PDA

Visualizza versione completa : Lini Iannuzzi


Cecco
12-06-2004, 17.50.48
"E' tornato Lino Jannuzzi. E' arrivato verso le 11 a Roma Fiumicino. Il senatore è tornato spontaneamente da Parigi per farsi arrestare dopo l'ordine di carcerazione firmato dal tribunale di Napoli ed era atteso all'aeroporto da decine di persone. Tra loro anche il vicepresidente del Senato, Contestabile, il coordinatore romano di Fi Sodano e il regista Squitieri. Il giornalista domani a Napoli per votare, si metterà a disposizione delle autorità.

Trenta mesi da scontare. E quindi tra tira e molla, fra poche ore, per Lino Jannuzzi scatteranno le manette. Il reato contestato è la diffamazione a mezzo stampa. Il senatore-giornalista ha 76 anni e non sono pochi coloro che ritengono il provvedimento sia esagerato rispetto sia alla non giovane età del condannato e alla posizione istituzionale ricoperta. E così, se da un lato c’è chi propone misure alternative al carcere, invero già bocciate dall’autorità giudiziaria, o un provvedimento ad personam che possa evitare la cosa, il senatore Jannuzzi ha già fatto sapere che rinuncerà all’immunità. L’arresto doveva essere eseguito oggi ma il sostituto procuratore di Monza ha deciso di rinviare il tutto a lunedì.

E ora cominciano le accuse: Jannuzzi non nasconde il suo disappunto nei confronti del ministro della Giustizia, Roberto Castelli che, a suo parere, avrebbe fatto pochino per risolvere la questione trincerandosi dietro un poco chiaro silenzio. Ma Jannuzzi ce l’ha anche con la lobby degli avvocati che avrebbe bloccato il cammino della legge che abolisce il carcere per chi commette reato di diffamazione. Intanto dal mondo della politica arrivano i primi soccorsi nei confronti di Jannuzzi: secondo Isabella Bertolini, relatrice del provvedimento che cancella il carcere per i giornalisti che abbiano diffamato, l’iter della legge non può essere così snello e veloce da consentire al senatore di risolvere i problemi in pochi giorni. Il weekend è appena iniziato e c’è chi giura che sul caso Jannuzzi non è ancora detta l’ultima parola"

Gigi75
12-06-2004, 17.53.53
Vabbè abolire il reato di diffamazione è da folli!

Cosa vuole il giornalista? prendersi una multicina asserendo il falso sul conto di una persona, magari con notizie che gli rendono la vita impossibile?

mah..

Cecco
12-06-2004, 17.58.43
Originariamente inviato da Gigi75
Vabbè abolire il reato di diffamazione è da folli!

Cosa vuole il giornalista? prendersi una multicina asserendo il falso sul conto di una persona, magari con notizie che gli rendono la vita impossibile?

mah..

Sai, risalta il paradosso del carcere per quel tipo di reato ed a quella età, magari in contemporanea un altro boss nostrano esce di galera per scadenza dei termini.

Nothatkind
12-06-2004, 18.54.45
Intanto per diffamazione ti becchi la denuncia e te la tieni, mi pare giusto, così come la diffamazione mi pare merce comune al giorno d'oggi. Non vedo perchè non debba rimanere reato, è una delle mosse più basse e spregevoli che possano esistere (N)

Gigi75
12-06-2004, 19.10.04
Originariamente inviato da Cecco


Sai, risalta il paradosso del carcere per quel tipo di reato ed a quella età, magari in contemporanea un altro boss nostrano esce di galera per scadenza dei termini.

Risalterà pure ma se si sbaglia col boss perchè si dovrebbe sbagliare anche col giornalista?

no no, la diffamazione è un reato odioso e per di più un potere in mano a poche persone (solo persone in vista solitamente) che ne possono abusare.