PDA

Visualizza versione completa : la rivista "Newton" chiude


Thor
29-01-2008, 20.29.23
riporto l'ultimo editoriale, del numero di gennaio:E' arrivato il momento dei saluti
Insomma, dopo dieci anni di avventure nel mondo della scienza, è arrivato il momento dei saluti. Questo è l’ultimo appuntamento che avete con Newton. Con un un giornale che nei suoi 124 numeri ha cercato di farvi esplorare nuovi territori della conoscenza, e di vedere con occhi diversi ciò che accade intorno a noi e un po’ forse anche dentro di noi.
Non amo la retorica, ma i buoni sentimenti sì. Quindi, non retoricamente ma sinceramente, voglio ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile questo viaggio di dieci anni, non sempre facile ma sempre movimentato, nelle idee che stanno modellando il nuovo millennio. Innanzitutto la redazione e i collaboratori, l’editore, la concessionaria di pubblicità. E un grazie particolare agli scienziati che sia con i loro articoli, sia aprendoci le porte dei laboratori, ci hanno fatto vivere in diretta le loro scoperte. Ma il ringraziamento maggiore va a voi lettori, a cui tutti noi dobbiamo la possibilità di aver realizzato un giornale intelligente (non lo dico io, lo stanno dicendo in tanti dopo aver appreso la notizia della chiusura delle pubblicazioni). Perché un giornale è anche lo specchio dei suoi lettori e ha il pubblico che si merita, in senso positivo o negativo.
A me resta una straordinaria esperienza, umana e professionale, migliaia di pagine confezionate e altrettante sigarette fumate, una serie infinita di entusiasmi e di arrabbiature (ci vogliono anche queste per fare un giornale), la consapevolezza che la vita è imprevedibile.
Per questo non vi saluto con un addio ma con un arrivederci.Il motivo? Purtoppo, le basse vendite:Rcs chiude Newton
Un ultimo numero speciale per il mensile scientifico diretto da Giorgio Rivieccio. La chiusura è arrivata dopo un anno di tentativi, da parte dell'editore, di rianimare il prodotto con un restyling a 360°. Newton aveva raggiunto le 66.400 copie, ben il -45% rispetto alle 120.740 copie dello stesso periodo di rilevazione dell'anno precedente. (Fonte: Italia Oggi)Che dire? Che è vero che ultimamente il giornale era scaduto..forse proprio nel tentativo di "abbellirlo"..Ma è anche vero che ci sono rimasto davvero male (mi ricordo, nel 1997, il numero 1)..e la riflessione che mi viene in mente, l'ho letta su Life on MarsIn questo assurdo paese, scommetto che i giornali di astrologia e gossip non chiudono mai, anzi prolificano. Invece, un giornale intelligente di divulgazione scientifica, non trova il numero minimo di lettori che gli permetta di continuare ad essere presente in edicola.

Benissimo, un giornale ha il pubblico che si merita, e noi abbiamo l’Italia che ci meritiamo, avvelenata dai gas di scarico e dalla diossina della spazzatura, con politici fantoccio che abbiamo votato e per i quali il mondo ci ride dietro, con un’economia sull’orlo dell’abisso e una paura del progresso scientifico dovuta alla profonda ignoranza che ci attanaglia. Ma continuiamo pure cosi`, viva l’Italia!:(

Per fortuna che c'è "Le Scienze"..ma davvero, cose così mi fan capire di vivere in una nazione di ignoranti, in cui chiesa e superstizione la fan da padroni. (N)

Scusate lo sfogo.

Dav82
29-01-2008, 20.45.34
Non posso che essere con te :(

NightMan
29-01-2008, 20.49.59
Bel giornale. Purtroppo la stampa seria non tira mentre il gossip... :(

n@ndo
29-01-2008, 21.01.55
succede a tutte le riviste che non si schierano politicamente.si sà che si affilia a movimenti politici hanno sovvenzioni dallo stato,questo dimostra che era una rivista seria (non l'ho mai comprata) :(

Astro
29-01-2008, 21.06.32
Per fortuna che c'è "Le Scienze"..ma davvero, cose così mi fan capire di vivere in una nazione di ignoranti, in cui chiesa e superstizione la fan da padroni. (N)

Scusate lo sfogo.

Non capisco cosa c'entri la chiesa e la superstizione con la chiusura del giornale, ma per il resto ti quoto in tutto... ;)

L'Italia è un popolo di ignoranti che ama solo farsi i fatti degli altri...


PS: Ho letto poco Newton , di solito leggo Focus, potete dirmi di cosa trattava maggiormente e come era strutturato?

Thor
29-01-2008, 21.14.34
Newton cercava di trattare la scienza "seria" (e non quella tutta fuochi artificiali e senzazione, alla Focus), in maniera leggibile anche senza aver studiato fisica.

Ultimamente, causa vendite in ribasso..gli articoli erano diventati più Focus-like..dunque secondo me tentando di porre rimedio a una flessione minima, han peggiorato le cose con una virata editoriale rischiosa..che non ha pagato, da quel che abbiam visto.

Astro
29-01-2008, 21.16.10
Capito.

Era una rivista scientifica per eccelenza quindi... ;)

Mi dispiace... :(

Robbi
29-01-2008, 21.17.01
Eccerto! :mad:
Evviva i Majer e Signorini in TV. I cultori del nulla, sanguisughe che vivono delle bassezze altrui, E li pagano pure ste mmmmmmer.... si :mad:

Vabbe nel mio ruolo non dovrei, ma mi girano troppo i maroni!
Ma siamo capaci di un sussulto d'orgoglio??
Possibilie che una rivista che NON parla di minkiate debba chiudere?

Ma che vergogna! :(

exion
30-01-2008, 06.47.48
Secondo me questo genere di riviste, scientifiche ma di divulgazione quindi alla portata di tutti, subiscono soprattutto la concorrenza di Internet, più che di altri settori della stampa.

TyDany
30-01-2008, 10.50.13
Non mi stupisce affatto e, a mio modo di vedere, non è un problema solo italiano... basti vedere su internet un pò di statistiche, ciò che tira di più sono le varie Lindsay Lohan, Britney Spears e Paris Hilton mezze nude o strafatte... quello che tira al agiorno d'oggi è la spazzatura... poco altro...

RNicoletto
30-01-2008, 11.30.54
Condivido l'amarezza. :(

C'è da sperare che il trend sia quello indicato da exion e cioé che il calo di lettori per le riviste scientifiche sia in realtà una migrazione dalla carta stampata ad Internet.

fisiologohifi
30-01-2008, 14.20.24
:( Il gossip vola...un giornale del genere che chiude....una fotografia della situazione attuale.
Peccato :timid:

ottobre_rosso
30-01-2008, 14.39.42
Secondo me questo genere di riviste, scientifiche ma di divulgazione quindi alla portata di tutti, subiscono soprattutto la concorrenza di Internet, più che di altri settori della stampa.

(Y)

Credo che il problema riguardi un po' tutti i campi.
E aggiungo che non mi stupirei affatto se nel corso dell'anno qualche altra casa editoriale dovesse pubblicare l'ultimo nº

wilhelm
31-01-2008, 08.17.47
Che vergogna! :mad:

Popolo di veline, gossip e quant'altro... :mad: