PDA

Visualizza versione completa : La musica diventa sempre più "liquida"


Robbi
05-01-2008, 11.06.02
<p align="center"><img class="" style="width: 318px; height: 317px" height="392" alt="" width="338" src="http://applemania.blogosfere.it/images/ipod-ecosystem-thumb.jpg" /></p><p align="justify">La vendita dei dischi &egrave; in costante calo, il cd tradizionale &egrave; al tramonto : quali saranno i canali attraverso i qiali consumeremo la musica nel 2008? Aumenta il consumo di musica liquida, ossia digitale. In crescita anche il download legale di file musicali e l'utilizzo di musica online, soprattutto sul fronte del social networking, da MySpace a YouTube.</p><p align="justify">La rete &egrave; ormai diventata una grande universale tv musicale, nei negozi digitali si trova veramente di tutto, e lo si puo' scaricare in una frazione di secondo.</p><p align="justify">Intanto, Internet ha ampiamente sorpassato l'offerta tv e dei canali televisivi musicali per numero di videoclip accessibili al pubblico, gratis, legali e disponibili sulle maggiori piattaforme, da Google video a YouTube, a Yahoo Launch!, Alice e molti altri.</p><p align="justify">E il cd? E' destinato a mutare, a diventare un prodotto pi&ugrave; di nicchia, destinato a un cliente pi&ugrave; sofisticato.</p><br /><a href="http://www.wintricks.it/framer.php?url=http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/internet/news/2008-01-04_104162919.html" target="_blank">Altre Info </a><br /><br /><br /><br /><br />

miguel
05-01-2008, 17.58.27
beh, come e' successo per il vinile
sinceramente a me piace avere il cd per il materiale che c'e', poi me lo comprimo come voglio per sentirlo sul lettorino che uso come stereo
pero' e' ora che qualcuno abbassi i prezzi dei cd...qua negli stati uniti costano meno della meta'!

simongr
06-01-2008, 01.19.25
a meno della meta di quello che si trovano qui ne comprerei anche io a vagonate...

bellatrix
06-01-2008, 09.00.51
Il problema è che dalla rete non ti fanno scaricare in WAV.
Per chi come me desidera la qualità audio, questo è un vero problema.

SMH17
06-01-2008, 17.58.48
Il problema è che dalla rete non ti fanno scaricare in WAV.
Per chi come me desidera la qualità audio, questo è un vero problema.

Speriamo che prenda piede la codifica AAC, è da qualche anno che è in circolazione ma in giro ci sono solo mp3 :grrr: (spesso di bassa fattura tra l'altro).
Il waw è poco adatto alla distribuzione e un buon encoder AAC può offrire in molto meno spazio una qualità audio indistinguibile all'orecchio umano(certo con una configurazione opportuna e a meno che non si tenti di creare file troppo piccoli). :jump:

bellatrix
06-01-2008, 19.06.09
La compressione AAC (http://it.wikipedia.org/wiki/Advanced_Audio_Coding) introduce comunque una perdita di informazione per cui viene degradata la qualità.

Ovviamente, per un MP3 a 128Kb/s, normalmente paragonato alla qualità CD (!), l'utente medio non potrà mai accorgersi della differenza. Anzi, lo venera! :)

Esistono invece persone che con l'audio ci lavorano e la qualità CD a 16bit diventa scarsa.

La qualità si è fermata dunque ai 16bit per la crisi delle etichette discografiche che si sono indebitate fino all'osso con le banche per la conversione dei loro cataloghi da vinile a CD (altro che P2P). Quindi, il SACD (CD a 20bit) o il DVD audio (24bit - 192khz!) sono fermi.
Mi spiace per tutti coloro che, come me, non possono assaporare le sfumature dei pre usati dai Pink Floid e Alan Parsons.

Per quanto riguarda le preoccupazioni delle dimensioni dei file da scambiare via rete, solo coloro che praticano P2P illegalmente devono preoccuparsi e possono gioire quindi di piccole dimensioni (bassa qualità) musicale.

Con l'aumento della banda, comunque, scambiare 500mb per un CD non è un dramma. :)

SMH17
06-01-2008, 21.58.44
La compressione AAC (http://it.wikipedia.org/wiki/Advanced_Audio_Coding) introduce comunque una perdita di informazione per cui viene degradata la qualità.

Ovviamente, per un MP3 a 128Kb/s, normalmente paragonato alla qualità CD (!), l'utente medio non potrà mai accorgersi della differenza. Anzi, lo venera! :)

Esistono invece persone che con l'audio ci lavorano e la qualità CD a 16bit diventa scarsa.

La qualità si è fermata dunque ai 16bit per la crisi delle etichette discografiche che si sono indebitate fino all'osso con le banche per la conversione dei loro cataloghi da vinile a CD (altro che P2P). Quindi, il SACD (CD a 20bit) o il DVD audio (24bit - 192khz!) sono fermi.
Mi spiace per tutti coloro che, come me, non possono assaporare le sfumature dei pre usati dai Pink Floid e Alan Parsons.

Per quanto riguarda le preoccupazioni delle dimensioni dei file da scambiare via rete, solo coloro che praticano P2P illegalmente devono preoccuparsi e possono gioire quindi di piccole dimensioni (bassa qualità) musicale.

Con l'aumento della banda, comunque, scambiare 500mb per un CD non è un dramma. :)

Qualsiasi formato di compressione introduce perdita di qualità in quanto il wav mappa l'onda sonora nella sua forma integrale ma gran parte dell'onda mappata però non può essere percepita dall'orecchio umano, la compressione dovrebbe tagliare proprio le parti non udibili, certo non è efficace al 100% facendo questo va anche a intaccare un po anche le parti udibili dall'uomo, comunque poco ci manca(nell'mp3 secondo una ricerca sarebbe efficace all'75% la precisione di taglio, con l'aac al 98%) sfido dunque chiunque(cani pipistrelli e cetacei esclusi :lol: ) a riconoscere la differenza tra un file audio wav e la sua controparte aac codificata a 390Kbs o più. :)
In un laboratorio di registrazione un formato compresso(si usano sempre formati estesi) non va bene dato che la musica va poi adattata e ridistribuita in vari formati poichè un file compresso e poi codificato a sua volta perde parecchio(inoltre qui stiamo parlando di musica distribuita al pubblico, la maggioranza degli utenti non ha sistemi audio che le consentano di poter percepire la differenza tra ogg e originale figuriamoci tra aac e originale).
Non sono poi daccordo sul fatto che la preoccupazione della dimensione riguarderebbe solo chi scarica illegalmente non tutti sono coperti dalla banda larga o anche se sono coperti non credo che tutti abbiano a disposizione tera di spazio per salvarsi le loro raccolte musicali preferite(non necessariamente scaricate abusivamente).

RNicoletto
07-01-2008, 10.03.40
Qualsiasi formato di compressione introduce perdita di qualità...NO, forse quello che volevi dire è "Qualsiasi formato di compressione lossy (http://en.wikipedia.org/wiki/Lossy_data_compression) introduce perdita di qualità...".

Esistono infatti formati di compressione lossless (http://en.wikipedia.org/wiki/Lossless_data_compression) che non introducono alcuna perdita di qualità. Nell'ambito audio i più famosi sono FLAC e Monkey's Audio. :)

SMH17
07-01-2008, 10.49.49
NO, forse quello che volevi dire è "Qualsiasi formato di compressione lossy (http://en.wikipedia.org/wiki/Lossy_data_compression) introduce perdita di qualità...".

Esistono infatti formati di compressione lossless (http://en.wikipedia.org/wiki/Lossless_data_compression) che non introducono alcuna perdita di qualità. Nell'ambito audio i più famosi sono FLAC e Monkey's Audio. :)

Si è vero mi scuso per la mancata precisazione!
(Comunque visto che dopo parlavo di tagli su parti dell'onda si capiva... :inn: Ma che pignoli!)

RNicoletto
07-01-2008, 11.01.47
Mi spiace per tutti coloro che, come me, non possono assaporare le sfumature dei pre usati dai Pink Floid e Alan Parsons.Beh, per i Pink Floyd esiste The Dark Side of The Moon 30th Anniversary Edition (http://www.pinkfloyd.com/darkside.html) in versione SACD. :cool:

bellatrix
07-01-2008, 17.37.58
SACD[/B]. :cool:

E' vero!
Però.. bisogna ascoltarlo sul PC perchè di lettori CD a 20bit io non ne conosco.
Avendo anche una buona (http://www.rme-audio.de/en_products_fireface_800.php) interfaccia audio e degli ottimi (http://www.musik-service.de/emes-violett-hr-prx395754063it.aspx) monitor, posso davvero ascoltare tutte quelle sfumature.

sfido dunque chiunque(cani pipistrelli e cetacei esclusi ) a riconoscere la differenza tra un file audio wav e la sua controparte aac codificata a 390Kbs o più.

Vedi SMH17, io con l'audio ci lavoro e il discorso quindi è molto complesso.
I fonici devono maneggiare l'audio con definizioni altissime per poi ridurle per la vendita e il mercato.

Riguardo la sfida , non ci giurare, credimi.
Dal canto mio, mi accorgo di ascoltare sfumature per altri qui in studio impossibili o difficilissime da scucire ma mi accorgo di essere nulla in confronto a certi personaggi che ho conosciuto.
Veri e proprio mostri dall'orecchio incredibilmente raffinato.
Non sto a dire cosa sentivano perchè andiamo nell'OT: ne uscirebbe la solita discussione sui cavi delle casse, le frequenze, ecc.
Concludo solo dicendo che a volte leggo commenti scritti da audiofili davvero divertenti. ;)

SMH17
07-01-2008, 20.14.14
Vedi SMH17, io con l'audio ci lavoro e il discorso quindi è molto complesso.
I fonici devono maneggiare l'audio con definizioni altissime per poi ridurle per la vendita e il mercato.

Riguardo la sfida , non ci giurare, credimi.
Dal canto mio, mi accorgo di ascoltare sfumature per altri qui in studio impossibili o difficilissime da scucire ma mi accorgo di essere nulla in confronto a certi personaggi che ho conosciuto.
Veri e proprio mostri dall'orecchio incredibilmente raffinato.
Non sto a dire cosa sentivano perchè andiamo nell'OT: ne uscirebbe la solita discussione sui cavi delle casse, le frequenze, ecc.
Concludo solo dicendo che a volte leggo commenti scritti da audiofili davvero divertenti. ;)

Ma se noti bene ho scritto:

In un laboratorio di registrazione un formato compresso(si usano sempre formati estesi) non va bene dato che la musica va poi adattata e ridistribuita in vari formati poichè un file compresso e poi codificato a sua volta perde parecchio(inoltre qui stiamo parlando di musica distribuita al pubblico, la maggioranza degli utenti non ha sistemi audio che le consentano di poter percepire la differenza tra ogg e originale figuriamoci tra aac e originale).

bellatrix
07-01-2008, 20.19.48
Ma se noti bene ho scritto:

ULP! Hai ragione, scusa. Il 38 di influenza si fa sentire. (S)
;)

SMH17
07-01-2008, 23.30.57
ULP! Hai ragione, scusa. Il 38 di influenza si fa sentire. (S)
;)

Figurati ;) capita a tutti!