PDA

Visualizza versione completa : La PEC unisce Postecom e Euronotaries


ozacchig
04-05-2009, 10.33.49
http://cuddlemarketing.blog.kataweb.it/files/2009/03/lock_small.jpg



In virtù del Decreto Legge n° 185 del 29 novembre 2008 divenuto legge all'inizio del 2009 nell'ambito del piano anticrisi del Governo, obbliga le aziende di nuova costituzione - e nell'arco di un triennio tutte le società italiane - a indicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) nella domanda di iscrizione al registro delle imprese.

Euronot@ries, l'Associazione di Notai europei impegnati nella promozione della cultura digitale sono la prima realtà notarile a siglare un accordo con Postecom, società del Gruppo Poste Italiane specializzata nella progettazione, sviluppo e gestione di servizi Internet, Intranet e Certificazione Digitale, per permettere alle imprese italiane di ottenere gratuitamente una casella di PEC Postecom gratuita per un anno.

Il servizio molto semplice da attivare aiuterà a snellire e efficientare notevolmente tutte le comunicazioni tramite l'utilizzo della posta elettronica. Inoltre, la proposta di definire un indirizzo email che, attraverso l'indicazione del codice fiscale (es. codicefiscale@aziende.postecert.it), identifica in modo rapido ed univoco tutte le imprese italiane ed i relativi indirizzi di PEC aiuta a rendere omogeneo lo strumento e a definire uno standard procedurale.

"Le nuove normative in ambito PEC rappresentano un passo avanti significativo nel processo di digitalizzazione, per favorire le imprese nell'ottenere una razionalizzazione considerevole in termini di costi e semplificazione delle procedure" - Riccardo Genghini, Socio Fondatore e rappresentante italiano di Euronot@ries.

RNicoletto
04-05-2009, 15.59.50
Euronot@ries, l'Associazione di Notai europei impegnati nella promozione della cultura digitale sono la prima realtà notarile a siglare un accordo con Postecom, società del Gruppo Poste Italiane specializzata nella progettazione, sviluppo e gestione di servizi Internet, Intranet e Certificazione Digitale, per permettere alle imprese italiane di ottenere gratuitamente una casella di PEC Postecom gratuita per un anno.Questi dell'Associazione dei Notai Europei non hanno un ca##o da fare visto che una casella di Posta Elettronica Certificata costa dai 5 ai 40 euro l'anno più IVA (e quella da 5 euro l'anno è più che sufficiente per fare tutto :p). Inoltre considero i notai un freno al processo di e-Government e più in generale al processo di diffusione della cultura digitale. :anger:

Fumettos
04-05-2009, 23.25.48
Penso che i notai in questione vorrebbero "intercettare" la PEC e darle un'ufficialità maggiore (se così si può chiamare)...
Archiviare, conservare, trattare... un modo come un altro per lucrare sul progresso!!!

:)