PDA

Visualizza versione completa : [Politica & co.] Il nuovo miracolo italiano?


Pagine : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 [12] 13 14 15 16 17 18 19 20

Gigi75
11-10-2006, 19.07.59
Il bilancio è di 20 volte superiore a quello fornito dal presidente Bush lo scorso dicembre e di 10 volte rispetto a quello dell'Iraq Body Count.
New York, 11 ott. (Adnkronos/Ign) - Da marzo 2003 a oggi sono morti almeno 655mila iracheni. È la stima di un gruppo di ricercatori americani e iracheni, riportata dai quotidiani statunitensi 'The New York Times' e 'Washington Post', che sottolineano come si tratti del bilancio più alto mai registrato sinora e come si discosti molto dalle stime fornite da altre organizzazioni e anche dal governo di Baghdad. Il bilancio pubblicato oggi è 20 volte superiore a quello fornito dal presidente statunitense George W. Bush lo scorso dicembre e 10 volte superiore a quello dell'Iraq Body Count.
Secondo I ricercatori, dai dati raccolti nel corso di questi tre anni si nota un regolare aumento della mortalità dai primi giorni della guerra, con un picco nell'ultimo anno. Quanto alle cause, 601mila persone sarebbero morte in seguito ad atti di violenza, mentre le altre 54mila sarebbero decedute per malattie o per altre ragioni.
Nessun commento diretto ai risultati dello studio è arrivato dalle autorità statunitensi. Il portavoce del dipartimento della Difesa, il colonnello Mark Ballesteros, citato dal 'Washington Post', ha sottolineato come il dipartimento "rimpianga sempre la perdita di vite innocenti in Iraq e in qualsiasi altro luogo". Ballesteros ha quindi sottolineato come "le forze della coalizione adottino sempre precauzioni per evitare la morte o il ferimento di civili".
Contraria allo scetticismo con cui i dati della ricerca sono stati accolti in alcuni ambienti, compreso quello militare, è Sarah Leah Whitson, funzionario di Human Rights Watch di New York. "Non abbiamo alcuna ragione per mettere in dubbio quanto scoperto e l'accuratezza dello studio - ha detto la donna -. Credo sia importante che, piuttosto che mettere in dubbio i risultati, si realizzi che i dati che arrivano dalle autorità irachene sono molto poco affidabili".
Lo studio è stato realizzato, tra il 20 maggio e il 10 giugno scorsi, da otto medici iracheni dell'Ateneo Mustansiriya di Baghdad supervisionati dagli epidemiologi della Scuola medica Bloomberg dell'Università Johns Hopkins e verrà pubblicato dalla rivista britannica 'Lancet'. Per la ricerca è stato scelto un campione di 1.849 famiglie, composte in media da sette membri, che vivono in 47 zone diverse del Paese arabo scelte in base alla densità di popolazione. I membri di ogni nucleo familiare hanno riferito delle perdite avute nei 14 mesi prima del conflitto e di quelle nel periodo successivo.
Secondo i risultati della ricerca, prima della guerra si registravano 5,5 morti ogni mille persone, mentre dopo il conflitto si è arrivati a 13,3 ogni mille e a 19,8 ogni mille alla fine di giugno.
A causare il 56% delle morti violente sarebbero state le ferite da arma da fuoco, mentre le autobombe e altre esplosioni avrebbero provocato il 14% delle perdite. Responsabili del 31% delle morti sarebbero le forze della coalizione.
Lo studio viene pubblicato, fa notare il 'New York Times', in un momento delicato per il governo iracheno, che è sottoposto a forti pressioni da Washington: gli Stati Uniti chiedono a Baghdad, infatti, di agire contro le milizie attive nel Paese. Nell'ultima settimana di settembre, tra l'altro, le autorità irachene hanno impedito all'obitorio della capitale e al ministero della Salute di diffondere dati ai media circa i decessi di civili. Adesso quindi, ricorda il giornale, solo il governo è autorizzato a fornire dati in merito, ma un funzionario della polizia irachena - a condizione di anonimato - ha rivelato che ogni giorno in Iraq si contano almeno 200 morti.
Fonte (http://www.adnkronos.com/3Level.php?cat=Esteri&loid=1.0.562741991)


IRAQ: BUSH, NON CREDIBILE STIMA DI 655MILA VITTIME DELLA GUERRA
LA POSTA IN GIOCO E' ALTA, NON POSSIAMO ABBANDONARE IL PAESE

Washington, 11 ott. (Adnkronos) - George Bush considera ''non credibile'' la stima di 655mila iracheni morti dall'inizio della guerra nel 2003. Rispondendo alle domande dei giornalisti riguardo allo studio realizzato dai ricercatori della John Hopkins University, il presidente americano ha dichiarato che anche i vertici militari statunitensi non considerano credibile questa stima, senza pero' fornire alcuna cifra alternativa. ''Molti innocenti sono rimasti uccisi'' si e' limitato a dire.




..così.. un po'.. molti..qui si dice.. "a muzzo.."

Robbi
11-10-2006, 19.18.42
Diciamo che trovo, eufemisticamente parlando, che sia un humour molto greve perché se la prende alle intime convinzioni delle persone.... Tanto più che un bel gioco dura poco: sono mesi che 'sta storia va avanti e onestamente non se ne può più.

Ripeto.. io la trovo solo una battuta! Pure divertente! ;)

Cmq non son ca@@i miei, visto che non l'ho fatta io ne tantomeno la devo spiegare piu' di tanto Ti senti infastidito?? e' nel tuo diritto ci mancherebbe!

Io fossi in te mi rivolgerei al mittente e magari lo sfiderei all'OK Corral!!

Sara' l'eta' sara' l'ormone impazzito, ma noto e lo dico in generale,ci prendiamo troppo sul serio!

Io ultimamente penso tanto, ma tanto alla prugna! Ma mi piace sempre parlare di politica!
PO-LI-TI-CA!

biologist1972
11-10-2006, 20.08.23
Casini: test antidroga per i parlamentari

Il leader dell'Udc: «Credo che sia indispensabile un test per tutti i parlamentari in ordine alla tossicodipendenza»

ROMA - Una proposta per scacciare ogni dubbio. Il leader dell'Udc, Pier Ferdinando Casini, annuncia una iniziativa parlamentare per rendere obbligatorio un test per verificare se i deputati della Repubblica fanno uso di sostanze stupefacenti. «Gli italiani hanno il diritto di sapere se i Parlamentari che eleggono sono tossicodipendenti - ha spiegato Casini - E in nome della trasparenza credo che sia indispensabile un test per tutti i parlamentari in ordine alla tossicodipendenza». Per l'ex presidente della Camera occorre «non un esperimento estemporaneo e scientificamente indimostrabile, ma un test ufficiale fatto direttamente dalle istituzioni. Oggi l'unico modo per rispondere alla crisi di credibilità che c'è in Parlamento, soprattutto dopo la vicenda delle "Iene", è questo».


fonte (http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2006/10_Ottobre/11/casini.shtml)

Flying Luka
11-10-2006, 20.52.30
:D

dave4mame
11-10-2006, 20.53.10
Ammettiamo che ora in qualche thread qualcuno vada a scrivere che i 23 milioni di italiani che non hanno votato centrosinistra dovrebbero andarsene a f@nculo perché qualcuno si è rotto di farsi dare del coglione un giorno sì e pure l'altro, cosa succederebbe?
così, come ipotesi...

diciamo ci sarebbe quantomeno sorpresa.
sembravano così contenti quando giravano con cartelli con i quali si auto-attribuivano l'epiteto di cui sopra...

Flying Luka
11-10-2006, 20.56.19
diciamo ci sarebbe quantomeno sorpresa.
sembravano così contenti quando giravano con cartelli con i quali si auto-attribuivano l'epiteto di cui sopra...

infatti! :D:D:D

http://www.corriere.it/gallery/Politica/2006/04_Aprile/coglione/1/6.jpg

wilhelm
12-10-2006, 09.06.47
Ma se Bartolomeo Colleoni è passato alla storia per aver avuto 3 coglioni, che ne sarà di Prodi che ne ha avuti ben 23.000.000 ?!?
:D:D:D
:D:D:D

Astro
12-10-2006, 09.23.35
Casini: test antidroga per i parlamentari
Il leader dell'Udc: «Credo che sia indispensabile un test per tutti i parlamentari in ordine alla tossicodipendenza»
ROMA - Una proposta per scacciare ogni dubbio. Il leader dell'Udc, Pier Ferdinando Casini, annuncia una iniziativa parlamentare per rendere obbligatorio un test per verificare se i deputati della Repubblica fanno uso di sostanze stupefacenti. «Gli italiani hanno il diritto di sapere se i Parlamentari che eleggono sono tossicodipendenti - ha spiegato Casini - E in nome della trasparenza credo che sia indispensabile un test per tutti i parlamentari in ordine alla tossicodipendenza». Per l'ex presidente della Camera occorre «non un esperimento estemporaneo e scientificamente indimostrabile, ma un test ufficiale fatto direttamente dalle istituzioni. Oggi l'unico modo per rispondere alla crisi di credibilità che c'è in Parlamento, soprattutto dopo la vicenda delle "Iene", è questo».

fonte (http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2006/10_Ottobre/11/casini.shtml)


E' un atto più che doveroso. Per dare una maggiore credibilità (maggiore? credibilità? :mm: ) ad un Paese che ormai non sa più da chi si fa governare...

Ma, come tutti sappiamo, se anche si facesse questo test si troverebbe subito la scappatoia per evitare risultati "positivi"...





PS: Povero Pannella... :D:D
__________________
Se la tempesta ti spingerà verso una spiaggia deserta, tu assecondala e forse sarà un'imprevista scoperta...

Astro
12-10-2006, 09.32.00
eXion, capisco il tuo disappunto e il fatto che ti sia scocciato di sentire sempre le stesse cose, ma io penso che tutto ciò sia normale: ormai la politica è diventata come lo sport, il calcio, anzi molto peggio.

La destra e i suoi elettori per 5 lunghi anni si sono sentiti chiamare in tutti i modi possibili e sentivano, nei media e nella vita quotidiana, che la colpa di ogni minuscola cosa andasse male fosse di Berlusconi. Se il gatto veniva investito da un'auto la colpa era di Berlusconi... (Che poi non dimentichiamoci è stato l'unico che ha fatto davvero qualcosa contro l'incivilta alla guida di noi Italiani!)..

Ora che le cose si sono invertite, tutte le sofferenze, le oppressioni e le pressioni che hanno incamerato negli ultimi anni li sfogano nello stesso modo come le hanno incamerate... Lascia perdere se giusto o sbagliato, ma non sono i primi a farlo. Ormai la politica, quella vera, non esiste più. La politica del dialogo, del confronto, delle opinioni comuni e non comuni s'è smarrita per far posto ad una politica di sfottò, di io-sono-meglio-di-te-e-tu-sei-soltanto-un-coglione che ha preso il sopravvento in tutto e per tutto...
__________________
Ho visto un fiore e l'ho preso, ho visto una farfalla e l'ho presa, c'era li' anche un'Alfa 33 e c'era su uno stereo, ho preso anche quello.

crazy.cat
12-10-2006, 11.28.27
La spazzatura per le strade non si può raccoglierla, ma una vacanza in america a spese degli altri, i politici regionali campani riescono a farla.
Complimenti è così che si governa una regione e si fanno contenti i cittadini.

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2006/10_Ottobre/10/stella.shtml
Columbus Day, campani in parata. Con i fondi europei

Così come sono in molti curiosi di vedere se l'Europa, un po' tirchia in questi tempi di vacche magre, sarà contenta di sapere che 300 dei 680 mila euro presi dalle pubbliche casse per finanziare la costosa trasferta, sono stati presi dai fondi europei destinati ai Por, i progetti operativi regionali.

Feintool
12-10-2006, 11.30.48
Di rado scrivo in quest'area non per codardia o indifferenza ma semplicemente per non urtare le coscienze di persone che sono amici e che stimo tantissimo, anch'io come tanti italiani sono in disaccordo sulla discutibile gestione (secolare) della nostra politica, nel mio piccolo ho formato le mie opinioni che sono basate sulla valutazione nel tempo di atti e persone. Purtroppo il denominatore comune e' sempre lo schierarsi da questa o quella parte tralasciando il fine autentico delle ideologie patriottiche, in fondo la gestione del paese dovrebbe ispirarsi ad un semplice pensiero: ..per il popolo e con il popolo.. e non per scopi personali o di clientelismo (anche internazionale) che allontanano il senso del mandato di cui si ha incarico elettorale, sono consapevole che questa nostra terra natia sta vivendo grandi conflitti e difficolta' generati da persone prive di senso altruistico bramosi di potere che come una costante temporale si alternano alla guida dello stato ma penso anzi ne sono straconvinto che, per mettere a posto le cose, l'impegno per sostenere la gestione del governo deve venire da ogni abitante, da nord a sud e da ogni ceto sociale, consci che nessuno e' escluso ed estraniarsi dal solo pensiero crea conflitto. Piccole particelle che unite possono progredire ed evolversi, pensieri comuni e condivisi, discussi e interpretati creando la coscienza popolare senza la ottusa cecita' di autoescludersi dal proprio futuro perche' la forza dei nostri pensieri potranno elevarci in un mondo civile o seppellirci nelle ceneri della miseria. Perdonate lo sfogo ma le continue zuffe mediatiche in tema politico mi hanno davvero stancato.

Robbi
12-10-2006, 12.10.33
Caro Fein, hai una visione delle cose che si avvicina molto alla tua anima poetica.

Ti fa onore!

Con gli anni pur mantenendo di fondo una tensione fortermente ideale per cio' che attiene i miei valori personali, ho imparato a pormi rispetto a certe questioni anche in modo molto disincantato.

La politica che per me ha sempre rappresentato un ALTO valore morale, un qualcosa a cui dedicarsi incondizionatamente, un servizio da rendere al Paese, ultimamente mi ha parecchio stancato.

La seguo ovviamente con l'occhio da "addetto ai lavori"

Comunque la vecchia classe politica, quella della prima repubblica per intenderci, sebbene fortemente responsabile di NON aver contribuito allo sviluppo e alla formazione di un NUOVA classe dirigente... Ladra, corrotta e moralmente squalificata, era e rimane giganteggiante rispetto a questi 4 nani che attualmente si aggirano per il Parlamento.

Per intenderci gli attuali leader politici sia di dx che di sx rispetto ad un uomo come Craxi, ma solo per fare un nome... non son degni neanche di allacciargli le stringhe delle scarpe :rolleyes:

E solo il Signore sa, quanto sono stato personalmente avverso ad un simile personaggio, ma gli riconosco un ruolo politico "storico" nel nostro panorama. Come dimenticarsi il 2 di picche a Reagan su Sigonella??
Ci provino Prodi o Berluscao meravigliao con un Bush qualsiasi!!

Un avversario appunto... NON un nemico.

Mi fa piacere sapere che esiste ancora gente come te!

Sbavi
12-10-2006, 12.20.19
Fein sei uno con la minchiarura (Y)

:)

biologist1972
12-10-2006, 12.28.02
Caro Fein, hai una visione delle cose che si avvicina molto alla tua anima poetica.
Ti fa onore!
Con gli anni pur mantenendo di fondo una tensione fortermente ideale per cio' che attiene i miei valori personali, ho imparato a pormi rispetto a certe questioni anche in modo molto disincantato.
La politica che per me ha sempre rappresentato un ALTO valore morale, un qualcosa a cui dedicarsi incondizionatamente, un servizio da rendere al Paese, ultimamente mi ha parecchio stancato.
La seguo ovviamente con l'occhio da "addetto ai lavori"
Comunque la vecchia classe politica, quella della prima repubblica per intenderci, sebbene fortemente responsabile di NON aver contribuito allo sviluppo e alla formazione di un NUOVA classe dirigente... Ladra, corrotta e moralmente squalificata, era e rimane giganteggiante rispetto a questi 4 nani che attualmente si aggirano per il Parlamento.
Per intenderci gli attuali leader politici sia di dx che di sx rispetto ad un uomo come Craxi, ma solo per fare un nome... non son degni neanche di allacciargli le stringhe delle scarpe :rolleyes:
E solo il Signore sa, quanto sono stato personalmente avverso ad un simile personaggio, ma gli riconosco un ruolo politico "storico" nel nostro panorama. Come dimenticarsi il 2 di picche a Reagan su Sigonella??
Ci provino Prodi o Berluscao meravigliao con un Bush qualsiasi!!
Un avversario appunto... NON un nemico.
Mi fa piacere sapere che esiste ancora gente come te!
(Y) (Y) (Y)
grande robbi :act: :act:

Gigi75
12-10-2006, 14.27.34
http://www.corriere.it/Fotogallery/Tagliate/2006/10_Ottobre/12/PROF/09.JPG

Affollata manifestazione a Roma per protestare contro la manovra e il decreto Bersani
Lungo il corteo, commercialisti, avvocati, consulenti del lavoro e ragionieri
Finanziaria, professionisti in piazza
Fini: "Prodi sia meno presuntuoso"
Bersani: "Un confronto è possibile, ma le riforme sono indispensabili"
Momenti di tensione: "Città in stato d'assedio, non ci hanno fatto arrivare a Palazzo Chigi"
http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/politica/colletti-bianchi-corteo/agf90213431210132425_big.jpg
ROMA - Avvocati, commercialisti, consulenti e altre categorie di professionisti hanno manifestato al Colosseo per protestare contro la Finanziaria e il decreto legge Visco-Bersani. Al corteo, che si è concluso nei pressi di piazza Venezia, ha partecipato anche il presidente di An Gianfranco Fini.

"E' una manifestazione civile - afferma Fini - di cui mi auguro a Palazzo Chigi tengano conto e siano meno presuntuosi". "Credo - aggiunge - che quando scendono in piazza migliaia e migliaia di professionisti a loro spese per esprimere l'indignazione che provano nei confronti di una manovra finanziaria che impone soltanto nuove tasse e un disegno non di liberalizzazione ma sostanzialmente di delegittimazione delle professioni, l'opposizione ha il dovere di esprimere solidarietà".

Una prima risposta a nome del governo è arrivata dal ministro dello Sviluppo economico Pierluigi Bersani. "Le manifestazioni vanno tutte rispettate, anche quando sono critiche - ha commentato l'esponente Ds - Se vogliamo ribadire la centralità delle professioni nel futuro, bisogna avere il coraggio delle riforme. Su questo c'è la disponibilità a discutere. Penso che nelle prossime settimane possa esserci un confronto al ministero della Giustizia, anche con la nostra presenza".

A convocare li corteo sono state la Confprofessioni, il Coordinamento unitario delle libere professioni (Cup) e le associazione degli enti previdenziali privati (Adpp). La piattaforma di rivendicazioni comprende la richiesta di maggiore concertazione e allo stesso tempo di modifiche alla manovra economica.

"La manifestazione di oggi - spiega il presidente di Confprofessioni, Gaetano Stella - è la risposta al tentativo evidente di voler cancellare, con il pretesto delle riforme, la figura del libero professionista". Stella, parlando a nome dei tre organizzatori della manifestazione, auspica dal governo "un confronto serio con il mondo delle libere professioni per arrivare a riforme reali, utili al paese e che non assomiglino ad una 'vendetta' verso i liberi professionisti e un'ampia fetta di cittadini".

Tra le categorie che hanno sfilato lungo via dei Fori Imperiali, i consulenti del lavoro, i ragionieri, i periti commerciali, i dottori commercialisti e attuari, gli agrotecnici e i consulenti del lavoro.

Tensione a fine corteo. Un cordone di polizia ha impedito a molti manifestanti di andare da piazza Venezia a via del Corso. "Per impedire a dei manifestanti di arrivare sotto Palazzo Chigi, cosa che non è nelle loro corde, si mette sotto assedio una città -denuncia Mario Landolfi, An. Quelli che manifestano oggi indossano la toga e non il passamontagna, non sono no global, non sono contestatori violenti, sono solo cittadini che pacificamente stanno difendendo e tutelando gli interessi della loro categoria. Il ministro dell'interno Giuliano Amato dovrà rispondere di quanto successo oggi a Roma"

http://www.repubblica.it/2006/10/sezioni/politica/scontro-finanziaria2/protesta-professionisti/protesta-professionisti.html

E' uno schifo!

biologist1972
12-10-2006, 19.59.54
articolo tratto dal corriere della sera:
Montezemolo: «Su Tfr posizioni distanti»
«Con Padoa-Schioppa un incontro anche duro, ma sereno. Nel rispetto reciproco»
HELSINKI - «Sul Tfr abbiamo posizioni assolutamete distanti», ha dichiarato il presidente della Confindustria Luca Cordero di Montezemolo. «Si è aperto un confronto, vediamo cosa ne scaturirà. Dopodichè prenderemo una posizione». Riferendosi alle varie occasioni di confronto di questi ultimi giorni con il ministro dell'Economia Tommaso Padoa-Schioppa sul Tfr, Montezemolo ha specificato che si è trattato di un «incontro anche duro, ma sereno. Nel rispetto reciproco».
SILENZIO DEI SINDACATI - «Sono sempre più stupito del silenzio in alcuni casi, e in altri della timidezza, del sindacato. Mi sarei aspettato che in questa vicenda Confindustria non fosse l'unica a prendere una posizione, visto che si tratta di una decisione forzosa su denaro dei lavoratori». Il presidente di Confindustria, Luca Cordero di Montezemolo, lancia una pesante critica ai sindacati sul trasferimento del 50% del Tfr al fondo Inps disposto dalla Finanziaria. «Credo - ha continuato Montezemolo conversando con alcuni cronisti a margine del Summit Ue-India ad Helsinki - che l'autonomia decisionale dei lavoratori su cosa fare del loro denaro, sia una delle cose più importanti. Su tante vicende ho sentito i sindacati assumere posizioni molto dure. Su questa vicenda li ho sentiti molto distanti». Il Tfr - ha ricordato il numero uno di viale dell'Astronomia - «è denaro che le imprese gestiscono, ma che è dei lavoratori. Si chiama salario differito in termini tecnici. E una delle cose che più preoccupa è che si toglie la possibilità di scelta su cosa fare del proprio Tfr»

Sbavi
12-10-2006, 20.26.00
http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/politica/colletti-bianchi-corteo/agf90213431210132425_big.jpg

:eek:

Colletti bianchi in piazza?? :eek:


Adesso manca solo di vedere un metalmeccanico in auto blu..

Banana Republic Rulez! :D

wilhelm
12-10-2006, 22.44.19
Bananas Republic! :devil:

exion
13-10-2006, 07.46.15
eXion, capisco il tuo disappunto e il fatto che ti sia scocciato di sentire sempre le stesse cose, ma io penso che tutto ciò sia normale: ormai la politica è diventata come lo sport, il calcio, anzi molto peggio.
La destra e i suoi elettori per 5 lunghi anni si sono sentiti chiamare in tutti i modi possibili e sentivano, nei media e nella vita quotidiana, che la colpa di ogni minuscola cosa andasse male fosse di Berlusconi. Se il gatto veniva investito da un'auto la colpa era di Berlusconi... (Che poi non dimentichiamoci è stato l'unico che ha fatto davvero qualcosa contro l'incivilta alla guida di noi Italiani!)..
Ora che le cose si sono invertite, tutte le sofferenze, le oppressioni e le pressioni che hanno incamerato negli ultimi anni li sfogano nello stesso modo come le hanno incamerate... Lascia perdere se giusto o sbagliato, ma non sono i primi a farlo. Ormai la politica, quella vera, non esiste più. La politica del dialogo, del confronto, delle opinioni comuni e non comuni s'è smarrita per far posto ad una politica di sfottò, di io-sono-meglio-di-te-e-tu-sei-soltanto-un-coglione che ha preso il sopravvento in tutto e per tutto...
__________________
Ho visto un fiore e l'ho preso, ho visto una farfalla e l'ho presa, c'era li' anche un'Alfa 33 e c'era su uno stereo, ho preso anche quello.


No Astro, non mi sono scocciato di sentrie sempre le stesse cose.

Solo non tollero che mi si dica che devo vergognarmi per avere espresso liberamente il mio voto secondo coscienza. Non sta né in cielo né in terra.


edit: anzi no, non è che non lo tollero... E' che semplicemente non lo trovo giusto. Non trovo giusto che un mod di questo forum possa prendersela con me e le mie idee politiche dandomi del coglione, e soprattutto invitandomi a vergognarmi per il mio voto. Non trovo giusto che quando faccio notare la cosa mi si risponda "eh ma cosa vuoi tu ancora, perché te le prendi tanti era solo una battuta!"

No, non era battuta.

Robbi
13-10-2006, 09.00.29
Ok exion,

Se hai rimostranze nei confronti di chi a tuo giudizio ti ha offeso, perculeggiato o quant'altro... liberissimo di farlo. Ma lo fai per cortesia privatamente O hai bisogno della platea per esternare il tuo pensiero??

Anzi se mi contatti privatamente mi fai un favore... debbo dirti un paio di cose!

Flying Luka
13-10-2006, 09.27.36
@ exion:

hai un PVT anche da parte mia!

infinitopiuuno
13-10-2006, 10.35.15
Concordo con Exion. Deve aver il diritto di entrare in un forum e postare serenamente.
Fine OT

L'unica cosa che salvo della finanziaria è il dirottamento delle risorse destinate al Ponte sullo stresso verso il "tentativo" di rendere agibile e normale la SA-RC e verso le infrastrutture siciliane.

Nonostante ci mangeranno le varie mafie locali, mi sembra più giusto tentare di sistemare le strade(e autostrade) normali delle due regioni.

Per il resto bocciatura piena sia per i contenuti e soprattutto per il metodo che oserei chiamare "fascista" nel senso dispregiativo del termine.

E cioè, nessuna concertazione ma solo un imporre degli oneri e un tentativo di liberalizzazione che nasconde una lotta agli ordini professionali, alle imprese con NESSUN guadagno per il "popolo".

Fanno veramente paura.

Flying Luka
13-10-2006, 11.06.49
Un interessante articolo apparso su "Metro" di questa stamattina:


Spesso sbagliamo a prendercela con i politici perché tutto ciò che fanno lo portano avanti per il nostro bene. E così è stato per l’indulto. Si è trattato soltanto di un’innovazione nel sistema.

Non l’avevate capito? Maligni che non siete altro, state sempre a pensare male. Anziché far prendere ai detenuti l’obsoleta ora d’aria giornaliera hanno concesso loro una scampagnata fuori porta di qualche giorno tanto i nostri politici sono furbi e buonisti, non buoni, ho detto buonisti.

A parte Clemente Mastella che ha nel nome il destino. Lo sapevano bene che tanti di loro li avrebbero rimessi in galera dopo breve tempo.

E così è stato. Uno scherzetto, un gioco. Che zuzzurelloni!

Come diceva mia nonna Maria, il lupo perde il pelo ma non il vizio! Del resto in alcune carceri erano rimaste più guardie carcerarie che detenuti e si stavano
annoiando mortalmente.

Comunque non sarebbe stato giusto togliere a migliaia di persone, dopo tanti anni, un letto, un pasto caldo, una biblioteca, il televisore. E tutto questo gratis.

È chiaro che avrebbero fatto di tutto per tornarci. Mica sono scemi i detenuti: come sono usciti dal carcere si sono resi conto delle critiche condizioni in cui versiamo noi che stiamo fuori tra bollette e tasse, manovre e manovrine, i prezzi dei supermercati, il costo dei sanitari (da non confonderli con gli arredamenti per il bagno una volta chiamati in modo meno elegante cessi), i prezzi dei ristoranti, degli alberghi, della benzina, le file ovunque, il traffico...

Quindi molti detenuti hanno fatto il possibile per tornare alla loro libertà in
carcere. È per questo che c’è il sovraffollamento nelle nostre prigioni, ci vogliono andare tutti e ormai ci sono soltanto posti in piedi.

Tant’è, e lo sappiamo bene, in Italia per riuscire ad andare in carcere devi avere la raccomandazione sennò niente, rimani fuori a patire, a soffrire, a combattere con i prezzi che si dilatano ogni giorno, a passare davanti alle banche combattendo contro la tentazione di rapinarle col taglierino, a fare da cavia per i balzelli e le manovre finanziarie.

Per finire in prigione in Italia devi fare qualcosa di eclatante ed efficace a livello mediatico, non basta un reato qualunque.

RNicoletto
13-10-2006, 11.44.41
Ma...se non ricordo male invece una puntata ci fu.
Proprio nei bagni di una discoteca e con lo stesso metodo.

Ora chiedo a voi avvocatoni (visto che non ne sò una beneamata), dove sta la differenza?
In quella puntata si videro persone, tutte comunque oscurate.

La differenza sta solo nel doppiopetto? :mm:
Penso tu ti sia risposto da solo. :o

wilhelm
13-10-2006, 13.43.13
Un interessante articolo apparso su "Metro" di questa stamattina:

Spesso sbagliamo a prendercela con i politici perché tutto ciò che fanno lo portano avanti per il nostro bene. E così è stato per l’indulto. Si è trattato soltanto di un’innovazione nel sistema.
Non l’avevate capito? Maligni che non siete altro, state sempre a pensare male. Anziché far prendere ai detenuti l’obsoleta ora d’aria giornaliera hanno concesso loro una scampagnata fuori porta di qualche giorno tanto i nostri politici sono furbi e buonisti, non buoni, ho detto buonisti.
A parte Clemente Mastella che ha nel nome il destino. Lo sapevano bene che tanti di loro li avrebbero rimessi in galera dopo breve tempo.
E così è stato. Uno scherzetto, un gioco. Che zuzzurelloni!
Come diceva mia nonna Maria, il lupo perde il pelo ma non il vizio! Del resto in alcune carceri erano rimaste più guardie carcerarie che detenuti e si stavano
annoiando mortalmente.
Comunque non sarebbe stato giusto togliere a migliaia di persone, dopo tanti anni, un letto, un pasto caldo, una biblioteca, il televisore. E tutto questo gratis.
È chiaro che avrebbero fatto di tutto per tornarci. Mica sono scemi i detenuti: come sono usciti dal carcere si sono resi conto delle critiche condizioni in cui versiamo noi che stiamo fuori tra bollette e tasse, manovre e manovrine, i prezzi dei supermercati, il costo dei sanitari (da non confonderli con gli arredamenti per il bagno una volta chiamati in modo meno elegante cessi), i prezzi dei ristoranti, degli alberghi, della benzina, le file ovunque, il traffico...
Quindi molti detenuti hanno fatto il possibile per tornare alla loro libertà in
carcere. È per questo che c’è il sovraffollamento nelle nostre prigioni, ci vogliono andare tutti e ormai ci sono soltanto posti in piedi.
Tant’è, e lo sappiamo bene, in Italia per riuscire ad andare in carcere devi avere la raccomandazione sennò niente, rimani fuori a patire, a soffrire, a combattere con i prezzi che si dilatano ogni giorno, a passare davanti alle banche combattendo contro la tentazione di rapinarle col taglierino, a fare da cavia per i balzelli e le manovre finanziarie.
Per finire in prigione in Italia devi fare qualcosa di eclatante ed efficace a livello mediatico, non basta un reato qualunque.
:D:D:D

(Y)

Silence
13-10-2006, 20.05.40
Enzo Biagi su rai uno. Era ora!

Una cosa vergognosa la sua esclusione per tutti questi anni.

Il più grande giornalista italiano...bentornato Enzo.


Speriamo che duri :rolleyes:

Flying Luka
13-10-2006, 20.10.58
Questa volta senz'altro dura.... :p

Silence
13-10-2006, 20.15.08
Non mi interessa che sopravviva un governo bugiardo, ne questo ne quello prima...mi interessa che non si metta il bavaglio a dei professionisti, soprattutto a uno, riconosciuto come il più grande.

L'uomo che diede la notizia della liberazione dal nazifascismo fu etichettato come fazioso e allontanato.

Ecco, vorrei che in futuro ciò non si ripeta!

Flying Luka
13-10-2006, 20.18.09
Ciao Tristy ! :)

Silence
13-10-2006, 20.19.11
Ciao Tristy ! :)

Lukinoooooo :)

biologist1972
13-10-2006, 20.34.20
Questa volta senz'altro dura.... :p
finchè viene la befana :devil:

Dav82
13-10-2006, 20.44.46
I gioiellieri guadagnano meno dei maestri! (http://www.corriere.it/Primo_Piano/Economia/2006/10_Ottobre/13/fisco.shtml)


L'Ansa ha diffuso le anomalie delle dichiarazioni dei redditi del 2005
I gioiellieri guadagnano meno dei maestri
In Campania i dentisti risultano più poveri dei poliziotti. Visco: «In alcune provincie iregolarità superiori al 50%»


ROMA - In Italia, secondo quanto riferisce l'Ansa, nel 2005 i maestri elementari al primo incarico hanno guadagnato di più dei gioiellieri e dei titolari di bar. Questi ultimi infatti hanno dichiarato redditi inferiori ai 21mila e 500 euro. E ancora, sempre prendendo per buone le dichiarazioni del 2005: i tassisti hanno guadagnato meno dei metalmeccanici mentre i proprietari di saloni per la vendita di autovetture di Piemonte, Lazio e Campania hanno denunciato un reddito inferiore a 16.000 euro, cioè a quello del loro concittadino che varca da 15 anni con la tuta blu il portone di Mirafiori, Cassino e Pomigliano d' Arco.


DENTISTI PIU' POVERI DEI POLIZIOTTI - Un dentista in Campania dichiara meno dei 25.000 euro di un poliziotto, mentre nel Lazio arriva a malapena a un impiegato di banca (28.000). I dati delle dichiarazioni 2005 mostrano la geografia tributaria del popolo delle partite Iva, che riserva molte sorprese. È un fenomeno imponente tanto che lo stesso vice-ministro per l' Economia, Vincenzo Visco ha detto giovedì in Parlametno che «vi sono province e settori in cui i tassi di irregolarità superano il 50%, situazioni che chiaramente richiedono un'attenzione particolare e la definizione di un ordine di priorità per le iniziative di verifica». I numeri che emergono vanno oltre la fantasia: un pensionato sociale guadagna 500 euro al mese, ma - tirando le somme - a dichiarare un reddito analogo, o inferiore, sono i tassisti del Molise (in media 6.175 euro l' anno), i sarti in Puglia (4.048 euro annui), i parrucchieri in Campania (6.332 euro), i pescivendoli del Trentino (3.742 euro l' anno), i ceramisti dell' Emilia Romagna (2.744 euro), i titolari di autosaloni di Bolzano (1.073), i rivenditori di ricambi auto in Lombardia (5.556 euro).

IN CALABRIA 12 CATEGORIE SOTTO LA PENSIONE SOCIALE - In Calabria, sulle 50 categorie censite, sono ben 12 (dai pasticceri ai pastai, dai sarti ai lavandai, dai fotografi agli ambulanti dalle mercerie ai tassisti) quelle che denunciano ai fini Irpef guadagni inferiori ai 6.700 euro l' anno, come o meno di pensionato sociale. Ma la Calabria è la regione dove la maggior parte delle categorie dichiara, in media, gli importi più bassi.

I NOTAI IN TRENTINO DICHIARANO I REDDITI PIU' ALTI - I contribuenti autonomi con i redditi più alti sono invece a Bolzano e Trento. Un esempio? Nel trentino i notai, che sono gli autonomi che dichiarano di più in tutta Italia, denunciano un reddito medio di 922.345 euro. La stessa categoria in Lombardia - dove i prezzi degli immobili sono quel che sono e le operazioni societarie numerose - dichiara sempre un'enormità, ma il valore è un terzo più basso e si ferma a 629.406 euro. A saltare agli occhi sono i redditi dichiarati dai gioiellieri: la provincia con la media più alta è la Lombardia, dove gli orefici dichiarano 21.533 euro l' anno, come un maestro elementare. In tutte le altre regioni si scende, fino agli 11.990 euro della Calabria e passando per i 14.652 euro (meno di un metalmeccanico) del Lazio. Al confronto appaiono più ricchi gli imbianchini che dichiarano 21.241 euro nel veneto e 28.455 euro a Bolzano.





Bene... parliamo di queste persone! Alcuni casi di persone, che magari in un periodo sfortunato, magari per coincidenze varie, guadagnano poco beh, ci saranno pure... gli altri però sono ladri!! Perchè io non ci credo che un dentista in media guadagna praticamente come mia mamma a lavorare in una segreteria di una scuola... parliamo dei GIOIELLIERI!!! che dichiarano cifre simili, o (e qua sconfiniamo nel ridicolo!!!) di titolari di autosaloni che dichiarano, se va bene, 16.000 €/anno!! Ma dove??? Un titolare di autosalone, anche il più sfigato, vuoi che guadagni 16.000 €?? In Groenlandia, forse! E chi starebbe con un autosalone sul groppo, con il rischio di impresa, con il lavoro da gestire, se guadagna meno che a fare il "banale" impiegato?


Se questa gente pagasse le dovute tasse sul reddito (quello vero, non quello opportunamente "dimagrito"), noi tutti che paghiamo le tasse regolarmente, potremmo pagarne di meno; si potrebbero avere i soldi per finanziare i servizi, di tutto e di più!

Ma fino a che un tassista dichiara 6.000€, fino a che un dentista ne dichiara 20.000 o giù di lì (cavolo, ma i dentisti con cui ho avuto a che fare sono tutti molto più che benestanti, è un caso??), non ci sarà verso!


Mi viene un rabbia quando leggo queste cose! :mad:

E il lavoratore dipendente se la prende nel didietro! E l'autonomo che dichiara quello che effettivamente guadagna si sente preso in giro ancora di più!

dave4mame
13-10-2006, 20.54.53
ma tanto adesso arriva superprodi e li scova tutti....

Silence
13-10-2006, 21.15.21
ma tanto adesso arriva superprodi e li scova tutti....

EH no eh...tutti no...non toccatemi quel sant'uomo del nano! :devil:

Flying Luka
13-10-2006, 21.24.47
EH no eh...tutti no...non toccatemi quel sant'uomo del nano! :devil:
Beh dai, ho letto oggi sul giornale (mi pare) che gli toglieranno almeno un canale televisivo!

Ci ha messo qualche anno il buon Prodi, ma alle fine c'è riuscito, di questo devo dargliene atto.

E se Berlusconi ha fatto, durante il suo governo, delle leggi "ad personam", Prodi sta facendo guerre personali, per l'appunto, "ad personam".

In fondo dicono che "la vendetta è un piatto che va mangiato freddo".
O no? ;)

Silence
13-10-2006, 22.36.54
Ma...che vuoi che ti dica Lukino.

Per me questa è una legge che andava fatta 10 anni fa, e non è ad-personam ;)

Tempo fa sostenevo la necessità che Rai e Mediaset rinunciassero ad una rete e spero che finalmente si arrivi a questo. Anche se c'è un bel distinguo fra eliminare una rete e trasportarla sul satellite.

Quando dico tempo fa, mi riferisco al referendum...ve lo ricordate?


Beh, lo spot mediaset e dei loro tg era: "Una rete di meno = meno scelta = meno libertà = complotto contro Berlusconi.

Ora, provando a lasciare a casa le teorie del complotto, proprie di casa nostra, il ragionamento è molto semplice:

Che peso hanno Rai e Mediaset?

Infinito

Che possibilità ci sono che possano nascere reti valide?

Quasi nessuna.

Lampante è il caso di La7, nata e poi fatta comprare a qualcuno che in cambio fa favori a qualcun'altro ;) Insomma, si affida questa rete ad un amico di fiducia che la tiene bassa come ascolti.

Bisogna ricordare, quando si parla di tv, che il colosso costruito da Silvio Berlusconi, è sorto in un periodo in cui non c'erano leggi che regolassero il sistema televisivo.

Il problema è che ora (per me anche prima) è più che mai necessario, non distruggere queste reti, ma limitarle, per poter permettere la crescita di ulteriori emittenti.

Ridurre non vuol dire meno scelta...ma più scelta e anche più qualità nella scelta.

Dal mio punto di vista quindi...una buona idea (poi bisognerà vedere come si sviluppa), anche se temo che questo governo finirà col non far nulla, così come fece nel passato, quando anzichè attuare delle politiche consone alla situazione, garantì a Berlusconi che le sue reti non sarebbero state toccate...cosa che infatti non fece.

Dav82
14-10-2006, 02.12.25
Che poi... guardiamo un po' questa tabella (http://www.corriere.it/Primo_Piano/Economia/2006/10_Ottobre/13/pop_2005.shtml).


Sono valori medi, quindi c'è sempre chi guadagna un po' di più della media e chi un po' di meno (che genio che sono, eh? :D), però... solo a Bolzano, in Lombardia e in Veneto la categoria che guadagna di più dichiara in media più di 70k€, in tutte le altre regioni, anche la categoria che guadagna di più dichiara - in media, quindi vale il discorso di prima - meno di 70k€, alle volte MOLTO meno di 70k€!

E allora 'ndo cavolo sta 'sto ceto medio che guadagna 70k€ e più? Perchè anche contanto quelli che stanno sopra media e i fortunati di Lombardia, Veneto e Bolzano (mica tutti neh, alcune categorie), facciamo mica sta gran folla. E di dipendenti che guadagnano più di 70k€ beh, non ce ne sono mica molti in percentuali... proprio pochini direi.

Dicevo... E allora 'ndo cavolo sta 'sto gran ceto medio che guadagna 70k€ e più?
Le risposte sono due:

1) non c'è, o almeno non c'è così come viene presentato
2) c'è ma... nelle dichiarazioni è parecchio allegro.


Chissà dove sta la verità.

Flying Luka
14-10-2006, 13.07.01
La verità basta chiederla a SuperProdi.
Lui è il depositario della Verità assoluta, della Conoscienza, della Finanza, dell' Economia, delle Risorse Umane.

E speriamo che scopra TUTTI questi cattivi evasori, soprattutto quei poveri cristi che "evadono" per sopravvivere, e non certo per dolo!

Perchè alla fine è questa la tipologia di gente che evade, quelli "che non ce la fanno"; e che poi sono quelli che verrano bastonati di più: i disperati.

Chi evade perchè è disonesto, è anche altrettanto furbo da farlo intelligentemente, al di là dei tiri incrociati e dei paletti di Mr. Prodi.

Lui è tutto. Prima di Lui non c'era nulla ma, soprattutto, dopo di Lui più nulla ci sarà! :rolleyes:

Gigi75
14-10-2006, 14.39.16
Questa campagna mediatica di guerra alle professioni è la tanto decantata coesione sociale che prodi aveva sempre in bocca in campagna elettorale?

questa guerra tra categorie di lavoratori, non la chiamerei coesione.

Gli interventi di prodi x ora hanno portato nella mia professione solo alla debolezza nei confronti dei forti poteri economici (banche, assicurazioni..).
Hanno eliminato la norma più civile della professione: il divieto del patto di quota lite.

Così ora gli imprenditori-avvocati (molto imprenditori e poco avvocati), potranno "comprare" le cause dai loro clienti a due lire (magari prospettando loro un fallimento quasi certo), e incasseranno i soldi della vittoria della causa.
Vai con la racolta di cause..e questa sarebbe la norma a tutela dei consumatori?

Piuttosto a tutela dei grandi gruppi finanziari, forse, che avranno le risorse per mettere in piedi una vera borsa mercato delle cause.

E i giornalisti utilizzati ad arte per giustificare il governo..come mai si son dimenticati di dire che con la finanziaria aumentano gli stipendi dei parlamentari?

Flying Luka
14-10-2006, 14.59.50
I giornalisti che scrivono, per lo più, sui giornali e quotidiani di sins...ehm, volevo dire "di parte", penso se ne guardino BENE e molto dal rendere noti gli stipendi dei parlamentari e senatori.

Solo "Metro" quale quotidiano gratuito ed indipendente ne ha dato notizia qualche giorno fa.

Ahimè, questa finanziaria (chiamiamola così, va!) va a decapitare con una tecnica ben mirata coloro che "danno fastidio" al governo Prodi!

L'amministrazione pubblica, esempio, noto focolaio di gente altamente improduttiva (e che costa parecchio alle tasche dei contribuenti) non è stata minimamente toccata.

Ovvero quell' amministrazione pubblica che è il modo in cui lo Stato utilizza i soldi che gentilmente ci preleva (probabilmente certo che se ce li lasciasse non sapremmo farne buon uso ma questo è un altro discorso).
Capita però che qualcuno ogni tanto alzi la voce e se non è un Leghista relegabile in due secondi a minus habens ma uno stimato professore, ex-sindacalista (CGIL) di area DS che scrive sul Corriere si è quasi obbligati a prestargli attenzione.

Parlo di Pietro Ichino (e se trovo l'articolo online, ve lo posto) che scrive l’ennesima pagina che la destra non riesce a scrivere e punta il dito verso i dipendenti pubblici nullafacenti:

"...quelle persone che hanno il lusso di vivere con i nostri soldi senza dover far nulla. Ci si aspetta un commento del Capo del Governo che controlla questi nostri dipendenti e la risposta non tarda a venire. Prodi (quello che in Campagna elettorale ricordava a noi poveri stolti che le tasse servono per i malati, per la scuola e per tutte le cose belle Nutella compresa) a detta del Corriere si affretta ad “aprire” alla proposta Ichino salvo però specificare che in questa discussione devono avere parola anche i Sindacati. La cosa già puzza. Sembra che i Mieli’s Boys di via Solferino vogliano difendere il loro candidato. Suona in fatti molto strano che gli stessi sindacati che hanno già emesso una fatwa su Ichino e che hanno già dichiarato la loro totale contrarietà ad accettare di licenziare dei nullafacenti possano essere la chiave di volta per la risoluzione del problema ed in effetti basta leggere l’articolo e le dichiarazioni dei sindacalisti per rendersi conto che Prodi non ha aperto ma chiuso: Paolo Nerozzi della segreteria Cgil: ?Non esistono nullafacenti - ha detto -. Le responsabilità dell’inefficienza dovrebbero essere ricercate piuttosto nelle dirigenze, non sempre idonee, e gli sprechi nel moltiplicarsi dei consigli di amministrazione e degli enti inutili, rispolverati nei cinque anni di governo Berlusconi ?. Nerozzi che è probabilmente cresciuto a pane e Comunismo prima nega l’evidenza, poi si dimentica che i dirigenti sono anch’essi dipendenti pubblici nonostante la loro vicinanza ai “padroni” e poi accusa Berlusconi che male non fa mai… Carlo Podda, segretario generale della Funzione pubblica Cgil: ?Il professor Ichino sbaglia e persevera [sempre in tema di fatwe… n.d.r.] nell’errore ? e ancora… ?Ichino non dà dati empirici, non fa confronti con il resto d’Europa, ni segnala un caso in cui queste ricette abbiano dato risultati. Quella di Ichino è solo campagna diffamatoria, in linea con la posizione sui dipendenti pubblici di Berlusconi quando era presidente del Consiglio. Ichino è rimasto vittima di un colpo di sole ?. Antonio Foccillo, segretario confederale della Uil: ?Se le cose non funzionano e ci sono i nullafacenti bisogna vedere perchi si permette loro di esserlo. Ci sono modi per verificare chi lavora e chi no. Spetta ai capiufficio e ai dirigenti individuare chi non lavora. Non si capisce perchi debba toccare al sindacato ?. Tradotto: Non sono c@zzi nostri non ne vogliamo sapere nulla. Gianni Baratta, segretario confederale e responsabile del pubblico impiego della Cisl: ?È una provocazione che spero e credo non abbia ispiratori nel governo […] Un atteggiamento di moralizzazione ogni oltre limite che non dà un contributo serio al problema di migliorare l'efficienza dei servizi nella pubblica amministrazione. E poi le purghe appartengono alla cultura bolscevica ?. Complimenti professor Prodi (in tema con il discorso professori nullafacenti…). Avrebbe fatto prima a dire ad Ichino quello che gli disse tempo fa (raccontato dallo stesso Ichino): “Le tue idee sono vincenti ma io non posso metterle in atto” Un bell’esempio di informazione e di politica all’italiana quindi: tanto rumore per nulla mentre le idee e le soluzioni muoiono sull’altare del quaqquaraqquismo. Noi intanto continuiamo a comprare servizi che non ci vengono resi…. Buona Vita! "

Feintool
14-10-2006, 15.22.30
Il vostro disappunto in merito alle diverse visioni del problema "gestione Italia" conferma cio' che purtroppo affermavo nel mio post precedente, e' evidente che le divisioni sono ad ogni livello e cio' crea conflitti anche da chi e' vittima della cattiva gestione del governo e cio' rende facile il compito a chi ha interesse a destabilizzare per scopi personali la gestione dello stato. Pochi sono disposti a sacrificare anche soltanto il superfluo per contribuire al rafforzamento delle risorse, ci si sente profondamente delusi per l'iniquo contributo personale e ci si barrica dietro all'invidia che a nulla serve se non rendere sterile l'importanza che ha il proprio pensiero per superare questi difficili momenti. Nessuno e' meno importante in questo nostro paese e se davvero vogliamo riuscire a migliorare le cose dobiamo essere uniti senza preconcetti e senza estremismi che spianino la strada ai (troppi) furbi che non hanno interesse verso la patria ma solo verso se stessi.

Questo e' cio' che penso e come sempre spero che la mia sia una visione troppo oscura ed errata e vorrei tanto dire un giorno "mi sono sbagliato".

NightMan
14-10-2006, 20.15.06
La verità basta chiederla a SuperProdi.
Lui è il depositario della Verità assoluta, della Conoscienza, della Finanza, dell' Economia, delle Risorse Umane.
E speriamo che scopra TUTTI questi cattivi evasori, soprattutto quei poveri cristi che "evadono" per sopravvivere, e non certo per dolo!
Perchè alla fine è questa la tipologia di gente che evade, quelli "che non ce la fanno"; e che poi sono quelli che verrano bastonati di più: i disperati.
Chi evade perchè è disonesto, è anche altrettanto furbo da farlo intelligentemente, al di là dei tiri incrociati e dei paletti di Mr. Prodi.
Lui è tutto. Prima di Lui non c'era nulla ma, soprattutto, dopo di Lui più nulla ci sarà! :rolleyes:


Io a quelli che evadono per sopravvivere non ci credo proprio... Basta leggersi un pò le tabelle che sono uscite in questi giorni per farsi un'idea.
Chi evade le tasse truffa lo stato e truffa tutti i cittadini onesti che regolarmente pagano tutte le tasse che lo stato chi chiede. Io sono straconvinto che se tutti pagassero il dovuto, le tasse calerebbero davvero di molti punti, ci sarebbe molta più equità sociale e l'economia sarebbe molto meno "dopata" di come è adesso. Il governo ci sta provando, spero ci riesca.

Gigi75
14-10-2006, 20.28.08
Io a quelli che evadono per sopravvivere non ci credo proprio...

Un classico esempio del passato erano le migliaia di insegnanti che, per arrotondare il vergognoso stipendio che percepivano/scono, ai tempi delle riparazioni a settembre, (ma tutto sommato anche oggi) si facevano bei gruzzoletti nei periodi estivi.

:)

Flying Luka
14-10-2006, 20.54.17
Io a quelli che evadono per sopravvivere non ci credo proprio...

Non per polemica SSj, ma credimi, ci sono eccome! :)

Non parliamo di "grandi numeri", ma di quei piccoli artigiani, piccoli imprenditori... o se vuoi anche quei dipendenti - ed IO sono UNO di questi casi - che per arrivare a fine mese DEVONO fare qualche lavoretto extra esentasse.

Ne farei a meno, alla sera putroppo spesso mi tocca lavorare e riparare computers.... quando magari mi piacerebbe stare a casa, o sul forum, o uscire e andare al cinema.

Ma vivere da soli costa e penso avere una famiglia ancora di più. Le spese sono tante e le tasse sempre più pressanti e devo stare attento ad ogni centesimo che spendo. :(

Sono solo, ripeto, ho appena perso il papà... e se non mi "aiuto" per conto mio, non saprei come sbarcare il lunario. ;)
Quell'unico anno che ho fatto un secondo lavoro "ufficiale", a fine anno poi quel guadagno totalizzato col secondo lavoro ho dovuto praticamente "restituirlo" allo stato in sede di dicharazione dei redditi.

Concludo dicendo che questo governo, con questa finaziaria assurda e "di parte" non farà altro che incentivare ancora di più l'evasione. Ci sono le banche di Lugano (Svizzera) che stanno già applaudendo! :D:D:D

Silence
15-10-2006, 00.10.52
Non per polemica SSj, ma credimi, ci sono eccome! :)
Non parliamo di "grandi numeri", ma di quei piccoli artigiani, piccoli imprenditori... o se vuoi anche quei dipendenti - ed IO sono UNO di questi casi - che per arrivare a fine mese DEVONO fare qualche lavoretto extra esentasse.
Ne farei a meno, alla sera putroppo spesso mi tocca lavorare e riparare computers.... quando magari mi piacerebbe stare a casa, o sul forum, o uscire e andare al cinema.
Ma vivere da soli costa e penso avere una famiglia ancora di più. Le spese sono tante e le tasse sempre più pressanti e devo stare attento ad ogni centesimo che spendo. :(
Sono solo, ripeto, ho appena perso il papà... e se non mi "aiuto" per conto mio, non saprei come sbarcare il lunario. ;)
Quell'unico anno che ho fatto un secondo lavoro "ufficiale", a fine anno poi quel guadagno totalizzato col secondo lavoro ho dovuto praticamente "restituirlo" allo stato in sede di dicharazione dei redditi.
Concludo dicendo che questo governo, con questa finaziaria assurda e "di parte" non farà altro che incentivare ancora di più l'evasione. Ci sono le banche di Lugano (Svizzera) che stanno già applaudendo! :D:D:D

(Y) Triste verità purtroppo!

E non credo si risolverà mai nulla da questo punto di vista, anche cambiando governo.
Se i primi evasori sono quelli che legiferano, credete che attueranno mai politiche efficaci contro l'evasione?

Sarò un passantista, ma oggi più che mai, credo, anche se sò di apparire impopolare, che il primo nemico da combattere sia lo stato democratico.

biologist1972
15-10-2006, 08.46.42
(Y) Non per polemica SSj, ma credimi, ci sono eccome! :)
Non parliamo di "grandi numeri", ma di quei piccoli artigiani, piccoli imprenditori... o se vuoi anche quei dipendenti - ed IO sono UNO di questi casi - che per arrivare a fine mese DEVONO fare qualche lavoretto extra esentasse.
Ne farei a meno, alla sera putroppo spesso mi tocca lavorare e riparare computers.... quando magari mi piacerebbe stare a casa, o sul forum, o uscire e andare al cinema.
Ma vivere da soli costa e penso avere una famiglia ancora di più. Le spese sono tante e le tasse sempre più pressanti e devo stare attento ad ogni centesimo che spendo. :(
Sono solo, ripeto, ho appena perso il papà... e se non mi "aiuto" per conto mio, non saprei come sbarcare il lunario. ;)
Quell'unico anno che ho fatto un secondo lavoro "ufficiale", a fine anno poi quel guadagno totalizzato col secondo lavoro ho dovuto praticamente "restituirlo" allo stato in sede di dicharazione dei redditi.
Concludo dicendo che questo governo, con questa finaziaria assurda e "di parte" non farà altro che incentivare ancora di più l'evasione. Ci sono le banche di Lugano (Svizzera) che stanno già applaudendo! :D:D:D
(Y) (Y) (Y)

NightMan
15-10-2006, 12.37.55
Non per polemica SSj, ma credimi, ci sono eccome! :)


No, nessuna polemica, è bello capire anche le situazioni degli altri per formarsi un'idea più chiara. Il problema è che forse viviamo realtà totalmente diverse e la vita mi ha quasi sempre mostrato esempi diversi. Mio padre e mia madre hanno sempre lavorato (duro) per lo Stato e lo Stato gli ha sempre certificato ogni centesimo da pagare e anche di più (eh già, molto più del dovuto, credimi...). Insomma, a casa mia pur entrando due stipendi spesso arrivavamo a fine mese col fiato al collo proprio perchè dovevamo sborsare tutto mentre intorno a me spesso vedevo medi o grossi evasori con uguali o minori entrate che se la passavano decisamente meglio. Ora le cose stanno un pò cambiando solo perchè entra qualcosa in più da noi figli ma i problemi restano e continuo a vedere tante persone che con minori entrate delle mie cambia macchina ogni 6 mesi e si fa vacanze da schifo...
Quello che dici tu, forse è vero. Tu magari sei un piccolo evasore e rientri falsamente in una fascia di persone costretta a pagare tasse da nababbi ma la colpa non è di questo o quel governo ma di quei grossi evasori che non pagando quasi nulla del proprio guadagno costringono tutti quanti a pagare di più. Penso che, in una situazione normale di "tutti pagatori", non sentiresti il bisogno di evadere nemmeno un cent e non ci sarebbe nemmeno spazio per questa discussione, così com'è in tutto il mondo. Io la vedo così e quindi approvo al 100% la volontà di questo governo di combattere a morte l'evasione fiscale.

NightMan
15-10-2006, 12.56.19
Un classico esempio del passato erano le migliaia di insegnanti che, per arrotondare il vergognoso stipendio che percepivano/scono, ai tempi delle riparazioni a settembre, (ma tutto sommato anche oggi) si facevano bei gruzzoletti nei periodi estivi.
:)

Capisco tutte le difficoltà del mondo ma, secondo te, questa è una pratica onesta verso lo Stato e verso gli altri contribuenti? Secondo me no, anche perchè oltre a rubare tasse, rubano lavoro a tante persone che magari con le ripetizioni ci camperebbero bene...
Caspita, stop, meglio che mi fermo qui perchè sto parlando come Padoa Schioppola :D.

infinitopiuuno
15-10-2006, 16.21.37
Stavo guardando la tabella postata da Dav82.

I più "poveri" sono spesso legati al settore manifatturiero di maglierie e calzature.

Mi sorprende che esistano gli ambulanti di arredamento:D:D

Dalla parte dei "ricchi", noto che sono quasi tutti professionisti.

Le medie danno un'idea della diffusa illegalità fiscale in Italia, ma occorre anche considerare le aziende in perdita e le aziende che chiudono, e non solo quelle che guadagnano di meno,per i fini statistici.

Io ancora non ho capito se chi non paga tutte le tasse lo fa perchè non considera i servizi italici all'altezza di quelli Svizzeri o solo per puro egoismo.

Un Napoletano che nelle vie principali viene scippato da ragazzi coi motorini e paga il pizzo perchè non paga anche le imposte?

Forse perchè si sente defraudato da uno Stato che non gli assicura sicurezza, sanità e una vecchiaia serena?

Il nord invece non capisce perchè a distanza di anni non si è risolta al questione meridionale.

Non comprende il perchè molte delle risorse dello Stato vadano ancora spese invano per resuscitare il meriodione.

Credo che vivendo in un paese dove alcuni rubano tonnellate di rame alle Ferrovie dello Stato; dove per mandare avanti un'azienda di grosse dimensioni, servano 5 volte i dipendenti rispetto ad un'altra nazione( e gli esempi sono innumerevoli), manchi innanzitutto il rispetto per il governo, rappresentato da chiunque, e manca un vero sentimento di Nazione e di popolo.

Occorre poi riflettere su un dato: gli imprenditori piccoli o grandi che siano, hanno un DNA diverso dagli altri italiani? Perchè tutti evadono?

Io non l'ho ancora capito.

infinitopiuuno
15-10-2006, 16.33.09
ma tanto adesso arriva superprodi e li scova tutti....

Tutti no ma l'aria è "pesante". Il potenziamento dei controllori è diventato enorme along with i mezzi: controlli bancari, dati incrociati fra clienti e fornitori e molte altre cosette faranno sì che già da dicembre si vedano gli effetti del governo Prodi.

La questione che più fà imbestialire i contribuenti onesti è l'allargamento artificioso della base imponibile insieme all'aumento del costo dei contributi.
In sostanza chi per l'anno 2005 aveva pagato tutto, a parità di bilancio pagherà di più.

Per la "maggioranza" sono cavoli amari....

dave4mame
15-10-2006, 19.45.58
infy, io questo lo posso anche apprezzare.
ma guardiamoci un attimo negli occhi e ammettiamo le cose come stanno; non è così che si pigliano gli evasori.
passare per le maglie tutte le transazioni di questo mondo è fumo negli occhi (con cui magari peschi il povero cristo che ha dimenticato di pagare qualche balzello).
sappiamo tutti benissimo qual è l'artificio più classico con cui l'evasore "pesante" evade; non fa la fattura.
la soluzione secondo me è molto più terra terra; cominciare a spulciare le dichiarazioni di quelle categorie professionali che con elevata probabilità hanno gli scheletri nell'armadio.
se prodi lo vorrà fare, diventerà il suo primo fan: lo giuro.

e detto a latere; tutto sommato però gli evasori ce li meritiamo.
sono anni che esiste il 117 per segnalare gli evasori (o presunti tali).
le segnalazioni sono state praticamente inesistenti.

e allora che paghino i riccastri da 40.000 lordi all'anno...

Sbavi
16-10-2006, 09.18.32
guardiamoci un attimo negli occhi e ammettiamo le cose come stanno
...
sappiamo tutti benissimo qual è l'artificio più classico con cui l'evasore "pesante" evade; non fa la fattura

Mai toccato con mano? Le piccole e medie imprese non possono prescindere dal fare "nero". E non perchè l'imprenditore sia un marpionazzo senza scrupoli.

;)

n@ndo
16-10-2006, 10.40.13
segnalo questo interessante art. a riguardo della nuova finanziaria....
http://www.macchianera.net/2006/10/15/chiudiamo_tutti_i_blog_italian.html

infinitopiuuno
16-10-2006, 10.46.39
sappiamo tutti benissimo qual è l'artificio più classico con cui l'evasore "pesante" evade; non fa la fattura.


E' stata reintrodotto dopo decenni, l'obbligo di comunicare(sempre online) l'elenco clienti e fornitori.

Quindi se tu mi dai la fattura e non la registri, l'evidenza di questa dimenticanza sarà automatica.

Se non fai la fattura, i tuoi incassi "ufficiali" diminuiscono e qua subentrano gli Studi di settore: quest'ultimi, con la Finanziaria, saranno "incattiviti" e difficilmente addomesticabili.

Aggiungi i controlli bancari come sul modello USA..solo che negli Stati Uniti le imposte sono la metà e la rigidità nel mondo del lavoro non esiste.

Insomma e mi ripeto..l'aria è cambiata e le entrate saranno maggiori.

In linea generale è giusto pagare le imposte così come è bella la pace nel mondo ma se lo Stato non fà il suo dovere, le scatole girano.

Ma i dipendenti pagano tutto! Vero ed infatti la maggioranza di loro ha votato questo Governo che "impone" più severità sul fronte fiscale.

Ma se è vero che fisiologicamente il 15% delle aziende nasce e muore nei primi 5 anni di vita, in questo modo la percentuale cresce e di molto e chiudendo le aziende i dipendenti rimangono a casa.

C'è poi un'altra fascia di imprese che impropriamente "risparmia" sulle imposte per sopravvivere.

E ci sono le imprese ben dotate finanziariamente che sopravvivranno di sicuro.

E' una questione politica: su punta l'indice sull'evasione. Un altro governo potrebbe stilare i dati dei costi dell'amministrazione pubblica o sulla gestione dei fondi nazionali o europei per le opere o per i risarcimenti agli agricoltori o altro ancora.

Suggerisco a quelli che rimaranno a casa di costituire una Cooperativa di lavoro dato che usufruisce di vantaggi fiscali.

Stiamo a vedere.

infinitopiuuno
16-10-2006, 10.50.57
Alcuni notano imprenditori con la X5 che dichiarano redditi bassi....ma non notano i falliti...una volta c'era un registro presso il Tribunale.
Quindi se sei bravo paghi le tasse ma se sei sfortunato o incapace..fatti tuoi.. e non ci sono ammortizzatori sociali per il negozio di frutta.
C'è una modesta ripresa economica in atto....speriamo non sia frenata da una politica di vendetta nei confronti dei "Ricucci"=imprenditori.

Ps
A scanso di equivoci, personalmente rivesto la carica di amministratore di società e in quanto tale vengo tassato come un dipendente.

Gigi75
16-10-2006, 10.58.26
Qui la si deve smettere di dare addosso a qualcuno solo perchè è imprenditore e perciò è ladro e fa la bella vita sulle spalle dei dipendenti.

L'imprenditore è uno che si assume il rischio di perdere soldi, di fallire, di essere ricattato dalla criminalità, rischi penali e civili, e responsabilità professionali certamente superiori alla maggioranza dei dipendenti di livello impiegatizio.
Ed in questo modo crea occupazione.

La maggior parte dei problemi dell'occupazione in Italia stanno proprio nel fatto che viene spontaneo pensare di essere assunti più che assumere.

In Italia aver trovato lavoro, non significa aver trovato una attività da svolgere, ma aver trovato qualcuno che vuole che la si svolga.

Perciò l'imprenditore deve essere premiato e non certo vituperato.


A fronte delle difficoltà e delle responsabilità che si assume, l'imprenditore riceve una tale pressione dello Stato (e di contro ben pochi vantaggi) che è normale che il fesso chiuda, il normale evada, e il furbo delocalizzi all'estero.

Quello che servirebbe ai dipendenti delle pmi invece (e lo vedo con il mio lavoro ogni giorno), non è un controllo su quanto il loro datore paghi allo Stato, ma una tutela concreta sugli abusi e soprusi sui luoghi di lavoro.
Quante volte vengo a sapere di un dipednente che firma una busta paga eppoi non riceve nulla.
Quante volte ci sono straordinari importi e non retribuiti, e quante volte si susseguono a ripetizione i contratti a t.d.?

Questi sono secondo me i biechi giochini che alcune pmi utilizzano e non hanno alcuna giustificazione nè legale nè morale.

biologist1972
16-10-2006, 11.04.20
Qui la si deve smettere di dare addosso a qualcuno solo perchè è imprenditore e perciò è ladro e fa la bella vita sulle spalle dei dipendenti.
L'imprenditore è uno che si assume il rischio di perdere soldi, di fallire, di essere ricattato dalla criminalità, rischi penali e civili, e responsabilità professionali certamente superiori alla maggioranza dei dipendenti di livello impiegatizio.
Ed in questo modo crea occupazione.
La maggior parte dei problemi dell'occupazione in Italia stanno proprio nel fatto che viene spontaneo pensare di essere assunti più che assumere.
In Italia aver trovato lavoro, non significa aver trovato una attività da svolgere, ma aver trovato qualcuno che vuole che la si svolga.
Perciò l'imprenditore deve essere premiato e non certo vituperato.
A fronte delle difficoltà e delle responsabilità che si assume, l'imprenditore riceve una tale pressione dello Stato (e di contro ben pochi vantaggi) che è normale che il fesso chiuda, il normale evada, e il furbo delocalizzi all'estero.
Quello che servirebbe ai dipendenti delle pmi invece (e lo vedo con il mio lavoro ogni giorno), non è un controllo su quanto il loro datore paghi allo Stato, ma una tutela concreta sugli abusi e soprusi sui luoghi di lavoro.
Quante volte vengo a sapere di un dipednente che firma una busta paga eppoi non riceve nulla.
Quante volte ci sono straordinari importi e non retribuiti, e quante volte si susseguono a ripetizione i contratti a t.d.?
Questi sono secondo me i biechi giochini che alcune pmi utilizzano e non hanno alcuna giustificazione nè legale nè morale.
(Y) (Y) (Y)

The_Prof
16-10-2006, 11.07.32
Ma e' chiaro che la finanziaria scritta da Prodi Bertinotti e Cgil, non puo' presentare benefici verso la ripresa economica, altrimenti che vantaggio ne trarebbe la sinistra radicale e la triplice.
L'evasione fiscale si potrebbe combattere, riducendo notevolmente le aliquote Irpef, introducendo il federalismo fiscale, e aumentando notevolmente la possibilità di dedurre dal reddito imponibile, spese sostenute dal contribuente, naturalmente con fattura.
Ciao :)

Sbavi
16-10-2006, 11.09.36
L'imprenditore è uno che si assume il rischio di perdere soldi, di fallire, di essere ricattato dalla criminalità, rischi penali e civili, e responsabilità professionali certamente superiori alla maggioranza dei dipendenti di livello impiegatizio.
Ed in questo modo crea occupazione.

(Y) (Y)


Quante volte vengo a sapere di un dipednente che firma una busta paga eppoi non riceve nulla.


E' un "tacito" accordo (o ricatto) che spesso il dipendente è ben lieto di accettare.
Basti pensare a quelle scuole private che assumono neolaureati in cerca di punteggio.
Oppure i fasulli braccianti agricoli che devono accumulare x giornate lavorative per godere del sussidio di disoccupazione.

Di sicuro molti marciano su queste cose, ma in tantissimi invece portano il pane a casa.

Gigi75
16-10-2006, 11.11.50
aumentando notevolmente la possibilità di dedurre dal reddito imponibile, spese sostenute dal contribuente, naturalmente con fattura.
Ciao :)

Questa è la cosa principale..che invece sta andando in senso completamente opposto.
L'eu ci condanna per non aver permesso una corretta deducibilità delle auto aziendali? E loro che fanno? abbassano la % di deducibilità e fanno una leggina veloce per posticipare i rimborsi..


:rolleyes:

Gigi75
16-10-2006, 11.14.13
(Y) (Y)
E' un "tacito" accordo (o ricatto) che spesso il dipendente è ben lieto di accettare.
Basti pensare a quelle scuole private che assumono neolaureati in cerca di punteggio.
Oppure i fasulli braccianti agricoli che devono accumulare x giornate lavorative per godere del sussidio di disoccupazione.
Di sicuro molti marciano su queste cose, ma in tantissimi invece portano il pane a casa.

Si certo è così.
Il punto è che intanto il lavoratore è lieto di farlo perchè altrimenti non otterebbe nulla. Ciò che serve è impedire proprio quello che giustamente tu chiami "ricatto".

biologist1972
16-10-2006, 12.58.23
Secondo me quando si parla della categoria degli autonomi,è diffusa nel comune sentire l'idea, che essa sia formata eslusivamente da imprenditori, senza contare invece che la stragrande maggioranza è composta da liberi professionisti come avvocati, medici, ingegneri ecc che creano reddito solo per sè stessi e che in molti casi sopravvivono peggio dei lavoratori dipendenti di fascia media.
Pertanto inculcare nella massa, il principio delirante che tutti i mali provangano da questa eterogenea categoria, è fuorviante ed immorale.
Quindi un'azione politica che tenta di svilupparsi sulla base di questi presupposti, è destinata a fallire miseramente.

Perusar
16-10-2006, 13.28.35
Beh, fatevi due risate (amare)

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/2006/10_Ottobre/16/svezia.shtml

fisiologohifi
16-10-2006, 14.19.14
Beh, fatevi due risate (amare)
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/2006/10_Ottobre/16/svezia.shtml

:eek:
beh 200 € l'anno per l'abbonamento tv, mi sembrano troppi :inn: :p

dave4mame
16-10-2006, 23.00.22
sentite, questi sono tutti discorsi belli.
io capisco benissimo il rischio di impresa (oh.. mi pagano per valutarlo :)) e che vada remunerato.

ma non mi venite a raccontare fregnacce quando il dentista, il parrucchiere, l'idraulico, il primario o chiunque altro faccia il classico discorso "x con fattura, x*0,8 in nero".
quella è evasione, punto e basta...

Sbavi
17-10-2006, 08.43.40
sentite, questi sono tutti discorsi belli.
io capisco benissimo il rischio di impresa (oh.. mi pagano per valutarlo :)) e che vada remunerato.
ma non mi venite a raccontare fregnacce quando il dentista, il parrucchiere, l'idraulico, il primario o chiunque altro faccia il classico discorso "x con fattura, x*0,8 in nero".
quella è evasione, punto e basta...

Ovvio. Ad occhio e croce gli stessi che l'altro giorno sono scesi in piazza :(

wilhelm
17-10-2006, 09.27.11
Non per polemica SSj, ma credimi, ci sono eccome! :)
Non parliamo di "grandi numeri", ma di quei piccoli artigiani, piccoli imprenditori... o se vuoi anche quei dipendenti - ed IO sono UNO di questi casi - che per arrivare a fine mese DEVONO fare qualche lavoretto extra esentasse.
Ne farei a meno, alla sera putroppo spesso mi tocca lavorare e riparare computers.... quando magari mi piacerebbe stare a casa, o sul forum, o uscire e andare al cinema.
Ma vivere da soli costa e penso avere una famiglia ancora di più. Le spese sono tante e le tasse sempre più pressanti e devo stare attento ad ogni centesimo che spendo. :(
Sono solo, ripeto, ho appena perso il papà... e se non mi "aiuto" per conto mio, non saprei come sbarcare il lunario. ;)
Quell'unico anno che ho fatto un secondo lavoro "ufficiale", a fine anno poi quel guadagno totalizzato col secondo lavoro ho dovuto praticamente "restituirlo" allo stato in sede di dicharazione dei redditi.
Concludo dicendo che questo governo, con questa finaziaria assurda e "di parte" non farà altro che incentivare ancora di più l'evasione. Ci sono le banche di Lugano (Svizzera) che stanno già applaudendo! :D:D:D



(Y)(Y)(Y)


E secondo me sarebbe da rendere detraibile quasi ogni fattura: inquesto modo recupereresti molti più soldi di quanti non ne verrebbero scontati con le detrazioni...


E adesso l'angolo del non fumatore e altro:
pensavo l'altro giorno: perché non vengono multate tutte le persone che vengono colte a gettare un mozzicone o una carta per terra? E parlo di multe pesanti (500€): avremmo città più pulite e qualche soldo (briciole lo so, ma è qualcosa)...

Sbavi
17-10-2006, 09.35.48
(Y)(Y)(Y)

E adesso l'angolo del non fumatore e altro:
pensavo l'altro giorno: perché non vengono multate tutte le persone che vengono colte a gettare un mozzicone o una carta per terra? E parlo di multe pesanti (500€): avremmo città più pulite e qualche soldo (briciole lo so, ma è qualcosa)...

Cioè dovrei pagare una multa di 500 euro se butto una cicca per terra? Cosa hai messo stamattina nel latte? :confused:

E poi, molto francamente, mettimi in condizione tale di non sporcare. Se sto fumando e sono in strada, devo mettere il mozzicone ancora acceso in tasca??

Gergio
17-10-2006, 09.40.17
potresti spegnerlo sotto alla suola e portartelo fino al primo cestino (e' un'abitudine che ci avevano fatto prendere a militare). Poi concordo con te: portarsi in giro un mozzicone per chilometri perche' non ci sono cestini e' parecchio fastidioso / buttarlo dove ce ne sono gia' tanti altri non ci sembra un gesto grave

Sbavi
17-10-2006, 09.53.41
Si mi capita di spegnere la cicca sotto la scarpa, ma pochissime volte. In genere il primo tombino è la soluzione ideale :p :timid:

Astro
17-10-2006, 09.58.01
Però la proposta di Wilhelm non è tanto assurda...

Potrebbe essere un incentivo a sporcare di meno... Ricordiamo la CIVILISSIMA Londra che ha messo una supertassa per chi commette il reato di buttare la cicca di gomma a terra...

Si deve saper trovare un giusto compromesso... Più bidoni in strada e, a questo punto, punire chi commette reato...
__________________
Se esprimi un desiderio è perché vedi cadere una stella.. Se vedi cadere una stella è perché stai guardando il cielo.. Se stai guardando il cielo è perché credi ancora in qualcosa...

wilhelm
17-10-2006, 10.08.49
Ovvio: più cestini, ma anche più rispetto: stai tranquillo che se ti mettono i cestini la voglia di buttarla per terra con 500€ di multa ti passa...

E poi dire che tanto ce ne sono già tante altre è un discorso che, con tutto il rispetto parlando, mi pare di grande piccolezza :(

Sbavi
17-10-2006, 10.12.30
Oh, giusto per conoscenza. La mia macchina è un mondezzaro con le ruote. Cartacce e pacchetti vuoti ovunque. Periodicamente mi accosto ad una cassonetto e scarico :p

/OT

The_Prof
17-10-2006, 11.05.40
sentite, questi sono tutti discorsi belli.
io capisco benissimo il rischio di impresa (oh.. mi pagano per valutarlo :)) e che vada remunerato.
ma non mi venite a raccontare fregnacce quando il dentista, il parrucchiere, l'idraulico, il primario o chiunque altro faccia il classico discorso "x con fattura, x*0,8 in nero".
quella è evasione, punto e basta...

Ma per qual motivo dovrei pagare il 20% in piu' senza avere nessun beneficio fiscale ?

infinitopiuuno
18-10-2006, 17.31.21
Governo, fiducia in caduta libera
Prodi e i ministri in difficoltà
Male i titolari dei dicasteri più coinvolti nella manovra
E per Padoa Schioppa è una debacle: meno 20 punti in tre mesi

di MARCO BRACCONI

ROMA - Le lune di miele finiscono sempre. E finiscono soprattutto se tra gli sposi si infila una Finanziaria da quasi 40 miliardi, di cui molti racimolati con nuove e parecchio discusse aliquote Irpef. I dati del sondaggio Ipr Marketing per Repubblica.it sulla fiducia degli italiani nei confronti del governo e del premier Romano Prodi parlano chiaro: nel periodo che va da luglio a ottobre il consenso verso l'esecutivo è sceso dal 63% al 45%, e quello nei confronti del Professore è sceso di nove punti. Una tendenza che, con alcune eccezioni e sensibili differenze in termini percentuali, riguarda anche i singoli ministri.

Nell'Unione una generica caduta di consenso, in questo delicatissimo passaggio, era messa ampiamente nel conto. Ma forse non in queste proporzioni, e non in modo così trasversale all'intero esecutivo: non c'è ministro che non veda il suo indice di fiducia scendere, e di parecchi punti. Perfino le due uniche eccezioni fanno riflettere: Antonio Di Pietro, il "signor No" di queste ultime settimane, e Paolo Ferrero, il titolare della Solidarietà sociale assai critico sulle scelte del governo riguardo immigrazione, pensioni e lavoro.

Ma torniamo ai dati. Per Prodi la fiducia è scesa dal 58% di luglio al 49% di oggi. Una flessione che lo fa scendere, e di molto, nella classifica di gradimento tra i componenti dell'esecutivo. Una graduatoria guidata da Massimo D'Alema (64%) davanti a Di Pietro (63%) e Giovanna Melandri (63%). Ma attenzione, anche l'attivissimo ministro degli Esteri in questi mesi ha ceduto 4 punti, e così la titolare dello Sport, che arretra di ben 11 punti.

Interessante è la curva statistica dei ministri più direttamente coinvolti nella legge Finanziaria. Debacle per Padoa Schioppa, che dal 71% di fiducia crolla al 51%, e 8 punti in meno per il responsabile della Istruzione Giuseppe Fioroni. Tra i 9 e i 7 punti il calo degli altri, da Livia Turco, ministro della Salute, a Cesare Damiano, titolare del Welfare.

Ancora più consistente la flessione di Pierluigi Bersani: 15 punti in meno. Difficile dire se la colpa è aver fatto il decreto sulle liberalizzazioni o averlo fatto senza andare fino in fondo nella caccia ai privilegi acquisiti.

Ma ce n'è per tutti: il vicepremier Rutelli perde nove punti percentuali, e ben 13 ne cede il suo fidato ministro delle Comunicazioni Gentiloni. Emma Bonino e Arturo Parisi scontano un arretramento di cinque punti, Giuliano Amato di otto.

Nel generale appannamento ridono (non piangono) solo in quattro. Il ministro per le Pari Opportunità Pollastrini, che perde un solo punto. L'uomo di Rifondazione Ferrero, che sale di 4 punti e forse viene premiato dal tono bertinottiano delle sue polemiche, dure nella sostanza e garbatissime nella forma. E poi la coppia Di Pietro-Mastella, che dai litigi continui non ha guadagnato solo un aumento delle secrezioni biliose: l'ex pm sale di un punto, e il capo dell'Udeur, mentre i suoi colleghi annaspano, cede solo un 2%.

L'ultimo dato sensibile, che rende il quadro ancor meno rassicurante per il governo, è la percentuale di conoscenza dei singoli ministri presso l'opinione pubblica. Per tutti, dal premier al titolare dei Rapporti con il Parlamento Vannino Chiti, è in aumento. Incrociando i dati scatta l'allarme rosso: col passare dei mesi aumenta la conoscenza e diminuisce la fiducia.

(18 ottobre 2006)

Ed io che pensavo di essere troppo cattivo...nono la finanziaria fa proprio schifo.

infinitopiuuno
18-10-2006, 17.35.44
Ovvio: più cestini, ma anche più rispetto: stai tranquillo che se ti mettono i cestini la voglia di buttarla per terra con 500€ di multa ti passa...
E poi dire che tanto ce ne sono già tante altre è un discorso che, con tutto il rispetto parlando, mi pare di grande piccolezza :(


Funzionerebbe solo in una parte d'Italia ;) : e cmq 500€ mi sembrano davvero troppi!

Astro
18-10-2006, 18.14.22
Funzionerebbe solo in una parte d'Italia ;) : e cmq 500€ mi sembrano davvero troppi!


http://www.vocinelweb.it/faccine/confuse/40.gif
__________________
Solo io sono a conoscenza del sacro mistero della reincarnazione, in quanto le mie unghie si sono reincarnate tante volte.

Sbavi
18-10-2006, 18.31.42
http://www.vocinelweb.it/faccine/confuse/40.gif

Si si Astro. Infy è un leghista e voleva dire che in Italia nessuno sporca come i napoletani :o

Terùn 'gnurant che non sei altro :devil:

Gigi75
18-10-2006, 18.34.28
amo scatarrare sotto la scrivania mentre lavoro :o :D

Sbavi
18-10-2006, 18.40.15
amo scatarrare sotto la scrivania mentre lavoro :o :D

Occhio che poi ci infrachi sopra :D :D

Gigi75
18-10-2006, 19.23.03
no poi pulisco con la cravatta :D

___________

Intanto i ministri (che dovrebbero far parte del Governo) hanno presentato 254 emendamenti alla finanziaria :eek:

.. e per questo sembra che ancora una volta non sarà possibile che il Parlamento discuta la più importante legge dello stato.

Cioè in soldoni: tutti noi deleghiamo un pool di persone per amministrare il nostro patrimonio. Questo pool di persone prepara un progetto di amministrazione che deve essere letto studiato ed approvato da noi, e però ci dice, uè gente leggete e dite si, non fate casino, non discutete e non proponete. non voglio sentire obiezioni. o così o niente.

.bello.. :rolleyes:

Gigi75
18-10-2006, 19.40.30
procedura di infrazione contro l'Italia per aver ostacolato la fusione di autostrade

sto Governo è da record..6 mesi da capogiro!:D

dave4mame
18-10-2006, 20.55.36
Ovvio. Ad occhio e croce gli stessi che l'altro giorno sono scesi in piazza :(

avranno la coda di paglia...

dave4mame
18-10-2006, 20.58.12
Ma per qual motivo dovrei pagare il 20% in piu' senza avere nessun beneficio fiscale ?

non ti seguo...
posto le status attuale (niente detrazione per l'idraulico, 19% con franchigia per il dottore) mi sembra che, ahimè in nero con sconto 20% mi convenga...

Gigi75
18-10-2006, 21.09.24
avranno la coda di paglia...

piuttosto c'è da essere incazzati quando si è accomunati agli imprenditori nel momento in cui si deve dare, e ai dipendenti quando si dovrebbe prendere.

:rolleyes:

Sbavi
18-10-2006, 21.16.21
piuttosto c'è da essere incazzati quando si è accomunati agli imprenditori nel momento in cui si deve dare, e ai dipendenti quando si dovrebbe prendere.
:rolleyes:


:mm:

Gigi75
18-10-2006, 21.30.02
il regime fiscale degli autonomi è fatto così.

Paghi quanto e come un imprenditore, ma scarichi come un dipendente (o quasi).

tanto per dirne una, da un lato pago l'IRAP (tassa per gli imprenditori) e dall'altro mi scarico solo la minima parte del costo dell'auto (che invece utilizzo massimamente per lavoro).

wilhelm
18-10-2006, 22.01.03
procedura di infrazione contro l'Italia per aver ostacolato la fusione di autostrade
sto Governo è da record..6 mesi da capogiro!:D


Già... :rolleyes:



Invece, a proposito di Islam: un musulmano si converte al Cristianesimo e viene condannato a morte ( :eek: ); trova rifugio in una nazione straniera (e mi sta bene questo) e le CIVILISSIME PERSONE con le quali CI OSTINIAMO A INTERLOQUIRE rapiscono una persona del paese che ospita il condannato a morte e pongono un ricatta morale per poter definitivamente eseguire la sentenza di morte...

That's civiltà...

Gigi75
18-10-2006, 22.04.04
sui rapimenti noi siamo maestri http://www.osservatoriobalcani.org/article/articleview/5095/1/42/

infinitopiuuno
18-10-2006, 23.36.48
Si si Astro. Infy è un leghista e voleva dire che in Italia nessuno sporca come i napoletani :o
Terùn 'gnurant che non sei altro :devil:


WUAUWAUWA...lollone!!!!.....muoiooooooooo:D:D:D:D

infinitopiuuno
18-10-2006, 23.41.30
http://www.vocinelweb.it/faccine/confuse/40.gif
__________________
Solo io sono a conoscenza del sacro mistero della reincarnazione, in quanto le mie unghie si sono reincarnate tante volte.


No Astro...aspetta...io mi riferivo anche alla tua città ma non perchè sono razzista...LOL....solo che i TG dicono che il problema spazzatura è ciclico a Napoli.

In questo contesto, un'ammenda a chi getta una cicca in terra quando i napoletani, per disperazione, bruciano l'immondizia, mi pare improbabile e fuori luogo.

Chiuso;)

wilhelm
19-10-2006, 13.26.19
Leggete...

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2006/10_Ottobre/19/politici.shtml

:mad:

Tutti bravi ad abbassarsi lo stipendio e farne pubblicità, salvo aumentarsi le spese accessorie che prima pagate con lo stipendio e adesso vengono pagate d'ufficio...


:mad:

A CASA

wilhelm
19-10-2006, 13.27.46
E intanto si preparano a mettere la fiducia sulla finanziaria...

Alla faccia della dittatura della destra berlusconiana: erano pivelli a confronto...

biologist1972
19-10-2006, 15.42.14
E intanto si preparano a mettere la fiducia sulla finanziaria...
Alla faccia della dittatura della destra berlusconiana: erano pivelli a confronto...
(Y) (Y) (Y) (Y) (Y)

Gigi75
19-10-2006, 21.44.13
Oh finita l'odissea tfr

dunque allora le imprese che hanno più di 50 dipendenti devono versarlo.

Quindi le imprese che hanno 52 dipendenti...faranno di tutto per cacciarne due.. e quelle che ne hanno 48 non assumeranno nemmeno sotto tortura.

Benissimo.. mi sembra un ottimo provvedimento pro occupazione..

In compenso però si muoveranno tanti di quei soldi che le banche ringrazieranno...e i conti dell'inps saranno belli dopati da fare un figurone..

ebbravo..il governo operaio :act:

wilhelm
19-10-2006, 22.25.56
:mad:

Comunque noto che ogni tanto posto una domanda con la richiesta che i soliti noti ci dedichino tempo a rispondere e al solito, in quanto scomoda, resta inevasa...

:mad:

Flying Luka
19-10-2006, 22.50.59
Oh finita l'odissea tfr
dunque allora le imprese che hanno più di 50 dipendenti devono versarlo.
Quindi le imprese che hanno 52 dipendenti...faranno di tutto per cacciarne due.. e quelle che ne hanno 48 non assumeranno nemmeno sotto tortura.
Benissimo.. mi sembra un ottimo provvedimento pro occupazione..
In compenso però si muoveranno tanti di quei soldi che le banche ringrazieranno...e i conti dell'inps saranno belli dopati da fare un figurone..
ebbravo..il governo operaio :act:
Stavo leggendo ora... ed ero giunto alle tue stesse conclusioni.
Non ho neanche più la forza di arrabbiarmi.

Semplicemente sono senza parole... stanno facendo il contrario di tutto e stanno affossando economia e ripresa alla grande.

Neanche Berlusconi è riuscito a far così tanti danni in così poco tempo.

Tra l'altro, per le aziende con più di 50 dipendenti e con la crisi di liquidità che c'è, versare i TFR all'INPS sarà un salasso non idifferente che rallenterà gli investimenti, la crescita, lo sviluppo di nuovi posti di lavoro, ecc... ecc...

Bravo Prodi! :act:

wilhelm
19-10-2006, 23.18.41
Le "prodezze" di questo governo...


Scusate, non fa ridere, ma altrimenti c'è solo da piangere...



( BAN :devil: )

zen67
20-10-2006, 14.29.49
Per me questa sarà la prima finanziaria dura di molte... tenete conto che siamo messi male, comunque certe spese e certi parametri devono essere rispettati...

Questa finanziaria in realta è gia stata edulcorata e di parecchio doveva essere ancora + dolorosa ma per il solito pasticcio all'italiana questa volta di sx non è stata giudicata sufficente da due agenzie di rating mondiali... ci siamo ritrovati declassati da aa ad a... con tutto cio che ne consegue....
c'e poco da fare c'è bisogno di soldi e qualcheduno deve cacciarli fuori... il punto è che non dovrebbero essere sempre i soliti... andate da un dentista o un avvocato o un libero proff e dopo aver ricevuto la prestazione guardate se vi fa fattura...

zen67
20-10-2006, 14.31.23
Leggete...
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2006/10_Ottobre/19/politici.shtml
:mad:
Tutti bravi ad abbassarsi lo stipendio e farne pubblicità, salvo aumentarsi le spese accessorie che prima pagate con lo stipendio e adesso vengono pagate d'ufficio...
:mad:
A CASA


che schifo... :anger: