PDA

Visualizza versione completa : Trenitalia vergogna!


Pagine : [1] 2

wilhelm
06-12-2005, 14.53.28
È con grandissimo rammarico, dispiacere e tristezza che vi racconto cosa mi è successo questa mattina...


Dovevo andare da Portogruaro (VE) a Trieste, in treno. Totale 90Km di treno.

Mi alzo per prendere il Regionale delle 8.22 e in stazione scopro che l'Intercity-Night delle 7.43 è in ritardo di 40min. Ora: questo ritardo non mi sconvolge perché per questo treno è la norma: da un po' ti tempo a questa parte non c'è un giorno uno che questo treno sia in orario.

Il problema è che i 40min di ritardo portano la partenza dell'ICN a sovrapporsi a quella del R.
Quindi, come altre volte, ho fatto il biglietto per l'ICN nel caso partisse prima, o per poterci saltare su in caso di sorpasso in qualche stazione lungo il tragitto.

Dopodiché domando al capostazione quale dei due trni sarebbe partito prima, mi risponde
(stranamente) che non sa: e già qua...

La disinformazione con qui vengono trattati i clienti è scandalosa... (N)

Sul binario mi ritrovo conle stesse persone che ogni mattina aspettano sul marciapiede in
attesa di vedere quale dei due treni partirà per primo, o in attesa di avere delucidazioni
dal personale su quale dei due arriverà per primo a Trieste.

A titolo di cronaca, tra queste persone stamattina: un professore universiario atteso in commissione d'esame, un papà con il figlio che all'ultimo aveva deciso di partire in treno per recarsi con il figlio a una visita pediatrica, una candidata a un concorso pubblico, e altri lavoratori e studenti attesi nei loro posti di lavoro.

Ci rassicurano che parte prima il R, ma che l'altro essendo subito dietro a metà strada passerà avanti.
Io e altri sappiamo che non è vero: l'ICN viene annunciato da Mestre ogni mattina con 25min di ritardo, che diventano 40min nei 50Km che separano Mestre da Portogruaro...
Così saliamo sul R sapendo che, pur facendo tutte, ma proprio tutte, le fermate arriverà prima.

A questo punto la scena: una signora che deve prendere tutte le mattine l'ICN (che è atteso a TS per le 8.59) brontola, come succede a milioni di altre persone in Italia vessate da Trenitalia, che ormai vanta disagi endemici e colossali, stava polemizzando a voce alta con il capostazione e il capotreno del R.
Prima si è sentita dire che in fondo il treno non è l'unico mezzo di trasporto, poi che se vuole arrivare in tempo allora è meglio che parta prima ma soprattutto:

A UN CERTO PUNTO IL CAPOTRENO HA CHIAMATO LA POLFER DICENDO CHE ORMAI ANCHE IL REGIONALE SAREBBE PARTITO IN RITARDO PER COLPA DELLA SIGNORA, VOLEVA LASCIARE GIÙ LA SIGNORA, E
SOPRATTUTTO HA DETTO ALLA POLFER DI PRENDERE LE GENERALITÀ DELLA SIGNORA PERCHÉ LO AVEVA OFFESO. :mad:

Per fortuna gli agenti Polfer, buonsenso muniti, hanno invitato a rimanere calmi, hanno fatto salire la signora e fatto partire il treno.


Ma è possibile?
Siamo veramente così in balia di quello che dovrebbe essere un servizio pubblico e invece è
un'offesa al cittadino? :mad::mad:

Brunok
06-12-2005, 14.59.08
che schifo! sono questi atteggiamenti oltre a tutti i disservizi che si devono già di per se sopportare che fanno di aziende come quella l'esempio dell'inefficacia e della sfacciataggine oltre ad offire un'immagine davvero pessima... (N)

Fëanor
06-12-2005, 15.02.01
chissà se le zecche e i topi si sono lamentati del ritardo...

wilhelm
06-12-2005, 15.02.46
Pessima?

INDECENTE!!! :mad:

E se io il treno lo devo prendere perché non ho la macchina o perché non ho la patente e l'autobus di linea ci mette (o meglio: ci dovrebbe mettere) di più?

E poi: questo abuso nel chiamare la Polfer... Questo veramente mi ha schifato: è un ricatto: tu devi usare i treni perché spesso altrimenti non ti puoi muovere, però accetti un servizio penoso, treni sporchi e sovraaffollati, accetti qualsiasi abuso di autorità da parte del personale, ecc...

:mad::mad::mad:

einemass
06-12-2005, 15.06.14
ahhh come ti capisco :mad:

aggiungo l'ultima capitatami

venerdì sera prendo l'espresso da napoli a torino. Arrivati a Roma Termini (poi si fermerà anche a ostiense), accumuliamo un'oretta e mezzo di ritardo perchè non c'era il locomotore :rolleyes: o si era rotto nn si è capito, ma non è questo il punto. Conosco una coppia,al volo, che dovevano andare a Ostiense per prendere un treno per la calabria e mi chiedono consiglio su come fare per raggiungere in tempo ostiense viasto che si era capito che si era messa male e l'attesa sarebbe durata a lungo. Era mezzanotte passata e dico a questi di prendere un taxi altrimenti avrebbero perso il treno. Questi seguono il mio consiglio e se ne vanno a prendere il taxi ma dopo 5 minuti li vedo tornare....
cosa è successo??? domando ...
e uno di loro... no no è tutto ok, i macchinisti del treno che parte da ostiense usano questo treno per arrivarci quindi il treno nostro non può partire finchè nn arriva questo :mad:
Come far fare ritardo a due treni al prezzo di uno :p :p
per la cronaca sono arrivato a torino con 2 ore di ritardo...

ciao
einemass

exion
06-12-2005, 15.20.55
una volta tanto siamo d'accordo :D


Schifus maximus (N)

http://www.wintricks.it/forum/showthread.php?s=&threadid=52802

joey
06-12-2005, 15.56.53
ragazzi io ho fatto un anno e mezzo a prendere tutti i giorni il treno da ostiglia a bologna (70 km)...non vi dico lo schifo il vomito e le incazzature che mi sono venute, tra ritardi pazzeschi, viaggi al GELO, o viaggio in un TRENO-ALTOFORNO. TRENITALIA FAI SCHIFO.

Deep73
06-12-2005, 16.28.11
Non racconto le mie (dis)avventure dei miei viaggi Trieste-Torino di tre anni fa, perchè credo vi mettiate a ridere (per non piangere) :rolleyes:

Dico solo che pure col (n)Eurostar son riuscito a fare ritardi clamorosi.... e mai un viaggio che sia stato inferiore alle 7h (cosa che di norma dovrebbe essere).

Quasi quasi ero + contento la scorsa estate quando feci "solo" 2h di ritardo sul treno Mestre (bucio de cu.o delle stazioni d'Italia) - Palermo.

Fabbio
06-12-2005, 16.36.26
Mia esperienza l'altra settimana: Torino - Roma

TRENO SOPPRESSO

Dovevo arrivare a Roma alle 11.50 sono arrivato alle 14.00 cambiando in quel di Bologna...


Ritorno:

Roma-Torino

Tralasciando lo schifo di treno che ho preso...al mattino mi sono ritrovato con 3 punturine pruriginose....

Totale costo: 90 € (A/R)


Dopodomani: RyanAir Torino-Londra-Dublino A/R : 110 €

wilhelm
06-12-2005, 16.37.38
Originariamente inviato da Deep73
Quasi quasi ero + contento la scorsa estate quando feci "solo" 2h di ritardo sul treno Mestre (bucio de cu.o delle stazioni d'Italia) - Palermo.

Io, grazie a un capotreno supponente che si è rifiutato di chiedere che la coincidessa aspettasse perché "tanto il ritardo lo avremmo recuperato", una volta ho visto salire il mio ritardo comunicato di 5min ed effettivo di 10min a 15min e perdere la coincidenza che invece, in orario, avrebbe dovuto essere 12min dopo l'arrivo puntuale a Mestre.


Ora: è possibile?

Uno può dire: magari quei tre minuti sconvolgevano "l'eccellente" funzionamento dei treni.


Ammesso che potesse essere: MA A MEZZANOTTE?


Così mi sono allegramente fatto tre ore e mezza di attesa A MESTRE (che per chi la conosce: :eek: ) da mezzanotte alle tre e mezza...

:mad::mad::mad:

wilhelm
06-12-2005, 16.39.32
Originariamente inviato da exion
una volta tanto siamo d'accordo :D


Schifus maximus (N)

http://www.wintricks.it/forum/showthread.php?s=&threadid=52802

D'accordo con te questa volta!!! :D

Deep73
06-12-2005, 16.59.33
Originariamente inviato da wilhelm

Così mi sono allegramente fatto tre ore e mezza di attesa A MESTRE (che per chi la conosce: :eek: ) da mezzanotte alle tre e mezza...



La stazione + bucio de c. d'Italia in rapporto al traffico che ha. Dove pure il McDonald se la batte alle 21 lasciando chi viene dopo (e magari non ha potuto mangiare) affamato, stanco e inca...to :mad:

Cmq. a me capitò invece un controllore che, arrivati in ritardo a Mestre e con in partenza una coincidenza per Ts seduta stante, si è incazzato perchè questa coincidenza se n'è bella che partita lasciando tutti appiedati.... :grrr: dico, il controllore!!! Manco a lui danno retta!

wilhelm
06-12-2005, 17.34.15
Originariamente inviato da Deep73

il controllore!!! Manco a lui danno retta!


Sì, quindi figurati agli utenti...

:(

Gergio
06-12-2005, 17.40.59
Concordo, ho viaggiato parecchio in treno e generalmente le condizioni erano insufficienti.
Eppure, anni fa, mi e' successa la cosa opposta: dovevo andare da Milano a Roma, viaggiando di notte. Il primo treno disponibile era troppo affollato, cosi' ho optato per il secondo, che sarebbe arrivato alla Tiburtina invece che a Termini. Eravamo solo 2 passeggeri in partenza e siamo pure arrivati con 35 minuti di anticipo :eek:

wilhelm
06-12-2005, 17.42.33
Ma se qualcuno dovesse salire e s presenta in stazione all'ultimo con il treno che essendo in anticipo è già passato?

Anche questo in fondo è un disservizio, no?

Flying Luka
06-12-2005, 17.45.06
Vogliamo allora parlare dell'italica usanza di obliterare il biglietto prima di salire? Cosa che se non fai ti becchi pure la multa come se stessi viaggiando senza!?!?! :mad: :mad: :mad:

Se Trenitalia non riesce a sopperire al controllo dei biglietti con il personale, questo NON E' UN PROBLEMA MIO! :mad: :mad: :mad:

Gergio
06-12-2005, 18.01.47
Originariamente inviato da wilhelm
Ma se qualcuno dovesse salire e s presenta in stazione all'ultimo con il treno che essendo in anticipo è già passato?

Anche questo in fondo è un disservizio, no?

hai ragione, ma, onestamente, nn so se il treno sia ripartito in anticipo, oppure abbia aspettato: io sono sceso e me ne sono andato.

Pero', pensandoci, probabilmente l'anticipo lo ha accumulato anche nelle stazioni precedenti...

E qsto mi fa venire in mente che una mattina sono arrivato in macchina al parcheggio della stazione, proprio mentre arrivava il treno, ho parcheggiato e sono salito al volo, proprio dove c'era il controllore che mi rassicuro' dicendomi che, dato che mi aveva visto, mi avrebbe aspettato. Gli chiesi l'ora e scoprimmo che il treno era in anticipo di 5 minuti...

dave4mame
06-12-2005, 18.02.12
beh, io una multa per non aver obliterato (senza colpa... chi ne aveva mai sentito parlare?) l'ho presa in belgio 18 anni fa :)

afterhours
06-12-2005, 18.02.25
quando vedo gli spot alla tv mi fanno ridere... sono ridicoli... dovrebbero pensare a migliorare i disservizi e i rapporti con la clientela, i treni e le linee ... altro che spot per farsi belli alla tv e dire che va tutto bene...

dave4mame
06-12-2005, 18.05.40
beh, in compenso avrai la tav... che vuoi di più?


e il bello è che la menano con la storia che serve "per far muovere le merci".

eh! sempre visto io andare i cargo a 250 all'ora...

nikzeno
06-12-2005, 18.10.35
Originariamente inviato da wilhelm
Ma se qualcuno dovesse salire e s presenta in stazione all'ultimo con il treno che essendo in anticipo è già passato?

Anche questo in fondo è un disservizio, no?
A parte che è un evento quasi impossibile che arrivino in anticipo, cmq no, se sono in anticipo si fermano e aspettano l'orario di partenza stabilito.

Pendolare Milano - Bergamo per tre anni... i giorni degli esami per essere sicuro di arrivare prendevo 2 treni prima del minimo necessario... :mad:
E cmq i vagoni erano spesso senza riscaldamento d'inverno e delle vere fornaci d'estate. Poi finalmente hanno messo quelli nuovi, con l'aria condizionata a palla, così si moriva dal freddo anche d'estate... una questione di coerenza :o

Billow
06-12-2005, 18.27.05
Originariamente inviato da Flying Luka
Vogliamo allora parlare dell'italica usanza di obliterare il biglietto prima di salire? Cosa che se non fai ti becchi pure la multa come se stessi viaggiando senza!?!?! :mad: :mad: :mad:

Se Trenitalia non riesce a sopperire al controllo dei biglietti con il personale, questo NON E' UN PROBLEMA MIO! :mad: :mad: :mad:

vero .. stavano per portarti in gattabuia.. quando sei venuto a TS..
e tu sempre a contrastare con gli organi dello stato :D

....raccontaglielo (sempre se vuoi) ;)

retalv
06-12-2005, 18.39.46
Originariamente inviato da wilhelm
Ma se qualcuno dovesse salire e s presenta in stazione all'ultimo con il treno che essendo in anticipo è già passato?

Anche questo in fondo è un disservizio, no?

Teoricamente questo non potrebbe succedere, in qunanto SE succede, i conduttori, capotreno in testa, sono passibili di denuncia penale.

Se un treno arriva in anticipo significa che ha superato dei limiti di velocita', quindi rischiano la galera per un reato che suona sul tipo di "tentata strage" o cosucce del genere... ed il fatto che sia partito in anticipo non e' affattu una scusante, anzi...

Ciao!

Dav82
06-12-2005, 18.44.08
No, se arriva in anticipo non è detto che abbia per forza superato i limiti di velocità. Sarebbe vero se gli orari fossero calcolati ipotizzando che il trano viaggi sempre al limite di velocità...

Che poi capiti che i limiti vengano superati beh, questo è un altro discorso :o

retalv
06-12-2005, 18.52.14
Originariamente inviato da Dav82
No, se arriva in anticipo non è detto che abbia per forza superato i limiti di velocità. Sarebbe vero se gli orari fossero calcolati ipotizzando che il trano viaggi sempre al limite di velocità...

Che poi capiti che i limiti vengano superati beh, questo è un altro discorso :o

Chi ti ha raccontato questa favola ? :)

Gli orari di arrivo sono calcolati secondo le migliori condizioni di percorso e tenendo conto delle eventuali coincidenze.

Il fatto che un treno GIA' in ritardo per motivi suoi possa recuperare il ritardo perso succede causa coincidenze che saltano proprio a causa del ritardo e alle condizioni del momento che lasciano discrezionalita' al pilota di variare la velocitaà di crociera sui tratti consentiti ma, fidati un treno NON potrebbe arrivare in anticipo se non di qualche minuto, e parliamo di conti che si fanno con poche dita.

Ciao!

wilhelm
06-12-2005, 19.03.03
Originariamente inviato da retalv


Gli orari di arrivo sono calcolati tenendo conto delle eventuali coincidenze.


Magari fosse vero... :rolleyes:

Originariamente inviato da Flying Luka
Vogliamo allora parlare dell'italica usanza di obliterare il biglietto prima di salire? Cosa che se non fai ti becchi pure la multa come se stessi viaggiando senza!?!?! :mad: :mad: :mad:

Se Trenitalia non riesce a sopperire al controllo dei biglietti con il personale, questo NON E' UN PROBLEMA MIO! :mad: :mad: :mad:

E dell'ultraitalica soluzione?

Se non hai obliterato e avvisi 25€ di multa.

Se te ne stai buono in mala fede e ti beccano gli stessi 25€; se non ti beccano 25€ che non paghi e il viaggio gratis!!!

Come invitare alla malafede a questo punto: statisticamente tra multe non prese e biglietti non controllati potresti viaggiare gratis, al più se prendi la multa è come se avessi pagato le altre volte...

Dei geni... :rolleyes:

nikzeno
06-12-2005, 21.08.38
Originariamente inviato da wilhelm


Magari fosse vero... :rolleyes:



E dell'ultraitalica soluzione?

Se non hai obliterato e avvisi 25€ di multa.

Davvero?? :confused:

Non mi è mai successo. Mi è capitato 4-5 volte di dimenticarmi di obliterare. E' bastato andare subito a cercare il controllore e non mi ha fatto nessuna storia, nè la tantomeno la multa.

Flying Luka
06-12-2005, 21.20.36
Originariamente inviato da Billow


vero .. stavano per portarti in gattabuia.. quando sei venuto a TS..
e tu sempre a contrastare con gli organi dello stato :D

....raccontaglielo (sempre se vuoi) ;)

:D:D:D

dave4mame
06-12-2005, 21.54.17
ma la volete sapere la cosa buffissima?

tratta verona-milano.
su 10 volte circa che ho preso l'eurostar... sarò arrivato in orario 2.

tutte le volte che prendo l'interregionale... puntuale come un orologio :)

BlackJack84
06-12-2005, 23.26.13
E che dovrei dire io? Che ogni mese mi faccio Udine-Torino via MESTRE (di cui mi pare abbiate già parlato in termini lusinghieri :rolleyes: ).
L'ultima volta... Torino - cambio a Milano (23' di attesa) - cambio a Mestre (12' di attesa) - Udine...
/me pensa: chissà se perderò la coincidenza a Mestre (come sempre)...
Spesso con Trenitalia la realtà supera l'immaginazione: 40' di ritardo a Milano, prima coincidenza persa e il problema non si pone :eek:
A Milano vado in biglietteria a farmi cambiare il biglietto con il treno successivo, un Intercity diretto per Udine. Adducendo scuse assurde, si inventano che non possono cambiarmi il biglietto, e che dovrò rivolgermi al controllore una volta salito a bordo per pagare il supplemento. A parte il fatto che MI PARE TANTO che l'IC per Udine costi meno dell'IC per Mestre + IR per Udine che avevo, ma così facendo mi tocca pure pagare 8€ di soprattassa per il biglietto cambiato in corsa... allora chiedo: ma cos'ha il controllore dell'IC che voi non avete, che lui può cambiarmi il biglietto e voi no? Che ogni volta che uno si lamenta per quella soprattassa, si sente rinfacciare che poteva andare in biglietteria a cambiare il biglietto (ammesso che ce ne fosse il tempo... code di mezz'ora ogni volta).
Rompi che ti rompi finisce che mi mandano in assistenza clienti ===> un timbro E VIA, senza pagare un centesimo.
Alla fine arrivo a Udine... tempo di percorrenza:
-previsto (da orario): 6h36'
-effettivo: 8h30'
Che ci mettono di meno a tornare a casa i miei coinquilini LECCESI... :mad:

wilhelm
06-12-2005, 23.46.13
Originariamente inviato da nikzeno

Davvero?? :confused:

Non mi è mai successo. Mi è capitato 4-5 volte di dimenticarmi di obliterare. E' bastato andare subito a cercare il controllore e non mi ha fatto nessuna storia, nè la tantomeno la multa.

Ormai è così perché devono verbalizzare ogni operazione a bordo e per ogni verbale sono 25€ (e sono in lamina d'oro i verbali?)...

E in ogni caso: ti fanno pagare 25€ e in più hanno una provvigione su quei soldi... :mad::mad::mad:


Se a te nonè mai capitato è perché hai trovato un capotreno comprensibile e onesto che non ti ha fatto pagare perché non ha verbalizzato...


Come a me una mattina che all'improvviso sono dovuto partire alle cinque e ovviamente senza biglietto: il controllore della prima tratta, gentile, dopo che l'ho avvisato pregandolo di essere comprensivo mi ha detto: "Io su questo treno non ti ho mai visto, fai il biglietto da Mestre. Anche perché se te lo facessi in corsa DOVREI farti parage la soprattassa!"

Quella volta mi è andata bene.. :rolleyes:

Flying Luka
07-12-2005, 02.43.38
Originariamente inviato da wilhelm


Ormai è così perché devono verbalizzare ogni operazione a bordo e per ogni verbale sono 25€ (e sono in lamina d'oro i verbali?)...

E in ogni caso: ti fanno pagare 25€ e in più hanno una provvigione su quei soldi... :mad::mad::mad:


Se a te nonè mai capitato è perché hai trovato un capotreno comprensibile e onesto che non ti ha fatto pagare perché non ha verbalizzato...


Come a me una mattina che all'improvviso sono dovuto partire alle cinque e ovviamente senza biglietto: il controllore della prima tratta, gentile, dopo che l'ho avvisato pregandolo di essere comprensivo mi ha detto: "Io su questo treno non ti ho mai visto, fai il biglietto da Mestre. Anche perché se te lo facessi in corsa DOVREI farti parage la soprattassa!"

Quella volta mi è andata bene.. :rolleyes:

E' successo anche a me tornando a Milano da Udine, dove stavo facendo il militare :(

Avevo il biglietto ma sprovvisto del supplemento rapido. Il controllore è arrivato tipo verso Brescia, vicinissimi a Milano, e capito che ero senza supplemento mi dice:

Contr: Lei è salito a Brescia, vero?
Io: No, a Udine.
Contr: NO! Lei è salito a Brescia, VERO?!?!
Io: ehmm... sì sì, sono salito a Brescia!

:inn:

dave4mame
07-12-2005, 09.12.36
oh... beh... quando andavo a trovare la morosa sperduta tra i monti (valtellina) il chilometrico l'ho sempre fatto da 15 km meno.... mai beccato :D

Astrid
08-12-2005, 14.45.13
Attenzione Attenzione!!

Circa un mese fa per una multa e cambio classe (perchè sedevo in una prima classe quando era vuota e la seconda strapiena) chiesi al controllore se prendeva il bancomat. mi rise in faccia.

Ho scoperto ieri che da due giorni i controllori hanno l'apparecchio bancomat. tiè cornuto d'un controllore della linea sanremo-genova.
:D

infinitopiuuno
08-12-2005, 15.14.24
Originariamente inviato da Astrid
Attenzione Attenzione!!

Circa un mese fa per una multa e cambio classe (perchè sedevo in una prima classe quando era vuota e la seconda strapiena) chiesi al controllore se prendeva il bancomat. mi rise in faccia.

Ho scoperto ieri che da due giorni i controllori hanno l'apparecchio bancomat. tiè cornuto d'un controllore della linea sanremo-genova.
:D

Ciao sono il controllore che ti ha detto che non si poteva.
Primo, modera i termini, secondo i bancomat ce li abbiamo in dotazione da poco; terzo, in galleria il bancomat non "prende".



:p :p

dave4mame
09-12-2005, 00.59.55
ma... il regolamento non prevede che in caso di S.C. piena si abbia diritto a potersi SEDERE in prima?

exion
09-12-2005, 01.08.16
Originariamente inviato da dave4mame
ma... il regolamento non prevede che in caso di S.C. piena si abbia diritto a potersi SEDERE in prima?


Credo solo eccezionalmente, in particolari condizioni e dopo annuncio del capo treno.

Cioé praticamente mai.

exion
09-12-2005, 01.18.59
Dave, hai mai dato un'occhiata alla carte dei servizi?

E' più comica di Benny Hill :D

http://www.trenitalia.com/it/trenitalia/qualita/pdf/Carta_Servizi_2005.pdf




Comunque, per aggiungere un altro capitolo....

La settimana scorsa ho accompagnato mia sorella a prendere il treno in stazione a Sanremo.

Biglietterie con lo sportello: chiuse.
Strano perché ritengo che alle 13.30 almeno uno sportello debba essere aperto: c'è un gran viavai a quell'ora.
Passiamo allo sportello automatico. Ci mettiamo in coda, vediamo che le due persone davanti a noi si agitano, poi all'improvviso partono correndo e vanno al bar... Boh!
Passiamo avanti, mia sorella fa tutta la trafila di scelta del biglietto... e capiamo perché gli altri sono partiti: "La macchina non accetta banconote".

Al che mi sono girate sonoramente le balle, e sono partito come una freccia verso gli sportelli chiusi, per capire se c'era comunque qualcuno barricato dentro. Ero pronto a sfondare una porta se necessario.

All'ufficio Informazioni trovo una signora (intenta in una bella telefonata personale che le ho fatte interrompere bruscamente) che bofonchia "non so, non capisco come mai le biglietterie non accettino le banconote... E comunque può salire sul treno e fare il biglietto in treno..."
Le chiedo, molto dubbioso: "Sicura?"
"Sicura!" risponde lei.

Non sono rimasto lì a discutere perché mi premeva che mia sorella non perdesse il treno e basta, però io sul sito di Trenitalia leggo or ora ciò che sapevo già:

La regolarizzazione a bordo treno
Dal 1° ottobre 2004 occorre salire in treno con un biglietto valido per il viaggio che si vuole effettuare e convalidato nei casi in cui è richiesta questa formalità. Non è più consentito chiedere a bordo treno l'acquisto o la convalida dei biglietti.

Il viaggiatore sprovvisto di biglietto o con biglietto non convalidato viene regolarizzato con il pagamento dell'importo del biglietto a prezzo intero e l'applicazione di una sanzione di 25,00 euro.



Quindi settimana prossima si torna in stazione a Sanremo....

CI SARA' DA RIDERE!!! :devil:

dave4mame
09-12-2005, 01.20.31
Originariamente inviato da exion
Dave, hai mai dato un'occhiata alla carte dei servizi?

E' più comica di Benny Hill :D

http://www.trenitalia.com/it/trenitalia/qualita/pdf/Carta_Servizi_2005.pdf

a dire il vero salgo mormorando "speriamo di cavarcela anche stavolta..." :)

exion
09-12-2005, 01.22.54
Originariamente inviato da dave4mame

a dire il vero salgo mormorando "speriamo di cavarcela anche stavolta..." :)

io invece finché posso evito proprio... :D

exion
09-12-2005, 01.34.04
In riferimento all'episodio da me citato poco sopra, ho appena mandato una mail a Trenitalia usando il form sul loro sito;


Questo post, in data 9 Dicembre 2005, a memoria dell'evento :D

Vediamo se davvero risponderanno entra 30 giorni da adesso come stipulato sulla Carta dei Servizi. :D :D :D :D
Io non credo proprio che mi risponderanno.

Tra l'altro, trenta giorni per rispondere a una mail........... LOL :D
Senza alcun numero di invio, nessun riferimento niente... Come la seguo la mia mail? STRALOL! :D
Se non mi rispondono, cosa faccio? Mando un'altra mail? Lollissimo! :D

Al lavoro se aspetto anche solo 15 giorni per rispondere a una mail, mi fucilano! :eek:

dave4mame
09-12-2005, 01.37.57
domani ti racconto quella che mi è capitata l'anno scorso...

afterhours
20-12-2005, 20.55.57
intanto oggi una ragazza è stata punta da uno scorpione su un treno in valtellina

handyman
20-12-2005, 21.05.05
Originariamente inviato da afterhours
intanto oggi una ragazza è stata punta da uno scorpione su un treno in valtellina

Per fortuna non era di quelli velenosi...ma immagino lo spavento :(

wilhelm
21-12-2005, 12.22.21
Originariamente inviato da exion


io invece finché posso evito proprio... :D

Anch'io!!!

wilhelm
21-12-2005, 12.24.16
Originariamente inviato da handyman


Per fortuna non era di quelli velenosi...ma immagino lo spavento :(

E in ogni caso in certi casi la punturina puo' farti restare li... :mad:

afterhours
25-12-2005, 00.21.48
Da oggi si può!

Grazie all’alta velocità si possono risparmiare 11 minuti da Roma a Napoli in treno. Non ci credete?

Il giorno 22/12/2005 il primo treno ad alta velocità è partito da Roma ed è arrivato a Napoli in 1 ora e 35 minuti netti.
Tutta un’altra vita rispetto ai treni Eurostar che impiegano ben 1 ora e 46 minuti abbondanti per lo stesso percorso.

Certo, investire nell’alta velocità comporta dei sacrifici, i soldi da qualche parte devono pur arrivare.
E i soldi sono stati trovati.
La finanziaria tremontilunardi 2006 prevede infatti il taglio del 92,6% degli investimenti per le Ferrovie.

Abbiamo treni più vecchi dei macchinisti, che se li passano in eredità da padre in figlio.
Gran parte della rete ferroviaria è sprovvista di moderni sistemi automatizzati per le frenate d’emergenza.
Zecche, scorpioni, cimici viaggiano in prima e seconda classe.

Qualcuno ogni tanto ci rimette la vita come Antonio Vallillo, morto nell’incidente ferroviario di Roccasecca. Un signore emigrato in Inghilterra per lavoro e tornato per far conoscere l’Italia ai suoi tre figli, di cui il più piccolo, una bambina di otto anni, è in coma.

Elio Catania, ex vice magazziniere della IBM (il capo era Stanca) ed oggi presidente delle Ferrovie, ha affermato dopo l'incidente che il nostro sistema ferroviario è il più sicuro d’Europa.
Il sindacato Fit-Cisl si sbilancia un po’ di più e parla di disastro annunciato.

A chi dar ragione?

La competenza in termini di trasporti di Elio non può essere messa in discussione, anche perché non ce l’ha.
E’ lo stesso personaggio che per la Val di Susa si avventurò, Nostradamus delle traversine, a dichiarare: “…dal 2018 la Torino-Lione permetterà di ridurre l’emissione di gas a effetto serra del 15% con il trasferimento di circa 1 milione di camion all’anno sui treni dell’autostrada ferroviaria e quella di inquinanti nocivi di circa 360 tonnellate al giorno”.


Postato da Beppe Grillo

wilhelm
26-08-2006, 14.38.55
26/08/2006
Treno Eurostar Firenze - Venezia S. Lucia delle ore 10.39
Mi tocca ( con notevole sovraprezzo :wall: ) viaggiare in prima per mancanza di spazio in seconda, pazienza... So che comunque poi arrivo a Mestre e ho 6 minuti ( e speriamo bene mi dico al momento della partenza :rolleyes: ) per obliterare il biglietto Mestre - Portogruaro Caorle giacché a Firenze non ne avevo il tempo.
Capita che... l'Eurostar ritarda di 7 minuti ( non succede mai... :eek: ), uno di troppo. Gentilmente il capotreno avvisa Mestre di attendere qualche secondo ad aprire il segnale al regionale per Portogruaro e con una corsa incredibile riesco a salire sul treno per una questione di un decimo di secondo...
Ma: NON AVEVO OBLITERATO.
Prima cosa che faccio è andare dal controllore ad avvisarlo.
Ora: io so che per biglietto non obliterato, buona o cattiva fede che sia, sono 25€ (e possiamo parlare all'infinito di questa rapina), resta il fatto che:
-dei 25€ di salasso il controllore ne intasca 5€ netti;
-rilascia gentilmente una ricevuta protocollata;
-vidima il biglietto, senza però riportare sul biglietto il numero protocollare della ricevuta.
Per quest'ultimo punto quindi dal biglietto non è possibile risalire all'operazione di regolazione a bordo del titolo di viaggio, quindi con un po' di buon senso e compassione (vista la situazione che gli ho chiaramente spiegato) poteva limitarsi a vidimare il biglietto e basta... :mad:
Riassunto: per colpa di un ritardo peraltro non rimborsabile ho dovuto pagare alla stessa azienda imputabile del ritardo 25€ di multa-truffa... :mad:
Per colpa di un ritardo peraltro non rimborsabile ho dovuto pagare alla stessa azienda imputabile del ritardo 25€ di multa-truffa...

Nemo
28-08-2006, 16.59.06
Bè un solo esempio mio fratello da RM a spoleto con un treno regionale, orario previsto di arrivo in un'ora e mezza, le FS sapevano già dei disagi ma non li avevano comunicati, tempo effettivo di arrivo dietro laaaargo giro SEI ore, ho detto tutto.

Deep73
28-08-2006, 17.44.45
Mi vien da ridere a dir questa:
Sabato 12 agosto si parte alle 6.30 da TS per Levanto (8h e 30" di viaggio circa) con un UNICO cambio a Milano C.le perchè ho scelto, illuso, di prendere un Eurostar + un ICPlus ( :confused: che ca..o è sta roba?) prenotati => 45 e rotti urli di spesa!!!!
Piove a dirotto e tutto trafelato (ringrazio sentitamente anche la Trieste Trasporti per la cosa) arrivo in stazione dove mi aspetta il mio amico. Saliamo ed iniziamo il viaggio.
Dopo la canonica ora e tre quarti arriviamo a Mestre ( :anger: :grrr: :mad: ). Qui la gentile tr... ehm, signorina :D avvisa che NOI, TUTTO IL TRENO, deve scendere e prendere un altro Eurostar per Milano... per problemi tecnici dicono... :wall:
E già lì mi girano... come io prendo apposta questo treno per evitare lo sbattimento di cambiare e tu mi fai cambiare lo stesso? I supporti problemi tecnici presumo siano semplicemente stati: "abbiamo sbagliato binario ed abbiamo fatto arrivare il treno per Roma lì e quello per Milano là... uhm... che si fa? Beh, rompiamo le balle ai CLIENTI e facciamoli cambiare di treno!!! " :act: Ideona!!! Peccato questa IDEONA causa ben 25/30 min. di ritardo (e i passeggeri per Roma intanto sberleffano perchè già partiti!).

Vabbè, ci diciamo fra me e il mio amico, abbiamo 1h da cazz.re a Milano, ce la facciamo lo stesso. Illusi!
Tra Mestre e Milano ci fermiamo dopo Brescia (ed intanto i minuti di ritardo son quasi 40!).... :mm: ci dicono che bisogna aspettare un treno perchè la linea ha lavori. Al che mi domando: porca pu..na! spendo fior fior di euri sonanti per avere un servizio migliore, mi dicono che l'Eurostar ha la precedenza su TUTTI gli altri treni (per esperienza sulla pelle) e questo si ferma nel mezzo della ridente pianura lombarda ad aspettare? :grrr:
Morale? dopo DIECI MINUTI passa il treno contrario... UN FO...TO ESPRESSO!!!! :mad: Ma che siamo matti? Cioè 10 min. (oltre al già clamoroso ritardo) per un ESPRESSO?

Alla fine arriviamo a Milano, tutti tesi, mega corsa nonostante l'avviso della solita tr.. ehm signorina che ci dice che i cambi stanno aspettando, e pigliamo l'IC Plus a filo... IC Plus che OVVIAMENTE non si era minimamente sognato di aspettare i poveri cristi come noi in ritardo di UN'ORA con un eurostar!

Riepilogando:
- eurostar ritardo di un ora
- pranzo saltato
- corsa al limite della resistenza di un uomo normale con valigie e fra la gente
- tosse causata da ciò che è durata per 30 minuti
- DIECI EURO per un skifoso panino e una coca a brodo dell'IC condito da dipendente scortese
- pioggia torrenziale

tutto questo per la modica cifra di quarantacinqueeuro e rotti di cui, SE accettano il rimborso, forse fra 6 mesi ne vedrò neanche venti?

Bell'affare.

Al ritorno, ovviamente, alla richiesta del dipendente di usare la soluzione eurostar, ho declinato scegliendo di cambiare una volta in +, pagare di meno, ma arrivare in orario.

Flying Luka
29-08-2006, 10.42.57
A me la settimana scorsa NON hanno rimborsato un biglietto.

Motivo: treno soppresso, ma siccome il biglietto l'avevo già timbrato, non era più rimborsabile.

wilhelm
29-08-2006, 11.14.13
Io sto aspettando otto rimborsi Eurostar (perché di altri non avevo voglia di fare la coda allo sportello): a volte però il treno in ritardo di 40' era segnato sui tabelloni con un innocente ritardino di soli 10'.

Alla mia domanda sul perché questa "piccola" differenza per la quale non avrei più diritto al rimborso la risposta è stata: "Perché il ritardo è calcolato nel momento in cui la testa del treno entra in stazione".


E si scoprì che Milano C.le è lunga mezzora di treno...

:mad:

Silence
29-08-2006, 15.08.44
Io stò aspettando un rimborso da...diciamo 3 anni. :wall:

wilhelm
29-08-2006, 15.39.55
Adesso scrivo una lettera velenosissima alle Ferrovie e per conoscenza ai vari quotidiani...

:devil:

biologist1972
29-08-2006, 16.28.11
Adesso scrivo una lettera velenosissima alle Ferrovie e per conoscenza ai vari quotidiani...
:devil:
(Y) (Y) (Y)
fai bene

wilhelm
29-08-2006, 17.04.58
Fatto,
scritto a Trenitalia e la stessa cosa, un po' addomesticata, al Corriere...


:devil:

dave4mame
29-08-2006, 19.32.02
io nel frattempo sto spostando il mio (crescente) malumore verso la strangrande maggioranza di "viaggiatori" africani.

chi devo votare per sperare di vederli tornare a casa loro?

NightMan
29-08-2006, 19.54.36
io nel frattempo sto spostando il mio (crescente) malumore verso la strangrande maggioranza di "viaggiatori" africani.
chi devo votare per sperare di vederli tornare a casa loro?

Mhm, fammici pensare :mm:
Borghezio una volta ebbe l'idea di disinfettare i posti dove viaggiavano gli extracomunitari ma mi sembra che si beccò una denuncia per questo e di sicuro tantissime critiche e attacchi (giusti). Cmq in lui puoi trovare un politico che sa ascoltarti, altrimenti non saprei che dirti, forse ti basta emigrare in Austria e votare Haider...
Cmq, a parte gli scherzi, forse il miglior modo per non prendersi malumori è quello di vedere i problemi con un'ottica diversa meno egoistica e più aperta agli altri. Invece di domandarci perchè la nostra società debba essere "infestata" di persone che riteniamo "inferiori", domandiamoci cosa fa e cosa potrebbe fare la nostra società per aiutare queste persone a convivere con noi senza differenze.

Flying Luka
29-08-2006, 20.30.25
... e magari anche a pagare il biglietto, come facciamo tutti, senza oltretutto coprire di insulti il controllore (e la madre del controllore la quale -poveraccia - penso non c'entrasse molto nel contesto).
Visto coi miei occhi meno di una settimana fa.

Sì, sarebbe un grande esempio di civiltà ed una grande lezione di educazione per la nostra società.

dave4mame
29-08-2006, 20.37.32
l'idea di disinfettare i posti sarebbe la benvenuta.

wilhelm
29-08-2006, 22.16.43
Già: a volte vengono difesi a spada tratta e per principio...


Per come la vedo io è come avere la casa in restauro e invitare lo stesso le persone a cena perché si ha il bisogno morale E INTELLETTUALE (quanti danni che fa questo...) di sentirsi generosi. Io, personalmente, non mi sento per nulla ospitale se non avendo le strutture adatte evito di invitare e accogliere altre persone in casa mia...

E al momento l'Italia è in restauro (più o meno dalla terza guerra d'indipendenza se vogliamo essere precisi...)

Silence
30-08-2006, 02.00.05
l'idea di disinfettare i posti sarebbe la benvenuta.

Alle volte non capisco se scherzi, se provochi o dici sul serio.

Preferisco pensare alle prime due ipotesi, in quanto la terza a mio avviso è vergognosa!

dave4mame
30-08-2006, 09.43.32
credo faresti meglio a parlare meno e a venire un paio di volte con me sulla verona brescia.
poi, se avrai ancora qualcosa da dire, potrai parlare.



ah, per inciso, visto che me la tirate fuori.
borghezio all'epoca propose di disinfettare non i posti, ma gli occupanti dei posti.

Flying Luka
30-08-2006, 09.58.38
Ragioniamo un attimo, senza voler fare il solito "buonismo peloso" e senza nemmemo estremismi leghisti.

Chi di voi entrerebbe in uno scompartimento di un treno occupato da gente che non conosce l'uso dell'acqua e del sapone? In uno scompartimento i cui olezzi ricordano vagamente un pezzo di formaggio Taleggio andato a male?

Coraggio dai! Ditelo sinceramente, indipendentemente dal fatto che questo gruppetto di persone siano italiane, svedesi, rumeni o africani.

Chi di voi, magari stanco da una giornata di lavoro, si siederebbe in un posto occupato fino ad 1 minuto prima da qualcuno con i vestiti lerci, con evidenti tracce di liquame organico sui pantaloni?

Forza! Ditemi ONESTAMENTE se occupereste "quel" tal posto senza almeno provre un senso di disgusto ed in tutta tranquillità, esattamente come se foste nella poltorna di casa vostra? Ditelo pure senza remore, falsi idealismi, ma con tutto il vostro buon senso, con tutta la vostra educazione e rispetto civico!

Facile, davvero facile parlare della solita integrazione stando comodamente davanti al PC di casa.

Provate a fare del pendolarismo in un qualsiasi mese estivo in un treno affollato di gente il cui livello di igiene personale è sotto il "minimo sindacale".
Poi ne riparliamo....

wilhelm
30-08-2006, 10.27.15
(Y)


E basta con il buonismo ipocrita, falso e intellettuale... :mad:

dave4mame
30-08-2006, 12.03.37
non mi provocate... avrei un discreto campionario di nefandezze da raccontare sui "poveri immigrati".

wilhelm
30-08-2006, 12.22.21
E forse sarebbe ora di dirli...
:mad:

Silence
30-08-2006, 13.04.17
credo faresti meglio a parlare meno e a venire un paio di volte con me sulla verona brescia.
poi, se avrai ancora qualcosa da dire, potrai parlare.
ah, per inciso, visto che me la tirate fuori.
borghezio all'epoca propose di disinfettare non i posti, ma gli occupanti dei posti.

Non mi sorprende questa risposta, dato il "solito" modo in cui rispondi.
Da post del genere tiro fuori solo una tua presunta superiorità morale, data da che poi, vorrei capirlo.
Se credi che tu sia l'unico essere umano a viaggiare, beh, goditi il premio.

Per inciso...queste cose non accadono solo nella internazionale linea, famosa in tutto il mondo, verona-brescia, ma accadono ovunque...sia in Italia che fuori.

Nessuno dice che sia decprecabile la condizione in cui versano, a volte, forse molto spesso, queste persone...ma dire disinfettiamole, a mio modo di vedere, otre che incivile è segno di natura razzista e mi fermo qua per non dir di peggio.

Eh si...che buonista che sono a criticare queste persone senza il bisogno di dire disinfettiamole!!!!

dave4mame
30-08-2006, 13.42.55
parli, parli.
la tratta in questione te la sei fatta? no? e allora?

ah, poi,
Per inciso...queste cose non accadono solo nella internazionale linea, famosa in tutto il mondo, verona-brescia, ma accadono ovunque...sia in Italia che fuori.

purtroppo per te negli ultimi 4 anni ho viaggiato davvero tanto in treno; moltissimo in italia.
e NESSUNA delle tratte che ho utilizzato è ridotta a quel modo.
tu, che con sicurezza dici che accadono ovunque, quanto ci hai viaggiato?


e comunque, io parlavo disinfettare i posti, non gli occupanti.
degli occupanti mi basterebbe pagassero il biglietto.

wilhelm
30-08-2006, 13.50.59
(Y)
Se poi vogliono continuare a discutere sulle parole... :(

Silence
30-08-2006, 13.54.50
parli, parli.
la tratta in questione te la sei fatta? no? e allora?
ah, poi,
purtroppo per te negli ultimi 4 anni ho viaggiato davvero tanto in treno; moltissimo in italia.
e NESSUNA delle tratte che ho utilizzato è ridotta a quel modo.
tu, che con sicurezza dici che accadono ovunque, quanto ci hai viaggiato?
e comunque, io parlavo disinfettare i posti, non gli occupanti.
degli occupanti mi basterebbe pagassero il biglietto.

Oddio mio, vabbeh che devo dirti, hai ragione, purtroppo mi sono perso questa tratta ma ho viaggiato molto, sud-italia quasi tutta, e condizioni simili ne ho viste, sia nella tratta bologna-bari, che nella roma-reggio calabria. Ma ne ho anche visti in inghilterra, soprattutto sulla linea nera della metro, a Praga.

dave4mame
30-08-2006, 14.25.20
si?
hai mai visto scomparti che rimangono praticamente vuoti grazie a 4 zingari che puzzano in modo inenarrabile?

hai mai visto 4 nordafricane larghe come botti che occupano in 4 16 (se-di-ci, un'"isola" a testa) posti, scaraventano i piedi sulla poltrona davanti a loro, fagotti vari in quella a fianco e cominciano una conversazione a 80 decibel?

hai visto facce da galera che si svaccano sempre su più posti, salvo poi sparire (avvisati per cellulare - sempre di ultimissima generazione - dalla "vedetta") non appena arriva il controllore?

controllore che ormai è quasi sempre scortato da due poliziotti, visto che ormai corre pure rischi (ho assistito personalmente a minacce da parte di africani senza biglietto).

se questo a casa tua è normale... a casa mia non lo è.

NightMan
30-08-2006, 17.51.41
si?
hai mai visto scomparti che rimangono praticamente vuoti grazie a 4 zingari che puzzano in modo inenarrabile?
hai mai visto 4 nordafricane larghe come botti che occupano in 4 16 (se-di-ci, un'"isola" a testa) posti, scaraventano i piedi sulla poltrona davanti a loro, fagotti vari in quella a fianco e cominciano una conversazione a 80 decibel?
hai visto facce da galera che si svaccano sempre su più posti, salvo poi sparire (avvisati per cellulare - sempre di ultimissima generazione - dalla "vedetta") non appena arriva il controllore?
controllore che ormai è quasi sempre scortato da due poliziotti, visto che ormai corre pure rischi (ho assistito personalmente a minacce da parte di africani senza biglietto).
se questo a casa tua è normale... a casa mia non lo è.


Ho visto cose che voi umani non potreste immaginare... navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione. E ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser. E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia. È tempo di morire...

lomar66
30-08-2006, 19.18.01
... indipendentemente dal fatto che questo gruppetto di persone siano italiane, svedesi, rumeni o africani....


Ed è questa la frase chiave... non ci impuntiamo quindi sull'etnia... potrei farvi centinaia di esempi di gente che puzza sui treni e sulle metropolitane compresi anche gli italiani. Non tutti hanno una casa (degna di questo nome) e armadi pieni di roba pulita...

dave4mame
30-08-2006, 21.34.21
si, però il cellulare di ultima generazione ce l'hanno.
chissà come mai.

è inutile che la si meni tanto.
ci sono tanti africani (e piantiamola con la buffonata degli extracomunitari; mai sentito chiamare così uno svizzero) che potrebbero insegnare le buone maniere a lord brummel.
però questo non toglie che il peggio del peggio (che magari a un supersajano potrebbe sembrare fantascienza) sia sempre rappresentato da zingari e africani.
sono razzista se dico quel che vedo?

NightMan
30-08-2006, 22.50.43
sono razzista se dico quel che vedo?

Si! O meglio, non voglio dire che sei razzista ma che fai un discorso razzista. Cosa vuol dire "il peggio del peggio è sempre rappresentato da zingari e africani"?
Questa gente è costretta a migrare per necessità, spesso fugge dalla fame, dalle guerre, dalla morte e qui cerca l'occasione della vita, quel sogno che mai avrà speranza di avverare nella sua terra. Arriva qui e se non si lava è perchè non può farlo e se entra in un giro di microdelinquenza è perchè il sistema non gli offre molte alternative. E' inutile che ripropongo per l'ennesima volta il discorso dei migranti italiani del '900. Il fatto che anche noi puzzavamo ed eravamo considerati tutti "mafiosi" voi manco lo ascoltate più. Tu ora dici che loro, per te, rappresentano il peggio del peggio, ma chiediti anche cosa rappresentiamo noi per loro?
Noi siamo quelli che vendono loro le armi per farli scannare, siamo quelli che rubano diamanti, oro, petrolio dalle loro terre, siamo quelli che vendono loro a carissimo prezzo medicinali essenziali o li flasciamo morire, siamo quelli che mantengono verso i loro paesi un debito altissimo che vieta loro uno sviluppo, siamo quei ricchi e grassi porci che vanno a prendersi la sessualità innocente dei loro figli, siamo quelli che... stop, la finisco qui perchè è un elenco di bassezze troppo lungo. Ora tu mi risponderai: "e che c'entra? qui stiamo parlando della puzza nei treni!", ed invece il discorso c'entra eccome, perchè se un uomo di un colore puzza ed un altro no, un motivo alla base c'è, se uno deve rubare ed un altro no, un motivo c'è e non si può ridurre tutto il discorso alle differenze di cultura o di usi e costumi. GLI UOMINI SONO TUTTI UGUALI, l'unica cosa che li differenzia è la divisione delle ricchezze e questo non è certo una colpa loro.
Detto questo, hai consigliato a non so chi di farsi un giro in un treno della tua zona per constatare il "problema", beh, io non voglio ergermi a maestro di vita di nessuno, ma ti consiglio di andarti a fare un giro in uno qualunque dei paesi di provenienza di questa gente. Magari, scopri in che modo sono costretti a vivere lì e tutto per colpa nostra.
Scusate lo sfogo, non mi va di aprire nessun flame ma di fronte a certe affermazioni non si può restare zitti.

wilhelm
30-08-2006, 23.01.17
Noi siamo quelli che vendono loro le armi per farli scannare, siamo quelli che rubano diamanti, oro, petrolio dalle loro terre, siamo quelli che vendono loro a carissimo prezzo medicinali essenziali o li flasciamo morire, siamo quelli che mantengono verso i loro paesi un debito altissimo che vieta loro uno sviluppo, siamo quei ricchi e grassi porci che vanno a prendersi la sessualità innocente dei loro figli, siamo quelli che... stop, la finisco qui perchè è un elenco di bassezze troppo lungo.

Questo non lo accetto: se ciò è possibile al sistema occidentale è perché in loco ci sono funzionari e personalità corrottissime e senza scrupolo della peggior specie, e sono i primi colpevoli delle piaghe di un continente intero. Poi gli occidentali ne approfittano, ma perché trovano un terreno fertile...
("Lord of war", con Nicolas Cage, film istruttivo in proposito)

In ogni caso noi siamo più fortunati, è vero: tuttavia non mi sento per niente cattivo, né cinico a esternare rabbia e ribrezzo per certe situazioni...
Non è certo accettandoli qua a fare i delinquenti e aggiungere (e notate l'aggiungere per favore) sudiciume ai nostri treni che li aiuteremo...

Bisogna aiutarli a casa!


E ripeto: so di essere più fortunato ma non mi sento cattivo per quello che dico!




E so bene che ogni dieci che entrano ce ne sono anche di onesti, ma purtroppo a volte è necessario fare di tutte le erbe un fascio...

NightMan
30-08-2006, 23.22.39
Questo non lo accetto: se ciò è possibile al sistema occidentale è perché in loco ci sono funzionari e personalità corrottissime e senza scrupolo della peggior specie, e sono i primi colpevoli delle piaghe di un continente intero. Poi gli occidentali ne approfittano, ma perché trovano un terreno fertile...
("Lord of war", con Nicolas Cage, film istruttivo in proposito)
In ogni caso noi siamo più fortunati, è vero: tuttavia non mi sento per niente cattivo, né cinico a esternare rabbia e ribrezzo per certe situazioni...
Non è certo accettandoli qua a fare i delinquenti e aggiungere (e notate l'aggiungere per favore) sudiciume ai nostri treni che li aiuteremo...
Bisogna aiutarli a casa!
E ripeto: so di essere più fortunato ma non mi sento cattivo per quello che dico!
E so bene che ogni dieci che entrano ce ne sono anche di onesti, ma purtroppo a volte è necessario fare di tutte le erbe un fascio...

Anche loro qui trovano terreno fertilissimo e persone corrottissime che sanno aiutarle se hanno intenzione di delinquere. Ma secondo te è così facile entrare in un paese come il nostro e spacciare roba o far prostituire ragazze senza l'appoggio e l'interesse di qualche italiano? Guarda che per 10cents che si guadagnano quei "puzzolenti", 90 vanno ad un tuo connazionale iperprofumato ;), però al momento non mi sovviene un film che riesca a spiegarti bene la situazione. Hai detto bene, noi siamo certamente più fortunati e fortunatamente abbiamo anche ricevuto degli insegnamenti che ci invitano a non guardare il problema solo in superficie ma di scendere nel profondo e riconoscere le proprie colpe. Se tutti ragionassimo così e facessimo qualcosa di veramente concreto per far star meglio queste persone, sicuramente staremo meglio anche noi.

dave4mame
30-08-2006, 23.30.04
Si! O meglio, non voglio dire che sei razzista ma che fai un discorso razzista. Cosa vuol dire "il peggio del peggio è sempre rappresentato da zingari e africani"?
Questa gente è costretta a migrare per necessità, spesso fugge dalla fame, dalle guerre, dalla morte e qui cerca l'occasione della vita, quel sogno che mai avrà speranza di avverare nella sua terra. Arriva qui e se non si lava è perchè non può farlo e se entra in un giro di microdelinquenza è perchè il sistema non gli offre molte alternative. E' inutile che ripropongo per l'ennesima volta il discorso dei migranti italiani del '900. Il fatto che anche noi puzzavamo ed eravamo considerati tutti "mafiosi" voi manco lo ascoltate più. Tu ora dici che loro, per te, rappresentano il peggio del peggio, ma chiediti anche cosa rappresentiamo noi per loro?
Noi siamo quelli che vendono loro le armi per farli scannare, siamo quelli che rubano diamanti, oro, petrolio dalle loro terre, siamo quelli che vendono loro a carissimo prezzo medicinali essenziali o li flasciamo morire, siamo quelli che mantengono verso i loro paesi un debito altissimo che vieta loro uno sviluppo, siamo quei ricchi e grassi porci che vanno a prendersi la sessualità innocente dei loro figli, siamo quelli che... stop, la finisco qui perchè è un elenco di bassezze troppo lungo. Ora tu mi risponderai: "e che c'entra? qui stiamo parlando della puzza nei treni!", ed invece il discorso c'entra eccome, perchè se un uomo di un colore puzza ed un altro no, un motivo alla base c'è, se uno deve rubare ed un altro no, un motivo c'è e non si può ridurre tutto il discorso alle differenze di cultura o di usi e costumi. GLI UOMINI SONO TUTTI UGUALI, l'unica cosa che li differenzia è la divisione delle ricchezze e questo non è certo una colpa loro.
Detto questo, hai consigliato a non so chi di farsi un giro in un treno della tua zona per constatare il "problema", beh, io non voglio ergermi a maestro di vita di nessuno, ma ti consiglio di andarti a fare un giro in uno qualunque dei paesi di provenienza di questa gente. Magari, scopri in che modo sono costretti a vivere lì e tutto per colpa nostra.
Scusate lo sfogo, non mi va di aprire nessun flame ma di fronte a certe affermazioni non si può restare zitti.
ma vedi di smetterla, per piacere.
con questi discorsi da demagogo (oddio!!! siamo tutti in coda a inchiappettarci il povero abdul!) sei tu che getti fango in faccia ai tanti africani che vivono e lavorano onestamente.
almeno lo sai che sono proprio loro i più incazzati verso sti disgraziati?
devo proprio ripeterti testualmente cosa proporrebbe di fare loro il mio collega camerunense?

NightMan
31-08-2006, 00.04.10
ma vedi di smetterla, per piacere.
con questi discorsi da demagogo (oddio!!! siamo tutti in coda a inchiappettarci il povero abdul!) sei tu che getti fango in faccia ai tanti africani che vivono e lavorano onestamente.
almeno lo sai che sono proprio loro i più incazzati verso sti disgraziati?
devo proprio ripeterti testualmente cosa proporrebbe di fare loro il mio collega camerunense?

Mo mi tiri fuori pure il collega camerunense per argomentare le tue banalità? Parla parla, che nessuno te lo vieta. Io non faccio fatica a dire di aver (volutamente) generalizzato parlando degli occidentali, tu invece, fino ad ora, hai generalizzato su africani e poveri cristi come fossi il detentore di ogni verità e mi dici pure di smetterla? Ma vedi di smetterla tu...

dave4mame
31-08-2006, 00.13.45
il collega camerunense è un phd in matematica, prossimo a diventare ex collega in quanto ha vinto una borsa di studio all'università di Reading.
ti basta come banalità?
ah, nel caso ti venisse in mente, non è un francese nato in cameroun.
è proprio nero.
e gli stanno palesemente sulle palle i (pochi) africani disonesti che gettano discredito su tutta la categoria.
se invece vuoi banalità, te ne cito qualcuna
Arriva qui e se non si lava è perchè non può farlo
avere telefonini da 400 euro si però?
andare a pisciare contro un albero anzichè sul marciapiede della stazione no?
rimettere nel cassettone della caritas i vestiti che ha RUBATO dal cassettone stesso e che ha scartano no?
tenere i suoi cazzo di piedi sul pavimento del vagone anzichè sulla poltrona davanti a sè no? o almeno metterci un giornale sotto no?
buttare le bucce della banana che si sta mangiando nel cestino a 2 metri dal sul culo anzichè per terra no?
se entra in un giro di microdelinquenza è perchè il sistema non gli offre molte alternative
lavorare onestamente come migliaia di suoi compaesani no?
pagare il biglietto come faccio io no?
E' inutile che ripropongo per l'ennesima volta il discorso dei migranti italiani del '900.
direi di si.
se non altro perchè non mi sembra che fossero clandestini.
Il fatto che anche noi puzzavamo ed eravamo considerati tutti "mafiosi" voi manco lo ascoltate più.
certo.
per colpa di pochi alfredo (capone) tanti onesti mario, vincenzo, mimmo, salvatore, luigi si presero dei mafiosi; chissà come erano contenti.
più o meno credo come il mio collega.
Noi siamo quelli che vendono loro le armi per farli scannare
potrei risponderti facilmente che non li obbligo a comprare.
oppure potrei dire che l'italia praticamente non esporta armi (mai visto un ribelle nigeriano sparare a colpi di beretta semiautomatica)
siamo quelli che rubano diamanti, oro, petrolio dalle loro terre
eh! le famose miniere delle colonie italiane!
siamo quelli che vendono loro a carissimo prezzo medicinali essenziali
eh! le famosissime ricette salvavita italiane!
siamo quelli che mantengono verso i loro paesi un debito altissimo
eh! quelli che prestano soldi (pochini, quelli prestati dall'italia) e poi li rivorrebbero indietro!
pensa che sti maledetti capitalisti voglio anche da me tutti i mesi la rata della macchina!
ma poi...di questi soldi.
almeno sapere come cavolo se li sono spesi no? così, tanto per curiosità.
che vieta loro uno sviluppo, siamo quei ricchi e grassi porci che vanno a prendersi la sessualità innocente dei loro figli
eh! tutti a inchiappettarci il pov... ah no, questo l'ho già scritto!
allora cambio il tiro, anche se per farlo devo scendere al tuo livello.
saranno pià i poveri bambini venduti dai genitori o pià le ragazze molestate o stuprate da noi?
a me piacerebbe tanto che tu che sei intelligente mi spiegassi una sola cosa.
com'è che da 100 clandestini che arrivano senza ne arte ne parte a lampedusa
98 vivono onestamente e 2 fanno i delinquenti?
fammelo capire, visto che sono tutti uguali.
ma poi, spiegami anche una cosa.
sono poveri, poverini ecco perchè rubano.
e... la scusa per cui stuprano qual è?

NightMan
31-08-2006, 00.38.22
il collega camerunense è un phd in matematica, prossimo a diventare ex collega in quanto ha vinto una borsa di studio all'università di Reading.
ti basta come banalità?
ah, nel caso ti venisse in mente, non è un francese nato in cameroun.
è proprio nero.
e gli stanno palesemente sulle palle i (pochi) africani disonesti che gettano discredito su tutta la categoria.

Ok e quindi?

dave4mame
31-08-2006, 00.41.55
no, così, tanto per circoscrivere le banalità.

tanto per dire che forse lui conosce un pò più di prima mano il problema, e che ha ben chiaro un concetto che a te proprio manca.
la differenza tra l'emigrante onesto che viene a cercare fortuna e il disgraziato che va a grattarsi la panza in un paese di buonisti alla "eh, ma poverino".

NightMan
31-08-2006, 01.11.15
...allora cambio il tiro, anche se per farlo devo scendere al tuo livello...

Guarda che per arrivare al mio livello devi salire e non scendere... Comunque se sei convinto del contrario, stai tranquillo e rimani lì dove sei insieme al tuo collega camerunense, continua a pensarla come vuoi e non cercare di spiegarmi più nulla che tanto ti ho già inquadrato ;).
Alle altre provocazioni e prese per il culo non ti rispondo nemmeno, altrimenti finisce che mi bannano. Ti lascio la ragione e me ne vado a dormire... ho sonno.

dave4mame
31-08-2006, 07.56.50
rispondere alle provocazioni (posto che siano tali e non dati oggettivi) rimanendo nei limiti e senza cadere nella solita tiritera dei "oh poverini" "eh ma non è colpa loro" "è la nostra società la vera colpevole" richiede una certa abilità.
mi rendo conto delle tue difficoltà.
adesso sperò vorrai scusarmi.
devo andare a cercare un paio di bambine thailandesi da deflorare.

Robbi
31-08-2006, 08.57.30
Ma hai visto mai qui o altrove discutere di politica senza poi alla fine o azzuffarsi, o nella migliore delle ipotesi mandarsi cordialmente affan@@lo?


CVD :rolleyes:

Facciamo cosi'.
Come proponeva ssj.
Parliamo di fi@a, che almeno li siamo piu' meno tutti d'accordo, a parte forse Paolino, che come si sa e' un po' puppiceddu!


:D

wilhelm
31-08-2006, 08.58.50
Dave (Y), in toto! (Y)

Astro
31-08-2006, 10.53.01
ssj, tu sei di Napoli e sai benissimo che gli Africano sono un po' come fratelli per noi.

Molti di loro vengono in Italia e vengono schiavizzati, messi ad un semaforo a vendere fazzoletti, accendini e a lavare i parabrezza...

Altri invece vengono per studiare e lavorare onestamente.

Però spesso, anche se molti di possono insegnarci come vivere più civilmente, ci sono sempre coloro che fanno i porci comodi loro. Ad esempio l'altro giorno ero alla cassa di un supermercato e un africano, penso Marocco, con la scusa di vedere i prodotti in vendita affianco alla cassa, se intrufolato nella file saltando un paio di posti...

Esempio banale ma che può farti riflettere. Queste cose le facciamo anche noi, per carità... Ma se deve venire uno dall'estero (non solo Africa, ma anche paesi dell'Est, Asiatici, o anche i famosi paesi sviluppati) per violentare, rubare e d uccidere, beh... allora preferisco chiudere le frontiere. E qui non si tratta di razzismo o altro. Si tratta di salvaguardia nazionale, poiché ai nostri guai non possiamo aggiungerli altri.


Non so se dalle tue parti ci sono di questi problemi, ma da quest'altra parte di Napoli siamo infestati di zingari. Se sali sulla Circumvesuviana che porta a Baiano ti accorgeresti subito che a Volla centinaia di zingari in mise da elemosina salgono e scendo in massa alla fermata di Volla. E non sai che spavento e ribrezzo fanno una volta sul treno. Il treno è tranquillo, quieto fino a quando loro non salgono. Dopodiché chiasso e terrore la fanno da padrona. Chiasso perché loro urlano come se fossero ad uno stadio, terrore perché spesso e voltentieri si sono avvicinati alle persone e hanno arrecato "danni".... E non parliamo del sudiciume che si portano addosso.



Cmq a Dave direi di fossilizzarsi troppo sugli africani, poiché non sono solo loro e, anzi, tra i tanti extracomunitari che abbiamo in Italia, loro sono quelli in percentuale più tranquilli...

E ricordate, siamo tutti fratelli...





__________________
Ci sono cose che un uomo non puo' capire. Io sono una di queste.

Flying Luka
31-08-2006, 11.53.58
Siamo tutti fratelli, e su questo non ci piove, fintanto che i fratelli si comportano civilmente, rispettando le nostre regole, usi e consumi.
Fintanto che viene mantenuta un minimo di educazione civica e, soprattutto, DI RISPETTO VERSO IL PAESE ED IL POPOLO OSPITANTE.

In caso contrario discutiamo di aria fritta e rientriamo nella più bieca ipocrisia condita di puro buonismo e demagogia. Inutile neanche stare a parlarne....

wilhelm
31-08-2006, 11.54.58
In generale è quello che dico anch'io: finché abbiamo così tanti problemi interni allora frontiere chiuse e non aggiungiamone altri.

E questo non è razzismo!

wilhelm
31-08-2006, 11.56.02
In ogni caso a me, Trenitalia, ancora non ha risposto al reclamo :mad:

biologist1972
31-08-2006, 12.51.21
Siamo tutti fratelli, e su questo non ci piove, fintanto che i fratelli si comportano civilmente, rispettando le nostre regole, usi e consumi.
Fintanto che viene mantenuta un minimo di educazione civica e, soprattutto, DI RISPETTO VERSO IL PAESE ED IL POPOLO OSPITANTE.
In caso contrario discutiamo di aria fritta e rientriamo nella più bieca ipocrisia condita di puro buonismo e demagogia. Inutile neanche stare a parlarne....
Luka ha centrato il fulcro della discussione: tutti dobbiamo osservare le nostre leggi e il nostro comune sentire. Chiunque infrange la legge, deve essere sanzionato e ciò vale sia per un cittadino italiano che per un extracomunitario. Dunque su cosa stiamo dibattendo? Esiste forse una diversa sensibilità legata ad una diversa posizione politica in merito all'osservanza della legge?Inoltre penso che sia indubbio che in alcune regioni italiane, soprattutto nelle ultime settimane, stiano sorgendo seri problemi di
sicurezza e di ordine pubblico a causa di crimini, compiuti principalmente da cittadini extracomunitari a dispetto della fratellanza, del fittizio buonismo e dell'ospitalità che hanno ricevuto.
E a qualcuno che dovesse ancora filosofeggiare, gli raccomando un breve soggiorno nei posti dove questa emergenza è particolarmente avvertita.

NightMan
31-08-2006, 15.58.53
ssj, tu sei di Napoli e sai benissimo che gli Africano sono un po' come fratelli per noi.
Molti di loro vengono in Italia e vengono schiavizzati, messi ad un semaforo a vendere fazzoletti, accendini e a lavare i parabrezza...
Altri invece vengono per studiare e lavorare onestamente.
Però spesso, anche se molti di possono insegnarci come vivere più civilmente, ci sono sempre coloro che fanno i porci comodi loro. Ad esempio l'altro giorno ero alla cassa di un supermercato e un africano, penso Marocco, con la scusa di vedere i prodotti in vendita affianco alla cassa, se intrufolato nella file saltando un paio di posti...
Esempio banale ma che può farti riflettere. Queste cose le facciamo anche noi, per carità... Ma se deve venire uno dall'estero (non solo Africa, ma anche paesi dell'Est, Asiatici, o anche i famosi paesi sviluppati) per violentare, rubare e d uccidere, beh... allora preferisco chiudere le frontiere. E qui non si tratta di razzismo o altro. Si tratta di salvaguardia nazionale, poiché ai nostri guai non possiamo aggiungerli altri.
Non so se dalle tue parti ci sono di questi problemi, ma da quest'altra parte di Napoli siamo infestati di zingari. Se sali sulla Circumvesuviana che porta a Baiano ti accorgeresti subito che a Volla centinaia di zingari in mise da elemosina salgono e scendo in massa alla fermata di Volla. E non sai che spavento e ribrezzo fanno una volta sul treno. Il treno è tranquillo, quieto fino a quando loro non salgono. Dopodiché chiasso e terrore la fanno da padrona. Chiasso perché loro urlano come se fossero ad uno stadio, terrore perché spesso e voltentieri si sono avvicinati alle persone e hanno arrecato "danni".... E non parliamo del sudiciume che si portano addosso.
Cmq a Dave direi di fossilizzarsi troppo sugli africani, poiché non sono solo loro e, anzi, tra i tanti extracomunitari che abbiamo in Italia, loro sono quelli in percentuale più tranquilli...
E ricordate, siamo tutti fratelli...
__________________
Ci sono cose che un uomo non puo' capire. Io sono una di queste.


Ma guarda che io non dico il contrario. Per me chi delinque deve andare in galera e ci deve rimanere per il tempo giusto e chi non rispetta le regole deve essere obbligato a farlo. Però è anche dovere di una società che si ritiene civile, capire le radici di un problema e cercare soluzioni adeguate. Sono intervenuto in questa discussione perchè non ce la facevo a vedere scritte certe affermazioni così disprezzanti verso una categoria di persone che ha la sola colpa di esser nata più sfortunata di noi. Questo è razzismo e per formazione non lo concepisco. Io di fronte all'immigrato che puzza nel treno, ho sicuramente il mio fastidio (così come l'avrei e l'ho avuta verso certi italiani) ma non trovo la soluzione a questo problema in un "rimandiamolo al suo paese" o in un "disinfettiamolo". Razionalmente mi chiedo cosa faccia la nostra società per far si che un immigrato riesca ad integrarsi perfettamente al suo interno e l'unica risposta che mi dò è "poco o niente".
Mi spiace, ma non riesco ad odiarli solo perchè "puzzano" o "parlano oltre gli 80 decibel" o "si stravaccano sui sedili" o "hanno le facce da delinquenti" o "in 4 occupano posti da 16" e non giustifico il mio odio con un "si, ma quello, chissà perchè, ha il cellulare di ultima generazione". Non riesco a considerarli "il peggio del peggio" solo per i motivi sopra detti. Sarà che il peggio del peggio lo vedo molto più spesso in certi italiani che all'apparenza sembrano onesti e che, sotto sotto, fanno le peggiori porcherie del mondo ma io non riesco davvero ad odiare queste persone se, con molte difficoltà di integrazione, cercano di avverare il loro sogno in un paese spesso ostile.
Sarò un buonista demagogo ma la vedo così. Nella mia vita ho avuto la fortuna di indossare sempre panni buoni, puliti e profumati ma questo non mi da nessun diritto di giudicare chi, questi panni, li ha sempre avuti lerci e puzzolenti.

NightMan
31-08-2006, 16.03.13
E a qualcuno che dovesse ancora filosofeggiare, gli raccomando un breve soggiorno nei posti dove questa emergenza è particolarmente avvertita.

Ah certo, se vuoi faccio volentieri a cambio con te. Tu mi ospiti a Brescia o a Verona in un quartiere di "immigrati" ed io ti ospito a Secondigliano o a Scampia, quartieri di "italiani".

biologist1972
31-08-2006, 16.35.10
Ah certo, se vuoi faccio volentieri a cambio con te. Tu mi ospiti a Brescia o a Verona in un quartiere di "immigrati" ed io ti ospito a Secondigliano o a Scampia, quartieri di "italiani".
proprio perchè già esistono quartieri e città a forte "rischio sociale", non si avverte la necessità di espandere la criminalità spicciola, ad altre aree del paese, con nuovi innesti.

Deep73
31-08-2006, 17.50.22
E al momento l'Italia è in restauro (più o meno dalla terza guerra d'indipendenza se vogliamo essere precisi...)


Diciamo dal '48..... :devil: 1848 ovviamente :D :D :D

wilhelm
31-08-2006, 19.20.03
proprio perchè già esistono quartieri e città a forte "rischio sociale", non si avverte la necessità di espandere la criminalità spicciola, ad altre aree del paese, con nuovi innesti.

(Y) Straquoto!

wilhelm
31-08-2006, 23.53.44
E oggi mi è arrivata una simpatica lettera di Trenitalia in cui mi dicono che il rimborso che ho chiesto il 28/06 per un ritardo di 45' di un Eurostar non me lo possono dare perché di quei 45' "44' sono da asrcivere a eventi accidentali".

:mad: E alla fine hanno sempre ragione loro... :mad:

dave4mame
01-09-2006, 00.17.34
Ma guarda che io non dico il contrario. Per me chi delinque deve andare in galera e ci deve rimanere per il tempo giusto e chi non rispetta le regole deve essere obbligato a farlo. Però è anche dovere di una società che si ritiene civile, capire le radici di un problema e cercare soluzioni adeguate. Sono intervenuto in questa discussione perchè non ce la facevo a vedere scritte certe affermazioni così disprezzanti verso una categoria di persone che ha la sola colpa di esser nata più sfortunata di noi. Questo è razzismo e per formazione non lo concepisco. Io di fronte all'immigrato che puzza nel treno, ho sicuramente il mio fastidio (così come l'avrei e l'ho avuta verso certi italiani) ma non trovo la soluzione a questo problema in un "rimandiamolo al suo paese" o in un "disinfettiamolo". Razionalmente mi chiedo cosa faccia la nostra società per far si che un immigrato riesca ad integrarsi perfettamente al suo interno e l'unica risposta che mi dò è "poco o niente".
Mi spiace, ma non riesco ad odiarli solo perchè "puzzano" o "parlano oltre gli 80 decibel" o "si stravaccano sui sedili" o "hanno le facce da delinquenti" o "in 4 occupano posti da 16" e non giustifico il mio odio con un "si, ma quello, chissà perchè, ha il cellulare di ultima generazione". Non riesco a considerarli "il peggio del peggio" solo per i motivi sopra detti. Sarà che il peggio del peggio lo vedo molto più spesso in certi italiani che all'apparenza sembrano onesti e che, sotto sotto, fanno le peggiori porcherie del mondo ma io non riesco davvero ad odiare queste persone se, con molte difficoltà di integrazione, cercano di avverare il loro sogno in un paese spesso ostile.
Sarò un buonista demagogo ma la vedo così. Nella mia vita ho avuto la fortuna di indossare sempre panni buoni, puliti e profumati ma questo non mi da nessun diritto di giudicare chi, questi panni, li ha sempre avuti lerci e puzzolenti.
credo che a te farebbe comodo un corso di lettura e scrittura.
in primis perchè io non ho mai scritto "disinfettiamo l'africano", bensì "disinfettiamo i posti"; cosa che credo di ribadire ora per la 3a volta.
circa il modo di comportarsi sui treni, credo ti farebbe comodo dare una rapida scorsa al regolamento cui i passeggeri devono attenersi e verificare se la condotta che ho descritto è in linea con lo stesso (magari cominciando con le minacce al controllore, cosa che hai casualmente dimenticato di citare).
trovo francamente patetico il tentativo di trovare la causa dell'odio nel possesso del telefonino di ultima generazione.
era palese che lo citavo solo per sbeffeggiare la tua affermazione "eh, poverini, sono poveri, non possono lavarsi" (costo dell'accesso alle docce pubbliche di tutte le città: UN euro. Costo degli allacciamenti e dell'uso di acqua/luce/gas ai campi nomadi: ZERO euro. costo del telefonino di ultima generazione?)
aspetto infine tue sagge osservazioni circa gli altri fenomeni un tantino più gravi dell'essere maleodoranti.
quelle che hai bellamente evitato.

dave4mame
01-09-2006, 00.18.52
Cmq a Dave direi di fossilizzarsi troppo sugli africani, poiché non sono solo loro e, anzi, tra i tanti extracomunitari che abbiamo in Italia, loro sono quelli in percentuale più tranquilli...
E ricordate, siamo tutti fratelli...

diciamo che se mio fratello si comportasse così lo piglierei a calci in culo fino a slogarmi la caviglia?
fermo restando che quoto tutto il resto del tuo discorso, su questo punto ci torno volentieri.
escludiamo per un attimo gli "arabi", che costituiscono fenomeno troppo a se stante per essere buttato nel calderone, facciamo un pò un rapido esame
filippini? tranne un paio di fenomeni eclatanti non hanno mai dato nessun problema.
peruviani? finchè non si mettono a bere come spugne, danno relativamente pochi problemi
sikh? da quel che mi dicono colleghi bresciani sono davvero ben visti; lavorano come dannati e sono di una gentilezza quasi imbarazzanti
cinesi? tanto quanto sono bastardi tra di loro, altrettanto non danno problemi all'esterno della loro comunità
slavi? aggià.
però ti dirò.
tanto quanto erano fonte di problemi in lombardia, tanto nel veneto sono persone che sgobbano sodo.
salvo poi scofanarsi cartoni di birra...

e ribadisco, a scanso di equivoci su cui il tuo compaesano articola le sue sgangherate repliche.
sono una minoranza.
ma purtroppo quella che si fa notare.