PDA

Visualizza versione completa : Discorso Ahmadinejad odioso


WinTricks
20-04-2009, 20.04.33
http://therealbarackobama.files.wordpress.com/2009/04/ahmadinejad-2.jpg



Il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-Moon, ha criticato l'intervento di Mahmud Ahmadinejad all'apertura della Conferenza contro il razzismo. "Deploro l'uso di questa piattaforma per accusare, dividere e persino istigare", ha affermato in una nota diffusa due ore dopo il discorso del presidente iraniano, "questo e' il contrario di cio' che si prefigge questa conferenza". Per il numero uno del Palazzo di Vetro il discorso con cui Ahmadinejad ha attaccato Israele rende "molto piu' difficile trovare soluzioni costruttive al problema reale del razzismo". E questo nonostante avesse ricordato al leader iraniano, nel colloquio bilaterale avuto prima del suo intervento, che l'Assemblea generale dell'Onu ha gia' condannato "l'equazione sionismo-razzismo". "E' un vero peccato che il mio appello a guardare all'unita' del futuro non sia stato raccolto del presidente iraniano", ha concluso Ban.




Fonte (http://news.wintricks.it/framer.php?ID=28931)

xvaita
20-04-2009, 23.26.44
per "par condicio" si dovrebbe pubblicare anche il discorso del presidente iraniano, non credi? :mm:

Sultano
21-04-2009, 00.03.02
Incredibile,

mi trovo daccordo con la scelta del "nostro" ministro degli esteri a non partecipare a questa conferenza e non per parac@laggine nei confronti dei "nostri" alleati americani-israeliani, ma perchè noi possiamo insegnare cos'è il razzismo.

Ce l'ho abbiamo in casa da una vita, basta pensare a cosa "pensano" "quelli" del nord quando "parlano" di "quelli" del sud.

Effettivamente, devo dare atto, Frattini è stato coerente.

Perusar
21-04-2009, 00.07.09
beh se il segretario si chiama Ban... :devil: http://www.vocinelweb.it/faccine/ammiccanti/14.gif

leofelix
21-04-2009, 01.17.11
beh se il segretario si chiama Ban... :devil: http://www.vocinelweb.it/faccine/ammiccanti/14.gif


:lol:

leoda
21-04-2009, 07.55.29
chi? Frattini? il ministro di uno stato con 2 passaporti? e provate ad indovinare qual'è il secondo... Quello che l'ultima volta ha appoggiato il ministro degli esteri di QUEL paese DOPO che si è consultato con lui (meglio dire lei!)
E' sempre la SOLITA STORIA, subito gridare al musulmano razzista... ma avete mai letto il testo completo (RIPETO COMPLETO) dei sui discorsi che ha avuto sia in casa sua che soprattutto all'estero?
Scusate ma dovreste farlo, almeno una volta, si trovano in internet in inglese o tradotti in italiano!

luk66
21-04-2009, 08.22.54
Pubblicare il discorso di questo pezzo di sterco? Capire il suo pensiero? Ironizzare sul nostro (senza Virgolette) ministro degli esteri? Dico, ma state dando i numeri o cosa? Avete idea di cosa (anzi di chi) state parlando? Questo lurido satrapo iraniano predica, da sempre, sull'illegittimità di Israele e ne auspica la scomparsa con ogni mezzo, non perdendo l'occasione, anche questa volta, di vomitare tutto il suo odio, in un consesso che dovrebbe essere luogo di dialogo e moderazione. Il vero scandalo è vedere seduto a questa conferenza il rappresentante del vaticano e di altri paesi che non si rendono conto della pericolosità rappresentata dallo scendere a patti con chi non ha nessuna intenzione di limare le sue INACCETTABILI posizioni antisemite! Mi spiace vedere come la storia non abbia insegnato niente (Monaco, 1938) e come ci sia chi ha il coraggio (non boicottondaolo in ogni modo possibile) di legittimare questo squallido (per non dire di peggio) personaggio. :-(((

zen67
21-04-2009, 08.34.25
attenzione però.... la quasi totalità dei media non ha riportato che la metà dei delegati che è restata e a parte pochi (tra cui stato del vaticano.. e altri ) hanno applaudito al discorso...
(paesi del medio /estremo, oriente africani ...)

questo perlomeno deve far pensare......

luk66
21-04-2009, 08.48.24
attenzione però.... la quasi totalità dei media non ha riportato che la metà dei delegati che è restata e a parte pochi (tra cui stato del vaticano.. e altri ) hanno applaudito al discorso...
(paesi del medio /estremo, oriente africani ...)

questo perlomeno deve far pensare......
Questo dimostra solo quanto sia contagiosa l'imbecillità e quanto sia pericoloso il continuo predicare dell'islam estremista. :anger:

Jancker
21-04-2009, 09.02.23
certo che nel 2009 è pietoso parlare di "guerre stante" o cose del genere mi fa pensare che il male dell'umanità sia proprio la religione... bisognerebbe pensare ad un mondo senza vaticano e senza islamismo (o qualsiasi altra forma di religione che cerca di portare a se più gente possibile), forse tutto andrebbe molto meglio

zen67
21-04-2009, 13.47.22
Questo dimostra solo quanto sia contagiosa l'imbecillità e quanto sia pericoloso il continuo predicare dell'islam estremista. :anger:


ovvio che strumentalizzazioni del genere sono da considerare per il valore che hanno (...IN OCCIDENTE... )
cmnq, e ribadisco la lingua batte dove il dente duole... :o

tra i punti focali del buglione medio oriente c'è la questione israelo/palestinese non solo israeliana o palestinese e basta e finche tutte le parti in causa non si renderanno conto di questo non ci si leverà un grosso dito dal c@lo

leoda
21-04-2009, 13.55.33
non ci posso credere l'ignoranza di leggere certe parole qui... il solito bigottismo e ignoranza!
parlate a vanvera senza sapere, VI attaccae ai soliti stupidi preconcetti contro l'islam o i musulmani in genere, VE NE FOTTETE di tutti i morti che chi è stato criticato ha commesso solo pochi mesi fà, VE NE FOTTETE di un lager a cielo aperto ma GUAI se si tocca anche il peto di un occidentale!
l'ipocrisia è veramente ai massimi livelli, SOMARO impara a leggere in inglese giornali che hanno il coraggio di dire veramente le parole di chi (guarda caso!) non si arrende contro il sionismo o i neocons e vedrai che FORSE due neuroni della tua crapa si accendo!

xvaita
21-04-2009, 14.04.22
Pubblicare il discorso di questo pezzo di sterco? ... predica, da sempre, sull'illegittimità di Israele e ne auspica la scomparsa con ogni mezzo ... INACCETTABILI posizioni antisemite!
questa si che è tolleranza...
ognuno la pensi come vuole, ma l'illegittimità di Israele e il suo razzismo da stato coloniale è denunciato non solo da fanatici islamisti, che servono solo per aumentare il sentimento da vittima eterna del popolo israeliano, ma soprattutto da fior di storici e docenti universitari israeliani, inglesi o americani quali Ilan Pappe, Jonathan Cook, Shlomo Sand e molti altri.
Chi avesse intenzione di farsi una propria opinione riguardo a questi argomenti farebbe bene a leggere anche questi autori e non basarsi solo sul bombardamento mediatico che subiamo ogni giorno.
creare il mostro da prima pagina serve solo a nascondere una scomoda verità che resta il vero nervo scoperto dell'occidente.

Gergio
21-04-2009, 14.10.25
vi ricordo che potete anche discutere civilmente, ognuno portando le proprie argomentazioni, ma senza insultarvi ;)

leoda
21-04-2009, 14.11.25
IGNORANTE LEGGI
CAPRONE SE CI RIESCI!!! DONNE E BAMBINI MUOIONO PER LA TUA OTTUSITA'
chi disse... NON C'E' PIU' SORDO DI CHI NON VUOL SENTIRE, NON C'E' PIU' CIECO DI CHI NON VUOL VEDERE! e non era musulmano! prova indovinare dai che ci riesci!!!

e questo che riporto è il testo di cosa ha detto, prossimamente ve lo riporto in italiano:

The following is the speech of the Iranian President Mahmoud Ahmadinejad at the Durban Review Conference on racism in Geneva on April 20.

Mr. Chairman, honorable secretary general of the United Nations, honorable United Nations high commissioner for human rights, Ladies and gentleman:

We have gathered in the follow-up to the Durban conference against racism and racial discrimination to work out practical mechanisms for our holy and humanitarian campaigns.

Over the last centuries, humanity has gone through great sufferings and pains. In the Medieval Ages, thinkers and scientists were sentenced to death. It was then followed by a period of slavery and slave trade. Innocent people were taken captive in their millions and separated from their families and loved ones to be taken to Europe and America under the worst conditions. A dark period that also experienced occupation, lootings and massacres of innocent people.

Many years passed by before nations rose up and fought for their liberty and freedom and they paid a high price for it. They lost millions of lives to expel the occupiers and establish independent and national governments. However, it did not take long before power grabbers imposed two wars in Europe which also plagued a part of Asia and Africa. Those horrific wars claimed about a hundred million lives and left behind massive devastation. Had lessons been learnt from the occupations, horrors and crimes of those wars, there would have been a ray of hope for the future.

The victorious powers called themselves the conquerors of the world while ignoring or down treading upon rights of other nations by the imposition of oppressive laws and international arrangements.

Ladies and gentlemen, let us take a look at the UN Security Council which is one of the legacies of World War I and World War II. What was the logic behind their granting themselves the veto right? How can such logic comply with humanitarian or spiritual values? Would it not be inconformity with the recognized principles of justice, equality before the law, love and human dignity? Would it not be discrimination, injustice, violations of human rights or humiliation of the majority of nations and countries?

The council is the highest decision-making world body for safeguarding international peace and security. How can we expect the realization of justice and peace when discrimination is legalized and the origin of the law is dominated by coercion and force rather than by justice and the rights?

Coercion and arrogance is the origin of oppression and wars. Although today many proponents of racism condemn racial discrimination in their words and their slogans, a number of powerful countries have been authorized to decide for other nations based on their own interests and at their own discretion and they can easily violate all laws and humanitarian values as they have done so.

Following World War II, they resorted to military aggression to make an entire nation homeless under the pretext of Jewish suffering and they sent migrants from Europe, the United States and other parts of the world in order to establish a totally racist government in occupied Palestine. And, in fact, in compensation for the dire consequences of racism in Europe, they helped bring to power the most cruel and repressive racist regime in Palestine.

The Security Council helped stabilize the occupying regime and supported it in the past 60 years giving them a free hand to commit all sorts of atrocities. It is all the more regrettable that a number of Western governments and the United States have committed themselves to defending those racist perpetrators of genocide while the awakened-conscience and free-minded people of the world condemn aggression, brutalities and the bombardment of civilians in Gaza. The supporters of Israel have always been either supportive or silent against the crimes.

Dear friends, distinguished delegates, ladies and gentlemen. What are the root causes of the US attacks against Iraq or the invasion of Afghanistan?

Was the motive behind the invasion of Iraq anything other than the arrogance of the then US administration and the mounting pressures on the part of the possessors of wealth and power to expand their sphere of influence seeking the interests of giant arms manufacturing companies affecting a noble culture with thousands of years of historical background, eliminating the potential and practical threats of Muslim countries against the Zionist regime or to control and plunder the energy resources of the Iraqi people?

Why, indeed, almost a million people were killed and injured and a few more millions were displaced? Why, indeed, the Iraqi people have suffered enormous losses amounting to hundreds of billions of dollars? And why was billions of dollars imposed on the American people as the result of these military actions? Was not the military action against Iraq planned by the Zionists and their allies in the then US administration in complicity with the arms manufacturing countries and the possessors of wealth? Did the invasion of Afghanistan restore peace, security and economic wellbeing in the country?

The United States and its allies not only have failed to contain the production of drugs in Afghanistan, but the cultivation of narcotics has multiplied in the course of their presence. The basic question is that what was the responsibility and the job of the then US administration and its allies?

Did they represent the countries of the world? Have they been mandated by them? Have they been authorized by the people of the world to interfere in all parts of the globe, of course mostly in our region? Are not these measures a clear example of egocentrism, racism, discrimination or infringement upon the dignity and independence of nations?

Ladies and gentlemen, who is responsible for the current global economic crisis? Where did the crisis start from? From Africa, Asia or from the United States in the first place then spreading across Europe and their allies?

For a long time, they imposed inequitable economic regulations by their political power on the international economy. They imposed a financial and monetary system without a proper international oversight mechanism on nations and governments that played no role in repressive trends or policies. They have not even allowed their people to oversea or monitor their financial policies. They introduced all laws and regulations in defiance of all moral values only to protect the interests of the possessors of wealth and power.

They further presented a definition for market economy and competition that denied many of the economic opportunities that could be available to other countries of the world. They even transferred their problems to others while the waves of crisis lashed back plaguing their economies with thousands of billions of dollars in budget deficit. And today, they are injecting hundreds of billions of dollars of cash from the pockets of their own people and other nations into the failing banks, companies and financial institutions making the situation more and more complicated for their economy and their people. They are simply thinking about maintaining power and wealth. They could not care any less about the people of the world and even their own people.

.......

leoda
21-04-2009, 14.12.39
continua....


Mr. President, Ladies and gentlemen, Racism is rooted in the lack of knowledge concerning the root of human existence as the selected creature of God. It is also the product of his deviation from the true path of human life and the obligations of mankind in the world of creation, failing to consciously worship God, not being able to think about the philosophy of life or the path to perfection that are the main ingredients of divine and humanitarian values which have restricted the horizon of human outlook making transient and limited interests, the yardstick for his action. That is why evil's power took shape and expanded its realm of power while depriving others from enjoying equitable and just opportunities of development.

The result has been the making of an unbridled racism that is posing the most serious threats against international peace and has hindered the way for building peaceful coexistence in the entire world. Undoubtedly, racism is the symbol of ignorance which has deep roots in history and it is, indeed, the sign of frustration in the development of human society.

It is, therefore, crucially important to trace the manifestations of racism in situations or in societies where ignorance or lack of knowledge prevails. This increasing general awareness and understanding towards the philosophy of human existence is the principle struggle against such manifestations, and reveals the truth that human kind centers on the creation of the universe and the key to solving the problem of racism is a return to spiritual and moral values and finally the inclination to worship God Almighty.

The international community must initiate collective moves to raise awareness in afflicted societies where ignorance of racism still prevails so as to bring to a halt the spread of these malicious manifestations.

Dear Friends, today, the human community is facing a kind of racism which has tarnished the image of humanity in the beginning of the third millennium.

World Zionism personifies racism that falsely resorts to religions and abuses religious sentiments to hide its hatred and ugly face. However, it is of great importance to bring into focus the political goals of some of the world powers and those who control huge economic resources and interests in the world. They mobilize all the resources including their economic and political influence and world media to render support in vain to the Zionist regime and to maliciously diminish the indignity and disgrace of this regime.

This is not simply a question of ignorance and one cannot conclude these ugly phenomena through consular campaigns. Efforts must be made to put an end to the abuse by Zionists and their political and international supporters and in respect with the will and aspirations of nations. Governments must be encouraged and supported in their fights aimed at eradicating this barbaric racism and to move towards reform in current international mechanisms.

There is no doubt that you are all aware of the conspiracies of some powers and Zionist circles against the goals and objectives of this conference. Unfortunately, there have been literatures and statements in support of Zionists and their crimes. And it is the responsibility of honorable representatives of nations to disclose these campaigns which run counter to humanitarian values and principles.

It should be recognized that boycotting such a session as an outstanding international capacity is a true indication of supporting the blatant example of racism. In defending human rights, it is primarily important to defend the rights of all nations to participate equally in all important international decision making processes without the influence of certain world powers.

And secondly, it is necessary to restructure the existing international organizations and their respective arrangements. Therefore this conference is a testing ground and the world public opinion today and tomorrow will judge our decisions and our actions.

Mr. President, Ladies and Gentlemen, the world is going through rapid fundamental changes. Power relations have become weak and fragile. The sound of cracks in the pillars of world systems can now be heard. Major political and economic structures are on the brink of collapse. Political and security crises are on the rise. The worsening crisis in the world economy for which there can be seen no bright prospect, demonstrates the rising tide of far-reaching global changes. I have repeatedly emphasized the need to change the wrong direction through which the world is being managed today and I have also warned of the dire consequences of any delay in this crucial responsibility.

Now in this valuable event, I would like to announce to all leaders, thinkers and to all nations of the world present in this meeting and those who have a hunger for peace and economic well-being that the unjust economic management of the world is now at the end of the road. This deadlock was inevitable since the logic of this imposed management was oppressive.

The logic of collective management of world affairs is based on noble aspirations which centers on human beings and the supremacy of the almighty God. Therefore it defies any policy or plan which goes against the influence of nations. The victory of right over wrong and the establishment of a just world system has been promised by the Almighty God and his messengers and it has been a shared goal of all human beings from different societies and generations in the course of history. Realization of such a future depends on the knowledge of creation and the belief of the faithful.

The making of a global society is in fact the accomplishment of a noble goal held in the establishment of a common global system that will be run with the participation of all nations of the world in all major decision making processes and the definite root to this sublime goal.

Scientific and technical capacities as well as communication technology have created a common and widespread understanding of the world society and has provided the necessary ground for a common system. Now it is upon all intellectuals, thinkers and policy makers in the world to carry out their historical responsibility with a firm belief in this definite root.

I also want to lay emphasis on the fact that Western liberalism and capitalism has reached its end since it has failed to perceive the truth of the world and humans as they are.

It has imposed its own goals and directions on human beings. There is no regard for human and divine values, justice, freedom, love and brotherhood and it has based living on intense competition, securing individual and cooperative material interest.

Now we must learn from the past by initiating collective efforts in dealing with present challenges and in this connection, and as a closing remark, I wish to draw your kind attention to two important issues:

Firstly, it is absolutely possible to improve the existing situation in the world. However it must be noted that this could be only achieved through the cooperation of all countries in order to get the best out of the existing capacities and resources in the world. My participation in this conference is because of my conviction to these important issues as well as to our common responsibility of defending the rights of nations vis-à-vis the sinister phenomena of racism and being with you, the thinkers of the world.

Secondly, mindful of the inefficiency of the current international political, economic and security systems, it is necessary to focus on divine and humanitarian values by referring to the true definition of human beings based upon justice and respect for the rights of all people in all parts of the world and by acknowledging the past wrong doings in the past dominant management of the world, and to undertake collective measures to reform the existing structures.

In this respect, it is crucially important to rapidly reform the structure of the Security Council, including the elimination of the discriminatory veto right and to change the current world financial and monetary systems.

It is evident that lack of understanding of the urgency for change is equivalent to the much heavier costs of delay.

Dear Friends, beware that to move in the direction of justice and human dignity is like a rapid flow in the current of a river. Let us not forget the essence of love and affection. The promised future of human beings is a great asset that may serve our purposes in keeping together to build a new world.

In order to make the world a better place full of love and blessings, a world devoid of poverty and hatred, merging the increasing blessings of God Almighty and the righteous managing of the perfect human being, let us all join hands in friendship in the fulfillment of such a new world.

I thank you Mr. President, Secretary General and all distinguished participants for having the patience to listen to me. Thank you very much.

HN/AR/SME/MMA

zen67
21-04-2009, 14.15.29
non voglio far partire o partecipare a flame inutili e privi di costrutto..

preferisco tornare a 3d + allineati con le mie aspirazioni e tendenze (http://forum.wintricks.it/showthread.php?t=116985)

:o

Tom Sawyer
21-04-2009, 14.17.20
@leoda e xvaita: dovete per forza insultare chi non la pensa come voi?

luk66
21-04-2009, 14.17.51
IGNORANTE LEGGI
CAPRONE SE CI RIESCI!!! DONNE E BAMBINI MUOIONO PER LA TUA OTTUSITA'
chi disse... NON C'E' PIU' SORDO DI CHI NON VUOL SENTIRE, NON C'E' PIU' CIECO DI CHI NON VUOL VEDERE! e non era musulmano! prova indovinare dai che ci riesci!!!
Bene, diciamo che con una IMMENSA TESTA DI ###### del tuo livello, evito di discutere e se per averti rivelato una verità a te sconosciuta sarò bannato dal forum... C H I S S E N E F R E G A ! IMBECILLE!!! :inkaz: :inkaz: :inkaz:

leoda
21-04-2009, 14.19.13
hai ragione, chiedo scusa ma l'ignoranza su discorsi che riguardano la pelle della gente (che sia di dx o di sx, nera bianca o gialla, credente o laica) mi dà ai nervi!

chiedo ancora scusa se mi sono fatto prendere!

zen67
21-04-2009, 14.19.31
cmnq io c'ero....

:cine:

leoda
21-04-2009, 14.20.37
come volevasi dimostrare... :act:

luk66
21-04-2009, 14.30.30
hai ragione, chiedo scusa ma l'ignoranza su discorsi che riguardano la pelle della gente (che sia di dx o di sx, nera bianca o gialla, credente o laica) mi dà ai nervi!

chiedo ancora scusa se mi sono fatto prendere!
Quindi, secondo te per aver dato del "satrapo" (conosci il significato del termine, professore?!?) a quella merda del presidente iraniano, avrei fatto "discorsi che riguardano la pelle della gente"? Dovrei farmi dare dell'ingorante e del caprone dal primo coglione, perchè ho apostrofato adeguatamente (come dovrebbe fare qualunque essere senziente) un animale che vorrebbe cancellare un intero stato dalla faccia della terra (magari con una bella bomba atomica)?!? Fra noi due, sei proprio sicuro che sia io quello che dovrebbe studiare la storia? Bestia! :wall:

Gergio
21-04-2009, 14.33.03
dato che non mi sembrate capaci di discutere civilmente, per il momento la discussione e' chiusa.


Calmatevi, fate un bel respiro e poi potremo riprendere


edit: se avete questioni tra di voi, le potete risolvere usando i messaggi privati

Gergio
21-04-2009, 16.35.07
riapro la discussione, sperando che nel frattempo gli animi si siano raffreddati

dovrebbe essere superfluo aggiungere che auspico una maggiore dimostrazione di civilta' tra i partecipanti

leoda
21-04-2009, 17.39.13
come dovrebbe fare qualunque essere senziente) un animale che vorrebbe cancellare un intero stato dalla faccia della terra (magari con una bella bomba atomica)?!? Fra noi due, sei proprio sicuro che sia io quello che dovrebbe studiare la storia? Bestia!

con questa frase DIMOSTRI che NON HAI LETTO MAI UNA VOLTA l'intero discorso che fece mesi orsono (non ricordo la data perdona!)
quindi RIBADISCO l'invito di andarla a cercare e di leggerla, la trovi anche in italiano e capirai che è stato tutto strumentalizzato...
se poi a te basta ascoltare un tg o un giornale che riportano esattamente 3 righe di un discorso più articolato che aveva fatto, allora io e te non ci capiremo mai!
ps. sempre della serie se accusiamo almeno informiamoci... tu credi che vogliano farsi una bomba per lanciarla subito su israele? l'unico paese "indifeso" che NON ha firmato il trattato di non proliferazione nucleare (urss e usa cina SI!), l'unico paese che ha imprigionato una persona per non ricordo quanti decenni per avere svelato anni orsono a tutto il mondo che hanno più di 200 testate nucleari quando negavano spudoratamente di averne una, il paese che l'anno scorso in un momento di chissà quale enfasi un generale del' idf gli è scappato detto che i missili nucleari sono puntati anche sulle capitali europee (ma non siamo alleati?).
Quel paese che ci ha rimesso molto della guerra tra Russia e Georgia, ti domanderai perchè? perchè stavano allestendo degli aereoporti militari per far partire da lì il loro attacco ma il presidente georgiano ha fatto mosse sbagliate! e guarda caso il ministro degli esteri georgiano (con ovviamente passaporto di sion! è arrivato perfino di dire pubblicamente che l'idf li ha traditi!!!) Non ti immagini lo scandalo internazionale, ma tu ovviamente non l'hai letto perciò non è mai esistito!
e posso continuare all'infinito...

ma io dico, oltre a leggere l'ottimo wintricks almeno fatti una lettura su chi devi accusare!
Se devo accusare il pres. iraniano sono per altri motivi NON perchè non và bene ad un gruppo di sionisti!
ps. leggiti cosa vuol dire sionismo và.....

leoda
21-04-2009, 17.54.23
un'ultima cosa...
queste le parole del VATICANO!

In serata ai microfoni di Radio Vaticana l'Osservatore permanente della Santa Sede all'Onu, mons. Silvano Tomasi, ha spiegato la scelta di non lasciare l'aula del dibattito quando e' intervenuto Ahmadinejad. Secondo Tomasi la liberta' d'espressione vale per tutti, anche per il presidente dell'Iran Ahmadinejad, il quale ha fatto un discorso aggressivo verso Israele ma non ha negato l'Olocausto, ne' si e' espresso in favore della distruzione dello Stato d'Israele; del resto e' nella natura delle Nazioni Unite dare spazio a tutte le voci, anche a quelle estremiste con le quali spesso non si e' affatto d'accordo. E proprio grazie a questa liberta' d'espressione che il documento della conferenza di ''Durban II'' e' stato cambiato, per l'insieme di tali ragioni la delegazione della Santa Sede ha deciso di non abbandonare la sala quando il presidente dell'Iran ha parlato. ''Egli ha usato delle espressioni estremiste -ha detto Tomasi in riferimento alle parole del leader iraniano- con le quali non si puo' essere d'accordo in alcun modo; ma allo stesso tempo, nel dibattito che si svolge nel contesto della comunita' internazionale che s'incontra alle Nazioni Unite ci sono delle opinioni qualche vota radicali che non possono essere condivise ma che e' necessario ascoltare perche' e' questo l'ambiente e la natura delle Nazioni Unite: essere il forum nel quale tutte le nazioni si esprimono''.

Vedi che chi era presente già afferma una verità dell'accaduto un pò diversa?
Ma i giornali?

xvaita
21-04-2009, 18.16.46
@ Tom Sawyer: mi dici dov'è che ho insultato qualcuno? grazie

scusate, ma siamo sicuri di avere letto tutti il discorso effettuato dal presidente iraniano di cui stiamo parlando? oppure ci limitiamo a ripetere a pappagallo le cose scritte oggi sui giornali?
che cosa c'è di errato storicamente nel discorso? non è forse vero che lo stato di israele è stato imposto con la forza in terra palestinese facendo sloggiare con sistemi degni di al qaida centinaia di migliaia di persone che vivevano lì da generazioni? senza dare in cambio nulla di nulla?
non è questo un comportamento da stato coloniale razzista giustamente condannato quando si parla di francia, spagna e inghilterra di qualche secolo fa?
visto che la conferenza era sul razzismo mi sembra un argomento su cui avrebbero dovuto discutere anche i rappresentanti occidentali, non andarsene come bambini capricciosi per non affrontare il problema.

luk66
21-04-2009, 18.55.20
Beh, guardate, è veramente difficile imbastire un discorso con chi continua a definire Israele (e gli israeliani) "sionisti", l'occidente "imperialista" e altre amenità della propaganda sinistroide che, mi sembra, ben rappresentata dal Vostro "pensiero". Se poi vogliamo negare l'evidenza e le PAROLE del figuro in oggetto e della sua volontà di distruggere Israele, con ogni mezzo (annientamento è il termine esatto, utilizzato nei suoi comizii). Bah, contenti voi... Io sono fiero di essere rappresentato da un governo che ha deciso di disertare una conferenza che si è rivelata un insulto all'intelligenza umana e che ha permesso al pericolossissimo (se non capite questo, non so proprio cosa farci) leader iraniano di sbeffeggiare un popolo (e con lui, l'umanità tutta) che proprio oggi commemora la Shoah. Del resto le sue tesi negazioniste, ha già avuto modo di esprimerle anche durante il suo viaggio negli USA e mi terrorizza (mai termine potrebbe essere più adeguato) la sottovalutazione del pericolo che questo novello Hitler rappresenta per gli equilibri mondiali. Anche il già citato Fuhrer aveva iniziato la sua devastante ascesa al potere nell'indifferenza del resto del mondo e... i risultati li conosciamo. O volete negare anche questo? Tranquilli, comunque... le torri gemelle le ha distrutte la CIA, Marylin era un'aliena ed Elvis è ancora vivo. Se fra la lettura di una pagina del Manifesto, una "riflessione" di Giulietto Chiesa ed un editoriale de l'Unità, vi avanza qualche minuto, potete dare un'occhiata qui, tanto per cominciare: "Lettera da Un Ebreo Dimenticato (http://www.ajc.org/site/apps/nl/content2.asp?c=ijITI2PHKoG&b=898481&ct=1206497)". :crying:

xvaita
21-04-2009, 19.15.46
Beh, guardate, è veramente difficile imbastire un discorso con chi continua a definire Israele (e gli israeliani) "sionisti", l'occidente "imperialista" e altre amenità della propaganda sinistroide che, mi sembra, ben rappresentata dal Vostro "pensiero"
cito da wikipedia: "Il Sionismo è un movimento politico internazionale, nato alla fine del XIX secolo tra gli ebrei secolarizzati residenti in Europa, il cui fine era l'affermazione del diritto all'autodeterminazione del popolo ebraico mediante l'istituzione di uno stato ebraico in terra di Israele (o Palestina o Terra Santa)"
è per questo che israele è sionista; non è un'offesa, è un dato di fatto.
della propaganda sinistroide non so cosa farmene, lungi da me il catalogare il mio pensiero come di destra, di sinistra o di qualsiasi altra direzione.
poi, scusa, ma non vedo cosa centrino le varie teorie complottistiche che elenchi (e di cui non me ne frega assolutamente nulla) con il mio commento ad un discorso che parla di razzismo.
rimani sul tema: israele è nato come imposizione di forza a danno di una popolazione locale incolpevole di qualsiasi cosa o no? è questo un comportamento da condannare e a cui porre rimedio o deve farla franca senza nemmeno tollerare le critiche di chicchessia?
gradirei una risposta senza tirare in causa elvis, merylin, giulietto chiesa, il manifesto o altre amenità sulle quali non sono preparato, grazie

luk66
21-04-2009, 21.18.15
israele è nato come imposizione di forza a danno di una popolazione locale incolpevole di qualsiasi cosa o no? è questo un comportamento da condannare e a cui porre rimedio o deve farla franca senza nemmeno tollerare le critiche di chicchessia?

Il termine "sionista", purtroppo (grazie anche al "genio" iraniano), ha assunto da vari anni, nella larga schiera di detrattori d'Israele, un'accezione negativa, molto lontana dalla descrizione didascalica di Wikipedia, tanto da diventare un sinonimo di razzismo; nelle deliranti affermazioni antisemite di Ahmadinejad (in Sud Africa) l'equazione sionista=razzista è stata ribadita più volte. Per quanto riguarda la nascita di Israele, non credo sia il caso di entrare troppo nel dettaglio: ci sono interi trattati a riguardo e non posso certo, io, eaurire l'argomento in poche righe. Sappi però che gli insediamenti ebraici nell'area dell'attuale Israele risalgono agli anni '20 del secolo scorso e che fu proprio in sede ONU che si sancì la nascita dello stato ebraico, nel 1947. Mettiamoci d'accordo, quindi: o l'ONU è sempre l'organismo transnazionale che garantisce i diritti internazionali, smettendola di tirarlo in ballo a nostro piacimento, mascherando affermazioni vagamente antisemite, oppure decretiamone la sua inutilità e scioglimento. Ahmadinejad non critica lo stato ebraico, lo vuole a n n i e n t a r e. Vuoi capirla, o no? Sei d'accordo con lui? Legittimo. Aberrante, ma legittimo.

xvaita
21-04-2009, 22.25.17
Ahmadinejad non critica lo stato ebraico, lo vuole a n n i e n t a r e. Vuoi capirla, o no? Sei d'accordo con lui? Legittimo. Aberrante, ma legittimo.
dai su, come potrebbe essere legittimo voler a n n i e n t a r e uno stato, nel senso di sterminarne la popolazione magari con l'uso di armi atomiche. Perchè questo è il senso da te (ma non sei solo, anzi...) dato alla frase di qualche tempo fa del personaggio di teheran.
per fortuna non era questo l'intento del nostro, basterebbe, ancora una volta, leggerne una traduzione integrale, e si capirebbe il vero significato del discorso.
ovviamente si può essere in completo disaccordo, ma almeno lo si sarebbe sulle vere idee del presidente iraniano.
giustamente dici che c'erano gia insediamenti ebraici nell'area dell'attuale Israele ben prima del '48; non solo, ma ebrei e musulmani vivevano in pace e armoniosamente. il problema è nato con l'espulsione forzata di oltre 700.000 palestinesi per la creazione dello stato "sionista" (termine usato dagli ebrei nazionalisti, non dagli antisemiti) di israele senza indennizzo alcuno.
l'ONU ha appoggiato tutto questo, ma ricordiamoci che era un'emanazione delle potenze vincitrici della seconda guerra le quali ora come allora sole hanno diritto di veto. ed è proprio questa disparità di potere che viene denunciata da ahmadinejad nel discorso di ieri.
e comunque non dimentichiamoci che israele non rispetta un numero altissimo di risoluzioni ONU, ma coloro che sono subito pronti a condannare l'iran perchè osa non piegarsi difronte ai diktat occidentali non dicono una parola ad israele.
non meravigliamoci se poi i paesi arabi, sudamericani e altri non provano una grande simpatia per questo piccolo staterello indifeso... (a parte le 2-300 testate atomiche di cui è dotato, ma ovviamente non ufficialmente e guai a dire che la AIEA forse dovrebbe fare un controllino anche lì e non solo a teheran)

zen67
22-04-2009, 07.43.20
:cine:

leoda
22-04-2009, 08.31.01
io ho detto imperialista? ma quando?
adesso MI METTI IN BOCCA parole che non dico?
siamo alla solita euquazione : se dici il contrario sei un comunista / estremista / anarchico / musulmano / terrorista / talebano / antisemita / ce l'hai con gli americani /ecc...
hahahahahaha le stesse parole che mi si accusava quando dicevo che non esistevano armi di distruzione di massa in Iraq.
Ps. prima che ti scaldi lo stesso Senato Americano lo ha pubblicamente confermato! saranno mica anche loro comunisti?

E CONTINUO A ESSERE SICURO CHE NON HAI MAI E RIPETO MAI LETTO I DISCORSI CHE HA FATTO PUBBLICAMENTE MA CONTINUI AD ACCUSARLO...

ed ecco l'ultima novità... è grazie agli iraniani che la parola sionista si è diffusa! hahahahahahahaha
ma te sei fuori, ci sono documenti pubblici inglesi che dopo il 1948 già incominciano a parlare di terrorismo sionista (e non potevano fare di meno dato che alcuni loro funzionari sono stati fatti saltare in aria da quest'ultimi!)
e tu mi parli della colpa degli iraniani?
ma per piacere dai... penso a questo punto di avere di fronte un flamer!
altro piccolo quiz: dimmi il nome del paese che ha rischiato il più alto numero di risoluzioni onu ma che tutte sono state bloccate (ripeto tutte!) dalla sola (e ripeto sola!) USA?
ma anche questo sui giornali non lo leggi...
Io non sò chi altri stanno leggendo questi commenti, NON vi chiedo di dare ragione a me o a Luk66 ma almeno di usare google e tutti quei siti ufficiali (putroppo in inglese) per reperire informazioni che sono alla portata di tutti ma che nessuno per svogliatezza non vuole leggere!
E forse capirete che spesso al verità viene leggermente distorta...

luk66
22-04-2009, 10.25.19
Ok, adesso basta, almeno per quello che mi riguarda. Credo che i voli pindarici di chi cerca giustificazioni alle parole, agli atti, agli atteggiamenti INQUALIFICABILI di quel figlio di buona donna del presidente (rigorosamente in minuscolo) iraniano, si commentino da soli. Quindi con le ultime dichiarazioni dell'idolo di "leoda" e "xvaita" (accolto in patria da "eroe", guarda un po') vi saluto, astenendomi da ulteriori commenti, perchè, sono convinto che oltre un certo limite, la stoltezza vada ignorata:

"TEHERAN (Reuters) - Il presidente iraniano ha accusato oggi Israele di "atti brutali" e "pulizia etnica" nei confronti dei palestinesi, due giorni dopo aver denunciato lo stato ebraico come razzista provocando l'allontanamento di molti partecipanti dal vertice Onu sul razzismo.
Mahmoud Ahmadinejad ha dichiarato in una conferenza a Teheran su "genocidio e crimini di guerra" di Israele a Gaza che i "criminali" israeliani dovrebbero essere portati davanti alla giustizia nella striscia costiera palestinese a gennaio."

P.S. Caro "leoda", se c'è una cosa che proprio non sopporto è chi cerca di mettermi in bocca frasi che NON HO MAI PRONUCIATO (io non ti MAI dato del comunista / estremista / anarchico / musulmano / terrorista / talebano / antisemita! Cos'hai la coda di paglia, forse?): "Il termine "sionista", purtroppo (grazie anche al "genio" iraniano), ha assunto da vari anni, nella larga schiera di detrattori d'Israele, un'accezione negativa, molto lontana dalla descrizione didascalica di Wikipedia, tanto da diventare un sinonimo di razzismo; nelle deliranti affermazioni antisemite di Ahmadinejad (in Sud Africa) l'equazione sionista=razzista è stata ribadita più volte". Queste sono le mia parole! Visto che conosci tanto bene i discorsi del dittatorello musulmano, e che ne traduci le perle di saggezza dall'inglese, rileggiti il mio periodo, è in italiano corretto. Cerca di comprenderne il senso, senza rielaboralro per rafforzare le tue tesi strampalate; non è particolarmente complicato. Naturalmente, per te, i capi di stato di TUTTI i paesi occidentali (Obama in primis) che hanno immediatamente condannato le parole di quel porco invasato che tu coccoli teneramente, sono degli idioti, vero? Sei patetico!!! :act:

xvaita
22-04-2009, 13.08.13
... idolo di "leoda" e "xvaita"
mai adorato idoli in vita mia, tanto più se lontani migliaia di km da casa mia.
ti assicuro che se venissero stravolti i discorsi di altri leader di qualunque paese direi la mia a proposito.
hai tutto il diritto di non rispondere alle domande che ti vengono poste riguardo all'argomento di discussione, ma non scrivere falsità ingiustificate sul mio conto; grazie.
di difendere ahmadinejad non me ne potrebbe fregare di meno, mi piace solamente dire la mia sul discorso originale e non basarmi sui titoli di giornale.
se torni indietro vedrai che io chiedevo solamente di pubblicare, oltre ad un commento, anche il discorso integrale; credo che una seria discussione debba cominciare con la conoscenza concreta dell'argomento, altrimenti si parla solo di aria fritta. ma questo è ormai lo sport nazionale.

luk66
22-04-2009, 15.37.45
se torni indietro vedrai che io chiedevo solamente di pubblicare, oltre ad un commento, anche il discorso integrale; credo che una seria discussione debba cominciare con la conoscenza concreta dell'argomento, altrimenti si parla solo di aria fritta. ma questo è ormai lo sport nazionale.
Bene... questo è uno stracio dell'ispirato discorso del moderato leader iraniano:

"Cari Amici, oggi la comunità umana sta affrontando un genere di razzismo che sporca l’immagine del genere umano al principio del terzo millennio.

Il Sionismo Mondiale incarna quel razzismo che si affida falsamente alla religione e che abusa del sentimento religioso per celare il suo volto di infamia e di odio. Comunque, è di assoluta importanza portare allo scoperto gli obiettivi di alcuni dei poteri mondiali, e di quanti controllano enormi risorse economiche ed interessi a livello globale. Essi mobilitano tutte queste risorse, inclusa la loro influenza economica e politica sui media mondiali, per garantire un sostegno vano al regime Sionista e per sminuire colpevolmente l’indegnità e il disonore di questo regime.

Questa non è semplicemente una questione di ignoranza, e non si possono ridurre simili fenomeni a campagne di rappresentanza. Devono essere compiuti dei tentativi per porre fine all’abuso dei Sionisti e dei loro sostenitori politici internazionali, nel rispetto della volontà e delle aspirazioni di ciascuna nazione. I governi devono essere incoraggiati nelle loro battaglie volte a sradicare questo razzismo barbarico, e a procedere ad una riforma delle attuali procedure internazionali."

Se questo non dimostra abbastanza quello che "pensa" il decerebrato su Israele e, di riflesso (ma nammeno tanto) dell'occidente tutto, sappi che nel resto del discorso la parola "razzismo" è ripetuta sedici volte (16) e sempre riferita, più o meno velatamente al suo nemico giurato: lo stato d'Israele. Certo, in omaggio alla stomachevole retorica di cui ha infarcito il polpettone recitato alla conferenza in questione, i toni risultano un po' smorzati rispetto ai consueti strepiti arroganti, intimidatori, terroristici che usa solitamente, nei comizi interni o durante le sue visite all'estero. Ora, delle due, l'una: o siamo dei poveri cretini con il quoziente intellettivo dei lombrichi e/o fedeli sotenitori dell'estremismo islamico come unica soluzione ai problemi del mondo o seguiamo i dettami dell'etica occidentale (con tutti i suoi limiti, ci mancherebbe altro) che fonda le sue radici nell'illuminismo. Io mi riconosco nella seconda categoria, e tu? L'Islam ottuso e medioevale predicato da Ahmadinejad porterebbe l'umanità indietro di secoli e, scusami, se non sono disposto ad accettarlo supinamente. :bastone:

xvaita
22-04-2009, 17.15.12
... o siamo dei poveri cretini con il quoziente intellettivo dei lombrichi e/o fedeli sotenitori dell'estremismo islamico come unica soluzione ai problemi del mondo o seguiamo i dettami dell'etica occidentale (con tutti i suoi limiti, ci mancherebbe altro) che fonda le sue radici nell'illuminismo. Io mi riconosco nella seconda categoria, e tu?per fortuna l'etica occidentale ha radici anche molto diverse dall'illuminismo che ha espresso il suo meglio nella ghigliottinizzazione di massa nella francia giacobina. la cosa non interesserà a nessuno, ma io sono cattolico e in quanto tale non mi riconosco nè nell'islam (figurati quello estremista) nè nell'illuminismo; ovviamente quest'ultimo ha svolto un ruolo importantissimo nello sviluppo del pensiero europeo (scusa ma il termine occidentale mi sembra un po' vago), ma credo che tu sia d'accordo nell'affermare che dall'illuminismo sono nati i peggiori mostri prodotti dall'europa, quali il comunismo, il nazionalismo con le sue deviazioni aberranti e, appunto, il razzismo. Lo stesso sionismo non è altro che un nazionalismo ebraico fondato sulla razza, per la costruzione di uno stato puramente ebraico. Capisci che vedere su tg, giornali, film etc. etc. le stesse persone che ogni giorno condannano, ovviamente giustamente, le leggi razziali fasciste o l'utopia hitleriana per la realizzazione di uno stato ariano, rifiutarsi di andare ad una conferenza mondiale sul razzismo solo per non sentir parlare di ciò che da tantissimi ebrei anche israeliani viene denunciato da anni puzza un pochino di ipocrisia.
anche a me dà fastidio che sia un leader iraniano ad alzare questo velo, ma purtroppo pare che dalle nostre parti ultimamente più nessuno abbia il coraggio di dire qualcosa di controcorrente riguardo ad israele.
la pulizia etnica della palestina (come la definisce ilan pappe, storico ebreo israeliano di caratura mondiale) è sotto gli occhi di tutti. non lasciamo che qualche leader del mondo musulmano si faccia paladino di questa istanza per pure questioni di politica interna o mediorientale.
P.S. quando si usano termini pacati come nel nostro caso discutere di certi temi è molto appagante ;)

RNicoletto
22-04-2009, 17.45.11
per fortuna l'etica occidentale ha radici anche molto diverse dall'illuminismo che ha espresso il suo meglio nella ghigliottinizzazione di massa nella francia giacobina. Maddai?? Ed io che pensavo che l'Illuminismo avesse espresso il suo meglio con: Il razionalismo progressista, per cui la cultura non è più difesa della tradizione ma ricerca permanente di un progresso che serva a liberare l'uomo dai limiti dell'ignoranza grazie all'aiuto della regione illuminante.
Il cosmopolitismo, per cui il bisogno di libertà diventa universale e rende l'uomo cittadino del mondo, ovvero soggetto alle medesime istanze di giustizia e di libertà in ogni luogo, senza distinzione di razza, sesso, religione e classe sociale.
La divulgazione del sapere, ovvero il bisogno di rendere noti a tutti i progressi delle scienze e della cultura, per cui il sapere non è riservato come privilegio ad un'elitè chiusa ma è strumento di miglioramento per tutti gli uomini (Encyclopédie (http://it.wikipedia.org/wiki/Encyclop%C3%A9die) ti dice niente??).Come provocazione :inn: potrei rispondere alla tua affermazione dicendo che: "per fortuna l'etica occidentale ha radici anche molto diverse dal cristianesimo che ha espresso il suo meglio con la vendita delle indulgenze e l'Inquisizione".

Comunque stiamo andando off-topic.

xvaita
22-04-2009, 18.38.42
potrei rispondere alla tua affermazione dicendo che: "per fortuna l'etica occidentale ha radici anche molto diverse dal cristianesimo che ha espresso il suo meglio con la vendita delle indulgenze e l'Inquisizione".

Comunque stiamo andando off-topic.
vabbè dai, ammetto che sono stato un po' cattivo :inn: , ma non credermi proprio così ignorante ;) comunque mi darai atto che avevo scritto anche che l'illuminismo ha dato un contributo importantissimo, così come mi auguro tu non voglia negare il fondamentale apporto della chiesa e del cristianesimo in genere.
la mia era solo una provocazione all'affermazione di luk66: "... etica occidentale (con tutti i suoi limiti, ci mancherebbe altro) che fonda le sue radici nell'illuminismo".
le radici sono molto più profonde...
effettivamente siamo off-topic
ciao

marlab
22-04-2009, 20.01.00
Ma chissenefrega di spaccare in quattro i termini, chissenefrega di cercare di capire le ragioni o la storia di questo o di quello? Che cosa sappiamo alla fine? Solo quello che ci raccontano, solo quello che la nostra infinita ignoranza riesce a carpire e a sapere DISTRATTAMENTE, tra un boccone e l'altro durante un tg deviato ed inframmezzato da pubblicità e cazzate varie.
COME si può davvero esprimere un valido giudizio, quando persone ben più colte di noi se ne escono, con serena spavalderia, tutte da una parte o tutte dall'altra?
Io so solo una cosa: chi fomenta l'odio, chi non opera per la pace ed il dialogo, merita la condanna più totale degli uomini, dell'ONU e della storia. Chiunque sia. Punto.
Ciao a tutti.

Tom Sawyer
23-04-2009, 09.00.18
La risposta al vetriolo del governo israeliano - Le frasi pronunciate dal presidente iraniano nella conferenza di Ginevra hanno acceso gli animi nel Paese israeliano. Dal famigerato campo di sterminio nazista di Auschwitz-Birkenau, nel sud della Polonia, il vice premier di Israele Silvan Shalom contrattacca duramente Ahmandinejad e il governo centrale di Teheran: «L'Iran - dice Shalom - è come la Germania di Hitler».

Il premier iraniano ha ricevuto un'accoglienza regale, da vero e proprio eroe nazionale, al ritorno nella capitale persiana, dopo la sua polemica partecipazione alla conferenza Onu, la cosiddetta «Durban 2». Una folla oceanica in delirio ha offerto dei fiori al premier iraniano, mentre alcuni studenti militanti fondamentalisti ha gridato ripetutamente lo slogan «Morte all'America». «Prenderò parte a tutte le conferenze internazionali - ha affermato Ahmadinejad - nonostante il volere dell'Occidente». «Quella gente grida slogan sulla tolleranza degli oppositori e sulla libertà di parola - ha detto ancora Ahmadinejad - ma insulta l'onore delle nazioni e i valori divini». Il presidente iraniano ha affermato che i Paesi occidentali «non hanno tollerato una parte delle parole di chi si oppone loro». «Questa - ha concluso - è la natura del pensiero disumano del liberalismo».

http://www.voceditalia.it/articolo.asp?id=31675&titolo=Ahmadinejad%20come%20Hitler

zen67
24-04-2009, 14.02.27
Ma chissenefrega di spaccare in quattro i termini, chissenefrega di cercare di capire le ragioni o la storia di questo o di quello? Che cosa sappiamo alla fine? Solo quello che ci raccontano, solo quello che la nostra infinita ignoranza riesce a carpire e a sapere DISTRATTAMENTE, tra un boccone e l'altro durante un tg deviato ed inframmezzato da pubblicità e cazzate varie.
COME si può davvero esprimere un valido giudizio, quando persone ben più colte di noi se ne escono, con serena spavalderia, tutte da una parte o tutte dall'altra?
Io so solo una cosa: chi fomenta l'odio, chi non opera per la pace ed il dialogo, merita la condanna più totale degli uomini, dell'ONU e della storia. Chiunque sia. Punto.
Ciao a tutti.

...concordo

@ marlab ripeto un vecchio detto relativamente alle performance del presidente iraniano: la lingua batte dove il dente duole ...
quei discorsi fuori di testa fanno presa perchè obbiettivamente una situazione tanto idilliaca in palestina un c'è... lui è solo un parassita che approfitta della situazione per guadagnare consensi

il casino è da entrambe le parti quella palestinese dove ci sono i terroristi che si fanno esplodere uccidendo gente e bimbi innocenti e da quella israeliana dove ci sono i militari che uccidono gente e bimbi innocenti... dove sta la verità e la giustizia...?

di fatto se un bimbo cresce in un posto dove gli hanno ucciso i genitori, i fratelli i parenti, gli amici di certo non proverà amore verso la parte avversa e se gli hanno portato via tutto magari non gli fregherà niente della vita con ovvie conseguenze... :(

notare che nelle ultime righe volutamente non ho messo la discriminante israeliana o palestinese...........

io so che questa non è la strada giusta.... il dialogo aperto ad oltranza è l'unica soluzione ma non ci sono e non ci saranno mai presupposti .... mancano politici con le palle (uno da parte israeliana per la verità c'era ma l'hanno fatto fuori e proprio quelli che erano dalla """sua""" )