mi serve ecc.
Il problema nasce nel momento in cui ho pensato di fare una copia (backup) dei files di mio interesse (diciamo circa 100MB). Poichè il PC non è dotato di USB ma solo di un paio di floppy da 1,4MB (peraltro zoppicanti ...) ho pensato bene di togliere l'HD e porlo in un contenitore per HD esterni (box) da collegare mediante USB ad un portatile di recente fattura così da copiare i files e realizzare dei CD di sicurezza ecc. (cosa che peraltro faccio regolarmente con altri HD e non mi ha mai dato problemi).
Ebbene, il sistema vede l'HD da USB ma non è in grado di determinarne i parametri ecc. e quindi di mostrarne il contenuto con esplora risorse: nulla!
Preoccupato ho ripetuta la prova con altri Box USB esterni (3 in totale) ed ho ottenuto i medesimi risultati; idem cambiando PC.
Sempre più preoccupato ho aperto un desktop funzionante, staccato il cavo IDE da una periferica secondaria e connesso all'HD WD Caviar 1210 opportunamente settato (MA o SL o CS).
Il sistema riconosce l'HD sotto DOS e ne identifica i parametri operativi corretti (Cyl=989, Heads=12, Sect.=35).
In esplora risorse però non vedo null'altro che pochi files (più o meno corrispondenti come dimensioni all'effettivo impegno sull'HD di 199MB) e precisamente:
386SPAT.PAR 47464K
DBLSPACE.000 156730K
DBLSPACE.BIN 63K
DBLSPACE.INI 1K
Sul disperato ripeto il tutto su 3 macchine diverse con S.O. XP, XP e Win2000 (S.O. operativi recenti li ho solo su portatili ...) : sempre il medesimo risultato!
Prendo l'HD WD Caviar 1210 e lo ricollego al suo PC P100 e tutto funziona regolarmente (ma io non ho copia dei files che vorrei mettere in sicurezza senza passare da 100 floppy).
Qualcuno può gentilmente suggerirmi qualche dritta per risolvere il mio problema?
Molte grazie!

AMIGA
23-08-2013, 00.48.47
Ciao Gianni_WT intanto bentrovato su Wintricks, riguardo il vecchio Hard disk, credo sia formattato in FAT16 e quindi supportato ancora dagli OS moderni. Prova a collegare l' HD come Master sul secondo canale IDE, oppure collegarlo sempre sul secondo canale IDE ma come Cable Select (CS). Se Explora Risorse non riesce a gestirlo, prova con qualche filemanager alternativo potente.

Gianni_WT
23-08-2013, 12.41.45
Ciao Gianni_WT intanto bentrovato su Wintricks, riguardo il vecchio Hard disk, credo sia formattato in FAT16 e quindi supportato ancora dagli OS moderni. Prova a collegare l' HD come Master sul secondo canale IDE, oppure collegarlo sempre sul secondo canale IDE ma come Cable Select (CS). Se Explora Risorse non riesce a gestirlo, prova con qualche filemanager alternativo potente.
Ciao AMIGA e grazie per la risposta.
Credo anch'io sia formattato FAT16 ma altri HD non mi hanno mai dato problemi.
Provato a collegare l' HD come Master sul secondo canale IDE e successivamente sempre sul secondo canale IDE ma come Cable Select (CS): sempre illeggibile.
Hai qualche suggerimento per un filemanager alternativo potente?

AMIGA
23-08-2013, 13.33.16
Se dici che da DOS riesci a vederlo servirebbe qualche vecchio filemanager che lo gestisce, oppure caricare l'hardisk su un sistema Virtuale, qui non sono molto ferrato,vediamo se qualcuno più esperto nella virtualizzazione ti possa aiutare. Un cosiglio, prima di procedere fai un'immagine dell'Hardisk e lavora su quella senza il rischio che qualche applicazione modifichi o corregga il bootloader del vecchio HD.

Riguardo un filemanager, c'è ne sono tanti bisognerebbe provarli, intanto ti posso consigliare uno dei filemanager più potenti che conosca, può essere che ti risolva il problema, si tratta di Directory Opus 10 (http://www.gpsoft.com.au/) (Trial 60 giorni)

borgata
23-08-2013, 14.21.28
Prova con una distribuzione linux minimale, la avvii da CD/pendrive, monti l'hard disk e copi il contenuto.
Una volta copiati i dati poi ci fai quello che vuoi.

protter
23-08-2013, 23.25.36
DBLSPACE.000 156730K <--- questo sembra tanto essere un disco compresso con doublespace (vecchia utility DOS 6.2x che comprimeva/decomprimeva in tempo reale il disco fisso, aumentandone) lo spazio.

la cosa mi sembra plausibile, considerato anche che le tue unità non hanno lettere "contigue" (anche se D: fosse un cdrom), passi comunque da E a J...).
di fatto, per vedere la partizione compressa, devi bootare da dos, non c'è molto da fare.

l'alternativa più veloce credo sia questa; rimedia, temporanemente, un altro disco ide NON compresso, montalo sul pc vecchio, trasferisci i file dal disco compresso a quello temporaneo.
poi potrai montare il disco "temporaneo" sull pc recente e fare l'ultimo trasferimento.

ps.
mi permetto di dire che la risposta che ti hanno dato su "un altro sito" è una vaccata.
è senz'altro vero che con dos non vedi i dischi formattati da Win95 osr2 in su (se usano una partizione FAT32).
ma senz'altro una qualunque PC windows legge un disco formattato in FAT16.

AMIGA
24-08-2013, 00.41.03
DBLSPACE.000 156730K <--- questo sembra tanto essere un disco compresso con doublespace (vecchia utility DOS 6.2x che comprimeva/decomprimeva in tempo reale il disco fisso, aumentandone) lo spazio.


Scusa protter, non ero molto ferrato nel DOS a quei tempi lo Emulavo su Amiga, ma se il volumetto creato da DoubleSpace è compresso non si dovrebbe vedere da DOS su un PC dove non è presente l'utility che lo monta o che lo scompatta; se ho capito bene lui sugli altri PC riesce a vedere il volume da DOS e quindi con un filemanager potrebbe risolvere.
Comunque se nel volume c'è il comando DBLSPACE e sul disco lo spazio adeguato, si potrebbe provare a smontare il volume, QUI (http://www.easydos.com/dblspace.html) ci sono tutti le informazioni su come farlo.

protter
24-08-2013, 02.25.02
Scusa protter, non ero molto ferrato nel DOS a quei tempi lo Emulavo su Amiga, ma se il volumetto creato da DoubleSpace è compresso non si dovrebbe vedere da DOS su un PC dove non è presente l'utility che lo monta o che lo scompatta; se ho capito bene lui sugli altri PC riesce a vedere il volume da DOS e quindi con un filemanager potrebbe risolvere.
Comunque se nel volume c'è il comando DBLSPACE e sul disco lo spazio adeguato, si potrebbe provare a smontare il volume, QUI (http://www.easydos.com/dblspace.html) ci sono tutti le informazioni su come farlo.

il volumetto (che è un "volumone", almeno in rapporto alle dimensioni totali del disco) è di fatto uno zip.
l'archivio lo si può vedere anche senza winzip; ma se non si ha winzip non si può vedere quello "che c'è dentro" l'archivio.
"il winzip" per il file in questione è un device driver che viene caricato al boot dal config.sys.
purtroppo, se non ricordo male (sono passatti un bel po' di annetti) è un device driver che funziona solo con la sua specifica versione di dos.
L'idea che consigliavo è appunto di fare il boot da quel disco (così il volume doublespace viene "montato") e poi copiare i file di interesse su un altro disco non compresso, che potrà poi essere portato sulla macchina "finale".

a dire il vero, ai tempi di win95, mi pare ci fosse in giro un'utility che permetteva di leggere i file contenuti all'interno degli archivi doublespace; ma chi riesce a ritrovarla, ormai?


edit:
in alternativa si potrebbe pensare di "fare spazio" sulla parte del disco non compressa (una ci deve essere per forza, per consentire il boot), copiare su quella i file da trasferire e infine connettere il disco al pc nuovo (facendo pertanto a meno del "disco temporaneo".
se c'è spazio a sufficienza è una alternativa....


riedit:
questo proprio non me lo ricordavo....
https://it.wikipedia.org/wiki/DriveSpace
sembrerebbe che con win98 ci sia la possibilità di leggere gli archivi doublespace.
ricordarsi la sintassi e le modalità, però....

Gianni_WT
24-08-2013, 09.12.59
Prova con una distribuzione linux minimale, la avvii da CD/pendrive, monti l'hard disk e copi il contenuto.
Una volta copiati i dati poi ci fai quello che vuoi.

Ciao borgata. Temo che il tuo consiglio vada oltre le mie competenze. Grazie comunque per l'attenzione ed il suggerimento.

Gianni_WT
24-08-2013, 09.22.26
DBLSPACE.000 156730K <--- questo sembra tanto essere un disco compresso con doublespace (vecchia utility DOS 6.2x che comprimeva/decomprimeva in tempo reale il disco fisso, aumentandone) lo spazio. ...

GRANDE protter ! :act: Credo proprio sia "DBLSPACE" la chiave interpretativa corretta. Una funzionalità del buon vecchio DOS che non avevo minimamente riconosciuta e completamente dimenticata. Pensa il .000 l'avevo confuso coi files FOUND.000 di quando si hanno files corrotti ecc. ;-((( Ora sì che mi si presentano molte possibilità risolutive che proverò la prossima settimana.
Molte grazie !!!

Gianni_WT
24-08-2013, 09.27.43
... Comunque se nel volume c'è il comando DBLSPACE e sul disco lo spazio adeguato, si potrebbe provare a smontare il volume, QUI (http://www.easydos.com/dblspace.html) ci sono tutti le informazioni su come farlo.

Ciao AMIGA. Come ha suggerito 'protter' credo proprio sia DBLSPACE la chiave risolutiva. Grazie per il link e molte grazie per l'attenzione e la disponibilità

borgata
24-08-2013, 11.34.46
Ciao borgata. Temo che il tuo consiglio vada oltre le mie competenze. Grazie comunque per l'attenzione ed il suggerimento.
Non è nulla di difficile o complicato, non farti spaventare dalla presenza della parola "Linux", ormai le distribuzioni linux sono molto user friendly.

In ogni caso ha ragione protter, l'uso di una distribuzione linux non servirebbe ed era il consiglio sbagliato, così imparo a rispondere senza leggere i post :argh:

Gianni_WT
27-08-2013, 17.19.29
Ciao a tutti. Vorrei aggiornarvi sugli sviluppi.
Ho preso un HD da 540M (IBM-DALA-3540 540MB) e su di esso ho clonato l'HD WD Caviar 1210 con Ghost (tutta roba nuova e moderna come potete ben immaginare ... ;-)).
Verifico che tutto funzioni regolarmente col clone: tutto OK.
Poi ho accantonato HD WD Caviar 1210 ed ho operato su HD da 540M lanciando DBLSPACE, che è interattivo, ed ho comandato la DECOMPRESSIONE. Dopo molto lavoro svolto da DOUBLESPACE stesso (riconoscimento eventuali files doppi, verifica con scansione delle superfici, decompressione reale, rimozione di DOUBLESPACE, riavvio) ottengo un bel disco con tutti i files al naturale ecc.
Verifico che tutto funzioni regolarmente col clone decompresso ed a parte un paio di cosette (autoecec.bat non trova dei percorsi e Win3.11 non vede la memoria virtuale 386SPATPAR che va facilmente ricreata …) è tutto OK.
Così riesco a copiare senza problemi tutti i files ecc. :jump:
Ancora molte grazie a tutti e complimenti a protter. Saluti.

protter
06-09-2013, 00.47.57
mi fa piacere... ed è tornato comodo anche a me; proprio non ricordavo che doublespace potesse essere lanciato anche dopo il boot.

sono troppo ficcanaso se ti chiedo dove sei riuscito a rimediare il disco da 540 Mb?
avevo una mezza idea di ricarrozzare un vecchio 386 ma l'unico disco di quel taglio (un seagate da 430 Mb) è parecchio scassato...