PDA

Visualizza versione completa : Microsoft accusa il mondo del software libero: 200 brevetti infranti


UG0_BOSS
15-05-2007, 17.31.37
http://money.cnn.com/magazines/fortune/fortune_archive/2007/05/28/100033867/index.htm?section=money_latest

Microsoft takes on the free world
Microsoft claims that free software like Linux, which runs a big chunk of corporate America, violates 235 of its patents. It wants royalties from distributors and users. Users like you, maybe. Fortune's Roger Parloff reports.

Microsoft accusa il mondo del software libero
Secondo Microsoft programmi liberi come linux violano 235 suoi brevetti; vuole pagate le royalties (licenze? :mm: ) da distributori ed utenti. Utenti come potremmo esserlo noi.


Do una letta all'articolo (è bello lungo) e poi riassumo i punti salienti sperando di tradurli bene :)


A meno che non sia una bufala, la notizia potrebbe essere pesante. Insomma, se fosse vero potrebbe voler dire l'inizio di una lunga guerra legale... speriamo bene. :mm:

Semi.genius
15-05-2007, 19.20.17
L'ho letta pure sul Metrò la notizia in un angolo.. :p Vendettaaaa :D

Downloader
15-05-2007, 19.27.39
Di baggianate Microzzoz ne ha sempre sparate, una in più non cambia la vita.

Il ciccione pelato (e mezzo matto, diciamocelo) della MS intanto ha tirato in ballo solo ciance, di fatti ancora non ne ho visti.


Ma...non fu la Microsoft stessa tempo fa a dire che Linux era SOLO un giocattolo??
Altra mega sparata?
Altrimenti non si spiega come un prodotto ignobile, lento, instabile e poco funzionale come GNU/Linux possa attirare in questo modo l'azienda più potente del mondo spingendola a diffamare continuamente questa piccola grande realtà.

Semi.genius
15-05-2007, 19.39.55
Di baggianate Microzzoz ne ha sempre sparate, una in più non cambia la vita.

Il ciccione pelato (e mezzo matto, diciamocelo) della MS intanto ha tirato in ballo solo ciance, di fatti ancora non ne ho visti.


Ma...non fu la Microsoft stessa tempo fa a dire che Linux era SOLO un giocattolo??
Altra mega sparata?
Altrimenti non si spiega come un prodotto ignobile, lento, instabile e poco funzionale come GNU/Linux possa attirare in questo modo l'azienda più potente del mondo spingendola a diffamare continuamente questa piccola grande realtà.

Giocattolo o no, anche se l'ha dichiarato, ciò che frega clienti è nemico :D Se ha i mezzi legali per provare ciò che dice, perché darli torto?

UG0_BOSS
15-05-2007, 19.55.58
Articolo su Repubblica (http://www.repubblica.it/2006/09/sezioni/scienza_e_tecnologia/microsoft4/microsoft-brevetti-open/microsoft-brevetti-open.html)
Articolo su "la stampa" (http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/tecnologia/grubrica.asp?ID_blog=30&ID_articolo=2359&ID_sezione=38&sezione=News)

Steve Ballmer (http://en.wikipedia.org/wiki/Steve_Ballmer) sostiene che "Viviamo in un mondo dove bisogna dare il riconoscimento delle proprietà intelletuali" e che "Bisogna giocare con le stesse regole degli affari, ad armi pari"

235 brevetti sono tanti, molti pensano che non possano essere infranti casualmente.

Eben Moglen (http://en.wikipedia.org/wiki/Eben_Moglen), professore di legge e storia legale presso la Columbia Law School di New York e membro della Free Software Foundation, afferma invece che il software, essendo nient'altro che un algoritmo matematico, non si può proteggere con brevetti (La corte suprema degli USA non ha mai affrontato esplicitamente questo argomento).
I numeri non lo impressionano più di tanto: il caso verrà esaminato molto attentamente e tutte le accuse potrebbero cadere dato che basta poco per invalidare un brevetto.

Infine, Moglen afferma che è solamente un'esca: quando il combattimento commerciale tra software libero e software a pagamento si fa duro, è proprio sul "terreno" dei brevetti che si va a combattere.


Le presunte "scopiazzature" sono così ripartite:
42 brevetti violati nel kernel;
65 brevetti violati nelle interfacce grafiche (non specifica quali);
45 brevetti violati in OpenOffice;
15 brevetti violati nei programmi di posta;
ed i restanti 65 in altri programmi liberi.

Downloader
15-05-2007, 20.53.02
Giocattolo o no, anche se l'ha dichiarato, ciò che frega clienti è nemico :D Se ha i mezzi legali per provare ciò che dice, perché darli torto?

Se quello che dice è TUTTO vero, non si può ovviamente dir assolutamente nulla.

Ma prima devo documentare tutto per bene.
Ora come ora è solo fumo (e credo resterà tale).

Semi.genius
15-05-2007, 21.10.07
Se quello che dice è TUTTO vero, non si può ovviamente dir assolutamente nulla.

Ma prima devo documentare tutto per bene.
Ora come ora è solo fumo (e credo resterà tale).


Già... per girarsi tutto l''open source e prendere tutte le prove, passeranno anni :p

Downloader
15-05-2007, 21.20.35
Ma nel caso fossi convinto che una mia proprietà intellettuale fosse abusivamente presente in un prodotto closed source come Windows quali armi avrei per difendermi??

UG0_BOSS
15-05-2007, 21.39.22
Comunque mi pareva strano che Microsoft non attaccasse in qualche modo il mondo del software libero. Probabilmente è già da tempo che stanno analizzando il codice e che tentano qualche appiglio legale per attaccare.

Sarà una lunga battaglia, staremo a vedere... una sorta di "scontro finale" come quello dei film :D

Semi.genius
15-05-2007, 21.49.56
Ma nel caso fossi convinto che una mia proprietà intellettuale fosse abusivamente presente in un prodotto closed source come Windows quali armi avrei per difendermi??


e perché non l'hai brevettato la tua proprietà così se te l'avessero copiato, ti pagavano? :p Brevettare serve a questo, come detto, a proteggere essa.

Chi primo brevetta, meglio alloggia :p

Downloader
15-05-2007, 21.52.54
Ecco, ma io come posso sapere se uno mi ha copiato una mia tecnologia (brevettata, ovvio) se non ho il sorgente per verificare?

Semi.genius
15-05-2007, 22.07.10
Ecco, ma io come posso sapere se uno mi ha copiato una mia tecnologia (brevettata, ovvio) se non ho il sorgente per verificare?

Mi ricorda un caso di Forum :p Se si usa qualche tecnologia che non è la propria, va indicato nel prodotto/sito ecc. insieme alle formative dei copyright..scoprire se una persona ha usato una tecnologia altrui senza permesso è dura (vedi le denunce che si sentono a volte dopo anni).. IMHO, chi sviluppa una tecnologia e vuole usarla a suo vntaggio, deve pbrevettarla..IMHO perciò se una persona ignora un esistente revetto e ribrevetta una cosa dall'altra, deve rimuovere il suo brevetto "per conflitto di brevetti".

Se una persona vuole usare la sua tecnologia, la deve brevettare e CONTROLLARE se non è stata già brevettata...

gsmet
16-05-2007, 16.39.30
Eben Moglen (http://en.wikipedia.org/wiki/Eben_Moglen), professore di legge e storia legale presso la Columbia Law School di New York e membro della Free Software Foundation, afferma invece che il software, essendo nient'altro che un algoritmo matematico, non si può proteggere con brevetti (La corte suprema degli USA non ha mai affrontato esplicitamente questo argomento).
I numeri non lo impressionano più di tanto: il caso verrà esaminato molto attentamente e tutte le accuse potrebbero cadere dato che basta poco per invalidare un brevetto.

Anche se questa dichiarazione è essenzialmente vera (Brevettare un algoritmo matematico è una minchiata), nel campo del software sarebbe più opportuno parlare di brevettare i risultati di quell'algoritmo, il compito, le idee su cui si fonda, ecc ecc.

Altrimenti tutto il mondo delle royalties cadrebbe...

Quindi sto professore di legge mi sa che si è scordato di leggere qualche libro ...