PDA

Visualizza versione completa : credenti o no??


Pagine : 1 2 [3] 4 5

Giorgio Drudi
07-05-2004, 09.03.41
L’ecumenismo è un grande sforzo perché le chiese cristiane ritrovino una unità.
La mia firma “ ut unum sint “ è la parola del Vangelo che è stata presa come motto per questo grande movimento, “affinché siano uno”.
Da questo sforzo di unità e ragionevolezza sono fuori, perché vogliono stare fuori, tutti i movimenti fondamentalisti: il fondamentalismo biblico ha già fatto tanti guai alle chiese e al mondo; il caso emblematico è quello di Galileo.

Confermo la mia interpretazioni delle Scritture: i libri dell’Antico Testamento contengono, miti , episodi leggendari, invenzioni letterarie che vanno interpretati in maniera allegorica o morale, fra questi: il racconto della creazione che non può essere preso alla lettera e il cui significato religioso è che Dio è l’ordinatore del mondo; il racconto della creazione dell’uomo e della donna e quello della cacciata dal paradiso terrestre, il cui significato è che il male ha origine dall’uomo; il racconto del diluvio per dire che Dio, nonostante la cattiveria degli uomini “rinnova” sempre la sua misericordia agli uomini e alla terra, ecc. ecc.

Il fondamentalismo sarà sempre settario, fanatico, e irrazionale e il dialogo con chi appartiene a questa mentalità è molto difficile.

MrVortex
07-05-2004, 10.20.51
Originariamente inviato da LionHeart
X MrVortex

Per quanto riguarda la vicenda sopra da te citata, ti posso assicurare che ne ho viste di peggio accaddere, a prescindere da Dio. Ad ogni modo ti racconto anche io una storia.


Perdonami, ma sta scritto che Dio sostiene i suoi sulle sue mani e non permette al diavolo ed ai suoi servi di tentarli oltremisura.
Perciò il tuo dire "a prescindere da Dio" significa x me, e dimmi se sbaglio, che quando ti succede qualcosa di brutto, che sia con Dio o senza Dio non c'e' differenza. Questo non è vero, perchè se sei con Dio, tutto ciò che ti accade serve alla tua crescita spirituale "CON Dio", se lui non c'e' è solo sofferenza.

Mio cugino abita in una cittadina a 20km da casa mia.
Suo padre era malato, e molto. L'età, lo stress, una cattiva alimentazione.
Era da un pò che faceva la spola casa-ospedale.
Ma stavolta la cosa era grave.
Mio cugino, luigi, è rimasto due giorni a pregare davanti ad una piccola statua della madonna, in città.
Ha rifiutato cibo ed acqua.
E' stato in ginocchio fino alla mattina del terzo giorno.
Si è alzato solo quando ha visto arrivare sua sorella piangendo.
Il loro papà era morto.


A che pro questo racconto? Perchè preghi davanti alla madonna (che poi dovremmo discute sulle statue che secondo il 2°comadamento dei 10° non bisognerebbe fare, 1 capitolo dei Romani "chiesa cattolica", e tutto un po' sparso x la bibbia)???

E quello scritto che dice che l'UNICO AVVOCATO PRESSO IL PADRE CHE PUO INTERCEDERE PER NOI E' GESU' CRISTO dove lo mettiamo?
Ci dimentichiamo a chi dobbiamo chiedere?

Cosa disse ai discepoli Gesù prima di morire in croce per i nostri peccati? "D'ora in poi voi chiederete al Padre, nel MIO NOME, e Lui vi esaudirà", non parla di santi, ne di madonne.

Cosa disse Pietro e Paolo davanti alla porta detta "bella" a Gerusalemme allo zoppo che chiedeva elemosina:"Oro e argento non ho ma quello che ho te lo do', nel nome di GESU' CRISTO IL NAZARENO, alzati e cammina", poi presolo dalle mani lo alzò e in quell'istante i suoi piedi si raffermarono e si mise a camminare con loro.

Dopo una fede, ci vuole un'azione, non solo le parole salvano, ma poi bisogna farle vivere nelle nostre azioni.

Se quel ragazzo avesse detto a Gesù:"Padre ti prego come sta scritto, io prego affinchè mio padre guarisca, te lo chiedo nel nome di Gesù Cristo" e poi andava in ospedale e diceva, padre guarisci nel nome di Gesu Cristo e lo prendeva per le mani e lo sollevava vedevi come si riprendeva...

Come fanno le nostre sorelline all'ospedale "Morelli", con potenti opere guariscono nel nome di Gesù, malati di ictus, paralizzati, ciechi, e chi più ne ha più ne metta.

....
Ritornando al discorso di prima
Sono stato cattolico per oltre un decennio, ed ho avuto fede, dico sul serio.
Ho studiare la bibbia e i vangeli meglio di quanto, sicuramente, ho dato ad intendere.
[(b]

e da tutto sto studiare cosa hai capito? Non serve a nulla studiare se non anteponi l'amore per Gesù.

Non bisogna fare un'esegesi (si dice così?) della parola di Dio, io non sono un teologo, non devo studiare Dio, sono un teofilo, io amo Dio.

[b]La mia domanda, carissimo, era riferita al fatto che tu hai asserito di credere in ogni parola scritta nella bibbia.
Ma la bibbia è stata scritta dagli uomini. Non da Dio.
Il primo giorno, cmq, non furono creati il cielo e la terra.
Il "cielo" (inteso come universo) è almeno tre volte + vecchio della terra.
Potresti, giustamente, asserire che x dio un giorno o un millennio sono identici.
Lo capisco.
Ma a questo punto xchè puntualizzare "e la sera e il mattino furono il secondo giorno?"
E poi il sole e la luna non governano "casualmente" il giorno e la notte.
Il sole E' il giorno. Se non ci fosse il sole, non ci sarebbe neanche il giorno.
Quello che volevo farti semplicemente notare è che, nonostante lo sforzo dei sumeri assiri babilonesi e israeliti la bibbia è, ahimè, un tomo scritto dagli uomini per gli uomini.
Era un libro che parlava di fatti "Materiali" e non spirituali, ecco perchè, personalmente, mi rifiuto di prenderlo alla lettera.
Loro (gli scrittori) hanno fatto del loro meglio, ma nel ventunesimo secolo temo che il loro meglio non sia più sufficiente.
Se vogliamo interpretare le lezioni di vita della bibbia per trarne vantaggio nella vita di tutti i giorni ne sono felice.
Ma prenderli letteralmente come dogmi incrollabili, a mio avviso, ha poco senso.


Il negare una parte della parola di Dio, quando Dio stesso non l'ha mai negata è il risultato del nostrio IO interiore che si vuole mettere alla pari anzi superare Dio stesso.


P.S.
Io spero comunque di non offendere il tuo credo ne la tua persona.
Adoro parlare con persone competenti, specie in questo campo.

Non sono competente io, non sono nessuno, ma grazie a Dio, ripieno di Spirito Santo, con mandato di Gesù, parlo delle cose che conosco grazie a Lui. Non mi offendo mica sai? Accetto le critiche. Pace a te. spero di essere stato capito.

MrVortex
07-05-2004, 10.45.38
Originariamente inviato da Giorgio Drudi
Per MVortex:

Hai detto ad uno:
“Mi ricordi tanto uno scriba o un bel fariseo cicciottoluto di parola di Dio, ma al contempo un bel sarcafago, ma pieno di ossa di morti [Citazione di Gesù].”
E questo per una obiezione che era più che giusta ed espressa in modo garbato:

Mi sembra di non aver detto nulla di male, poikè come al solito prendi di me solo una parte delle mie parole, dopo stava scritto che la parola usata senza la grazia uccide, e quindi il sapere tutte le cose che aveva detto senza dire il bene è un male, è come quesgli scribi che portarono davanti a Gesù la donna adultera, essa era stata presa in flagranza di reato, quindi per la legge punibile di morte per lapidazione, Gesù cosa Disse? "Uccidetela la meretrice?" Non mi risulta, ma forse usò grazia nei suoi confronti?

[b]
Di te stesso hai detto:
“ Praticante perchè impongo le mani agli infermi per farli guarire e Dio che non si smentisce mai mi risponde sempre.”

Prendere ogni parola della Bibbia come uscita dalla bocca di Dio alla lettera è fare di Dio uno stupido.
Dici che tu osservi tutta la Bibbia, vuoi dire che


Allora se Dio non mi ha detto di prendere alla lettera la bibbia perchè dice "leggi questo libro, meditalo giorno e notte, non ti dipartire mai da esso, e prospererai in ogni cosa"
Poi dice:"tutte le cose successe a loro (vecchio testamento) nel materiale, servono di esempio a noi che viviamo negli ultimi tempi nello spirtiuale" quindi:
[b]
ti fai circoncidere , la circoncisione era quella pratica in cuoi una persona si sottometteva all'autorità di Dio, dimostrando fisicamente di appartenere a Lui con un marchio sulla carne e questo lo rendeva parte del popolo di Dio. Dopo nel nuovo testamento parla di indifferenza per Dio di accettare circoncisi ed incirconcisi (fisicamente), ma nel momento ceh accettiamo Dio nella nostra vita... non ci sottomettiamo a Lui?, non diventiamo noi parte del Suo popolo? quindi potremmo essere considerati dei circoncisi spirituali? Certo! allora la parte carnale di loro è come la nostra spirituale no?

che sacrifichi tori ed agnelli, Dice: "portate i vostri corpi in sacrificio accettevole a Dio" e questo non è un sacrificio? e poi Dio non ha detto che l'ultimo sacrifico è quello di Gesù sulla croce e perchè io dovrei rendere vana la sua morte sulla croce continuando a fare ciò che facevano loro in passato?

che metti fuori dall’accampamento le donne mestruate,
Qesto non credo che le butteriei fuori casa durante i corsi... Non ti pare? Anche questo ha un senso spirituale, ma non insistere sempre con il vecchio testamento, ti rendi solo ridicolo... sembri un ebreo che non crede al vangelo.

che tagli una mano ai ladri, che lapidi le donne adultere, che sbatti i figli dei nemici sulla pietra…ecc, ecc, ? Spero di no …dunque interpreti la Bibbia.
ti ripeto ancora che le cose scritte nel vecchio testamento sono cose spirituali anoi. Non c'e' niente da interpretare... devi solo leggere con il cuore aperto per capire non per indagare.

Tutte le cose scritte li, tu le applichi senza grazia, domanda tu non hai mai rubato? no? davvero e quando prendevi la penna ad un tuo compagno di scuola e poi ti dimenticavi di tornagliela? Ti tagliamo la mano?

E credi che il mondo sia quale lo descrive la Bibbia, piatto, sostenuto da colonne, col cielo sopra nel quale ci sono dei fori che quando vengono aperti mandano la pioggia, e che l’uomo sia stato fatto da un modellino d’argilla sul quale Dio ha soffiato, e che la donna sia stata fatta prelevando una costola di Adamo… beh se credi tutto questo accetta un po’ di ironia …:)[(b]

Io l'ironia l'accetto, ma non da uno che si mette al pari di Dio, anzi che sa + di Lui.

[b]con buona pace di Eccomi...:) ...ecco ho detto la mia.
Pace e bene a tutti.:)

Se sapessi cosa è la pace non diresti pace e bene, non l'hai letto prima? continui a ripeterti su cose tanto banali.

Pace a voi.

MrVortex
07-05-2004, 11.00.25
Originariamente inviato da Totor@

x Giorgio
Ti pongo ora un'altra domanda:
Nel limbo ci sono angeli o santi?


Limbo che roba è? mai sentito dire che esista il purgatorio ad esempio, se non ricordo male è una creazione di Dante!

Gesù disse: "chi non semina con Me, disperde", e poi ai suoi discepoli che sgridarono una che parlava di Lui ma non era dei loro,"Avete sbagliato, perchè se uno parla bene di me prima, non potrà parlarne male dopo".

Gesù si contraddisse? No!

E poi parla nella bibbia dell'ades, il regno dei morti, dove uno chiude gli occhi per poi aprirli al momento del giudizio, nel bene e nel male. Il purgatorio è stato creato perchè gli uomini non possono sopportare l'idea di dover essere sempre e comunque giudicati da Dio, nel bene o nel male.

Se io faccio una parte del bene, ma non tutto allora vado al purgatorio per espiare le pene che mi mancano per raggiungere la vita eterna.

Ma non è così, Gesù ha detto che noi siamo giustificati in Lui, che quindi non abbiamo bisogno di pugratori ed affini, perchè tutte le nostre carnalità che ci fanno peccare, non riuscendo a mettere totalmente in pratica la parola di Dio, sono stati distrutti su quella croce.

Sta scritto:
0 Poi mi disse: Non suggellare le parole della profezia di questo libro, perché il tempo è vicino. 11 Chi è ingiusto sia ingiusto ancora; chi è contaminato si contamini ancora; e chi è giusto pratichi ancora la giustizia e chi è santo si santifichi ancora. 12 Ecco, io vengo tosto, e il mio premio è meco per rendere a ciascuno secondo che sarà l'opera sua. 13 Io son l'Alfa e l'Omega, il primo e l'ultimo, il principio e la fine. 14 Beati coloro che lavano le loro vesti per aver diritto all'albero della vita e per entrare per le porte nella città! 15 Fuori i cani, gli stregoni, i fornicatori, gli omicidi, gli idolatri e chiunque ama e pratica la menzogna. 16 Io Gesù ho mandato il mio angelo per attestarvi queste cose in seno alle chiese. Io son la radice e la progenie di Davide, la lucente stella mattutina. 17 E lo Spirito e la sposa dicono: Vieni. E chi ode dica: Vieni. E chi ha sete venga: chi vuole, prenda in dono dell'acqua della vita. 18 Io lo dichiaro a ognuno che ode le parole della profezia di questo libro: Se alcuno vi aggiunge qualcosa, Dio aggiungerà ai suoi mali le piaghe descritte in questo libro; 19 e se alcuno toglie qualcosa dalle parole del libro di questa profezia, Iddio gli torrà la sua parte dell'albero della vita e della città santa, delle cose scritte in questo libro. 20 Colui che attesta queste cose, dice: Sì; vengo tosto! Amen! Vieni, Signor Gesù!

Vogliamo forse entrare nel giudizio di Dio aggiungendo un purgatorio?

Pace a voi.

MrVortex
07-05-2004, 11.05.01
Originariamente inviato da Giorgio Drudi

Svelato il mistero di una interpretazione fondamentalista della Bibbia, che è la negazione della ragione.
Avevo detto testimoni di geova o giù di li.

La natura è in parte un mistero, Dio, a maggior ragione, è, in parte, in grande parte, un mistero.


Ma un mistero di Che? Non sta forse scritto che per mezzo della bibbia ci è dato di conoscere Dio? allora se tutto è svelato dove sta' il mistero?

La chiesa cattolica pronuncia parole di saggezza quando proclama " mistero della fede ", ma credo che la tua presunzione non ti permetta di comprendere.

Il santo ha fatto... patatunfete :)

Quando uno dice "mistero della fede" non dice altro che io non so perchè è successo questo dimostrando che oltre un certo limite non si può capire Dio, ma tu stesso hai detto Dio è amore in ogni sua forma, spegami come l'amore puo' essere mistero?

ledy
07-05-2004, 11.05.03
:eek: sono rimasta senza parole a federe il risultato di questo sondaggio...nom pensavo che ci fossero così tante persone che non credono in DIO.

Io sono molto credente

Totor@
07-05-2004, 11.13.42
Originariamente inviato da ledy
:eek: sono rimasta senza parole a federe il risultato di questo sondaggio...nom pensavo che ci fossero così tante persone che non credono in DIO.

Io sono molto credente

molti si dichiarano atei...per spirito di contraddizione. Poi...in fondo in fondo...nel momento di bisogno.....sanno a chi rivolgersi!

MrVortex
07-05-2004, 11.14.44
Originariamente inviato da Giorgio Drudi
L’ecumenismo è un grande sforzo perché le chiese cristiane ritrovino una unità.
La mia firma “ ut unum sint “ è la parola del Vangelo che è stata presa come motto per questo grande movimento, “affinché siano uno”.
Da questo sforzo di unità e ragionevolezza sono fuori, perché vogliono stare fuori, tutti i movimenti fondamentalisti: il fondamentalismo biblico ha già fatto tanti guai alle chiese e al mondo; il caso emblematico è quello di Galileo.


Stiamo sempre confondendo le idee, vuoi anteporre il tuo pensiero a quello di Dio? Cioè tu conosci Dio, dici che a grandi passi è vera la maggior parte delle cose che stanno scritte li, perchè mi stai parlando di cose accadute nel vecchio testamento parlandone come se veramente fossero accadute e quindi non fatti fantastici, poi mi dici che alcune di queste cose vanno interpretate e non lette come vere, ed in fine mi parli di misteri.

Una domada ma stai parlano di Dio o di un film?
Se credi in Dio devi credere tutta la sua parola, altrimenti fai come gli agnostici, cioè questo si perchè è spiegabile fisicamente o intellettualmente e possibilmente provabile per via scentifica, questo è favola perchè fisicaente non è possibile, questo non me lo so spiegare in nessun modo allora è mistero...

Ma dai, se Dio dice che ha aperto il mare in due cerchiamo di credere bo?

Confermo la mia interpretazioni delle Scritture: i libri dell’Antico Testamento contengono, miti , episodi leggendari, invenzioni letterarie che vanno interpretati in maniera allegorica o morale, fra questi: il racconto della creazione che non può essere preso alla lettera e il cui significato religioso è che Dio è l’ordinatore del mondo; il racconto della creazione dell’uomo e della donna e quello della cacciata dal paradiso terrestre, il cui significato è che il male ha origine dall’uomo; il racconto del diluvio per dire che Dio, nonostante la cattiveria degli uomini “rinnova” sempre la sua misericordia agli uomini e alla terra, ecc. ecc.

Come sopra.

[b]Il fondamentalismo sarà sempre settario, fanatico, e irrazionale e il dialogo con chi appartiene a questa mentalità è molto difficile.

Io non metto bombe a nessuno, non faccio crociate, e specialmente non dò indulgenze plenarie a pagamento.

Parlo di Dio con allehrezza a chi vuole ascoltarmi.
Pace a voi tutti, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, che è il nome di Gesù Cristo.

Fëanor
07-05-2004, 11.15.53
ateo.

è troppo semplice ricondurre tutto al "mistero" della fede.

credo che la religione sia di per sé una contraddizione in termini. definisce l'uomo imperfetto, ma crede in un dio perfetto, creato (tramite essa stessa) dall'uomo imperfetto. ("creato" nel senso di "bisogno di credere in qualcosa")

Giorgio Drudi
07-05-2004, 11.32.23
Originariamente inviato da Fëanor
ateo.

è troppo semplice ricondurre tutto al "mistero" della fede.

credo che la religione sia di per sé una contraddizione in termini. definisce l'uomo imperfetto, ma crede in un dio perfetto, creato (tramite essa stessa) dall'uomo imperfetto. ("creato" nel senso di "bisogno di credere in qualcosa")

Non si riconduce tutto al mistero, nella frase citata, "mistero della fede" si tratta della preghiera recitata dal sacerdote dopo la consacrazione del pane e del vino e mi pare del tutto appropriata.
Con mistero non s'intende una realtà che si oppone come antagonista alla conoscenza ma una realtà che pure raggiungibile dalla conoscenza si rivela inesauribile.
In modo analogo si può parlare di mistero nella conoscenza della natura, le nuove acquisizioni ampliano l'orizzonte e la ricerca è spinta in avanti...e così via.

Giorgio Drudi
07-05-2004, 11.41.30
Originariamente inviato da MrVortex


spegami come l'amore puo' essere mistero?


L'amore , qualsiasi amore ha in se delle ragioni ma le supera, non può essere compreso dalla ragione, è legato alla libertà dell'individuo, a tutto quanto c'è di più intimo e irripetibile in ogni individuo. Perciò è un mistero sconosciuto anche a chi ama.

MrVortex
07-05-2004, 11.42.31
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


Quella del limbo è stata una concezione ben presto abbandonata dalla chiesa, che doveva rendere ragione di dove finissero i bambini non battezzati.

La nostra libertà ha una drammatica serietà: l'inferno non significa annientamento per sempre ma una sofferenza per sempre, il male è integrato anch'esso nella gloria di Dio anche se non è soppresso;

Cosa???? Che cavolo dici??? Il male è integrato anch'esso nella Gloria di Dio????? Ma che cavolate dici?

Prima dice che Dio è infinitamente buono, è amore in tutte le sue forme e poi mi dici che il male è in Lui? ma non ti accorgi di dire fesserie?

Il male non è in Lui, tanto che ha preso il diavolo e la sua schiera e l'ha butta to fuori dal paradiso dove regna solo il bene. Non sarebbe così altrimenti.

Ma chi ti ha messo ste cretinate in testa?


il paradiso è la totale comunione con Dio, totale comunione con gli altri, armoniosa integrazione col cosmo;

bhe di quello che ne so io, di come sta scritto sulla bibbia, non è proprio così perchè tu parli di cose terrene, cosmo, universo, astri... cose fatte di materiale, ma Dio non è materiale, lo può diventere, Gesù dopo la resurrezione mangiò con gli apostoli, bevve, parlò con loro, si fece toccare da tommaso, ma entrò nella casa con l'uscio chiuso, da dove? e poi se ne andò rapito in cielo su di una nuvola che lo nascose ai loro occhi... in casa...
E poi l'angelo che combattè con abramo non era egli fatto di carne e quelli che parlarono di andare a distruggere sodoma e gomorra? non mangiarono a casa di Lot?

Eppure Stefano disse:"Ecco, io vedo i cieli aperti, e il Figliuol dell'uomo in piè alla destra di Dio"
E cosa chiese Eliseo a Dio di far vedere al suo servo:

15 Il servitore dell'uomo di Dio, alzatosi di buon mattino, uscì fuori, ed ecco che un gran numero di soldati con cavalli e carri accerchiava la città. E il servo disse all'uomo di Dio: 'Ah, signor mio, come faremo?' 16 Quegli rispose: 'Non temere, perché quelli che son con noi son più numerosi di quelli che son con loro'. 17 Ed Eliseo pregò e disse: 'O Eterno, ti prego, aprigli gli occhi, affinché vegga!' E l'Eterno aperse gli occhi del servo, che vide a un tratto il monte pieno di cavalli e di carri di fuoco intorno ad Eliseo.

Cosa cambiò nella vista del servo?

il purgatorio è per chi al termine dell'esistenza, non essendo in piena sintonia con il Signore Gesù, dovrà proseguire la propria liberazione dal peccato.

Ma se Gesù ha detto tutto è compiuto. E pi successivamente che i nostri peccato sono morti sulla croce insiame a Gesù noi siamo morti con Lui, e rinasciamo a nuova vita in Lui. Che paccati vuoi rimettere dopo????

Leggi lettera ai romani capitoli 6,7 e 8 e poi rispondi per rime.

Parli di cose che non conosci, che non sai e fai come quegli scribi e farisei che avendo le chiavi per il paradiso non entravano loro e non facevano entrare gli altri.

Guai a te, che il Signore ti apra la mente ottusa da tante leggi, che possa aprirti le meningi e poter vedere la gloria di Dio, e come disse Pietro: "O pieno d'ogni frode e d'ogni furberia, figliuol del diavolo, nemico d'ogni giustizia, non cesserai tu di pervertir le diritte vie del Signore?" quando ti ravvederai?

Ghandalf
07-05-2004, 11.47.51
Originariamente inviato da Totor@


molti si dichiarano atei...per spirito di contraddizione. Poi...in fondo in fondo...nel momento di bisogno.....sanno a chi rivolgersi!


e qui sta la coerenza e la fragilita' umana al tempo stesso...devi avere la forza, se anche ti viene la voglia, di non farlo.

Di natura tendiamo tutti a farlo...altrimenti non esisterebbe nessun dio..;)

Ghandalf
07-05-2004, 11.49.51
Originariamente inviato da ledy
:eek: sono rimasta senza parole a federe il risultato di questo sondaggio...nom pensavo che ci fossero così tante persone che non credono in DIO.

Io sono molto credente


io mi stupisco ogni volta che vedo una tale folla pendere, a piazza s pietro, dalle parole del papa.

:)

Giorgio Drudi
07-05-2004, 11.50.47
Originariamente inviato da MrVortex


Cosa???? Che cavolo dici??? Il male è integrato anch'esso nella Gloria di Dio????? Ma che cavolate dici?

Prima dice che Dio è infinitamente buono, è amore in tutte le sue forme e poi mi dici che il male è in Lui? ma non ti accorgi di dire fesserie?
Il male non è in Lui, tanto che ha preso il diavolo e la sua schiera e l'ha butta to fuori dal paradiso dove regna solo il bene. Non sarebbe così altrimenti.
Ma chi ti ha messo ste cretinate in testa?



bhe di quello che ne so io, di come sta scritto sulla bibbia, non è proprio così perchè tu parli di cose terrene, cosmo, universo, astri... cose fatte di materiale, ma Dio non è materiale, lo può diventere, Gesù dopo la resurrezione mangiò con gli apostoli, bevve, parlò con loro, si fece toccare da tommaso, ma entrò nella casa con l'uscio chiuso, da dove? e poi se ne andò rapito in cielo su di una nuvola che lo nascose ai loro occhi... in casa...
E poi l'angelo che combattè con abramo non era egli fatto di carne e quelli che parlarono di andare a distruggere sodoma e gomorra? non mangiarono a casa di Lot?

Eppure Stefano disse:"Ecco, io vedo i cieli aperti, e il Figliuol dell'uomo in piè alla destra di Dio"
E cosa chiese Eliseo a Dio di far vedere al suo servo:

15 Il servitore dell'uomo di Dio, alzatosi di buon mattino, uscì fuori, ed ecco che un gran numero di soldati con cavalli e carri accerchiava la città. E il servo disse all'uomo di Dio: 'Ah, signor mio, come faremo?' 16 Quegli rispose: 'Non temere, perché quelli che son con noi son più numerosi di quelli che son con loro'. 17 Ed Eliseo pregò e disse: 'O Eterno, ti prego, aprigli gli occhi, affinché vegga!' E l'Eterno aperse gli occhi del servo, che vide a un tratto il monte pieno di cavalli e di carri di fuoco intorno ad Eliseo.

Cosa cambiò nella vista del servo?

Ma se Gesù ha detto tutto è compiuto. E pi successivamente che i nostri peccato sono morti sulla croce insiame a Gesù noi siamo morti con Lui, e rinasciamo a nuova vita in Lui. Che paccati vuoi rimettere dopo????
Leggi lettera ai romani capitoli 6,7 e 8 e poi rispondi per rime.
Parli di cose che non conosci, che non sai e fai come quegli scribi e farisei che avendo le chiavi per il paradiso non entravano loro e non facevano entrare gli altri.
Guai a te, che il Signore ti apra la mente ottusa da tante leggi, che possa aprirti le meningi e poter vedere la gloria di Dio, e come disse Pietro: "O pieno d'ogni frode e d'ogni furberia, figliuol del diavolo, nemico d'ogni giustizia, non cesserai tu di pervertir le diritte vie del Signore?" quando ti ravvederai?

Ti consiglio qualche pastiglia di roipnol, mi dicono che fa MIRACOLI ...:)

MrVortex
07-05-2004, 11.56.22
Originariamente inviato da Giorgio Drudi
Si è vero.
Il Concilio Lateranense IV ha espresso autoritativamente, cioè di fede certa la sopravvivenza personale, cioè l'immortalità delle anime, vale a dire la sopravvivenza del nostro spirito;

e ci voleva il concilio lateranense per sapere questo... Non bastava Gesù che diceva: "Chi crede in me non perirà ed Io lo resusciterò nell'ultimo giorno"

siamo già immortali prova abuttarti da un palazzo allora...

e in una qualche misura viviamo fin da ora una anticipazione di quello che sarà il paradiso,

Anche di questo ci bolega il concilio... Non bastava che fosse scritto: 4 Poiché noi che siamo in questa tenda, gemiamo, aggravati; e perciò desideriamo non già d'esser spogliati, ma d'essere sopravvestiti, onde ciò che è mortale sia assorbito dalla vita. 5 Or Colui che ci ha formati per questo stesso è Dio, il quale ci ha dato la caparra dello Spirito. 6 Noi siamo dunque sempre pieni di fiducia, e sappiamo che mentre abitiamo nel corpo, siamo assenti dal Signore 7 (poiché camminiamo per fede e non per visione);


inoltre il quale ci ha pur segnati col proprio sigillo, e ci ha data la caparra dello Spirito nei nostri cuori.


e purtroppo anche dell'inferno ( c'è l'espressione " la mia vita è un inferno" e non e banale)


lo si dice per dire che si vive male, modi di dire, come dici tu. Ma l'inferno ha da venire come dice Dio.


come pure viviamo la purificazione, cioè il purgatorio, liberazione dai nostri difetti, dalle nostre colpe, dalle nostre fragilità, il purgatorio è una esperienza comune. Tutto questo non s'interromperà con la fine del nostro corpo biologico.
Il modo poi di rappresentarci l'aldilà è un pò frutto dei tempi: all'epoca di Dante lo si concepiva in un certo modo, tuttora valido, se vuoi, nella sua sostanza.


Ma dante l'avrà fatto per essere ricordato in eterno? bhe c'e' riuscito, prima ce lo fanno imparare a memoria a scuola e mo ce lo ficcano pure insieme a Dio...

Poi dipende dal frutto delle nostre riflessioni e meditazioni con l'aiuto della grazia di Dio, progredire fino a giungere ad una fede matura, gradualmente...ed infine rimarrà sempre una parte di mistero.
si quello del perchè ci ha fatto libere di dire cose del genere...

S.Tomaso ha detto: " Vedremo, capiremo, gioiremo", certo i santi che sono giunti alla maturità di Cristo, fino da ora, cioè fin da questa vita hanno tutta la luce, ma il cammino è stato anche per loro graduale e faticoso, gioiosamente faticoso.
Ciao Totore.

Domandina dove è scritto che tommaso disse quelle cose? Grazie. Pace a Voi.

Ps." non te la prendere a male, se uso la parola di Dio per esprimere i concetti di Dio, dopotutto un testamento è un testamento."

Pace a te.

davlak
07-05-2004, 11.56.33
Originariamente inviato da Ghandalf



io mi stupisco ogni volta che vedo una tale folla pendere, a piazza s pietro, dalle parole del papa.

:)
A me invece, che pure non sono credente, produce una certa emozione...fa nascere una speranza buona.
E' sempre comunque un punto di riferimento universale.
E certe volte mi chiedo quanto peggiore sarebbe il mondo senza il Papa.

Ghandalf
07-05-2004, 11.56.59
Originariamente inviato da MrVortex


Cosa???? Che cavolo dici??? Il male è integrato anch'esso nella Gloria di Dio????? Ma che cavolate dici?

Prima dice che Dio è infinitamente buono, è amore in tutte le sue forme e poi mi dici che il male è in Lui? ma non ti accorgi di dire fesserie?

Ma chi ti ha messo ste cretinate in testa?





Eppure Stefano disse:"Ecco, io vedo i cieli aperti, e il Figliuol dell'uomo in piè alla destra di Dio"
E cosa chiese Eliseo a Dio di far vedere al suo servo:

Parli di cose che non conosci, che non sai e fai come quegli scribi e farisei che avendo le chiavi per il paradiso non entravano loro e non facevano entrare gli altri.

Guai a te, che il Signore ti apra la mente ottusa da tante leggi, che possa aprirti le meningi e poter vedere la gloria di Dio, e come disse Pietro: "O pieno d'ogni frode e d'ogni furberia, figliuol del diavolo, nemico d'ogni giustizia, non cesserai tu di pervertir le diritte vie del Signore?" quando ti ravvederai?

vedi da mio punto di vista (IMHO per la gioia di Totore..:D), quello che dice fessere da piu' pagine sei tu..;)
La mente ottusa la vedo in te...
Piu' che la gloria di dio a volte bisogna contemplare la miseria dell'uomo.

Perche' mi sento di dire:

"Padre; perdonalo perche' non sa cio' che dice"

?

:);)

Ciascuno di noi e' libero di credere in cio' che vuole e non puoi apostolare pretendendo di convincere. Come vedi la discussione si e' ridotta ad una diatriba a due, Giorgio porta avanti la sua idea ed ha la pazienza di confrontarsi.
Personalmete appena sento " sta scritto sulla bibbia" getto la spugna.


Alla fine mi pare...e' meglio windows, linux o mac??

:D:D:inn: :devil:

E come disse allen:
"Non solo dio non esiste, ma provate a trovare un idraulico la domenica"

Totor@
07-05-2004, 11.59.43
Il dibattito Giorgio Drudi/MrWortex e altri interlocutori e' troppo "professionale" si avvia...... su un campo filosofico
che non e' per me...ho i miei limiti.
Vorrei, pero', esprimere la mia opinione riguardo a coloro i quali si professano "atei".
Molti si dichiarano tali per istinto. Secondo me, deve essere una scelta… non certo un istinto! Anche se, bisognerebbe comprendere
che il pensiero di qualcuno, per quanto intelligente possa essere, è sempre condizionato dalle sue esperienze.
Dietro una frase, una scelta ci sono un’infinità di discorsi, di esperienze, di vicissitudini…………..

La religione dovrebbe essere una scelta consapevole, guidata da una ragione e quindi gli atei non dovrebbero credere in nessun dio creatore, in nessun prima, in nessun dopo. L’ateo vive di scienza e se non sa spiegare qualcosa, si giustifica dicendo che ci devono essere delle leggi fisico-scientiche che in questo momento sfuggono alla ragione umana.
Ma ammettiamo che l’ateismo sia un istinto, il mio istinto mi dice di credere in qualcosa di superiore e di cercare con l’aiuto dei mezzi in mio possesso, ragione, scienza, sensi, la verità.
Le domande...... sono sempre le stesse. Le risposte.... cambiano in continuazione.

Totor@
07-05-2004, 12.02.01
Originariamente inviato da Ghandalf
IMHO per la gioia di Totore


:p non sono io il cultore....dell'IMHO :D

MrVortex
07-05-2004, 12.05.40
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


Non si riconduce tutto al mistero, nella frase citata, "mistero della fede" si tratta della preghiera recitata dal sacerdote dopo la consacrazione del pane e del vino e mi pare del tutto appropriata.
Con mistero non s'intende una realtà che si oppone come antagonista alla conoscenza ma una realtà che pure raggiungibile dalla conoscenza si rivela inesauribile.
In modo analogo si può parlare di mistero nella conoscenza della natura, le nuove acquisizioni ampliano l'orizzonte e la ricerca è spinta in avanti...e così via.

E qule miste c'e' nel consacrare il pane ed il vino (che poi si becca solo lui), tu parli forse della transustansazione cioè di quella "magia" forse meglio dire "miracolo" che avviene ogni volta in chieasa durante la benedizione del pane e del vino che diventano Corpo (carne) e sangue (emoglobina) di Gesù? Mamma mia non mi dire che siete tutti vampiri che schifo bere il sangue e mangiare la carne di un'uomo...

Ma dai... dovè è scritto!!! chi non bene e non magia di queste cose non fà perte di me, e che si annunzi la venuta di Gesù ok ma del cannibalismo... non esageriamo..

succhione
07-05-2004, 12.23.06
..credere o non credere..comunque esprimono un atto estremo ma simile sull'umana condizione di dipendenza dal nulla che ci assale e preme sui sensi...
..io credo....che non credere sia un atto di sincera coerenza in attesa del dono della fede...

Totor@
07-05-2004, 12.25.51
Originariamente inviato da MrVortex


Mamma mia non mi dire che siete tutti vampiri che schifo bere il sangue e mangiare la carne di un'uomo...

... ma del cannibalismo... non esageriamo..

mrvortex ...rispetto le tue opinioni....pero' qui esageri
credo sia il caso di portare rispetto! Pensa cio' che vuoi,
sei libero, ma non dirloe!

Giorgio Drudi
07-05-2004, 12.27.28
[QUOTE]Originariamente inviato da MrVortex


e ci voleva il concilio lateranense per sapere questo... Non bastava Gesù che diceva: "Chi crede in me non perirà ed Io lo resusciterò nell'ultimo giorno"

Certamente bastava la parola di Gesù ma siccome sorgevano interpretazioni contrastanti sulla parola di Gesù riguardo a questo, che mettevano scompiglio e dubbi, la Chiesa precisò: l'anima dell'uomo è immortale perchè lo ha detto Gesù. Capito?

[b]siamo già immortali prova abuttarti da un palazzo allora...
Questa è una fesseria!:)


lo si dice per dire che si vive male, modi di dire, come dici tu. Ma l'inferno ha da venire come dice Dio.
L'inferno vero verrà dopo. Però non possiamo dire di nessuno che ci sia andato, neppure di Giuda, e siccome Dio ama tutti e vuole tutti salvi, chissà che non rimanga solo una minaccia, minaccia vera...ma minaccia :)


Ma dante l'avrà fatto per essere ricordato in eterno? bhe c'e' riuscito, prima ce lo fanno imparare a memoria a scuola e mo ce lo ficcano pure insieme a Dio...
Non so perchè Dante lo abbia fatto, certamente anche per ragioni " politiche", infatti ha messo nell'inferno tutti gli avversari. Lui se lo immaginava così l'aldilà. Se a te non piace...non leggerlo e vedrai che nessuno te "lo ficca insieme a Dio". In ogni modo Dante per la letteratura italiana rappresenta qualcosa e meritatamente, per la teologia niente

Domandina dove è scritto che tommaso disse quelle cose? Grazie. Pace a Voi.
Guarda che non si parla dell'apostolo ma di Tomaso d'Aquino, un genio santo, che non ti farebbe male leggere

Ps." non te la prendere a male, se uso la parola di Dio per esprimere i concetti di Dio, dopotutto un testamento è un testamento."
Ti confesso che non ho capito...in ogni caso stai tranquillo non vedo proprio per che cosa dovrei prendermela

Pace a te.
E al tuo spirito :)

davlak
07-05-2004, 12.33.26
L'interpretazione integrale delle scritture (diciamo quella che mi pare di aver capito appartenga a MrVortex) è un pò limitante, soprattutto per chi non ha fede.
Insomma voglio dire, se uno come me si concede alle Scritture in modo letterale, difficilmente ne può trarre qualche insegnamento, meno che mai l'impulso a credere.
O sbaglio?

Giorgio Drudi
07-05-2004, 12.49.07
Originariamente inviato da davlak
L'interpretazione integrale delle scritture (diciamo quella che mi pare di aver capito appartenga a MrVortex) è un pò limitante, soprattutto per chi non ha fede.
Insomma voglio dire, se uno come me si concede alle Scritture in modo letterale, difficilmente ne può trarre qualche insegnamento, meno che mai l'impulso a credere.
O sbaglio?

Non sbagli affatto. La lettura integrale della Bibbia, cioè come se ogni parola fosse detta da Dio, non impedirebbe solo a te di credere o di trarne insegnamento, ma a molti credenti. Fra le cause dell'ateismo, assieme ad altre ovviamente, c'è anche questa concezione della Bibbia, considerarlo come un libro calato dal cielo e scritto di proprio pugno da Dio; è invece un libro scritto da uomini, con il linguaggio degli uomini, di uomini coi loro limiti che avevano concezioni della natura e del mondo relativi alla loro epoca.
E' la narrazione ispirata della storia di Dio con gli uomini, è una pedagogia progressiva il cui scopo non è di fare conoscere l'astronomia, la cosmologia o le scienze naturali ecc, ma ciò che è necessario per la redenzione e salvezza dell'uomo.

Eccomi
07-05-2004, 12.55.06
Originariamente inviato da MrVortex



E quello scritto che dice che l'UNICO AVVOCATO PRESSO IL PADRE CHE PUO INTERCEDERE PER NOI E' GESU' CRISTO dove lo mettiamo?
Ci dimentichiamo a chi dobbiamo chiedere?

Cosa disse ai discepoli Gesù prima di morire in croce per i nostri peccati? "D'ora in poi voi chiederete al Padre, nel MIO NOME, e Lui vi esaudirà", non parla di santi, ne di madonne.



E Maria è la nostra Grande intermediaria con Gesù. E' Lui che ci ha affidati a Lei ("Donna, ecco tuo figlio"), e la forza della Sua intercessione è chiaramente mostrata nel racconto delle nozze di Cana.

Vortex... Vuoi andare avanti per qualche centinaio di pagine ancora?:rolleyes:

Parlare di Religione è peggio che parlare di politica: si creano solo contrasti. Se volessimo veramente metterci al servizio di Dio ed essere utili al prossimo, parleremmo meno ed opereremmo di più. ("Mostrami le tue opere").

Giorgio Drudi
07-05-2004, 13.11.52
Originariamente inviato da succhione
..credere o non credere..comunque esprimono un atto estremo ma simile sull'umana condizione di dipendenza dal nulla che ci assale e preme sui sensi...
..io credo....che non credere sia un atto di sincera coerenza in attesa del dono della fede...

Ciao Suk, :) hai detto una cosa bellissima (noblesse oblige :))
"..io credo....che non credere sia un atto di sincera coerenza in attesa del dono della fede "

e io dico che chi aspetta la fede già ce l'ha...:)

Ben tornato, so che ti aggiravi qua e là ,...ma non ho voluto disturbarti...se poi non gradivi i miei post...(D) (B)

davlak
07-05-2004, 13.12.07
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


Non sbagli affatto. La lettura integrale della Bibbia, cioè come se ogni parola fosse detta da Dio, non impedirebbe solo a te di credere o di trarne insegnamento, ma a molti credenti. Fra le cause dell'ateismo, assieme ad altre ovviamente, c'è anche questa concezione della Bibbia, considerarlo come un libro calato dal cielo e scritto di proprio pugno da Dio; è invece un libro scritto da uomini, con il linguaggio degli uomini, di uomini coi loro limiti che avevano concezioni della natura e del mondo relativi alla loro epoca.
E' la narrazione ispirata della storia di Dio con gli uomini, è una pedagogia progressiva il cui scopo non è di fare conoscere l'astronomia, la cosmologia o le scienze naturali ecc, ma ciò che è necessario per la redenzione e salvezza dell'uomo.

(Y)

E dunque:

"Andate e predicate"

sottintende e comporta l'interdipendenza della diffusione della dottrina con le (ti cito):

"concezioni della natura e del mondo relativi" a una data epoca.

Cioè in pratica è Gesù stesso che prevede sì l'immutabilità dei principii ispiratori del Cristianesimo (che poi alla fine sono pochi e semplici assai), ma anche la plasmabilità della loro applicazione in funzione del percorso storico dell'uomo e della sua evoluzione cognitiva.
O sbaglio? :)

Giorgio Drudi
07-05-2004, 13.14.13
Originariamente inviato da davlak


(Y)

E dunque:

"Andate e predicate"

sottintende e comporta l'interdipendenza della diffusione della dottrina con le (ti cito):

"concezioni della natura e del mondo relativi" a una data epoca.

Cioè in pratica è Gesù stesso che prevede sì l'immutabilità dei principii ispiratori del Cristianesimo (che poi alla fine sono pochi e semplici assai), ma anche la plasmabilità della loro applicazione in funzione del percorso storico dell'uomo e della sua evoluzione cognitiva.
O sbaglio? :)

No! (Y) Non potevi dire meglio e hai colto l'essenza del discorso religioso...oggi. (D)

MrVortex
07-05-2004, 13.14.31
Originariamente inviato da Eccomi


E Maria è la nostra Grande intermediaria con Gesù. E' Lui che ci ha affidati a Lei ("Donna, ecco tuo figlio"), e la forza della Sua intercessione è chiaramente mostrata nel racconto delle nozze di Cana.

Vortex... Vuoi andare avanti per qualche centinaio di pagine ancora?:rolleyes:

Parlare di Religione è peggio che parlare di politica: si creano solo contrasti. Se volessimo veramente metterci al servizio di Dio ed essere utili al prossimo, parleremmo meno ed opereremmo di più. ("Mostrami le tue opere").

Bhe se vogliamo dirla tutta, palami di Quando maria con i suoi fratelli andarono a prendere gesù perchè lo ritenevano "fuori di sè". E poi la Bibbia dall'antico testamento fino alla fine dell'apocalisse parla di Gesù e maria dove la mettiamo? Inoltre come può uno essere fratello di Gesù? sorella? e madre?

Inoltre perchè di maria ci appellimo solo perchè ha detto a giovanni questa è tua madre da cui allora naria è la persona che intercede per noi? Tu credi che ciò che dice dopo cioè che l'unico presso il Padre è Gesù Sommo sacerdote" sia una cavolata? Perchè il papa dice che la prima che vide Gesù fu' maria sua madre? solo perchè era la mamma? e a cana perchè gesù Gli dice "che cosa vuoi tu o donna?"

Dai non esageriamo leggi con attenzione ciò che è scritto in romani capitolo 1 riferito alla creatura ed al creatore.

inoltre guarda con attenzione chi è quello che nel suo nome deve attuare i micoli?

Pace a te. e non permearti del marianesimo che porta all'errore. Nel nome di Gesù Cristo si fanno i miracoli, "d'ora in poi chedete tutto al Padre nel mio nome" o sbaglio? disse Gesù?

MrVortex
07-05-2004, 13.15.26
Originariamente inviato da succhione
..credere o non credere..comunque esprimono un atto estremo ma simile sull'umana condizione di dipendenza dal nulla che ci assale e preme sui sensi...
..io credo....che non credere sia un atto di sincera coerenza in attesa del dono della fede...

La fede viene dall'ascoltare la parola recita la bibbia, e siccome nessuno vuole ascoltare cio che è scritto nessuno avrà mai fede.

Ghandalf
07-05-2004, 13.23.04
Originariamente inviato da davlak


(Y)

E dunque:

"Andate e predicate"

sottintende e comporta l'interdipendenza della diffusione della dottrina con le (ti cito):

"concezioni della natura e del mondo relativi" a una data epoca.

Cioè in pratica è Gesù stesso che prevede sì l'immutabilità dei principii ispiratori del Cristianesimo (che poi alla fine sono pochi e semplici assai), ma anche la plasmabilità della loro applicazione in funzione del percorso storico dell'uomo e della sua evoluzione cognitiva.
O sbaglio? :)

come dire, galileo aveva ragione, ma oggi si insegna l'evoluzione del pensiero ispirato alle sue idee, non le sue idee come le penso'.

oppure

Leonarno aveva intuito che si poteva volare, ma se avessimo continuato a provarci solo con i suoi disegni probabilmente non ci saremmo riusciti.

Ghandalf
07-05-2004, 13.29.42
Originariamente inviato da MrVortex


La fede viene dall'ascoltare la parola recita la bibbia, e siccome nessuno vuole ascoltare cio che è scritto nessuno avrà mai fede.

nel senso che non si puo' solo aspettare di essere colti da illuminazione ma bisogna ricercare sono d'accordo...

che l'unica ricerca possibile sia la bibbia...sorrido:)

Eccomi
07-05-2004, 13.34.18
Originariamente inviato da MrVortex


La fede viene dall'ascoltare la parola recita la bibbia, e siccome nessuno vuole ascoltare cio che è scritto nessuno avrà mai fede.

Allora basta ascoltare Berlusconi, per credere a quello che dice? :rolleyes:

Insisto: non sono le parole che contano, ma le opere.
Si può non aver mai letto un rigo dalle Sacre Scritture, e vivere ugualmente secondo la volontà del Padre.
L'uomo ha in sè la conoscenza del bene e del male (mela o non mela), ed è libero di seguire l'uno o l'altro. :)

Ghandalf
07-05-2004, 13.38.48
cmq visto che credo di avere chiaro il tuo punto di vista volevo spostare la discussione su punti piu' pragmatici, per mia personale curiosita'...a rischio di essere un po' OT.

Visto che reputo la visione distorta del sesso una delle piu' frustranti della religione non per il principio ma per la modalita' di applicazione del princio...cosa ne pensi tu a riguardo?

Anche per ampliare il discorso e rilanciarlo...

PS magari non citarmi la bibbia se ci riesci..:)

Ghandalf
07-05-2004, 13.40.04
Originariamente inviato da Eccomi

Si può non aver mai letto un rigo dalle Sacre Scritture, e vivere ugualmente secondo la volontà del Padre.
L'uomo ha in sè la conoscenza del bene e del male (mela o non mela), ed è libero di seguire l'uno o l'altro. :)

e normalmente sceglie l'altro..;)

(stavolta quoto io te..;))

Eccomi
07-05-2004, 13.46.42
Originariamente inviato da Ghandalf


e normalmente sceglie l'altro..;)


Mica vero... Il male dà fastidio, fa rumore... Si fa notare.
Un solo colpo di pistola nella notte si ascolta a decine di chilometri di distanza... :eek:

Il bene è silenzioso... Non dà fastidio. Migliaia di mani che detergono ferite non emettono alcun suono. :)

Così abbiamo l'impressione di essere circondati dal male, mentre è esattamente il contrario...
C'è ancora tanto bene, in questo povero, vecchio, pazzo mondo! :p

Giorgio Drudi
07-05-2004, 13.49.01
Originariamente inviato da Eccomi


Allora basta ascoltare Berlusconi, per credere a quello che dice? :rolleyes:

Insisto: non sono le parole che contano, ma le opere.
Si può non aver mai letto un rigo dalle Sacre Scritture, e vivere ugualmente secondo la volontà del Padre.
L'uomo ha in sè la conoscenza del bene e del male (mela o non mela), ed è libero di seguire l'uno o l'altro. :)

(Y)

davlak
07-05-2004, 14.07.42
A proposito delle opere (che non sono per forza quelle dei santi e dei discepoli) un passo, magnifico, dal Vangelo di Luca.



...[2]Il servo di un centurione era ammalato e stava per morire. Il centurione l'aveva molto caro. [3]Perciò, avendo udito parlare di Gesù, gli mandò alcuni anziani dei Giudei a pregarlo di venire e di salvare il suo servo. [4]Costoro giunti da Gesù lo pregavano con insistenza: «Egli merita che tu gli faccia questa grazia, dicevano, [5]perché ama il nostro popolo, ed è stato lui a costruirci la sinagoga». [6]Gesù si incamminò con loro. Non era ormai molto distante dalla casa quando il centurione mandò alcuni amici a dirgli: «Signore, non stare a disturbarti, io non son degno che tu entri sotto il mio tetto; [7]per questo non mi sono neanche ritenuto degno di venire da te, ma comanda con una parola e il mio servo sarà guarito. [8]Anch'io infatti sono uomo sottoposto a un'autorità, e ho sotto di me dei soldati; e dico all'uno: Và ed egli va, e a un altro: Vieni, ed egli viene, e al mio servo: Fà questo, ed egli lo fa». [9]All'udire questo Gesù restò ammirato e rivolgendosi alla folla che lo seguiva disse: «Io vi dico che neanche in Israele ho trovato una fede così grande!». [10]E gli inviati, quando tornarono a casa, trovarono il servo guarito.


Luca, 7.

MrVortex
08-05-2004, 02.15.16
Originariamente inviato da Giorgio Drudi

e ci voleva il concilio lateranense per sapere questo... Non bastava Gesù che diceva: "Chi crede in me non perirà ed Io lo resusciterò nell'ultimo giorno"

Certamente bastava la parola di Gesù ma siccome sorgevano interpretazioni contrastanti sulla parola di Gesù riguardo a questo, che mettevano scompiglio e dubbi, la Chiesa precisò: l'anima dell'uomo è immortale perchè lo ha detto Gesù. Capito?

Mi posso sorgere una domanda da solo? allora io non ho mei letto la bibbia, me l'hanno data in mano, mi hanno detto di leggerla da solo, chiedendo alla Spirito Santo di aprirmi gli occhi. All'inizio la leggevo come un libro e capivo letteralmente che se quello che era scritto era vero, Gesù cristo prometteva agli uomini la vita eterna.
Poi più avanti con la preghiera, con le supplicazioni, con l'imposizione delle mani da parte degli anziani ottenni il battesimo in Spirito, il dono delle lingue, successivamente il discernimento degli spiriti, la fede, le guarigioni, i miracoli e spero che Dio abbondi ancora. Da allora leggendo gli stessi passi capisco grazie allo Spirito Santo che Gesù ci ha donato la vita eterna.

Come allora ora, cosa è cambito? Io di certo si, ho ricevuto tanti doni dallo Spirito, ma la parola di Dio non è cambiata. Percgè allora quelle persone non si mettevano d'accordo? Forse perchè credevano che le parole della bibbia dovessero essere interpretate? Allora cercavano cose più grandi e non capiano quelle piccole.

Mi ricorda tanto Naaman in 2°Re cap 5 ver. 10 che riporto di seguito:

2Re 5:10 Ed Eliseo gli inviò un messaggero a dirgli: «Va', làvati sette volte nel Giordano; la tua carne tornerà sana, e tu sarai puro».
11 Ma Naaman si adirò e se ne andò, dicendo: «Ecco, io pensavo: egli uscirà senza dubbio incontro a me, si fermerà là, invocherà il nome del SIGNORE, del suo Dio, agiterà la mano sulla parte malata, e guarirà il lebbroso.
12 I fiumi di Damasco, l'Abana e il Parpar, non sono forse migliori di tutte le acque d'Israele? Non potrei lavarmi in quelli ed essere guarito?» E, voltatosi, se n'andava infuriato.
13 Ma i suoi servitori si avvicinarono a lui e gli dissero: «Padre mio, se il profeta ti avesse ordinato una cosa difficile, tu non l'avresti fatta? Quanto più ora che egli ti ha detto: "Làvati, e sarai guarito"?»
14 Allora egli scese e si tuffò sette volte nel Giordano, secondo la parola dell'uomo di Dio; e la sua carne tornò come la carne di un bambino; egli era guarito.

Questo per dire che le cose di Dio sono + semplici di quelle dell'uomo.


siamo già immortali prova abuttarti da un palazzo allora...
Questa è una fesseria!:)

Non lo è se tu affermi di essere immortale ora, potresti farlo no? Ma siccome la tua era una prospettiva futura diciamo che te la facciamo passare... per vera.

lo si dice per dire che si vive male, modi di dire, come dici tu. Ma l'inferno ha da venire come dice Dio.
L'inferno vero verrà dopo. Però non possiamo dire di nessuno che ci sia andato, neppure di Giuda, e siccome Dio ama tutti e vuole tutti salvi, chissà che non rimanga solo una minaccia, minaccia vera...ma minaccia :)

Personalmente ti darei ragione, ma siccome devo pensare non carnalmente ma spiritualmente come penserebbe Gesù ti dirò, sai... forse hai ragione tu, perchè dobbiamo pensare che anche pietro tradì gesù e si pentì dopo, come giuda, anche lui tradì Gesù e poi si pentì. Quindi sono la stessa cosa e siccome Pietro fu al servizio di Gesù per il resto della vita allora anche Giuda lo servì. O no?

Cosa disse gesù a Pietro? Giovanni 21:15 Quand'ebbero fatto colazione, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone di Giovanni, mi ami più di questi?» Egli rispose: «Sì, Signore, tu sai che ti voglio bene». Gesù gli disse: «Pasci i miei agnelli». 16 Gli disse di nuovo, una seconda volta: «Simone di Giovanni, mi ami?» Egli rispose: «Sì, Signore; tu sai che ti voglio bene». Gesù gli disse: «Pastura le mie pecore». 17 Gli disse la terza volta: «Simone di Giovanni, mi vuoi bene?» Pietro fu rattristato che egli avesse detto la terza volta: «Mi vuoi bene?» E gli rispose: «Signore, tu sai ogni cosa; tu conosci che ti voglio bene». Gesù gli disse: «Pasci le mie pecore. 18 In verità, in verità ti dico che quand'eri più giovane, ti cingevi da solo e andavi dove volevi; ma quando sarai vecchio, stenderai le tue mani e un altro ti cingerà e ti condurrà dove non vorresti».

Quante volte chiese di lavorare per Lui? 3 qunate volte lo tradì 3. Cosa bisogna fare quando uno tradisce Gesù, operare per redemere il peccato commesso.

Giuda non lo fece anzi si uccise (togliendosi la vita quella stessa che Dio gli aveva donato) contro uno dei comandamenti non uccidere (neppure se stessi) poikè la nostra vita una volta messa nelle mani di Gesù non è più nostra. Se fosse tornato dal Signore e gli avesse chiesto perdono lui gli avrebbe dato un compito e questo gli averebbe permesso la salvezza.

Inoltre Gesù nel monte degli ulivi dice: Giovanni 17:12 Mentre io ero con loro, io li conservavo nel tuo nome; quelli che tu mi hai dati, li ho anche custoditi, e nessuno di loro è perito, tranne il figlio di perdizione, affinché la Scrittura fosse adempiuta.

Ma mentre stava pregando giuda era vivo o morto? ancora non l'aveva tradito e quindi non si era ucciso ma se guardiamo prima dopo la santa cena leggiamo: Giovanni 13:27 Allora, dopo il boccone, Satana entrò in lui. Per cui Gesù gli disse: «Quel che fai, fallo presto».

Quindi nel momento della preghiera il diavolo era entrato già in giuda e quindi lo aveva ucciso spiritualmente. Quindi era perito.

Con ciò voglio farti capire che Dio nella sua inimmaginabile grandissima bontà poikè egli è amore non ha perdonato Giuda poikè egli non ha chiesto perdono scegliendo satana anzichè Dio.



Ma dante l'avrà fatto per essere ricordato in eterno? bhe c'e' riuscito, prima ce lo fanno imparare a memoria a scuola e mo ce lo ficcano pure insieme a Dio...
Non so perchè Dante lo abbia fatto, certamente anche per ragioni " politiche", infatti ha messo nell'inferno tutti gli avversari. Lui se lo immaginava così l'aldilà. Se a te non piace...non leggerlo e vedrai che nessuno te "lo ficca insieme a Dio". In ogni modo Dante per la letteratura italiana rappresenta qualcosa e meritatamente, per la teologia niente


Perdonami ma questo non è vero, poikè nella fede cristiana cattolica non vi è mai stato il purhatorio, fino a che Dante non lo ha inventato.


Domandina dove è scritto che tommaso disse quelle cose? Grazie. Pace a Voi.
Guarda che non si parla dell'apostolo ma di Tomaso d'Aquino, un genio santo, che non ti farebbe male leggere


Quindi non è scritto sulla bibbia? ah, vabe'... in questo caso ad ognuno il suo... io preferisco sapere e seguire cosa ha detto Gesù tu poi fai ciò che vuoi con i geni e le lampade...


Ps." non te la prendere a male, se uso la parola di Dio per esprimere i concetti di Dio, dopotutto un testamento è un testamento."
Ti confesso che non ho capito...in ogni caso stai tranquillo non vedo proprio per che cosa dovrei prendermela

Pace a te.
E al tuo spirito :)
Il mio Spirito ti ringrazia del pensiero, ma ti ripeto nuovamente che pace a te non significa cià che tu credi. (duro eh? peggio del Bromo-carburo!)

MrVortex
08-05-2004, 02.49.35
Originariamente inviato da davlak
L'interpretazione integrale delle scritture (diciamo quella che mi pare di aver capito appartenga a MrVortex) è un pò limitante, soprattutto per chi non ha fede.

Allora vediamo di intenderci, se io dico la frase:

Se vedi un leone camminare per la strada sparalo |taglio|

Cosa farai tu? appena ne vedi uno lo uccidi, ma se avessi lette tutta la frase: Se vedi un leone camminare per la strada sparalo solo se viene dalla tua parte perchè sta dando la caccia ai serpenti che infestano questa zona.

Cosa avresti fatto? Non lo avresti ammazzato dandogli la possibilità di disinfestare la zona dai serpenti che altrimenti ti avrebbero potuto mordere.
.
l'integrità della parola è importante, se noi leggiamo una parte di un testamento non possiamo capire cosa vuole il morto da noi per ricevere l'eredità. Ora Gesù è il morto, il testamento è la bibbia, cerchiamo l'eredità.

Forse il mio modo di esprimermi era rivolto più a Drudi che a voi che leggete, ma se dalle mie parole sono sorti dubbi chiedetemeli, sarò lieto di aiutarvi a comprendere con l'amore del Siognore.


Insomma voglio dire, se uno come me si concede alle Scritture in modo letterale, difficilmente ne può trarre qualche insegnamento, meno che mai l'impulso a credere.
O sbaglio? []

Vuoi il mio parere?, sbagli.
Vediamo perchè:
Prima di tutto è importante leggere, durante la lettura uno assimila le azioni, infatti gesù oltre a parlare del regno di Dio, faceva molti esempi (parabole) e soprattutto operava. Quindi nella tua mente si affacciano figure di azioni, questo è buono poikè cresce dentro il nostro cuore la fiducia verso la persona che opera il bene.
Dopo è necessario che questa parola assimilata venga detta da qualcuno che, come dire... conferma ciò che è scritto, perchè dice sempre la bibbia, la fede viene dall'udire la parola, infatti in questa fase la notra fede si accresce e instauriamo un rapporto diretto con Gesù, dopo ripieni della parola operiamo mettendo in pratica ciò che è scritto, ricevendo il quintuplo di quello che diamo.

Pace a te.

MrVortex
08-05-2004, 03.09.37
Originariamente inviato da Giorgio Drudi
Non sbagli affatto. La lettura integrale della Bibbia, cioè come se ogni parola fosse detta da Dio, non impedirebbe solo a te di credere o di trarne insegnamento, ma a molti credenti.

Vorrei porgermi una domanda, ma queste cose non le disse pure Gesù?
Cioè mi spiego, quando parlava degli scribi e farisei ipocriti che contavano la decima di ogni cosa, colavano il moscerino ma ingoiavano il cammello, ma se non ricordo male si riferiva al fatto che loro sapevano la verità ma non la mettevano in pratica e se la mettevano in poratica non usavano grazia, mi pare che questo impediva ai credenti di credere. Ma se uno mette in pratica integralmente la bibbia (come d'altronde, vedete prima, dice il Signore) non avrà egli prosperità in ogni tempo? vogliamo fare come Maria "ciaciola" (una mendicante del mio paese che girovagava per le vie a chiede l'elemosina e quando aveva fatto il suo fruzzoletto se lo beveva alla faccia di tutti. Prima era una bravissima ballerina, famosa in tutta l'italia, ma poi ha vavuto dei problemi col marito, coi figli, col lavoro, con gli amici, etc etc. E finita sul marciapiede anche a fare il lavoro + vecchio del mondo, poi una volta diventata vecchia non la volevano + neppure per quello.

Ebbene io non voglio fare quella fine, voglio vivere la mia vita con dignità e se questa "prosperità" mi è stata promessa in cambio della pratica della parola di Dio, che anche questo sia mio padrimonio.


Fra le cause dell'ateismo, assieme ad altre ovviamente, c'è anche questa concezione della Bibbia, considerarlo come un libro calato dal cielo e scritto di proprio pugno da Dio;

Davvero??? ma non erano le tavole della legge scritte con la mano di Dio? anche la bibbia aveva scritto? Caspita lo devo dire all'editore che deve dare la percentuale a Dio per i diritti d'autore.



è invece un libro scritto da uomini, con il linguaggio degli uomini, di uomini coi loro limiti che avevano concezioni della natura e del mondo relativi alla loro epoca. con la guida dello Spirito santo
E' la narrazione ispirata della storia di Dio con gli uomini, è una pedagogia progressiva il cui scopo non è di fare conoscere l'astronomia, la cosmologia o le scienze naturali ecc, ma ciò che è necessario per la redenzione e salvezza dell'uomo. [/B]

Ma scusa chi doveva essere quello che impediva alle persone di credere in Dio? tu o io? bho qui le cose stanno prendendo una strada strana, prima dici che io destabilizzo il pensiero della salvezza e che con il mio integralismo non faccio credere gli altri, poi con i tuoi pensieri del tutto personali (non conformi alla bibbia che rappersenta il pensiero di Dio) predichi su come Dio habbia lasciato orma di Lui a noi.

Da non credere, e più avanti andiamo peggio sarà...

Speriamo di finire prima della venuta di Gesù ceh qui mi sa che ci mettiamo anni...

MrVortex
08-05-2004, 03.16.55
Originariamente inviato da Eccomi
E Maria è la nostra Grande intermediaria con Gesù. E' Lui che ci ha affidati a Lei ("Donna, ecco tuo figlio"), e la forza della Sua intercessione è chiaramente mostrata nel racconto delle nozze di Cana.

Vortex... Vuoi andare avanti per qualche centinaio di pagine ancora?:rolleyes:

Parlare di Religione è peggio che parlare di politica: si creano solo contrasti. Se volessimo veramente metterci al servizio di Dio ed essere utili al prossimo, parleremmo meno ed opereremmo di più. ("Mostrami le tue opere").

Tu chiedi di mostrarti le opere, ma come gesù ti rispondo mnon ne avrai, perchè hai occhi per vedere ma come cieco percorri la tua via, non ti guardi intorno? Eppure le opere mi precedono, i ciechi vedono, gli zoppi camminano, l'evangelo è portato al mondo, perchè dunque chiedi un segno? generazione incredula.
La risposta ce l'hai davanti agli occhi, leggi ma non intendi?

Cosa vorresti un morto che cammina? Neppure a quello crederesti, diresti che è arte magica e non Dio... chi vuole ascolti e chi vuole intenda.

Pace a voi.

P.S. "se fossero necessarie 1000 pagine per operare in sodoma io le scriverei con l'aiuto dello Spirito Santo".

MrVortex
08-05-2004, 03.24.35
Originariamente inviato da Ghandalf


nel senso che non si puo' solo aspettare di essere colti da illuminazione ma bisogna ricercare sono d'accordo...

che l'unica ricerca possibile sia la bibbia...sorrido:)

No, non è stato colto il rapporto che si instaura tra colui che legge e le cose scritte sopra, vediamo se la bibbia fosse un libro come un'altro di narrativa uno la legge e acquista un bagaglio culturale.

Invece la bibbia non è un libro qualsiasi, li dentro c'e' scritto il testamento di Dio, verso i Suoi Figli, che saremmo noi se credessimo in Lui.

Nel momento che la leggi, e credi in ciò che leggi come una casa scritta per essere fatta, in quel momento quella cosa si avvera, perciò quando dico che la fede viene dall'udire la parola di Dio, se tu credi che ciò che ho detto è vero, ascoltando me che te la leggessi "a voce" tu crederesti immediatamente riempendoti di Feder, quella che ora ti manca per mancaza di ascolto uditivo fisico.

Questo vale per tutta la bibbia, ecco perchè non credo in nessuna delle teorie filosofice (perchè qui state parlando di filosofia "v'ho sgamato da un pezzo") perchè non è un pensiero la bibbia ma un'azione. e non con i ragionameti si dimosrra la sua verità ma con opere.

MrVortex
08-05-2004, 03.30.34
Originariamente inviato da Eccomi


Allora basta ascoltare Berlusconi, per credere a quello che dice? :rolleyes:

Insisto: non sono le parole che contano, ma le opere.
Si può non aver mai letto un rigo dalle Sacre Scritture, e vivere ugualmente secondo la volontà del Padre.
L'uomo ha in sè la conoscenza del bene e del male (mela o non mela), ed è libero di seguire l'uno o l'altro. :)

Eppure c'e' scritto che la salvezza dell'uomo non sta nelle opere affinchè nessuno possa dire per aver fatto qualcosa che è salvo, ma per la grazia, cioè per dono di Dio, solo quando Dio dice che è così lo puo' essere. Quindi se non sai cosa devi fare per piacere a Lui come puoi dire che acrai ugualmente la salvezza se operi per il bene e non per il male?

Anche Cornelio (il centurione romano) la pensava come te, ma un'angelo lo avverti che quello che faceva (elemosine, buone azioni, offerte, preghiere) non bastavano e per questo gli disse che doveva ascoltare l'evangelo datogli da pietro che tosto porto' a casa sua, e quel giorno furono battezzati in spirito tante persone pur non essendo state battezzate in acqua, forse perchè non dovevano ravvedersi di nulla loro.

Pace a te e rifletti.

MrVortex
08-05-2004, 03.32.21
Originariamente inviato da Ghandalf
cmq visto che credo di avere chiaro il tuo punto di vista volevo spostare la discussione su punti piu' pragmatici, per mia personale curiosita'...a rischio di essere un po' OT.

Visto che reputo la visione distorta del sesso una delle piu' frustranti della religione non per il principio ma per la modalita' di applicazione del princio...cosa ne pensi tu a riguardo?

Anche per ampliare il discorso e rilanciarlo...

PS magari non citarmi la bibbia se ci riesci..:)


Riguardo cosa principalmente? Fammi una domanda + particolare anche + di una basta che non sia vaga ok?

MrVortex
08-05-2004, 03.44.42
Originariamente inviato da davlak
A proposito delle opere (che non sono per forza quelle dei santi e dei discepoli) un passo, magnifico, dal Vangelo di Luca.

...[2]Il servo di un centurione era ammalato e stava per morire. Il centurione l'aveva molto caro. [3]Perciò, avendo udito parlare di Gesù, gli mandò alcuni anziani dei Giudei a pregarlo di venire e di salvare il suo servo. [4]Costoro giunti da Gesù lo pregavano con insistenza: «Egli merita che tu gli faccia questa grazia, dicevano, [5]perché ama il nostro popolo, ed è stato lui a costruirci la sinagoga». [6]Gesù si incamminò con loro. Non era ormai molto distante dalla casa quando il centurione mandò alcuni amici a dirgli: «Signore, non stare a disturbarti, io non son degno che tu entri sotto il mio tetto; [7]per questo non mi sono neanche ritenuto degno di venire da te, ma comanda con una parola e il mio servo sarà guarito. [8]Anch'io infatti sono uomo sottoposto a un'autorità, e ho sotto di me dei soldati; e dico all'uno: Và ed egli va, e a un altro: Vieni, ed egli viene, e al mio servo: Fà questo, ed egli lo fa». [9]All'udire questo Gesù restò ammirato e rivolgendosi alla folla che lo seguiva disse: «Io vi dico che neanche in Israele ho trovato una fede così grande!». [10]E gli inviati, quando tornarono a casa, trovarono il servo guarito.
Luca, 7.

Infatti Gesù dice spesso la TUA fede ti ha guarito ed esattamente:
Matteo 9:22 Gesù si voltò, la vide, e disse: «Coraggio, figliola; la tua fede ti ha guarita». Da quell'ora la donna fu guarita.

Matteo 15:28 Allora Gesù le disse: «Donna, grande è la tua fede; ti sia fatto come vuoi». E da quel momento sua figlia fu guarita.

Marco 10:52 Gesù gli disse: «Va', la tua fede ti ha salvato». In quell'istante egli ricuperò la vista e seguiva Gesù per la via

Luca 22:32 ma io ho pregato per te, affinché la tua fede non venga meno; e tu, quando sarai convertito, fortifica i tuoi fratelli».

Molto spesso non ce ne accorgiamo ma il vero miracolo non lo ha mai fatto Gesù lo abbiamo fatto noi quando crediamo in Lui.

Un esempio lampante i due ciechi:
Matteo 9:27 Come Gesù partiva di là, due ciechi lo seguirono, dicendo ad alta voce: «Abbi pietà di noi, Figlio di Davide!»
28 Quando egli fu entrato nella casa, quei ciechi si avvicinarono a lui. Gesù disse loro: «Credete voi che io possa far questo?» Essi gli risposero: «Sì, Signore».
29 Allora toccò loro gli occhi dicendo: «Vi sia fatto secondo la vostra fede».

Ebbene questo è un buon punto per te.

Pace a voi tutti.

Giorgio Drudi
08-05-2004, 08.20.45
[QUOTE]Originariamente inviato da MrVortex
[B]

Raduno i tuoi post indirizzati a me:

" Mi posso sorgere una domanda da solo? allora io non ho mei letto la bibbia, me l'hanno data in mano, mi hanno detto di leggerla da solo, chiedendo alla Spirito Santo di aprirmi gli occhi. All'inizio la leggevo come un libro e capivo letteralmente che se quello che era scritto era vero, Gesù cristo prometteva agli uomini la vita eterna.
Poi più avanti con la preghiera, con le supplicazioni, con l'imposizione delle mani da parte degli anziani ottenni il battesimo in Spirito, il dono delle lingue, successivamente il discernimento degli spiriti, la fede, le guarigioni, i miracoli e spero che Dio abbondi ancora. Da allora leggendo gli stessi passi capisco grazie allo Spirito Santo che Gesù ci ha donato la vita eterna."

Credo proprio che tu abbia fatto una grande indigestione di Bibbia.
Se hai ricevuto il dono delle lingue, il discernimento degli spiriti, il dono delle guarigioni, il dono di fare miracoli , come tu dici, certo non si sente.
Credo invece che tu abbia ricevuto quanto dici in modo VIRTUALE, tu leggi la Bibbia e ti applichi tutto:tu sei Mosè, tu sei Elia, tu sei Pietro, tu sei Giovanni, tu sei Paolo, tu sei i primi cristiani, ecc. ecc..


" Davvero??? ma non erano le tavole della legge scritte con la mano di Dio? anche la bibbia aveva scritto? Caspita lo devo dire all'editore che deve dare la percentuale a Dio per i diritti d'autore "

L’espressione “ scritte con la mano di Dio” è una espressione figurata: o credi che Dio con scalpello e martello abbia inciso i comandamenti su una pietra? Scendi dalle nuvole :)...Mosè




" Dopo è necessario che questa parola assimilata venga detta da qualcuno che, come dire... conferma ciò che è scritto, perchè dice sempre la bibbia, la fede viene dall'udire."

Come vedi dici che la “parola di Dio” perché venga assimilata deve essere detta da qualcuno perché ti confermi, qualcuno che ti ha preceduto che ti battezzi, col che affermi che c’è bisogno di una chiesa o assemblea, alla quale anche tu fai riferimento e... naturalmente quella vera è la tua... :). Sarebbe onesto da parte tua che dicessi a quale assemblea o chiesa appartieni. O te ne vergogni?
Immagino che abbiate anche delle pubblicazioni e che queste pubblicazioni siano dichiarate come la vera interpretazione, il che è un atteggiamento dogmatico...proprio come tutte le chiese,... inevitabilmente. Insomma è la solita minestra, per di più riscaldata.



Stammi bene. :)

MrVortex
09-05-2004, 07.40.17
Originariamente inviato da Giorgio Drudi
Raduno i tuoi post indirizzati a me:

" Mi posso sorgere una domanda da solo? allora io non ho mei letto la bibbia, me l'hanno data in mano, mi hanno detto di leggerla da solo, chiedendo alla Spirito Santo di aprirmi gli occhi. All'inizio la leggevo come un libro e capivo letteralmente che se quello che era scritto era vero, Gesù cristo prometteva agli uomini la vita eterna.
Poi più avanti con la preghiera, con le supplicazioni, con l'imposizione delle mani da parte degli anziani ottenni il battesimo in Spirito, il dono delle lingue, successivamente il discernimento degli spiriti, la fede, le guarigioni, i miracoli e spero che Dio abbondi ancora. Da allora leggendo gli stessi passi capisco grazie allo Spirito Santo che Gesù ci ha donato la vita eterna."

Credo proprio che tu abbia fatto una grande indigestione di Bibbia.
Se hai ricevuto il dono delle lingue, il discernimento degli spiriti, il dono delle guarigioni, il dono di fare miracoli , come tu dici, certo non si sente.

Credo invece che tu abbia ricevuto quanto dici in modo VIRTUALE, tu leggi la Bibbia e ti applichi tutto:tu sei Mosè, tu sei Elia, tu sei Pietro, tu sei Giovanni, tu sei Paolo, tu sei i primi cristiani, ecc. ecc..


Tu l'hai detto: dai un'occhiata qui:


http://miodiario.jumpy.it/Vedi_Pagina.asp?Pag=424186
http://miodiario.jumpy.it/Vedi_Pagina.asp?Pag=426645
http://miodiario.jumpy.it/Vedi_Pagina.asp?Pag=427554
http://miodiario.jumpy.it/Vedi_Pagina.asp?Pag=428989
http://miodiario.jumpy.it/Vedi_Pagina.asp?Pag=429019



Questa è potentissima:



[url]http://miodiario.jumpy.it/Vedi_Pagina.asp?Pag=429461


e poi:


http://miodiario.jumpy.it/Vedi_Pagina.asp?Pag=432359
http://miodiario.jumpy.it/Vedi_Pagina.asp?Pag=432778


Questo per quanto mi riguarda è più che una spiegazione.


" Davvero??? ma non erano le tavole della legge scritte con la mano di Dio? anche la bibbia aveva scritto? Caspita lo devo dire all'editore che deve dare la percentuale a Dio per i diritti d'autore "

L’espressione “ scritte con la mano di Dio” è una espressione figurata: o credi che Dio con scalpello e martello abbia inciso i comandamenti su una pietra? Scendi dalle nuvole :)...Mosè


Continua a non capire il ragazzo. Spiego ulteriormente:

Se Dio dice di csrivere una cosa e poi non ne confuta l'erroneità, (vedi Gesù:"Io non sono venuto per cambiare la legge ma per adempierla")
Vuol dire che come era stata scritta (i famosi 42 libri) era + che giusta.

E poikè era venuto per adempierla significa che da quando era stata scritta era stata programmata l'adempiezza (si po' di?) con la sua morte in croce. (Gesù). Ecco perchè non puo' essere stata scritta da uomini che se la sono inventata.


" Dopo è necessario che questa parola assimilata venga detta da qualcuno che, come dire... conferma ciò che è scritto, perchè dice sempre la bibbia, la fede viene dall'udire."

Come vedi dici che la “parola di Dio” perché venga assimilata deve essere detta da qualcuno perché ti confermi, qualcuno che ti ha preceduto che ti battezzi, col che affermi che c’è bisogno di una chiesa o assemblea, alla quale anche tu fai riferimento e... naturalmente quella vera è la tua... :). Sarebbe onesto da parte tua che dicessi a quale assemblea o chiesa appartieni. O te ne vergogni?
Immagino che abbiate anche delle pubblicazioni e che queste pubblicazioni siano dichiarate come la vera interpretazione, il che è un atteggiamento dogmatico...proprio come tutte le chiese,... inevitabilmente. Insomma è la solita minestra, per di più riscaldata.

Stammi bene. :)

No non mi dire? allora non leggi i miei reply... in fondo c'e' sempre un url perchè non è cliccabbile non vai a vedere? dai, coraggio:
http://www.peace.it

Con questo chiudo, sono le 7.55 la connesione a pagamento inizia alle 8.00 vi mando un saluto come al solito con la pace del Signor Gesù.

Se vi va leggetevi tutto il diaro su jumpy.

Dio vi benedica. Pace a voi tutti.

MrVortex
09-05-2004, 13.24.20
IL SIGNORE NOSTRO GESU’ CRISTO HA INIZIATO LA SUA PREDICAZIONE ANNUNCIANDO L’INSTAURAZIONE DEL REGNO DI DIO SULLA TERRA. EGLI HA DETTO DI ESSERE NATO RE DI QUESTO REGNO E DI VOLER REGNARE IN ESSO.

L’EVANGELO, QUINDI, E’ LA BUONA NOTIZIA DELLA VENUTA SULLA TERRA DEL REGNO DELLA LUCE E DELLA CONSEGUENTE POSSIBILITA’, OFFERTA DA GESU’ CRISTO AD OGNI PERSONA, DI LASCIARE IL POTERE DI SATANA ED IL SUO REGNO DI TENEBRE. INFATTI, PRIMA DELLA VENUTA DI GESU’ CRISTO L'UOMO NON AVEVA ALCUNA ALTERNATIVA ESSENDO, SCRIVE L'APOSTOLO PAOLO, PER NATURA FIGLIO DELL'IRA.

L’ENTRATA NEL REGNO DI DIO SI HA CON L'OTTENIMENTO DI UNA NUOVA NATURA MEDIANTE LA NUOVA NASCITA.

LA NUOVA NASCITA SI HA TRAMITE IL SEME DELLA PAROLA VIVENTE DI DIO. COSI’, TUTTI COLORO CHE RICEVONO QUESTO SEME E PASSANO ATTRAVERSO L’ACQUA E LO SPIRITO DIVENTANO FIGLI DI DIO.

IL SEME, LA SINTESI DI TUTTA LA PAROLA DI DIO, E’ CRISTO GESU’, IL QUALE HA MANIFESTATO TUTTO IL SUO AMORE, OVVERO LA SUA ESSENZA ETERNA, NELL’OPERA DELLA CROCE.

L’OPERA DELLA CROCE E’ DIMOSTRAZIONE DEL VERO AMORE, IL SOLO CHE GIUNGE FINO ALLA DONAZIONE DI SE STESSO E CHE RAPPRESENTA LA MASSIMA ESPRESSIONE DI DIO.

LA PAROLA, LA NATURA E LA VOLONTA' DI DIO SONO RACCHIUSE NELL'OPERA DI AMORE PIU' TOTALE CHE LA CREAZIONE HA MAI VISTO E CHE PUO' ESSERE SINTETIZZATA NELLA SEGUENTE CONFESSIONE

"GESU’ CRISTO E’ MORTO SULLA CROCE PER ME"

QUESTA OPERA E', DUNQUE, IL SEME DI DIO OFFERTO A TUTTI GLI UOMINI PER LA NASCITA A VITA ETERNA. IL SEME DIVENTA NASCITA, LA NASCITA TESTIMONIANZA, LA TESTIMONIANZA RIFLESSIONE, LA RIFLESSIONE CONVINZIONE, LA CONVINZIONE FEDE, LA FEDE CONFESSIONE E LA CONFESSIONE GENERA ANCORA NUOVA NASCITA. UN CICLO PERPETUO COL QUALE DIO HA DECISO DI SALVARE TUTTO IL MONDO.

Molti credono in Gesù ma non sono nati di nuovo poiché la loro conoscenza è solo teologica, non essendo essi dei TEOFILI, poiché non hanno fatto partecipare il loro cuore alla manifestazione dell’Amore di Dio, data tramite la Sua crocifissione.

Nel corso di molti anni di fede ho realizzato un breve percorso logico-sentimentale attraverso il quale la Parola della croce passa dalla mente al cuore, fino a farlo reagire col ringraziamento, che è il più semplice e meno "faticoso" dei sentimenti: e’ questo percorso che ora intendo proporvi.

A tutti coloro che sono interessati ad entrare nel Regno di Dio chiedo: credete che Gesù Cristo è morto sulla croce per voi ed è per voi risorto? Se la risposta è affermativa invito i decisi a seguirmi nelle prossime cinque domande.

Ad esse non si dovrà rispondere con "si" o "no" ma confessando
"Gesù Cristo è morto sulla croce per me".


1.D. "Credi che Dio ti Ama?"
1.R. "GESU’ CRISTO E’ MORTO SULLA CROCE PER ME."

Considerazione
La confessione dell’opera della croce mostra quanto grande è l’amore di Dio per l’uomo e dà a chi confessa ciò la certezza del Suo Amore.

2.D. "Credi che Dio è interessato a te?"
2.R. "GESU’ CRISTO E’ MORTO SULLA CROCE PER ME."

Considerazione
La confessione dell’opera della croce mostra quanto grande è l’interesse di Dio per colui che crede in Lui e tale interesse l’ha mostrato fino a dare la Sua vita sulla croce e pagare il debito dei peccati.

3.D. "Credi che se chiedi Dio ti esaudisce?"
3.R. "GESU’ CRISTO E’ MORTO SULLA CROCE PER ME."

Considerazione
In merito l’Apostolo Paolo nella lettera ai Romani cap.8, vers. 32 dichiara: Colui che non ha risparmiato il suo proprio Figliuolo, ma l'ha dato per tutti noi, come non ci donerà egli anche tutte le cose con lui? E’ l’opera della Croce che ci da sicurezza delle risposte di Dio.

4.D. "Credi di essere salvato?"
4.R. "GESU’ CRISTO E’ MORTO SULLA CROCE PER ME."

Considerazione
La confessione dell’opera della croce mostra che Dio ci assicura la salvezza esclusivamente mediante il suo sacrificio.

Efesini cap.2 vers. 8 “Poiché gli è per grazia che voi siete stati salvati, mediante la fede; e ciò non vien da voi; è il dono di Dio. Non è in virtù d'opere, affinché niuno si glorî;

5.D. "Dunque, sei salvato per l’opera di Gesù o per le tue opere?"
5.R. "GESU’ CRISTO E’ MORTO SULLA CROCE PER ME."

Considerazione
La confessione dell’opera della croce è la sola che salva l’uomo e che lo garantisce da ogni giudizio penalizzante o condanna formulata da qualsivoglia creatura: quindi, anche dalla propria coscienza.

La conferma di Dio sul progetto salvifico dell’Opera della Croce di Gesù Cristo è stata manifestata dal Padre mediante la RESURREZIONE del Figlio.

Ora, caro lettore, se credi nell’Opera della Croce fino a fare reagire il tuo cuore in un onesto e sano ringraziamento alla Santa Persona di Gesù Cristo sappi con certezza che sei salvato: nato di nuovo nel Regno di Dio per l’Eternità.

Questo è il Dono di Dio per te: la Vita Eterna che, secondo l’Evangelo, inizia da questa vita terrena con una caparra, che tutti i credenti sono autorizzati a spendere e ad impiegare per la loro salvezza dai problemi e per la loro gioia.

Se necessitano ulteriori chiarimenti scriveteci. paceitrc@tin.it

LionHeart
09-05-2004, 13.38.51
Ieri sera in pizzeria con degli amici ho "traslato" un pò le nostre discussioni qui. Sono rimasto letteralmente sconvolto.
La maggior parte dei credenti con cui ho parlato, miei cari amici, non ammette discussioni.
Alla domanda "Puoi dimostrarmi se Dio esiste?"
La loro risposta è stata "Dio esiste perchè ci credo"
Una ragazza in particolare sosteneva questa tesi con molto vigore.
E si è pure infuriata quando ho fatto notare che a questo punto esistono anche Babbo Natale, La Befana, Superman e Zeus. Se basta che qualcuno ci creda esistono tutti.

Ho riletto i post di tutti, compreso il sottoscritto, e penso che per quanto piacevole e istruttivo sia discutere, ognuno resterà sempre del suo parere, a meno che non accada qualcosa.
Personalmente ho visto tante persone "convertirsi" in base ad un evento "miracolo" come una persona che guarisce senza spiegazione scientifica alcuna.
E' stupendo vedere persone che hanno una fede così forte da vederla in ogni cosa. E' bello vedere la benevolenza di Dio in ogni azione del mondo.
Certo, è un pò meno bello però NON vedere l'azione di Dio nelle guerre, gli stupri, gli atti terroristici. Certo, queste sono opere dell'uomo. Ma ho un pò la sensazione che un credente faccia un pò come un innamorato. Se la mia ragazza si comporta bene è perchè mi ama, altrimenti è colpa mia.

Saluti :)

Totor@
09-05-2004, 14.08.25
Originariamente inviato da LionHeart
Ieri sera in pizzeria con degli amici ho "traslato" un pò le nostre discussioni qui. Sono rimasto letteralmente sconvolto.
La maggior parte dei credenti con cui ho parlato, miei cari amici, non ammette discussioni.
Alla domanda "Puoi dimostrarmi se Dio esiste?"
La loro risposta è stata "Dio esiste perchè ci credo"
Una ragazza in particolare sosteneva questa tesi con molto vigore.
E si è pure infuriata quando ho fatto notare che a questo punto esistono anche Babbo Natale, La Befana, Superman e Zeus. Se basta che qualcuno ci creda esistono tutti.

Ho riletto i post di tutti, compreso il sottoscritto, e penso che per quanto piacevole e istruttivo sia discutere, ognuno resterà sempre del suo parere, a meno che non accada qualcosa.
Personalmente ho visto tante persone "convertirsi" in base ad un evento "miracolo" come una persona che guarisce senza spiegazione scientifica alcuna.
E' stupendo vedere persone che hanno una fede così forte da vederla in ogni cosa. E' bello vedere la benevolenza di Dio in ogni azione del mondo.
Certo, è un pò meno bello però NON vedere l'azione di Dio nelle guerre, gli stupri, gli atti terroristici. Certo, queste sono opere dell'uomo. Ma ho un pò la sensazione che un credente faccia un pò come un innamorato. Se la mia ragazza si comporta bene è perchè mi ama, altrimenti è colpa mia.

Saluti :)
S. Agostino passeggiava sulla riva del mare e pensava: «Come può essere Dio? Come è mai nato? Come può essere Padre, Figlio e Spirito Santo? ...-
Era immerso in questi misteri, quando vide un bambino che, scavata una buca, con una conchiglia vi trasportava l'acqua del mare.
Chiese: - Che stai facendo?-
Il meraviglioso fanciullo rispose: «Voglio mettere qui tutta l'acqua del mare! » -.
Ma è impossibile; non vedi quanto è piccola la tua buca e quanto è grande il mare? -: esclamò il Santo Dottore.
«E come puoi mettere tu l'immensa grandezza di Dio nella piccola conca della tua mente? » - rispose il fanciullo -.

MrVortex
09-05-2004, 16.11.26
Originariamente inviato da LionHeart
Ieri sera in pizzeria con degli amici ho "traslato" un pò le nostre discussioni qui. Sono rimasto letteralmente sconvolto.
La maggior parte dei credenti con cui ho parlato, miei cari amici, non ammette discussioni.
Alla domanda "Puoi dimostrarmi se Dio esiste?"
La loro risposta è stata "Dio esiste perchè ci credo"

Veramente un pessimo modo di pensare, si è buono che uno ci crede, ma su quali fondamenta poggia questo credere?

Una ragazza in particolare sosteneva questa tesi con molto vigore.
E si è pure infuriata quando ho fatto notare che a questo punto esistono anche Babbo Natale, La Befana, Superman e Zeus. Se basta che qualcuno ci creda esistono tutti.

Loggicità impeccabile

Ho riletto i post di tutti, compreso il sottoscritto, e penso che per quanto piacevole e istruttivo sia discutere, ognuno resterà sempre del suo parere, a meno che non accada qualcosa.

Vivamente spero che quel qualcosa sia un tocco da parte di Gesà che possa aprire la mente a tutti

Personalmente ho visto tante persone "convertirsi" in base ad un evento "miracolo" come una persona che guarisce senza spiegazione scientifica alcuna.

A prescindere dal miracolo, uno può guarire da malattie terminali e dire "miracolo!!!", ma può anche capitare che nel problema rivolgendosi a Dio, in preghiera, supplicazioni, si ottenga una risposta esattamente dopo averlo chiesto, potrebbe trattarsi di una coincidenza certo, ma se le "coincidenze" sono tante di coincidenza poko si parlerà statisticamente parlando un evento del genere dopo 3 volte iniza ad essere quantomeno strano

E' stupendo vedere persone che hanno una fede così forte da vederla in ogni cosa. E' bello vedere la benevolenza di Dio in ogni azione del mondo.

Ma purtroppo nessuno repura che forse Dio lo sta facendo davvero, come dice un proverbio: lo stolto nella suo massimo momento di intelligenza nega l'esistenza di Dio.

Certo, è un pò meno bello però NON vedere l'azione di Dio nelle guerre, gli stupri, gli atti terroristici. Certo, queste sono opere dell'uomo. Ma ho un pò la sensazione che un credente faccia un pò come un innamorato. Se la mia ragazza si comporta bene è perchè mi ama, altrimenti è colpa mia. Saluti :)

[B]Dio è amore, Lui non può fare il male perchè nella sua natura questo non esiste, noi siamo sue creature ci ha fatto a sua immagine e somiglianza, ma non volendo obbligarci a fare il bene ci ha dato la possibilità di scegliere e noi abbiamo fatto la nostra scelta, il male.

Perciò noi qualunque cosa facciamo la facciamo nel male, anche il bene. Ma grazie a Dio ci ha daro una possiblità di redimerci, ha ucciso il male inserendolo dentro il corpo di Gesù, una volta morto il suo corpo è morto alche il nostro male, ora noi anche se facciamo male non siamo imputabili perchè qualcun altro è già morto al posto nostro per quel male, questo non significa che se sono perdonato devo rifarlo tanto mi perdona ugalmente, ma che anche quando sforzandoci non ci riusciamo siamo liberi di sbagliare.

Perciò: Vi chiedo perdono per aver deriso o per lo meno preso in giro il credo cattolico riguardo alla transustanzazione, e tutte quelle volte che vi ho deriso in generale. Mi sono comportato umanamente, e di questo mi pento e prometto di rigare dritto.

Per quanto riguarda la permalosità che mi è stata attribbiuta anche questa è umana, e chi non lo è? Volete scagliarmi la prima pietra dunque?

Inoltre rispondendo a drudi, nel dire ce sto cadendo e santo non sono più a casusa dei miei errori, ti ricordo che Gesà Cristo è morto per me anche per quelli, io ho chiesto perdono ed ora sono a posto con la mia coscienza. Ma chi non accetta la richiesta del mio perdono avrà accesa sul prrio capo un bracere a testimonianza della sua condotta e non più della mia.

Inoltre vorrei ricordari che anche se Balam era stao chiamato da balak per maledire Isdraele perchè potesse distruggerlo, balam non lo potè fare perchè in isdraele non cìera peccato con tutto che da quando partirono dall'egitto fino a quando mosè morì, a causa del loro peccato morirono tutti quelli della prima generazione.
Ma Isdraele era sempre senza peccato.

Rifletti non è così difficile arrivarci. pace a te e a tutti voi.

MrVortex

MrVortex
09-05-2004, 16.13.36

Fëanor
09-05-2004, 16.25.02
ma perché dici Isdraele? con la D?

Gaia
09-05-2004, 16.39.19
Sono entrata nel tuo post in punta di piedi xrchè la domanda non è banale, Marx diceva che la religione è l'oppio dei popoli e in questo periodo calza a pennello. Che si chiami Dio, Geova, Allah, Confucio, Budda ecc. dimostra che l'essere umano sente il bisogno di credere soprattuto quando non sa darsi risposte. Io credo perchè la mia famiglia mi ha insegnato a credere ma spesso mi ritrovo a domandare: Dio dove sei, non vedi tutto quello che sta succedendo?? e mi perdo fra Marx e i l'insegnamento dei miei genitori.
:confused:

davlak
09-05-2004, 17.03.35
Gesù che afferma:

"Sono venuto a separare il figlio dal padre"

e il Capitale di Marx, hanno le stesse fondamenta.
Il secondo ne è solo l'adattamento alle terrene incombenze.

Gesù è stato il primo (e unico autentico) Comunista della storia.
Marx un fior fiore di Cristiano, ma non sapeva di esserlo.

Giorgio Drudi
09-05-2004, 17.14.40
[QUOTE]Originariamente inviato da MrVortex
[B]


"Perciò: Vi chiedo perdono per aver deriso o per lo meno preso in giro il credo cattolico riguardo alla transustanzazione, e tutte quelle volte che vi ho deriso in generale. Mi sono comportato umanamente, e di questo mi pento e prometto di rigare dritto."

Bravo bambino! Cosi si fa.

“Inoltre rispondendo a drudi, nel dire ce sto cadendo e santo non sono più a casusa dei miei errori, ti ricordo che Gesà Cristo è morto per me anche per quelli, io ho chiesto perdono ed ora sono a posto con la mia coscienza. Ma chi non accetta la richiesta del mio perdono avrà accesa sul prrio capo un bracere a testimonianza della sua condotta e non più della mia.
Inoltre vorrei ricordari che anche se Balam era stao chiamato da balak per maledire Isdraele perchè potesse distruggerlo, balam non lo potè fare perchè in isdraele non cìera peccato con tutto che da quando partirono dall'egitto fino a quando mosè morì, a causa del loro peccato morirono tutti quelli della prima generazione.
Ma Isdraele era sempre senza peccato.
Rifletti non è così difficile arrivarci “

Se mi dici che non è difficile arrivarci ci credo ..:) è pero un po’ difficile capire quello che vuoi dire :) ….
E piantala di lanciare maledizione e anatemi… :) ( è ridicolo).
Ciao

Giorgio Drudi
09-05-2004, 17.16.47
Originariamente inviato da davlak
Gesù che afferma:

"Sono venuto a separare il figlio dal padre"

e il Capitale di Marx, hanno le stesse fondamenta.
Il secondo ne è solo l'adattamento alle terrene incombenze.

Gesù è stato il primo (e unico autentico) Comunista della storia.
Marx un fior fiore di Cristiano, ma non sapeva di esserlo.

Tieni presente che Marx era ebreo.Dunque Gesù potrebbe averlo benissimo capito...a modo suo. :)

davlak
09-05-2004, 17.21.59
Sapevo che avresti sottolineato l'ebraismo di Marx, non per niente o almeno non solo per quello, l'ho definito cristiano (so che tu hai capito, ma volevo essere pungolato da MrVortex a riguardo :D )

Giorgio Drudi
09-05-2004, 17.24.10
Originariamente inviato da LionHeart
Ieri sera in pizzeria con degli amici ho "traslato" un pò le nostre discussioni qui. Sono rimasto letteralmente sconvolto.
La maggior parte dei credenti con cui ho parlato, miei cari amici, non ammette discussioni.
Alla domanda "Puoi dimostrarmi se Dio esiste?"
La loro risposta è stata "Dio esiste perchè ci credo"
Una ragazza in particolare sosteneva questa tesi con molto vigore.
E si è pure infuriata quando ho fatto notare che a questo punto esistono anche Babbo Natale, La Befana, Superman e Zeus. Se basta che qualcuno ci creda esistono tutti.

Ho riletto i post di tutti, compreso il sottoscritto, e penso che per quanto piacevole e istruttivo sia discutere, ognuno resterà sempre del suo parere, a meno che non accada qualcosa.
Personalmente ho visto tante persone "convertirsi" in base ad un evento "miracolo" come una persona che guarisce senza spiegazione scientifica alcuna.
E' stupendo vedere persone che hanno una fede così forte da vederla in ogni cosa. E' bello vedere la benevolenza di Dio in ogni azione del mondo.
Certo, è un pò meno bello però NON vedere l'azione di Dio nelle guerre, gli stupri, gli atti terroristici. Certo, queste sono opere dell'uomo. Ma ho un pò la sensazione che un credente faccia un pò come un innamorato. Se la mia ragazza si comporta bene è perchè mi ama, altrimenti è colpa mia.

Saluti :)

Forse non bisognerebbe essere così pessimisti. Tante volte una parola azzeccata sta lì nel cuore e nella mente per anni, poi per qualche circostanza salta fuori e per grazia di Dio produce il suo frutto.
In teologia si dice che c'è anche una volontà di Dio "di beneplacito" per la quale Dio permette il male per cavarne a suo tempo del bene. Lui è paziente.
Ciao

Giorgio Drudi
09-05-2004, 17.27.52
Originariamente inviato da davlak
Sapevo che avresti sottolineato l'ebraismo di Marx, non per niente o almeno non solo per quello, l'ho definito cristiano (so che tu hai capito, ma volevo essere pungolato da MrVortex a riguardo :D )

A proposito..ho una curiosità...aveva un significato cosciente postare il bellissimo brano del centurione..?

davlak
09-05-2004, 18.07.51
Originariamente inviato da Giorgio Drudi

aveva un significato cosciente postare il bellissimo brano del centurione..?

Non in particolare, ma si stava parlando di opere.
Mi colpisce che i giudei parlano a Gesù del centurione come di un uomo giusto perchè ha costruito loro la sinagoga, ma dimenticano che nessuna opera civile o religiosa poteva essere compiuta senza il beneplacito dell'imperatore, del governatore e dell'intera struttura gerarchica. Ma soprattutto l'ammirazione di Gesù che, quando si rivolge alla folla:

"Io vi dico che neanche in Israele ho trovato una fede così grande!"

non rende merito al centurione perchè ha compiuto quell'opera, non la menziona neppure, ma perchè l'altro in pochissime parole riconosce in Gesù l'esecutore di una volontà superiore, e rende onore al soldato che mette in gioco la sua stessa vita per adempiere al suo compito e nel farlo deve dare ordini ed essere comandato.

Tra l'altro ho avuto sempre una curiosità riguardo a quel passo: perchè Matteo manda il centurione in persona e senza raccomandazioni e Luca invece manda solo gli amici del centurione.
Quale delle due figure è più significativa?

Giorgio Drudi
09-05-2004, 19.42.50
X Davlak

Penso che quei permessi ci fossero stati dal momento che aveva potuto “costruire” loro la sinagoga. D’altra parte c’era connivenza fra il sinedrio , la classe sacerdotale, i notabili e le autorità romane, c’era collaborazione, sebbene le due parti si guardassero con malcelata antipatia…ma si sa le istituzioni trovano sempre un accordo… come emerge con chiarezza dal processo a Gesù.

Il racconto di Matteo è quello di Luca divergono. Matteo mette in rilievo la fede del centurione: il centurione direttamente gli chiede la guarigione e Gesù ammirato per la sua fede opera il miracolo.
Luca è fedele al proposito che esprime nel prologo:

“(Luca 1-4) : Poiché molti han posto mano a stendere un racconto degli avvenimenti successi tra di noi, come ce li hanno trasmessi coloro che ne furono testimoni fin da principio e divennero ministri della parola,
così ho deciso anch'io di fare ricerche accurate su ogni circostanza fin dagli inizi e di scriverne per te un resoconto ordinato, illustre Teòfilo,
perché ti possa rendere conto della solidità degli insegnamenti che hai ricevuto.

Quindi dilunga il racconto, spiegando tutte le circostanze dell'avvenimento.
Ovviamente questa non è "la spiegazione" ma un tentativo come un altro
di dare una spiegazione plausibile a tale divergenza.

Direi che il racconto di Matteo ha più forza, da un punto di vista letterario.

MrVortex
10-05-2004, 01.13.30
Originariamente inviato da Gaia
Sono entrata nel tuo post in punta di piedi xrchè la domanda non è banale, Marx diceva che la religione è l'oppio dei popoli e in questo periodo calza a pennello.

Sarebbe potuto essere se, non dimentichiamo parla di religione. La fede è tutt'altra cosa.

Che si chiami Dio, Geova, Allah, Confucio, Budda ecc. dimostra che l'essere umano sente il bisogno di credere soprattuto quando non sa darsi risposte.

Errato, il nome di Dio è importantissimo, Dio è Dio dirai tu un nome vale l'altro, ma nessun Dio ha detto: "Io sono... l'io sono" - Yavè
questo sigbnifica, nessuno ha mai detto una cosa simile. Nessun profeta ha mai detto ""io sono la via, la verità e la vita" chi mai avrebbe potuto dire di essere la vita? Ed inoltre il nome identifica se stesso, se mi chiamassi pietro non ti risponderei, poikè io sono mrvortex, ma se mi chiami col mio nome eccomi. Lo stesso vale per Dio, non lo puoi chiamare con altri nomi ed inoltre nessun altro può usare il Suo nome poikè nen sarebbe suo.

Per quanto riguarda il sentire il bisogno di credere in qualcosa quando non sai darti risposte non è vero, le risposte uno non se le sa' dare quando non sa da dove viene ne dove andrà, ma noi conosciamo da dove veniamo e dove andremo perciò sono certo in ciò che credo e le mie risposte sono sempre complete.

Io credo perchè la mia famiglia mi ha insegnato a credere
Questo è buono ma nel contempo è sbagliato, è buono perchè tra uno che non crede ed uno che crede il secondo ha più possibilità di conoscerlo meglio; è sbagliato perchè non hai trovato una tua strada, purtoppo il cattolicesimo impone il credere da piccoli, invece di insegnare che si può scegliere tra il bene ed il male ti impongono il bene (loro) spesso causa di incomprensioni.

ma spesso mi ritrovo a domandare: Dio dove sei, non vedi tutto quello che sta succedendo?? e mi perdo fra Marx e i l'insegnamento dei miei genitori. :confused:

Domadi... e le ricevi le risposte? Come? Non riesci ad ascoltarlo, bhe semplice perchè non lo conosci, se volessi sapere cosa pensa Dio lo leggerei sulla bibbia.
Dio dice ama il tuo prossimo come te stesso, se uno fosse da Dio non farebbe la guerra, non userebbe la violenza per fare la pace.

La violenza genera violenza, l'amore genera amore. Ora mi direta la solita battuta: "Fate l'amore e non fate la guerra", NO!

Amiamoci gli uni gli altri, con i nostri difetti, non siamo nessuno perfetto, non cerchiamo il difetto nel vicino, pensiamo che noi siamo i peggiori, e cerchiamo di redimerci dalla posizione di peggiori, facendo agli altri ciò che verremmo facessero a noi.

Pace a Voi.

MrVortex
10-05-2004, 01.48.12
[QUOTE]Originariamente inviato da davlak
Gesù che afferma: "Sono venuto a separare il figlio dal padre"

Come sempre la confusione genera la confusione.
Come avevo detto Drudi ed ora dico a te, non puoi estrapolare un versetto da un contesto molto più ampio e capire qualcosa, leggi tutto:

Dal vangelo di Matteo:

Capitolo 10:34 Non pensate che io sia venuto a metter pace sulla terra; non sono venuto a metter pace, ma spada. 35 Perché sono venuto a dividere il figlio da suo padre, la figlia da sua madre, la nuora dalla suocera; 36 e i nemici dell'uomo saranno quelli stessi di casa sua. 37 Chi ama padre o madre più di me, non è degno di me; e chi ama figlio o figlia più di me, non è degno di me. 38 Chi non prende la sua croce e non viene dietro a me, non è degno di me. 39 Chi avrà trovato la sua vita la perderà; e chi avrà perduto la sua vita per causa mia, la troverà

Ho sottolineato una delle parti più importanti del pezzo potrei parlarne per due ore di questi versetti, ma lo spazio è tiranno.

Vediamo di intenderci, sta scritto che Dio ama di un'amore superiore all'amore di mille madri.
Pwrò nel versetto 37 specifica che se qualcuno ama più di Lui non è degno di Lui.
Dunque per logicità noi possiamo amare molto più di 1000 madri, cioè + di Dio! Ma se Dio è solo amore ed il suo amore è infinito noi possiamo amare + di Lui?

Ebbene si!, semplice! quando stimiamo una cosa o una paersona più di quanto ha fatto Dio, cioè lo stiamo mettendo in secondo piano rispetto ad essa. Infatti il primo e più importante comandamento dice: "Dunque ama il Signore iddio tuo con tutta la tua anima, tutto il tuo cuore, con tutta la tua mente"
ed anche qui si aprono altre strade per comprendere ancora meglio noi stessi ed il rapporto con Dio. Noi siamo fatti di Anima, Cuore, e Mente. La trinità che compone Dio è fatta notra grazie alla nostra somignlianza a Lui.
La parola detta da Dio passa per la nostra mente, viene ragionata, assimilata dal cuore, scritta dentro di noi e dà vita alla nostra anima.
Se noi lo mettiamo ad un livello più basso del dovuto entriamo in condizione "disgraziate" cioè in assenza di "grazia" quella che ci permette di essere considerati figli e non servi, perchè ad un figlio perdoni e correggi, mentre ad un servo comandi e punisci.

e il Capitale di Marx, hanno le stesse fondamenta.
Il secondo ne è solo l'adattamento alle terrene incombenze.

Perdonami se ti correggo Marx era un'uomo e parlava agli uomini, Gesù era Dio in terra e parlava ai suoi figli.

Gesù è stato il primo (e unico autentico) Comunista della storia.
Marx un fior fiore di Cristiano, ma non sapeva di esserlo.

Mi domando se ci metti tutta la giuornata a spremerti le meningi quando fai delle affermazioni simili, la mia risposta è sempre quella sopra. Cioè tu preferisci parlare di Marx che era un'uomo che aveva delle idee e non di Gesù Cristo che oltre ad aver dato la possibilità agli uomini di poter essere liberati dal peccato, ha dato la possibiltà di essere chiamati Figli di Dio, la cancellazione dal peccato, l'immortalità dell'anima senza il giudizio, il dono dello spirito santo etc etc... io non ti capisco proprio.

E' come quello che ha una banca piena di lingotti d'oro la svende per il prezzo di un'attrezzatura da cercatore d'oro va in canada in un fiume qualsiasi e gode nel trovare in quel fiume un sacco di pirite, che come l'oro brilla di luce giallognola, ma non vale nulla.

Pace a te e a tutti voi.

Fëanor
10-05-2004, 09.39.34
http://www.tbn.org/watch/images/programs/benny_hinn.jpg

Giorgio Drudi
10-05-2004, 09.43.59
.

davlak
10-05-2004, 12.45.49
Originariamente inviato da MrVortex
.....
Come avevo detto Drudi ed ora dico a te, non puoi estrapolare un versetto da un contesto molto più ampio e capire qualcosa, leggi tutto
.....



La tua visione dogmatica del Vangelo non nego che un pò d'ansia me la trasmette.
Anzitutto io stavo rispondendo a Gaia che scrive:


e mi perdo fra Marx e i l'insegnamento dei miei genitori.

e non è un eresia affermare che


"Sono venuto a separare il figlio dal padre"
e il Capitale di Marx, hanno le stesse fondamenta.
Il secondo ne è solo l'adattamento alle terrene incombenze.

Gesù è stato il primo (e unico autentico) Comunista della storia.
Marx un fior fiore di Cristiano, ma non sapeva di esserlo.




Matteo 20 v.1, 16


1 "Il regno dei cieli è simile a un padrone di casa che uscì all'alba per prendere a giornata lavoratori per la sua vigna. 2 Accordatosi con loro per un denaro al giorno, li mandò nella sua vigna. 3 Uscito poi verso le nove del mattino, ne vide altri che stavano sulla piazza disoccupati 4 e disse loro: Andate anche voi nella mia vigna; quello che è giusto ve lo darò. Ed essi andarono. 5 Uscì di nuovo verso mezzogiorno e verso le tre e fece altrettanto. 6 Uscito ancora verso le cinque, ne vide altri che se ne stavano là e disse loro: Perché ve ne state qui tutto il giorno oziosi? 7 Gli risposero: Perché nessuno ci ha presi a giornata. Ed egli disse loro: Andate anche voi nella mia vigna.
8 Quando fu sera, il padrone della vigna disse al suo fattore: Chiama gli operai e da' loro la paga, incominciando dagli ultimi fino ai primi. 9 Venuti quelli delle cinque del pomeriggio, ricevettero ciascuno un denaro. 10 Quando arrivarono i primi, pensavano che avrebbero ricevuto di più. Ma anch'essi ricevettero un denaro per ciascuno. 11 Nel ritirarlo però, mormoravano contro il padrone dicendo: 12 Questi ultimi hanno lavorato un'ora soltanto e li hai trattati come noi, che abbiamo sopportato il peso della giornata e il caldo. 13 Ma il padrone, rispondendo a uno di loro, disse: Amico, io non ti faccio torto. Non hai forse convenuto con me per un denaro? 14 Prendi il tuo e vattene; ma io voglio dare anche a quest'ultimo quanto a te. 15 Non posso fare delle mie cose quello che voglio? Oppure tu sei invidioso perché io sono buono? 16 Così gli ultimi saranno primi, e i primi ultimi".




Mi domando se ci metti tutta la giuornata a spremerti le meningi quando fai delle affermazioni simili

no, non tutta la "giuornata".
Solo tutta la vita e, nonostante ciò, non sono ancora sicuro...io continuo a nutrire dei dubbi, tu no, tutto qua.

Cioè tu preferisci parlare di Marx che era un'uomo che aveva delle idee e non di Gesù Cristo

Non preferisco affatto l'uno all'altro.
Semplicemente li pongo sì su piani differenti ma non senza estrapolarne i contenuti comuni.
Citare non comporta anche approvare, a volte è solo cercare di capire.
Certo che al cospetto di tanto tuo rigore, anzi se mi permetti rigidità, è arduo tentare un approccio critico.

Gaia
10-05-2004, 13.20.34
RE a: MrVortex
CUT
Domadi... e le ricevi le risposte? Come? Non riesci ad ascoltarlo, bhe semplice perchè non lo <conosci, se volessi sapere cosa pensa Dio lo leggerei sulla bibbia.
Dio dice ama il tuo prossimo come te stesso, se uno fosse da Dio non farebbe la guerra, non <userebbe la violenza per fare la pace.

Vuoi conoscere i miei dubbi?????
La bibbia l’ho letta, fa parte della mia biblioteca. E’ una scrittura abbastanza maschilista ma pazienza, è stata scritta da uomini.
Non è questione di non riuscire ad ascoltarlo perché non lo conosco. È questione di udirlo piangere dentro il mio cuore ed essere impotente di fronte a tutto quello che nel mondo succede. A volte le parole sono inutili, contano i fatti.
La tua non è teologia ovvero “scienza della natura di Dio” è solo un tuo modo di interpretare Dio con le tue letture male interpretate, ma beato te che ne sei convinto e vivi in santa pace.
Per evangelizzare gli altri occorre assomigliare a quel Gesù che ami tanto ma è difficile esserne all’altezza.
Gesù evangelizzava parabolando accettando la disuguaglianza e il dubbio degli uomini ignoranti e sprovveduti senza per questo sentenziarli giacchè viveva la politica di allora per cui, al contrario di quello che oggi fa la chiesa e molti suoi sostenitori, riprovava i saggi sacerdoti e il re che allora governavano i giudei sotto il dominio di Roma.
Ieri la chiesa evangelizzava portando morte e genocidio nei poveri villaggi aborigeni sotto i domini precoloniali.
Oggi la chiesa evangelizza ma in un mare di contraddizioni e di peccato riscattandosi grazie a qualche anima pia come Madre Teresa di Calcutta. Poche riflessioni sul vescovato corrotto, sul prete pedofilo, sul prete che non rispetta il voto di castità e contribuisce a mettere al mondo figli illegittimi, sullo IOR banca centrale del vaticano che ricicla il denaro sporco, sullo scioglimento del matrimonio sotto pagamento di sonanti soldoni (personalmente conosco una coppia che è riuscita ad ottenerlo, grazie alle conoscenze di lui, dopo che la moglie ha fatto 5 aborti), sui parroci e sui preti esattori di oboli tutte le sante domeniche e le sante festività per poi vederli viaggiare di qua e di là in automobile (personalmente non ne ho mai visto viaggiare uno di loro in autobus), sui mercatini di cianfrusaglie fuori dalle chiese e dentro i santuari.
No, è meglio non rifletterci, continuiamo pure a farli ingrassare proponendo di leggere la bibbia.
Come fai a credere agli uomini di chiesa e a non avere dubbi???
La chiesa, per sciogliere tanti dubbi a persone come me, dovrebbe dare un esempio inedito: elargire un po’ di quello che possiede per risolvere la fame nel mondo. Gesù aveva solo una veste.

Io credo in Dio che sta dentro di me a cui parlo e chiedo e se Dio mi lascia nel dubbio avrà le sue ragioni per farmi riflettere di fronte alla distinzione tra interpretazione e credenze.
Pensa a S, Agostino e ai suoi dubbi, a padre Pio e ai suoi dubbi che messi a confronto alle mie bazzecole di dubbi, li hanno santificati.

<La violenza genera violenza, l'amore genera amore. Ora mi direta la solita battuta: "Fate <l'amore e non fate la guerra", NO!

La violenza è figlia dell’odio. L’odio una palla al piede di chi lo prova. Questa è una delle tante risposte che lasciano pensare senza retorica.

<Amiamoci gli uni gli altri, con i nostri difetti, non siamo nessuno perfetto, non cerchiamo il <difetto nel vicino, pensiamo che noi siamo i peggiori, e cerchiamo di redimerci dalla posizione <di peggiori, facendo agli altri ciò che verremmo facessero a noi.

Si nota che questo non è un tuo pensiero ma è riportato. Sì c’è chi lo mette in pratica ma il Vaticano? mi dia l’esempio: apra le porte ai poveri, agli affamati, ai derelitti e ai peccatori.
Tzs, non sarà mai possibile e in nome di che cosa???? Della sicurezza? della salvaguardia dei tesori della chiesa?? della incolumità del papa??? In nome di che cosa?? Quante volte lo chiedo a Dio che non mi risponde e mi fa riflettere sui pèensieri di Marx!!!!

:o

Giorgio Drudi
10-05-2004, 13.25.07
Originariamente inviato da MrVortex
Come sempre la confusione genera la confusione.
Come avevo detto Drudi ed ora dico a te, non puoi estrapolare un versetto da un contesto molto più ampio e capire qualcosa, leggi tutto:

[/B]

Hai ragione "la confusione genera la confusione " ...e tu ne stai facendo un pò.

Non puoi estrapolare un versetto da un contesto , ma neanche estrapolarne un paio, o tre , o quattro...perchè è esattamente la stessa cosa. Quello che guida l'interpretazione dei versetti è l'idea di fondo che ti sei fatto leggendo la Scrittura o è la fede che ti hanno trasmesso... e
questa diventa l'opzione fondamendale con la quale interpreti uno... o due...o più versetti.
Capito...? :)

E per l'interpretazione siamo debitori anche a chi ci ha preceduto: la traduzione dalle lingue originali, l'integrità dei testi, la loro conservazione, il paziente lavoro esegetico di quasi 2000 anni, la critica storico-critica ecc. ecc.
Non avresti questi libri fra le mani e non potresti certamente capirli, senza il lavoro di chi ci ha preceduto.
Sopra di tutto c'è la grazia di Dio, sempre.
Debitori e riconoscenti.

La Parola di Dio poi dovrebbe comunicare serenità,... pace interiore... il desiderio di conversione e penitenza,...spirito di fratellanza... :)

Fëanor
10-05-2004, 14.29.32
vortex, mi spaventi un po' lo sai?

Giorgio Drudi
10-05-2004, 21.00.30
Originariamente inviato da Fëanor
vortex, mi spaventi un po' lo sai?


...:D

Eccomi
10-05-2004, 22.56.02
Originariamente inviato da Giorgio Drudi


La Parola di Dio poi dovrebbe comunicare serenità,... pace interiore... il desiderio di conversione e penitenza,...spirito di fratellanza... :)

(Y) :)

MrVortex
13-05-2004, 04.08.50
Originariamente inviato da davlak

La tua visione dogmatica del Vangelo non nego che un pò d'ansia me la trasmette. devi temere non il mio modo di interpretare le scritture, il tuo Anzitutto io stavo rispondendo a Gaia che scrive: "e non è un eresia affermare che... " Matteo 20 v.1, 16 O M I S S I S

Inizio a comprendere il motivo dell'affermazione Comunista riferito a Gesù, ma come io posso comprendere il motivo del vostro dire, cercate anche di comprendere la sua parabola, come al solito Gesù, come apliamente detto in tanti punti, si riferisce al regno dei cieli, ed in particolare riuardo a questo, parla della salvezza che è uguale per tutti, indifferentemente se questi lo servono da più tempo di altri.


no, non tutta la "giuornata". Noto con piacere che verifichi puntualmente ogni tua scrittura, sia grammaticalmete che sintattichamente, dimostrando che "forse" ti soffermi più alla forma che al contenuto, perdonami, ma quando scrivo di getto capiatno sviste di battitura, ma naturalmente, sappiamo, ora che ne abbiamo avuto la prova, a chi rivolgerci in questi casi... (questa si chiama "ironia")
Solo tutta la vita e, nonostante ciò, non sono ancora sicuro...io continuo a nutrire dei dubbi, tu no, tutto qua.

Recita la bibbia: "La fede dà certezza", la parola di Dio dà fede. La parola di Dio dà certezza. Chi crede in Lui ha certezza delle cose.

Non preferisco affatto l'uno all'altro.
Semplicemente li pongo sì su piani differenti ma non senza estrapolarne i contenuti comuni. Citare non comporta anche approvare, a volte è solo cercare di capire. Certo che al cospetto di tanto tuo rigore, anzi se mi permetti rigidità, è arduo tentare un approccio critico. [/B]

Il moi "rigore" è dato dal fatto che marx è un'uomo che è nato ca 2000 anni dopo di Gesù, in quest'ultimo albergava la piena potenza della possanza di Dio, che è creatore di tutte le cose anche di marx.
Tra i due preferisco sapere quello che mio dice Dio, anzichè marx, perchè in Dio ogni pensiero è rivolto al bene ed in Lui, non vi è inganno, per quanto riguarda marx che so io, era solo un'uomo e come tutti gli uomini che non hanno la visone della salvezza (te compreso, perchè non hai la certezza delle cose) poteva errare. Permettimi la frase alla Drudi: "Errare umanum est" (l'ho scritta giusta fisolofo?)

MrVortex
13-05-2004, 04.11.53
Originariamente inviato da Gaia
Vuoi conoscere i miei dubbi?????
La bibbia l’ho letta, fa parte della mia biblioteca. E’ una scrittura abbastanza maschilista ma pazienza, è stata scritta da uomini.

Mi spiace sentire che reputi la bibbia maschilista, ma credo che anche questo faccia parte della mancanza di conoscenza, anzi ti dirò, è molto femminista.

Non è questione di non riuscire ad ascoltarlo perché non lo conosco. È questione di udirlo piangere dentro il mio cuore ed essere impotente di fronte a tutto quello che nel mondo succede. A volte le parole sono inutili, contano i fatti.

Primo: Gesù non piange dentro il nostro cuore perchè si dispiace per noi, se viene nel nostro cuore viene per regnare non per piangere, se senti piangere qualcuno è la tua coscenza davanti a tali cose.

Secondo: Impotente a Gesù non credo di averlo mai sentito dire, uno che "se chiedesse al Padre una legione di angeli verrebbe a liberarlo" non credo sia un impotente, il creatore di tutte le cose, che con una parola ha fatto seccare un fico... e con una parola ha resuscitato i morti (lazzaro ed affini)...

Terzo: Se con la conoscenza della "PAROLA" e non è la stessa cosa delle parole, poichè io parlo di Parola di Dio, si può ottenere la salvezza, preferisco conoscere per poi operare, e non operare senza sapere cosa e come, poichè non son io che opero ma colui che mi manda.

La tua non è teologia ovvero “scienza della natura di Dio” è solo un tuo modo di interpretare Dio con le tue letture male interpretate, ma beato te che ne sei convinto e vivi in santa pace.

La male iterpretazione della parola di Dio mi viene dalla male interpretazione dello Spirito Santo che la legge per me, che mi appre gli occhi spirttuali, e mi convince che come la legge Lui è verità. Che sia stupido anche Lui? Cmq io sono un teofilo di Dio, non voglio conoscere la natura di Dio, voglio amarlo.

Per evangelizzare gli altri occorre assomigliare a quel Gesù che ami tanto ma è difficile esserne all’altezza.

Se non ricordo male Gesù dice:"Come ho fatto io, farete voi", se ha detto che posso farlo cosa mi impedisce? La mia carnalità è ormai morta. Il mio spirito vuole, mi sa che posso.

Gesù evangelizzava parabolando accettando la disuguaglianza e il dubbio degli uomini ignoranti e sprovveduti senza per questo sentenziarli giacchè viveva la politica di allora per cui, al contrario di quello che oggi fa la chiesa e molti suoi sostenitori, riprovava i saggi sacerdoti e il re che allora governavano i giudei sotto il dominio di Roma.

Gesù non ha mai accettato la disuguaglianza, infatti parabolava al mondo ma spiegava ai suoi, e che per mezzo loro ora anche noi che siamo di generazioni successive e avremmo potuto essere "ignoranti e sprovveduti" potessimo essere conoscitori appieno della potenza della salvezza in Cristo Gesù. Per quanto riguarda i sacerdoti li riprendeva perchè erano fiscali e non usavano la grazia, impedivano al popolo di conoscere la parola e quindi la salvezza, per i re che governavano non ha mai detto nulla contro di loro anzi per il dominio di roma ha solo detto di sottostare ai nostri governatori e poi a Dio.

Ieri la chiesa evangelizzava portando morte e genocidio nei poveri villaggi aborigeni sotto i domini precoloniali errori delle famose crociate? bhe erano altri tempi, se non ricordo male il Vostro papa ha chiesto perdono per queste cose no?.Oggi la chiesa evangelizza ma in un mare di contraddizioni e di peccato Le contraddizioni della chiesa cattolica identificano una mancanza di conoscenza, ma chi può dire di conoscere tutto? riscattandosi grazie a qualche anima pia come Madre Teresa di Calcutta. e da cosa poi la riscatterebbe? E' stata un'anima pia, sicuramente il Signore sarà stato felice di vederla fare tutte quelle belle opere, una santa sorella nel signore, ma se fosse stato solo per quello che ha fatto, non apparterrebbe a lei il regno di Dio Poche riflessioni sul vescovato corrotto, sul prete pedofilo, la conosci la parabola del seminatore e del campo di grano pieno di zizzanie? del sul prete che non rispetta il voto di castità che nessuno gli ha chiesto e che và contro la stessa bibbia che leggono ogni domenica? contribuisce a mettere al mondo figli illegittimi, perchè illeggittimi? sullo IOR banca centrale del vaticano che ricicla il denaro sporco, vedi zizzanie sullo scioglimento del matrimonio sotto pagamento di sonanti soldoni (personalmente conosco una coppia che è riuscita ad ottenerlo, grazie alle conoscenze di lui, dopo che la moglie ha fatto 5 aborti), che il maritonon lasci la moglie se non per fornicazione sui parroci e sui preti esattori di oboli tutte le sante domeniche e le sante festività per poi vederli viaggiare di qua e di là in automobile (personalmente non ne ho mai visto viaggiare uno di loro in autobus), hai mai visto un fariseo camminare per le strade di israele con una semplice tunica da povero? sui mercatini di cianfrusaglie fuori dalle chiese e dentro i santuari. vedi il mercato di cambiamonete e venditori di colombi nel tempio di gerusalemme No, è meglio non rifletterci, continuiamo pure a farli ingrassare proponendo di leggere la bibbia. il fatto che l'uomo fallisce nella esecuzionedella volonntà del padre dimostra tre cose: 1) la non conoscenza della sua volontà, 2) la non volontà a fare parte di Lui, 3) la mancanza dello Spirito Santo.
Non parlo a vanvera, vi spiego: 1) se io conosco come comportarmi eviterò di sbagliare accidentalmente. 2) se volessi fare le cose che lui comanda mi sforzerei di riuscirci e denuncerei tutte quelle leggi, precetti, modi di fare che mi impedissero di provare a farlo. 3) qualora pur sforzandomi non ci riuscissi, lo Spirito Santo dentro di me, oltre che da guida, mi renderebbe facile il mettere in pratica quello che il Padre vuole perchè quella volontà è naturale in me.

Come fai a credere agli uomini di chiesa e a non avere dubbi???
E chi mai ha parlato di credere negli uomini di chiesa, sto sempre parlando di Gesù mica di uomini!

Pacco uno spedito... continua...

MrVortex
13-05-2004, 04.13.27
Continua da pacco uno

La chiesa, per sciogliere tanti dubbi a persone come me, dovrebbe dare un esempio inedito: elargire un po’ di quello che possiede per risolvere la fame nel mondo. Gesù aveva solo una veste.
La fame nel mondo non è il panino... è la conoscenza della volontà, della modalità, della verità della parola di Dio che oltre a dare prosperità, sicurezza, dà vita, ma non solo su questo mondo, ma VITA ETERNA.
Io credo in Dio che sta dentro di me a cui parlo e chiedo e se Dio mi lascia nel dubbio avrà le sue ragioni per farmi riflettere di fronte alla distinzione tra interpretazione e credenze.

Ne hai certezza? non nella presenza di Dio in te, ma della tua salvezza?

Pensa a S, Agostino e ai suoi dubbi, a padre Pio e ai suoi dubbi che messi a confronto alle mie bazzecole di dubbi, li hanno santificati.

io sono ancora qui che aspetto e dubbi non ne ho!


La violenza genera violenza, l'amore genera amore. Ora mi direta la solita battuta: "Fate l'amore e non fate la guerra", NO!
La violenza è figlia dell’odio. L’odio una palla al piede di chi lo prova. Questa è una delle tante risposte che lasciano pensare senza retorica.

Amiamoci gli uni gli altri, con i nostri difetti, non siamo nessuno perfetto, non cerchiamo il difetto nel vicino, pensiamo che noi siamo i peggiori, e cerchiamo di redimerci dalla posizione di peggiori, facendo agli altri ciò che verremmo facessero a noi.

Si nota che questo non è un tuo pensiero ma è riportato. non vorresti che le persone ti volessero bene? non ti viene spontaneo cercare di stare con quelle persone che ti trattano bene? sta scritto sulla bibbia è vero ma sintetizza quello che provi tu e tutti noi nel mondo. Non ti dico "non fare agli altri quello che non vuoi sia fatto a te, perchè questo preclude il male ma non nega che le persone possano 'ignorarti Sì c’è chi lo mette in pratica ma il Vaticano? ma che me mporta del vaticano, ogniuno è libero di seguire i suoi superiori, se reputi sbagliato il loromodo di operare cambia, ma io non ho a che saprtire null'altro con il vaticano che non l'amore per Gesù, si sono fratelli miei, hanno una visione sbagliata (secondo la bibbia) della salvezza, e vanno contro il secondo comandamaneto, sono pur sempre miei fratelli. mi dia l’esempio: apra le porte ai poveri, agli affamati, ai derelitti e ai peccatori ma secondo te questo basterebbe ad avere la salvezza?.
Tzs, non sarà mai possibile e in nome di che cosa???? Della sicurezza? della salvaguardia dei tesori della chiesa?? della incolumità del papa??? In nome di che cosa?? della erroneità dell'interpretazione delle scritture, del modo di agire, di quello che si fà per vivere il cristianesimo Quante volte lo chiedo a Dio che non mi risponde e mi fa riflettere sui pèensieri di Marx!!!! e Dio ti potrà mai rspondere se non conosci neppure tu dove sia la verità?

in conlusione, ti stai scagliando contro di me e la mia fede, perchè sei stata tradita dalla tua religione e dai tuoi conduttori che, pur avendo le chiavi del paradiso non entrano loro e non fanno entrare te.

Un consiglio... togli tutti i pregiudizi che nutri verso di me. Ascolta le mie parole, leggi Romani 6-7-8, questi ti faranno capire che la salvezza non la si ha per opere, ma per virtu di Gesù Cristo, riconoscendo che è morto sulla croce per te. Che anche se tu potessi peccare 10000000 di volte questo non ti precluderebbe la salvezza e in 1° corinzi capitolo 13 spiega cosa deve fare un cristiano per mostrare la natura di Dio. Pace a te, spero di essereti sato utile, se voi possiamo parlare anche per tel.

Gaia
13-05-2004, 21.38.14
CUT
Secondo: Impotente a Gesù non credo di averlo mai sentito dire, ..
CUT
Non ho detto che Gesù è impotente ho parlato della mia impotenza di fronte alle cose che succedono. Siccome capisci solo quello che vuoi capire non mi sembra il caso di continuare la discussione. Ciao e Dio ti benedica

davlak
13-05-2004, 21.52.01
x MrVortex.
Noto con piacere che verifichi puntualmente ogni tua scrittura, sia grammaticalmete che sintattichamente, dimostrando che "forse" ti soffermi più alla forma che al contenuto, perdonami, ma quando scrivo di getto capiatno sviste di battitura, ma naturalmente, sappiamo, ora che ne abbiamo avuto la prova, a chi rivolgerci in questi casi... (questa si chiama "ironia")

Dai su..pure la mia era ironia...ma leggera: "giuornata" lo so bene che è un errore di digit, mica sono pignolo come credi.
Solo che suonava divertente, tutto qua.
E' che pure io sono un pò parco in fatto di faccine e a volte non si capisce che sto scherzando.

MrVortex
14-05-2004, 10.34.23
Non sembri un cattivo ragazzo in fondo... in fondo... in...

di che stavamo parlando?


:) Pace a te.

Giorgio Drudi
14-05-2004, 11.10.21
Originariamente inviato da Gaia
:o [/B]
X GAIA

Hai perfettamente ragione dicendo che l'Antico Testamento è fortemente maschilista, come bene hanno mostrato esegetE di valore.

Lo dimostra la stessa Scrittura quando dice: "non vi è più uomo nè donna". E questo perchè Gesù di Nazaret ha corretto e rivelato il vero pensiero del Padre che gli uomini avevano corrotto.

L'Antico Testamento è una parola imperfetta e incompiuta, una parola inquinata dalla comprensione sbagliata degli uomini.
Dio ha pronunciato riguardo alla donna e all'uomo parole perfette... quelle uscite dalla bocca di Gesù
...ma gli uomini, allora come oggi, gli attribuiscono il loro pensiero, i loro difetti. Gesù ha fatto giustizia di tutto questo


Ti consiglio vivamente la lettura della "Bibbia delle donne" con le interpretazioni di donne quali Jouette Bassler, Joanna Dewey ,Elisabeth Johnson, Mary Ann Tolbert, Sharon Ridge. Il contributo che hanno dato queste donne è notevole e credo che la lettura dei loro commentari sia indispensabile per che voglia approfondire la lettura della Bibbia.
Avrei altri testi di donne da segnalarti e se vuoi lo farò.
Ciao Gaia

Giorgio Drudi
14-05-2004, 12.30.47
Originariamente inviato da MrVortex

Ieri la chiesa evangelizzava portando morte e genocidio nei poveri villaggi aborigeni sotto i domini precoloniali errori delle famose crociate? bhe erano altri tempi, se non ricordo male il Vostro papa ha chiesto perdono per queste cose no?.Oggi la chiesa evangelizza ma in un mare di contraddizioni e di peccato Le contraddizioni della chiesa cattolica identificano una mancanza di conoscenza, ma chi può dire di conoscere tutto? riscattandosi grazie a qualche anima pia come Madre Teresa di Calcutta. e da cosa poi la riscatterebbe? E' stata un'anima pia, sicuramente il Signore sarà stato felice di vederla fare tutte quelle belle opere, una santa sorella nel signore, ma se fosse stato solo per quello che ha fatto, non apparterrebbe a lei il regno di Dio Poche riflessioni sul vescovato corrotto, sul prete pedofilo, la conosci la parabola del seminatore e del campo di grano pieno di zizzanie? del sul prete che non rispetta il voto di castità che nessuno gli ha chiesto e che và contro la stessa bibbia che leggono ogni domenica? contribuisce a mettere al mondo figli illegittimi, perchè illeggittimi? sullo IOR banca centrale del vaticano che ricicla il denaro sporco, vedi zizzanie sullo scioglimento del matrimonio sotto pagamento di sonanti soldoni (personalmente conosco una coppia che è riuscita ad ottenerlo, grazie alle conoscenze di lui, dopo che la moglie ha fatto 5 aborti), che il maritonon lasci la moglie se non per fornicazione sui parroci e sui preti esattori di oboli tutte le sante domeniche e le sante festività per poi vederli viaggiare di qua e di là in automobile (personalmente non ne ho mai visto viaggiare uno di loro in autobus), hai mai visto un fariseo camminare per le strade di israele con una semplice tunica da povero? sui mercatini di cianfrusaglie fuori dalle chiese e dentro i santuari. vedi il mercato di cambiamonete e venditori di colombi nel tempio di gerusalemme No, è meglio non rifletterci, continuiamo pure a farli ingrassare proponendo di leggere la bibbia. il fatto che l'uomo fallisce nella esecuzionedella volonntà del padre dimostra tre cose: 1) la non conoscenza della sua volontà, 2) la non volontà a fare parte di Lui, 3) la mancanza dello Spirito Santo.
Non parlo a vanvera, vi spiego: 1) se io conosco come comportarmi eviterò di sbagliare accidentalmente. 2) se volessi fare le cose che lui comanda mi sforzerei di riuscirci e denuncerei tutte quelle leggi, precetti, modi di fare che mi impedissero di provare a farlo. 3) qualora pur sforzandomi non ci riuscissi, lo Spirito Santo dentro di me, oltre che da guida, mi renderebbe facile il mettere in pratica quello che il Padre vuole perchè quella volontà è naturale in me.



Quoto la tua firma:

La tua stracotta polemica contro la chiesa cattolica è del tutto insulsa e stoltamente polemica.
Non nego i mali di cui la cattolicità si è macchiata, sono indifendibili.
Tu non hai ancora detto a quale chiesa appartieni...ma non mi interessa, come ogni istituzione ha qualcosa di incompatibile con la parola di Cristo.
La chiesa di Cristo è più ampia delle varie botteghe, della tua e della mia...e non mi dire che la tua chiesa è pura.

Lo Spirito di Cristo è con ogni uomo e donna, che siano battezzati o no, che appartengono a una chiesa o all'altra, ad una religione o ad un altra....è con chi cerca la giustizia e la verità, con atteggiamento umile.

Le tue dispute "clericali" significano nulla.
Ciaò stammi bene

Giorgio Drudi
14-05-2004, 14.24.30
X Davide e Suk

Nel Vangelo di Giovanni (4, 19-24) la Samaritana aveva chiesto a Gesù, percependo la sua statura profetica :
I nostri padri hanno adorato Dio sopra questo monte e voi dite che è Gerusalemme il luogo dove bisogna adorare.
Gesù le dice: "Credimi donna è giunto il momento in cui né su questo monte né in Gerusalemme adorerete il Padre. Voi adorate quel che non conoscete, noi adoriamo quello che conosciamo perché la salvezza viene dai Giudei.
Ma è giunto il momento ed è questo in cui i veri adoratori, adoreranno il Padre in spirito e verità, perché il Padre cerca tali adoratori.
Dio è spirito e quelli che lo adorano devono adorarlo in spirito e verità

E con questo dichiarava la fine di tutte le religioni e di tutti i dogmatismi e di tutti i riti e l’inimportanza dei templi; non che non si possa pregare in un tempio o compiere un rito ma che questo non è l’essenziale e, in ultima analisi, non conta nulla

Così io dico che Davide, il quale ha avuto parole di sincera commozione per Gesù, quale è rappresentato nella passione di Cristo, e si sente, in qualche modo, turbato dalla parola di Dio... è cristiano: crede a Cristo a suo modo, come ognuno del resto, indipendentemente dal fatto che si professi ateo (le categorie culturali valgono ben poco) è che perciò credendo a Cristo... è salvo...:)
E lo stesso vale per Suk che aspetta la fede…perché ce l’ha già ...:)

Chiudo con questo post la mia partecipazione attiva al forum, per un po’ di tempo, mi aspettano pesanti impegni di studio.
Arrivederci

MrVortex
16-05-2004, 04.24.22
Originariamente inviato da Gaia
CUT
Secondo: Impotente a Gesù non credo di averlo mai sentito dire, ..
CUT
Non ho detto che Gesù è impotente ho parlato della mia impotenza di fronte alle cose che succedono. Siccome capisci solo quello che vuoi capire non mi sembra il caso di continuare la discussione. Ciao e Dio ti benedica

Come al solito vengo preso sempre per un'accusatore, ho solo detto che le cose che succedono qui non ti debbono rendere impotente perchè gesù non è impotente se vuole Lui può bloccare tutto, ma se lo permette significa che così devono andare, come anche tu ti debba dasre una ragione di quello che Lui ha deciso che fosse.

Ma credete che sia un lupo cattivo?

MrVortex
16-05-2004, 04.40.11
Originariamente inviato da Giorgio Drudi
Quoto la tua firma:

La tua stracotta polemica contro la chiesa cattolica è del tutto insulsa e stoltamente polemica.
Non nego i mali di cui la cattolicità si è macchiata, sono indifendibili.
Tu non hai ancora detto a quale chiesa appartieni...ma non mi interessa, come ogni istituzione ha qualcosa di incompatibile con la parola di Cristo.
La chiesa di Cristo è più ampia delle varie botteghe, della tua e della mia...e non mi dire che la tua chiesa è pura.

Lo Spirito di Cristo è con ogni uomo e donna, che siano battezzati o no, che appartengono a una chiesa o all'altra, ad una religione o ad un altra....è con chi cerca la giustizia e la verità, con atteggiamento umile.

Il Signore ha detto: "Chi non è nato dall'acqua e dallo spirito non può fare parte del regno di Dio".
Spero solo che tu non voglia andare contro questa parola.
Nati dall'acqua il barttesimo del ravvedimento predicato da giovanni battista ammettiamo che lo si possa fare anche da piccoli pur contrastando sul fatto che bisogna credere col cuore, ma dopotutto poi uno crescendo decide di credere o non credere quindi la sua scelta la fà. Purtroppo non muore a se stesso e quindi non fa un'altra mazzata di cose scritte sulla bibbia ma questo possiamo anche soprassedere, dopotutto ogniuno ha la sua visione della salvezza e può decidere o meno di rientrare nel cerchio della gerusalemme celeste.
Ma per quanto riguarda il battesimo in spirito, quello non lo puoi ottenere in nessun modo se gesù non lo fà di sua spontanea volontà, e ti garantisco che non è come dici tu, cose in cui credo e che sono campate per aria. Se non hai queste cose non puoi fare parte del regno.
Il fatto di non saperle ti porta in uno stato di non giudizio, perchè chi non sa di commettere peccato non è condannabile, ma se io o chiunque ti fa notare che forse sei in peccato e tu stoltamente non guardi come stanno le cose e continui per la tua strada, sei reo di disinteressamento, se credi in ciò che dici dimostramelo non con le parole astratte ma con i fatti. Hai detto all'inizio della pagina 5 che c'era un concilio che non si metteva daccordo sul fatto che l'anima vive dopo la morte e che loro hanno deciso che fosse così e quando ti ho detto che gesù lo aveva detto prima ed in altri mille posti sulla bibbia mi hai risposto che proprio per questo motivo loro avevano detto di crederci per far si che tutti credessero.

Mi domando ma allora se gli uomini nelle cariche religiose più grandi della terra devono decidere se una parola scritta da persone guidate dallo spirito hanno detto di cose che ha detto gesù sono vere o false, state mettendo in dubbio la parola di Dio. cioè se dovete decidere se queste cose sono vere o false vuol dire che non ttti siete daccordo che queste siano vere.

Ma allora è vero quel racconto di gesù dove dice di quello morto che voleva tornare su dai suoi per fare sapere che li si stava male e che se lo avessero saputo nessuno si sarebbe comportato così, e invece lo informarono che anche se un morto tornava dal regno dei morti resuscitato nessuno gli avrebbe creduto lo stesso.

Perchè dommiamo mettere il nostro dubbio umano sulle scelte del Signore?

Crediamo col cuore, applichiamo la fede e vedremo i risultati.

Le tue dispute "clericali" significano nulla.
Ciaò stammi bene

MrVortex
16-05-2004, 04.56.02
[QUOTE]Originariamente inviato da Giorgio Drudi
X Davide e Suk

Nel Vangelo di Giovanni (4, 19-24) la Samaritana aveva chiesto a Gesù, percependo la sua statura profetica :
I nostri padri hanno adorato Dio sopra questo monte e voi dite che è Gerusalemme il luogo dove bisogna adorare.
Gesù le dice: "Credimi donna è giunto il momento in cui né su questo monte né in Gerusalemme adorerete il Padre. Voi adorate quel che non conoscete, noi adoriamo quello che conosciamo perché la salvezza viene dai Giudei.
Ma è giunto il momento ed è questo in cui i veri adoratori, adoreranno il Padre in spirito e verità, perché il Padre cerca tali adoratori.
Dio è spirito e quelli che lo adorano devono adorarlo in spirito e verità

E con questo dichiarava la fine di tutte le religioni e di tutti i dogmatismi e di tutti i riti e l’inimportanza dei templi; non che non si possa pregare in un tempio o compiere un rito ma che questo non è l’essenziale e, in ultima analisi, non conta nulla

[b]Ma che vai dicendo?

Allora perchè chiese ai suoi discepoli di aspettare lo spirito santo in gerusalemme e pregare per il rivestimento?

E in ogni lettera dopo quella ai romani non chiede alle chiese di: alle chiedse di: etc etc.

Quindi le chiese servono, ma non come mura, anche quelle servono, per non bagnarsi mentre piove, ma la chiesa è la sposa del signore, ma chi fà parte della chiesa? tutti coloro che hanno lo stesso padre cioè Dio (il corpo:Gesù Cristo), perciò tutti coloro che credono in cristo Gesù, morto per lui, risorto per lui. che prega per lui, è un cristiano, ma non basta, si deve essere battezzato nel nome di gesù cristo, deve operare nel nome di gesù cristo, perchè se non opera fa come quel servo a cui il padrone diede i talenti, e li sotterrò invece che lavorarli ed al ritorno del padrone non diede alcun frutto e che fece il padrone, gli tolse ciò che aveva.

La fede che noi abbiamo bisogna che la usiamo altrimenti saremo tiepidi e quindi rigettati dalla bocca di Dio.



Così io dico che Davide, il quale ha avuto parole di sincera commozione per Gesù, quale è rappresentato nella passione di Cristo, e si sente, in qualche modo, turbato dalla parola di Dio... è cristiano: crede a Cristo a suo modo, come ognuno del resto,

indipendentemente dal fatto che si professi ateo (le categorie culturali valgono ben poco) è che perciò credendo a Cristo... è salvo...:)

Se uno è ateo è ateo, frofessa l'ateismo che nega l'esistenza di Dio. Se poi non è ateo ma agnostico, cioè credente a modo suo, allora ti dico che non va bene uguale, perchè prendi di Dio solo ciò che ti va bene, e questo è dichiarare dio non completamenmte buono! è lòo stesso discorso dell'ateismo.


E lo stesso vale per Suk che aspetta la fede…perché ce l’ha già ...:)
Ma in cosa nell'uomo? nelle sue possibilità? e cosa sa fare l'uomo che dio non ha già fatto prima di lui?

Chiudo con questo post la mia partecipazione attiva al forum, per un po’ di tempo, mi aspettano pesanti impegni di studio.
Arrivederci

Io mi domando se mia hai avuto veramente bisogno di Dio, quando avevi tra le braccia una persona che non sapeva niente di te ma si fidava di te e non potendo fare nulla perchè noi niente possiamo l'ahai vista spegnersi e sicuramente hai detto "maledetto".
ma ugualmente nulla hai potuto fare.

Pace atutti voi.

MrVortex
21-05-2004, 05.28.44
Originariamente inviato da Giorgio Drudi
Tomaso d'Aquino dottore della chiesa e indiscutibile mente razionale sostiene che l' universo si dice creato non in quanto vi sia un inizio temporale ma in quanto Dio è il principio ordinatore. Tesi modernissima e sempre più accolta dai teologi.
Pensare alla scienza con categorie religiose è un errore razionale, così l'evoluzione o la cosmogenesi sono problemi scientifici non religiosi.

D'Aquino cercava di spiegare l'intangibiltà della fede e della presenza di Dio con pensieri umani, come si può giustificare un miracolo di Gesù con un pensiero umano, siamo forse capaci di replicarlo? con quale criterio fisico?

E' impossibile spiegare Dio, perchè è molto più grande delle nostre menti.

skizzo
21-05-2004, 09.37.00
troppo complicato da spiegare...cmq ho votato "credente"...

skizzo
21-05-2004, 09.43.39
Se uno è ateo è ateo, frofessa l'ateismo che nega l'esistenza di Dio. Se poi non è ateo ma agnostico, cioè credente a modo suo, allora ti dico che non va bene uguale, perchè prendi di Dio solo ciò che ti va bene, e questo è dichiarare dio non completamenmte buono! è lòo stesso discorso dell'ateismo.

Premetto che non ho nessuna preparazione specifica in materia, quindi nessuna presunzione di insegnare a chi è più preparato di me (e nemmeno a chi è più sicuro di me delle proprie idee in materia religiosa, cioè credo chiunque)

Ho letto un po' qui e un po' lì...non tutto...
Però direi che a volte ho l'impressione che sia un po' troppo marcata l'influenza che ha avuto "l'istituzione religiosa" sulla "religione" in sè stessa...
A volte credo che ciò che separa più credi religiosi sia l'ostinazione su punti che non sono fondamentali per la religione, sono fondamentali per "l'insieme dei riti"...
Purtroppo non sono documentato, e cmq è un'impressione...quindi è probabile che mi sbagli.

Credo però che se si partisse sempre dagli assiomi fondamentali:
"Ama il prossimo tuo come te stesso"
e
"Non avrai altro dio all'infuori di me"
Non ci sarebbe tanta divisione.

tisifone
21-05-2004, 12.44.47
ho visto ora questo 3d , e se non si fosse ancora capito dai miei post sono decisamente ateo. Pero' non capisco perche chi non crede in nulla di religioso debba essere definito negativamente.
Ateo deriva dal greco : a , privativo, e Theos = Dio, divinita. Quindi non-credente. Ma perche' noi atei non possiao definirci con un termine in positivo??? Ci han pensato il grande intellettuale americano richard dawkins e altri insigni pensatori, fondando il movimento dei Brights.
Quindi in sostanza mi definisco un bright. www.thebrights.net

MrVortex
22-05-2004, 04.45.55
Originariamente inviato da skizzo

Premetto che non ho nessuna preparazione specifica in materia, quindi nessuna presunzione di insegnare a chi è più preparato di me (e nemmeno a chi è più sicuro di me delle proprie idee in materia religiosa, cioè credo chiunque)

Questo non è un processo, ognuno è libero di esprimersi

Ho letto un po' qui e un po' lì...non tutto...
Però direi che a volte ho l'impressione che sia un po' troppo marcata l'influenza che ha avuto "l'istituzione religiosa" sulla "religione" in sè stessa...

Tradotto sarebbe: A causa della "religione" la "fede" è sminuita ?
Si hai perfettamente ragione, troppe complicazioni, troppe cose da fare, troppi obblighi da portare avanti, Dio ha fatto le cose semplici e a causa della nostra incredulità abbiamo complicato tutto.
"il mio giogo è leggero" diceva Gesù. In un'altro passo: "Come nel deserto bastava che guardassero il serpente ardente per essere salvati così ora noi basta che guardiamo Gesù per avere la salvezza"

A volte credo che ciò che separa più credi religiosi sia l'ostinazione su punti che non sono fondamentali per la religione, sono fondamentali per "l'insieme dei riti"...
Purtroppo non sono documentato, e cmq è un'impressione...quindi è probabile che mi sbagli.

Non credo che ti sbali di tanto, ma questo non ha importanza, l'importante è quello che sta nel nostro cuore.

Credo però che se si partisse sempre dagli assiomi fondamentali:
"Ama il prossimo tuo come te stesso" e "Non avrai altro dio all'infuori di me" Non ci sarebbe tanta divisione.

Perdonami, ma come qualcuno ha detto prima di me: "metti prima il regno e la sua giustizia e tutto il resto ti verà sopraggiunto"
Quindi prima: "Io sono il Signore Iddio tuo, non avrai altro Dio all'infuori di me" Anche se sarebbe + bello dire: "Ama il Signore Iddio tuo con tutto il tuo cuore, tutta la tua mente, con tutte le tue forze".

Questo precluderebbe ogni male dalla nostra vita, poikè sta scritto che chi è nato di nuovo non pecca ed il maligno non lo tocca.

MrVortex
22-05-2004, 05.08.23
Originariamente inviato da tisifone
ho visto ora questo 3d , e se non si fosse ancora capito dai miei post sono decisamente ateo. Pero' non capisco perche chi non crede in nulla di religioso debba essere definito negativamente.
Ateo deriva dal greco : a , privativo, e Theos = Dio, divinita. Quindi non-credente. Ma perche' noi atei non possiao definirci con un termine in positivo??? Ci han pensato il grande intellettuale americano richard dawkins e altri insigni pensatori, fondando il movimento dei Brights.
Quindi in sostanza mi definisco un bright. www.thebrights.net

Bhe se consideriamo che ogni nome ha una sua definizione potremmo incavolarci perchè l'ippopotamo si ciama così. (ippo=cavallo potamo=fiume).

skizzo
22-05-2004, 11.09.11
Perdonami, ma come qualcuno ha detto prima di me: "metti prima il regno e la sua giustizia e tutto il resto ti verà sopraggiunto"
Quindi prima: "Io sono il Signore Iddio tuo, non avrai altro Dio all'infuori di me" Anche se sarebbe + bello dire: "Ama il Signore Iddio tuo con tutto il tuo cuore, tutta la tua mente, con tutte le tue forze".
Permettimi di farti notare che:
1. I due "consigli" che ho riportato io stanno, nella mia argomentazione, sullo stesso piano.
2. La formulazione in 2 "consigli" mi piace molto di più perchè è più chiara ed esplicita (e sottolineo esplicita).

;)

tisifone
22-05-2004, 11.34.49
Originariamente inviato da MrVortex


Bhe se consideriamo che ogni nome ha una sua definizione potremmo incavolarci perchè l'ippopotamo si ciama così. (ippo=cavallo potamo=fiume).

cosa diavolo c' entra l' ippopotamo.?? ho solo riflettuto sul fatto che per una certa condizione ontologica esistesse soltanto una definizione in negativo.. Per intenderci e' come se i vegetariani non fossero chiamati cosi ma solamente "non carnivori" ....

MrVortex
22-05-2004, 15.20.58
Esattamente quello che intendevo io, non è da come o da dove deriva una parola che ne da il senso, ma da come questa è usata dalle persone, per indicare una persona che non crede in Dio si dice "ateo" (senza Dio) non significa che sia una cosa cattiva, nessuno implica in "cattiva"="ateo", se qper questo potremmo dire anche che "confuciano"="cattivo" oppure "buddista"="cattivo" poikè non credono in Dio, ma in Confucio e in budda (che come sappiamo sono stati uomini debitamente morti e sepolti).

Questo è assolutamene sbagliato, non da una desinenza attibuita dalla radice di una parola crea un "buono" p un "cattivo", se dovessimo essere imparziali diremmo: "Gesù ha detto: Il mondo giace nel maligno".

tisifone
22-05-2004, 15.27.31
non ci siamo affatto capiti. Definito in negativo , non vuol dire definito come cattivo... intendo il senso linguistico della parola negativo. Non c' entra buono o cattivo. Il mio ragionamento metteva in luc che esistevano definizioni per l' ateo che non fossero negazioni di qualcos' altro, relegando la parola ateo ad una sorta di dipendenza morfologica e contemporaneamente concettuale rispetto ad altri termini dominanti.

skizzo
22-05-2004, 18.24.45
Tisifone io ho capito perfettamente cosa intendevi... ;)

Skipper
22-05-2004, 18.45.06
....rimandiamo tutti questi bei ragionamenti al momemnto in cui ci staremo rendendo conto di essere "alla fine" ( se ce ne renderemo conto....)credo proprio che tutto il ns filosofeggiare andra'a put....e! Con buona pace di tutti e di ciascuno di noi! HOLA!(D)

Alice
22-05-2004, 19.48.51
Potevate inserire anche "sono agnostica/o"
ciauz

;)