PDA

Visualizza versione completa : [Politica & co.] Il nuovo miracolo italiano?


Pagine : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 [14] 15 16 17 18 19 20

Silence
08-11-2006, 01.17.07
assolutamente no; avremo solo la conferma che anche questo re è nudo.
poi... boh.
che tirassero fuori i coglioni per proporre qualcuno di credibile.

(Y)

zen67
08-11-2006, 08.38.04
che tirassero fuori i coglioni per proporre qualcuno di credibile.

magari... al momento penso sia pura fantascienza....

sembra che nel frattempo il partito di dipietro abbia raggiunto un +10% di preferenze, visto la pulizia (sembra) onesta che sta facendo nel suo ministero (e come a licenziato senza buonuscita il cda anas... :devil: :act: )
se il panorama non cambia penso le prox elezioni darò il mio voto a lui... ù

zen67
08-11-2006, 08.42.44
p.s. se fosse stato lui il guardiasigilli sto casino dell'indulto (almeno fatto a sto modo senza amnistia e ammennicoli necessari )

per mastell@ prrrr

wilhelm
08-11-2006, 09.40.16
L'indulto oltre alle pene detentive condonava anche quelle pecuniarie.


Ho letto l'altro giorno un'intrevista al Procuratore di Verona che diceva:

1) le carceri sono tornate sovraffollate al 99% del livello di sovraffollamento che c'era prima dell'indulto;

2) in pene pecuniarie lo stato ha già perso 500.000.000€.

Risultato: le carceri sono come prima; lo stato, cioè noi, ha perso mezzo miliardo...

:mad:

A questo punto mi chiedo chi doveva tirare fuori Mastella... :mad:

zen67
08-11-2006, 12.26.18
L'indulto oltre alle pene detentive condonava anche quelle pecuniarie.
Ho letto l'altro giorno un'intrevista al Procuratore di Verona che diceva:
1) le carceri sono tornate sovraffollate al 99% del livello di sovraffollamento che c'era prima dell'indulto;
2) in pene pecuniarie lo stato ha già perso 500.000.000€.
Risultato: le carceri sono come prima; lo stato, cioè noi, ha perso mezzo miliardo...
:mad:
A questo punto mi chiedo chi doveva tirare fuori Mastella... :mad:


che schifo...:mad:

beh di nomi eccellenti c'è ne sono a bizzeffe ed un po da entrambi gli schieramenti politici... (sicuramente previti è uno che non ringrazierà mai abbastanza la sx)... :devil:

non dimentichiamo che hanno votato a favore 800 persone nel parlamento...

biologist1972
08-11-2006, 12.27.06
assolutamente no; avremo solo la conferma che anche questo re è nudo.
poi... boh.
che tirassero fuori i coglioni per proporre qualcuno di credibile.
(Y) (Y)

RNicoletto
09-11-2006, 12.32.33
Se lasciavi un popolo senza pane ti faceva la rivoluzione; ora devi solo dargli il cellulare e un incentivo per la TV digitale e stai tranquillo....al massimo non ti rivota.
AMEN! :rolleyes:

exion
09-11-2006, 12.55.59
A questo punto mi chiedo chi doveva tirare fuori Mastella... :mad:

Previti

Robbi
09-11-2006, 13.07.01
I Repubblicani in America hanno preso una bella scoppola! :eek:
A meno di improbabili cambiamenti, credo che gli U.S.A. si preparino ad avere il primo Presidente donna.
A dire il vero credo che lo sia gia' stata per 8 anni, ;) forse per questo ha fatto finta di non vedere quello che succedeva sotto la scrivania del marito :D

Furrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrba!!

RNicoletto
09-11-2006, 14.45.35
AZZ... I democratici hanno vinto anche al Senato.

Prevedo due anni di inerzia della politica americana con da una parte un'amministrazione fortemente repubblicana (Bush & Co.) e dall'altra un Congresso (Camera e Senato) a maggioranza democratica. :o

Robbi
09-11-2006, 15.27.29
Ma no Renzo! ;) Non e' la prima volta che succede in America.

Non si incarteranno come faremmo noi. Da loro l'interesse nazionale supera anche le divisioni piu' profonde. E' un fatto concettuale, connaturato negli americani e nei popoli anglosassoni in genere. E' forte il senso dello Stato!

Se c'e' da fare una operazione qualsiasi essa sia che salvaguardi il loro interesse, la fanno punto e basta, anche senza guardare troppo per il sottile! Storie passate e recenti sono li' a dimostrarlo!
:)

Sbavi
09-11-2006, 15.57.22
http://dks.thing.net/lewinsky.jpg

Maiala. Praticamente solo io non me la sono fatta :wall:

zen67
09-11-2006, 16.19.51
relativamente agli states c'è da sperare che inizi a modificarsi la loro politica estera, dunque con un apertura maggiore al dialogo con il m.o....

RNicoletto
10-11-2006, 10.28.17
Ma no Renzo! ;) Non e' la prima volta che succede in America.

Non si incarteranno come faremmo noi. Da loro l'interesse nazionale supera anche le divisioni piu' profonde. E' un fatto concettuale, connaturato negli americani e nei popoli anglosassoni in genere. E' forte il senso dello Stato!

Se c'e' da fare una operazione qualsiasi essa sia che salvaguardi il loro interesse, la fanno punto e basta, anche senza guardare troppo per il sottile! Storie passate e recenti sono li' a dimostrarlo!
:)
Forse mi sono espresso male...

Non intendevo dire che negli States i prossimi due anni saranno privi di leggi ed interventi. Intendevo dire che il numero ed il "peso" di queste leggi saranno sicuramente diversi da quelli cui ci ha abiutato l'epoca Bush.

Dav82
10-11-2006, 10.50.54
Su questo argomento c'è un interessante articolo (http://www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/2006/11_Novembre/10/kupchan.shtml) sul Corriere di oggi.


Probabilmente il loro Ministero della Difesa non sarà più un Ministero dell'Attacco tout-court, ma cmq poco cambierà.

Robbi
10-11-2006, 10.51.10
@ Renzo
Me lo auguro caldamente pure io!
;)

infinitopiuuno
10-11-2006, 15.29.45
Finanziaria..cut cut...

È poi prevista una maggiorazione del 50% che non si applicherà più sui Suv ma alle vetture con potenza superiore ai 100 kw.

L'incremento sarà progressivo, cioè si applicherà solo ai kw che superano quota 100.

cut cut

Insomma 2.58 al 50% sono Euro 1.29 che si pagano in più dopo i 100 kw...bene...se sono veramente kw.

exion
11-11-2006, 09.22.03
Finanziaria..cut cut...



paste... paste.... Finanziaria



:inn:

infinitopiuuno
11-11-2006, 10.13.10
ROMA (Reuters) - Il consiglio dei ministri ha approvato oggi un decreto legge che consente di anticipare di un anno -- al 1 gennaio 2007 -- la riforma della previdenza complementare. Contrario il voto del ministro di Rifondazione alle Politiche sociali, Paolo Ferrero, secondo il quale il provvedimento non rispetta il programma dell'Unione ed è in linea con la riforma previdenziale del precedente governo.

In Yahoo notizie.

LOL..asdasd...

Flying Luka
12-11-2006, 12.39.08
Se non erro Berlusconi definì "c.o.g.l.i.o.n.i." gli italiani che avrebbero votato C.S.

Bene!

Ora il C.S. rilancia!

_____________

Sfuriata del premier: «Non cambio la manovra». Gli alleati imbarazzati: una crisi di nervi, dovrebbe andare di più in bici
Prodi insulta l'Italia: «È un Paese impazzito». Difende la sua politica economica e avverte gli alleati: «Della manovra non cambio nulla». Nel centrosinistra sono imbarazzati: «Una crisi di nervi, dovrebbe andare di più in bici». Nella Cdl c'è chi, come Fini, ironizza («Gengis Khan meglio di lui») e chi si infuria, come Casini («Si chieda chi sono i veri matti»).

_____________

Se non altro Berlusconi aveva insultato circa il 50% degli italiani.

Prodi, invece, fa l' "En Plein" ed insulta il 100%.... inclusi i suoi stessi elettori!

Grande! :act: :act: :act:

wilhelm
13-11-2006, 15.38.10
Oggi mi hanno detto questa: "Anche l'indulto e' colpa di Berlusconi: Mastella e il governo l'hanno fatto sotto il suo ricatto e la sua corruzione...".


Tanto e' sempre colpa sua... :mad:

Flying Luka
16-11-2006, 13.03.37
Palazzo Chigi è nel caos, la manovra verrà trasformata in un maxi emendamento con mille commi

Il governo è nel caos: la Finanziaria sarà trasformata in un maxi-emendamento con mille commi. Prodi pretende la fiducia e il Parlamento deve votare una legge che nessuno conosce. Per ora c'è un'unica certezza: 50 miliardi di nuove tasse. Secondo il segretario della Uilm con la manovra pagheranno di più anche i lavoratori a basso reddito e le imprese.

Protestano persino i carabinieri.

biologist1972
16-11-2006, 13.44.33
Palazzo Chigi è nel caos, la manovra verrà trasformata in un maxi emendamento con mille commi
Il governo è nel caos: la Finanziaria sarà trasformata in un maxi-emendamento con mille commi. Prodi pretende la fiducia e il Parlamento deve votare una legge che nessuno conosce. Per ora c'è un'unica certezza: 50 miliardi di nuove tasse. Secondo il segretario della Uilm con la manovra pagheranno di più anche i lavoratori a basso reddito e le imprese.
Protestano persino i carabinieri.

Alla faccia dello slogan comunistoide "anche i ricchi piangano", un governo fintamente di sinistra, tassa e tartassa proprio i ceti meno abbienti. I balzelli che hanno creativamente sfornato, colpiscono tutti indiscriminatamente con ripercussioni profonde a livello sociale ed economico.L'aspetto sconcertante è la maldestra e squinternata capacità di questi signori di improntare provvedimenti caratterizzati da un vero delirio fiscale, un piccolo esempio: da una parte tassano ricette e prestazioni sanitarie,aumentano il bollo anche per auto utilitarie, aumentano i costi energetici col raddoppio dell'I.V.A e dall'altra garantiscono sgravi fiscali ai palestrati e a coloro che volessero acquistare nuovi elettrodomestici. Spero che tornino presto a fare i girotondi nelle piazze italiane, lasciando le loro calde poltrone a esponenti più competenti. :grrr:

Flying Luka
16-11-2006, 13.55.01
fenomeno fotografato dall'Isae, istituto pubblico che dipende dal ministero dell'Economia:

La storia si ripete. Con questa Finanziaria il governo con una mano dà, con l'altra toglie. Dal beneficio del cuneo fiscale alle imprese annullato - in parte - dalla misura sul tfr, al caso delle addizionali che azzerano (e peggiorano) il carico fiscale sulle famiglie (ed ancora una volta, sulle imprese). Con questa manovra si ripropone il caso dell'Eurotassa, quando tutti i benefici fiscali legati al rimborso del 60% dell'imposta straordinaria per entrare in Europa vennero «mangiati» dalle addizionali regionali e comunali. D'altra parte il presidente del Consiglio è lo stesso; così è lo stesso il responsabile della politica fiscale. Con il risultato che anche quei contribuenti (a basso reddito) che - sulla carta - contavano di vedere ridotto il prelievo fiscale sulle loro buste paga, in realtà pagheranno più tasse. Soprattutto se sono proprietari di casa.

A completare i calcoli (e a svelare l'operazione del governo) arriva un documento elaborato dall'ufficio studi degli Artigiani di Mestre. Un lavoratore dipendente single, che vive in una casa in affitto, avrà un beneficio fiscale netto dalla riforma Irpef di 4 euro all'anno. Ma a patto che il comune in cui abita decida di non toccare l'addizionale Irpef comunale. In caso contrario, lo stesso lavoratore, proprietario di casa, che vive in un comune che decide di utilizzare l'addizionale Irpef e la tassa di scopo sull'Ici pagherà 142,7 euro di tasse in più. Se un lavoratore con lo stesso reddito ha anche moglie ed un figlio e vive in un comune che non tocca le addizionali, pagherà 315 euro di minori tasse. Ma se vive in un comune che utilizza tutte le addizionali a disposizione, pagherà 168,6 euro di tasse in più.
Se dai 25mila euro si passa a 40 mila euro, la situazione peggiora. Il single di un comune virtuoso pagherà 13, 6 euro in più all'anno. Ma se vive in una grande città (ad eccezione di Milano e Venezia) ed è anche proprietario di casa, pagherà più tasse (per il ritocco delle addizionali) per 224,3 euro. Lo stesso vale anche per il contribuente con 40mila euro e moglie ed un figlio a carico. Se è in affitto e in un comune virtuoso, pagherà 82,5 euro di Irpef in più, nonostante gli assegni familiari. Ma se abita in una casa di proprietà ed il proprio comune utilizza a fondo le addizionali, l'aumento dell'imposizione fiscale sarà di 128, 1 euro all'anno.
La tattica della mano che dà e della mano che toglie si ripete anche per le imprese. Le macro-cifre della manovra indicano uno taglio del cuneo per 2,5 miliardi, a fronte di un trasferimento all'Inps di un flusso di tfr di 6 miliardi. Ma se dal bilancio dello Stato, passiamo a quello delle imprese, si vede che per un impresa individuale con quattro dipendenti a fronte di un beneficio del cuneo di 332 euro e di un miglioramento dell'Irpef, il peso dei contributi previdenziali, i maggiori oneri burocratici e l'impatto della deducibilità fiscale delle auto di servizio, finiscono per appesantire il carico fiscale. Appesantimento che oscilla fra i 691 euro per un'impresa con redditi fino a 15mila euro ai quasi 1200 euro per una da 40 mila euro.
Questo tipo di scorciatoie il governo le applica anche nei confronti dei suoi ministri e dei suoi parlamentari. Ha fatto credere alla Levi Montalcini che dava maggiori risorse alla Ricerca, mentre i nuovi fondi arrivavano da altri capitoli della Ricerca. Così come ha fatto credere a Pallaro di garantirgli risorse aggiuntive per gli imprenditori italiani nel mondo, mentre arrivavano da fondi della Farnesina.

biologist1972
16-11-2006, 15.53.22
fenomeno fotografato dall'Isae, istituto pubblico che dipende dal ministero dell'Economia:

La storia si ripete. Con questa Finanziaria il governo con una mano dà, con l'altra toglie. Dal beneficio del cuneo fiscale alle imprese annullato - in parte - dalla misura sul tfr, al caso delle addizionali che azzerano (e peggiorano) il carico fiscale sulle famiglie (ed ancora una volta, sulle imprese). Con questa manovra si ripropone il caso dell'Eurotassa, quando tutti i benefici fiscali legati al rimborso del 60% dell'imposta straordinaria per entrare in Europa vennero «mangiati» dalle addizionali regionali e comunali. D'altra parte il presidente del Consiglio è lo stesso; così è lo stesso il responsabile della politica fiscale. Con il risultato che anche quei contribuenti (a basso reddito) che - sulla carta - contavano di vedere ridotto il prelievo fiscale sulle loro buste paga, in realtà pagheranno più tasse. Soprattutto se sono proprietari di casa.

A completare i calcoli (e a svelare l'operazione del governo) arriva un documento elaborato dall'ufficio studi degli Artigiani di Mestre. Un lavoratore dipendente single, che vive in una casa in affitto, avrà un beneficio fiscale netto dalla riforma Irpef di 4 euro all'anno. Ma a patto che il comune in cui abita decida di non toccare l'addizionale Irpef comunale. In caso contrario, lo stesso lavoratore, proprietario di casa, che vive in un comune che decide di utilizzare l'addizionale Irpef e la tassa di scopo sull'Ici pagherà 142,7 euro di tasse in più. Se un lavoratore con lo stesso reddito ha anche moglie ed un figlio e vive in un comune che non tocca le addizionali, pagherà 315 euro di minori tasse. Ma se vive in un comune che utilizza tutte le addizionali a disposizione, pagherà 168,6 euro di tasse in più.
Se dai 25mila euro si passa a 40 mila euro, la situazione peggiora. Il single di un comune virtuoso pagherà 13, 6 euro in più all'anno. Ma se vive in una grande città (ad eccezione di Milano e Venezia) ed è anche proprietario di casa, pagherà più tasse (per il ritocco delle addizionali) per 224,3 euro. Lo stesso vale anche per il contribuente con 40mila euro e moglie ed un figlio a carico. Se è in affitto e in un comune virtuoso, pagherà 82,5 euro di Irpef in più, nonostante gli assegni familiari. Ma se abita in una casa di proprietà ed il proprio comune utilizza a fondo le addizionali, l'aumento dell'imposizione fiscale sarà di 128, 1 euro all'anno.
La tattica della mano che dà e della mano che toglie si ripete anche per le imprese. Le macro-cifre della manovra indicano uno taglio del cuneo per 2,5 miliardi, a fronte di un trasferimento all'Inps di un flusso di tfr di 6 miliardi. Ma se dal bilancio dello Stato, passiamo a quello delle imprese, si vede che per un impresa individuale con quattro dipendenti a fronte di un beneficio del cuneo di 332 euro e di un miglioramento dell'Irpef, il peso dei contributi previdenziali, i maggiori oneri burocratici e l'impatto della deducibilità fiscale delle auto di servizio, finiscono per appesantire il carico fiscale. Appesantimento che oscilla fra i 691 euro per un'impresa con redditi fino a 15mila euro ai quasi 1200 euro per una da 40 mila euro.
Questo tipo di scorciatoie il governo le applica anche nei confronti dei suoi ministri e dei suoi parlamentari. Ha fatto credere alla Levi Montalcini che dava maggiori risorse alla Ricerca, mentre i nuovi fondi arrivavano da altri capitoli della Ricerca. Così come ha fatto credere a Pallaro di garantirgli risorse aggiuntive per gli imprenditori italiani nel mondo, mentre arrivavano da fondi della Farnesina.
(Y) (Y) (Y) (Y)

Silence
16-11-2006, 16.04.27
...e come se non bastasse!
...anche se la notizia non farà scalpore!
...data la grande facilità dei nostri politici nel sentenziare!
...data l'assoluta capacità di scambiarsi ministeri,sentendosi competenti su tutto!

Il caro :rolleyes: ministro Mastella, giorni fa ha lanciato anatemi contro i videogames violenti (sarà solo fumo come al solito? sperem)!

Secondo il nostro caro :rolleyes: ministro, essi sono cattivi esempi per i minori (chissà come mai non cita invece i palinsesti rai/mediaset), i videogames sono violenti e diseducativi. Bisogna vietarli, in modo tale che i ragazzi sotto i 16 anni siano tutelati :mm:

La cosa più bella di tutto il suo discorso è: "Però è difficile impedire ad un minore di venire a contatto con questi videogames (cioè simili prodotti del demonio :rolleyes: ), qualcuno potrebbe comprarli per loro.

Allora? Che si fa? Come lo si risolve questo GRAVE problema, come si affronta questa PIAGA (altro che finanziaria)?

Bisogna impedirne la commercializzazione in Italia

Discorso da incorniciare, da applausi! :mm: :wall: :wall:

exion
16-11-2006, 16.43.43
...e come se non bastasse!
...anche se la notizia non farà scalpore!
...data la grande facilità dei nostri politici nel sentenziare!
...data l'assoluta capacità di scambiarsi ministeri,sentendosi competenti su tutto!

Il caro :rolleyes: ministro Mastella, giorni fa ha lanciato anatemi contro i videogames violenti (sarà solo fumo come al solito? sperem)!

Secondo il nostro caro :rolleyes: ministro, essi sono cattivi esempi per i minori (chissà come mai non cita invece i palinsesti rai/mediaset), i videogames sono violenti e diseducativi. Bisogna vietarli, in modo tale che i ragazzi sotto i 16 anni siano tutelati :mm:

La cosa più bella di tutto il suo discorso è: "Però è difficile impedire ad un minore di venire a contatto con questi videogames (cioè simili prodotti del demonio :rolleyes: ), qualcuno potrebbe comprarli per loro.

Allora? Che si fa? Come lo si risolve questo GRAVE problema, come si affronta questa PIAGA (altro che finanziaria)?

Bisogna impedirne la commercializzazione in Italia

Discorso da incorniciare, da applausi! :mm: :wall: :wall:



15 anni di psicoterapia e ancora non sono riuscito a superare il trauma da PacMan :crying:


http://www.thepcmanwebsite.com/media/pcman_game.gif

(quello in rosso con fare sospetto da delinquente è Mastella)

exion
16-11-2006, 17.09.21
Riunione straordinaria del governo in corso in questo momento per sbloccare le sorti della finanziaria.


Sono entrato in possesso, tramite un contatto sicuro, delle foto della riunione che sarebbe dovuta restare super segreta.


http://www.graziaphil.net/disneybolli/disneybolli/images/gruppo.gif



Si può notare le espressioni di profondo panico sui volti degli esponenti di governo che hanno capito che la situazione sta sfuggendo di mano....

Flying Luka
17-11-2006, 20.49.50
Allarme di Bankitalia: «Nel 2007 pressione fiscale record». Domani fiducia sulla manovra


Il governo taglia anche le pensioni degli italiani all'estero, decurtazioni che in alcuni casi arrivano all'80%. Sul fronte del fisco arriva l'allarme di Bankitalia che prevede nel 2007 una pressione fiscale record mentre mancano i soldi per la sicurezza. Domani si voterà la fiducia ma nell'Unione è fortissimo il malcontento. E Prodi continua a insultare l'Italia: «È un Paese addormentato».

wilhelm
17-11-2006, 22.34.07
E intanto fiducia... :mad:

L'atteggiamento verso i Carabinieri è vergognoso... :mad:


Ricapitoliamo: prima si annulla il loro lavoro con l'indulto e poi gli si mettono i bastoni fra le ruote: tagli tanti ai finanziamenti/mezzi/persone/strutture e finti aumenti (5€ netti al mese...) Nemmeno le peggiori trovate del tanto criticato Governo Berlusconi sono arrivate a fare tanto danno...



L'edizione di "Libero" di ieri è da incorniciare: non c'è una pagina non interessante... (Y)

Dav82
17-11-2006, 22.37.37
Fiducia come negli ultimi tre anni :01: :01: :01:

wilhelm
17-11-2006, 22.49.45
Fin che vuoi, ma siccome per gli ultimi cinque anni ci siamo sorbiti le vostre lamentele ininterrottamente adesso sorbitevi voi le nostre e non cercate di zittirci argomenti simili...

Dav82
17-11-2006, 23.06.58
E chi vi zittisce :p :)

E poi c'è anche quella feccia di Libero e Il Giornale (gli unici giornali non komunisti LOL :D), che tuonano di qua e di là... è divertente :D :D

exion
18-11-2006, 06.54.49
Fin che vuoi, ma siccome per gli ultimi cinque anni ci siamo sorbiti le vostre lamentele ininterrottamente adesso sorbitevi voi le nostre e non cercate di zittirci argomenti simili...


Nessuno ti zittisce :)

Anzi!


Al contrario, rischi di trovare tra le persone che consideri di sinistra e quindi "cattivi", molti pareri a sostegno del tuo.

Molta irritazione, e frustrazione, degli elettori di sinistra dal 2001 al 2006 veniva proprio da questo: totale granitica assenza di autocritica a destra, persino sulle castronerie più palesi.

Tra i sostenitori del governo di Prodi, di autocritica ce n'è forse fin troppa. A livello verticale, dalla dirigenza dei partiti fino al popolino bue degli elettori passando dai media a suo tempo definiti comunisti da Berlusconi, gli stanno dando tutti addosso. Una delle princxipali colpe, sicuramente l'indulto fatto alla CDC.

Se quando Berlusconi si faceva da solo le leggi per sé e pe i suoi amici ci fosse stato lo stesso soprassalto morale dei suoi alleati e dei loro elettori, stai pur certo che a sinistra saremmo stati in tanti ad :act: anziché a lamentarci.

wilhelm
18-11-2006, 09.18.16
Quello che volevo dire è che non serve a niente rispondere dicendo che gli ultimi hanno fatto lo stesso: sono quelle cose che IO non ho problemi a condannare, ma se continuiamo a dire ma l'hanno fatto anche quelli prima, ma l'anno fatto anche quelli prima di quelli prima, ecc., il dialogo è sterile: invece la risposta data da Dav così come l'ha date sembrava tanto: "Tanto non è un modo di procedere peggiore degli altri perché anche loro l'hanno fatto, quindi è accettabile".

Se ho interpretato male chiedo scusa, chiudiamo la polemica sui modi e riprendiamo a scannarci sui temi...



:devil:

NightMan
18-11-2006, 10.39.44
Nessuno ti zittisce :)

Anzi!


Al contrario, rischi di trovare tra le persone che consideri di sinistra e quindi "cattivi", molti pareri a sostegno del tuo.

Molta irritazione, e frustrazione, degli elettori di sinistra dal 2001 al 2006 veniva proprio da questo: totale granitica assenza di autocritica a destra, persino sulle castronerie più palesi.

Tra i sostenitori del governo di Prodi, di autocritica ce n'è forse fin troppa. A livello verticale, dalla dirigenza dei partiti fino al popolino bue degli elettori passando dai media a suo tempo definiti comunisti da Berlusconi, gli stanno dando tutti addosso. Una delle princxipali colpe, sicuramente l'indulto fatto alla CDC.

Se quando Berlusconi si faceva da solo le leggi per sé e pe i suoi amici ci fosse stato lo stesso soprassalto morale dei suoi alleati e dei loro elettori, stai pur certo che a sinistra saremmo stati in tanti ad :act: anziché a lamentarci.


Quoto il discorso in tutto.
Qui a sinistra l'autocritica è sempre molto forte e quasi mai viene fatta a posteriori, a differenza della destra che oggi rimprovera operazioni, come il ricorso alla fiducia, che in passato ha utilizzato anch'essa senza tutto questo scandalo dei prorpi elettori.
Insomma, ora fate bene a lamentarvi, dovete farlo, lo faccio anche io, ma perchè prima abbozzavate o giustificavate ogni malefatta del vostro governo?

infinitopiuuno
18-11-2006, 10.57.59
L'autocritica a sinistra sarà molto forte, ma la "cadrega" lo è di più.

Si sono allacciati con le cinture di sicurezza :crying:

E comunque pensavo che Berlusconi fosse veramente arrogante ma il Prodi non è da meno quando asserisce "o me o nessuno".

Un'altra delle cose che non capisco è l'impostazione filogovernativa dei Senatori a vita.

Le cose stanno diventando troppo complicate per le imprese e considerando la scarsa appetibilità del mercato Italia, probabilmente saranno sempre meno le società che investiranno qua e sempre più gli italiani che investiranno all'estero.

Era un processo in atto ma sembra ci sia un'accelerazione.


Fuori dal discorso della politichetta italiana, occorre segnalare che il capitalismo e la globalizzazione stanno mostrando molte lacune.

Un ripensamento internazionale del "mercato", andrebbe fatto tenendo conto del clima, del rispetto dei diritti dei lavoratori e di altri fattori fuori dalla logica del profitto.

NightMan
18-11-2006, 11.20.19
Fuori dal discorso della politichetta italiana, occorre segnalare che il capitalismo e la globalizzazione stanno mostrando molte lacune.

Un ripensamento internazionale del "mercato", andrebbe fatto tenendo conto del clima, del rispetto dei diritti dei lavoratori e di altri fattori fuori dalla logica del profitto.


Anche Bertinotti la pensa così :D

Flying Luka
18-11-2006, 11.43.34
Quello che volevo dire è che non serve a niente rispondere dicendo che gli ultimi hanno fatto lo stesso: sono quelle cose che IO non ho problemi a condannare, ma se continuiamo a dire ma l'hanno fatto anche quelli prima, ma l'anno fatto anche quelli prima di quelli prima, ecc., il dialogo è sterile: invece la risposta data da Dav così come l'ha date sembrava tanto: "Tanto non è un modo di procedere peggiore degli altri perché anche loro l'hanno fatto, quindi è accettabile".

Se ho interpretato male chiedo scusa, chiudiamo la polemica sui modi e riprendiamo a scannarci sui temi...



:devil:

D'accordo con wilhelm su tutta la linea.

Personalmente non ho MAI risparmiato critiche a Berlusconi quando erano più che meritare... e se è vero il motto latino: "verba volant, scripta manent", si possono leggere chiaramente in tutte le passate edizioni di "Poltica & Co.".

Prodi NON è certo migliore, ma (ahimè) la solita "superiorità intellettuale della sinistra" (detto in generale, ma non troppo) lo mette sopra le parti come il cavaliere senza macchia e senza paura.

Le magagne di Prodi sono arcinote, ma chissà perchè tutti hanno avuto un'improvvisa, quanto provvidenziale, amnesia. Strano eh?

RIPETO: Io ho SEMPRE riconosciuto i limiti (e sono tanti) di Berlusconi, mai negati ed alcuni miei interventi me ne sono testimoni.

Per qualche strana dispensa o mandato, i peccati non certo veniali di Prodi si sono cancellati e gli hanno rifatto (sempre a Prodi) una verginità che neanche i chirurghi plastici di Hollywood sarebbero riusciti in tal titanica impresa.

Ritorniamo al solito discorso:quella totale mancanza di onestà intellettuale che manca tanto ai sostenitori del "Politically Correct"! :mad:

Ammiro certe persone che votano sinistra per un serio, genuino ed onesto convincimento: Exion, NightMan, Tristy ... ma in moltissimi altri trovo soltanto un voto dato alla sinistra per ripicca, sfida, antipatia, Un voto quindi depurato da qualsiasi tipo di serio convincimento politico.

Se poi proprio vogliamo "fare la punta allo stronzo" (mi scuso per il termine, ma rende! ) i governi di sinistra, oltre ad essere altamente instabili, non hanno mai fatto granchè, per non dire nulla.

Quindi direi che mettendo i due simboli Prodi/Berlusconi sulla bilancia siamo alla parità assoluta.

Prodi l'abbiamo già visto anni fa, e non è stato certamente travolgente nel suo governo.
Ora abbiamo appena visto Berlusconi, stesso riusltato.

La differenza è qui. Berlusconi io non lo rivoterei di certo dopo certe cose fatte e dette.
Ma "voi" (voi inteso come "parte avversaria") grazie al vostro voto ci avete imposto un bel minestrone Findus congelato e riscaldato. Non mi è ancora chiaro, visto il non certo cristallino passato del governo Prodi, visto la scarsa chiarezza (sempre di Prodi)e la scarsa affidabilità, cosa vi è saltato in mente di RIvotarlo.

Una volta, anni fa, non è stato abbastanza? I casi sono due: o siete masochisti oppure, davvero, vi siete votati a Santa Rita da Cascia quale nota avvocatessa dei casi impossbili!

Tutto questo detto e scritto con la massimo disponibilità al dialogo, sia chiaro! :)

exion
18-11-2006, 12.12.18
Quoto il discorso in tutto.
Qui a sinistra l'autocritica è sempre molto forte e quasi mai viene fatta a posteriori, a differenza della destra che oggi rimprovera operazioni, come il ricorso alla fiducia, che in passato ha utilizzato anch'essa senza tutto questo scandalo dei prorpi elettori.
Insomma, ora fate bene a lamentarvi, dovete farlo, lo faccio anche io, ma perchè prima abbozzavate o giustificavate ogni malefatta del vostro governo?


Ora ti deluderò... :inn:


Penso che una delle poche cose di cui si debba davvero rendere merito ai governi Berlusconi (al plurale, perché non dimentichiamoci che anche lui è andato sotto qualche volta :D) è proprio di aver fatto grossi sforzi per evitare di approvare provvedimenti a palate con la fiducia.

Lo strumento della "fiducia" lo hanno applicato sopratutto nei provvedimenti a favore del privato cittadino Berlusconi, e mi è sempre parso che gli alleati di Berlusconi subissero questa cosa più che augurarla.

La necessità per Prodi di baracamenarsi tra vieti incorciati, maxi emendamenti e fiducie varie sull'approvazione della sua prima finanziaria è segno evidente di una intriseca debolezza del governo. Non ci sono c@zzi che tengano, è così e basta. :D

Mi piacerebbe che non lo fosse... però purtroppo è così....

exion
18-11-2006, 12.30.11
L'autocritica a sinistra sarà molto forte, ma la "cadrega" lo è di più.

Si sono allacciati con le cinture di sicurezza :crying:

E comunque pensavo che Berlusconi fosse veramente arrogante ma il Prodi non è da meno quando asserisce "o me o nessuno".

Un'altra delle cose che non capisco è l'impostazione filogovernativa dei Senatori a vita.

Le cose stanno diventando troppo complicate per le imprese e considerando la scarsa appetibilità del mercato Italia, probabilmente saranno sempre meno le società che investiranno qua e sempre più gli italiani che investiranno all'estero.

Era un processo in atto ma sembra ci sia un'accelerazione.


Fuori dal discorso della politichetta italiana, occorre segnalare che il capitalismo e la globalizzazione stanno mostrando molte lacune.

Un ripensamento internazionale del "mercato", andrebbe fatto tenendo conto del clima, del rispetto dei diritti dei lavoratori e di altri fattori fuori dalla logica del profitto.

Alcuni sociologi francesi di destra stanno incominciando a interrogarsi su questa cosa.

Pensano che il capitalismo liberale odierno, senza modelli alternativi, senza più capacità di autocritica, e deciso ad imporsi su ogni altro modello di società vigente, sarebbe non dissimile dagli ideologismi totalitari del XX secolo come comunismo e fascismo. Contro i quali, eppure, il modello liberale attuale è nato e ha combattuto.

E' interessante sapere che anche qualche voce intellettuale di destra, ma onestamente liberale, stia incominciando a preoccuparsi del fatto che il modello ecnomico-politico liberale, così come è applicato oggi dalle potenze liberali, stia tradendo il suo fine originale, ossia la libertà dell'individuo.

NightMan
18-11-2006, 12.46.31
Ora ti deluderò... :inn:


Penso che una delle poche cose di cui si debba davvero rendere merito ai governi Berlusconi (al plurale, perché non dimentichiamoci che anche lui è andato sotto qualche volta :D) è proprio di aver fatto grossi sforzi per evitare di approvare provvedimenti a palate con la fiducia.

Lo strumento della "fiducia" lo hanno applicato sopratutto nei provvedimenti a favore del privato cittadino Berlusconi, e mi è sempre parso che gli alleati di Berlusconi subissero questa cosa più che augurarla.

La necessità per Prodi di baracamenarsi tra vieti incorciati, maxi emendamenti e fiducie varie sull'approvazione della sua prima finanziaria è segno evidente di una intriseca debolezza del governo. Non ci sono c@zzi che tengano, è così e basta. :D

Mi piacerebbe che non lo fosse... però purtroppo è così....

L'utilizzo della fiducia si impone quando vuoi la sicurezza (o quasi) di far passare un provvedimento. Berlusconi, data l'ampia maggioranza di cui disponeva non ne aveva bisogno più di tanto, questo governo invece è già nato debole e quindi ha molto più bisogno e sempre ne avrà di utilizzare questo strumento.
E' penoso ma è così. Credo che se quei 24000 voti in più alle elezioni erano per il CD, ora avremmo la stessa situazione a parti invertite.

Dav82
18-11-2006, 14.23.32
Io lo rivoterei ancora, seduta stante :)


Per inciso, noto che non sono nella lista delle persone ammirate e questo non mi dispiace neanche un po' :D :D :D LOL :D

Flying Luka
18-11-2006, 15.50.15
Una legge salva-stipendio per il ministro

Oggi verrà votata la fiducia sul maxiemendamento alla Finanziaria composto da ben 826 commi. Uno di essi è fatto appositamente per preservare dai tagli gli stipendi del ministro Padoa-Schioppa e dei suoi sottosegretari.

Silence
18-11-2006, 16.11.16
D'accordo con wilhelm su tutta la linea.

Personalmente non ho MAI risparmiato critiche a Berlusconi quando erano più che meritare... e se è vero il motto latino: "verba volant, scripta manent", si possono leggere chiaramente in tutte le passate edizioni di "Poltica & Co.".

Prodi NON è certo migliore, ma (ahimè) la solita "superiorità intellettuale della sinistra" (detto in generale, ma non troppo) lo mette sopra le parti come il cavaliere senza macchia e senza paura.

Le magagne di Prodi sono arcinote, ma chissà perchè tutti hanno avuto un'improvvisa, quanto provvidenziale, amnesia. Strano eh?

RIPETO: Io ho SEMPRE riconosciuto i limiti (e sono tanti) di Berlusconi, mai negati ed alcuni miei interventi me ne sono testimoni.

Per qualche strana dispensa o mandato, i peccati non certo veniali di Prodi si sono cancellati e gli hanno rifatto (sempre a Prodi) una verginità che neanche i chirurghi plastici di Hollywood sarebbero riusciti in tal titanica impresa.

Ritorniamo al solito discorso:quella totale mancanza di onestà intellettuale che manca tanto ai sostenitori del "Politically Correct"! :mad:

Ammiro certe persone che votano sinistra per un serio, genuino ed onesto convincimento: Exion, NightMan, Tristy ... ma in moltissimi altri trovo soltanto un voto dato alla sinistra per ripicca, sfida, antipatia, Un voto quindi depurato da qualsiasi tipo di serio convincimento politico.

Se poi proprio vogliamo "fare la punta allo stronzo" (mi scuso per il termine, ma rende! ) i governi di sinistra, oltre ad essere altamente instabili, non hanno mai fatto granchè, per non dire nulla.

Quindi direi che mettendo i due simboli Prodi/Berlusconi sulla bilancia siamo alla parità assoluta.

Prodi l'abbiamo già visto anni fa, e non è stato certamente travolgente nel suo governo.
Ora abbiamo appena visto Berlusconi, stesso riusltato.

La differenza è qui. Berlusconi io non lo rivoterei di certo dopo certe cose fatte e dette.
Ma "voi" (voi inteso come "parte avversaria") grazie al vostro voto ci avete imposto un bel minestrone Findus congelato e riscaldato. Non mi è ancora chiaro, visto il non certo cristallino passato del governo Prodi, visto la scarsa chiarezza (sempre di Prodi)e la scarsa affidabilità, cosa vi è saltato in mente di RIvotarlo.

Una volta, anni fa, non è stato abbastanza? I casi sono due: o siete masochisti oppure, davvero, vi siete votati a Santa Rita da Cascia quale nota avvocatessa dei casi impossbili!

Tutto questo detto e scritto con la massimo disponibilità al dialogo, sia chiaro! :)

Ci ho messo anni per farmi apprezzare dal mod lukino :o

Il prossimo passo sarà un golpe, con l'aiuto di Gigi lo detronizzerò! :inn:


Tornando seri, questa è stata l'ultima mia partecipazione alle urne elettorali. Provo disgusto e amarezza nel constatare l'imcompetenza e l'assoluta megalomania che regna nei palazzi del potere. Visto che la sollevazione popolare non è cosa che ci contraddistingue (Francia docet), l'unica cosa che mi rimane è il non voto. Spero che come me facciano la stragrande maggiornanza degli aventi diritto al voto...così magari capiranno che di questi politici vecchi e logori, non ne vogliamo più sentir parlare!

NightMan
18-11-2006, 18.18.16
negli states il non voto è la regola e vedi come stanno messi male... Io continuerò a votare cercando di scegliere i meno peggio, anche se, devo ammettere che è molto difficile.

crazy.cat
19-11-2006, 12.22.29
Ho appena ascoltato le dichiarazioni dei principali leader sulla fiducia alla finanziaria.
Il centro-destra accusa il governo di aver fatto un massacro di tasse che non aiuteranno il paese.
Il centro-sinistra dice che la finanziaria è perfetta e che quasi tutti staremo meglio e pagheremo meno tasse e che la colpa è tutta del centro-destra e di 5 anni di governo schifoso.

Se questa finanziaria è così perfetta, perchè il 99% degli italiani è inc..ato?
Allora ha ragione Prodi che siamo un paese di pazzi e non abbiamo capito niente del loro operato.

OT
Prodi durante il discorso di Tremonti era lì che rideva e scherzava con i suoi vicini di banco.
Quanto meno per rispetto verso gli altri dovrebbe stare zitto e non raccontare le barzellette.
L'unico serio era D'alema, l'unica persona vera e che dovrebbe essere a capo del governo.
Complimenti anche a Bertinotti per aver ripreso più volte gli indisciplinati della Lega che disturbavano il discorso di Fassino.

Flying Luka
19-11-2006, 18.26.19
Credo che Prodi & Co. dovrebbero leggersi quanto scritto da Abraham Lincoln:

Il Credo degli uomini liberi

Non si può arrivare alla prosperità / scoraggiando l’impresa. / Non si può rafforzare il debole / indebolendo il più forte. / Non si può aiutare chi è piccolo / abbattendo chi è grande. / Non si può aiutare il povero / distruggendo il ricco. / Non si possono aumentare le paghe / rovinando i datori di lavoro. / Non si può progredire serenamente / spendendo più del guadagno. / Non si può instaurare la sicurezza sociale / adoperando denaro imprestato. / Non si può formare carattere e coraggio / togliendo iniziativa e sicurezza. / Non si può aiutare continuamente / la gente facendo in sua vece quello che potrebbe / e dovrebbe fare da sola.


... visto che la sua finanziaria ed il suo governo stanno facendo l'esatto contrario.

biologist1972
19-11-2006, 21.16.02
Credo che Prodi & Co. dovrebbero leggersi quanto scritto da Abraham Lincoln:

Il Credo degli uomini liberi

Non si può arrivare alla prosperità / scoraggiando l’impresa. / Non si può rafforzare il debole / indebolendo il più forte. / Non si può aiutare chi è piccolo / abbattendo chi è grande. / Non si può aiutare il povero / distruggendo il ricco. / Non si possono aumentare le paghe / rovinando i datori di lavoro. / Non si può progredire serenamente / spendendo più del guadagno. / Non si può instaurare la sicurezza sociale / adoperando denaro imprestato. / Non si può formare carattere e coraggio / togliendo iniziativa e sicurezza. / Non si può aiutare continuamente / la gente facendo in sua vece quello che potrebbe / e dovrebbe fare da sola.


... visto che la sua finanziaria ed il suo governo stanno facendo l'esatto contrario.
(Y) (Y) (Y) (Y)
pensiero semplice, efficace e moderno espresso da un grande uomo :act:

biologist1972
19-11-2006, 21.30.26
articolo tratto dal Corriere della Sera

Il voto medio per l'esecutivo, su una scala da 1 a 10, è del 4,4
La7, sondaggio: Prodi bocciato, Cdl al 57,3%
Ricerca Unicab per la trasmissione «Niente di personale»: se si votasse oggi per il centrosinistra solo il 41,6% dei consensi


ROMA - Se si andasse alle urne oggi la Cdl raccoglierebbe il 57,3% dei consensi contro il 41,6% dell'Unione. È quanto emerge da un sondaggio Unicab, condotto con interviste telefoniche con sistema Cati, per la puntata della trasmissione della La7 «Niente di personale» che andrà in onda questa sera. Un risultato che però deve tenere conto del fatto che il 30,1% del campione «non sa o non voterebbe». Tra i partiti, comunque, conquista il primo posto Forza Italia (28,1%), seguita da An (14%), Udc (7,6%) e Lega (5%). Perdono invece consensi quelli dell'Unione: l'Ulivo totalizza il 26,4%, il Prc il 4,9%, la Rnp il 2,3%, i Verdi il 2%, il Pdci l'1,9%, l'Idv l'1,7% e l'Udeur l'1,1%.
LE INSUFFICIENZE - A sei mesi dal proprio insediamento, dunque, il governo non raggiunge la sufficienza: il voto medio, considerata una scala da uno a dieci, è pari a 4,4. Un quadro che cambia però se si tiene conto solo degli elettori di centrosinistra (6,2). Più o meno gli stessi numeri che ottiene il premier in prima persona. A spulciare la pagella voce per voce, l'esecutivo targato Prodi ottiene il miglior risultato in politica estera (5,2), seguita dalla sicurezza (4,4). Penultimo il fisco con 4,2, mentre la giustizia prende il voto più basso con 3,9.
GIUSTIZIA IN NEGATIVO - Puntando però i riflettori sugli elettori del centrosinistra i risultati cambiano: se infatti il governo non conquista nessun sette, porta a casa però qualche sufficienza. È di nuovo la politica estera a vincere con il voto medio più alto pari a 6,6, seguita dalle politiche sociali (6,2), scuola (6,1), sanità, sviluppo e fisco promossi con un sei tondo. Il popolo dell'Unione dà invece l'insufficienza a ricerca scientifica, economia, lavoro e sicurezza. Ultima anche in questo caso la giustizia (5,2).

biologist1972
19-11-2006, 21.38.10
articolo tratto da Repubblica

Con 311 voti favorevoli, 251 contrari e un astenuto
Montecitorio dà l'ok alla manovra che adesso passa al Senato
Camera, via libera alla Finanziaria
Prodi: "Farà ripartire lo sviluppo"
Attacco di Berlusconi: "La peggiore della Storia repubblicana"
Padoa-Schioppa: "Rimaste intatte fondamenta e muri maestri"


La Camera ha approvato la Finanziaria

ROMA - Con 311 voti favorevoli, 251 contrari e un astenuto la Camera - dopo aver votato ieri sera la fiducia sul maxiemendamento - licenzia il testo della Finanziaria (con conferma del saldo finale di 34,7 miliardi di euro, di cui 22 di tagli e il resto di nuove entrate) che ora passa al vaglio della commissione Bilancio del Senato. L'approvazione è stata preceduta dalle dichiarazioni di voto dei deputati con i leader della Cdl compatti nel giudicare la manovra "imbarazzante". Dopo l'approvazione Romano Prodi replica, compiaciuto, a Berlusconi: "Questa Finanziaria farà ripartire lo sviluppo. Ora va in Senato con la sua struttura robusta. Quindi, è una premessa positiva per un voto favorevole anche lì". Il ministro dell'Economia, Tommaso Padoa-Schioppa (intervenendo al programma di RaiTre Che tempo che fa) afferma con orgoglio che le cifre non sono cambiate, se non qualche decimale, e sono rimaste "intatte fondamenta e muri maestri". Seduta tranquilla, tranne qualche intemperanza: i leghisti espongono striscioni con la scritta "Prodi vattene" - con il premier in aula - e distribuiscono 'pinocchietti'.

Cdl all'attacco. Silvio Berlusconi sferra il primo attacco: "Questa Finanziaria è la peggiore della storia repubblicana". Poi tocca a Gianfranco Fini, leader di An e a Pierferdinando Casini, Udc entrare nel merito durante gli interventi. Fini definisce la manovra "imbarazzante e pessima": "Mai si è vista una Finanziaria così pasticciata, con un governo in stato confusionale che smentisce se stesso e il Dpef, nel quale si sosteneva che i conti sono sotto controllo e la ripresa avviata". Duro Pierferdinando Casini: "Gli italiani si stanno accorgendo di aver votato un governo di estrema sinistra i cui azionisti di riferimento hanno una visione ideologica e classista".

La replica di Fassino. Se Giulio Tremonti definisce la manovra "regressiva come una moderna tassa sul macinato", altrettanto ferma è la replica del segretario Ds Piero Fassino: "Dove erano Fini, Casini e Tremonti negli anni scorsi? Tremonti dice che gli italiani non dimenticano? Ebbene non dimenticano come avete governato voi e vi hanno mandato a casa sei mesi fa". Il leader della Quercia spiega che obiettivo di questa Finanziaria è "rimettere in moto un Paese stagnante e fermo. Se guardate alla Finanziaria trovate la coerenza, non è vero che è classista e dettata da radicalismo estremo. Anzi, la pressione fiscale globale è dello 0,2% in più rispetto adesso, quindi a invarianza globale, alcuni pagano un po' meno e altri che possono farlo pagano un po' di piu".

La maggioranza approva. Apprezzamenti alla manovra, nonostante i distinguo, anche dal segretario di Rifondazione Franco Giordano che parla di "inizio della redistribuzione del reddito", dal Rnp Roberto Villetti: "E' possibile fare un passo in avanti", da Mauro Fabris (Udeur): "Credo che a gennaio, quando le famiglie e le imprese si troveranno più soldi in tasca, molti malumori passeranno".

La soddisfazione di Prodi. Per il premier, il voto, "molto chiaro e molto forte", dimostra che "la maggioranza è compatta". E spiega: "Potevamo fare una Finanziaria minima, attenti solo a tappare i buchi e a rimediare ai guasti del passato. Abbiamo fatto una Finanziaria di sviluppo e di equità e quelli che hanno meno avranno qualcosina in più. Non avevamo risorse per cambiamenti radicali. Le imprese hanno avuto per il loro sviluppo quello che non hanno mai avuto nella storia di tutte le Finanziarie". Sottolinea che la manovra "renderà il Paese meno pazzo", "abbiamo obbligato tutte le categorie a fare sacrifici. Chi voleva capire, ha capito bene che mi riferivo a un Paese in cui egoismi e interessi di categorie precedono sempre l'interesse generale".

Flying Luka
19-11-2006, 22.00.41
articolo tratto dal Corriere della Sera

Il voto medio per l'esecutivo, su una scala da 1 a 10, è del 4,4
La7, sondaggio: Prodi bocciato, Cdl al 57,3%
Ricerca Unicab per la trasmissione «Niente di personale»: se si votasse oggi per il centrosinistra solo il 41,6% dei consensi




Mi chiedo come mai.... Possibile?

:D:D:D

zen67
20-11-2006, 15.36.18
mi sa che con queste percentuali alle prossime elezioni tornerà sù la destra....
tanto per tornare a sputt@nare quello che si fa in questi anni di sofferenze...
(ultimo gov berluska docet... :rolleyes: )

Flying Luka
20-11-2006, 16.07.33
mi sa che con queste percentuali alle prossime elezioni tornerà sù la destra....
tanto per tornare a sputt@nare quello che si fa in questi anni di sofferenze...
(ultimo gov berluska docet... :rolleyes: )

Speriamo!

Anche perchè le "sofferenze" che ci aspettano avrebbero un senso se servissero a quacosa...e bada bene: non sono solo io che lo dico, ma mi sembra quasi la totalità degli italiani, perfino coloro che l'hanno votato.
Non so se mi spiego.

...magari con una sonora figura del "......" come nel 1998... era già fregato ma non gli era stato ancora detto.. ed è andato a fare la conta in parlamento... finendo trombato. sfiduciato. La prima sfiducia parlamentare della repubblica, e tra poco avremo la seconda..


Ben venga un governo di destra quindi, auspicabilmente depurato da Berlusconi, ma che NON sia un governo tipo "banda bassotti" come questo, cioè di improvvistati economisti.

NightMan
20-11-2006, 16.40.29
mi sa che con queste percentuali alle prossime elezioni tornerà sù la destra....
tanto per tornare a sputt@nare quello che si fa in questi anni di sofferenze...
(ultimo gov berluska docet... :rolleyes: )

Forse hai ragione. Purtroppo la manovra che si sta approvando è una tegola per quasi tutte le categorie sociali e ovviamente il consenso degli italiani diminuisce. Io continuo a credere però che una manovra del genere si rendeva necessaria, dopo anni di sperperi e bugie sull'economia del governo precedente. Non si spiegherebbe un suicidio politico del genere se non con la consapevolezza di voler davvero riaggiustare i conti di questo paese. Lo sappiamo tutti che la destra aveva già sputtanato tutti i sacrifici fatti nella prima legislatura Prodi e che quando ritornerà al governo (perchè ci ritornerà) sputtanerà i sacrifici che stiamo facendo ora o faremo a breve, ma spero solo che sia davvero depurata da certi personaggi, Berlusconi in primis, che hanno sempre e solo anteposto i propri interessi personali a quelli di questo paese.

Flying Luka
20-11-2006, 16.45.47
Lo sappiamo tutti che la destra aveva già sputtanato tutti i sacrifici fatti nella prima legislatura Prodi

:eek: :eek: :eek:

Quali sacrifici, scusa?

Parli di quel governo Prodi conclusosi prima della sua scadenza naturale?

Parliamo di cose talmente buone al punto che baffettino D'Alema per spodestare Prodi dovette rifilarlo all'Unione Europea?
Unione Europea dove fece ben poche figuracce?


Fantastici furono i 3 aggettivi con cui Hans-Gert Poettering, il capo della Ppe, aveva scelto per Prodi ed il suo "operato": Scorretto, Inaccettabile, Irresponsabile".

Il Times di Londra, all'epoca, concludeva con le parole: "Mister Prodi ha rinunciato al diritto morale di guidare la Commissone Europea ed ai popoli d'Europa renederebbe un miglior servigio se tornase nel calderone della politica italiana .

(Cosa che poi ha fatto e che sta facendo a spese nostre)

In conclusione, anzi A conclusione del suo mandato, Prodi ha lasciato la UE senza che nessuno lo rompianga., tra mille respiri di sollievo e rimproveri ed accuse.

Perfino Chirac e Schroeder.. perfino Blair hanno avuto da ridire pesantemente.
Addirittura l'europarlamentare Charles Tannock non ha avuto il minino riguardo: "Si è dimostrato debole, incerto, contradittorio ed incapace"

( ma va?!??)

E, cigliegina sulla torta, il Financial Times: Le sua performance è stata orrenda, Speriamo di dimenticarlo presto!"

Ora, aggiungo io, ce lo siamo voluto e ripresi... e di danni che farà e che sta facendo non li dimenticheremo tanto presto.

Non so, fate vobis... :(

Cecco
20-11-2006, 17.52.56
mi sa che con queste percentuali alle prossime elezioni tornerà sù la destra....
tanto per tornare a sputt@nare quello che si fa in questi anni di sofferenze...
(ultimo gov berluska docet... :rolleyes: )

E che si fà in questi anni di sofferenze!!!! Io credo che il buon senso dovrebbe
portare a stendere un velo pietosissimo su questo governo alieno, non nel senso di avverso ma proprio di extraterrestre.

Si diceva di Berlusconi bugiardo, poi ti vai a rivedere e risentire ciò che Prodi & C. dicevano in campagna elettorale e rabbrividisci.
Si diceva che Berlusconi andava facendo gaffe mettendo in ridicolo il paese e qui la gaffe sembra l'unica costante ed unico obbiettivo raggiunto.

Non sei d'accordo ma da destra t'aspetti un governo che sta attento ai più bisognosi, poi vedi che rimodulano + volte l'irpef cercando una redistribuzione che alla fine mette in tasca all'operaio qualche euro in più subito scippato con gli interessi dall'aumento generalizzato del bollo auto, dal raddoppio dell'iva sul riscaldamento, dall'aumento dell'imposizione fiscale locale.

Non sei d'accordo ma t'aspetti il ritiro immediato dall'iraq (praticamente tempi eguali a quelli previsti dalla cdl) ed un disimpegno generale, invece ti ritrovi 3.000 soldati in più in Libano per una tranquilla scampagnata.

Il peggior governo mai visto, ministro contro ministro, partito contro partito, al punto tale da vedere un crollo di consenso dopo sei mesi, proprio cioè in quel periodo definito "luna di miele", crollo di consenso che non ha precedenti nella storia mondiale, beh almeno un record!

E tutto questo nel miglior momento dell'ultimo quinquennio, una certa ripresa economica, un incasso straordinario d'imposte! Cosa ci aspetterà?

biologist1972
20-11-2006, 19.50.16
E che si fà in questi anni di sofferenze!!!! Io credo che il buon senso dovrebbe
portare a stendere un velo pietosissimo su questo governo alieno, non nel senso di avverso ma proprio di extraterrestre.

Si diceva di Berlusconi bugiardo, poi ti vai a rivedere e risentire ciò che Prodi & C. dicevano in campagna elettorale e rabbrividisci.
Si diceva che Berlusconi andava facendo gaffe mettendo in ridicolo il paese e qui la gaffe sembra l'unica costante ed unico obbiettivo raggiunto.

Non sei d'accordo ma da destra t'aspetti un governo che sta attento ai più bisognosi, poi vedi che rimodulano + volte l'irpef cercando una redistribuzione che alla fine mette in tasca all'operaio qualche euro in più subito scippato con gli interessi dall'aumento generalizzato del bollo auto, dal raddoppio dell'iva sul riscaldamento, dall'aumento dell'imposizione fiscale locale.

Non sei d'accordo ma t'aspetti il ritiro immediato dall'iraq (praticamente tempi eguali a quelli previsti dalla cdl) ed un disimpegno generale, invece ti ritrovi 3.000 soldati in più in Libano per una tranquilla scampagnata.

Il peggior governo mai visto, ministro contro ministro, partito contro partito, al punto tale da vedere un crollo di consenso dopo sei mesi, proprio cioè in quel periodo definito "luna di miele", crollo di consenso che non ha precedenti nella storia mondiale, beh almeno un record!

E tutto questo nel miglior momento dell'ultimo quinquennio, una certa ripresa economica, un incasso straordinario d'imposte! Cosa ci aspetterà?
(Y) (Y) (Y) (Y) (Y)

biologist1972
20-11-2006, 21.02.15
articolo tratto dal Corriere della Sera:

«Ereditato debito enorme». «Ora pensiamo a riforme strutturali»
Manovra, «15 miliardi sarebbero bastati»
La rivelazione del ministro dell'Economia, Tommaso Padoa- Schioppa. «Ma non avremmo avuto risorse per lo sviluppo»

http://www.corriere.it/Hermes%20Foto/2006/11/20/0J91KKGM--140x180.jpg
FORLI' - «Per metterci a posto con Bruxelles sarebbe bastata una manovra da 15 miliardi di euro». La rivelazione è dello stesso ministro dell'Economia, Tommaso Padoa-Schioppa, che a Forlì ha partecipato ad un incontro con l'associazione industriali incentrato proprio sulla Finanziaria 2007, che dopo l'approvazione alla Camera è ora al vaglio del Senato.
Il ministro, che domenica sera alla trasmissione di Fabio Fazio «Che tempo che fa» si era detto fiducioso sull'approvazione in via definitiva entro Natale della legge di bilancio, ha spiegato che la decisione di portare il saldo finale a quasi 34 miliardi è stata dettata dalla necessità di avviare interventi per lo sviluppo.
RISORSE PER LO SVILUPPO - Senza le maggiori entrate previste dalla manovra, ha sottolineato Padoa-Schioppa, «non avremmo avuto le risorse da destinare, tanto per fare alcuni esempi, al cuneo fiscale (9 miliardi), al rinnovo dei contratti del pubblico impiego (un miliardo), al rifinanziamento della missione in Libano (un miliardo)». Tutto questo, ovviamente, riferito al 2007. Ma non è tutto. Il ministro ha indicato anche la necessitá di finanziare la continuazione di opere e cantieri aperti, quali ad esempio quelli dell'Anas o delle Ferrovie dello Stato, per quanto riguarda le infrastrutture, ma anche il contratto di servizio delle Poste e il normale finanziamento delle Ferrovie. Destinati non al risanamento, ma «al miglior finanziamento dello Stato, allo sviluppo, al sostegno della disoccupazione, del precariato e delle fasce deboli». «Dire che bastavano 15 miliardi - ha commentato il ministro- avrebbe significato dire che non si dovevano fare tutte queste azioni e se è vero che esse vengono finanziate con l'aumento delle imposte, è anche vero che poi tornano indietro per il medesimo canale, come ad esempio il cuneo».
DEBITO «DRAMMATICO» - Padoa-Schioppa ha anche ricordato la situazione dei conti pubblici ricevuta in eredità dal precedente esecutivo: «L'italia ha un debito pubblico di dimensioni drammatiche che non era più sotto controllo a partire dal 2005, quando ha ripreso a risalire». «Il debito, che oggi è al 50% in mano agli italiani e al restante 50% in mano a investitori esteri - ha spiegato il ministro - era stato messo sotto dal 1996 fino al 2004». «Avere i conti a posto - ha ribadito - non è un obbligo verso l'esterno ma una condizione per avere uno sviluppo economico continuato. Anche i 14,8 miliardi che la finanziaria destina al risanamento è una condizione perchè lo sviluppo sia sostenibile».
RIFORME STRUTTURALI - «Dopo l’approvazione della Finanziaria che credo avverrà entro Natale - ha infine annunciato il responsabile del dicastero dell'Economia - si darà il via ad un ciclo di azioni che adesso in gergo vengono chiamate riforme strutturali: più concorrenza e maggiore tutela dell’utente, più concorrenza nel campo energetico, snellimento di strutture amministrative pubbliche che spesso rendono il lavoro delle imprese particolarmente lento, riforma delle pensioni, ripresa eventuale del processo di privatizzazioni».

il parere di tremonti sulla finanziaria parte 1-parte 2 (http://www.matrix.mediaset.it/videogallery/2006/11/15/videogallery.shtml)

wilhelm
20-11-2006, 22.59.21
Flying, Cecco, Biologist...


(Y)(Y)(Y)

exion
21-11-2006, 08.41.56
POLITICA
Invia
Stampa

Lo sfogo del Cavaliere: "Di Palazzo Chigi ne ho abbastanza, so già
chi mi sostituirà ma non lo dico. E non andrò mai al Quirinale"
Berlusconi getta la spugna
"Non farò più il premier"

ROMA - Il Cavaliere getta la spugna: non si candiderà mai più a guidare il governo del Paese. Silvio Berlusconi lo rivela nel corso di una chiacchierata con un cronista del quotidiano Libero, pubblicata oggi: "Non farò più il premier e non andrò mai al Quirinale", taglia corto.

Insomma, l'ex presidente del Consiglio sembra non avere ripensamenti. "Di Palazzo Chigi ne ho abbastanza - racconta - ho già il nome di chi mi sostituirà ma non lo dico. Per il Colle, invece, non ho dubbi: l'uomo giusto è Gianni Letta. Intanto ho finito il mio libro di memorie, titolo provvisorio 'Il calvario della libertà'.

Quanto al destino dell'attuale governo, il leader di Forza Italia avverte: Prodi resterà in sella, perché "manca un killer per farlo fuori. E anche i miei senatori pensano troppo alla poltrona".



http://www.repubblica.it/2006/11/sezioni/politica/cdl-3/berlusconi-rinuncia/berlusconi-rinuncia.html





:eek::eek::eek::eek::eek::eek:







AAAAAALLELUJA!!! AAAAAAAALLELUJA!!!! ALLELUJJA!!!!ALLELUJJA!!!! ALLEEEEEEELUJAAAAAHHH!!!!! :inn:




E ora mandiamo a casa anche quel c@zz#ne di Prodi :devil: :devil:

Flying Luka
21-11-2006, 08.58.25
Mat penso tu abbia ben poco da esultare: temo che se anche Berlusconi dicesse la verità, questa persona di cui "ha già il nome di chi lo sostituirà ma non lo dice", sarà comunque un burattino i cui fili saranno manovrati da Berlusconi stesso.

Dav82
21-11-2006, 11.33.33
Forse hai ragione. Purtroppo la manovra che si sta approvando è una tegola per quasi tutte le categorie sociali e ovviamente il consenso degli italiani diminuisce. Io continuo a credere però che una manovra del genere si rendeva necessaria, dopo anni di sperperi e bugie sull'economia del governo precedente. Non si spiegherebbe un suicidio politico del genere se non con la consapevolezza di voler davvero riaggiustare i conti di questo paese. Lo sappiamo tutti che la destra aveva già sputtanato tutti i sacrifici fatti nella prima legislatura Prodi e che quando ritornerà al governo (perchè ci ritornerà) sputtanerà i sacrifici che stiamo facendo ora o faremo a breve, ma spero solo che sia davvero depurata da certi personaggi, Berlusconi in primis, che hanno sempre e solo anteposto i propri interessi personali a quelli di questo paese.


(Y)

Questa è la verità, purtroppo :(

Silence
21-11-2006, 12.22.56
Mat penso tu abbia ben poco da esultare: temo che se anche Berlusconi dicesse la verità, questa persona di cui "ha già il nome di chi lo sostituirà ma non lo dice", sarà comunque un burattino i cui fili saranno manovrati da Berlusconi stesso.

(Y)

Tristemente vero!

Dav82
21-11-2006, 23.20.45
Scusate ma questa è troppo carina :p L'inventiva non manca (Y) :D (l'ho apprezzata veramente eh ;))


http://img374.imageshack.us/img374/9746/viaprodias3.jpg

wilhelm
22-11-2006, 00.15.59
:D:D:D

Dav82
22-11-2006, 00.31.04
Azz... a "noi bolscevichi" :p però non era venuta in mente una cosa così... mannaggia :D E' troppo forte :D :D

zen67
22-11-2006, 14.10.42
lol, comunque a fare dell'autolesionismo negli ultimi anni ci ha pensato il berluska stesso... :devil:

Silence
23-11-2006, 00.21.04
Lo sfogo del Cavaliere: "Di Palazzo Chigi ne ho abbastanza, so già chi mi sostituirà ma non lo dico. E non andrò mai al Quirinale" Berlusconi getta la spugna "Non farò più il premier"

Stranamente ha smentito!

Strano...lui non smentisce mai :D :D :D

Dav82
23-11-2006, 00.57.06
C'era la vignetta sul Corriere oggi :D

http://www.corriere.it/Media/Foto/2006/11_Novembre/22/giannelli370.gif


LOL :D

Silence
23-11-2006, 01.14.27
C'era la vignetta sul Corriere oggi :D

http://www.corriere.it/Media/Foto/2006/11_Novembre/22/giannelli370.gif


LOL :D


:D :D :D

NightMan
23-11-2006, 18.13.55
Da buon comunistoide non vedo l'ora di vedere questo documentario:

http://www.repubblica.it/2006/11/sezioni/politica/polemica-film-deaglio/uccidete-la-democrazia/uccidete-la-democrazia.html

Spero che le ipotesi che si fanno non siano vere, altrimenti è davvero la fine della democrazia.

Dav82
23-11-2006, 18.25.56
Anche perché è in effetti più logico/possibile che i brogli li faccia chi ha in mano il tutto, piuttosto che "il popolo komunista degli skrutatori"... vedremo :o

[spike]
23-11-2006, 18.26.06
Purtroppo credo sia tutto vero.
Non vi fa venire dubbi il fatto che chi lamentava brogli (già da prima del voto, cioè...) non abbia fatto ALCUN atto formale per andare a fondo alla questione?
A me invece solleva molti dubbi (che poi sono le solice certezze sulla banda del buco).
Mi solleva perplessità invece la totale idiozia della maggior parte dell'elettorato: non si pone problemi, delega sempre tutto ad altri (sia colpe che responsabilità) si applica nella discutibile arte della furberia e dello sfruttamento ecc (basta vedere il mondo del lavoro, un disastro sia dal punto di vista delle leggi che lo governano e sia dal punto di vista della mentalità).

Stessa cosa per il centrosinistra: dovrebbe andare a fondo alla questione, perchè in questo paese si è persa la certezza del diritto e delle istituzioni. Sarebbe una cosa salutare anche se rischiosa. Ma come si dice, se non si rischia, non si merita di sedere in certe poltrone.

Dav82
23-11-2006, 18.35.46
Sì anche perché dai... se, ripeto "SE", è vero che la percentuale di schede bianche è stata DAPPERTUTTO compresa fra 1% e 2%, mentre in altre consultazioni non solo era più alta (ma questo può esser dato da una scheda tutto sommato più "facile" questa volta), ma DIFFERENTE da posto a posto... e ora tutti circa uguali... insomma, è proprio una cosa curiosa.. che tra l'altro smentisce gli exit-poll che, oh toh che caso, raramente hanno fallito (per non dire mai) e cmq mai hanno fallito di 10 punti... da 55% vs 45% a 50-50... fai uno più uno... il "risultato che DEVE cambiare", un ministro che si reca a colloquio sì da PdC in carica, ma anche dal candidato dato in netto svantaggio, più e più volte durante lo scrutinio... e mica il ministro della salute eh, no no.. quello dell'interno... insomma, non è che sia per forza colpevole, però tutta la cosa dà da pensare, è quanto meno da investigare moooooolto a fondo, molto molto molto :o

Insomma, un exit-poll che prende una svarionata tale (10 punti percentuali! Mica noccioline!), dei dati statistici simili da anni che cambiano di colpo (e la base non è che sia 100 persone.. son 35 e passa milioni, direi affidabile)...

Flying Luka
23-11-2006, 22.39.32
Siamo il fanalino di coda dell’Europa: noi risparmiamo, negli altri Paesi crescono i consumi

Un italiano su tre guarda con pessimismo all'immediato futuro. Una percentuale molto elevata, quella rilevata dal Censis per la Confcommercio, soprattutto se confrontata ai dati dei principali Paesi europei. In settembre, solo il 31% delle famiglie italiane ha incrementato i consumi contro il 45% di francesi, spagnoli e inglesi. Scontro sempre più acceso nel sindacato: Epifani difende Prodi ma perde i metalmeccanici.

Italia «sotto sforzo», dunque, in un clima tutt’altro che positivo. Il Censis attribuisce questa situazione «a un mix di fattori politici e di ordine economico che non consentono il diradarsi delle nubi all’orizzonte ». Traduzione, a cura di Carlo Sangalli: «Qui non si tratta di pregiudizi di unPaese impazzito - dice, riferendosi all’ormai famosa uscita di Romano Prodi -: questa Finanziaria non indica un progetto; e senza un progetto chiaro, riconoscibile econdiviso, il Paese non riparte». Il presidente dellaConfcommercio non ha mai nascosto in questi mesi le perplessità del settore terziario sulla struttura della manovra 2007.

Dav82
23-11-2006, 22.42.03
Il commissario Ue ha presentato il rapporto sull'economia europea

«L'Italia comincia solo ora a recuperare»
Almunia: «In passato c'è stata una perdita di competitività e non sono state attuate politiche fiscali per promuovere la crescita»

BRUXELLES - «L'Italia comincia a recuperare solo da ora». È quanto ha dichiarato il commissario europeo agli Affari economici, Joaquin Almunia, presentando il rapporto sull'economia europea 2006. «Ci sono paesi che anno dopo anno sono andati perdendo competitività, con un'inflazione alta e una crescita bassa». Tra questi Paesi Almunia ha annoverato in particolare quelli del sud dell'Europa, tra cui l'Italia, che dalle tabelle della Commissione risulta aver avuto una crescita tra le più basse e un'inflazione tra le più alte della zona euro. Nel nostro Paese, in particolare, «non si è prodotta una politica fiscale in grado di promuovere la crescita. Soltanto adesso si comincia a recuperare».

23 novembre 2006



http://www.corriere.it/Primo_Piano/Economia/2006/11_Novembre/22/almunia.shtml


:01: :01:



ps: dimenticavo... "Almunia! Komunista!" :D

Flying Luka
24-11-2006, 01.01.24
Ottimo!

Speriamo allora che l'illustre parere di Joaquin Almunia serva a ridare fiducia ed ottimismo agli italiani e, soprattutto, credibilità a Prodi.

exion
24-11-2006, 08.01.15
Si è vero, ci sono stati brogli elettorali. E' palese.


Per altro ci sono stati negli utlimi 10 anni anche negli Stati Uniti, in GB, e prevedo brogli clamorosi alle prossime presidenziali in Francia la prossima primavera.

I brogli però non sono sul conteggio delle schede. Il grande broglio è quello di spacciare il marketing per politica, e questo ormai lo fanno tutti.

Flying Luka
24-11-2006, 12.48.32
Bellissima :D:D:D

Mi è arrivata ora per email:

LA CICALA E LA FORMICA
-----------------------------------------------
VERSIONE CLASSICA
------------------------------------------------
La formica lavora tutta la calda estate;
si costruisce la casa e accantona le provviste per l'inverno.
La cicala pensa che, con quel bel tempo,
la formica sia stupida; ride,danza, canta e gioca tutta l'estate.

Poi giunge l'inverno e la formica riposa al caldo ristorandosi con le
provviste accumulate
mentre la cicala trema dal freddo, rimane senza cibo e muore.*

--------------------------------------------------------------------------
VERSIONE AGGIORNATA AL 2006 Governo Prodi
--------------------------------------------------------------------------
La formica lavora tutta la calda estate; si costruisce la casa e
accantona le provviste per l'inverno.
La cicala pensa che, con quel bel tempo, la formica sia stupida;
ride,danza, canta e gioca tutta l'estate.

Poi giunge l'inverno e la formica riposa al caldo ristorandosi con le
provviste accumulate.
La cicala tremante dal freddo organizza una conferenza stampa e pone
la questione del perché la formica
abbia il diritto d'essere al caldo e ben nutrita mentre altri meno
fortunati muoiono di freddo e fame.

La televisione organizza delle trasmissioni in diretta che mostrano la
cicala tremante dal freddo
nonché degli spezzoni della formica al caldo nella sua confortevole
casa con l'abbondante tavola piena
di ogni ben di Dio.

I telespettatori sono colpiti dal fatto che, in un paese così ricco,
si lasci soffrire
la povera cicala mentre altri vivono nell'abbondanza.

I sindacati manifestano davanti alla casa della formica in solidarietà
della cicala
mentre i giornalisti organizzano delle interviste domandando perché la
formica è divenuta così ricca sulle spalle della cicala
ed interpellano il governo perché aumenti le tasse della formica
affinché essa paghi la sua giusta parte.
In linea con i sondaggi il governo redige una legge per l'eguaglianza economica
ed una (retroattiva all'estate precedente) anti discriminatoria.

Le tasse sono aumentate e la formica riceve una multa per non aver
occupato la cicala come apprendista,
la casa della formica è sequestrata dal fisco perché non ha i soldi
per pagare le tasse e le multe:
la formica lascia il paese e si trasferisce in Liechtenstein.*

La televisione prepara un reportage sulla cicala che, ora ben in
carne, sta terminando le provviste
lasciate dalla formica nonostante la primavera sia ancora lontana.

L'ex casa della formica, divenuto alloggio sociale per la cicala,
comincia a deteriorasi nel disinteresse della
cicala e del governo.

Sono avviate delle rimostranze nei confronti del governo per la
mancanza di assistenza sociale,
viene creata una commissione apposita con un costo di 10 milioni.

Intanto la cicala muore di overdose mentre la stampa evidenzia ancora
di più quanto sia urgente occuparsi delle ineguaglianze
sociali;

la casa è ora occupata da ragni immigrati. Il governo si felicita
delle diversità multiculturali
del paese così aperto e socialmente evoluto.*
I ragni organizzano un traffico d'eroina, una gang di ladri, un
traffico di mantidi prostitute e terrorizzano la
comunità.
Il partito della sinistra propone l'integrazione perché la repressione
genera violenza e la violenza chiama violenza...


(*)... non vi ricorda nulla ???

zen67
24-11-2006, 13.40.05
Bellissima :D:D:D

Mi è arrivata ora per email:

LA CICALA E LA FORMICA
-----------------------------------------------
VERSIONE CLASSICA
------------------------------------------------
La formica lavora tutta la calda estate;
si costruisce la casa e accantona le provviste per l'inverno.
La cicala pensa che, con quel bel tempo,
la formica sia stupida; ride,danza, canta e gioca tutta l'estate.

Poi giunge l'inverno e la formica riposa al caldo ristorandosi con le
provviste accumulate
mentre la cicala trema dal freddo, rimane senza cibo e muore.*

--------------------------------------------------------------------------
VERSIONE AGGIORNATA AL 2006 Governo Prodi
--------------------------------------------------------------------------
La formica lavora tutta la calda estate; si costruisce la casa e
accantona le provviste per l'inverno.
La cicala pensa che, con quel bel tempo, la formica sia stupida;
ride,danza, canta e gioca tutta l'estate.

Poi giunge l'inverno e la formica riposa al caldo ristorandosi con le
provviste accumulate.
La cicala tremante dal freddo organizza una conferenza stampa e pone
la questione del perché la formica
abbia il diritto d'essere al caldo e ben nutrita mentre altri meno
fortunati muoiono di freddo e fame.

La televisione organizza delle trasmissioni in diretta che mostrano la
cicala tremante dal freddo
nonché degli spezzoni della formica al caldo nella sua confortevole
casa con l'abbondante tavola piena
di ogni ben di Dio.

I telespettatori sono colpiti dal fatto che, in un paese così ricco,
si lasci soffrire
la povera cicala mentre altri vivono nell'abbondanza.

I sindacati manifestano davanti alla casa della formica in solidarietà
della cicala
mentre i giornalisti organizzano delle interviste domandando perché la
formica è divenuta così ricca sulle spalle della cicala
ed interpellano il governo perché aumenti le tasse della formica
affinché essa paghi la sua giusta parte.
In linea con i sondaggi il governo redige una legge per l'eguaglianza economica
ed una (retroattiva all'estate precedente) anti discriminatoria.

Le tasse sono aumentate e la formica riceve una multa per non aver
occupato la cicala come apprendista,
la casa della formica è sequestrata dal fisco perché non ha i soldi
per pagare le tasse e le multe:
la formica lascia il paese e si trasferisce in Liechtenstein.*

La televisione prepara un reportage sulla cicala che, ora ben in
carne, sta terminando le provviste
lasciate dalla formica nonostante la primavera sia ancora lontana.

L'ex casa della formica, divenuto alloggio sociale per la cicala,
comincia a deteriorasi nel disinteresse della
cicala e del governo.

Sono avviate delle rimostranze nei confronti del governo per la
mancanza di assistenza sociale,
viene creata una commissione apposita con un costo di 10 milioni.

Intanto la cicala muore di overdose mentre la stampa evidenzia ancora
di più quanto sia urgente occuparsi delle ineguaglianze
sociali;

la casa è ora occupata da ragni immigrati. Il governo si felicita
delle diversità multiculturali
del paese così aperto e socialmente evoluto.*
I ragni organizzano un traffico d'eroina, una gang di ladri, un
traffico di mantidi prostitute e terrorizzano la
comunità.
Il partito della sinistra propone l'integrazione perché la repressione
genera violenza e la violenza chiama violenza...


(*)... non vi ricorda nulla ???

mmmm sto a magnà non è che c'è qualcuno che può tradurre sta roba... tutto il sangue mi va allo stomaco e a sta ora il cervello è a nanna... :bed :devil:

ablivio
24-11-2006, 17.31.38
è la realizzazione del programma di Dileberto & compagni

ablivio
24-11-2006, 17.32.22
volevo dire DILIBERTO

NightMan
24-11-2006, 19.01.43
Bellissima :D:D:D

Mi è arrivata ora per email:

LA CICALA E LA FORMICA
-----------------------------------------------
VERSIONE CLASSICA
------------------------------------------------
La formica lavora tutta la calda estate;
si costruisce la casa e accantona le provviste per l'inverno.
La cicala pensa che, con quel bel tempo,
la formica sia stupida; ride,danza, canta e gioca tutta l'estate.

Poi giunge l'inverno e la formica riposa al caldo ristorandosi con le
provviste accumulate
mentre la cicala trema dal freddo, rimane senza cibo e muore.*

--------------------------------------------------------------------------
VERSIONE AGGIORNATA AL 2006 Governo Prodi
--------------------------------------------------------------------------
La formica lavora tutta la calda estate; si costruisce la casa e
accantona le provviste per l'inverno.
La cicala pensa che, con quel bel tempo, la formica sia stupida;
ride,danza, canta e gioca tutta l'estate.

Poi giunge l'inverno e la formica riposa al caldo ristorandosi con le
provviste accumulate.
La cicala tremante dal freddo organizza una conferenza stampa e pone
la questione del perché la formica
abbia il diritto d'essere al caldo e ben nutrita mentre altri meno
fortunati muoiono di freddo e fame.

La televisione organizza delle trasmissioni in diretta che mostrano la
cicala tremante dal freddo
nonché degli spezzoni della formica al caldo nella sua confortevole
casa con l'abbondante tavola piena
di ogni ben di Dio.

I telespettatori sono colpiti dal fatto che, in un paese così ricco,
si lasci soffrire
la povera cicala mentre altri vivono nell'abbondanza.

I sindacati manifestano davanti alla casa della formica in solidarietà
della cicala
mentre i giornalisti organizzano delle interviste domandando perché la
formica è divenuta così ricca sulle spalle della cicala
ed interpellano il governo perché aumenti le tasse della formica
affinché essa paghi la sua giusta parte.
In linea con i sondaggi il governo redige una legge per l'eguaglianza economica
ed una (retroattiva all'estate precedente) anti discriminatoria.

Le tasse sono aumentate e la formica riceve una multa per non aver
occupato la cicala come apprendista,
la casa della formica è sequestrata dal fisco perché non ha i soldi
per pagare le tasse e le multe:
la formica lascia il paese e si trasferisce in Liechtenstein.*

La televisione prepara un reportage sulla cicala che, ora ben in
carne, sta terminando le provviste
lasciate dalla formica nonostante la primavera sia ancora lontana.

L'ex casa della formica, divenuto alloggio sociale per la cicala,
comincia a deteriorasi nel disinteresse della
cicala e del governo.

Sono avviate delle rimostranze nei confronti del governo per la
mancanza di assistenza sociale,
viene creata una commissione apposita con un costo di 10 milioni.

Intanto la cicala muore di overdose mentre la stampa evidenzia ancora
di più quanto sia urgente occuparsi delle ineguaglianze
sociali;

la casa è ora occupata da ragni immigrati. Il governo si felicita
delle diversità multiculturali
del paese così aperto e socialmente evoluto.*
I ragni organizzano un traffico d'eroina, una gang di ladri, un
traffico di mantidi prostitute e terrorizzano la
comunità.
Il partito della sinistra propone l'integrazione perché la repressione
genera violenza e la violenza chiama violenza...


(*)... non vi ricorda nulla ???

No, non mi ricorda nulla perchè parte da un punto di partenza sbagliato.
Questo testo fa il giusto discorso che chi più produce più merita ma poi, in pratica, paragona la cicala alla classe economica medio bassa del paese e la formica alla classe medio alta e qui si sbaglia di grosso. Non è assolutamente vero che chi ha di meno è perchè produce di meno e chi ha di più è perchè produce di più. L'Italia è uno di quei paesi dove la meritocrazia è solo una parola scritta sul vocabolario e dove la gente che veramente porta avanti la barracca è costretta a vedersi strasuperare in lusso e benessere da ladri, raccomandati e furbi di ogni genere. E' quindi sbagliata, secondo me, qusta visione dello stato che ruba ai ricchi per dare ai poveri e bisognerebbe più pensare ad uno stato che nella sua infinita corruzione cerca comunque di assicurare una maggiore equità sociale.

exion
25-11-2006, 07.56.49
Però NightMan, bisogna anche dire che....



No dai non ce la faccio :p
Ma perché hai cambiato nick?? :inn:



Vabbeh dai proviamo...


Volevo dire che....


Anche la concezione sinistra = protezione dello stato sociale mentre destra = raccomandati buffoni e ladri, è riduttiva e figlia del clima insopportabile che vige in Italia e di cui tutti siamo vittime.



Chi sono le cicale oggi?


Tra i milioni di disoccupati italiani che possono ragionevolmente sperare un giorno di toccare un sussidio che gli aiuti a ritrovare lavoro, come in Francia, si nascondono sicuramente qualche centinaio di migliaia di cicale che sperano di avere il sussidio per non lavorare.

Tra i milioni di indigenti presenti in Italia che sperano un giorno di avere un alloggio sociale, si nascondono sicuramente qualche decina di migliaia di cicale che hanno sufficienti risorse proprie ma vogliono comprarsi la casa a spese dello stato.

Tra i milioni di liberi professionisti italiani che sperano in buona fede in una riduzione delle tasse per mandare meglio avanti gli affari, si nascondono sicuramente decine di migliaia di cicale che sperano in una riduzione per fare legalmente ciò che hanno sempre fatto, ovvero evadere le tasse.

Tra le centinaia di migliaia di piccoli imprenditori onesti e operosi che sperano in un alleggerimento delle norme sull'impiego del personale per meglio gestire la propria azienda, si nascondono sicuramente diverse decine di migliaia di cicale che aspettano norme meno restrittive per poter aumentare i propri profitti privati a scapito del bene pubblico.

Tra le decine di grandi multinazionali che operano in Italia, creando impiego e ricchezza per le famiglie italiane, ce ne sono sicuramente almeno un paio che cicaleggiano e che non esiterebbero (o non esitano?) a depredare il suolo italiano delle sue risorse umane, economiche ed ambientali senza minimamente pensare all'inverno che verrà.


Le cicale sono dappertutto, a destra e a sinistra, in alto e in basso e, se permettete, mi pare che in generale proliferino bene in Italia.


E dopo questa analisi politica da quattro soldi, mi permetto anche di darti un consiglio Nightman: prendi la fiabetta per quello che è, non una approfondita analisi politica dell'Italia ma una spiritosa (oddio... :D) gag sulla politica italica.
Comunque a me piaceva di più quella delle mucche :inn:

wilhelm
25-11-2006, 08.17.59
Non sono d'accordo Nigthman:
tu hai letto nella storiella che chi ha di più è chi produce di più e chi ha di meno è chi produce di meno, e infatti questo non è necessariamente vero...

La storiella invece dice che chi si dà da fare mette via qualcosa - per quanto possa essere tanto o poco o un lusso sfrenato o il minimo per sopravvivere - mentre chi non fa nulla vive sulle spalle di chi produce e trova qualche illuminato governante o giornalista pronto ad aiutarlo e sostenerlo...

Questo dice la storiella, quindi attenzione a letture viziate e distorte...





@Flying: (Y) :D:D:D

exion
25-11-2006, 08.30.17
Non sono d'accordo Nigthman:
tu hai letto nella storiella che chi ha di più è chi produce di più e chi ha di meno è chi produce di meno, e infatti questo non è necessariamente vero...

La storiella invece dice che chi si dà da fare mette via qualcosa - per quanto possa essere tanto o poco o un lusso sfrenato o il minimo per sopravvivere - mentre chi non fa nulla vive sulle spalle di chi produce e trova qualche illuminato governante o giornalista pronto ad aiutarlo e sostenerlo...

Questo dice la storiella, quindi attenzione a letture viziate e distorte...





@Flying: (Y) :D:D:D


Penso al papà della mia ragazza, un grande uomo... Operaio alla Kronenbourg....

Dubito che si possa considerare cicala l'operaio che lavora su 3x8, due notti al mese in fabbrica anziché a letto, 30 anni di servizio e 1.200€ netti al mesi (ma in Italia sarebbero 1.000), mai tanto dalla famiglia perché quando si spartisce tra 8 fratelli e sorelle alla fine rimane ben poco, due figli da crescre e cresciuti bene senza che mancasse loro niente. Mai un lamento e mai una recriminazione.
Per me persone così sono dellle gran rispettabili formiche.

D'altra parte dubito anche che una formica del genere sia in grado di portare alcunché in Liechenstein (eppure è vicinissimo qua, un tiro di schioppo :D) o di abbandonare la casa perché una ne hanno e stretta se la tengono.


Wilhelm, non è la lettura che è distorta, ma lo è la scrittura. Volutamente e giustamente, perché se non fosse distorta non sarebbe una parodia :D

wilhelm
25-11-2006, 09.35.16
Tralasciavo nella mia lettura la parte del Liechtenstein...

[spike]
25-11-2006, 11.49.21
Quoto nightman completamente.
Che ha fatto berlusconi in 5 anni di regno INCONTRASTATO? vi ha arricchito? ah si?
Se dite di si, mi fate vedere le vostre dichiarazioni dei redditi dal 2001 a oggi perfavore? no perchè alle panzane non credo più.

exion
25-11-2006, 12.44.41
']Quoto nightman completamente.
Che ha fatto berlusconi in 5 anni di regno INCONTRASTATO? vi ha arricchito? ah si?
Se dite di si, mi fate vedere le vostre dichiarazioni dei redditi dal 2001 a oggi perfavore? no perchè alle panzane non credo più.

Se non altro Berlusconi ha dato ai suoi supporter una speranza. Una attesa per qualche cosa.

Poi si può discutere se l'abbia realizzata o meno: Secondo me i fatti dimostrano che le sue erano solo balle, i suoi supporter dichiareranno l'esatto contrario. Ma questo non importa.

Cò che conta, la sola cosa importante alla fine, è che lui effettivamente ha fatto sperare in qualcosa coloro i quali gli hanno dato appoggio.

La sinistra attualmente al governo invece non ha una direzione. Naviga a vista sull'emergenza di una finanziaria da primi anni '90 (il che è già buono se tra un anno darà risultati ma bisogna aspettare per saperlo) e per il resto, il Nulla.

Nessun grande progetto istituzionale, nessun progetto di legge veramente significativo e di largo respiro, nemmeno nessuna vaga idea su quale linea politica dare a questo governo nei prossimi mesi. A dire il vero, nemmeno un barlume di intesa comune su qualche grande valore, o progetto, o minimo costrutto futuro. Aveva ragione Pansa l'inverno scorso: una volta vinte le elezioni, alé via!, ognuno per sé e Dio per tutti.

Se continua così, questo governo rischia persino di fare alcune buone cose sul piano dell'ordinaria amminstrazione spicciola, ma di perdere completamente la fiducia del paese per non aver saputo proporre un progetto motivante.

Su questo, Berlusconi è stato vincente per 5 anni. Lui ha sempre saputo dare una direzione, giusta o sbagliata che fosse non importa, che motivava fortemente i suoi elettori.
Per il momento, da questo punto di vista, il governo di Prodi è una catastrofe colossale.

NightMan
25-11-2006, 12.53.10
Però NightMan, bisogna anche dire che....



No dai non ce la faccio :p
Ma perché hai cambiato nick?? :inn:


Cambia il nome non cambia il mio tasso di comunismo :D

Le cicale sono dappertutto, a destra e a sinistra, in alto e in basso e, se permettete, mi pare che in generale proliferino bene in Italia.



E' verissimo questo, anche io ho volutamente esasperato i concetti vedendo tutti ladri, furbi e corrotti da una parte e tutti onesti lavoratori poveri dall'altra




E dopo questa analisi politica da quattro soldi, mi permetto anche di darti un consiglio Nightman: prendi la fiabetta per quello che è, non una approfondita analisi politica dell'Italia ma una spiritosa (oddio... :D) gag sulla politica italica.
Comunque a me piaceva di più quella delle mucche :inn:


Eheh, lo so che era una favola ed ha una delle più giuste morali che esistano, per questo non va applicata alla politica che di morale non ne ha ;)
ps: hai ragione, meglio quella sulle mucche ma anche quella vecchia della gallina :D

NightMan
25-11-2006, 12.59.32
Non sono d'accordo Nigthman:
tu hai letto nella storiella che chi ha di più è chi produce di più e chi ha di meno è chi produce di meno, e infatti questo non è necessariamente vero...

La storiella invece dice che chi si dà da fare mette via qualcosa - per quanto possa essere tanto o poco o un lusso sfrenato o il minimo per sopravvivere - mentre chi non fa nulla vive sulle spalle di chi produce e trova qualche illuminato governante o giornalista pronto ad aiutarlo e sostenerlo...

Questo dice la storiella, quindi attenzione a letture viziate e distorte...





@Flying: (Y) :D:D:D

No no, credimi, abbiamo letto alla stessa maniera. Per me è giustissimo che chi si da da fare di più meriti di metter qualcosa in più da parte, ma contrasto l'analisi politica che vede meritevoli di titolo "formichiale" solo i tassati del ceto medio alto italiano mentre gli altri son cicale spendaccione che il governo ingiustamente vorrebbe tutelare.

Insomma, ha detto bene eXion. Cicale e formiche stanno dappertutto in tutti gli strati sociali e lo stato non va visto come il Robin Hood dei nostri tempi ma come un attento amministratore che cerca di dare più equità sociale in una società economica che non è equa.

[spike]
25-11-2006, 14.34.32
Se non altro Berlusconi ha dato ai suoi supporter una speranza. Una attesa per qualche cosa.

Poi si può discutere se l'abbia realizzata o meno: Secondo me i fatti dimostrano che le sue erano solo balle, i suoi supporter dichiareranno l'esatto contrario. Ma questo non importa.

Cò che conta, la sola cosa importante alla fine, è che lui effettivamente ha fatto sperare in qualcosa coloro i quali gli hanno dato appoggio.

La sinistra attualmente al governo invece non ha una direzione. Naviga a vista sull'emergenza di una finanziaria da primi anni '90 (il che è già buono se tra un anno darà risultati ma bisogna aspettare per saperlo) e per il resto, il Nulla.

Nessun grande progetto istituzionale, nessun progetto di legge veramente significativo e di largo respiro, nemmeno nessuna vaga idea su quale linea politica dare a questo governo nei prossimi mesi. A dire il vero, nemmeno un barlume di intesa comune su qualche grande valore, o progetto, o minimo costrutto futuro. Aveva ragione Pansa l'inverno scorso: una volta vinte le elezioni, alé via!, ognuno per sé e Dio per tutti.

Se continua così, questo governo rischia persino di fare alcune buone cose sul piano dell'ordinaria amminstrazione spicciola, ma di perdere completamente la fiducia del paese per non aver saputo proporre un progetto motivante.

Su questo, Berlusconi è stato vincente per 5 anni. Lui ha sempre saputo dare una direzione, giusta o sbagliata che fosse non importa, che motivava fortemente i suoi elettori.
Per il momento, da questo punto di vista, il governo di Prodi è una catastrofe colossale.

Berlusconi non è stato vincente su nulla di nulla a parte i processi che lo vedevano coinvolto per cui ha modificato le leggi. I media hanno disputato di cose senza alcun senso. Quando si parla di squilibrio degli organi di informazione si intende questo.
Ha dato speranza? Beh le ha disattese tutte le speranze e questo lo dicono dati piuttosto chiari e scientificamente inequivocabili. Ma si sa che si chiede ancora l'opinione di quell'incompetente di Tremonti perchè i mezzi di comunicazione sono praticamente ancora in mano a una persona sola.

La finanziaria dell'unione... ma l'avete letta? sapete ESATTAMENTE di cosa si parla? Io non credo proprio... PER UN MESE la tv e giornali sono andati avanti con sta storia soffiando su un inesistente fuoco e non mi ricordo di tale atteggiamento per le finanziarie dei governi passati anzi DEL governo passato.
Ragazzi, ma aprite gli occhi perfavore... e questo non lo dico solo per la politica su cui ognuno si formi l'opinione che crede, ma almeno l'opinione formiamocela mettendo sempre in discussione le cose che ci vengono date per assodate e che poi nella realtà spesso non sono così certe E NON SOLO DA UNA PARTE SOLA EH.
Credetemi è un atteggiamento sano, quello di discutere sempre le "verità rivelate" che ci propinano spesso e volentieri gli organi di stampa o i mezzi d comunicazione in genere.

[spike]
25-11-2006, 14.36.33
P.S. Berlusconi non è stato vincente per 5 anni in nessun modo e TANTOMENO elettoralmente. Andatevi a controllare tutti i risultati delle competizioni elettorali dal 2002 al 2006 e vedrete che è così.
L'immagine del Berlusconi "vincente" è una panzana inventata e propinata dalla tv. I dati dicono tutt'altro.
Poi uno vincente se mette i tacchi per sembrare più alto? IO NON CREDO. :D

Flying Luka
25-11-2006, 14.37.34
Se non altro Berlusconi ha dato ai suoi supporter una speranza. Una attesa per qualche cosa.

Poi si può discutere se l'abbia realizzata o meno: Secondo me i fatti dimostrano che le sue erano solo balle, i suoi supporter dichiareranno l'esatto contrario. Ma questo non importa.

Cò che conta, la sola cosa importante alla fine, è che lui effettivamente ha fatto sperare in qualcosa coloro i quali gli hanno dato appoggio.

La sinistra attualmente al governo invece non ha una direzione. Naviga a vista sull'emergenza di una finanziaria da primi anni '90 (il che è già buono se tra un anno darà risultati ma bisogna aspettare per saperlo) e per il resto, il Nulla.

Nessun grande progetto istituzionale, nessun progetto di legge veramente significativo e di largo respiro, nemmeno nessuna vaga idea su quale linea politica dare a questo governo nei prossimi mesi. A dire il vero, nemmeno un barlume di intesa comune su qualche grande valore, o progetto, o minimo costrutto futuro. Aveva ragione Pansa l'inverno scorso: una volta vinte le elezioni, alé via!, ognuno per sé e Dio per tutti.

Se continua così, questo governo rischia persino di fare alcune buone cose sul piano dell'ordinaria amminstrazione spicciola, ma di perdere completamente la fiducia del paese per non aver saputo proporre un progetto motivante.

Su questo, Berlusconi è stato vincente per 5 anni. Lui ha sempre saputo dare una direzione, giusta o sbagliata che fosse non importa, che motivava fortemente i suoi elettori.
Per il momento, da questo punto di vista, il governo di Prodi è una catastrofe colossale.


Impeccabile! (Y)(Y)(Y) ;)

[spike]
25-11-2006, 14.52.34
impeccabile ma assolutamente falso e irrealistico (scusate i toni ma non sopporto le mistificazioni).

NightMan
25-11-2006, 14.59.39
Se non altro Berlusconi ha dato ai suoi supporter una speranza. Una attesa per qualche cosa.

Poi si può discutere se l'abbia realizzata o meno: Secondo me i fatti dimostrano che le sue erano solo balle, i suoi supporter dichiareranno l'esatto contrario. Ma questo non importa.

Cò che conta, la sola cosa importante alla fine, è che lui effettivamente ha fatto sperare in qualcosa coloro i quali gli hanno dato appoggio.

La sinistra attualmente al governo invece non ha una direzione. Naviga a vista sull'emergenza di una finanziaria da primi anni '90 (il che è già buono se tra un anno darà risultati ma bisogna aspettare per saperlo) e per il resto, il Nulla.

Nessun grande progetto istituzionale, nessun progetto di legge veramente significativo e di largo respiro, nemmeno nessuna vaga idea su quale linea politica dare a questo governo nei prossimi mesi. A dire il vero, nemmeno un barlume di intesa comune su qualche grande valore, o progetto, o minimo costrutto futuro. Aveva ragione Pansa l'inverno scorso: una volta vinte le elezioni, alé via!, ognuno per sé e Dio per tutti.

Se continua così, questo governo rischia persino di fare alcune buone cose sul piano dell'ordinaria amminstrazione spicciola, ma di perdere completamente la fiducia del paese per non aver saputo proporre un progetto motivante.

Su questo, Berlusconi è stato vincente per 5 anni. Lui ha sempre saputo dare una direzione, giusta o sbagliata che fosse non importa, che motivava fortemente i suoi elettori.
Per il momento, da questo punto di vista, il governo di Prodi è una catastrofe colossale.

Posso quotarti. Il coraggio di rischiare è stato un pregio che attribuisco a Berlusconi ma spesso ha rischiato perdendo. D'Altronde lui è uno squalo dell'imprenditoria e ha solo applicato la sua intraprendenza in politica, rischiando, sbagliando e mentendo sui risultati (dal mio punto di vista). Questa sinistra invece è troppo timorosa e attenta. Vuole salvare sto paese a botte di normali amministrazioni o facili taglietti o applicazioni di tributi. Forse riusciremo a metterci in sesto nel senso di areggiare e andare avanti a campare ma se vogliamo davvero crescere, perchè ne abbiamo le possibilità, dobbiamo avere il coraggio di mettere mano a enormi riforme strutturali.

Sbavi
25-11-2006, 15.06.40
']impeccabile ma assolutamente falso e irrelaistico (scusate i toni ma non sopporto le mistificazioni).

Sta dicendo che il Nano è andato avanti 5 anni prendendo per il culo gli italiani, riempiendoci il frigorifero (e la panza) di speranze. Adesso questo Governo ha tolto dal frigo pure quella :D

Ti sembra falso e irrealistico? :mm:

NightMan
25-11-2006, 15.09.05
Sta dicendo che il Nano è andato avanti 5 anni prendendo per il culo gli italiani, riempiendoci il frigorifero (e la panza) di speranze. Adesso questo Governo ha tolto dal frigo pure quella :D

Ti sembra falso e irrealistico? :mm:


[BATTUTA DI DESTRA]

e no sbavi, ti sbagli!
Prodi ci ha fregato pure il frigo! :D

[/BATTUTA DI DESTRA]

Dav82
25-11-2006, 15.11.27
LOL ssjnightman :D


Cmq meglio avere la chiara visione della realtà, piuttosto che vane speranze che servono solo a obnubilare il cervello ;) (e a soggiogare una nazione)