PDA

Visualizza versione completa : Giù il volume nei lettori Mp3


Robbi
14-10-2008, 08.23.57
http://www.consumer.philips.com/catalog/SA/SA3345_02_webImage370.jpg



Attenzione all'utilizzo dei lettori Mp3, se il volume è troppo alto, rischia danni permanenti all'udito. Un problema che potrebbe colpire un fan delle cuffiette su 10, secondo uno studio finanziato dall'Unione europa: chi ascolta musica a tutto volume più di un'ora al giorno per cinque anni, infatti, rischia conseguenze permanenti. E secondo i ricercatori il problema incombe su 10 milioni di europei, fra cui molti bambini e adolescenti.

Sono tra i 50 e 100 milioni le persone che usano ogni giorno i lettori di musica portatili. Lo standard di sicurezza previsto dall'Ue, pari a un volume non superiore ai 100 decibel, viene spesso sfiorato o raggiunto per ridurre i rumori del traffico.

Gli esperti dello Scientific Committee on Emerging and Newly Identified Health Risks hanno concluso che tra il 5% e il 10% dei fan delle cuffiette potrebbe rischiare problemi di udito.




Altre Info (http://news.wintricks.it/framer.php?ID=27126)

blackfate
14-10-2008, 10.12.12
Io ho uno zen x-fi, e devo dire che il livello del volume dipende molto dagli auricolari: se si usano quelli che isolano da rumori esterni, non c'è alcun bisogno di tenere il lettore a palla (su un massimo di 25 tacche, io non supero mai le 10) . Ma il fatto è che certe persone ascoltano la musica ad alto volume perché gli piace così, e allora non ci sono consigli che tengano: il buon senso non lo si trova nella confezione.

Aquax
14-10-2008, 10.20.00
Ma 10 anni fa con i walkman e i lettori cd portatili che differenza c'era???
Xchè lo dicono solo ora con i lettori mp3?
Mah... :mm:

luk66
14-10-2008, 10.54.37
Ma 10 anni fa con i walkman e i lettori cd portatili che differenza c'era???
Xchè lo dicono solo ora con i lettori mp3?
Mah... :mm:
Mi hai tolto le parole di bocca. A dire il vero il "problema" è vecchio di almeno trent'anni (il Walkman fu commercializzato a partire dal 1979) e ancora prima i teenager giravano con degli enormi radioregistratori a batteria sulla spalla, compromettendo l'udito dell'orecchio (destro o sinistro) interessato dai volumi, non proprio moderati, oltre ai nervi di chi si trovava nel raggio di 200 metri. Insomma, siamo alle solite, certi giornalisti (la maggioranza, IMHO) non sanno assolutamente di cosa scrivono. :wall:
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/it/5/57/Walkman.jpg

Sbavi
14-10-2008, 11.43.11
Ma 10 anni fa con i walkman e i lettori cd portatili che differenza c'era???
Xchè lo dicono solo ora con i lettori mp3?
Mah... :mm:


Beh io ricordo che lo dicevano pure 10 anni fa. Nel frattempo presumo sia aumentata la potenza degli aggeggi (vogliamo paragonare la cassettina con un mp3 a 320 KB??), la diffusione e sopratutto, sentivo stamane, l'impiego degli auricolari. Infatti, il solo auricolare da un guadagno di 10 decibel rispetto alla tradizionale cuffia.

Sbavi
14-10-2008, 11.45.03
Io ho uno zen x-fi

Io ho un creative Zen, e la prima cosa che ho fatto è stata aggiornare il firmware per rimuovere la limitazione al volume :D

Aquax
14-10-2008, 12.14.19
(vogliamo paragonare la cassettina con un mp3 a 320 KB??)Il bitrate è una cosa a parte, centra ben poco con il volume.

blackfate
14-10-2008, 12.30.57
Io ho un creative Zen, e la prima cosa che ho fatto è stata aggiornare il firmware per rimuovere la limitazione al volume :D
già, sapevo si poteva fare, ma io che son passato dallo zen all'x-fi ti posso assicurare che se uno ha delle cuffie decenti (che lo zen non aveva e che invece l'x-fi ha) il volume lo può tenere tranquillamente a livelli normali e trarre piena soddisfazione dall'ascolto.

Cristian75
14-10-2008, 19.15.10
Beh io ricordo che lo dicevano pure 10 anni fa. Nel frattempo presumo sia aumentata la potenza degli aggeggi (vogliamo paragonare la cassettina con un mp3 a 320 KB??), la diffusione e sopratutto, sentivo stamane, l'impiego degli auricolari. Infatti, il solo auricolare da un guadagno di 10 decibel rispetto alla tradizionale cuffia.

presumi male.

Si infatti una cassetta registrata come dio comanda e decisamente migliore di un mp3 320 kb :inn:

ovviamente c'è chi non sente la differenza.

SMH17
15-10-2008, 01.50.56
presumi male.

Si infatti una cassetta registrata come dio comanda e decisamente migliore di un mp3 320 kb :inn:

ovviamente c'è chi non sente la differenza.

Il paragone audio cassetta(supporto)-mp3(formato di compressione lossy) non ha molto senso ma se la vogliamo mettere su questo piano un'audio cassetta anche del miglior tipo(cromo) ha una risposta in frequenza e un rapporto dinamico molto limitato e questo tralasciando il fruscio di fondo che anche se è a malapena percettibile c'è sempre e comunque.
Morale... un mp3 codificato come si deve e con un bitrate molto elevato sbaraglia anche l'audiocassetta meglio registrata del mondo.
Detto questo sarebbe ora che si passasse alla diffusione del formato AAC decisamente superiore all'mp3 sotto tutti i punti di vista. ;)

RNicoletto
15-10-2008, 15.07.44
presumi male.

Si infatti una cassetta registrata come dio comanda e decisamente migliore di un mp3 320 kb :inn: Volevo ribattere ma... l'ha già fatto (molto bene!) SMH17.

Sbavi
15-10-2008, 15.12.04
:o

luk66
16-10-2008, 12.09.14
Morale... un mp3 codificato come si deve e con un bitrate molto elevato sbaraglia anche l'audiocassetta meglio registrata del mondo.

Mamma mia, che castronata!
Scusa ma non ho potuto resistere. La maggiore estensione dinamica (reale) dei formati digitali lossy (come Mp3), rispetto ad una registrazione analogica (audiocassetta, vinile, ecc...) è totalmente vanificata dagli artefatti, introdotti da tale compressione, che snaturano letteralmente il suono originario. Quindi... un Mp3, codificato come si deve, ed a bitrate elevato è comunque molto meno fedele di un'audiocassetta registrata decentemente. ;) Mi spiace moltissimo che le nuove generazioni si stiano abituando al suono innaturale del digitale compresso. Un Mp3 sta all'Hi-Fi come il "Parmesan" cinese sta al Parmigiano Reggiano. Ricordatevi che alla fine di ogni catena audio c'è ciò che di più analogico esista in natura: l'orecchio umano! :)

bricci_mn
16-10-2008, 15.40.12
Il paragone audio cassetta(supporto)-mp3(formato di compressione lossy) non ha molto senso ma se la vogliamo mettere su questo piano un'audio cassetta anche del miglior tipo(cromo) ha una risposta in frequenza e un rapporto dinamico molto limitato e questo tralasciando il fruscio di fondo che anche se è a malapena percettibile c'è sempre e comunque.
Morale... un mp3 codificato come si deve e con un bitrate molto elevato sbaraglia anche l'audiocassetta meglio registrata del mondo.
Detto questo sarebbe ora che si passasse alla diffusione del formato AAC decisamente superiore all'mp3 sotto tutti i punti di vista. ;)

Applausi al nostro bravo SMH17.
Soprattutto: i lettori (sarebbe più opportuno definirli DECODIFICATORI o Decoder MP3) anche super compatti di oggi, hanno dei circuiti di amplificazione di qualità impareggiabile, confrontati a quelli dei decenni passati.
E pure un'accorta compressione anche a 192 Mbps ha molto da dire, se la sorgente non è ricca di dettaglio già in partenza (per banalizzare molto e far capire cosa intendo, cfr. come sorgenti audio registrato da grandi produttori che registrano dal vivo, contro album in studio con sorgenti elettroniche o con effetto ambienza artificiale - questi ultimi sono pressoché indistinguibili dal derivato molto compresso)...

Se AAC avesse meno "peso" per via delle royalty, sarebbe un algoritmo straordinario. Ma se anche fosse curato meglio il supporto al FLAC da parte di tutti... :D

SMH17
16-10-2008, 15.43.33
Mamma mia, che castronata!
Scusa ma non ho potuto resistere. La maggiore estensione dinamica (reale) dei formati digitali lossy (come Mp3), rispetto ad una registrazione analogica (audiocassetta, vinile, ecc...) è totalmente vanificata dagli artefatti, introdotti da tale compressione, che snaturano letteralmente il suono originario. Quindi... un Mp3, codificato come si deve, ed a bitrate elevato è comunque molto meno fedele di un'audiocassetta registrata decentemente. ;) Mi spiace moltissimo che le nuove generazioni si stiano abituando al suono innaturale del digitale compresso. Un Mp3 sta all'Hi-Fi come il "Parmesan" cinese sta al Parmigiano Reggiano. Ricordatevi che alla fine di ogni catena audio c'è ciò che di più analogico esista in natura: l'orecchio umano! :)

Già l'mp3 non può avere la gamma dinamica del suono reale in quanto è un formato lossy però su un audio cassetta di grazia qual è la gamma dinamica?
Riesce forse a catturare tutta la dinamica del suono reale? A che sevivano i Compact Disc e i Super Audio CD ibridi di Sony?
E per audio cassetta intendo un'audio cassetta registrata nella tradizionale maniera analogica non quelle di tipo DAT usate in passato negli studi di registrazione professionali.
L'audio cassetta analogica è molto limitata per questo è stata introdotta la registrazione digitale tanto è vero che in tutti i software di audio editing avanzato tra le opzioni sulle codifiche di qualità più bassa figura low-quality tape\radio... ma guarda un pò :rolleyes: .
Se poi le codifiche digitali che conosci tu sono quelle di qualche mp3 di bassa lega scaricato da emule mi dispiace per te, ascolta un file mp3 renderizzato già con interpolazione 6point-hermite o alla modalità 512point-sinc 192000hz (per gli intenditori), se le tue audio cassette riescono a raggiungere 44100Hz hai fatto una scoperta sensazionale nel campo del audio-tecnology perchè i 44100Hz sono stati raggiunti solo con l'introduzione del Compact Disc.
Prima di sparare sentenze sarebbe opportuno conoscere bene l'argomento di cui si sta parlando e per inciso ho studiato gli algoritmi di codifica audio all'università non abituando l'orecchio ai "suonacci innaturali" di cui parli.

In sintesi:
-Un mp3 può avere la qualità del suono reale?
Asssolutamente NO (anche se con gli strumenti audio di uso domestico è difficile capire la differenza)
-Un audio cassetta analogica tradizionale(anche metallo\cromo) può offrire un suono superiore a qualsiasi file codificato in mp3
C*****a mostruosa. :o

bricci_mn
16-10-2008, 15.46.50
Mamma mia, che castronata!
[...]
Un Mp3 sta all'Hi-Fi come il "Parmesan" cinese sta al Parmigiano Reggiano.

Tirata d'orecchi. Il Parmesan è quasi tutto europeo. Chiedere agli "amici" tedeschi e olandesi...

Ricordatevi che alla fine di ogni catena audio c'è ciò che di più analogico esista in natura: l'orecchio umano! :)

Vero, ma la psicoacustica ha una valenza di non poco conto. E ribadisco, da possessore di un impianto audio definibile come hi-end, che è imbarazzante valutare come eccellenti i risultati fonici della musica "liquida" dei formati MP3 e soci, se paragonati alle sorgenti originali.

Se facciamo il distinguo sulla qualità intrinseca delle sorgenti originali, allora sfondi una porta aperta: vinili Original Master Recording e affini docent! :D

SMH17
16-10-2008, 15.48.31
Se AAC avesse meno "peso" per via delle royalty, sarebbe un algoritmo straordinario. Ma se anche fosse curato meglio il supporto al FLAC da parte di tutti... :D

(Y) (Y) (Y) (Y)

bricci_mn
16-10-2008, 15.55.44
(Y) (Y) (Y) (Y)

:act: :x: :act:

luk66
16-10-2008, 20.07.39
Prima di sparare sentenze sarebbe opportuno conoscere bene l'argomento di cui si sta parlando e per inciso ho studiato gli algoritmi di codifica audio all'università non abituando l'orecchio ai "suonacci innaturali" di cui parli.
Bene, io gli algoritmi di codifica audio all'università non li ho studiati, però lavoro nel campo audio (tecnico del suono, broadcast) dai primi anni ottanta e forse ho comunque titolo per esprimere la mia opinione, non trovi? Ma veniamo alle tue contestazioni:
Anch'io mi riferivo alle "musicassette" analogiche e non a DAT e DCC (sai di cosa parlo?) e, per la cronaca, non ho mai sostenuto che una "compact cassette" avesse una dinamica superiore alle registrazioni digitali. Ho dichiarato (e ne sono assolutamente certo) che una stereo 7 (si chiamavano anche così), ben registrata, restituisca un suono migliore di un Mp3 (di qualsiasi bitrate). Intendiamoci su questo punto: "Migliore", per me, vuol dire, più naturale e rispettoso dell'origine (master) e con "ben registrata" intendo almeno un nastro "Fe-Cr" (meglio se "metal") ed un riduttore di rumore Dolby C (o meglio, DBX II). Quasiasi piastra Hi-Fi aveva un filtro antirumore di questo tipo, crescente in base alla qualità/prezzo dell'apparecchio. Io sono sempre stato un fanatico della registrazione analogica (per lavoro e per diletto) ed ho avuto a che fare con decine di questi prodotti, sia consumer che professionali, dai Nagra e Revox a bobina (standard nella radiodiffusione) ai Nakamichi a cassetta, tre testine, che costavano come un appartamento. Beh, io ho registrazioni di 30 anni fa che non hanno niente da invidiare ai vari file codificati con codec lossy, anzi. Il tallone d'achille della "compact cassette" era proprio la limitata gamma dinamica, dovuta alla contenutissima dimensione della banda magnetica e dalla bassa velocità imposta dallo standard (i deck a bobina non ne soffrivano, se non in modo assai più marginale), però, questo limite era notevolmente mitigato dai vari noise reducer (il DBX era straordinario), che influivano anche sulla resa dinamica e dalla pre/deenfasi NAB (alla stregua della "curva RIAA" dei dischi in vinile), applicata ai recorder/player. Quindi, per concludere, IMHO, la musicassetta vince sull'Mp3 perchè, anche se un po' compressa e rumorosa non introduce quegli insopportabili artefatti digitali dei codec lossy. E poi, cosa me ne frega di avere un sampling a 44.1 KHz. se poi il coder Mp3 taglia tutto quello che c'è sotto i 32 Hz e sopra i 16 Khz. (che è proprio la banda passante della cassetta analogica, anzi un po' meno, visto che un buon tape aveva almeno una risposta da 15-20.000 Hz)? Oltretutto gli algoritmi mutuati dalla psicoacustica, mi privano di altre informazioni, che secondo il matematico di turno "tanto il mio orecchio non percepirebbe" e così mi ritrovo con un pastrocco che ha 120 DB di dinamica ma senza "anima", che mi sfonda le orecchie, "inventandosi" cose che non esistono e privandomi di armoniche, ottave e subottave che, non saranno indispensabili per il Fraunhofer Institute ma che, quando accendo il mio ampli valvolare ed appoggio la puntina sul mio giradischi, riempiono la stanza di pure emozioni.
Ovvio che tutto quanto ho dichiarato vale SOLO per i file codificati con codec lossy e non per registrazioni digitali pure e/o codec lossless (come il FLAC tirato in ballo, impropriamente, in questo thread). :)

bricci_mn
17-10-2008, 15.15.43
In sintesi:
-Un mp3 può avere la qualità del suono reale?
Asssolutamente NO (anche se con gli strumenti audio di uso domestico è difficile capire la differenza)
-Un audio cassetta analogica tradizionale(anche metallo\cromo) può offrire un suono superiore a qualsiasi file codificato in mp3
C*****a mostruosa. :o

SMH17, a mio avviso la verità sta nel mezzo.
Luk66 ha ragione da vendere sul piano "emotivo", in quanto è vero che armoniche, subarmoniche, complementi psicoacustici vari, hanno un'influenza più che positiva sull'emozione che dà l'ascolto di una registrazione fatta come dio comanda.

Solo che non sono d'accordo sul dire che le audiocassette (anche Metal, con DBX II o DolbyC) siano una gran bella cosa da ascoltare.
In promo luogo, l'introduzione del Dolby falsa letteralmente la risposta in frequenza del segnale, lavorando come un espansore di banda, che poi "sega" i picchi ottenuti, eliminando di conseguenza fruscio (enfatizzato e poi tagliato) e comunque imponendo un effetto di leggera enfatizzazione delle frequenze più elevate. Le cassette (non paragoniamole alle bobine, per carità!!!), ascoltate con lettori con le contropalle, hanno comunque una qualità che risentita oggi è a mio avviso indegna.
Suono inscatolato, privo di dettaglio, piatto e senza un minimo di profondità. Il fronte, se pur ampio, è confuso, sfuocato.

E parlo per esperienza di ascolto della durata della mia esistenza, arrivata proprio oggi alla 33ma ricorrenza... In famiglia l'ascolto di alto livello della musica riprodotta è tradizione da svariati decenni: McIntosh, Mark Levinson, Classé, Spectral, Linn, Tascam... per citare alcuni anelli delle catene avute a chi li conosce...

Comunque stiamo uscendo dal topic, ma concludo: sicuramente i LOSSLESS sono superiori a qualsiasi LOSSY, ma questi ultimi fatti con criterio e con coder di comprovata efficacia e qualità, partendo da fonti che lo permettano, danno risultati di buonissimo livello.

Sul fronte del TOPIC, io personalmente trovo assurdo il modo di strodirsi che hanno soprattutto i ragazzini di ascoltare TUTTO a volumi demenziali. In realtà non sapendo che la DINAMICA è il vero gusto della musica da ascoltare, e non il volume. Anche se un pieno orchestrale spacca i timpani pure dal vivo... :x:

Venite a sentire l'Ouverture 1812 di Tchaikovsky edizione TELARC da me, poi ne parliamo. :devil: (...e parliamo di CD!)

SMH17
17-10-2008, 18.16.28
SMH17, a mio avviso la verità sta nel mezzo.
Luk66 ha ragione da vendere sul piano "emotivo", in quanto è vero che armoniche, subarmoniche, complementi psicoacustici vari, hanno un'influenza più che positiva sull'emozione che dà l'ascolto di una registrazione fatta come dio comanda.

Solo che non sono d'accordo sul dire che le audiocassette (anche Metal, con DBX II o DolbyC) siano una gran bella cosa da ascoltare.
In promo luogo, l'introduzione del Dolby falsa letteralmente la risposta in frequenza del segnale, lavorando come un espansore di banda, che poi "sega" i picchi ottenuti, eliminando di conseguenza fruscio (enfatizzato e poi tagliato) e comunque imponendo un effetto di leggera enfatizzazione delle frequenze più elevate. Le cassette (non paragoniamole alle bobine, per carità!!!), ascoltate con lettori con le contropalle, hanno comunque una qualità che risentita oggi è a mio avviso indegna.
Suono inscatolato, privo di dettaglio, piatto e senza un minimo di profondità. Il fronte, se pur ampio, è confuso, sfuocato.

E parlo per esperienza di ascolto della durata della mia esistenza, arrivata proprio oggi alla 33ma ricorrenza... In famiglia l'ascolto di alto livello della musica riprodotta è tradizione da svariati decenni: McIntosh, Mark Levinson, Classé, Spectral, Linn, Tascam... per citare alcuni anelli delle catene avute a chi li conosce...

Comunque stiamo uscendo dal topic, ma concludo: sicuramente i LOSSLESS sono superiori a qualsiasi LOSSY, ma questi ultimi fatti con criterio e con coder di comprovata efficacia e qualità, partendo da fonti che lo permettano, danno risultati di buonissimo livello.

Sul fronte del TOPIC, io personalmente trovo assurdo il modo di strodirsi che hanno soprattutto i ragazzini di ascoltare TUTTO a volumi demenziali. In realtà non sapendo che la DINAMICA è il vero gusto della musica da ascoltare, e non il volume. Anche se un pieno orchestrale spacca i timpani pure dal vivo... :x:

Venite a sentire l'Ouverture 1812 di Tchaikovsky edizione TELARC da me, poi ne parliamo. :devil: (...e parliamo di CD!)

Sono daccordo, visto che il primo messaggio di luk66 parlava della dinamica dell'mp3 chiaramante inferiore a quella reale in quanto formato lossy(e neanche del tipo migliore) ma sicuramente superiore a quella di un'audio cassetta o cercato di chiarirmi, il secondo post di luk66 mi sembra un tentativo di risollevare il suo punto di vista... tecnicamente non può essere un'audio cassetta migliore dell'mp3 al massimo si può dire "io preferisco il suono di un'audio cassetta" e questa è un'opinione personale e non ribatto.
Io credo che a molta gente capiti raramente(o mai) di ascoltare file codificati come si deve e si faccia un'idea sbagliata delle potenzialità intrinseche del formato audio, anche perchè la maggioranza dei file che circolano in rete sono stati codificati in maniera sbrigativa, e, la qualità di codifica faccio notare non dipende solo dal bitrate e dalla frequenza ma anche dell'accuratezza dell'elaborazione che se settata ai massimi livelli fa si che la conversione diventi considerevolmente più lenta.
I formati Flac e Ape e in genere tutti i lossless sono chiaramente imbattibili quanto a qualità però non possono dare la portabilità di un formato lossy decente per questo credo che l'AAC sia la svolta che serve nell'audio diffusione. :)

luk66
18-10-2008, 11.30.28
Chiudo le mie considerazioni sull'argomento, per non incorrere nelle ire del Mod. ;)

x bricci_mn:

Le audiocassette non saranno una bella cosa da ascoltare, ma nemmeno gli Mp3, IMHO. I riduttori di rumore dell'ultima generazione (Dolby C, magari con HX Pro e DBX II) NON falsavano assolutamente il suono. Purtroppo, la perfetta sincronizzazione fra macchina rec e play, si poteva ottenere solo usando... lo stesso apparecchio, visto che bastava una piccola differenza di azimuth per vanificare l'efficacia dei noise reducer. Il principale obbiettivo dei laboratory Dolby e DBX era proprio quello di restituire una riproduzione il più possibile indistinguibile dall'originale (e secondo me, in DBX, c'erano riusciti). Mi spiace non poterti far ascolatre delle mie vecchie registrazioni effettuate con una piastra Technics RS-B965, perchè sono sicuro che ti ricrederesti. :)

x SMH17:

Non ho MAI sostenuto che la registrazione analogica avesse una gamma dinamica superiore all'Mp3 (rileggere il mio primo messaggio, per conferma), anzi... Ho sostenuto però, e ne sono sicuro, che questa maggiore estensione fosse vanificata da tutte le "schifezze" (passami la "volgarità") che la codifica lossy introduce. Per la cronaca, comunque, sappi che un'audiocassetta registrata (e riprodotta) con DBX II, ha una dinamica di 100 dB. Sai qual'è la dinamica di un comune CD audio? 106 dB! Quindi... ;)

Ciao e grazie per l'ottima, e civile, discussione. :)

http://www.futuretrek.neostrada.pl/Galeria/TECHNICS-RS-B965.jpg

SMH17
18-10-2008, 12.02.55
Chiudo le mie considerazioni sull'argomento, per non incorrere nelle ire del Mod. ;)

x bricci_mn:

Le audiocassette non saranno una bella cosa da ascoltare, ma nemmeno gli Mp3, IMHO. I riduttori di rumore dell'ultima generazione (Dolby C, magari con HX Pro e DBX II) NON falsavano assolutamente il suono. Purtroppo, la perfetta sincronizzazione fra macchina rec e play, si poteva ottenere solo usando... lo stesso apparecchio, visto che bastava una piccola differenza di azimuth per vanificare l'efficacia dei noise reducer. Il principale obbiettivo dei laboratory Dolby e DBX era proprio quello di restituire una riproduzione il più possibile indistinguibile dall'originale (e secondo me, in DBX, c'erano riusciti). Mi spiace non poterti far ascolatre delle mie vecchie registrazioni effettuate con una piastra Technics RS-B965, perchè sono sicuro che ti ricrederesti. :)

x SMH17:

Non ho MAI sostenuto che la registrazione analogica avesse una gamma dinamica superiore all'Mp3 (rileggere il mio primo messaggio, per conferma), anzi... Ho sostenuto però, e ne sono sicuro, che questa maggiore estensione fosse vanificata da tutte le "schifezze" (passami la "volgarità") che la codifica lossy introduce. Per la cronaca, comunque, sappi che un'audiocassetta registrata (e riprodotta) con DBX II, ha una dinamica di 100 dB. Sai qual'è la dinamica di un comune CD audio? 106 dB! Quindi... ;)

Ciao e grazie per l'ottima, e civile, discussione. :)


E io non ho mai sostenuto che tu abbia sostenuto che ha dinamica maggiore un audio cassetta di un mp3 :x: ma visto che ti lamentavi dei "tagli" della codifica mp3 mi sembrava strano che non ti tangesse la quantità d'informazioni sull'onda audio che si perde invece nella registrazione sulla comune audio cassetta che rende il suono meno dettagliato, i vari filtri Dolby migliorano certamente l'ascolto ma non tolgono i limiti della registrazione su audio cassetta. :o
PS
Se poi parli di vecchie registrazioni... beh ricordo inoltre che la registrazione su cassetta va incontro nel tempo a una progressiva e inesorabile decadenza qualitativa data dalla smagnetizzazione del nastro, altra orribile caratteristica dell'audio cassetta :devil:

Sbavi
18-10-2008, 13.08.30
Chiudo le mie considerazioni sull'argomento, per non incorrere nelle ire del Mod. ;)

Nessuna ira ;) Direi che si è leggermente OT, ma che tutto sommato, visto l'argomento, ci può stare. Avete dato vita ad una gran bella discussione :)




Ciao e grazie per l'ottima, e civile, discussione. :)

(Y) (Y)